Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Fantobelix Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
Visitatore Visitatori(44)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Oscar Bestsellers - Mondadori

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:18214
 
Piace a 0 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 0.00
 
N.:   1242
Incas. La scelta di Anamaya
Antoine B. DANIEL
 
Data:   Giugno 2002 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:   Inca. L'or de Cuzco, 2001
Note:   Cop. non illustrato, tr. Riccardo Valla
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   127 x 197
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:  
 
 
  Ultima modifica scheda: rammstein 15/04/2007-14:44:52
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Per i Figli del Sole ha inizio un periodo di rapido declino. E' l'oro a segnare la fine dell'impero peruviano: quella che per gli Incas è infatti solo un metallo luccicante e duttile, adatto a fabbricare splendidi monili, per gli spagnoli è una ragione di vita che acceca, droga i sentimenti e distrugge ogni senso di umanità. Gli avventurieri agli ordini di Pizarro impongono la loro logica di forza e dominio. Ucciso Atahualpa, gli succede Manco, che ancora crede possibile la pace tra la sua gente e gli uomini bianchi venuti dal mare. E' Anamaya a convincerlo e a conquistare il suo cuore. Ma anche per la bellissima fanciulla dagli strani occhi azzurri la Grande Illusione sta per finire. E mentre gli Incas preparano la rivolta, la ragazza incontra il suo Gabriel forse per l'ultima volta, prima che il sangue torni a scorrere, dividendo per sempre i loro popoli.