Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Visitatore Visitatori(61)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Urania - Mondadori - Costa bianca

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:168
 
Piace a 4 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 7.33
 
N.:   168
Prigioniero del silenzio
Rex GORDON
     Traduzione: Beata DELLA FRATTINA
     Copertina: Curt CAESAR
 
Data:   2 Gennaio 1958 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:   No Man Friday, 1956
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   140 x 200
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:   128
 
 
  Ultima modifica scheda: mvent 12/06/2012-07:56:40
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Ecco un divertentissimo romanzo che narra la storia di un Robinson Crosue del 2000. Holder, un semplice ingegnere senza cognizioni scientifiche particolari, arriva solo e per primo su Marte. E' l'unico sopravvissuto di un razzo partito clandestinamente da Woomera, la base segreta americana per il lancio di missili sperimentali. Holder si trova a dover affrontare un mondo sconosciuto, privo d'acqua, con un'atmosfera troppo povera d'ossigeno per un terrestre, e mancante di prodotti naturali adatti a mantenere in vita un uomo. Come se la caver├á? Umilmente Holder affronta il problema, si serve del suo cervello, della sua pazienza, e dei pochi strumenti a sua disposizione; e non soltanto riesce a sopravvivere, ma anche a convivere per quindici anni su Marte in compagnia degli strani esseri incontrati esplorando il pianeta. Ma solo quando, quindici anni pi├╣ tardi, arriva su Marte un'astronave americana, Holder capisce quanto gli esseri che popolano il rosso pianeta siano superiori come intelligenza e come concezione di vita ai civili progrediti uomini della Terra. Ed ├Ę proprio Eii, una delle creature di Marte, che lo aiuta a tornare nel suo mondo, l├á "dove gli uomini hanno ancora bisogno di studiare, di scoprire, di progredire, di anelare a una perfezione di cui, qualora la raggiungessero, non saprebbero che fare".