Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
bibliotecario Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
nollicus Vedi il profilo utente 
victory Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
Zia Marisa Zia Marisa 
and and 
Visitatore Visitatori(36)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:
Numero:
Titolo:
Tit.Orig.:
Autore:
Editore:
Trama:
Relazione:
 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Urania - Mondadori - Costa bianca

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:168
 
Piace a 5 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 7.33
 
N.:   168
Prigioniero del silenzio
Rex GORDON (ps. di Stanley Bennett HOUGH)
     Traduzione: Beata DELLA FRATTINA
     Copertina: Curt CAESAR
 
Data:   2 Gennaio 1958 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:   No Man Friday, 1956
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   140 x 200
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:   128
 
 
  Ultima modifica scheda: bibliotecario 24/09/2018-10:04:49
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Ecco un divertentissimo romanzo che narra la storia di un Robinson Crosue del 2000. Holder, un semplice ingegnere senza cognizioni scientifiche particolari, arriva solo e per primo su Marte. E' l'unico sopravvissuto di un razzo partito clandestinamente da Woomera, la base segreta americana per il lancio di missili sperimentali. Holder si trova a dover affrontare un mondo sconosciuto, privo d'acqua, con un'atmosfera troppo povera d'ossigeno per un terrestre, e mancante di prodotti naturali adatti a mantenere in vita un uomo. Come se la caver├á? Umilmente Holder affronta il problema, si serve del suo cervello, della sua pazienza, e dei pochi strumenti a sua disposizione; e non soltanto riesce a sopravvivere, ma anche a convivere per quindici anni su Marte in compagnia degli strani esseri incontrati esplorando il pianeta. Ma solo quando, quindici anni pi├╣ tardi, arriva su Marte un'astronave americana, Holder capisce quanto gli esseri che popolano il rosso pianeta siano superiori come intelligenza e come concezione di vita ai civili progrediti uomini della Terra. Ed ├Ę proprio Eii, una delle creature di Marte, che lo aiuta a tornare nel suo mondo, l├á "dove gli uomini hanno ancora bisogno di studiare, di scoprire, di progredire, di anelare a una perfezione di cui, qualora la raggiungessero, non saprebbero che fare".