Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Visitatore Visitatori(53)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Urania - Mondadori - Costa bianca

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:166
 
Piace a 3 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 6.25
 
N.:   166
L'ultimo rifugio
Jimmy GUIEU
     Traduzione: Patrizio DALLORO (ps. di Maria Teresa MAGLIONE)
     Copertina: Carlo JACONO
 
Data:   5 Dicembre 1957 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:   Mort de la vie, 1957
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   140 x 200
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:   128
 
 
  Ultima modifica scheda: Lucky 26/08/2018-19:57:47
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Questo racconto di Jimmy Guieu non è puro frutto di fantasia, ma entra nel vivo della realtà possibile in un prossimo futuro. Per costruire il suo romanzo, l'autore si basa su cause già in atto nel nostro mondo, su effetti già in parte sensibili, anche se queste cause e questi effetti sono negati o non accettati o non avvertiti dalla maggioranza degli esseri umani. A farne fede c'è una lettera, scritta a Jimmy Guìeu dal notissimo scienziato atomico Charles-Noél Martin. Questa lettera, importante e terribile documento, il romanziere ha voluto metterla come prefazione alla sua opera. In essa l'eminente scienziato d'oltralpe afferma che dall'esplosione della bomba di Hiroshima ad oggi sono state fatte esplodere nel mondo l'equivalente in potenza distruttiva di circa seimila bombe dello stesso tipo. Quali sono e potranno esserne le conseguenze? Jimmy Guieu le espone e le dimostra con questo romanzo dove "nulla è inesatto sul piano scientifico, e tutto è perfettamente plausibìle" come Charles-Noél Martin afferma con piena conoscenza di causa. E le espone sotto una forma viva, interessante, avvincente ed efficace. Questo è il mezzo migliore per una propaganda, apparentemente pessimistica, ma che lavora per raggiungere, attraverso la paura, il sogno dell'uomo della strada: un progresso e una civiltà che non portino morte e desolazione, ma benessere e pace.