Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Lucky Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
victory Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
zecca_2000 zecca_2000 
doge doge 
Mr.Chicago Vedi il profilo utente 
Visitatore Visitatori(61)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Urania Classici - Mondadori - Bianchi - immagine nel cerchio

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:1593
 
Piace a 3 utenti
Non piace a 1 utente
Media: 7.50
 
N.:   87
Venere sulla conchiglia
Philip J. FARMER (ps. di Philip José FARMER)
     Traduzione: Angela CAMPANA
     Copertina: Karel THOLE
 
Data:   Giugno 1984 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:   Venus on the Half-Shell, 1974, 1975
Note:   Nella prima edizione Urania il nome dell'autore fu pubblicato con lo pseudonimo di Kilgore Trout
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   110 x 185
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:   192
 
 
  Ultima modifica scheda: Lucky 18/09/2018-16:53:15
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Simon Wagstaff, lo "spaziale errante", è un terrestre che non invecchia mai e da migliaia di anni s'aggira per le taverne degli spazioporti con la sua chitarra, in blue-jeans e logoro maglione grigio, cantando malinconiche canzoni spaziotemporali. "Ma come fai - gli chiede un'amica dopo aver fatto l'amore con lui sulla testa della sfinge di Gizah - a essere così triste, quando c'e il sole?" "Scusami - dice Simon, - il mio sole è nero." Cosi prende l'avvio uno dei più travolgenti, sensazionali, cinici, scandalosi, gioviali, blasfemi, corrosivi, erotici, demitizzanti, mistificanti, avventurosi romanzi di tutta la fantascienza spaziale, che nel 1975 usci per precauzione con lo pseudonimo di Kilgore Trout, ma di cui ora si sa che è di Ph. J. Farmer, lo scrittore che per primo (come si legge nelle enciclopedie) "introdusse il vero sesso in fs".