Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Visitatore Visitatori(61)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Urania Classici - Mondadori - Bianchi - (Fantascienza)

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:1568
 
Piace a 5 utenti
Non piace a 1 utente
Media: 6.92
 
N.:   62
L'uomo che cadde sulla terra
Walter TEVIS (ps. di Walter Stone TEVIS)
     Traduzione: Ginetta PIGNOLO
     Copertina: Karel THOLE
 
Data:   Maggio 1982 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:   The Man Who Fell to Earth, 1963
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   110 x 185
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:   168
 
 
  Ultima modifica scheda: Fantobelix 01/09/2018-18:10:41
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Nella fantascienza, che ha tempi fuori da ogni norma, puo accadere che un libro "invecchi" in pochi mesi; altri conservano intatta per decenni la loro freschezza, sembrano sempre scritti oggi per domani. E il caso di questo romanzo di Tevis, uscito in America nel 1963, ridotto per lo schermo (David Bowie protagonista) nel 1976, e che di anno in anno si arricchisce di nuovi significati, di nuove suggestioni. Tutto gira attorno alla storia di un personaggio straordinario Newton, un malinconico, fragilissimo, indimenticabile "alieno", che capita nel nostro mondo ferocemente materialista, e ne viene poco a poco distrutto. Ma la sua e anche la storia di ognuno di noi, alle prese con le sconfitte, i tradimenti, la solitudine, l'ariditĂ  della vita. O ancora, una parabola con risonanze addirittura evangeliche, echi di un'altra "discesa sulla Terra", di un altro breve viaggio tra gli uomini, di un altro "martirio".