Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Autori
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Visitatore Visitatori(18)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:
Numero:
Titolo:
Tit.Orig.:
Autore:
Editore:
Trama:
Relazione:
 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Urania Classici - Mondadori - Bianchi - (Fantascienza)

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:1523
 
Piace a 11 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 8.17
 
N. Volume:   17
Titolo:   Spedizione di soccorso
Autore:   Arthur C. CLARKE (ps. di Arthur Charles CLARKE)
   Traduzione: Autori VARI
   Copertina: Karel THOLE
 
Data Pubbl.:   Agosto 1978 ISBN:    non presente
Titolo Orig.:  
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   110 x 185
Contenuto:   Antologia  N. pagine:   192
 
 
  Ultima modifica scheda: Lucky 18/09/2018-14:54:15
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
I racconti di A.C. Clarke, il massimo autore inglese di fantascienza, sono di cos√¨ alto livello che la critica letteraria anche pi√Ļ schizzinosa dovette occuparsene fin dagli anni '50, quando la fs era esclusa dalla "vera" letteratura. A quelle agrodolci recensioni risale una sciocchezza che ancora oggi si sente ripetere da sedicenti "storici" della fs: Clarke nei suoi racconti ricercherebbe troppo il colpo di scena, punterebbe troppo sul finale a sorpresa. Ma perch√® "troppo"? Tutto sta a vedere se il colpo √® poi veramente di scena, se la sorpresa riesce poi veramente, e questo nessuno ha mai avuto il coraggio di negarlo. La verit√† √® che Clarke non √® solo un maestro degli scioglimenti fulminei e imprevisti, ma un nemico giurato delle chiacchiere e delle pretenziose diversioni, dei fumosi "messaggi" con cui tanti romanzi e racconti - di fs e no - cercano di nascondere la propria mancanza di nerbo narrativo. Ed √® questo che tanti non gli perdonano.