Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
npano Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
zecca_2000 zecca_2000 
Visitatore Visitatori(30)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Urania Classici - Mondadori - Bianchi - (Fantascienza)

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:1516
 
Piace a 6 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 7.70
 
N.:   10
Quatermass e il pozzo
Nigel KNEALE
     Traduzione: Andreina NEGRETTI
     Copertina: Karel THOLE
 
Data:   Gennaio 1978 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:   Quatermass and the Pit, 1960
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   110 x 185
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:   208
 
 
  Ultima modifica scheda: victory 24/08/2012-08:37:31
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Primo piano di targhe stradali, sull'angolo di una casa in demolizione. Dietro una palizzata, bracci di gru in movimento. Stacco sul punto piĆ¹ profondo dello scavo, dove alcuni uomini lavorano con pale e picconi. Poi braccio di una gru che ruota fin sopra il cassone di un camion in attesa... Il camionista sorveglia l'operazione fumando una sigaretta. D'un tratto sbarra gli occhi, butta via la sigaretta e si arrampica sull'automezzo fissando il mucchio di terra scaricato dalla gru. CAMIONISTA (grida, voltandosi agli uomini nello scavo): "Ehi! Venite qui! Presto!..." Cosi comincia il secondo, memorabile film della serie QUATERMASS, di cui presentiamo in questi Classici per la prima volta in volume le sceneggiature integrali. Ed ecco come si avvia alla fantasmagorica conclusione: "Panoramica su Londra. Rombo di un aereo che precipita, poi eco dello schianto. Si vede un edificio in fiamme. La facciata crolla. Un'altra strada, un altro incendio. Carrello avanti fino a inquadrare gli scavi..." Sceneggiature? Tecnicamente si. Ma nel caso di Kneale anche una tecnica romanzesca rarissima, affascinante, da fare invidia al piĆ¹ abile dei narratori di mestiere