Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Visitatore Visitatori(67)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Urania - Mondadori - Costa bianca (I Romanzi di..)

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:149
 
Piace a 8 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 8.50
 
N.:   149
I trasfigurati
John WYNDHAM (ps. di John Wyndham Beynon HARRIS)
     Traduzione: Hilja BRINIS (ps. di Hilia BRINIS)
     Copertina: Curt CAESAR
 
Data:   11 Aprile 1957 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:   Re-Birth, 1955
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   140 x 200
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:   128
 
Ristampato nel numero: 448
 
  Ultima modifica scheda: mvent 12/06/2012-07:50:44
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
John Wyndham, eccezionale narratore di fantascienza, mancava da qualche tempo nella nostra collana, ma chi ha letto le sue precedenti opere: Le Onde del Sahara, Avventura su Marte, L'Orrenda Invasione, Il Risveglio dell'Abisso, non può averlo dimenticato, e si tufferà con rinnovato piacere nelle pagine de I Trasfigurati. Gli altri, ne apprezzeranno lo stile scarno e immediato, il vigore delle immagini, la poesia delle vicende da lui raccontate, e si appassioneranno a questa sua nuova opera, lasciandosi trasportare in un mondo di logica favola dove il fantastico e l'umano sono tanto abilmente fusi, che alla fine del libro l'unica realtà possibile sembra quella raccontata da Wyndham, e pare di trovarsi per errore in un mondo che non è, del tutto, quello descritto dall'autore. "E Dio creò l'uomo a Sua immagine e somiglianza". Dalla presuntuosa interpretazione di questa frase biblica nasce il dramma di Sophie, la tragedia di Anne e Katherine, la storia di David e Rosalind e Petra, la speranza per Michael e Deborah. Dalla penna di Wyndham, che qui dimostra ancora una volta di aver raggiunto vera maturità di scrittore, sgorga spontanea e viva la condanna per una umanità orgogliosa e pazza, la pietà per i miseri, l'amara consapevolezza per la sorte degli umani.