Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Visitatore Visitatori(69)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Urania - Mondadori - Costa bianca (I Romanzi di..)

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:148
 
Piace a 11 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 8.21
 
N.:   148
Il pianeta proibito
W. J. STUART (ps. di Philip MacDONALD)
     Traduzione: Carlo ROSSI-FANTONETTI
     Copertina: Carlo JACONO
 
Data:   28 Marzo 1957 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:   Forbidden Planet, 1956
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   140 x 200
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:   128
 
Ristampato nel numero: 406
 
  Ultima modifica scheda: mvent 12/06/2012-07:50:30
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Altair-4 era in vista! L'equipaggio del C-S7-D aveva percorso miliardi di anni luce attraverso gli spazi oscuri e, infidi... Poi l'astronave venne localizzata da un radar. Sul pianeta dunque c'erano esseri viventi. E una civilt├á. La radio gracchi├▓. Poi: ┬źQui parla il dottor Morbius┬╗, disse una voce. L'incrociatore spaziale rispose subito: ┬źSiamo venuti a salvarvi. Scendiamo tra pochi minuti┬╗. Ma la voce dello scienziato ribatte, secca: ┬źNon occorre il vostro aiuto. Non scendete. Potrebbe essere disastroso!┬╗. E cosi iniziano le epiche avventure del Comandante Adams, del maggiore Ostrow e di tutti gli astronauti del C-S7-D. Iniziano le avventure di uno tra i romanzi pi├╣ avvincenti, verosimili e arditi insieme, che la fantascienza abbia prodotto sino ad oggi. Tratto dal film omonimo della M.G.M. il primo del genere prodotto da questa Casa, e che ha gi├á riscosso grande successo sugli schermi americani, inglesi e italiani-, il racconto si arricchisce, grazie alla penna di W. Stuart, di quell'ampiezza di respiro e di quella completezza di particolari che la macchina da presa non consente.