Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Algernon Algernon 
Fedmahn Kassad69 Fedmahn Kassad69 
Visitatore Visitatori(52)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Urania - Mondadori - Arancioni

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:1478
 
Piace a 1 utente
Non piace a 2 utenti
Media: 5.33
 
N.:   1424
Tecnoflagello
David HERTER
     Traduzione: Gaetano Luigi STAFFILANO
     Copertina: Franco BRAMBILLA
 
Data:   7 Ottobre 2001 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:   Ceres Storm, 2000
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   105 x 175
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:   272
 
 
  Ultima modifica scheda: victory 23/03/2014-10:47:43
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Il sistema solare √® stato quasi distrutto dal cosidetto "tecnoflagello", una tempesta di microscopiche macchine autoreplicanti che travolge i pianeti attraverso miliardi di collisioni simultanee. Su Marte, tuttavia, la vita continua e per un giovane come Daric non ci sono pericoli immediati di sopravvivenza. Finch√® un giorno Daric beve una bevanda che allarga la coscienza e sperimenta il collegamento con un mondo completamente diverso, entrando in contatto con le astronavi che solcano le rotte dello spazio... √ą a questo punto che il suo destino cambia del tutto: perch√® nello spazio c'√® chi sostiene che quel ragazzo sia il clone di un antico condottiero, l'eroe dell'epoca precedente al tecnoflagello- E c'√® chi farebbe qualsiasi cosa per mettere le mani sul suo pastrimonio genetico. A Daric non resta che abbracciare il suo destino, partire per lo spazio e scoprire un mondo trasformato dalla tempesta di tanti anni prima: un mondo che √® quasi leggenda, e che un tempo fu la Terra