Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
bibliotecario Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
tehom tehom 
Visitatore Visitatori(60)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

I Nuovi Sonzogno - Sonzogno

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:13759
 
Piace a 0 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 0.00
 
N.:   28
Un mondo perduto
Arthur Conan DOYLE
     Traduzione: Cristina SOBRERO
     Copertina: Guido CREPAX
 
Data:   Marzo 1967 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:   The Lost World, 1912
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   115 x 180
Contenuto:   Non specificato  Nr pagg.:   256
 
 
  Ultima modifica scheda: victory 03/06/2012-18:35:26
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
L'humor, il gusto dell'intrigo, l'intelligenza eccezionale dell'intreccio e le fini qualità letterarie di Conan Doyle si ritrovano tali e quali nei suoi romanzi meno noti, ingiustamente trascurati a causa della impressionante popolarità di « Sherlock Holmes ».
Nelle avventure quasi fantascientifiche di « Un mondo perduto » troviamo quattro personaggi eccezionali: due scienziati, un giornalista e un nobile sportsman, tutti impegnati in un'impresa al limite delle possibilità umane. In un mondo veramente perduto, un'isola geologica sopravvissuta misteriosamente nel cuore del Continente Sudamericano, i nostri eroi si trovano trasportati indietro di alcune ere e tra dinosauri, pterodattili, iguanodonti e uomini scimmia ne combinano veramente di tutti i colori. È un romanzo avvincente e moderno, degno di essere riscoperto dal lettore di oggi.