Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Lucky Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
robdimo Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
Vittorio Z. Vittorio Z. 
Visitatore Visitatori(66)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Il Pesanervi - Bompiani

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:12033
 
Piace a 0 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 0.00
 
Lei
Henry Rider HAGGARD
 
Data:   17 Settembre 1966 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:   She: A History of Adventure, 1886-87
Note:   Prefazione di Henry Miller
 
Genere:   Libri->Fantasy
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   118 x 205
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:  
 
 
  Ultima modifica scheda: 18/06/2011-19:48:14
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
"Ayesha è la femme fatale" dice Henry Miller nel suo saggio su Lei, che fa da introduzione al romanzo: "accanto a Lei Elena di Troia non è che una pallida luna". Questo celebre romanzo, dell'autore delle "Miniere di re Salomone" costituisce un fatto tutto particolare nella sua lunga e importante carriera di scrittore: era un suo figlio prediletto, il libro nel quale egli andò al disopra di se stesso, come se lo straordinario personaggio di Ayesha (Lei) lo avesse investito della sua potenza e della sua magia. Per tutta la vita, Rider Haggard non fece che inseguirlo nei romanzi successivi, proprio come fanno i due inglesi che partono alla ricerca della donna millenaria, e quando Lei scompare davanti ai loro occhi, capiscono che non avranno d'ora in avanti altra ragione di vita che cercarla infinitamente.
II fascino di Ayesha non è solo dovuto alla sua bellezza, ma in qualche modo ai suoi eccessi: Ayesha è piú bella, piú antica, piú "informata", piú saggia, piú costante di ogni altra donna. È l'eterno femminino portato allo spasimo. Di fronte a Lei i due perfetti gentlemen inglesi diventano goffi, puerili e straordinariamente effimeri. Rider Haggard scrisse Lei a 30 anni, nel 1886. II libro ebbe un successo strepitoso, e il personaggio di Lei divenne una figura mitica. Se ne occuparono Freud, e Jung, che vi scorse un simbolo dell'anima. Ma al di fuori e al di sopra di tutti i simboli e le implicazioni, Lei è anche uno splendido romanzo d'avventure.