Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Lucky Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
Algernon Algernon 
Visitatore Visitatori(63)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Il Pesanervi - Bompiani

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:12033
 
Piace a 0 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 0.00
 
Lei
Henry Rider HAGGARD
 
Data:   17 Settembre 1966 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:   She: A History of Adventure, 1886-87
Note:   Prefazione di Henry Miller
 
Genere:   Libri->Fantasy
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   118 x 205
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:  
 
 
  Ultima modifica scheda: 18/06/2011-19:48:14
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
"Ayesha è la femme fatale" dice Henry Miller nel suo saggio su Lei, che fa da introduzione al romanzo: "accanto a Lei Elena di Troia non è che una pallida luna". Questo celebre romanzo, dell'autore delle "Miniere di re Salomone" costituisce un fatto tutto particolare nella sua lunga e importante carriera di scrittore: era un suo figlio prediletto, il libro nel quale egli andò al disopra di se stesso, come se lo straordinario personaggio di Ayesha (Lei) lo avesse investito della sua potenza e della sua magia. Per tutta la vita, Rider Haggard non fece che inseguirlo nei romanzi successivi, proprio come fanno i due inglesi che partono alla ricerca della donna millenaria, e quando Lei scompare davanti ai loro occhi, capiscono che non avranno d'ora in avanti altra ragione di vita che cercarla infinitamente.
II fascino di Ayesha non è solo dovuto alla sua bellezza, ma in qualche modo ai suoi eccessi: Ayesha è piú bella, piú antica, piú "informata", piú saggia, piú costante di ogni altra donna. È l'eterno femminino portato allo spasimo. Di fronte a Lei i due perfetti gentlemen inglesi diventano goffi, puerili e straordinariamente effimeri. Rider Haggard scrisse Lei a 30 anni, nel 1886. II libro ebbe un successo strepitoso, e il personaggio di Lei divenne una figura mitica. Se ne occuparono Freud, e Jung, che vi scorse un simbolo dell'anima. Ma al di fuori e al di sopra di tutti i simboli e le implicazioni, Lei è anche uno splendido romanzo d'avventure.