Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Autori
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Lucky Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
tehom tehom 
massimo massimo 
Visitatore Visitatori(53)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:
Numero:
Titolo:
Tit.Orig.:
Autore:
Editore:
Trama:
Relazione:
 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Urania - Mondadori - Bianchi cerchio rosso

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:1155    
 
Piace a 3 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 8.00
 
N. Volume:   1147
Titolo:   Creature nel cervello
Autore:   Stephen R. GEORGE
   Traduzione: Maria Barbara PICCIOLI
   Copertina: Vicente SEGRELLES
 
Data Pubbl.:   24 Febbraio 1991 ISBN:    non presente
Titolo Orig.:   Brain Child, 1989
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   130 x 190
Contenuto:   Romanzo  N. pagine:   192
 
 
  Ultima modifica scheda: victory 12/02/2014-20:35:00
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
La Lakeview Clinic accoglie bambini colpiti da traumi emotivi e cerca di rieducarli, facendo superare loro il momento più terribile dello shock. Questo, almeno, all'apparenza: in realtà l'istituto serve a mascherare un crudele esperimento militare il cui scopo è di mettere a punto un'arma psichica. Ma l'esperimento sfugge di mano agli scienziati e quello che avviene poi è semplice e agghiacciante: i mostri partoriti dagli incubi dei soggetti dilagano nella realtà. Celia Reynolds ha solo otto anni ed è convinta che la sua mamma l'abbia portata a Lakeview per farla guarire, così non le racconta i pensieri mostruosi che i medici tentano di inculcarle, i rumori dell'altro mondo che le fanno sentire, le cose orrende che lei stessa porta in vita per ordine degli sperimentatori. Ora è troppo tardi per fermarli...