Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Visitatore Visitatori(53)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Urania - Mondadori - Bianchi cerchio rosso

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:1154
 
Piace a 3 utenti
Non piace a 1 utente
Media: 7.50
 
N.:   1146
Storie del tempo e dello spazio
Anthony BOUCHER (ps. di William Anthony PARKER-WHITE)
     Traduzione: Maria Barbara PICCIOLI
     Copertina: Vicente SEGRELLES
 
Data:   10 Febbraio 1991 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:   Far and Away, 1955
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   130 x 190
Contenuto:   Antologia  Nr pagg.:   160
 
 
  Ultima modifica scheda: victory 12/02/2014-20:34:47
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Una macchina del tempo che permette a un assassinato di farsi vedere vivo; un venusiano affascinato dalla semplicità di una donna terrestre; un risultato elettorale cambiato in modo meraviglioso; un uomo che pretende di essere maledetto ma che non prevede le conseguenze assurde del suo gesto; una terribile razza di creature carnivore che si annida nel deserto. Queste e altre avventure "ai confini della realtà" ci vengono offerte, su un piatto d'argento, da Anthony Boucher, il massimo specialista della fantascienza a sorpresa. Non solo ogni finale è un colpo di scena, ma ogni racconto possiede la lucidità, l'ironia e l'inventiva che sono rimaste il marchio di fabbrica di Boucher, fondatore di Fantasy & Science Fiction e oggi annoverato nell'Olimpo che comprende scrittori come Sheckley, Brown, Kuttner, Knight e pochissimi altri, ossia i cervelli più brillanti del nostro genere.