Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Lucky Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
Visitatore Visitatori(51)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Freeway - Piemme Edizioni

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:109364
 
Piace a 0 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 0.00
 
Star Wars. The Clone Wars. Le Vie della Forza
Karen TRAVISS
     Traduzione: Gian Paolo GASPERI
 
Data:   22 Settembre 2009 ISBN:    9788856603330
Tit.Orig.:   No Prisoners, 2009
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Cartonato con sovracoperta
Tipologia:   Principali Dimensioni:   155 x 230
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:   273
 
 
  Ultima modifica scheda: Grianne 22/11/2016-17:04:52
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
In quel momento la giovane Jedi era la macchina... la nave intera. Grazie alla Forza, poteva percepire la barriera che impediva al computer di raggiungere il proprio fine. Disponeva di una massa di sensi di gran lunga superiori a quelli degli esseri in carne e ossa. Era l'apparato sensoriale della nave, il cuore pulsante dei generatori. Guardò senza occhi da una parte all'altra del piano infinito, vide la barriera e la aprì con un respiro. Le parve d'inspirare aria fresca e pulita dopo esser stata rinchiusa per molto tempo in una gabbia soffocante. La sensazione di fuga era meravigliosa. In qualche modo, le sembrava di volare. Non somigliava a nient'altro che avesse mai provato in vita sua. Il mondo che vedeva era nero velluto e infinito. Volava a velocità incredibile, senza sforzo, divorata dalla brama di preda. Si ritrovò a precipitare verso qualcosa di complesso e vivo come lei, ma con il quale non poteva coesistere nello stesso mondo. Uno doveva morire.