Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Autori
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Visitatore Visitatori(46)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:
Numero:
Titolo:
Tit.Orig.:
Autore:
Editore:
Trama:
Relazione:
 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

I Premi Hugo - Club degli Editori/Club del Libro/CDE

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:10933    
 
Piace a 1 utente
Non piace a 1 utente
Media: 7.25
 
Titolo:   La mano sinistra delle tenebre
Autore:   Ursula LE GUIN (ps. di Ursula Kroeber LE GUIN)
   Prefazione: Carlo PAGETTI
   Traduzione: Ugo MALAGUTI
 
Data Pubbl.:   Maggio 1988 ISBN:    non presente
Titolo Orig.:   The Left Hand of Darkness, 1969
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Cartonato
Tipologia:   Principali Dimensioni:   138 x 205
Contenuto:   Romanzo  N. pagine:   284
 
 
  Ultima modifica scheda: Mr.Chicago 02/04/2019-14:13:42
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Genly Ai, un uomo della Terra, viene inviato, da solo e senz'armi sul pianeta Gethen, un mondo ancora immerso nell'Era Glaciale, diviso in nazioni che lottano fra loro pur non conoscendo neppure il significato della parola guerra, l'orgogliosa, spartana Karhlde, governata dal re pazzo Argaven della Casa Harge, e dal suo Primo Ministro, l'indecifrabile, oscuro, illuminato Estraven, e la nazione di Orgoreyn, rigida, burocratica, specchio deformato di società e nazioni che appartengono alla storia antica e presente della Terra.
Attraverso il fascino di antiche leggende, nell'ampio respiro di una vicenda che unisce le suggestioni più classiche alle più avanzate tematiche della science fiction, assistiamo lentamente alla composizione di un disegno dalle molte sfaccettature, il prisma fantastico di un intero mondo: il pianeta Gethen, i cui abitanti sono neutri e infecondi per quattro quinti della loro vita, ma che nel ciclo fecondo assumono, indifferentemente, le caratteristiche sessuali maschili e femminili.
Una creazione biologica che forse è iniziata per esperimento, ma che ha creato, insieme alla natura ostile, al gelido clima di Gethen, battezzato dai terrestri "Inverno", un'intera gamma di atteggiamenti psicologici, una nuova filosofia, nuove religioni, nuovi miti, nuovi intrighi, nuove ostilità.