Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
miky1 miky1 Amico di Urania Mania
tehom tehom 
wawawa wawawa 
Visitatore Visitatori(62)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Freeway - Piemme Edizioni

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:109286
 
Piace a 0 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 0.00
 
Everlost
Neal SHUSTERMAN
     Traduzione: Angela RAGUSA
     Copertina: Daniel ROODE, Mickey CASHEW e Jeff SPEED
 
Data:   20 Ottobre 2009 ISBN:    9788856600148
Tit.Orig.:   Everlost, 2006
Note:  
 
Genere:   Libri->Horror
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   130 x 210
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:   330
 
 
  Ultima modifica scheda: Grianne 08/05/2016-23:09:23
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Nick sta andando al matrimonio del cugino quando la Mercedes del padre va a schiantarsi contro la Toyota sulla quale viaggia Allie, in quel momento impegnata a discutere con i genitori sul volume della musica che sta ascoltando. Molto tempo dopo, che per Nick e Allie dura solo un attimo, i due si risvegliano. Sono morti, eppure sono rimasti qui, nel mondo. Il mondo, pero, non si accorge pi√Ļ di loro. Per un motivo sconosciuto sono rimasti incastrati fra la vita e la morte,in quella specie di limbo che si chiama Everlost. √ą pericoloso, √® spaventoso ma non √® disabitato. Molti altri vivono, se cos√¨ si pu√≤ dire, in quella sospensione del tempo e del giudizio, ma nessuno di loro √® adulto. A Everlost ci sono solo ragazzi, tutti cristallizzati nell'attimo in cui sono morti. Stessi vestiti, stesse abitudini, stesso linguaggio. Stessa angoscia, almeno all'inizio. Poi l'abitudine prende il sopravvento e tutti si rassegnano a perdere la memoria del proprio passato. Ci si dimentica della propria famiglia, dei propri amici; persino del proprio nome. Tutti gli abitanti di Everlost si rassegnano e dimenticano. Tutti, tranne due.