Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Lucky Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
attiliosfunel attiliosfunel 
victory Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
raffa raffa 
Visitatore Visitatori(52)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Urania - Mondadori - Bianchi cerchio rosso

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:1090
 
Piace a 2 utenti
Non piace a 1 utente
Media: 5.25
 
N.:   1082
Passi nel tempo
Arkadi STRUGATSKI e Boris STRUGATSKI
     Traduzione: Guido ZURLINO
     Copertina: Vicente SEGRELLES
 
Data:   28 Agosto 1988 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:   The Time Wanderers, 1986
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   130 x 190
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:   144
 
 
  Ultima modifica scheda: victory 12/02/2014-20:10:53
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Finalmente il genere umano vive in pace con se stesso e non ha nulla da rimproverare ai suoi vicini alieni nell'universo. Ăˆ la pace, forse l'inizio di un nuovo millennio per l'intera umanitĂ . Ma per Max Kammerer, direttore del COMCON-2, il sistema di sicurezza mondiale, i guai stanno per iniziare. All'interno del COMCON opera l'Ufficio Eventi Insoliti, e uno dei suoi migliori agenti, Tolvo Glumov, dopo l'inaspettata comparsa di creature mostruose ma innocue in una tranquilla cittadina russa, si è convinto che l'uomo sia vittima dei leggendari Vagabondi del Tempo, una razza misteriosa che ha il vezzo di impicciarsi della storia (passata e futura) di altre raze. Ma Glumov scompare, e questo mistero viene aggravato dal sospetto che lo stesso agente fosse, volente o nolente, una pedina nelle mani dei subdoli Vagabondi del Tempo. A Max Kammerer non resta che scendere in campo di persona.