Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Visitatore Visitatori(41)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:
Numero:
Titolo:
Tit.Orig.:
Autore:
Editore:
Trama:
Relazione:
 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Il Libro Malazan dei Caduti - Armenia

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:106856
 
Piace a 0 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 0.00
 
Maree di Mezzanotte
Steven ERIKSON (ps. di Steve Rune LUNDIN)
     Traduzione: Chiara ARNONE e Lucia PANELLI
     Disegni: Neil GOWER
     Copertina: Steve STONE
 
Data:   16 Ottobre 2015 ISBN:    9788834430316
Tit.Orig.:   Midnight Tides, 2004
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantasy
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   130 x 200
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:   860
 
 
  Ultima modifica scheda: Grianne 13/06/2016-21:05:35
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
La riscoperta di un arcaico artefatto ormai dimenticato semina morte e distruzione nel mondo. La guerra tra l'antica genia dei Tiste Edur e i Lether prosegue senza posa; questi ultimi hanno assoggettato tutti i popoli vicini, tranne i rivali del momento. Il conflitto, anche se rappresenta la continuazione di una battaglia tra esseri ancestrali, evoca in qualche modo il nostro mondo. Difatti la societĂ  dei Lether segue scrupolosamente i dettami del libero mercato e molti dei suoi cittadini, a vari livelli, vivono al di sopra dei propri mezzi e si sono indebitati fino al collo. I Tiste Edur, invece, hanno impostato la propria esistenza alla luce di concetti quali l'onore e lo spirito comunitario, ma la loro societĂ  rischia di crollare nel momento in cui viene a scontrarsi con la rapacitĂ  dell'espansionismo commerciale dei Lether, che richiede instancabilmente nuove risorse oltre che nuovi sudditi da sfruttare.