Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Bergelmir Bergelmir 
Visitatore Visitatori(51)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Urania - Mondadori - Bianchi cerchio rosso

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:1040
 
Piace a 5 utenti
Non piace a 2 utenti
Media: 6.25
 
N.:   1032
Onde di un mare lontano
Michael A. FOSTER (ps. di Michael Antony FOSTER)
     Traduzione: Delio ZINONI
     Copertina: Karel THOLE
 
Data:   28 Settembre 1986 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:   Waves, 1980
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   130 x 190
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:   224
 
 
  Ultima modifica scheda: Lucky 14/09/2018-15:25:07
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Sul pianeta Mulcahen succedono cose strane. Alla Stazione Alcione, un laboratorio di ricerca costruito in modo alquanto bizzarro in una localit√† isolata nei pressi di un mare quanto mai alieno, √® gi√† scomparso uno scienziato. Joachim Fraesch viene inviato a prendere il suo posto, ma senza un'idea molto chiara degli scopi finali delle ricerche, pur sospettando che si tratti della Droga di Vita, la prodigiosa sostanza in grado di prolungare l'esistenza umana. √ą lo stesso sospetto che spinge i padroni del pianeta, una societ√† russo-turca, a far pedinare Fraesch fin dal momento del suo sbarco. E sullo sfondo di inspiegabili richiami che giungono da tutt'intorno, la presenza di una nuova collega, la bella e impenetrabile Tula Vicinczin, non fa che accrescere il mistero... oltre ai timori di Fraesch, quando si rende conto che il prossimo a sparire dovrebbe essere proprio lui.