Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
vinmar Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
sklerotiko sklerotiko Amico di Urania Mania
robdimo Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
massimo massimo 
waferdi Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
Algernon Algernon 
docep docep 
Visitatore Visitatori(40)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:
Numero:
Titolo:
Tit.Orig.:
Autore:
Editore:
Trama:
Relazione:
 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Urania - Mondadori - Bianchi cerchio rosso

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:1030
 
Piace a 5 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 7.25
 
N.:   1022
I giorni delle chimere
Jack C. HALDEMAN II (ps. di Jack Carrol HALDEMAN II)
     Traduzione: Laura SERRA
     Copertina: Karel THOLE
 
Data:   11 Maggio 1986 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:   The Fall of Winter, 1985
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   130 x 190
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:   160
 
 
  Ultima modifica scheda: Lucky 14/09/2018-15:21:19
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Conquistare una galassia non √® affare da poco, anche per le potentissime multinazionali del futuro, e il discorso si complica quando i nuovi scali necessari alla navigazione interstellare risultano mondi del tutto inabitabili. La scelta √® allora duplice e obbligata: modificare quanto pi√Ļ possibile il nuovo mondo e al tempo stesso modificare gli uomini che dovranno abitarlo. Nascono cos√¨ le Chimere, creature un tempo umane cui la biogenetica consente di vivere in ambienti infernali per l'uomo. Eppure, nel caso del pianeta Frost, qualcosa sembra non funzionare malgrado ogni sforzo. Quale pu√≤ essere il segreto che permette a questo mondo, con le sue grandi foreste e le sue piccole innocue creature, di resistere ostinatamente a ogni tentativo di colonizzazione?