Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Autori
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
bibliotecario Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
Thx 1138 Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
pajarovejo pajarovejo 
Visitatore Visitatori(63)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:
Numero:
Titolo:
Tit.Orig.:
Autore:
Editore:
Trama:
Relazione:
 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Urania - Mondadori - Bianchi cerchio rosso

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:1029    
 
Piace a 12 utenti
Non piace a 1 utente
Media: 7.11
 
N. Volume:   1021
Titolo:   Aquiliade
Autore:   Somtow SUCHARITKUL (ps. di Somtow Papinian SUCHARITKUL)
   Traduzione: Olivia CROSIO
   Copertina: Karel THOLE
 
Data Pubbl.:   27 Aprile 1986 ISBN:    non presente
Titolo Orig.:   The Aquiliad, 1983
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   130 x 190
Contenuto:   Romanzo  N. pagine:   160
 
 
  Ultima modifica scheda: Lucky 14/09/2018-15:20:28
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Un secolo ├Ę trascorso dalla morte di Giulio Cesare, e Roma non ha certo dormito sui passati allori: i confini del suo impero vanno ora dall'Asia alle Americhe, le sue strade ospitano i primi scoppiettanti carri a motore, le sue prime incredibili navi solcano l'oceano portando meraviglie dal Nuovo Mondo. E' sullo sfondo di questo universo parallelo che il buon Tito Papiniano, duce della XXXIV Legione inviata contro i Parti, fa il suo primo incontro con Aquila, l'indomito capo pellerossa giunto a dare un amichevole aiuto al Grande Padre Bianco di Roma. Un incontro dalle imprevedibili conseguenze, questo ├Ę certo, poich├ę finir├á col coinvolgere fra le altre cose una sperduta trib├╣ di Olmechi, un malefico viaggiatore nel tempo e un'apparente invasione di dischi volanti. Quanto basta, insomma, perch├ę questo giovane autore meriti un prestigioso Numero Argento.