Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
grifone58 grifone58 Amico di Urania Mania
Algernon Algernon 
Visitatore Visitatori(60)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Il Libro d'Oro della Fantascienza - Fanucci

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:10242
 
Piace a 0 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 0.00
 
N.:   [99]
L'Ora della Vendetta
Harry TURTLEDOVE
     Traduzione: Bernardo CICCHETTI
     Copertina: Bruce PENNINGTON
 
Data:   Ottobre 1997 ISBN:    883470584X
Tit.Orig.:   Hammer and Anvil, 1996
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantasy
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Cartonato con sovracoperta
Tipologia:   Principali Dimensioni:   140 x 218
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:   380
 
 
  Ultima modifica scheda: Grianne 24/02/2016-22:58:21
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Ritorna Harry Turtledove, uno dei maestri della fantasy, con il secondo episodio del nuovo ciclo ambientato nell'impero di Videssos. Seguito de "Il Trono Rubato", secondo episodio del ciclo "L'Era dei Disordini". L'impero di Videssos è assediato da nemici: un pretendente ne usurpa il trono, un despota cui nulla importa delle orde barbare e delle dissidie tra i piccoli regni rivali che stanno sgretolando l'impero e che pretende soltanto di soddisfare tutti i suoi insaziabili appetiti vessando e depredando con tasse terre e cittadini. Pochi osano ribellarsi alla sua tirannia, e presto anch'essi saranno privati della loro vita e le loro teste finiranno in cima a qualche palo come esempio per gli altri. Solo un nome mantiene alte le speranze di libertà: Maniakes. Dal suo esilio ai confini del mondo civilizzato, nella fortezza di Kastavala sull'isola di Kalavria, Maniakes il giovane può osservare solo l'oceano e l'isola di cui suo padre Maniakes l'anziano era stato nominato governatore dall'Avtokrator Likinios, prima che questi venisse trucidato assieme ai suoi figli dall'usurpatore Genesios. Eppure il giovane Maniakes non può accettare questo stato di cose. E così Maniakes decide di abbandonare il suo esilio incerto e sfidare l'usurpatore.