Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
miky1 miky1 Amico di Urania Mania
Fantobelix Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
Mr.Chicago Vedi il profilo utente 
Visitatore Visitatori(47)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Il Libro d'Oro della Fantascienza - Fanucci

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:10182
 
Piace a 0 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 0.00
 
N.:   37
Crepuscolo di un mondo
Jack VANCE
     Traduzione: Maria Teresa AQUILANO e Roberta RAMBELLI
 
Data:   Novembre 1974 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:  
Note:   Mai uscito in questa collana; semplice cambio di sovracoperta con Orizzonti - Fanucci Vol. n IV
 
Genere:   Libri->Fantasy
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:  
Tipologia:   Principali Dimensioni:  
Contenuto:   Antologia  Nr pagg.:  
 
 
  Ultima modifica scheda: trifide 12/03/2010-12:08:32
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
II mondo √® giunto ormai alla sua fine. La Terra muore: la Luna √® un ricordo quasi dimenticato, mentre il Sole, immenso e rosso, scivola pigro attraverso il cielo color magenta, come un vecchio consapevole del proprio inesorabile destino. Il crepuscolo pervade ogni cosa, anche la mente dell'uomo condizionandone sentimenti e impulsi. Su di uno sfondo cupo e corroso dal tempo si agitano infatti strane figure: avventurieri e stregoni, umani e non umani, donne splendide e immortali, esseri grotteschi, terreni e soprannaturali. Anche la scienza √® stata sommersa dalle infinite ere; al suo posto, √® tornata in superficie la magia: essa ha le sue regole, le sue formule, le sue leggi positive. La sapienza del passato (la matematica, la fisica, la chimica...) resta soltanto come un ricordo tenebroso, un sedimento inquietante che pochi cercano di penetrare. Gli abitanti della Terra stravolta sono consapevoli della fine che li aspetta: alcuni l'attendono con rassegnato stupore, altri con ansia di apprendere, altri ancora con sfrenata agitazione, ansia di tutto fare e tutto provare, in anticipo sul traguardo estremo. Uno di costoro √® Cugel l'Astuto, troppo pieno di vitalit√† per restare impassibile che giunga la notte definitiva, ma ancbe troppo prudente per avventurarsi senza cautela nelle piaghe sconosciute della Terra che muore. Si vede costretto, per√≤, ad iniziare una lunga odissea: affronter√† allora tutti i terrori che scienza e magia hanno saputo evocare in anni senza fine, verr√† in contatto con strane comunit√†, dai costumi singolari e pericolosi, frontegger√† i possessori di un sapere tanto imprevedibile quanto mortale. Attraverso le peripezie di Cugel, e la descrizione del suo mondo crepuscolare, si snoda una delle pi√Ļ affascinanti saghe della narrativa fantastica e fantascientifica moderna, ancor oggi considerata la prova migliore di un maestro indiscusso di questo genere letterario, Jack Vance. Le due parti di questo grande ciclo, che vengono qui presentate per la prima volta, insieme nella loro integrit√†, costituiscono un exploit letterario unico nel suo tipo.