Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Visitatore Visitatori(61)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Il Libro d'Oro della Fantascienza - Fanucci

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:10160
 
Piace a 1 utente
Non piace a 0 utenti
Media: 10.00
 
N.:   15
Non A-3: Epilogo
Alfred Elton VAN VOGT
     Traduzione: Daniela GALDO
     Copertina: Boris VALLEJO
 
Data:   Dicembre 1987 ISBN:    8834700457
Tit.Orig.:   Null A Three, 1985
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:  
Tipologia:   Principali Dimensioni:  
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:  
 
 
  Ultima modifica scheda: trifide 09/03/2010-10:21:09
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Tra i vecchi e nuovi appassionati di fantascienza, non c'è sicuramente nessuno che non conosca Gilbert Gosseyn e la Saga del NON-A. Sin da quando apparve il primo volume di questa fortunata trilogia, l'impatto che ebbe sui lettori fu veramente notevole, si da far diventare questo Ciclo una delle letture fondamentali della narrativa di fantascienza.
Dopo i due primi volumi di questa serie, si è avuto in intervallo di tempo assai rilevante senza che Van Vogt portasse a conclusione la vicenda della quale aveva così magistralmente delineato i due primi episodi. Per la verità, sono diversi i Cicli che ha lasciato in sospeso, e se tra tutti ha deciso di portare a termine proprio questo del NON-A, è facile capire come le istanze che gli provenivano dagli appassionati fossero soprattutto incentrate su questa Saga.
Una Saga epica e colossale, nel tipico stile di Van Vogt che, nel delineare questi affreschi cosmici non ha mai avuto nessuno che potesse stargli alla pari.