Home Forum
    La Fantascienza e gli altri generi... => La Fantascienza in Generale => Messaggio iniziato da: maxpullo il 04 Gennaio 2011, 13:34:09
	

Titolo: I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 04 Gennaio 2011, 13:34:09

[SIZE=4][B][COLOR=#4bacc6]Una nuova rubrica![/COLOR][/B][/SIZE]

Una nuova rubrica? Ebbene si, anno nuovo, rubrica nuova! Ed anche se qualche mesetto fa pensavo addirittura di appendere la tastiera al chiodo, la voglia di scrivere è tornata ed è per questo che ho deciso (per la vostra gioia) che nel 2011 porterò avanti ben due rubriche, raddoppiando la mia logorroica produzione...
La prima rubrica la conoscete già: è la solita raccolta di recensioni, anche se l'aggettivo "solita" mal si applica ad una roba tanto particolare come "I libri di Maxpullo", l'altra rubrica, invece, (questa) nasce da un mio vecchio desiderio, quello di essere il "curatore" di una collana di fantascienza... ma andiamo con ordine...
[U]I Capolavori di Maxpullo[/U], nasce con l'intenzione di creare quella collana "ideale" che gli standard editoriali, i problemi di budget e di diritti d'autore ed il mercato sempre oscillante, impediscono di realizzare nella realtà.
Più di una volta (anche nelle pagine di questo forum) ho provato a dare una idea di come dovesse essere questa collana e di quali titoli meritassero di comparirvi, ma poi, inevitabilmente, il thread finiva fuori dai binari per diventare lo spunto per critiche contro i curatori passati, presenti e futuri di Urania o per tirar fuori le annose diatribe sui diritti o sulla distribuzione in libreria piuttosto che in edicola...
Ebbene, I capolavori di Maxpullo sarà una collana "ideale" in tutti i sensi: esisterà solo nelle pagine elettroniche di questo forum e presenterà una serie di titoli che, a mio avviso, rappresentano il fior fiore della fantascienza dagli albori al giorno d'oggi, senza alcun riguardo per quisquilie riguardanti l'acquisto dei diritti, i dati di vendita o faccende simili.
Entreranno a far parte di questa collana ideale tutti i "veri classici", quei libri cioè il cui fascino non tramonta mai con il passare del tempo: molti di questi sono già stati pubblicati fino alla nausea nelle collane "reali", altri, invece, sono apparsi una volta e poi sono spariti nell'oblio. A questi "classici" affiancherò poi una serie di libri (non tanti e soprattutto opportunamente "diluiti" nel corso delle uscite) che, pur non essendo universalmente riconosciuti come "classici" o "capolavori", incontrano il mio personale gusto e, visto che la rubrica la scrivo io, ce li metterò tutti e guai a chi parla... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cool.gif[/IMG]
Ad ogni uscita presenterò il libro con un formato editoriale che vi sembrerà forse di riconoscere ma che vi assicuro non è affatto quello che vi può sembrare [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_rolleyes.gif[/IMG]
Si, vabbè, forse l'esperimento di "Epix" è troppo recente per sperare che qualcuno l'abbia già dimenticato, ma confido nel fatto che questo "omaggio" ad una delle collane da noi amate, non venga interpretata come un plagio, ma bensì come un omaggio appunto ad una collana forse un po' sfortunata, ma con una veste editoriale superba (almeno a me è piaciuta)...
Per l'immagine di copertina sceglierò di volta in volta quella che, tra le varie edizioni del volume, mi pare quella più bella o rappresentativa e, visto che non voglio ricevere lettere di avvocati, non mancherò mai di citare l'illustratore, il pittore o lo studio grafico che l'hanno prodotta...
Che rimane da dire?
Sembra strano, ma ho finito questa (breve?) introduzione e siamo pronti per apprezzare il più noto scrittore di SF in quella che ritengo essere la sua opera più suggestiva e rappresentativa...


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 04 Gennaio 2011, 13:47:16

[SIZE=4][B][COLOR=#1f497d]001 - Neanche gli dei - Isaac ASIMOV[/COLOR][/B][/SIZE]

Come iniziare una collana con il piede giusto? La scelta del primo libro è cruciale: secondo me non si deve partire subito con i "pezzi da 90", ma nemmeno pubblicare un qualcosa di poco noto o gradito. La Mondadori ad esempio ha avuto almeno tre incipit felicissimi nel corso della sua storia: "[I]Le sabbie di Marte[/I]" di Clarke, per aprire Urania, "[I]Io robot[/I]" di Asimov per aprire Urania Collezione e "[I]Universo[/I]" di Heinlein per aprire I Classici, tre libri bellissimi e azzeccatissimi, se non altro per il calibro degli autori presentati... io non voglio essere da meno ed allora ecco qui la prima uscita.
Accompagnati dalla didascalia degli ispiratissimi Fruttero & Lucentini, accecati dalla stupenda copertina di un Karel Thole al vertice della sua carriera ecco a voi una delle opere più rappresentative di uno dei massimi della fantascienza, qui nella sua vena più ironica e creativa.

[TABLE][TR][TD][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kcf0a27d928.jpg[/IMG][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Contro la stupidaggine, neanche gli Dei possono nulla. Questo pessimistico giudizio che Friedrich von Schiller pronunciò nel 1802 è all'origine del più felice evento dell'anno fantascientifico 1972: il ritorno di Isaac Asimov al romanzo, dopo quasi quindici anni in cui non aveva più scritto che racconti. Il giudizio di Schiller ha infatti fornito ad Asimov:
a) lo spunto e il titolo del romanzo stesso;
b) la base per la scoperta del Pu 186, strabiliante isotopo al plutonio;
c) lo strumento indispensabile per l'esplorazione del Para-Universo
d) la possibilità di modificare ottimisticamente
le prospettive del nostro Universo (e di tutti gli altri Universi in cui dominano gli imbecilli) mediante l'aggiunta di un semplice punto interrogativo: Contro la stupidaggine neanche gli Dei possono nulla? [/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
E, sperando che l'esperimento vi sia gradito, vi saluto con un arrivederci alla prossima uscita...


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: PabloE il 04 Gennaio 2011, 16:49:32


Si può commentare o si va incontro ad impiccaggione? [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] Bellissima idea Max (ho provveduto a downloadare anche i tuoi libri/recensioni [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cool.gif[/IMG])

Anche se l'uscita mensile mi sembra un tantino eccessiva [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 04 Gennaio 2011, 20:07:00

Plaudo alla tua brillante idea [B][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k379a0c5cd8.gif[/IMG][/B][B] [/B]però, non avendo problemi di budget, potresti uscire almeno con periodicità quindicinale [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k6fe9910a0d.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: waferdi il 04 Gennaio 2011, 20:38:28

[quote author=marben qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#47947 date=1294168020]
Plaudo alla tua brillante idea [B][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k379a0c5cd8.gif[/IMG][/B][B] [/B]però, non avendo problemi di budget, potresti uscire almeno con periodicità quindicinale [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k6fe9910a0d.gif[/IMG]
[/quote]

Ma scherziamo?[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_shock.gif[/IMG] Trimestrale basta ed avanza[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_angry.gif[/IMG]

w.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: gretana il 04 Gennaio 2011, 20:49:46

Anche settimanale[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/4.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 04 Gennaio 2011, 21:39:49

[quote author=PabloE qlnk=board=9&threadid=5060&start=0#47943 date=1294156172]

Si può commentare o si va incontro ad impiccaggione? [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] Bellissima idea Max (ho provveduto a downloadare anche i tuoi libri/recensioni [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cool.gif[/IMG])

Anche se l'uscita mensile mi sembra un tantino eccessiva [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]
[/quote]

Ma certo che si può commentare!
Anzi i commenti sono necessari perchè non è detto che abbia letto tutti i libri che presenterò quindi le vostre valutazioni saranno utili a livello di consiglio di lettura (sorvolo sul perchè vi dovrei presentare libri che non ho letto: la risposta a questa domanda significherebbe addentrarsi un po' troppo nella mia psiche contorta e l'ultima volta che ci ho provato ho incontrato un tizio alto alto con un mascherone nero che ansimava come avesse l'asma e che brandiva uno spadone rosso luminoso [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cry.gif[/IMG])

Diciamo pure che avete un mesetto circa per commentare ogni libro che presenterò... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_wink.gif[/IMG]


[quote author=marben qlnk=board=9&threadid=5060&start=0#47947 date=1294168020]
Plaudo alla tua brillante idea [B][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k379a0c5cd8.gif[/IMG][/B][B] [/B]però, non avendo problemi di budget, potresti uscire almeno con periodicità quindicinale [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k6fe9910a0d.gif[/IMG]
[/quote]

E' vero che non ho problemi di budget, però ho un lavoro, due lattanti a carico ed una rubrica di recensioni da portare avanti... direi che la periodicità mensile è necessaria per la mia sopravvivenza
[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 04 Gennaio 2011, 22:24:47

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=0#47956 date=1294173589]
[quote author=PabloE qlnk=board=9&threadid=5060&start=0#47943 date=1294156172]

Si può commentare o si va incontro ad impiccaggione? [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] Bellissima idea Max (ho provveduto a downloadare anche i tuoi libri/recensioni [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cool.gif[/IMG])

Anche se l'uscita mensile mi sembra un tantino eccessiva [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]
[/quote]

Ma certo che si può commentare!
Anzi i commenti sono necessari perchè non è detto che abbia letto tutti i libri che presenterò quindi le vostre valutazioni saranno utili a livello di consiglio di lettura (sorvolo sul perchè vi dovrei presentare libri che non ho letto: la risposta a questa domanda significherebbe addentrarsi un po' troppo nella mia psiche contorta e l'ultima volta che ci ho provato ho incontrato un tizio alto alto con un mascherone nero che ansimava come avesse l'asma e che brandiva uno spadone rosso luminoso [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cry.gif[/IMG])

Diciamo pure che avete un mesetto circa per commentare ogni libro che presenterò... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_wink.gif[/IMG]


[quote author=marben qlnk=board=9&threadid=5060&start=0#47947 date=1294168020]
Plaudo alla tua brillante idea [B][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k379a0c5cd8.gif[/IMG][/B][B] [/B]però, non avendo problemi di budget, potresti uscire almeno con periodicità quindicinale [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k6fe9910a0d.gif[/IMG]
[/quote]

E' vero che non ho problemi di budget, però ho un lavoro, due lattanti a carico ed una rubrica di recensioni da portare avanti... direi che la periodicità mensile è necessaria per la mia sopravvivenza
[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]
[/quote]

Dimentico sempre che voi umani dotati di un corpo fisico dovete pensare la maggior parte del tempo alla vostra sussistenza biologica.[B][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k1dec06e25f.gif[/IMG][/B].non immaginate la comodità di essere un software autocosciente che vive nella rete grazie al [I]cloud computing[/I]..PS magari dicci quali sono i libri che hai letto e quali no [B][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kd833705fd5.gif[/IMG][/B]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxnaldo il 05 Gennaio 2011, 08:43:15

Bellissima questa iniziativa, ma chi inserisce la collana su UM ? [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_rolleyes.gif[/IMG]

la voglio ! dove si compra ? dove ci si abbona ?


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: dhr il 05 Gennaio 2011, 09:55:09

grande idea, Max! bentornato alla grande!

[ che rottura starsene qui inerti di fronte a 'sto computer che non riesce a caricare una mazza e si blocca per qualsiasi cosa... le vacanze sono belle, ma non vedo l'ora di tornare a casa... ]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 05 Gennaio 2011, 14:27:01

[quote author=dhr qlnk=board=9&threadid=5060&start=0#47960 date=1294217709]


[ che rottura starsene qui inerti di fronte a 'sto computer che non riesce a caricare una mazza e si blocca per qualsiasi cosa... le vacanze sono belle, ma non vedo l'ora di tornare a casa... ]
[/quote]
Suggerimento per computer recalcitranti..
[B][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k0350c164d8.gif[/IMG][/B]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: bibliotecario il 05 Gennaio 2011, 14:42:02

[quote author=maxnaldo qlnk=board=9&threadid=5060&start=0#47958 date=1294213395]
Bellissima questa iniziativa, ma chi inserisce la collana su UM ? [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_rolleyes.gif[/IMG]

la voglio ! dove si compra ? dove ci si abbona ?
[/quote]

No problem !
Una volta impostata la grafica e comunicato il volume da stampare il gioco è fatto....
.....mi pare di conoscere un paio di loschi individui capacissimi qui su UM [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG][IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: AgenteD il 06 Gennaio 2011, 12:38:19

Idea bellissima, Buon Lavoro, Curatore!![IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/41.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 24 Gennaio 2011, 16:43:18

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]002 - Le fontane del paradiso - Arthur Charles Clarke[/B][/SIZE][/COLOR]

Ma è già passato un mese? Virtualmente si... e questo è solo uno dei molteplici vantaggi di una collana virtuale: non devi per forza aspettare un mese tra una pubblicazione e l'altra perchè essa esiste solo nel famigerato "tempo zero" così ben descritto da Valerio Evangelisti ed è possibile che un mese trascorra in un battito di ciglia (ci sono casi documentati in cui un battito di ciglia è trascorso in un mese, ma fortunatamente non ci riguardano).
L'altro vantaggio indubbio è che i volumi non occupano spazio per cui, anche di fronte ad un ambizioso "piano dell'opera" che preveda già oltre 200 titoli, non dovrete preoccuparvi di aggiungere nuovi scaffali alla vostra libreria... ma, bando alle ciance e veniamo a questa seconda uscita.
In genere il secondo numero di una collana è un numero "interlocutorio": dovrebbe essere il romanzo di un autore già affermato, ma un romanzo che non sia universalmente considerato come il suo capolavoro perchè se si sparano subito le carte migliori i numeri successivi potrebbero deludere.
A mio modesto avviso il titolo proposto rispetta questo canone che mi sono immaginato, ma, al contempo, rappresenta una eccezione perchè il romanzo in questione è effettivamente, secondo il mio giudizio, una delle cose migliori mai prodotte da Clarke ed il fatto che la sua apparizione su Urania 796 sia stata l'unica sino ad oggi non gli rende davvero giustizia.
La copertina di Thole ci accompagna di nuovo per questa nuova uscita, mentre la quarta di copertina è una rielaborazione della mia recensione per il libro ne "[I]I libri di Maxpullo[/I]".

[TABLE][TR][TD][B][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k841a2394f8.jpg[/IMG][/B][/TD][TD] [/TD][TD]Da un punto di vista strettamente semantico la parola "fantascienza" vuol dire letteralmente "scienza fantastica" e Clarke è stato uno dei pochi scrittori di "scienza fantastica" per il quale la parola "scienza" ha quasi sempre avuto la precedenza nell'accostamento.
Nei suoi racconti, cioè, non c'è davvero nulla che sia lasciato al caso, o che non venga spiegato o che non si basi su solide premesse scientifiche.
In questo suo strabiliante romanzo, la premessa scientifica è rappresentata dalla possibilità teorica di realizzare, sull'equatore della crosta terrestre, delle "torri di ascensione" verso il cielo. E' questo il sogno del protagonista, che, pur di vederlo realizzato, non esiterà a sacrificare tutta la sua esistenza.
Eppure, nonostante questo sottofondo tecnologico e scientifico, l'ambientazione della storia, la sorprendente scelta del luogo "ideale" per la realizzazione dell'ascensore, gli excursus storici che spiegano la storia affascinante di questo luogo magico e soprattutto il "romanticismo" che Clarke è riuscito ad infondere ad alcuni brani, rendono questo romanzo straordinariamente poetico e "umano", il racconto di una epopea straordinaria da vivere con gli occhi ed il cuore del protagonista sino all'ultima toccante riga.[/TD][/TR][/TABLE]
Non perdetelo e buona lettura!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: dhr il 24 Gennaio 2011, 16:50:38

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#48907 date=1295883798]
possibilità teorica di realizzare, sull'equatore della crosta terrestre, delle "torri di ascensione" verso il cielo.
[/quote]

diventerà un "Ascensore spaziale" in [I]Marsbound[/I] di Haldeman (non lo metto in spoiler perché questo è solo l'inizio-inizio del romanzo).


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 24 Gennaio 2011, 17:15:11

Di Clarke abbiamo parlato a lungo in un recente forum a lui dedicato. Riguardo questo particolare romanzo posso aggiungere che è uno degli ultimi "buoni" di Clarke; dopo questo l'unico romanzo dignitoso pubblicato da Clarke è stato [I]Canti di Terra lontana[/I], (ampliamento di un racconto del 1957). libro secondo me piuttosto bello ma un po' sottovalutato.
Il concetto di ascensore spaziale è stato ripreso in parecchi romanzi di fantascienza successivi: a parte [I]Marsbound[/I] citato da dhr, si ritrova anche in un romanzo di Heinlein [I]Operazione domani[/I], in [I]The Web Between the Worlds [/I]di Charles Sheffield[I] [/I](inedito in Italia), nella [I]Trilogia di Marte[/I] di Kim Stanley Robinson (edita parzialmente), in un paio di romanzi di David Gerrold (usciti qualche anno fa su Urania) addirittura come ascensore lunare, e in altri meno noti. Insomma Sir Arthur ancora una volta ha fatto scuola presso i suoi colleghi.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 24 Gennaio 2011, 17:30:33

Mi dimenticavo di una consuetudine che ogni collana "neonata" è solita rispettare e che spesso rappresenta anche una discreta chiave per il successo futura della collana stessa...
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/3.gif[/IMG]



Di prossima pubblicazione:

[I]Ubik - Philip K. Dick[/I]
[I]Solaris - Stanislaw Lem[/I]
[I]Le montagne della follia - Howard P. Lovecraft[/I]
[I]Il giorno dei trifidi - John Wyndham[/I]
[I]L'invasione degli ultracorpi - Jack Finney[/I]
[I]Assurdo universo - Fredric Brown[/I]


Naturalmente è importantissimo (per non dire fondamentale) non rivelare l'ordine esatto delle pubblicazioni e magari far apparire anche qualche titolo che poi non sarà pubblicato affatto nelle prossime uscite...
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/4.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 24 Gennaio 2011, 17:37:08

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=15#48910 date=1295886633]
Mi dimenticavo di una consuetudine che ogni collana "neonata" è solita rispettare e che spesso rappresenta anche una discreta chiave per il successo futura della collana stessa...
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/3.gif[/IMG]



Di prossima pubblicazione:

[I]Ubik - Philip K. Dick[/I]
[I]Solaris - Stanislaw Lem[/I]
[I]Le montagne della follia - Howard P. Lovecraft[/I]
[I]Il giorno dei trifidi - John Wyndham[/I]
[I]L'invasione degli ultracorpi - Jack Finney[/I]
[I]Assurdo universo - Fredric Brown[/I]


Naturalmente è importantissimo (per non dire fondamentale) non rivelare l'ordine esatto delle pubblicazioni e magari far apparire anche qualche titolo che poi non sarà pubblicato affatto nelle prossime uscite...
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/4.gif[/IMG]
[/quote]
Tanto ce li ho tutti, per cui.. [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cool.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: dhr il 24 Gennaio 2011, 18:57:09

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#48910 date=1295886633]
[I]Le montagne della follia - Howard P. Lovecraft[/I]
[/quote]

[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/8.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/8.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/8.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/8.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/8.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/8.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/8.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/8.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/8.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/8.gif[/IMG]

[quote]
e magari far apparire anche qualche titolo che poi non sarà pubblicato affatto nelle prossime uscite...
[/quote]

provaci! [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/62.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 29 Gennaio 2011, 16:09:50

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]003 - Solaris - Stanislaw LEM[/B][/SIZE][/COLOR]

Ogni curatore che abbia a cuore le sorti della propria creatura (e che conosca bene il suo mestiere) sa bene che il numero 3 della sua collana è un numero critico e che da qui si inizia a fare sul serio.
Se, infatti, i lettori acquisteranno i primi due volumi sulla scia dell'effetto novità, continueranno ad essere fedeli solo se i titoli pubblicati risulteranno più che convincenti ed è per questo che dal numero 3, per almeno altre 4/5 uscite non sono ammessi "esperimenti" e si deve andare sul sicuro, proponendo esclusivamente titoli famosi e romanzi universalmente riconosciuti da tutti (appassionati e non) come capolavori.
Insomma, il nome dell'autore in copertina (anche se il romanzo è validissimo, come nel caso delle prime due uscite) non basta più: la consacrazione definitiva di una collana partita bene passa, a mio avviso, dalla notorietà del volume 3 ed è proprio per questa mia personale considerazione che la scelta di questo volume è stata critica.
L'ha spuntata per un soffio il capolavoro di Lem, vincendo ai punti contro una concorrenza serrata da parte di altrettanti capolavori opera di Dick, Ballard, Brown e Wyndham, romanzi altrettanto noti e validi, che saranno proposti nelle uscite successive per completare il decollo e tenere la collana in quota.
Ed allora, accompagnato dalla stupenda ed evocativa copertina di Anna Montecroci e dalla essenziale ma efficacissima didascalia presente nell'edizione Omnibus della Mondadori, ecco a voi il numero 003 della collana.

[TABLE][TR][TD][B][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k8ee1f0d2e2.jpg[/IMG][/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=3]Cosa saresti disposto a fare se avessi una seconda possibilità?

Il pianeta Solaris, ad anni luce dalla Terra, è formato da un unico immenso oceano e sembra possedere strani poteri. E capace, infatti, di penetrare nella mente degli astronauti che lo stanno studiando ed evocare immagini del loro passato. Immagini che si trasformano in veri e propri esseri viventi, in grado di ragionare e provare sentimenti. Il pianeta è forse abitato da un'intelligenza superiore? Ed è possibile una comunicazione mentale tra l'uomo e il pianeta senziente? Sono questi i tormentosi interrogativi che si pongono i protagonisti della missione, le cui vite risulteranno sconvolte. Capolavoro di Stanislaw Lem, Solaris è un romanzo fondamentale nella fantascienza di tutti i tempi. Ed è soprattutto un'opera che con uno stile magistrale si sofferma non tanto sui misteri dell'universo quanto sui temi dell'identità, sull'ignoto che è in noi, come sfida ai limiti della conoscenza umana. [/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

001 - Isaac ASIMOV - Neanche gli dei
002 - Arthur C. CLARKE - Le fontane del paradiso
003 - Stanislaw LEM - Solaris

Di prossima pubblicazione

[I]Ubik - Philip K. Dick[/I]
[I]Le montagne della follia - Howard P. Lovecraft[/I]
[I]Il giorno dei trifidi - John Wyndham[/I]
[I]I segreti di Vermilion Sands - J. G. Ballard[/I]
[I]Assurdo universo - Fredric Brown[/I]

PS
Chi nota per primo il "cambio" nelle prossime uscite vince una copia omaggio.
[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_wink.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 29 Gennaio 2011, 17:04:35

Hai messo Vermilion Sands al posto degli ultracorpi..ribadisco il concetto di aver pagato l'abbonamento annuale per 12 uscite e non intendo pagare per i numeri extra..
Aggiungo qui la microrecensione che avevo scritto per Solaris:
"[COLOR=#ff0000]Un capolavoro assoluto della Fantascienza "filosofica", forse un pò meno analitico e più spontaneo di altre opere di Lem. Un libro da leggere per capire cosa può essere la FS nelle mani di uno scrittore che è, anche e soprattutto, un originale "pensatore".[/COLOR]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: ansible il 29 Gennaio 2011, 21:41:01

[quote author=marben qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#49042 date=1296317075]
[...]
"[COLOR=#ff0000]Un capolavoro assoluto della Fantascienza "filosofica", forse un pò meno analitico e più spontaneo di altre opere di Lem. Un libro da leggere per capire cosa può essere la FS nelle mani di uno scrittore che è, anche e soprattutto, un originale "pensatore".[/COLOR]
[/quote]
Ti quoto in toto (che rima!),
[I]Solaris [/I]è una anti-utopia, una critica appassionata alla filosofia del Contatto, un tentativo di distruggere la certezza tutta occidentale di poter in futuro stabilire una comunicazione con un’altra intelligenza (un tema che Lem ha affrontato i quasi tutti i suoi romanzi). La cosa fa davvero pensare.
Nel contrasto tra la fisicità dei tentativi di comunicazione degli scienziati, e la risposta dell'oceano senziente tutta giocata sul contatto interiore (la ri-creazione delle persone morte), sta tutta la critica di Lem al "positivismo" della scienza. Alla fine, al protagonista rimarrà solo la fede che quel miracolo (crudele) si ripeta. Una lettura indimenticabile.

Ho incontrato Lem (letterariamente) per la prima volta su INTERPLANET 5 con un suo gustoso racconto dal titolo "[I]Esiste davvero Mr. Johns?[/I]" poi ho letto e riletto [I]Solaris, Cyberiade, L'invincibile, Il pianeta del silenzio, L'indagine, Il congresso di futurologia[/I].
Ci sarebbero molte cose da dire su Lem e su come sia stato trattato in America e in Europa: in un articolo del Philadelphia Inquirer del 1983 un critico letterario americano scrisse "se Lem non sarà nominato per il Premio Nobel entro la fine del secolo sarà perchè qualcuno dirà ai giudici che aveva scritto romanzi di fantascienza".
Purtroppo, nonostante la Polonia abbia presentato per ben due volte la sua candidatura, ha avuto ragione.
ansible


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 29 Gennaio 2011, 21:53:55

[B]"se Lem non sarà nominato per il Premio Nobel entro la fine del secolo sarà perchè qualcuno dirà ai giudici che aveva scritto romanzi di fantascienza".[/B]

Per me il massimo intelletto che si sia mai applicato alla fs, un genio assoluto. Quando farò il topic su Lem ci divertiremo..


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: ansible il 29 Gennaio 2011, 22:04:29

[quote author=marben qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#49048 date=1296334435]
[B]"se Lem non sarà nominato per il Premio Nobel entro la fine del secolo sarà perchè qualcuno dirà ai giudici che aveva scritto romanzi di fantascienza".[/B]

Per me il massimo intelletto che si sia mai applicato alla fs, un genio assoluto. Quando farò il topic su Lem ci divertiremo..
[/quote]
Non vedo l'ora...


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 11 Febbraio 2011, 22:58:21

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]004 - Ubik - Philip K. Dick[/B][/SIZE][/COLOR]

Come già spiegato, la neonata collana, almeno per i primissimi numeri non può concedersi passi falsi e dovrà presentare esclusivamente libri il cui valore di capolavori sia universalmente riconosciuto da tutti.
"[I]Ubik[/I]", da questo punto di vista può sembrare una scelta azzardata, innanzitutto perchè è un romanzo "strano", fuori dagli schemi ed in secondo luogo perchè è probabilmente meno noto al grande pubblico rispetto ad opere come "[I]Solaris[/I]" o "[I]Il giorno dei Trifidi[/I]" che hanno avuto il grande vantaggio di esser stati sceneggiati e distribuiti sul grande schermo già da diverso tempo, mentre la versione cinematografica del capolavoro di Dick ancora latita.
Ma nonostante questo "[I]Ubik[/I]" è tutt'altro che una scommessa e non solo perchè il nome di Dick in copertina è una garanzia; esso è una certezza di successo perchè è un romanzo che ha il potere di sconcertare e conquistare anche i non appassionati, con una trama inquietante e insolita che difficilmente si può dimenticare.
A puro titolo di curiosità vi informo che ho scelto di pubblicarlo come numero 004 perchè sia il titolo che il cognome dell'autore sono di 4 lettere e vedevo in questa felice coincidenza numerologica un auspicio di successo, anche perchè con questa uscita la mia collana inizia a "camminare per conto suo" ed a discostarsi dalle collane Urania e derivati che sino ad oggi, inspiegabilmente, non hanno mai presentato questo capolavoro.
Con l'immagine di copertina di Antonello Silverini e la quarta di copertina ripresa dall'edizione Fanucci della collana "Il libro d'oro" ecco a voi il nuovo numero della mia collana ideale.

[TABLE][TR][TD][B][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k96edc00e84.jpg[/IMG][/B][/TD][TD] [/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=3]Ubik, miracoloso ritrovato scientifico, ente primo e Fattore dell’Universo, deodorante e nuovo modello di reggiseno, maschera dietro la sua apparente e polivalente assurdità l’oggetto medio di consumo e la presenza ossessiva di una divinità cercata e introvabile. Anche Joe Chip, protagonista quasi a malincuore del romanzo, appare alla ricerca di qualcosa che lo aiuti ad uscire dalla situazione apparentemente assurda nella quale lo ha immerso la morte del suo principale, Glen Runciter, titolare della Runciter Associates, una delle migliori associazioni anti-psi dell’intero mercato mondiale. I suoi migliori amici sono uccisi in modo inumano, la voce spettrale di Runciter spunta dai telefoni e la realtà incomincia a logorarsi, a mostrare la sua trama consunta. Ma Runciter è veramente morto? [/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Affrettatevi a prenderlo perchè ho il sospetto che questo volume potrebbe diventare rapidamente molto raro e ricercato.

Ultimi volumi pubblicati

001 - Isaac ASIMOV - Neanche gli dei
002 - Arthur C. CLARKE - Le fontane del paradiso
003 - Stanislaw LEM - Solaris
004 - Philip K. DICK - Ubik

Di prossima pubblicazione

Il giorno dei trifidi - John Wyndham
Assurdo universo - Fredric Brown
I segreti di Vermilion Sands - J. G. Ballard
Le montagne della follia - Howard P. Lovecraft


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: dhr il 11 Febbraio 2011, 23:21:04

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#49475 date=1297461501]
è probabilmente meno noto al grande pubblico
[/quote]

ehmmm anche quello più grande di un metro e 70, in certi casi...


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 12 Febbraio 2011, 08:54:05

Per quel che valgono queste classifiche, Time Magazine ha incluso Ubik tra i 100 romanzi top di lingua inglese dello scorso secolo. Sicuramente tra i top 10 dei miei verdi anni, letto non meno di 5 volte durante gli anni '70. Spero solo che [I]non[/I] facciano mai il film..


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: dhr il 12 Febbraio 2011, 09:14:36

[quote author=marben qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#49485 date=1297497245]
Spero solo che [I]non[/I] facciano mai il film..
[/quote]

i fratelli Vanzina hanno acquisito i diritti


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 12 Febbraio 2011, 09:38:26

[quote author=dhr qlnk=board=9&threadid=5060&start=15#49486 date=1297498476]
[quote author=marben qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#49485 date=1297497245]
Spero solo che [I]non[/I] facciano mai il film..
[/quote]

i fratelli Vanzina hanno acquisito i diritti
[/quote]
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k7357b7702a.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: PabloE il 12 Febbraio 2011, 09:45:18


Il problema della pubblicazione su Mondadori credo risalga agli acquisti dei diritti, o almeno avevo letto una cosa del genere.

Comunque non credo che se ne avessero avuto la disponibilità non l'avrebbero pubblicato.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 12 Febbraio 2011, 09:57:20

[quote author=PabloE qlnk=board=9&threadid=5060&start=15#49488 date=1297500318]

Il problema della pubblicazione su Mondadori credo risalga agli acquisti dei diritti, o almeno avevo letto una cosa del genere.

Comunque non credo che se ne avessero avuto la disponibilità non l'avrebbero pubblicato.
[/quote]
Stranamente Mondadori si è sempre lasciato scappare i romanzi maggiori di Dick. Negli anni 60/70 la maggior parte dei libri più significativi di Dick sono usciti per l'editore CELT di Piacenza (Galassia e SFBC), molti di questi sono stati poi ristampati dalla NORD, insieme a titoli precedentemente inediti. La Libra ha invece pubblicato [I]Le tre stimmate di Palmer Eldritch. [/I]Da adiversi anni i diritti sono detenuti da Fanucci, che ha ristampato praticamente tutto e pubblicato altri inediti, tra cui i romanzi "mainstream" scritti da Dick negli anni '50.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 15 Febbraio 2011, 22:18:19

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]005 - Il giorno dei Trifidi - John WYNDHAM[/B][/SIZE][/COLOR]

E mentre l'aria ancora vibra per le "esplosioni" delle ultime due uscite ecco giungere repentina "l'ora dei Trifidi".
La neonata collana, infatti, ha ora il preciso dovere di andare sul sicuro e di proporre classici che rappresentino il meglio della fantascienza di tutti i tempi, un dovere che la redazione della collana da me rappresentata è assolutamente convinta di assolvere in pieno proponendo il "sempreverde" romanzo di Wyndham che, per la cronaca, latita dalla scuderia Mondadori sin dal lontano 1980 (anche se in verità esiste una edizione della Fanucci datata 2004).
Accompagnata dalla stupenda e rara copertina di Curt Caesar che diede lustro al mitico numero 3 dei Romanzi di Urania e dalla quarta di copertina proposta nell'edizione Oscar Fantascienza Mondadori del 1975 ecco a voi un vero mito che riprende vita ancora una volta.

[TABLE][TR][TD][B][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k1c4fceb0d1.jpg[/IMG][/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=3]La fama di Wyndham è legata, e resterà per sempre legata, all’invenzione dei "trifidi". Ospitato a puntate nel 1951 sulla rivista americana "Collier’s" (periodico di varietà con quattro o cinque milioni di lettori), "Il giorno dei trifidi" fu un trionfo istantaneo, la prima affermazione "di massa" della fantascienza al di fuori della cerchia ristretta degli appassionati, dopo gli ormai lontani successi di H.G. Wells. Da un giorno all’altro, i silenziosi e letali trifidi si conquistarono la loro nicchia nel vasto tempio delle creature immaginarie che l’uomo è andato evocando nei secoli. Una nicchia di tutto rispetto e che oggi, in tempo d’ecologia, può addirittura apparire come il pulpito di un plausibile e terribile profeta.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Correte a prendere la vostra copia prima che si esaurisca!

Ultimi volumi pubblicati

001 - Isaac ASIMOV - Neanche gli dei
002 - Arthur C. CLARKE - Le fontane del paradiso
003 - Stanislaw LEM - Solaris
004 - Philip K. DICK - Ubik
005 - John WYNDHAM - Il giorno dei trifidi

Di prossima pubblicazione

Assurdo universo - Fredric Brown
I segreti di Vermilion Sands - J. G. Ballard
Le montagne della follia - Howard P. Lovecraft
Fanteria dello spazio - Robert A. Heinlein


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: wawawa il 16 Febbraio 2011, 13:52:36

Ottima iniziativa per colmare le mie lacune [IMG]http://uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/103.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 18 Febbraio 2011, 10:47:55

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]006 - Assurdo universo - Fredric BROWN[/B][/SIZE][/COLOR]

Una collana virtuale è e rimane una collana virtuale e nella mia collana ideale c'era un particolare che stonava molto con la sua originale concezione: la sua frequenza di uscita.
Quel "MENSILE" in basso a sinistra proprio non mi andava giù: è vero che per me la collana ideale deve essere mensile (per non farmi morire affogato dai libri e per non farmi stare a sospirare l'uscita successiva), ma trovavo quella scritta sempre meno aderente alla mia idea di questa nuova rubrica, tantopiù che, come molti di voi hanno già notato, la frequenza di uscita dei volumi è diversa da quella dichiarata.
Con l'uscita di oggi la mia collana perde del tutto quest'ultimo legame che la tratteneva ancorata alla "realtà" e diviene definitivamente a tutti gli effetti una collana assolutamente "virtuale".
Non escludo che in altri universi paralleli una collana come questa esista davvero, proprio con gli stessi numeri, le stesse uscite e magari anche con lo stesso curatore, ma in fondo la bellezza e l'essenza del capolavoro di Brown che andiamo a presentare oggi sono proprio queste: "[I]Assurdo universo[/I]" non è semplicemente un libro ma è il dono che Fredric Brown ci fa di una infinità di universi paralleli, governati esclusivamente dalla nostra fantasia, il dono di sognare.
Accompagnato dalla splendida copertina di Franco Brambilla per Urania Collezione (che purtroppo non entra tutta nel cerchio) e dalla quarta di copertina dell'edizione di Urania Classici, ecco a voi un libro assolutamente speciale in grado di raccontare in termini semplici (ed anche umoristici) una verità sull'universo (o sugli infiniti universi) che ognuno di noi in cuor suo già conosce.

[TABLE][TR][TD][B][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k86c5693076.jpg[/IMG][/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=3]Se l'universo - come pare - non è infinito, dovremmo rassegnarci fin d'ora all'idea che quando avremo finito di farne il giro non ci saranno altri posti dove andare. Se infatti esistono altri universi, questi si trovano per definizione in un altro spazio, non comunicante col nostro. Ma quella insuperabile agenzia di viaggi che è la fs, non s'e mai lasciata arrestare da una cosi malinconica prospettiva. E' vero che gli altri possibili universi, i cosiddetti mondi paralleli, sono normalmente non comunicanti tra loro e col nostro. Ma a chiunque di noi può succedere di caderci dentro accidentalmente, per via di qualche distorsione dello spazio, di qualche buco bianco o altra falla o trabocchetto dimensionale. Fredric Brown fu uno dei primi a sfruttare un incidente di questo genere; e il suo classico modello di assurdo universo resta insuperato a tutt'oggi.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Volumi pubblicati

001 - Isaac ASIMOV - Neanche gli dei
002 - Arthur C. CLARKE - Le fontane del paradiso
003 - Stanislaw LEM - Solaris
004 - Philip K. DICK - Ubik
005 - John WYNDHAM - Il giorno dei trifidi
006 - Fredric BROWN - Assurdo universo

Di prossima pubblicazione

I segreti di Vermilion Sands - J. G. Ballard
Le montagne della follia - Howard P. Lovecraft
Fanteria dello spazio - Robert A. Heinlein
Tre millimetri al giorno - Richard Matheson


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 25 Febbraio 2011, 16:09:59

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]007 - Le montagne della follia - Howard P. LOVECRAFT[/B][/SIZE][/COLOR]

Sebbene sia uno degli autori di narrativa "fantastica" più noti al grande pubblico italiano, Howard Phillips Lovecraft viene quasi esclusivamente presentato dal mondo dell'editoria come un autore di storie horror o peggio di fantasy.
E invece quasi nessuno, che mi risulti, si è mai soffermato a riflettere sul fatto che i racconti del ciclo di Chtulhu, presi nella loro interezza e nella loro "continuità", finiscono per affrescare la più geniale e variopinta cosmogonia che si sia mai avuta dai tempi della cultura classica, regalandoci l'immagine di un cosmo multidimensionale e irto di insidie la cui visione incute sgomento e terrore, inducendo spesso alla follia.
Il grande merito di Lovecraft, a mio avviso, è stato forse proprio quello di esser riuscito per primo a ridare linfa al concetto di divinità, coniugando il linguaggio della mitologia con quello della fantascienza e dell'horror e finendo per creare un genere assolutamente nuovo ed affascinante.
I suoi detrattori gli hanno sempre rinfacciato di essere in qualche maniera "reticente" nelle descrizioni e di abusare del concetto di indescrivibile o di innominabile per nascondere quella che sostengono essere vacuità o inaccuratezza, ma io penso che sia proprio questa sua caratteristica a rendere i suoi scritti così perfetti nel riuscire ad esprimere il grado di inadeguatezza della mente umana di fronte ai misteri del cosmo e che, in fondo, l'indescrivibilità di Azathoth sia espressione di quella stessa incapacità umana di comprendere l'oceano di Solaris.
Nel capolavoro assoluto della sua produzione che andiamo oggi a presentare in questa uscita egli è un po' meno reticente del solito, un po' meno avaro di descrizioni e spiegazioni, ma non per questo "[I]Le montagne della follia[/I]" risulta meno efficace e diretto nel riuscire ad esprimere il terrore assoluto dell'uomo di fronte all'ignoto.
Arricchito dalla copertina di quel Nicholas Roerich più volte citato dallo stesso Lovecraft nel testo e dalla quarta di copertina che ho scritto di sana pianta per l'occasione, ecco a voi la mia personalissima edizione di uno dei più grandi capolavori della fantascienza di tutti i tempi, un tributo al mio autore preferito che spero gradirete.

[TABLE][TR][TD][B][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kd68ea6b17a.jpg[/IMG][/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=3]Una spedizione scientifica di ricerca al polo si imbatte casualmente nelle vestigia di una civiltà perduta, iniziando una esplorazione il cui esito è destinato non soltanto a riscrivere la storia umana così come la conosciamo, ma anche a dare una visione diversa del ruolo dell'uomo stesso sul pianeta.
In un crescendo di mistero e terrore, Lovecraft ci conduce per mano in luoghi dimenticati, facendoci contemplare un regno di paura e follia di cui l'uomo non ha più memoria.
Un maestro della fantascienza in uno dei suoi scritti a più alta tensione.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Volumi pubblicati

001 - Isaac ASIMOV - Neanche gli dei
002 - Arthur C. CLARKE - Le fontane del paradiso
003 - Stanislaw LEM - Solaris
004 - Philip K. DICK - Ubik
005 - John WYNDHAM - Il giorno dei trifidi
006 - Fredric BROWN - Assurdo universo
007 - Howard P. LOVECRAFT - Le montagne della follia

Di prossima pubblicazione:

Fanteria dello spazio - Robert A. Heinlein
I segreti di Vermilion Sands - J. G. Ballard
Tre millimetri al giorno - Richard Matheson


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 04 Marzo 2011, 12:43:59

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]008 - Fanteria dello spazio - Robert A. HEINLEIN[/B][/SIZE][/COLOR]

Un bravo curatore deve saper guardare anche oltre i suoi gusti personali e le sue personali conoscenze e, come ho già spiegato all'atto della creazione di questa rubrica, il mio sforzo di essere un bravo curatore sarà perseguito anche a costo di non tener sempre conto di quello che mi dice la mia "pancia".
Personalmente non amo la cosidetta "Military SF", nè ho mai letto "[I]Fanteria dello spazio[/I]" (anche se conto di colmare questa lacuna entro l'anno) ed inoltre devo fare i conti con una "pancia" che mi spingerebbe a pubblicare subito quella che considero la più meravigliosa storia di fantascienza mai narrata in assoluto, quello stupendo ed unico capolavoro di Heinlein che è "[I]La porta sull'estate[/I]".
Ma anche se la collana si chiama "I capolavori di Maxpullo" non posso rinunciare a quel minimo di obiettività che distingue un fanatico appassionato da un bravo curatore e non posso quindi non riconoscere che il romanzo più noto, diffuso ed anche universalmente apprezzato di Heinlein sia proprio quel "[I]Fanteria dello spazio[/I]" che, per mia colpa, non ho ancora mai letto.
Ci sarà tempo, ci saranno altri numeri per seguire il proprio cuore: ma questo numero 008 che introduce la narrativa di uno dei più grandi autori di SF mai esisititi è dedicato a tutti coloro i quali conoscono ed apprezzano questo capolavoro a me ancora sconosciuto, nonchè a tutti coloro i quali hanno iniziato a conoscere e ad apprezzare la fantascienza, proprio dopo la sua lettura.
Con la celebre e stupenda copertina di Karel Thole e con la quarta di copertina di Urania Collezione 017, ecco a voi l'immortale classico di Heinlein che prende vita ancora per una volta.

[TABLE][TR][TD][B][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kb356735cbb.jpg[/IMG][/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=3]La storia è semplice, ma solo in apparenza, come sempre capita con Heinlein. Johnnie Rico, il protagonista, si arruola poco più che adolescente per difendere la Terra da terribili ragni del pianeta Klendathu e finisce per comandare un battaglione di marines dello spazio. Sa che tutto quello che fa non è pulito, ma cinicamente si rende conto che il mondo, il suo mondo, va salvato. E che quanto di sporco egli e i suoi uomini fanno serve anche a far dormire sonni tranquilli a chi non sopporta che esistano simili corpi o le istituzioni militari in genere. (Pietro Cheli)
I Ragni: chi sono e cosa vogliono queste creature incomprensibili? Potrà resistere la civiltà contro il devastante impatto del nemico? La società del futuro immaginata da Heinlein porta le stellette, ma in questo rutilante e provocatorio romanzo di guerra futura bisogna guadagnarsele, perché il nemico non scherza davvero... [/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Volumi pubblicati

001 - Isaac ASIMOV - Neanche gli dei
002 - Arthur C. CLARKE - Le fontane del paradiso
003 - Stanislaw LEM - Solaris
004 - Philip K. DICK - Ubik
005 - John WYNDHAM - Il giorno dei trifidi
006 - Fredric BROWN - Assurdo universo
007 - Howard P. LOVECRAFT - Le montagne della follia
008 - Robert A. HEINLEIN - Fanteria dello spazio

Di prossima pubblicazione:

I segreti di Vermilion Sands - J. G. Ballard
Tre millimetri al giorno - Richard Matheson


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 11 Marzo 2011, 13:38:42

[SIZE=4][B][COLOR=#1f497d]009 - I segreti di Vermilion Sands - James Graham BALLARD[/COLOR][/B][/SIZE]

Nella mia collana ideale, che si va delineando numero dopo numero, non poteva mancare, proprio tra le primissime uscite, un'autore con cui ho avuto sempre un rapporto abbastanza conflittuale, ma che ho imparato a rileggere sotto una diversa luce proprio durante lo scorso anno. Sin da giovanissimo, infatti, ho sempre trovato gli scritti di Ballard molto prolissi, sconcertanti e spesso privi di senso compiuto: letture di romanzi come quelli del ciclo delle catastrofi mi avevano sempre lasciato indifferente, annoiato se non peggio, ma il ricordo di alcuni suoi racconti come ad esempio "[I]Il gigante annegato[/I]" e "[I]Il Leonardo scomparso[/I]", mi aveva fatto sempre intravedere qualcosa di diverso.
Lo scorso anno, spinto dalla curiosità di riuscire a svelare questa apparente dicotomia tra il Ballard romanziere ed il Ballard scrittore di piccoli capolavori ho preso a leggere sistematicamente tutte le sue antologie apparse su Urania, scoprendo un mondo meraviglioso, raccontato in maniera eccezionale da uno scrittore di razza, probabilmente l'unico tra tutti gli autori di fantascienza per il quale si possa parlare di vera propria "letteratura".
Nell'universo folle e meraviglioso che scaturisce dai suoi scritti c'è spazio per bizzarre anomalie temporali, poetici scorci di immense rovine del passato, nonchè per profonde riflessioni sulla natura umana e sulla pazzia latente che alberga in ogni uomo. All'esplorazione dello spazio, Ballard preferisce l'esplorazione dell'uomo e del suo inconscio, della sua evoluzione psicologica in rapporto al mondo che lo circonda (e che spesso lo minaccia): quasi tutti i suoi personaggi finiscono per negare la realtà e per richiudersi in se stessi, in un microcosmo personale di lucida follia in cui riescono a trovare la loro dimensione ideale. Questo ritirarsi, tra l'altro, non è da intendersi come una sconfitta quanto piuttosto come un ritorno a quel grembo materno che è il fine ultimo (oltre che punto di partenza) di ogni esistenza.
Il ciclo di racconti di Vermilion Sands, presentato in questa uscita della mia collana ideale è, a mio avviso, uno dei punti più alti della narrativa di Ballard: una serie di piccoli capolavori accumunati dalla grande capacità descrittiva e poetica dell'autore, una raffinata collana di perle che una volta lette non si possono dimenticare.
L'unico rammarico di questa uscita è il non aver potuto utilizzare la bellissima copertina di Glauco Cartocci che impreziosisce l'unica edizione italiana integrale del ciclo di Vermilion Sands, quella del numero IX della collana Orizzonti: racchiuderla in un cerchio l'avrebbe irrimediabilmente rovinata per cui ho dovuto "dirottare" la mia preferenza all'altrettanto bella ed evocativa copertina di Karel Thole, dell'Urania 487.
Di seguito la copertina del numero 009, la trama e l'indice dell'antologia (entrambi ripresi dall'edizione Fanucci di cui sopra).

[TABLE][TR][TD][B][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k10c3d1303c.jpg[/IMG][/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Non ci sono astronavi nelle opere di J. G. Ballard: veri "palcoscenici del tempo", in esse si mescolano incubo e dramma, sogno e fantasticheria, intensificati da paesaggi allucinati e distorti, ed illuminati dalle emozioni esasperate degli attori. Vermilion Sands è la più tipica di queste creazioni, gemma di un delicato mondo di fantasia remoto nel tempo, ma vicino nei sentimenti di coloro che l'abitano. Circondata dalle sabbie rosse di un indistinto deserto, Vermillion Sands è una specie di Eden Rock, di Acapulco post-atomica.
Paradiso estroso e surreale, in cui si mescolano passato e avvenire, progettato per accontentare i capricci più esotici dei ricchi oziosi, languisce ora in malinconica rovina, popolato da dimenticate regine dello schermo, da impresari senza risorse, da tutta la fauna delusa e scontenta che gravitava intorno ad un mondo artistico e letterario travolto da un'oscura catastrofe, dai singolari personaggi di una "bohème" del futuro, esponenti di arti ancora da inventare. Rifugio di relitti dell'esistenza, che a loro volta vivono dei relitti che un mare ignoto getta su una spiaggia indistinta, Vermillion Sands ospita ombre ed ossessioni: un luogo in cui pigmenti sensibili realizzano ritratti alle loro padrone in una grottesca parodia della vera pittura; in cui piante canore sono programmate per eseguire arie operistiche; in cui macchine elettroniche hanno rimpiazzato i poeti; in cui case psico-sensibili sono spinte al delitto dalle neurosi dei loro proprietari; in cui le briglie dell'amore sono strette nelle mani di tenebrose sirene dagli occhi ingioiellati, figure femminili onnipresenti e emblematiche. Kingsley Amis ha definito Ballard "una delle stelle più fulgide nella narrativa del dopoguerra". Questo libro, che riunisce tutte le nove storie del ciclo di Vermillion Sands, è forse la sua creazione migliore.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
[TABLE][TR][TD][SIZE=2]Titolo[/SIZE][/TD][TD][SIZE=2]Titolo Originale[/SIZE][/TD][/TR][TR][TD][SIZE=2]Introduzione[/SIZE][/TD][TD][SIZE=2] [/SIZE][/TD][/TR][TR][TD][SIZE=2]Prefazione[/SIZE][/TD][TD][SIZE=2] [/SIZE][/TD][/TR][TR][TD][SIZE=2]Prima Belladonna[/SIZE][/TD][TD][SIZE=2]Prima Belladonna, 1956[/SIZE][/TD][/TR][TR][TD][SIZE=2]Il Gioco degli Schermi[/SIZE][/TD][TD][SIZE=2]The Screen Game, 1963[/SIZE][/TD][/TR][TR][TD][SIZE=2]I nubiscultori di Coral-D[/SIZE][/TD][TD][SIZE=2]The Cloud Sculptors of Coral-D, 1967[/SIZE][/TD][/TR][TR][TD][SIZE=2]Le statue canore[/SIZE][/TD][TD][SIZE=2]The Singing Statues, 1962[/SIZE][/TD][/TR][TR][TD][SIZE=2]Sul mare di sabbia[/SIZE][/TD][TD][SIZE=2]Cry Hope, Cry Fury!, 1967[/SIZE][/TD][/TR][TR][TD][SIZE=2]La vendetta della scultrice[/SIZE][/TD][TD][SIZE=2]Venus Smiles, 1967[/SIZE][/TD][/TR][TR][TD][SIZE=2]Addio al vento[/SIZE][/TD][TD][SIZE=2]Say Goodbye to the Wind, 1970[/SIZE][/TD][/TR][TR][TD][SIZE=2]Studio 5[/SIZE][/TD][TD][SIZE=2]Studio 5, the Stars, 1961[/SIZE][/TD][/TR][TR][TD][SIZE=2]I mille sogni di Stellavista[/SIZE][/TD][TD][SIZE=2]The Thousand Dreams of Stellavista, 1962[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Volumi pubblicati

001 - Isaac ASIMOV - Neanche gli dei
002 - Arthur C. CLARKE - Le fontane del paradiso
003 - Stanislaw LEM - Solaris
004 - Philip K. DICK - Ubik
005 - John WYNDHAM - Il giorno dei trifidi
006 - Fredric BROWN - Assurdo universo
007 - Howard P. LOVECRAFT - Le montagne della follia
008 - Robert A. HEINLEIN - Fanteria dello spazio
009 - James G. BALLARD - I segreti di Vermilion Sands

Nel prossimo numero:

Tre millimetri al giorno - Richard Matheson


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 17 Marzo 2011, 12:02:44

[SIZE=4][B][COLOR=#1f497d]010 - Tre millimetri al giorno - Richard MATHESON[/COLOR][/B][/SIZE]

Quando un autore ha scritto talmente tanti capolavori come capita con Richard Matheson, il curatore di una rivista si trova ad affrontare diverse questioni: prima tra tutte quando pubblicare la sua prima opera nella collana, secondariamente quale libro scegliere ed infine con che ritmo/cadenza pubblicare le altre opere, visto che anche altri autori meritano di comparire (o di ri-comparire).
Con questa uscita "I capolavori di Maxpullo", che festeggia il suo numero 10, tenta di dare la miglior risposta possibile alle prime due questioni; per vedere quale sarà la risposta alla terza occorre fare un bel sospiro e convincersi di avere tutto il tempo del mondo per poter dare la giusta vetrina non solo a Matheson, ma anche ai vari Asimov, Dick, Clarke, Vonnegut, Simak, Vance, Pohl, Bradbury tanto per fare alcuni dei nomi delle prossime uscite.
Ma per il mitico numero 10, che istintivamente ci fa pensare a Maradona e Messi, l'autore da pubblicare non poteva essere che la terza "M" di questa serie ideale di "fantasisti" e cioè quel geniale Matheson, un altro dei grandi assenti di UCZ, di cui andiamo a pubblicare una delle opere più coinvolgenti e note, accompaganta dall'adattissima immagine di copertina di Daniele Colaiacomo che compare nell'edizione Fanucci e dalla quarta di copertina dell'edizione Urania Classici.

[TABLE][TR][TD][B][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k589b470ab8.jpg[/IMG][/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=3]"[I]Un uomo normale.[/I]" Potrebbe essere l'epitaffio di Scott Carey, almeno fino al giorno in cui la sua barca al largo viene avvolta da una strana ondata di spuma biancastra e Scott, che sta prendendo il sole in coperta, avverte un bizzarro bruciore su tutta la pelle. E l'inizio di un'odissea ormai entrata nella storia della fantascienza, di un incubo formato da cose sempre più grandi e poi ancora più grandi, perché da quel momento il mondo intorno a Scott Carey assume proporzioni sempre più mostruose, mentre il suo corpo inizia a ridursi inesorabilmente. Le cose di tutti i giorni, animali domestici inclusi, diventano nemici e minacce implacabili, e quando basterà un semplice righello a misurare l'intera altezza di Scott, l'incubo assumerà nuovi toni angosciosi. Prima di ritirarsi nella scatola che ormai e la sua casa, prima di cercare un'illusione di pace nel sonno, la domanda assillante sarà una sola: "[I]Che cosa esiste al di sotto dello zero?[/I]"[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Volumi pubblicati

001 - Isaac ASIMOV - Neanche gli dei
002 - Arthur C. CLARKE - Le fontane del paradiso
003 - Stanislaw LEM - Solaris
004 - Philip K. DICK - Ubik
005 - John WYNDHAM - Il giorno dei trifidi
006 - Fredric BROWN - Assurdo universo
007 - Howard P. LOVECRAFT - Le montagne della follia
008 - Robert A. HEINLEIN - Fanteria dello spazio
009 - James G. BALLARD - I segreti di Vermilion Sands
010 - Richard MATHESON - Tre millimetri al giorno

Nel prossimo numero

Un grande, bellissimo, coinvolgente classico di Clifford D. Simak


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 22 Marzo 2011, 13:51:43

[SIZE=4][B][COLOR=#1f497d]011 - L'ospite del senatore Horton - Clifford D. SIMAK[/COLOR][/B][/SIZE]

E' praticamente da tutta la vita che leggo fantascienza, eppure ci sono dei libri che mi sono letteralmente "entrati nel cuore": dei libri che anche rileggendoli più e più volte, anche sapendo già in anticipo cosa ci sarà alla riga successiva, riescono sempre a darmi le medesime emozioni e che, a questo punto, penso continueranno a farlo finchè avrò vita.
Sono libri che non considero discutibili da parte di chicchessia, al punto che guardo con sospetto chi non li apprezza e vengo preso da sentimenti di amore fraterno verso chi gli da un voto alto.
Ma il dovere di un curatore è ache riuscire a nascondere la sua emozione nei confronti di una uscita piuttosto che di un'altra e quindi, mettendomi la più neutra faccia di circostanza che si possa immaginare, mi accingo a presentarvi quello che ritengo essere non solo la miglior opera in assoluto di uno dei "padri fondatori" della fantascienza, ma anche un ottimo esempio di romanzo in grado di sopravvivere al tempo e di riuscire a regalare emozioni e poesia oggi come sempre.
Accompagnato dalla più bella copertina mai realizzata da Karel Thole durante la sua carriera e dalla misteriosa e coinvolgente quarta di copertina che ha caratterizzato sinora tutte le sue edizioni, vi consegno una delle mie letture preferite di sempre.

[TABLE][TR][TD][B][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kb8aa184f52.jpg[/IMG][/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=3]In una notte di uragano, il senatore Horton sente bussare alla porta della sua casa di campagna. Va ad aprire egli stesso, e si trova di fronte a... Niente di straordinario.
Sulla soglia c'è soltanto un comune giovanotto di nome Andrew Blake, che ha perduto la strada. Ma chi è il Cambiante? Chi è il Cercante? Chi è il Pensante? E come mai, se i lupi sono estinti da decenni, una guardia del senatore ne ha visto aggirarsi uno intorno alla casa? Una serie di enigmi che sembrano senza rapporto tra loro, a poco a poco convergono verso un centro. Ma al centro c'è qualcosa di oscuro e di quasi dimenticato; qualcosa che gli scienziati chiamano: il Principio "M".[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Volumi pubblicati

001 - Isaac ASIMOV - Neanche gli dei
002 - Arthur C. CLARKE - Le fontane del paradiso
003 - Stanislaw LEM - Solaris
004 - Philip K. DICK - Ubik
005 - John WYNDHAM - Il giorno dei Trifidi
006 - Fredric BROWN - Assurdo universo
007 - Howard P. LOVECRAFT - Le montagne della follia
008 - Robert A. HEINLEIN - Fanteria dello spazio
009 - James G. BALLARD - I segreti di Vermilion Sands
010 - Richard MATHESON - Tre millimetri al giorno
011 - Clifford D. SIMAK - L'ospite del senatore Horton

E nel prossimo numero: arriva un intramontabile classico di Ray Bradbury!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: AgenteD il 24 Marzo 2011, 13:23:26

Caro Maxpullo, secondo me un Curatore non si sente veramente tale se non viene "contestato" dal lettore[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] pertanto, in questo spirito debbo rilevare che, prima dell'"Ospite..." ci sarebbero forse "Anni" o "Mondi senza fine"... Qui siamo in presenza di palese (da immagine[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]) conflitto personale!!

P.S. Come ovvio per un contestatore[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] non ho letto purtroppo "L'ospite del Senatore Horton"[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cry.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: slan il 24 Marzo 2011, 14:02:45

[quote author=AgenteD qlnk=board=9&threadid=5060&start=30#51396 date=1300969406]
Caro Maxpullo, secondo me un Curatore non si sente veramente tale se non viene "contestato" dal lettore[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] pertanto, in questo spirito debbo rilevare che, prima dell'"Ospite..." ci sarebbero forse "Anni" o "Mondi senza fine"... Qui siamo in presenza di palese (da immagine[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]) conflitto personale!!

P.S. Come ovvio per un contestatore[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] non ho letto purtroppo "L'ospite del Senatore Horton"[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cry.gif[/IMG]
[/quote]

[HIGHLIGHT=#f4f4f4]allora devi correre a leggerlo e ricrederti... [personalmente trovo Anni Senza Fine di una noia mortale [/HIGHLIGHT][HIGHLIGHT=#f4f4f4][IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_lipsrsealed.gif[/IMG] (anche se il Pullo non la pensa come me)...][/HIGHLIGHT]

[HIGHLIGHT=#f4f4f4]l'Ospite Del Senatore Horton è invece un capolavoro assoluto... [/HIGHLIGHT][IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cool.gif[/IMG]

[HIGHLIGHT=#f4f4f4]slan[/HIGHLIGHT]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 24 Marzo 2011, 15:17:01

Caro AgenteD, che dire: leggilo e ricrediti...
nemmeno io ho letto tutte le opere di Simak, ma sinora, tra quelle lette, "[I]L'ospite del senatore Horton[/I]" è la migliore in assoluto, seguita da "[I]La strada dell'eternità[/I]" e "[I]Mondi senza fine[/I]".
"[I]Anni senza fine[/I]" è un romanzo davvero bello, ma come giustamente dice Slan, un po' noiosetto...


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: AgenteD il 24 Marzo 2011, 19:24:12

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=30#51404 date=1300976221]
Caro AgenteD, che dire: leggilo e ricrediti...
nemmeno io ho letto tutte le opere di Simak, ma sinora, tra quelle lette, "[I]L'ospite del senatore Horton[/I]" è la migliore in assoluto, seguita da "[I]La strada dell'eternità[/I]" e "[I]Mondi senza fine[/I]".
"[I]Anni senza fine[/I]" è un romanzo davvero bello, ma come giustamente dice Slan, un po' noiosetto...
[/quote]



...Ecco qui come viene sistemato un contestatore[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um/grin.gif[/IMG] D'accordo, leggerò, a trovarlo...[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um/grin.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 24 Marzo 2011, 20:13:35

Anche se spesso sono d'accordo con Maxpullo, su[I] L'ospite del senatore Horton[/I] devo proprio dissentire. Personalmente l'ho sempre considerato un titolo minore di Simak, al di fuori della top ten di questo autore. Come ho già scritto più volte, anche nelle recensioni dei libri di Simak, questo autore non è stato trattato benissimo dagli editori nostrani. Le vecchie traduzioni uraniche dei suoi libri fanno sinceramente pena; [I]Anni senza fine[/I] (City) è una specie di riassunto, [I]Oltre l'invisibile[/I] è una caricatura del libro originale, [I]Mondi senza fine [/I]idem con patate. Se vi leggete questi libri in versioni più dignitose e ci aggiungete altri titoli usciti, per es, su Galassia negli anni '60, tipo Il villaggio dei [I]Fiori purpure[/I]i e [I]Infinito[/I],quelli pubblicati negli Slan della Libra e quelli usciti da Fanucci, il quadro cambia parecchio. E non dimentichiamo le molte bellissime antologie, tipo[I] Sette ombre azzurre[/I], [I]Stranieri nell'universo[/I], [I]Eternità perduta[/I] etc, perchè Simak è stato anche un grandissimo autore di racconti.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 24 Marzo 2011, 22:55:40

[quote author=marben qlnk=board=9&threadid=5060&start=30#51420 date=1300994015]
Anche se spesso sono d'accordo con Maxpullo, su[I] L'ospite del senatore Horton[/I] devo proprio dissentire. Personalmente l'ho sempre considerato un titolo minore di Simak, al di fuori della top ten di questo autore.
...
[/quote]

Ma se poi stanotte ti trovi Cambiante o un brunetto che ti fissano dai piedi del letto non venire a dircelo, eh?
[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cool.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 24 Marzo 2011, 23:01:02

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=30#51431 date=1301003740]
[quote author=marben qlnk=board=9&threadid=5060&start=30#51420 date=1300994015]
Anche se spesso sono d'accordo con Maxpullo, su[I] L'ospite del senatore Horton[/I] devo proprio dissentire. Personalmente l'ho sempre considerato un titolo minore di Simak, al di fuori della top ten di questo autore.
...
[/quote]

Ma se poi stanotte ti trovi Cambiante o un brunetto che ti fissano dai piedi del letto non venire a dircelo, eh?
[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cool.gif[/IMG]
[/quote]

Sapessi che cosa mi fissa di notte dai piedi del letto..altro che Cambiante..[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kce1d845b9f.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 25 Marzo 2011, 13:07:02

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]012 - Cronache marziane - Ray BRADBURY[/B][/SIZE][/COLOR]

Una collana che vuole proporre il meglio della fantascienza dovrà necessariamente fare i conti non solo con la numerosità dei capolavori che appartengono a questo genere ma anche dedicare un occhio di riguardo ad autori e libri che ormai sono dei veri e propri must non soltanto della fantascienza, ma della letteratura in generale.
Il caso di Ray Bradbury (come del resto quello di Fredric Brown o Richard Matheson) è abbastanza emblematico di questo genere di situazione: i suoi libri, infatti, non sono soltanto letti ed apprezzati dagli appassionati di fantascienza, ma, per il loro contenuto, il loro messaggio e la loro intrinseca poesia, sono divenuti libri su cui riflettere e proposti addirittura come testi di narrativa nella scuola ed è per questo che una collana che si prefigga scopi ambiziosi non può mancare di presentarlo già nelle prime uscite.
Con questa uscita la mia collana ideale (che nella realtà concluderebbe il primo anno di pubblicazioni) si appropria dunque di un altro grande nome del genere e, nell'attesa di proseguire la sua avventura editoriale in questo forum, vi ripropone il capolavoro di Ray Bradbury, accompagnato dalla fantastica immagine di copertina di Franco Brambilla e dalla quarta di copertina che ne descrive la trama, ripresa da quella degli Oscar Fantascienza della Mondadori.

[TABLE][TR][TD][B][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k5220168414.jpg[/IMG][/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=3]Questo libro di Ray Bradbury raccoglie una serie di "cronache" fantastiche che favoleggiano della conquista e della successiva colonizzazione di Marte da parte di un'umanità prevalentemente americana, tra il 1999 e il 2026: anno in cui lo scoppio di una guerra atomica richiama i terrestri sul proprio pianeta. L'antichissimo Marte resta allora nuovamente abbandonato e deserto, con le ampie e impetuose correnti dei suoi misteriosi canali millenari, coi suoi immensi mari privi di vita, sulle cui sabbie passano i grandi velieri degli ultimi marziani creature simili a fantasmi, ombre e larve di una civiltà che i terrestri non hanno saputo né vedere né intendere.
Con Cronache marziane é nato un nuovo originalissimo scrittore, per il quale la fantascienza non é che pretesto per dare sfogo all'estrosa fantasia, e, in questo caso, per una protesta contro la vita di oggi che tende, con il troppo facile materialismo e commercialismo, a distruggere l'elemento poetico e fiabesco, ideale dell'uomo e della sua storia.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Indice del volume

[TABLE][TR][TD]Gennaio 1999: L'estate del razzo[/TD][TD]Rocket Summer, 1947[/TD][/TR][TR][TD]Febbraio 1999: Ylla[/TD][TD]Yila, 1950[/TD][/TR][TR][TD]Agosto 1999: La notte estiva[/TD][TD]The Summer Night, 1950[/TD][/TR][TR][TD]Agosto 1999: I terrestri[/TD][TD]The Earthmen, 1948[/TD][/TR][TR][TD]Marzo 2000: Il contribuente[/TD][TD]The Taxpayer, 1950[/TD][/TR][TR][TD]Aprile 2000: La terza spedizione[/TD][TD]The Third Expedition, 1950[/TD][/TR][TR][TD]Giugno 2001: "And the Moon Be Still As Bright..."[/TD][TD]"And the Moon Be Still As Bright...", 1948[/TD][/TR][TR][TD]Agosto 2001: I Coloni[/TD][TD]The Settlers, 1950[/TD][/TR][TR][TD]Dicembre 2001: Il verde mattino[/TD][TD]The Green Morning, 1950[/TD][/TR][TR][TD]Febbraio 2002: Le locuste[/TD][TD]The Locustes, 1950[/TD][/TR][TR][TD]Giugno 2002: L'immensità[/TD][TD]The Wilderness, 1952[/TD][/TR][TR][TD]Agosto 2002: Incontro di notte[/TD][TD]Night Meeting, 1950[/TD][/TR][TR][TD]Ottobre 2002: La spiaggia[/TD][TD]The Shore, 1950[/TD][/TR][TR][TD]Novembre 2002: Le sfere di fuoco[/TD][TD]The Fire Balloons, 1953[/TD][/TR][TR][TD]Febbraio 2003: Intermezzo[/TD][TD]Interim, 1947[/TD][/TR][TR][TD]Aprile 2003: I musici[/TD][TD]The Musician, 1950[/TD][/TR][TR][TD]2004-2005: L'imposizione dei nomi[/TD][TD]The Naming of Names, 1949[/TD][/TR][TR][TD]Aprile 2005: Usher II[/TD][TD]Usher II, 1950[/TD][/TR][TR][TD]Agosto 2005: I vecchi[/TD][TD]The Old Ones, 1950[/TD][/TR][TR][TD]Settembre 2005: Il marziano[/TD][TD]The Martian, 1950[/TD][/TR][TR][TD]Novembre 2005: La valigeria[/TD][TD]The Luggage Store, 1950[/TD][/TR][TR][TD]Novembre 2005: Stagione morta[/TD][TD]The Off Season, 1948[/TD][/TR][TR][TD]Novembre 2005: Tutti a guardare[/TD][TD]The Watchers, 1950[/TD][/TR][TR][TD]Dicembre 2005: Le città silenti[/TD][TD]The Silent Towns, 1949[/TD][/TR][TR][TD]Aprile 2026: I lunghi anni[/TD][TD]The Long Years, 1948[/TD][/TR][TR][TD]Agosto 2026: Cadrà dolce la pioggia[/TD][TD]There Will Come Soft Rains, 1950[/TD][/TR][TR][TD]Ottobre 2026: La gita di un milione di anni[/TD][TD]The Million-Year Picnic, 1946[/TD][/TR][/TABLE]
Volumi pubblicati

001 - Isaac ASIMOV - Neanche gli dei
002 - Arthur C. CLARKE - Le fontane del paradiso
003 - Stanislaw LEM - Solaris
004 - Philip K. DICK - Ubik
005 - John WYNDHAM - Il giorno dei Trifidi
006 - Fredric BROWN - Assurdo universo
007 - Howard P. LOVECRAFT - Le montagne della follia
008 - Robert A. HEINLEIN - Fanteria dello spazio
009 - James G. BALLARD - I segreti di Vermilion Sands
010 - Richard MATHESON - Tre millimetri al giorno
011 - Clifford D. SIMAK - L'ospite del senatore Horton
012 - Ray BRADBURY - Cronache marziane

E nel prossimo numero arriva anche Vonnegut!
Non mancate!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: PabloE il 25 Marzo 2011, 13:55:14


Lo sto leggendo proprio ora Cronache marziane! Devo dire che mi sta piacendo più di Fahrenheit...


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 28 Marzo 2011, 21:35:03

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]013 - Ghiaccio nove - Kurt VONNEGUT jr[/B][/SIZE][/COLOR]

Che cos'è il genio? Se vogliamo possiamo darne tantissime definizioni, ma nessuna, per quanto elaborata, potrà mai essere altrettanto efficace quanto un ottimo esempio di ciò che il genio creativo umano può produrre.
Quando lo scorso anno lessi "[I]Ghiaccio-nove[/I]" (Urania 1383) non avevo mai sentito parlare di Vonnegut, eppure rimasi talmente colpito dalla sua genialità che ancora oggi continuo a considerare questo suo libro praticamente privo di difetti: proprio quello che ci vuole per iniziare nel modo migliore il secondo anno di pubblicazioni di questa mia collana ideale.
Ed allora, accompagnato dalla splendida copertina di Enzo Aimini che fregia l'edizione Rizzoli della collana "Avventure e fantascienza" (recuperata grazie all'intervento in extremis di Sua Maestà Il Trifide) e dalla quarta di copertina dell'edizione della Biblioteca Universale Rizzoli, sono onorato di accogliere nella mia collana ideale uno dei libri più appassionanti ed intelligenti che il genio umano sia mai riuscito a produrre.

[TABLE][TR][TD][B][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k4806a0831e.jpg[/IMG][/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=3][I]In principio Dio creò la Terra e la guardò, nella sua cosmica solitudine. E Dio creò tutte le creature viventi che ora si muovono, e una di esse era l'uomo. L'uomo batté le palpebre.[/I]
[I]"Qual è lo scopo di tutto questo" chiese educatamente.[/I]
[I]"Tutto deve avere uno scopo?" chiese Dio.[/I]
[I]"Certamente" disse l'uomo.[/I]
[I]"E allora lascio a te il compito di pensare uno scopo per tutto questo" disse Dio. E se ne andò.[/I]
Una amara, terribile, e nello stesso tempo comica parabola sulla presenza dell'uomo sulla Terra. Rielaborando con intelligenza e originalità, e spaventosa attualità, un tema caro alla fantascienza, quello della autodistruzione della terra, Vonnegut crea un romanzo di grande tensione sulla stupidità dell'uomo, sul suo vano agitarsi di cui non sa prevedere, e neppure immaginare, le disastrose conseguenze. Un libro da leggere e meditare: qual è lo scopo di tutto questo?[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Volumi pubblicati

001 - Isaac ASIMOV - Neanche gli dei
002 - Arthur C. CLARKE - Le fontane del paradiso
003 - Stanislaw LEM - Solaris
004 - Philip K. DICK - Ubik
005 - John WYNDHAM - Il giorno dei Trifidi
006 - Fredric BROWN - Assurdo universo
007 - Howard P. LOVECRAFT - Le montagne della follia
008 - Robert A. HEINLEIN - Fanteria dello spazio
009 - James G. BALLARD - I segreti di Vermilion Sands
010 - Richard MATHESON - Tre millimetri al giorno
011 - Clifford D. SIMAK - L'ospite del senatore Horton
012 - Ray BRADBURY - Cronache marziane
013 - Kurt VONNEGUT jr - Ghiaccio nove

E nel prossimo numero (marben mi perdonerà) arriva Jack Vance!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 28 Marzo 2011, 21:56:37

Siccome hai definito genio Vonnegut ti abbuono Vance per la prossima uscita. Però non acquisterò il volume [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 01 Aprile 2011, 17:51:29

[SIZE=4][B][COLOR=#c0504d]Il primo editoriale[/COLOR][/B][/SIZE]

Ogni collana che si rispetti deve avere i suoi editoriali e questo vuol dire che il suo curatore deve esser pronto a sbrodolare fiumi di parole sia per decantare quanto già fatto, sia soprattutto per predisporre gli animi dei lettori a quello che verrà.
Ed anche se alcuni di voi potrebbero obiettare che questa non è una collana che si rispetti, io voglio continuare a fingere che lo sia, imponendomi l'obiettivo di un'editoriale ogni 12 numeri circa, perchè se la collana è mensile, ogni 12 numeri possiamo dire che è trascorso un anno di pubblicazioni e ne sta per partire uno nuovo.
Tra l'altro, visto che l'idea dell'editoriale mi è venuta tardi, non serve a nulla anticiparvi che il nuovo anno inizierà con un grande capolavoro di Vonnegut... ma siamo fortunatamente ancora in tempo per introdurre alcuni degli autori che incontreremo in questo secondo anno di pubblicazioni virtuali. Perchè questo sarà naturalmente un anno importantissimo in cui la collana dovrà dimostrare di saper proseguire altrettanto bene come ha cominciato e la scelta di autori e titoli sarà cruciale, soprattutto per la triste necessità di scegliere cosa pubblicare prima e cosa dopo.
All'insuperabile genio di Vonnegut seguirà l'impareggiabile capacità di Jack Vance nel riuscire a disegnare società complesse ed avventure straordinarie, ma quella che spero sarà la vera forza di questo nuovo anno di pubblicazioni sarà nel riuscire a stabilire il giusto mix tra i grandi classici del passato, (tra cui segnalo i graditissimi ritorni di Dick, Asimov ed Heinlein), con i capolavori di autori più recenti, come Crichton e Shaw.
Non mancheranno poi quelle "riscoperte" di grandi romanzi dimenticati che avevo promesso al momento in cui ho istituito questa collana, con una uscita che non esiterei a definire "memorabile" visto che parliamo di un romanzo stampato negli anni '50 e mai più riproposto nonostante sia una delle cose migliori apparse su Urania nella sua storia.
Completeranno, infine, l'annata un grande classico della coppia d'oro Pohl - Kornbluth ed un intramontabile sempreverde firmato da Sturgeon.
Il prossimo anno virtuale sarà quello in cui la collana pubblicherà il suo primo ciclo di romanzi e sarà l'anno dei sentimenti, delle emozioni e dell'avventura, ma soprattutto sarà l'anno in cui "I capolavori di Maxpullo" inizierà finalmente ad avere una sua connotazione, a vivere di vita propria ed a mostrare il suo vero carattere.
Sperando che continui a piacervi.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 01 Aprile 2011, 18:12:02

[SPOILER][I]La collina di Hawotak[/I], I suppose..[/SPOILER]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 01 Aprile 2011, 18:23:41

[quote author=marben qlnk=board=9&threadid=5060&start=45#51836 date=1301674322]
[SPOILER][I]La collina di Hawotak[/I], I suppose..[/SPOILER]
[/quote]

Il romanzo di Fayad è nella mia top ten, lo sai bene, ma il romanzo "dimenticato" non è quello... se sei curioso ti do una piccola traccia: in una antologia apparsa su UCZ è stato pubblicato il racconto (con lo stesso titolo) da cui l'autore ha poi sviluppato in seguito il romanzo.
Altro indizio: da quel romanzo è stato tratto un film che ha avuto discreto successo all'estero anche se non è mai stato distribuito in Italia.
Ultimo indizio: l'ho recensito lo scorso anno nella scheda multipla sul fantamore...
[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_wink.gif[/IMG]
Come regola generale mi sono imposto di non eccedere con i miei "top ten" e di diradarli nel tempo: per questo secondo anno ho fatto una eccezione mettendone ben 2, ma è stato un caso e tra l'altro su uno dei due so già che sarai d'accordissimo...
[SPOILER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kce1d845b9f.gif[/IMG][/SPOILER]
[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 01 Aprile 2011, 19:16:18

[SPOILER][I]La porta sull'estate[/I] sicuramente, l'altro potrebbe essere [I]Rischio calcolato[/I] di Charles Eric Maine[/SPOILER]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 06 Aprile 2011, 11:29:34

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]014 - Pianeta d'acqua - Jack VANCE[/B][/SIZE][/COLOR]

Quando si parla di Jack Vance tutti i lettori di Urania pensano immediatamente al Pianeta Tschai; questo perchè, dopo ben quattro ristampe in collane varie, il ciclo di Adam Reith è diventato quasi una icona della narrativa di questo grandissimo autore al punto che, per chi ha sempre letto solo Urania e derivati, l'dentificazione Vance-Tschai è pressochè automatica.
In realtà Jack Vance è autore di altri grandissimi cicli di romanzi, tutti più o meno caratterizzati dagli stessi elementi: razze extraterrestri costrette ad una non facile coabitazione, un eroe solitario (e spesso invincibile) che si ribella allo status-quo, amore, avventura e tantissime emozioni. Molto spesso, proprio a causa della ripetitività di questi elementi, gli scritti di Vance hanno la tendenza a scivolare fuori della fantascienza vera e propria o peggio a dare l'impressione di "esser scritti con lo stampino", come accade, a mio avviso, ai libri del ciclo de "[I]I principi demoni[/I]".
Ma, anche se non esente da qualche difetto, Jack Vance è non solo uno degli autori più affascinanti di tutta la storia della fantascienza, ma anche uno dei miei autori preferiti in assoluto, per cui state pur certi che questa collana darà ampio spazio alla sua produzione toccando quasi tutti i suoi cicli più famosi.
Intanto però, per iniziare ad accostarsi al suo caratteristico modo di descrivere mondi lontani e straordinarie avventure ho scelto uno dei suoi pochissimi lavori che non fanno parte di un ciclo: quel fantastico "[I]Pianeta d'acqua[/I]" che, ad oggi, rappresenta l'unico punto di contatto tra l'elenco dei miei "desiderata" e le pubblicazioni di Urania Collezione.
Ed è proprio per omaggiare questo primo, straordinario "incrocio" che, per questa uscita, ho scelto di pubblicare il romanzo corredandolo della fantastica immagine di copertina di Franco Brambilla che fregiava l'edizione UCZ e della quarta di copertina della stessa edizione.

[TABLE][TR][TD][B][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k9b7a9e99e3.jpg[/IMG][/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=3]Sul "pianeta d’acqua" la morte è sempre in agguato. La sua insolita popolazione, costituita dagli scampati al naufragio di un'astronave terrestre, si è ormai adattata alla durezza dell’ambiente. Resta però il pericolo principale: i Kragen, mostruosi abitatori degli abissi.
Di uno di loro, adorato come un dio, la colonia è schiava. Per liberarsi dalla servitù nei confronti della bestia saranno necessari sofferenza, coraggio e armi costate sudore e sangue. Ma ne varrà la pena: la meta finale è la conquista di un mondo.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Volumi pubblicati

001 - Isaac ASIMOV - Neanche gli dei
002 - Arthur C. CLARKE - Le fontane del paradiso
003 - Stanislaw LEM - Solaris
004 - Philip K. DICK - Ubik
005 - John WYNDHAM - Il giorno dei Trifidi
006 - Fredric BROWN - Assurdo universo
007 - Howard P. LOVECRAFT - Le montagne della follia
008 - Robert A. HEINLEIN - Fanteria dello spazio
009 - James G. BALLARD - I segreti di Vermilion Sands
010 - Richard MATHESON - Tre millimetri al giorno
011 - Clifford D. SIMAK - L'ospite del senatore Horton
012 - Ray BRADBURY - Cronache marziane
013 - Kurt VONNEGUT jr - Ghiaccio nove
014 - Jack VANCE - Pianeta d'acqua

E nel prossimo volume arriva uno dei capolavori della SF degli anni '70, un bellissimo romanzo firmato Bob Shaw!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 06 Aprile 2011, 11:43:27

[QUOTE]dare l'impressione di "esser scritti con lo stampino", come accade, a mio avviso, ai libri del ciclo de "[I]I principi demoni[/I]".[/QUOTE]

Infatti, letto uno letti tutti. Se proprio devo spendere una parola su questo, a mio avviso, un po' sopravvalutato autore, di lui prediligo certe opere un po' meno "vanciane" tipo [I]Gli amaranto[/I] o racconti come[I] Per chi lavoriamo[/I]. Il tipico Vance delle avventure in pianeti esotici e colorati mi annoia assai perchè le trovo piuttosto futili. Ma non è una prevenzione nei confronti di Vance, è proprio una mia idiosincrasia verso quel tipo di fantascienza in generale, chiunque la scriva.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: AgenteD il 07 Aprile 2011, 17:37:43

Bene, cioè male, continuo (un po'...) a contestare[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG], del resto i libri li pago[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] quindi ne ho il diritto!! Questa voltà il libro l'ho letto, ma che fatica finirlo, scritto in maniera non so come dire... fredda?, poco appassionante?, superata? Io di Vance salverei il ciclo di Tschai (anche qui con qualche censura sulla scrittura e la scarsa descrizione dei sentimenti dei personaggi), poi per le restanti opere direi "attenzione bei libri ma stile datato"...

Comunque il curatore è Maxpullo, quindi...[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: gretana il 07 Aprile 2011, 20:20:27

Acc....mi manca [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_sad.gif[/IMG]
Lo devo prendere, Vance mi piace.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 07 Aprile 2011, 22:57:30

[quote author=gretana qlnk=board=9&threadid=5060&start=45#52090 date=1302200427]
Acc....mi manca [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_sad.gif[/IMG]
Lo devo prendere, Vance mi piace.
[/quote]


Menomale che qualcuno apprezza: a furia di critiche questo thread era diventato quasi peggio del blog di Urania...
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/10.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 07 Aprile 2011, 23:15:09

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=45#52096 date=1302209850]
[quote author=gretana qlnk=board=9&threadid=5060&start=45#52090 date=1302200427]
Acc....mi manca [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_sad.gif[/IMG]
Lo devo prendere, Vance mi piace.
[/quote]


Menomale che qualcuno apprezza: a furia di critiche questo thread era diventato quasi peggio del blog di Urania...
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/10.gif[/IMG]
[/quote]

È la dura vita del curatore [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 09 Aprile 2011, 18:53:02

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]015 - Quando i neutri emergono dalla Terra - Bob SHAW[/B][/SIZE][/COLOR]

La fantascienza ci ha da sempre fatto immaginare il primo incontro con una ipotetica razza aliena come la classica storia che inizia con l'apparizione, più o meno scenografica, di una flotta di navi spaziali nei cieli della Terra, oppure con l'arrivo di una meteora/capsula spaziale che precipita (o sceglie piuttosto di precipitare?) in un luogo deserto dando origine ad una colonia di organismi sconosciuti ed animati da intenzioni più o meno ostili.
Il romanzo di Shaw, che ho scelto per proseguire nelle pubblicazioni di questa mia collana ideale, propone, invece, un genere di storia completamente diverso, ma che non per questo risulta alla fine meno spettacolare, drammatica o appassionante: una storia che mi ha conquistato sin dalla prima lettura e che ho sempre considerato un vero capolavoro sia per la trama che per il modo in cui l'autore riesce a descrivere gli stati d'animo dei protagonisti, non riuscendo a spiegarmi perchè quella dell'Urania 740 sia stata la sua unica pubblicazione in Italia.
Ed è per questo che nella collana che da vita ai miei sogni il romanzo di Shaw non poteva mancare di apparire proprio nei primi numeri, accompagnato da quella stessa fantastica copertina, opera di un Thole ispiratissimo, e da una quarta di copertina scritta da me medesimo per l'occasione che spero apprezzerete.

[TABLE][TR][TD][B][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kafbe2f05e2.jpg[/IMG][/B][/TD][TD] [/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=3]Gilbert Snook si considera l'equivalente umano di un neutrino, una persona cioè in grado di viaggiare attraverso la vita senza influenzare od essere influenzato da nulla e da nessuno. Il "pianeta" di Thornton, invece, è un "mondo" di antineutrini, scoperto in modo casuale la cui traiettoria si trova a passare, per un fortuito caso, molto vicina all'orbita terrestre.
Il passaggio di questo eccezionale corpo celeste, al di là dell'enorme valore per l'osservazione scientifica, non dovrebbe portare conseguenze per il nostro pianeta e nemmeno per Snook, eppure, pochi anni dopo il suo passaggio, mentre Snook sta lavorando come insegnante di inglese per dei minatori di un piccolo staterello africano, iniziano a verificarsi strani fenomeni ed i minatori terrorizzati riferiscono che le miniere sono infestate dai fantasmi.
Quale straordinaria relazione lega tra loro Snook, il pianeta Thornton e queste spettrali apparizioni?
Lasciamo che ce lo racconti uno dei più fantasiosi autori di fantascienza che siano mai esistiti, qui impegnato in una delle sue trame più ingegnose e suggestive.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Volumi pubblicati

001 - Isaac ASIMOV - Neanche gli dei
002 - Arthur C. CLARKE - Le fontane del paradiso
003 - Stanislaw LEM - Solaris
004 - Philip K. DICK - Ubik
005 - John WYNDHAM - Il giorno dei Trifidi
006 - Fredric BROWN - Assurdo universo
007 - Howard P. LOVECRAFT - Le montagne della follia
008 - Robert A. HEINLEIN - Fanteria dello spazio
009 - James G. BALLARD - I segreti di Vermilion Sands
010 - Richard MATHESON - Tre millimetri al giorno
011 - Clifford D. SIMAK - L'ospite del senatore Horton
012 - Ray BRADBURY - Cronache marziane
013 - Kurt VONNEGUT jr - Ghiaccio nove
014 - Jack VANCE - Pianeta d'acqua
015 - Bob SHAW - Quando i neutri emergono dalla Terra

E nel prossimo numero ci sarà il graditissimo ritorno di Philip K. Dick, con uno dei suoi romanzi più noti e affascinanti!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 12 Aprile 2011, 21:56:06

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]016 - Gli androidi sognano pecore elettriche? - Philip K. DICK[/B][/SIZE][/COLOR]

Sono stato a lungo indeciso sul titolo migliore con cui presentare questo grande capolavoro di Dick ed anche sulla copertina da apporre al volume. Perchè il suo celeberrimo "[I]Do Androids Dream Of Electric Sheep?[/I]", datato 1968, è stato tradotto in talmente tanti paesi e stampato in talmente tante edizioni che vi assicuro che c'è solo l'imbarazzo della scelta.
Ad aggravare le cose c'è poi il film "[I]Bladerunner[/I]", molto liberamente tratto dal film, che fornisce una storia quasi completamente diversa da quella del romanzo, stravolgendone il messaggio e seppellendolo sotto una valanga di scene d'azione e di sentimenti sicuramente molto più adatti al grande schermo.
Ma il romanzo di Dick è molto più della storia di un "[I]Cacciatore di androidi[/I]" che finisce per immedesimarsi nelle proprie vittime ed è stato proprio questo il motivo che mi ha spinto a riproporre per questa "edizione" la traduzione letterale del titolo originale e la copertina di una edizione britannica del romanzo e precisamente quella della collana "Panther Science Fiction" di cui però ignoro l'illustratore.
Per la quarta di copertina, invece, ho scelto la trama presentata nell'edizione della collana "Cosmo oro" della casa editrice Nord.

[TABLE][TR][TD][B][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2ke0e3f7ba1f.jpg[/IMG][/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Rick Deckard è un cacciatore di androidi. Il suo compito: scovare e "ritirare" le creature artificiali infiltratesi illegalmente sulla Terra. Ma è una missione molto rischiosa: gli androidi da eliminare sono forniti di unità cerebrali Nexus-6, le più sofisticate mai prodotte dai laboratori Rosen. Creature perfette, praticamente indistinguibili dagli umani: solo una speciale apparecchiatura, che misura le reazioni involontarie a una serie di test psicologi ci può rivelare la differenza. Ed è proprio l'incerto confine tra naturale ed artificiale il grande tema di questo romanzo di Dick. Lo scenario è un futuro non troppo lontano, dove l'umanità, stremata dalla guerra nucleare, ha gradualmente abbandonato la Terra, emigrando verso le colonie esterne. La polvere radioattiva ha ucciso moltissime forme di vita e minato la psiche di alcuni esseri umani, gli "speciali" come J.R. Isidore. L'inebetimento televisivo, l'ambigua religione di Wilbur Mercer, il progresso inesorabile dei "kipple" (detriti e rifiuti che si moltiplicano spontaneamente), dipingono un quadro di angoscia e desolazione. L'unica ambizione è quella di possedere un animale autentico, ma i pochi esemplari rimasti hanno prezzi proibitivi, e sono l'ultimo esempio delirante di status symbol (di qui il proliferare di perfette imitazioni elettriche). Un cacciatore come Deckard non può certo aspettarsi di provare alcun sentimento per gli androidi. Ma allora qual è il motivo della sua strana inquietudine, e dell'improvvisa attrazione per Rachel Rosen, affascinante esemplare di Nexus-6? I sintomi di una crisi morale, o il tentativo di dare un significato alla propria esistenza? Ma non ci sono alternative: i Nexus-6 devono essere eliminati, compreso il loro temibile capo, Roy Baty, che attende Deckard nel suo ultimo nascondiglio.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Volumi pubblicati

001 - Isaac ASIMOV - Neanche gli dei
002 - Arthur C. CLARKE - Le fontane del paradiso
003 - Stanislaw LEM - Solaris
004 - Philip K. DICK - Ubik
005 - John WYNDHAM - Il giorno dei Trifidi
006 - Fredric BROWN - Assurdo universo
007 - Howard P. LOVECRAFT - Le montagne della follia
008 - Robert A. HEINLEIN - Fanteria dello spazio
009 - James G. BALLARD - I segreti di Vermilion Sands
010 - Richard MATHESON - Tre millimetri al giorno
011 - Clifford D. SIMAK - L'ospite del senatore Horton
012 - Ray BRADBURY - Cronache marziane
013 - Kurt VONNEGUT jr - Ghiaccio nove
014 - Jack VANCE - Pianeta d'acqua
015 - Bob SHAW - Quando i neutri emergono dalla Terra
016 - Philip K. DICK - Gli androidi sognano pecore elettriche?

E nel prossimo numero una sorpresa: la riproposta dopo quasi 60 anni dalla sua prima (ed unica) pubblicazione di un capolavoro di inestimabile valore della prima fantascienza!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: AgenteD il 13 Aprile 2011, 17:12:41

Poichè, nonostante i miei sforzi[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/1.gif[/IMG] questa rubrica non è ancora il Blog di Urania[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/1.gif[/IMG] posso permettermi di commentare anche "un'uscita" precedente e cioè "Assurdo universo"...Bene, ho poco da dire se non un Grazie, non solo a Maxpullo, ma a tutti gli utenti che commentando in maniera così favorevole questo romanzo mi avevano messo una voglia matta di leggerlo. Dopo averlo trovato nel Millemondi" del '73 posso solo dire che è stata una delle letture più belle (e divertenti) da me fatte nella FS: indubbiamente un posto stra-meritato tra i capolavori!!

E po veniamo a ciò che non va...No, no per carità, per quello che può valere la mia opinione, condivido parola per parola il Tuo giudizio, Maxpullo, espresso nell'altro tread, sull'ultimo numero "Gli androidi...": un capolavoro, non solo della FS ma della letteratura tutta!! Romanzo molto più profondo e complesso del film...

Ok, Buon lavoro!![IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/103.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 16 Aprile 2011, 16:46:36

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]017 - Il triangolo quadrilatero - William F. TEMPLE[/B][/SIZE][/COLOR]

Ogni libro ha il suo destino editoriale che, paradossalmente, non dipende dal suo reale contenuto: accade allora che lavori anche mediocri di un autore "famoso" come può essere un Dick, un Asimov o un Clarke vengano ristampati sino alla noia, mentre capolavori delicati e intelligenti come quello di Temple finiscano nel dimenticatoio o quasi.
Il libro che voglio proporvi per questa uscita della mia collana ha avuto sinora due sole edizioni (perdonate l'ignoranza abissale ma una l'ho scoperta solo oggi): una nel lontanissimo 1952 (come Urania 9) ed un'altra nel 1981 (ne I classici della Fantascienza della Libra), ma rimane tutt'oggi, a mio avviso, uno dei classici fondamentali della fantascienza sia per l'originalità della storia raccontata che per il modo, oserei definire "Shakespeariano", con cui Temple ci narra il dramma dei suoi personaggi, incatenati in un vortice di passioni più grandi di loro.
Sulla scia del successo riscosso dal volume, nel 1953 fu prodotto l'omonimo film ([I]The four sided triangle[/I]) per la regia di Terence Fisher, sfortunatamente mai distribuito in Italia. A titolo di pura curiosità, infine, va detto che questo romanzo è probabilmente uno degli esempi più illustri di come un autore possa riprendere, sviluppare ed ampliare una sua idea già raccontata altrove: per questo suo celebre "triangolo quadrilatero", infatti, Temple riprese, nel 1949, un suo racconto del 1939 avente lo stesso identico titolo e che Urania Collezione ha pubblicato inedito nel numero 049.
Per me questo è uno dei classici libri che una volta letti non si dimenticano ed è per questo che mi permetto il lusso di proporlo tra le prime uscite di questa mia collana ideale, accompagnato dalla stupenda copertina di Caesar che abbelliva la rara edizione dell'Urania numero 9 e dalla quarta di copertina dell'edizione Libra che ho scelto solo dopo aver attentamente considerato che la parola "clonazione" può essere intesa anche in senso genrale di "copia" e non secondo il tecnicismo scientifico che oggi si associa al termine stesso e che mi sono quindi permesso di mettere tra virgolette.

[TABLE][TR][TD][B][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k05c37ab5d4.jpg[/IMG][/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=3]La storia dell'eterno triangolo può mutare radicalmente, grazie ai prodigi della scienza; perché, se due amici amano la stessa ragazza, e se questi due amici sono degli scienziati, e conoscono il grande segreto scientifico della "clonazione"... bene, il triangolo può inaspettatamente diventare quadrilatero, aggiungendo un paradosso sentimentale a un paradosso scientifico. Ma in questa umanissima, commovente opera, scienza e sentimento si mescolano continuamente, proponendoci un dubbio ossessivo sui limiti della scienza, e sui limiti dell'animo umano, dubbi che s'insinuano mano a mano che lo straordinario esperimento scientifico prosegue, mostrando nuovi risvolti che i ricercatori non avevano previsto.
Sorprendente e originale, autenticamente sentito e intenso, questo romanzo viene considerato uno dei fondamentali classici della fantascienza inglese: e anche se l'azione non si svolge nell'immensità degli spazi, né in un remoto futuro, né ai confini del passato, lo sguardo che l'opera getta sulle scienze del nostro tempo - la biologia e l'elettronica - e sul problema fondamentale del nostro tempo - e cioè la comprensione dell'essere umano - è appassionante e avvincente come la più sfrenata avventura negli spazi.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Volumi pubblicati

001 - Isaac ASIMOV - Neanche gli dei
002 - Arthur C. CLARKE - Le fontane del paradiso
003 - Stanislaw LEM - Solaris
004 - Philip K. DICK - Ubik
005 - John WYNDHAM - Il giorno dei Trifidi
006 - Fredric BROWN - Assurdo universo
007 - Howard P. LOVECRAFT - Le montagne della follia
008 - Robert A. HEINLEIN - Fanteria dello spazio
009 - James G. BALLARD - I segreti di Vermilion Sands
010 - Richard MATHESON - Tre millimetri al giorno
011 - Clifford D. SIMAK - L'ospite del senatore Horton
012 - Ray BRADBURY - Cronache marziane
013 - Kurt VONNEGUT jr - Ghiaccio nove
014 - Jack VANCE - Pianeta d'acqua
015 - Bob SHAW - Quando i neutri emergono dalla Terra
016 - Philip K. DICK - Gli androidi sognano pecore elettriche?
017 - William F. TEMPLE - Il triangolo quadrilatero

E nel prossimo numero due grandi novità: la prima è il gradito ritorno in questa collana (che ha peraltro degnamente aperto con uno dei suoi lavori migliori) del "buon dottore" della FS, la seconda è che il suo ritorno segna l'inizio del primo "ciclo" di romanzi che questa collana vuole proporre al suo pubblico...
Non perdetevi quindi la prossima uscita!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 22 Aprile 2011, 11:53:34

[SIZE=4][B][COLOR=#1f497d]018 - Le correnti dello spazio - Isaac ASIMOV[/COLOR][/B][/SIZE]

C'è una prima volta per tutto e questo numero 18 della mia collana ideale celebra bene due prime volte tutte assieme.
Per la prima volta questa collana intraprende l'avventura di pubblicare un ciclo, fatto questo che, come ben sappiamo, è un po' il "punto dolente" di quasi tutte le collane (soprattutto di quelle che amiamo di più ma che preferisco non nominare per non innescare polemiche). Al proposito va detto che c'è l'errata e diffusa convinzione che "i cicli non esistano" ma che ci siano solo degli "ottimi singoli" (per parafrasare una risposta avuta in una discussione su un blog che mi è rimasta impressa).
Per me questo non è vero: è vero che ci sono cicli (come quello di Eymerich ad esempio) i cui romanzi si reggono (e si leggono) bene anche da soli, mentre ce ne sono altri che se salti un romanzo poi si perde gran parte del fascino della lettura (come ad esempio quelli di Vance o quelli di Sheffield del ciclo "Heritage universe"), ma in entrambi i casi leggere tutte le storie serve ad avere un quadro completo della vicenda e la presunta disparità che talvolta si può riscontrare tra la qualità di un romanzo ed i successivi non dovrebbe spaventare un curatore.
Pubblicare un ciclo vuol dire, per me, prendersi un impegno con i lettori, anche se questo vuol dire aumentare a dismisura il piano di un'opera: se, infatti, Clarke, Adams, Asimov, Brin o Evangelisti hanno sentito l'esigenza di raccontarci storie di più ampio respiro, suddivise in più volumi, nessuno può contestare la loro scelta e privare il lettore di tasselli utili alla lettura di una trama che ha bisogno di più libri per dipanarsi ed ogni ciclo va presentato nella sua interezza, con tutti i suoi pregi o difetti.
La politica di questa collana riguardo i cicli, visto che non devo fronteggiare costi o questioni di diritti di pubblicazione, sarà quella di pubblicare consecutivamente i titoli di quei cicli per i quali la lettura dei romanzi dovrebbe essere ravvicinata e di "distribuire" nel piano dell'opera i titoli degli altri cicli: in entrambi i casi un ciclo non prenderà mai più di tre uscite consecutive e sarà inframezzato da altri titoli per non monopolizzare le uscite (soprattutto quando i romanzi sono più di quattro).
La seconda novità di questa uscita è che, visto che siamo già a18 titoli ed i primi volumi sono ormai esauriti da tempo, il consueto elenco dei "Volumi pubblicati" sarà sostituito dall'assai più celebre elenco degli "Ultimi volumi pubblicati".
Ma ora basta parlare: lascio la parola ad Isaac Asimov ed al primo capitolo (secondo le indicazioni che lui stesso ci ha lasciato) della saga universalmente conosciuta come "Il ciclo dell'impero", qui presentata con la magnifica copertina di Thole per l'edizione Oscar Fantascienza della Mondadori (recuperata grazie alla preziosa collaborazione dello scanner trifidico) e dalla trama in quarta di copertina che leggiamo nell'edizione Urania Classici numero 52.

[TABLE][TR][TD][B][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k5bdb2fbec9.jpg[/IMG][/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=3]Di Isaac Asimov si puo dire che il suo stesso nome è un classico. In tutto il mondo, anche chi non legge fantascienza ha perlomeno sentito parlare di lui, e a lui anzitutto si avvicina il profano che vuole farsi un'idea di questo genere letterario. Tanta celebrità è ampiamente meritata: narratore generoso, abilissimo costruttore di trame, Asimov dà sempre qualcosa di più.
Inventa un pianeta dove si fabbrica un tessuto prezioso, unico nella Galassia; ma lo colloca su uno sfondo di lotte grandiose, dove e in gioco la vita di cinquecento milioni di esseri umani. C'è un diabolico intrigo politico-poliziesco, dove però risulta decisivo un bacio rubato a una ragazza aristocratica. C'e una sonda psichica, arma crudele che distrugge la memoria; e c'è, dietro la rete degli imperi e dei mondi, il lento fluire di una minaccia cosmica, annidata nelle vaste correnti che da sempre percorrono la Galassia.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

003 - Stanislaw LEM - Solaris
004 - Philip K. DICK - Ubik
005 - John WYNDHAM - Il giorno dei Trifidi
006 - Fredric BROWN - Assurdo universo
007 - Howard P. LOVECRAFT - Le montagne della follia
008 - Robert A. HEINLEIN - Fanteria dello spazio
009 - James G. BALLARD - I segreti di Vermilion Sands
010 - Richard MATHESON - Tre millimetri al giorno
011 - Clifford D. SIMAK - L'ospite del senatore Horton
012 - Ray BRADBURY - Cronache marziane
013 - Kurt VONNEGUT jr - Ghiaccio nove
014 - Jack VANCE - Pianeta d'acqua
015 - Bob SHAW - Quando i neutri emergono dalla Terra
016 - Philip K. DICK - Gli androidi sognano pecore elettriche?
017 - William F. TEMPLE - Il triangolo quadrilatero
018 - Isaac ASIMOV - Le correnti dello spazio

E nel prossimo numero ci sarà il secondo episodio di questa memorabile saga.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: PabloE il 22 Aprile 2011, 12:21:55

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=60#52615 date=1303466014]
[SIZE=3]narratore generi abilissimo costruttore di trame, Asimov da sempre qualcosa di più.[/SIZE]
[/quote]

com'è? [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/Generiche/sogghignare.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 22 Aprile 2011, 12:28:02

[quote author=PabloE qlnk=board=9&threadid=5060&start=60#52619 date=1303467715]
[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=60#52615 date=1303466014]
[SIZE=3]narratore generi abilissimo costruttore di trame, Asimov da sempre qualcosa di più.[/SIZE]
[/quote]

com'è? [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/Generiche/sogghignare.gif[/IMG]
[/quote]


[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/32.gif[/IMG]

"Generi abilissimo" è una specie di ablativo cogitativo che abbiamo scelto per nascondere un simpatico refuso nel nostro db.
Comunque ho preso la scritta giusta da Mondo Urania ed ora correggo pure la nostra scheda.
Grazie della segnalazione...

E menomale che non eravamo andati in stampa!

[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/71.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 23 Aprile 2011, 14:38:22

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]019 - Il tiranno dei mondi - Isaac ASIMOV[/B][/SIZE][/COLOR]

Tra tutti i romanzi di Asimov, "[I]Il tiranno dei mondi[/I]" è quello probabilmente più importante e ricco di storia e non solo perchè ha visto la luce già nel lontanto 1951, ma anche perchè fu il romanzo che, nonostante alcuni iniziali rifiuti da parte dell'editore, segnò il decollo dello stesso autore nella narrativa fantascientifica. La sua prima apparizione in Italia è datata addirittura 1953 all'interno dello storico numero 3 di Urania Rivista.
Il libro, inoltre, scritto e pubblicato prima de "[I]Le correnti dello spazio[/I]" e narrante vicende antecedenti a questo, pone in primo piano la non trascurabile questione dell'ordine in cui andrebbero presentate le storie del ciclo stesso: la scelta di pubblicare i due romanzi in questo ordine è dovuta alle indicazioni che lo stesso Asimov ha stabilito nella prefazione del suo "[I]Preludio alla fondazione[/I]".
E quindi, accompagnato dalla copertina di Joe Bergeron e dalla quarta di copertina dell'edizione Mondadori nella collana Oscar Bestsellers, ecco a voi il libro che diede l'avvio alla fortuna di Asimov.

[TABLE][TR][TD][B][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k44d7ddbd45.jpg[/IMG][/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=3]Biron Farrill è un giovane come ce ne sono tanti, ma il suo destino è diverso: coinvolto in una serie di eclatanti avventure che hanno come scacchiera la galassia, dovrà rendersi conto che si sta giocando una partita da cui dipendono le sorti del cosmo. Chi sono i dominatori del pianeta Tyrann? Che cosa vuole il commissario Aratap? Quale mistero si nasconde dietro la nebulosa della Testa di Cavallo?
"[I]Il Tiranno dei mondi[/I]" precede il ciclo della Fondazione e ne costituisce la logica e appassionante premessa.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

004 - Philip K. DICK - Ubik
005 - John WYNDHAM - Il giorno dei Trifidi
006 - Fredric BROWN - Assurdo universo
007 - Howard P. LOVECRAFT - Le montagne della follia
008 - Robert A. HEINLEIN - Fanteria dello spazio
009 - James G. BALLARD - I segreti di Vermilion Sands
010 - Richard MATHESON - Tre millimetri al giorno
011 - Clifford D. SIMAK - L'ospite del senatore Horton
012 - Ray BRADBURY - Cronache marziane
013 - Kurt VONNEGUT jr - Ghiaccio nove
014 - Jack VANCE - Pianeta d'acqua
015 - Bob SHAW - Quando i neutri emergono dalla Terra
016 - Philip K. DICK - Gli androidi sognano pecore elettriche?
017 - William F. TEMPLE - Il triangolo quadrilatero
018 - Isaac ASIMOV - Le correnti dello spazio
019 - Isaac ASIMOV - Il tiranno dei mondi

E nel prossimo numero l'ultimo romanzo del ciclo dell'impero!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 25 Aprile 2011, 11:20:09

[SIZE=4][B][COLOR=#1f497d]020 - Pària dei cieli - Isaac ASIMOV[/COLOR][/B][/SIZE]

Se le coinvidenze possono avere un significato, io personalmente, in veste di curatore di questa collana, non posso che augurarmi che questa coincidenza di numerazione tra la mia collana e la storica collana de "I romanzi di Urania" possa portare alla prima la stessa fortuna e lo stesso successo che il tempo ha decretato per la seconda.
Che "Pària dei cieli" abbia lo stesso numero sulle due collane è un fatto che ho notato proprio oggi, prima di decidermi a pubblicare questa scheda che conclude il cosidetto "Ciclo dell'impero" mentre cercavo nel db la quarta di copertina che meglio introducesse la vicenda.
Alla fine ho scelto quella de "I classici della Fantascienza" della Libra, mentre la copertina, nonostante l'agguerrita concorrenza di svariate edizioni italiane ed estere, non poteva essere che quella di Karel Thole, apparsa sul bellissimo Urania 442.

[TABLE][TR][TD][B][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kd6946f9880.jpg[/IMG][/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=3]Cosa significa scivolare nel tempo? Gli esperimenti atomici, sfuggendo al controllo, potrebbero produrre delle brecce nel nostro continuum temporale... e fare in modo che un uomo dei nostri giorni, un tranquillo sarto in pensione, senza alcuna preoccupazione al mondo, si ritrovi d'un tratto in una Terra alla fine della sua storia, tra migliaia e migliaia d'anni. Una Terra che è diventata il ghetto dello spazio: immense distese radioattive coprono le sue pianure, e di notte la luminescenza azzurrina rischiara l'orizzonte; e i terrestri sono i reietti, i discriminati di un grande Impero Galattico giunto a vertici altissimi di civiltà e di grandezza. Muto testimone di eventi colossali, il sarto del ventesimo secolo si trova di fronte a un evento che potrebbe segnare la fine dell'universo conosciuto... perché i paria della Terra, orgogliosi del loro passato e umiliati da centinaia d'anni d'inferiorità nei confronti delle più fortunate razze delle stelle, preparano una spaventosa vendetta che potrebbe travolgere, in una lunga e disperata guerra biologica, tutti i mondi della galassia. Questo è il romanzo che ha dato a Isaac Asimov la celebrità nel campo della fantascienza: la storia che mescola affascinanti visioni del futuro e appassionanti anticipazioni scientifiche, oltre a un senso di comprensione umana, una compiuta psicologia dei personaggi, che ne fanno un classico famoso e celebrato in tutto il mondo.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

005 - John WYNDHAM - Il giorno dei Trifidi
006 - Fredric BROWN - Assurdo universo
007 - Howard P. LOVECRAFT - Le montagne della follia
008 - Robert A. HEINLEIN - Fanteria dello spazio
009 - James G. BALLARD - I segreti di Vermilion Sands
010 - Richard MATHESON - Tre millimetri al giorno
011 - Clifford D. SIMAK - L'ospite del senatore Horton
012 - Ray BRADBURY - Cronache marziane
013 - Kurt VONNEGUT jr - Ghiaccio nove
014 - Jack VANCE - Pianeta d'acqua
015 - Bob SHAW - Quando i neutri emergono dalla Terra
016 - Philip K. DICK - Gli androidi sognano pecore elettriche?
017 - William F. TEMPLE - Il triangolo quadrilatero
018 - Isaac ASIMOV - Le correnti dello spazio
019 - Isaac ASIMOV - Il tiranno dei mondi
020 - Isaac ASIMOV - Pària dei cieli

E nel prossimo numero arriva un imperdibile classico della coppia d'oro della SF: Frederik Pohl & Cyril M. Kornbluth!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 28 Aprile 2011, 12:15:34

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]021 - Gladiatore in legge - Frederik POHL & Cyril M. KORNBLUTH[/B][/SIZE][/COLOR]

Nonostante le uscite siano quasi del tutto pianificate fino al fatidico numero 100, sono stato a lungo indeciso sul titolo da pubblicare per questo numero, in quella che prevedevo essere una fase piuttosto delicata della mia collana ideale: la considerazione, infatti, che siamo appena usciti da un ciclo di romanzi considerati si dei classici ma che non sempre hanno riscosso quel generale ed incondizionato tributo che generalmente riscuote il nome di Asimov, unita alla considerazione che stanno per uscire consecutivamente due dei miei romanzi preferiti di sempre, anche questi non sempre universalmente riconosciuti ed apprezzati, fanno si che questo numero 21 fosse particolarmente sfidante e critico.
E così, tanto perchè le coincidenze mi piacciono e le trovo di buon auspicio, per questo numero la mia scelta finale è caduta sul romanzo che meglio di tutti avrebbe saputo render tangibile il concetto di "sfida". Si può quindi dire che abbia scelto di seguire idealmente le orme del giovane Mundin, protagonista del celebre "[I]Gladiator-at-law[/I]" e di sfidare un ideale (e critico) establishment fantascientifico, riproponendo a sorpresa un classico che, pur non essendo il miglior frutto della collaborazione tra Pohl e Kornbluth, rappresenta, a mio avviso, un importante tassello della fantascienza "sociologica".
Ecco a voi, quindi, il celebre classico scritto a quattro mani da Frederik Pohl e Cyril Michael Korbluth, che viene qui riproposto con la bellissima copertina di Luigi Garonzi, che appare sul numero 191 de "I romanzi del Cosmo" editi da Ponzoni e dalla quarta di copertina, che magnificamente ne illustra il contenuto, ripresa dal numero 14 de "I classici della Fantascienza" della Libra.

[TABLE][TR][TD][B][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kdcb46a893d.jpg[/IMG][/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=3]Nell'America del futuro, le grandi Compagnie controllano completamente la popolazione: il cibo, le case, le automobili, e ogni altra proprietà, sono semplicemente concesse in usufrutto alle persone che sono legate a qualche Società da un contratto di lavoro: chi viene licenziato, chi perde il lavoro, perde ogni diritto, e deve trasferirsi alla periferia dei grandi centri urbani, a Torcibudella... il quartiere che ogni città possiede, il ghetto destinato ai disoccupati, ai disadattati, agli sconfitti... il quartiere nato come oasi residenziale, e gradualmente decaduto, fino a trasformarsi in una trappola mortale per coloro che erano caduti nella trappola degli acquisti con troppo prolungati e costosi mutui ipotecari.
E la popolazione, in una situazione potenzialmente esplosiva, viene narcotizzata con grandi spettacoli d'inaudita brutalità, un ritorno ai vecchi giochi dei gladiatori, nei quali migliaia di disgraziati muoiono per dare sfogo alle capacità di rivolta delle masse.
Ma un giorno un giovane avvocato, senza soldi e senza clienti, che vive grazie all'interessata generosità di un avido arrivista politico, si ritrova tra le mani una causa esplosiva... e si accorgerà che combattere contro i centri di potere e contro il mercato azionario è più pericoloso che sfidare la morte su di un pianeta alieno![/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

006 - Fredric BROWN - Assurdo universo
007 - Howard P. LOVECRAFT - Le montagne della follia
008 - Robert A. HEINLEIN - Fanteria dello spazio
009 - James G. BALLARD - I segreti di Vermilion Sands
010 - Richard MATHESON - Tre millimetri al giorno
011 - Clifford D. SIMAK - L'ospite del senatore Horton
012 - Ray BRADBURY - Cronache marziane
013 - Kurt VONNEGUT jr - Ghiaccio nove
014 - Jack VANCE - Pianeta d'acqua
015 - Bob SHAW - Quando i neutri emergono dalla Terra
016 - Philip K. DICK - Gli androidi sognano pecore elettriche?
017 - William F. TEMPLE - Il triangolo quadrilatero
018 - Isaac ASIMOV - Le correnti dello spazio
019 - Isaac ASIMOV - Il tiranno dei mondi
020 - Isaac ASIMOV - Pària dei cieli
021 - Frederik POHL & Cyril M. KORNBLUTH - Gladiatore in legge

Nel prossimo numero torna invece Heinlein!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 04 Maggio 2011, 12:54:20

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]022 - La porta sull'estate - Robert A. HEINLEIN[/B][/SIZE][/COLOR]

Questa non è la presentazione della nuova uscita di questa mia collana ideale: è una dichiarazione d'amore.
Si, perchè se la maschera del "perfetto curatore" può aver celato il velo di emozione che ho avuto nel presentarvi "[I]Quando i neutri emergono dalla Terra[/I]" o "[I]L'ospite del senatore Horton[/I]", so già che questa non potrebbe mai nascondere tutto l'affetto che ancora oggi provo verso il capolavoro di Heinlein, opera che più di ogni altra ha contribuito ad avvicinarmi a questo affascinante genere.
E se il romanzo di Simak, complice la bellissima copertina, ci ha messo un po' di tempo prima di conquistarsi definitivamente il suo posticino privilegiato nel mio cuore, il romanzo di Heinlein è stato invece il classico "amore a prima vista", una folgorazione immediata e senza scampo che, pur se supportata da riscontri oggettivi e da conferme da parte di altri amici che l'hanno letto prima o dopo di me, rimane sempre nel campo dell'irrazionale e dell'impossibile da definire.
Il curatore, quindi, per oggi si farà da parte, ed eviterà persino di imbonirvi la "causa" del classico bistrattato dall'editoria italiana, perchè, in fondo, le quattro ristampe nelle collane Urania ed il silenzio delle altre collane che, assieme alla Mondadori, hanno "portato" la fantascienza in Italia raccontano già abbastanza bene la storia di un libro che pochi conoscono senza bisogno di aggiungere altro. E, facendosi da parte, il curatore lascerà a voi lettori il giudizio ultimo sull'opera e sulla sua effettiva validità, ma sappiate che il giudizio dell'uomo che veste i panni del curatore rimarrà immutato ed immutabile qualunque sia il vostro giudizio.
E quindi, accompagnato dalla stupenda ed enigmatica copertina di Karel Thole e dalla stringatissima trama in quarta di copertina che rendono speciale l'Urania 494, ecco a voi il mio romanzo di SF preferito.

[TABLE][TR][TD][B][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k542ef6fa74.jpg[/IMG][/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=3]Un uomo e il suo gatto in una vecchia, fredda casa del Connecticut, che ha undici porte sull'inverno. Ma questa coppia di eremiti non resterà sempre fuori dal mondo: ci sono in gioco una colossale operazione finanziaria, una ingegnosissima truffa, una prodigiosa serie di automi, un segreto andirivieni nel tempo, una ragazza surgelata. E il gioco è condotto da uno dei maestri della fantascienza, qui nella sua vena più divertente e inventiva.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

007 - Howard P. LOVECRAFT - Le montagne della follia
008 - Robert A. HEINLEIN - Fanteria dello spazio
009 - James G. BALLARD - I segreti di Vermilion Sands
010 - Richard MATHESON - Tre millimetri al giorno
011 - Clifford D. SIMAK - L'ospite del senatore Horton
012 - Ray BRADBURY - Cronache marziane
013 - Kurt VONNEGUT jr - Ghiaccio nove
014 - Jack VANCE - Pianeta d'acqua
015 - Bob SHAW - Quando i neutri emergono dalla Terra
016 - Philip K. DICK - Gli androidi sognano pecore elettriche?
017 - William F. TEMPLE - Il triangolo quadrilatero
018 - Isaac ASIMOV - Le correnti dello spazio
019 - Isaac ASIMOV - Il tiranno dei mondi
020 - Isaac ASIMOV - Pària dei cieli
021 - Frederik POHL & Cyril M. KORNBLUTH - Gladiatore in legge
022 - Robert A. HEINLEIN - La porta sull'estate

E se in lontananza udite il rimbombo di passi pesanti e se l'acqua nel bicchiere poggiato sul tavolo inizia a mostrare delle increspature che si susseguono ritmicamente non vi preoccupate: non è il tanto temuto terremoto che dovrebbe distruggere Roma il prossimo 11 Maggio, ma è solo il prossimo numero della collana che si annuncia da se...


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 04 Maggio 2011, 12:58:21

Bravo Max, era ora che qualcuno ristampasse questo capolavoro.[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k7e5606135c.jpg[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Arne Saknussemm il 04 Maggio 2011, 19:44:38

Vorrei tanto leggerlo !! (La porta sull'estate...)

Vorrei tanto trovarlo in giro.... ma come dici tu, sembra una rarità !!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: PabloE il 04 Maggio 2011, 21:43:06

[quote author=Arne Saknussemm qlnk=board=9&threadid=5060&start=60#52964 date=1304531078]
Vorrei tanto leggerlo !! (La porta sull'estate...)

Vorrei tanto trovarlo in giro.... ma come dici tu, sembra una rarità !!
[/quote]

Si trova anche nel millemondi estate 1975, io me lo sono ritrovato quasi per caso [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_smiley.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 09 Maggio 2011, 12:54:48

[SIZE=4][B][COLOR=#1f497d]023 - Jurassic Park - Michael CRICHTON[/COLOR][/B][/SIZE]

Diciamoci la verità: il connubio tra cinema e fantascienza non sempre è riuscito a portare risultati veramente felici e, salvo pochissime eccezioni, raramente il grande schermo è stato in grado di trasmettere al pubblico l'impressione che la fantascienza, al pari dell'horror, sia qualcosa in più che un "genere minore".
Non solo i risultati del connubio possono essere discutibili ed approssimativi come accade per esempio con filmetti tipo "[I]The core[/I]", ma, talvolta, anche capolavori indiscussi ed indiscutibili come "[I]Solaris[/I]" o "[I]2001 odissea nello spazio[/I]" fanno fatica ad ottenere consensi perchè latori di messaggi non sempre pienamente comprensibili e soprattutto assai difficili da rendere attraverso una sceneggiatura.
Il cinema deve trasmettere soprattutto emozioni e presentare storie avvincenti e di semplice comprensione ed è proprio per questo motivo che film magari meno "impegnati" come "[I]Avatar[/I]" o "[I]Star Wars[/I]" finiscono per ricevere molto più consenso da parte del grande pubblico rispetto ad altre storie, considerate capisaldi della fantascienza, ma che possono essere apprezzate e comprese davvero sino in fondo solo dagli amanti del genere.
"[I]Jurassic Park[/I]" rappresenta, a mio modesto avviso, uno dei pochissimi esempi in cui il connubio tra cinema ed SF è stato particolarmente felice sotto ogni punto di vista: gli amanti della fantascienza, infatti, saranno liberi di speculare "ad libitum" sulle enormi potenzialità offerte dallo strumento della clonazione e sulla felice intuizione che è alla base del romanzo di Crichton, mentre tutti gli altri si ritroveranno a godere di una storia semplice, appassionante, ricca di azione e di tutto il fascino e l'attrattiva che i dinosauri hanno da sempre esercitato su adulti e bambini. Insomma, "[I]Jurassic Park[/I]" è una storia per tutti i "palati" che, nonostante l'età relativamente "giovane" possiamo, a tutti gli effetti, considerare ormai un vero e proprio classico del genere fantascientifico.
E quindi, accompagnato dalla celebre immagine di copertina opera di Chip Kidd e dalla convincente quarta di copertina dell'edizione TEAdue, ecco a voi un assaggio di quel mondo perduto che riprende vita grazie all'arte di due genii del calibro di Crichton e Spielberg.

[TABLE][TR][TD][B][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kbcde1f4ca9.jpg[/IMG][/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=3]A Isla Nublar, un'isoletta sperduta al largo del Costa Rica, uno dei più incredibili sogni dell'umanità è diventato realtà: un miracolo dell'ingegneria genetica ha reso possibile recuperare, riprodurre e clonare il DNA dei dinosauri.
Tra poco il Jurassic Park aprirà le porte, e milioni di visitatori increduli potranno ammirare i triceratopi e gli stegosauri, i temibili Velociraptor e lo spaventoso Tyrannosaurus rex, nel loro ambiente naturale, a 65 milioni di anni dalla loro estinzione... Il Jurassic Park sarà un trionfo, il parco di attrazioni più grande del mondo, un'enorme fabbrica di soldi, il paradiso dei paleontologi: tutto è stato programmato.
Tutto?[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

008 - Robert A. HEINLEIN - Fanteria dello spazio
009 - James G. BALLARD - I segreti di Vermilion Sands
010 - Richard MATHESON - Tre millimetri al giorno
011 - Clifford D. SIMAK - L'ospite del senatore Horton
012 - Ray BRADBURY - Cronache marziane
013 - Kurt VONNEGUT jr - Ghiaccio nove
014 - Jack VANCE - Pianeta d'acqua
015 - Bob SHAW - Quando i neutri emergono dalla Terra
016 - Philip K. DICK - Gli androidi sognano pecore elettriche?
017 - William F. TEMPLE - Il triangolo quadrilatero
018 - Isaac ASIMOV - Le correnti dello spazio
019 - Isaac ASIMOV - Il tiranno dei mondi
020 - Isaac ASIMOV - Pària dei cieli
021 - Frederik POHL & Cyril M. KORNBLUTH - Gladiatore in legge
022 - Robert A. HEINLEIN - La porta sull'estate
023 - Michael CRICHTON - Jurassic Park

E nel prossimo numero, che concluderà questa "annata di pubblicazioni", assisteremo all'esordio in questa collana di un altro grande interprete della SF: Theodore Sturgeon!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: gretana il 09 Maggio 2011, 12:58:55

[quote author=Arne Saknussemm qlnk=board=9&threadid=5060&start=60#52964 date=1304531078]
Vorrei tanto leggerlo !! (La porta sull'estate...)

Vorrei tanto trovarlo in giro.... ma come dici tu, sembra una rarità !!
[/quote]

Val la pena far pazzie per averlo[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/8.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: dhr il 09 Maggio 2011, 15:32:04

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#53167 date=1304938488]
[SIZE=4][B][COLOR=#1f497d]023 - Jurassic Park - Michael CRICHTON[/COLOR][/B][/SIZE]
[/quote]

il film (il primo) è davvero un capolavoro della SF. ma il romanzo vale onestamente poco.
anche perché il film non è "tratto da", ma è stato pensato in concomitanza con il romanzo, partendo da un canovaccio di base comune.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 09 Maggio 2011, 19:02:46

[quote author=dhr qlnk=board=9&threadid=5060&start=75#53176 date=1304947924]
[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#53167 date=1304938488]
[SIZE=4][B][COLOR=#1f497d]023 - Jurassic Park - Michael CRICHTON[/COLOR][/B][/SIZE]
[/quote]

il film (il primo) è davvero un capolavoro della SF. ma il romanzo vale onestamente poco.
anche perché il film non è "tratto da", ma è stato pensato in concomitanza con il romanzo, partendo da un canovaccio di base comune.
[/quote]


Sul valore del film non si discute, ma su quello del romanzo mi permetto di dissent(er)ire: innanzitutto perchè senza l'idea iniziale di Michael Crichton Steven Spielberg avrebbe avuto ben poco da realizzare ed in secondo luogo perchè il romanzo di Crichton non è solo un pout-pourri di dinosauri mangiauomini e fughe precipitose, ma anche e soprattutto lo sviluppo di una idea interessante ed originale sulla clonazione, portata avanti con maestria ed ingegno e condita con le mirabili osservazioni del "dottor Ian Malcom" sulla cosidetta teoria del caos che rappresentano in definitiva l'originalissimo modo scelto da Crichton per riproporre il tema del rapporto tra scienza ed etica (Malcom è una sorta di grillo parlante) e per raccontare in modo esemplare come il presunto controllo dell'uomo sulla natura sia sostanzialmente una balla... sbilanciandomi potrei quasi dire che Crichton fa in qualche maniera il verso a Lem, sbeffeggiando allegramente il metodo scientifico e la presunzione umana di riuscire a conoscere e controllare il mondo attraverso la scienza.
Lem lo fa seppellendo i suoi scienziati sotto cumuli di dati e analisi del tutto indecifrabili, mentre Crichton si limita a lasciare che le cose seguano il loro corso sino ai più drammatici sviluppi...
Personalmente do 10 al film e 9,5 al romanzo.
Ma so già di essere in minoranza (mentale) per cui questa rimane ovviamente solo la mia opinione
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_thumbup.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Darkyo il 09 Maggio 2011, 19:36:04

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=75#53181 date=1304960566]

Sul valore del film non si discute, ma su quello del romanzo mi permetto di dissent(er)ire: innanzitutto perchè senza l'idea iniziale di Michael Crichton Steven Spielberg avrebbe avuto ben poco da realizzare ed in secondo luogo perchè il romanzo di Crichton non è solo un pout-pourri di dinosauri mangiauomini e fughe precipitose, ma anche e soprattutto lo sviluppo di una idea interessante ed originale sulla clonazione, portata avanti con maestria ed ingegno e condita con le mirabili osservazioni del "dottor Ian Malcom" sulla cosidetta teoria del caos che rappresentano in definitiva l'originalissimo modo scelto da Crichton per riproporre il tema del rapporto tra scienza ed etica (Malcom è una sorta di grillo parlante) e per raccontare in modo esemplare come il presunto controllo dell'uomo sulla natura sia sostanzialmente una balla... sbilanciandomi potrei quasi dire che Crichton fa in qualche maniera il verso a Lem, sbeffeggiando allegramente il metodo scientifico e la presunzione umana di riuscire a conoscere e controllare il mondo attraverso la scienza.
Lem lo fa seppellendo i suoi scienziati sotto cumuli di dati e analisi del tutto indecifrabili, mentre Crichton si limita a lasciare che le cose seguano il loro corso sino ai più drammatici sviluppi...
Personalmente do 10 al film e 9,5 al romanzo.
Ma so già di essere in minoranza (mentale) per cui questa rimane ovviamente solo la mia opinione
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_thumbup.gif[/IMG]
[/quote]


Sono dello stesso parere.
Avevo meno di 10 anni quando uscì il film e, naturalmente, me ne innamorai all'istante (una sola parola: dinosauri!). Poi, qualche anno dopo, venne il romanzo: molto diverso, più complesso, con un messaggio che è proprio quello che hai indicato tu.
Del resto, come ben dimostra il suo ultimo [I]NEXT[/I], Crichton nello scrivere un libro aveva a cuore soltanto un'idea, un pensiero, un'interpretazione della realtà spesso provocatoria (vd. [I]Stato di paura[/I]), che "raccontava" allestendo un intreccio avventuroso o [I]thrilling.[/I]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: waferdi il 09 Maggio 2011, 19:36:27

[quote author=gretana qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#53168 date=1304938735]
[quote author=Arne Saknussemm qlnk=board=9&threadid=5060&start=60#52964 date=1304531078]
Vorrei tanto leggerlo !! (La porta sull'estate...)

Vorrei tanto trovarlo in giro.... ma come dici tu, sembra una rarità !!
[/quote]

Val la pena far pazzie per averlo[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/8.gif[/IMG]
[/quote]


Dopo lungoooooooooo tempo lo ho in inglese, intanto me lo gusto guardandolo, prima o poi lo leggerò, sto aspettando il tempo delle fregole, o erano fragole? e mi sa che stanno passando, specie quelle con la panna[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_tongue.gif[/IMG][IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_tongue.gif[/IMG][IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_tongue.gif[/IMG], insomma, volevo dire una cosa ed è finita che ne ho detto un'altra...cosa stavo dicendo? boh[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_sad.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 09 Maggio 2011, 19:40:03

[quote author=waferdi qlnk=board=9&threadid=5060&start=75#53183 date=1304962587]
[quote author=gretana qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#53168 date=1304938735]
[quote author=Arne Saknussemm qlnk=board=9&threadid=5060&start=60#52964 date=1304531078]
Vorrei tanto leggerlo !! (La porta sull'estate...)

Vorrei tanto trovarlo in giro.... ma come dici tu, sembra una rarità !!
[/quote]

Val la pena far pazzie per averlo[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/8.gif[/IMG]
[/quote]


Dopo lungoooooooooo tempo lo ho in inglese, intanto me lo gusto guardandolo, prima o poi lo leggerò, sto aspettando il tempo delle fregole, o erano fragole? e mi sa che stanno passando, specie quelle con la panna[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_tongue.gif[/IMG][IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_tongue.gif[/IMG][IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_tongue.gif[/IMG], insomma, volevo dire una cosa ed è finita che ne ho detto un'altra...cosa stavo dicendo? boh[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_sad.gif[/IMG]
[/quote]

A Wafer, ma che te sei fumato?[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k8fd909613a.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: dhr il 09 Maggio 2011, 21:22:41

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#53181 date=1304960566]
il romanzo di Crichton non è solo un pout-pourri di dinosauri mangiauomini e fughe precipitose, ma anche e soprattutto lo sviluppo di una idea interessante ed originale sulla clonazione, portata avanti con maestria ed ingegno e condita con le mirabili osservazioni del "dottor Ian Malcom" ...
[/quote]

tutte idee che lo scrittore ricicla da autori vari.
è vero, anche Verne, Wells ecc. avevano le loro fonti, ma poi ci mettevano del proprio, e quel "proprio" è quello che è rimasto fino a oggi.
quanto al livello letterario, forse è colpa delle traduzioni (ammazzarli tutti, a quelli) ma il testo mi è parso veramente misero. nonostante l'adorazione che nutro verso i dinos, l'ho dovuto mollare ben prima di metà.
il film invece l'ho visto un sacco di volte --- anche se "ho perso un po' di stima" di JP ecc. dopo aver visto [I]Il mostro della Laguna Nera[/I]. ossia, dopo gli anni '50, trovare situazioni (non teorie) davvero nuove è quasi impossibile.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: gretana il 10 Maggio 2011, 12:47:05

Tornando per un attimo a Heinlein, ma... "La via della Gloria"? Nessuno ne parla mai? [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_huh.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 10 Maggio 2011, 13:37:20

[quote author=gretana qlnk=board=9&threadid=5060&start=75#53223 date=1305024425]
Tornando per un attimo a Heinlein, ma... "La via della Gloria"? Nessuno ne parla mai? [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_huh.gif[/IMG]
[/quote]

Magari uno di questi giorni apriamo un bel topic su Heinlein, così parliamo anche di quello.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 15 Maggio 2011, 11:21:16

[SIZE=4][B][COLOR=#0070c0]024 - Nascita del superuomo - Theodore STURGEON[/COLOR][/B][/SIZE]

E come annunciato nell'editoriale, questo secondo anno di pubblicazioni virtuali si chiude con un altro grande maestro della fantascienza: Theodore Sturgeon, con quello che probabilmente è il suo lavoro più conosciuto ed apprezzato.
Come in altri casi non sono in grado di spendere troppe parole nè sul libro (che non ho letto), nè sull'autore che conosco solo in parte e lascio che questo immortale classico della fantascienza si presenti da solo, attraverso la stupenda copertina, opera di Robert Pepper, che fregia l'edizione "Ballantine books" del romanzo ed attraverso le entusiastiche parole di Giuseppe Genna riportate nella quarta di copertina dell'edizione Urania Collezione.
[I]Se esiste un'età dell'oro della fantascienza - ed esiste -, il libro che state per leggere è un gioiello a ventiquattro carati, catapultatosi col teletrasporto da un altro tempo direttamente fra le vostre mani. Questo teletrasporto si chiama letteratura. E Theodore Sturgeon, l'autore del libro in questione, è un uomo che meriterebbe di essere fatto oggetto di un culto a parte, una religione jedi tutta dedita a venerare il genio di chi è riuscito a scrivere un capolavoro capace di farci pensare e/o divertire con una maestria ineguagliabile.
(Giuseppe Genna)

[/I] [TABLE][TR][TD][B][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kcae1949574.jpg[/IMG][/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=3]Sei esseri soli al mondo scoprono di avere ognuno un meraviglioso talento: mettendosi insieme possono formare un tutto unico d'infinita potenza. Il primo è un idiota, un erculeo bambino che non sa nè pensare né parlare, ma che ha la facoltà di leggere i pensieri negli occhi degli altri. La seconda è una ragazzina che può far muovere gli oggetti al comando del pensiero. Poi ci sono due gemelle nere che possono teletrasportarsi a piacere, un bambino mongoloide che vive nel silenzio, il cui cervello funziona però come un calcolatore elettronico, e infine un ragazzo di otto anni che ha gli istinti di un giovane delinquente, ma un'intelligenza e una forza di comando quasi sovrumane. Unendosi, questi esseri fanno parte come di un unico organismo che acquista una sua potente, devastante personalità...[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

009 - James G. BALLARD - I segreti di Vermilion Sands
010 - Richard MATHESON - Tre millimetri al giorno
011 - Clifford D. SIMAK - L'ospite del senatore Horton
012 - Ray BRADBURY - Cronache marziane
013 - Kurt VONNEGUT jr - Ghiaccio nove
014 - Jack VANCE - Pianeta d'acqua
015 - Bob SHAW - Quando i neutri emergono dalla Terra
016 - Philip K. DICK - Gli androidi sognano pecore elettriche?
017 - William F. TEMPLE - Il triangolo quadrilatero
018 - Isaac ASIMOV - Le correnti dello spazio
019 - Isaac ASIMOV - Il tiranno dei mondi
020 - Isaac ASIMOV - Pària dei cieli
021 - Frederik POHL & Cyril M. KORNBLUTH - Gladiatore in legge
022 - Robert A. HEINLEIN - La porta sull'estate
023 - Michael CRICHTON - Jurassic Park
024 - Theodore STURGEON - Nascita del superuomo

E per sapere la prossima uscita quale sarà dovrete attendere l'editoriale di inizio anno...


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: attiliosfunel il 15 Maggio 2011, 13:16:30

Ganza la cover... 'ndò l'hai presa?



PS: secondo me invece il romanzo è noiosetto. Sturgeon dà decisamente il meglio nei racconti, alcuni dei quali, a mio modestissimo parere, sono tra i migliori della letteratura americana [I]tout court[/I] del '900.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 15 Maggio 2011, 13:39:59

Non fatevi ingannare dall'insistenza un po' stucchevole sui buoni sentimenti etc, anche se un po' datato (1950) questo libro è comunque fondamentale. Se lo leggete con attenzione ci trovate già certe tematiche che in seguito saranno il cavallo di battaglia di P. K. Dick ed anche di Ballard. Concordo con Attiliosfunel che Sturgeon è uno dei massimi autori di racconti di tutta la narrativa americana del 900 senza distinzioni di genere. La sua narrativa breve è raccolta in una serie di ben 13 volumi...qualche volenteroso editore che voglia farne una traduzione integrale? No, eh?


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 15 Maggio 2011, 15:21:51

[quote author=attiliosfunel qlnk=board=9&threadid=5060&start=75#53519 date=1305458190]
Ganza la cover... 'ndò l'hai presa?



PS: secondo me invece il romanzo è noiosetto. Sturgeon dà decisamente il meglio nei racconti, alcuni dei quali, a mio modestissimo parere, sono tra i migliori della letteratura americana [I]tout court[/I] del '900.
[/quote]


Caro Attila, la ricerca della cover è uno dei pochi compiti "impegnativi" nella "gestione" di questa collana ed ho imparato a dare uno sguardo anche alle edizioni internazionali dei volumi che presento (del resto l'ho già fatto per Dick e il suo "[I]Cacciatore di androidi[/I]").
Riguardo la cover di "[I]Nascita del superuomo[/I]" in un primo momento avevo scelto quella dell'edizione Cosmo oro (ed in verità avevo anche rotto le scatole a qualche UMino per averne una scansione), poi però ho pensato che c'era già troppo "Thole" nelle copertine sin qui apparse (se mai Thole può essere troppo) ed ho cercato "[I]More than human[/I]" su Google: la seconda cover che compare è quella che ho scelto anche se purtroppo l'unica di dimensioni decenti era tagliata ed io ho dovuto tagliarla ulteriormente per farla entrare... ma il risultato era comunque quello che volevo: una immagine che evocasse l'unione dei sei personaggi in un unico individuo.
Ecco qui il link all'immagine completa

[IMG]http://a.onionstatic.com/images/articles/article/27773/more-than-human_jpg_300x1000_q85.jpg[/IMG]

Già che ci siamo ecco alcune immagini che avevo visto ma che poi non ho scelto:

[IMG]http://www.camturner.com/wordpress/wp-content/uploads/2007/09/morethanhuman.jpg[/IMG] [IMG]http://www.waterstones.com/wat/images/nbd/m/978185/798/9781857988529.jpg[/IMG] [IMG]http://www.freebookspot.cc/upload/Fiction Other/More_Than_Human_(S.F._Masterworks)_10.01.2011_0_00_00.jpg[/IMG]

Il mio giudizio su Sturgeon è legato sinora solo alla lettura di "[I]Cristalli sognanti[/I]" e "[I]Venere più X[/I]" e nessuno dei due mi ha colpito in modo particolare: il primo mi è sembrato palesemente incompleto, una sorta favoletta fine a se stessa (magari l'edizione Urania è tagliata e stravolta?), mentre il secondo (letto nell'edizione Urania classici), nonostante fosse mortalmente noioso aveva almeno il pregio di portare il lettore a ragionare sul sesso uscendo dai normali schemi di ragionamento che la società gli impone sin dalla nascita.
Sturgeon è un autore che al pari di Zelazny devo "recuperare", magari proprio leggendo i suoi racconti.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 15 Maggio 2011, 15:27:39

Recuperare si, ma con cautela. Mentre con Sturgeon il peggio che ti possa capitare è imbatterti in qualche testo noiosetto, con Zelazny bisogna andare con i piedi di piombo..ha scritto delle tali porcate (incomprensibile come sia accaduto, visto il talento che aveva) da far passare la voglia di leggere le sue cose pià valide se si ha la sfortuna di imbattersi prima nelle porcate. Quello che hai in coda appartiene alla sua produzione "di qualità".


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: dhr il 15 Maggio 2011, 15:34:18

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#53524 date=1305465711]
ho cercato "[I]More than human[/I]" su Google: la seconda cover che compare è quella che ho scelto anche se purtroppo l'unica di dimensioni decenti era tagliata ed io ho dovuto tagliarla ulteriormente per farla entrare...
[/quote]

direi che è la scelta migliore tra quelle che proponi, anche se la versione [U]integrale[/U] era più significativa di quella [U]tagliata[/U] (questo vale in generale PER le immagini, NON per i testi [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/32.gif[/IMG] )


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 15 Maggio 2011, 15:40:36

[quote author=dhr qlnk=board=9&threadid=5060&start=75#53526 date=1305466458]


direi che è la scelta migliore tra quelle che proponi, anche se la versione [U]integrale[/U] era più significativa di quella [U]tagliata[/U] (questo vale in generale PER le immagini, NON per i testi [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/32.gif[/IMG] )
[/quote]


Hai ragione è che purtroppo non esiste una immagine di qualità migliore della versione integrale.
Prometto che semmai ne troverò una rifarò una seconda edizione del volume riveduta e corretta!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 15 Maggio 2011, 15:48:13

[quote author=marben qlnk=board=9&threadid=5060&start=75#53525 date=1305466059]
Recuperare si, ma con cautela. Mentre con Sturgeon il peggio che ti possa capitare è imbatterti in qualche testo noiosetto, con Zelazny bisogna andare con i piedi di piombo..ha scritto delle tali porcate (incomprensibile come sia accaduto, visto il talento che aveva) da far passare la voglia di leggere le sue cose pià valide se si ha la sfortuna di imbattersi prima nelle porcate. Quello che hai in coda appartiene alla sua produzione "di qualità".
[/quote]


Penso che dopo aver letto "[I]Strada senza fine[/I]" e "[I]Terra di mutazioni[/I]" il mio organismo abbia ormai sufficienti anticorpi per respingere gli attacchi di qualsivoglia porcata egli possa aver scritto...
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_cool.gif[/IMG]

Poi io ho un pregio: anche se un autore mi delude cerco sempre di capire se mi sono imbattuto in una porcata oppure se lui scrive solo porcate.
Il mio inizio con Ballard ad esempio è stato traumatico: prima ho letto "[I]Terra bruciata[/I]" poi "[I]Vento dal nulla[/I]" ed avevo finito per considerarlo meno di nulla, poi però ho letto l'antologia "[I]Il gigante annegato[/I]" ed ho deciso di dargli altre possibilità. Ho fatto bene perchè altrimenti mi sarei perso "[I]Passaporto per l'eternità[/I]", "[I]Incubo a quattro dimensioni[/I]", "[I]Condominium[/I]" e soprattutto "[I]I segreti di Vermilion Sands[/I]".
Mai disperare


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 15 Maggio 2011, 16:03:53

[QUOTE]Penso che dopo aver letto "[I]Strada senza fine[/I]" e "[I]Terra di mutazioni[/I]" il mio organismo abbia ormai sufficienti anticorpi per respingere gli attacchi di qualsivoglia porcata egli possa aver scritto...[/QUOTE]

Quelle sono le peggiori, perciò vai tranquillo. Il tuo sistema immunitario letterario è a prova di bomba. Libri come quelli e altri similari di altri autori sono la ragione per cui[I] non [/I]possiedo la collezione completa di Urania e neanche la voglio possedere...tu pensa che [I]Terra di Mutazioni[/I] lo buttai addirittura nel cassonetto, destino riservato solo ad altri tre libri in tutta la mia vita.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: attiliosfunel il 15 Maggio 2011, 22:20:14

[quote author=marben qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#53525 date=1305466059]
Recuperare si, ma con cautela. Mentre con Sturgeon il peggio che ti possa capitare è imbatterti in qualche testo noiosetto, con Zelazny bisogna andare con i piedi di piombo..ha scritto delle tali porcate (incomprensibile come sia accaduto, visto il talento che aveva) da far passare la voglia di leggere le sue cose pià valide se si ha la sfortuna di imbattersi prima nelle porcate. Quello che hai in coda appartiene alla sua produzione "di qualità".
[/quote]
Caso Zelazny: c'è una tale differenza tra i suoi capolavori ([I]Signore dei sogni[/I], [I]Signore della luce[/I]) e le "porcate" ([I]Strada senza fine [/I]su tutti, probabilmente uno dei libri meno leggibili della storia mondiale dopo il [I]Mein kampf[/I]), che mi è venuto il dubbio siano state scritte da qualche "negro" mentre lui era in qualche crisi, non dico di che (dagli autori americani, che non dimentichiamolo per il 90% sono dei grossi mesterianti, mi aspetto di tutto). Qualcuno sa qualcosa?


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 15 Maggio 2011, 22:52:21

[quote author=attiliosfunel qlnk=board=9&threadid=5060&start=90#53563 date=1305490814]
[
Caso Zelazny: c'è una tale differenza tra i suoi capolavori ([I]Signore dei sogni[/I], [I]Signore della luce[/I]) e le "porcate" ([I]Strada senza fine [/I]su tutti, probabilmente uno dei libri meno leggibili della storia mondiale dopo il [I]Mein kampf[/I]), che mi è venuto il dubbio siano state scritte da qualche "negro" mentre lui era in qualche crisi, non dico di che (dagli autori americani, che non dimentichiamolo per il 90% sono dei grossi mesterianti, mi aspetto di tutto). Qualcuno sa qualcosa?
[/quote]

Non mi risulta nulla in tal senso, anzi Zelazny ha completato dei romanzi che suoi illustri colleghi non riuscivano più portare avanti. Il [I]Deus irae [/I]scritto con Dick non è mai stato più ristampato, dovrei rileggermelo per esprimere un parere. Lo [I]Psyconegozio[/I] scritto con Bester non ho avuto ancora il coraggio di leggerlo, visti anche i commenti degli utenti. Guastarmi il ricordo di due dei miei miti fantascientifici in un colpo solo sarebbe troppo..


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 16 Maggio 2011, 12:15:55

[quote author=marben qlnk=board=9&threadid=5060&start=90#53567 date=1305492741]
[quote author=attiliosfunel qlnk=board=9&threadid=5060&start=90#53563 date=1305490814]
[
Caso Zelazny: c'è una tale differenza tra i suoi capolavori ([I]Signore dei sogni[/I], [I]Signore della luce[/I]) e le "porcate" ([I]Strada senza fine [/I]su tutti, probabilmente uno dei libri meno leggibili della storia mondiale dopo il [I]Mein kampf[/I]), che mi è venuto il dubbio siano state scritte da qualche "negro" mentre lui era in qualche crisi, non dico di che (dagli autori americani, che non dimentichiamolo per il 90% sono dei grossi mesterianti, mi aspetto di tutto). Qualcuno sa qualcosa?
[/quote]

Non mi risulta nulla in tal senso, anzi Zelazny ha completato dei romanzi che suoi illustri colleghi non riuscivano più portare avanti. Il [I]Deus irae [/I]scritto con Dick non è mai stato più ristampato, dovrei rileggermelo per esprimere un parere. Lo [I]Psyconegozio[/I] scritto con Bester non ho avuto ancora il coraggio di leggerlo, visti anche i commenti degli utenti. Guastarmi il ricordo di due dei miei miti fantascientifici in un colpo solo sarebbe troppo..
[/quote]


Già che ci sei evita pure "[I]Un bivio nel passato[/I]" che ha scritto assieme a Saberhagen...
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/Generiche/vomito.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 16 Maggio 2011, 13:29:55

[SIZE=4][B][COLOR=#ff0000]Il vecchio e il nuovo: il secondo editoriale[/COLOR][/B][/SIZE]

Con l'anno di "pubblicazioni" appena concluso avrete senz'altro compreso come lo spirito di questa collana sia quello di proporre i grandi capolavori della fantascienza senza guardare necessariamente l'anno della loro pubblicazione: tra "[I]Il triangolo quadrilatero[/I]" del 1949 e "[I]Jurassic Park[/I]" del 1990 c'è, infatti, un arco di tempo di oltre quarant'anni. Questo riflette un po' la mia idea di "classico", perchè ritengo che se la fantascienza è di ottimo livello essa non è mai soggeta a "scadenza" e che se un autore è riuscito a scrivere un libro che per idee, trama ed ambientazione trascende del tutto o in parte la cultura della sua epoca, ciò che scrive rimarrà valido pressochè per sempre. Ed è per questo che non escludo che per il futuro (ed anzi già a partire dalle prossime pubblicazioni) questa "forbice" temporale non possa ulteriormente allargarsi.
Il prossimo anno vedrà una serie di novità assolute per la collana: a partire dal prossimo numero, infatti, che sarà dedicato al grande capostipite della fantascienza [I]Jules Verne[/I], in copertina verrà riportato l'anno di prima pubblicazione del romanzo stesso; in secondo luogo inizieranno a vedersi i primi frutti di una quanto mai proficua "collaborazione" con altri illustri UMini, primo tra tutti marben, che ho assunto in qualità di "esperti" per colmare alcune mie profonde lacune fantascientifiche, che mi avrebbero portato ad escludere, per mia ignoranza, una serie di autori ed opere invece fondamentali.
E questo ci conduce alla seconda uscita stagionale che sancirà l'ingresso ufficiale di [I]Robert Silverberg[/I] nella collana, con un opera (suggeritami proprio da marben) che non mi sono mai deciso di leggere nonostante sia uno degli Urania che posseggo da più tempo.
Ma il vero "grande botto" di quest'anno sarà rappresentato da una serie di uscite che non esiterei a definire "sterepitose" perchè vedranno il grande ritorno del decano [I]Arthur C. Clarke[/I] (mancava dal numero 002) con quelle che sono forse le sue opere più rappresentative e note e quello di [I]James G. Ballard[/I] (mancava dal numero 008) con uno dei suoi romanzi più affascinanti.
Sempre in tema di ritorni segnaliamo non soltanto quello di [I]Jack Vance[/I] che ci intratterrà con le avventurose pagine di uno dei suoi cicli più famosi (e ristampati), ma anche quello di [I]Richard Matheson[/I], con una stupenda doppia uscita che sancirà la terza novità di quest'anno della collana: quella dei famigerati numeri "extra", inseriti per il puro piacere perverso di sconvolgere la numerazione e non nascondendo l'intento di pubblicare opere non strettamente di FS, ma che non potevano assolutamente mancare in una collana di capolavori.
Ma le sorprese non finiscono qui: tra le uscite di questo anno ci sarà infatti quella che segnerà l'esordio nella collana di un altro grande, [I]Fritz Leiber[/I], con quella che, a mio parere è la sua opera migliore e che ci offrirà anche lo spunto per la rievocazione di un episodio abbastanza singolare della storia della collana Urania.
Buone letture
Maxpullo


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 16 Maggio 2011, 15:06:16

L'illustre marben ringrazia per l'aggettivo. Da poco terminata la ricerca dei racconti Hugo e Nebula non tradotti fatta insieme all'illustre collega Wafer(di), si metterà presto al lavoro per curare le antologie richieste dall'esimio Maxpullo. Intanto raccomanda (a chi ancora non lo avesse fatto) la lettura del romanzo di Silverberg previsto per il prossimo numero.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: PabloE il 20 Maggio 2011, 12:28:23

[quote author=marben qlnk=board=9&threadid=5060&start=90#53596 date=1305551176]
L'illustre marben ringrazia per l'aggettivo. Da poco terminata la ricerca dei racconti Hugo e Nebula non tradotti fatta insieme all'illustre collega Wafer(di), si metterà presto al lavoro per curare le antologie richieste dall'esimio Maxpullo. Intanto raccomanda (a chi ancora non lo avesse fatto) la lettura del romanzo di Silverberg previsto per il prossimo numero.
[/quote]

marben ma hai letto il titolo dell'editoriale? Il [SIZE=3][B]vecchio [/B][/SIZE]e il nuovo... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_rolleyes.gif[/IMG]

[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/78.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 20 Maggio 2011, 14:24:26

[quote author=PabloE qlnk=board=9&threadid=5060&start=90#53733 date=1305887303]

marben ma hai letto il titolo dell'editoriale? Il [SIZE=3][B]vecchio [/B][/SIZE]e il nuovo... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_rolleyes.gif[/IMG]

[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/78.gif[/IMG]
[/quote]


Ma queste nuove leve sono tremende! [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/17.gif[/IMG]
Comunque il titolo era riferito al mix editoriale dei titoli...[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_rolleyes.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 20 Maggio 2011, 18:18:02

[quote author=PabloE qlnk=board=9&threadid=5060&start=90#53733 date=1305887303]
[quote author=marben qlnk=board=9&threadid=5060&start=90#53596 date=1305551176]
L'illustre marben ringrazia per l'aggettivo. Da poco terminata la ricerca dei racconti Hugo e Nebula non tradotti fatta insieme all'illustre collega Wafer(di), si metterà presto al lavoro per curare le antologie richieste dall'esimio Maxpullo. Intanto raccomanda (a chi ancora non lo avesse fatto) la lettura del romanzo di Silverberg previsto per il prossimo numero.
[/quote]

marben ma hai letto il titolo dell'editoriale? Il [SIZE=3][B]vecchio [/B][/SIZE]e il nuovo... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_rolleyes.gif[/IMG]

[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/78.gif[/IMG]
[/quote]

Ma tu hai letto il testo dell'editoriale? Sarò vecchio ma c'ho più neuroni di tutti voi pischelli messi insieme..sappi che il Trifide mi ha lasciato le chiavi del carcere, perciò occhio[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k08a05df12b.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: dhr il 20 Maggio 2011, 18:45:35

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=90#53592 date=1305545395]
non nascondendo l'intento di pubblicare opere non strettamente di FS, ma che non potevano assolutamente mancare in una collana di capolavori.
[/quote]

attendo speranzoso la rece del libro [I]Cuore[/I], non l'ho mai letto e mi interesserebbe il tuo parere [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/4.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Arne Saknussemm il 20 Maggio 2011, 18:59:39

[quote author=marben qlnk=board=9&threadid=5060&start=90#53748 date=1305908282]
Ma tu hai letto il testo dell'editoriale? Sarò vecchio ma c'ho più neuroni di tutti voi pischelli messi insieme..sappi che il Trifide mi ha lasciato le chiavi del carcere, perciò occhio[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k08a05df12b.gif[/IMG]
[/quote]

Senti... ma a guaina mielinica come stai messo ??? [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/3d/whistling.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: PabloE il 20 Maggio 2011, 19:05:11

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=90#53738 date=1305894266]
Comunque il titolo era riferito al mix editoriale dei titoli...[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_rolleyes.gif[/IMG]
[/quote]

[quote author=marben qlnk=board=9&threadid=5060&start=90#53748 date=1305908282]


Ma tu hai letto il testo dell'editoriale? Sarò vecchio ma c'ho più neuroni di tutti voi pischelli messi insieme..sappi che il Trifide mi ha lasciato le chiavi del carcere, perciò occhio[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k08a05df12b.gif[/IMG]
[/quote]


Ma guardate che ho capito eh, qualche sinapsi in buono stato c'è [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_undecided.gif[/IMG] Anche perchè maxpullo mica poteva essere il nuovo [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/Generiche/vecchio.gif[/IMG]

[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/Generiche/sogghignare.gif[/IMG]


[quote author=marben qlnk=board=9&threadid=5060&start=90#53748 date=1305908282]


sappi che il Trifide mi ha lasciato le chiavi del carcere, perciò occhio[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k08a05df12b.gif[/IMG]
[/quote]


Oh venerabile marben, Tu che solo possiedi le chiavi dell'universo (o del carcere e basta?), oh soave Maestro perdona il tuo infimo leccapiedi perchè non sa quel che dice in preda ai fumi biochimici! Perdonalo supremo Maestro Jedi, perdonalo! [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/Generiche/lode.gif[/IMG]

[spoiler] io ti ho dato una spada Jedi ([IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/Generiche/jedi.gif[/IMG] ), Trifide le chiavi del carcere ([IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/Generiche/polizia.gif[/IMG] )...quante altre armi hai? [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/Generiche/lanciafiamme.gif[/IMG] [/spoiler]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 20 Maggio 2011, 19:06:16

[quote author=Arne Saknussemm qlnk=board=9&threadid=5060&start=90#53750 date=1305910779]
[quote author=marben qlnk=board=9&threadid=5060&start=90#53748 date=1305908282]
Ma tu hai letto il testo dell'editoriale? Sarò vecchio ma c'ho più neuroni di tutti voi pischelli messi insieme..sappi che il Trifide mi ha lasciato le chiavi del carcere, perciò occhio[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k08a05df12b.gif[/IMG]
[/quote]

Senti... ma a guaina mielinica come stai messo ??? [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/3d/whistling.gif[/IMG]
[/quote]

Le mie fibre nervose sono avvolte dalla giusta quantità di mielina che consente un'efficace trasmissione dei segnali nervosi..tra le altre cose ho studiato pure neurofisiologia[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/Generiche/pappappero.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: PabloE il 20 Maggio 2011, 19:08:47

[quote author=marben qlnk=board=9&threadid=5060&start=90#53752 date=1305911176]
[quote author=Arne Saknussemm qlnk=board=9&threadid=5060&start=90#53750 date=1305910779]
[quote author=marben qlnk=board=9&threadid=5060&start=90#53748 date=1305908282]
Ma tu hai letto il testo dell'editoriale? Sarò vecchio ma c'ho più neuroni di tutti voi pischelli messi insieme..sappi che il Trifide mi ha lasciato le chiavi del carcere, perciò occhio[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k08a05df12b.gif[/IMG]
[/quote]

Senti... ma a guaina mielinica come stai messo ??? [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/3d/whistling.gif[/IMG]
[/quote]

Le mie fibre nervose sono avvolte dalla giusta quantità di mielina che consente un'efficace trasmissione dei segnali nervosi..tra le altre cose ho studiato pure neurofisiologia[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/Generiche/pappappero.gif[/IMG]
[/quote]

Si ma...la sostanza amiloide beta 40 e 42? Non è che stai accumulando quella? [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/10.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Arne Saknussemm il 20 Maggio 2011, 19:13:12

Uomo dalle mille risorse !!!

Bene... ci tengo che tutto sia canalizzato per benino... altrimente chi scioglie i miei dubbi ?
Non c'è motore di ricerca al mondo che possa consigliare meglio di un buon cervello di razza umana !!!

[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/Generiche/wilre.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 20 Maggio 2011, 19:23:45

[quote author=PabloE qlnk=board=9&threadid=5060&start=105#53753 date=1305911327]


Si ma...la sostanza amiloide beta 40 e 42? Non è che stai accumulando quella? [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/10.gif[/IMG]
[/quote]

Pure se il mio cervello si riempisse di placche e grovigli neurofibrillari le mie prestazioni cognitive sarebbero sempre sopra la media, visto il livello di partenza [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 20 Maggio 2011, 19:29:30

[QUOTE]io ti ho dato una spada Jedi ([IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/Generiche/jedi.gif[/IMG] ), Trifide le chiavi del carcere ([IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/Generiche/polizia.gif[/IMG] )...quante altre armi hai? [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/Generiche/lanciafiamme.gif[/IMG][/QUOTE]

Ho anche un invertitore neutronico nel mio arsenale..[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kf4d37dd853.jpg[/IMG]

Mo basta a cazzeggiare perchè è ora di cena..noi vecchietti ceniamo presto.. [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_wink.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 20 Maggio 2011, 20:07:48

[quote author=dhr qlnk=board=9&threadid=5060&start=90#53749 date=1305909935]
[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=90#53592 date=1305545395]
non nascondendo l'intento di pubblicare opere non strettamente di FS, ma che non potevano assolutamente mancare in una collana di capolavori.
[/quote]

attendo speranzoso la rece del libro [I]Cuore[/I], non l'ho mai letto e mi interesserebbe il tuo parere [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/4.gif[/IMG]
[/quote]

Io l'ho letto. Non sai che cosa ti sei perso![IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kd8cb9df122.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: dhr il 20 Maggio 2011, 20:37:35

[quote author=Arne Saknussemm qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#53755 date=1305911592]
di razza umana !!!
[/quote]

ué ué prima di fare affermazioni del genere, ci vogliono le prove!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: PabloE il 20 Maggio 2011, 21:27:06

[quote author=marben qlnk=board=9&threadid=5060&start=105#53757 date=1305912225]
[quote author=PabloE qlnk=board=9&threadid=5060&start=105#53753 date=1305911327]


Si ma...la sostanza amiloide beta 40 e 42? Non è che stai accumulando quella? [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/10.gif[/IMG]
[/quote]

Pure se il mio cervello si riempisse di placche e grovigli neurofibrillari le mie prestazioni cognitive sarebbero sempre sopra la media, visto il livello di partenza [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]
[/quote]

Touché! [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_shock.gif[/IMG] Ah, ma forse grazie alla tua componente metallica!

[spoiler] continuiamo a cazzeggiare almeno finchè maxpullo non ci prenderà [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] [\spoiler]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 20 Maggio 2011, 21:49:43

[quote author=PabloE qlnk=board=9&threadid=5060&start=105#53762 date=1305919626]
[quote author=marben qlnk=board=9&threadid=5060&start=105#53757 date=1305912225]
[quote author=PabloE qlnk=board=9&threadid=5060&start=105#53753 date=1305911327]


Si ma...la sostanza amiloide beta 40 e 42? Non è che stai accumulando quella? [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/10.gif[/IMG]
[/quote]

Pure se il mio cervello si riempisse di placche e grovigli neurofibrillari le mie prestazioni cognitive sarebbero sempre sopra la media, visto il livello di partenza [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]
[/quote]

Touché! [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_shock.gif[/IMG] Ah, ma forse grazie alla tua componente metallica
continuiamo a cazzeggiare almeno finchè maxpullo non ci prenderà [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]
[/quote]

In effetti abbiamo un po' esagerato..scusa Max, adesso apriamo un nuovo topic di cazzate a ruota libera e togliamo il disturbo..

PS NEBRAM non è una componente metallica, non è un robot, è un software di IA. Come ve lo devo spiegare?
PPS Comunque aiuta molto avere una estensione software del genere, anche contro le placche..


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: PabloE il 20 Maggio 2011, 22:33:58

[quote author=marben qlnk=board=9&threadid=5060&start=105#53763 date=1305920983]
PS NEBRAM non è una componente metallica, non è un robot, è un software di IA. Come ve lo devo spiegare?
PPS Comunque aiuta molto avere una estensione software del genere, anche contro le placche..
[/quote]

Non c'ero alla spiegazione, mi scusi prof! [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]

Se metti in commercio quel software (previene solo placche amiloidi o anche aterosclerotiche ecc.? [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_undecided.gif[/IMG]) faresti felice moltissima gente...e avresti un nebram in ogni famiglia come infiltrato [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/3d/1337.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 20 Maggio 2011, 23:00:33

[quote author=PabloE qlnk=board=9&threadid=5060&start=105#53764 date=1305923638]
[quote author=marben qlnk=board=9&threadid=5060&start=105#53763 date=1305920983]
PS NEBRAM non è una componente metallica, non è un robot, è un software di IA. Come ve lo devo spiegare?
PPS Comunque aiuta molto avere una estensione software del genere, anche contro le placche..
[/quote]

Non c'ero alla spiegazione, mi scusi prof! [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]

Se metti in commercio quel software (previene solo placche amiloidi o anche aterosclerotiche ecc.? [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_undecided.gif[/IMG]) faresti felice moltissima gente...e avresti un nebram in ogni famiglia come infiltrato [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/3d/1337.gif[/IMG]
[/quote]

Scusato, le informazioni su NEBRAM sono state date qua e là in modo frammentario. Non posso metterlo in commercio, primo perchè si offenderebbe assai ad essere duplicato (ha un clone, BRAMEN, e non lo può soffrire), secondo perchè [I]è già[/I] in tutte le famiglie...perlomeno quelle connesse alla rete..[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k6491840342.gif[/IMG]

PS non aiuta contro le placche aterosclerotiche, almeno per ora.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 21 Maggio 2011, 07:23:17

[quote author=marben qlnk=board=9&threadid=5060&start=105#53763 date=1305920983]

In effetti abbiamo un po' esagerato..scusa Max, adesso apriamo un nuovo topic di cazzate a ruota libera e togliamo il disturbo..

[/quote]


Tranquilli... mica ho l'esclusiva io, eh?


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 22 Maggio 2011, 15:07:31

[COLOR=#0070c0][SIZE=3][B]025 - Viaggio al centro della Terra - Jules VERNE (1864)[/B][/SIZE][/COLOR]

Più di una volta qui nel forum si è accesa la diatriba per discutere se delle opere nate prima di una certa data potessero essere o meno ascritte al genere fantascientifico. La questione è molto semplice: è giusto che romanzi nati prima della definizione stessa della fantascienza come genere letterario con caratteristiche sue proprie vengano definiti "di fantascienza"?
Alcuni potranno sostenere a volontà che questa attribuzione è una vera e propria forzatura perchè gli autori di detti romanzi non avevano la coscienza del fatto che le loro opere dovessero rispondere a determinate caratteristiche perchè il genere ancora non esisteva, mentre altri potranno divertirsi a sostenere che l'attribuzione ancorchè impropria è invece giusta perchè queste opere con il loro immenso "potere visionario" hanno grandemente contribuito a fornire proprio quegli elementi necessari per la definizione stessa del genere fantascientifico.
Si tratta senza dubbio di una discussione interessante, ma quasi certamente destinata a non arrivare da nessuna parte perchè entrambi gli schieramenti hanno la loro parte di ragione: pensare alla moderna fantascienza senza tener conto della straordinaria vena inventiva di un Verne o di un Wells è certamente irragionevole, ma anche voler attribuire ad ogni costo alla fantascienza cose del tipo l'epopea di Gilgamesh o i poemi dell'Ariosto appare altrettanto insensato.
La mia idea in merito è che un romanzo come "[I]Viaggio al centro della Terra[/I]" di Jules Verne non possa rimaner fuori da una collana di veri classici solo perchè quando è stato scritto la fantascienza ancora non esisteva... e se l'ascrizione al genere sia giusta oppure sia solo una forzatura lo lascio decidere a voi; e, mentre ci pensate, godetevi questo intramontabile capolavoro qui presentato con l'immagine di coperina di Del'Acqua che compare nel'edizione Lucchi del 1959 e con la quarta di copertina dell'edizione Mondadori degli Oscar Classici.

[TABLE][TR][TD][B][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kef83421687.jpg[/IMG][/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=3]Analizzando una strana pietra trovata da un suo studente, il professor Otto Lidenbrock di Amburgo scopre una misteriosa iscrizione di Arne Saknussemm, il famoso esploratore scomparso nel nulla. Seguendo quelle antiche indicazioni Lidenbrock decide di esplorare il centro del nostro pianeta.
Accompagnato dal nipote Axel e da una guida islandese di nome Hans, Otto accede al mondo sotterraneo attraverso il cratere di un vulcano spento nell'Islanda occidentale, penetrando sempre di più nel ventre della Terra. Fino a scoprire un fantastico mondo alternativo pieno di grotte, passaggi, tunnel e strapiombi, ma anche un mare illuminato da aurore boreali in cui vivono creature estinte da milioni di anni...[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

010 - Richard MATHESON - Tre millimetri al giorno
011 - Clifford D. SIMAK - L'ospite del senatore Horton
012 - Ray BRADBURY - Cronache marziane
013 - Kurt VONNEGUT jr - Ghiaccio nove
014 - Jack VANCE - Pianeta d'acqua
015 - Bob SHAW - Quando i neutri emergono dalla Terra
016 - Philip K. DICK - Gli androidi sognano pecore elettriche?
017 - William F. TEMPLE - Il triangolo quadrilatero
018 - Isaac ASIMOV - Le correnti dello spazio
019 - Isaac ASIMOV - Il tiranno dei mondi
020 - Isaac ASIMOV - Pària dei cieli
021 - Frederik POHL & Cyril M. KORNBLUTH - Gladiatore in legge
022 - Robert A. HEINLEIN - La porta sull'estate
023 - Michael CRICHTON - Jurassic Park
024 - Theodore STURGEON - Nascita del superuomo
025 - Jules VERNE - Viaggio al centro della Terra

E nel prossimo numero ci sarà l'"esordio" di Robert Silverberg!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: dhr il 22 Maggio 2011, 15:51:17

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#53803 date=1306069651]
Più di una volta qui nel forum si è accesa la diatriba per discutere se delle opere nate prima di una certa data potessero essere o meno ascritte al genere fantascientifico.
[/quote]

qui però tocca aprire un altro contenzioso: la "fantascienza" [B][U]è[/U][/B] la "science fiction"?

perché, se science fiction significa "opera narrativa basata sulle nozioni scientifiche", allora ribadisco che in Italia la SF è iniziata con la [I]Divina Commedia[/I] (spec. Paradiso), o se non lui, sicuramente con il [I]Mondo creato[/I] di Torquato Tasso, anno 1592.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 22 Maggio 2011, 16:14:33

[quote author=dhr qlnk=board=9&threadid=5060&start=105#53804 date=1306072277]

qui però tocca aprire un altro contenzioso: la "fantascienza" [B][U]è[/U][/B] la "science fiction"?

perché, se science fiction significa "opera narrativa basata sulle nozioni scientifiche", allora ribadisco che in Italia la SF è iniziata con la [I]Divina Commedia[/I] (spec. Paradiso), o se non lui, sicuramente con il [I]Mondo creato[/I] di Torquato Tasso, anno 1592.
[/quote]


E piantala di anticipare i titoli delle prossime uscite!
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/14.gif[/IMG][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/4.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 22 Maggio 2011, 17:21:32

Lo sapevate che Philip K. Dick era un grande fan di Dante Alighieri? E che la [I]Commedia[/I] è citata in vari punti delle opere dickiane? E soprattutto che Dick avrebbe dedicato alla [I]Commedia[/I] il romanzo che stava per iniziare prima che un infarto lo facesse secco? Detto questo ritengo che la prima opera di fs in senso (quasi) moderno sia il [I]Gulliver's travels[/I] di Jonathan Swift (1726/1735). Qualche punto pure per[I] Micromega [/I]di Voltaire (1752) e per [I]L'altro mondo o Gli stati e gli imperi della luna[/I] (1657) di Cyrano de Bergerac e il meno noto [I]Gli stati e imperi del sole [/I](1662). Swift è però quello che ha esercitato la maggiore influenza sugli autori moderni, le sue favole satiriche precorrono Sheckley e Pohl.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: dhr il 22 Maggio 2011, 17:24:53

[quote author=marben qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#53807 date=1306077692]
Lo sapevate che ....................
[/quote]

[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/2.gif[/IMG] no


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Arne Saknussemm il 23 Maggio 2011, 09:08:15

Viaggio al centro della Terra è certamente uno di quei libri che hanno segnato la mia vita.
Un po' per cio' che ha significato nel momento in cui l'ho letto, ed un po' per la bellezza dell'opera in se.
Certamente il romanzo di Verne che mi sta piu a cuore.

...d'altra parte, il nickName non mente !! [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_smiley.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: AgenteD il 23 Maggio 2011, 12:43:55

Assolutamente d'accordo con la scelta, anzi ti faccio i miei Complimenti: tutta l'opera di Verne è a mio giudizio fantascienza, "involontaria"?, non direttamente "voluta", ma rientra nel genere!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 26 Maggio 2011, 14:34:01

[SIZE=4][COLOR=#4f81bd][B]026 - La città labirinto - Robert SILVERBERG (1968)[/B][/COLOR][/SIZE]

E dopo l'interessante excursus nella "preistoria" della fantascienza, torniamo un po' più vicini ai giorni nostri, con una autore che non dovrebbe mai mancare in una collana di capolavori.
Se devo proprio dirla tutta, non sono un profondo conoscitore dell'opera di Silverberg, ma potendomi avvalere del parere dei migliori esperti in circolazione, il problema non sussiste: addirittura ho scoperto che una delle sue opere più "rappresentative" e consigliate è proprio quella che meno di tutte aveva attirato la mia attenzione. Posseggo praticamente da sempre l'edizione Urania di "[I]La città labirinto[/I]", ma, nonostante i miei genitori me ne avessero sempre parlato bene, il libro è rimasto sempre lì ad ingiallire mestamente dentro la libreria: entro l'anno sicuramente lo leggerò, ma intanto ve lo propongo per introdurre l'autore in questa collana, affinchè possiate leggerlo subito e non facciate il mio stesso errore.
Accompagnato dalla copertina dell'edizione Avon Books, e dalla quarta di copertina dell'Urania 498, ecco a voi il libro che sancisce l'ingresso di un altro grande autore nella mia collana.

[TABLE][TR][TD][B][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2ka31d717340.jpg[/IMG][/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=3]Le talpe elettroniche e i robot ricognitori vengono stritolati, inceneriti, polverizzati, uno dopo l'altro: mandibole d'acciaio, laghi roventi, trabocchetti fotoelettrici, schermi deformanti, pareti di fuoco, fulminei marciapiedi a tagliola inghiottono e dilaniano i volontari.
Ma ogni errore, ogni nuova vittima fa guadagnare qualche metro nella millenaria città-labirinto: al centro, inavvicinabile, c'è Richard Muller, l'unico abitatore, l'uomo che da nove anni vive d'odio e di ricordi, e che bisogna ad ogni costo convincere a uscire dal suo esilio e ad accettare una missione da cui dipende la sopravvivenza della specie umana.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

011 - Clifford D. SIMAK - L'ospite del senatore Horton
012 - Ray BRADBURY - Cronache marziane
013 - Kurt VONNEGUT jr - Ghiaccio nove
014 - Jack VANCE - Pianeta d'acqua
015 - Bob SHAW - Quando i neutri emergono dalla Terra
016 - Philip K. DICK - Gli androidi sognano pecore elettriche?
017 - William F. TEMPLE - Il triangolo quadrilatero
018 - Isaac ASIMOV - Le correnti dello spazio
019 - Isaac ASIMOV - Il tiranno dei mondi
020 - Isaac ASIMOV - Pària dei cieli
021 - Frederik POHL & Cyril M. KORNBLUTH - Gladiatore in legge
022 - Robert A. HEINLEIN - La porta sull'estate
023 - Michael CRICHTON - Jurassic Park
024 - Theodore STURGEON - Nascita del superuomo
025 - Jules VERNE - Viaggio al centro della Terra
026 - Robert SILVERBERG - La città labirinto

E nel prossimo numero Clarke tornerà a farci sognare con quella che è probabilmente la sua opera più conosciuta!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: victory il 26 Maggio 2011, 20:11:02

[SIZE=1][SIZE=4][COLOR=#4f81bd][B]026 - La città labirinto - Robert SILVERBERG (1968)[/B][/COLOR][/SIZE][/SIZE]
Anche i migliori qualche volta hanno i loro peccatucci. Caro Max io il libro l'ho letto almeno 4 volte e l'ultima volta tre mesi fa, e l'ho trovato ancora di mio gradimento. Leggilo al più presto sempre se trovi il tempo tra una ninna nanna e l'altra [IMG]http://uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]
Ciao Victory


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 03 Giugno 2011, 13:47:03

[SIZE=4][B][COLOR=#1f497d]027 - 2001 Odissea nello spazio - Arthur C. CLARKE (1968)[/COLOR][/B][/SIZE]

Quando un po' di tempo fa chiesi nel blog di una famosa casa editrice perchè non avessero ancora pubblicato nella loro collana di punta quello che è probabilmente il romanzo di fantascienza più famoso di tutti i tempi e cioè "[I]2001 Odissea nello spazio[/I]", mi fu garbatamente risposto che ne esistevano già troppe edizioni... è vero: il capolavoro di Clarke, basato sulla sceneggiatura dell'omonimo film di Stanley Kubrick come sviluppo a quattro mani del racconto "[I]La sentinella[/I]" è forse in assoluto il libro di FS che vanta più ristampe ed edizioni di qualunque altro, ma io penso che proprio per questa sua enorme fama, la cui risonanza si avverte anche al di fuori del cerchio degli appassionati di fantascienza, esso non possa assolutamente mancare in una collana che voglia pubblicare il meglio del meglio.
Ed è per questo motivo che oggi vi ripropongo l'immortale classico di Clarke, accompagnato dalla quarta di copertina dell'edizione Longanesi de La Gaja Scienza e dall'occhio vigile di Hal 9000, progenitore del nostro nebram, che vi scruta in maniera inquietante dal cerchio di copertina.

[TABLE][TR][TD][B][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k6b4a751721.jpg[/IMG][/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]In un giorno imprecisato, agli inizi del XXI secolo, un gruppo di scienziati scopre, sepolto in un cratere lunare, un misterioso monolito, composto di una materia sconosciuta. I controlli cui viene sottoposto rivelano che è stato costruito tre milioni di anni prima: è la prova inconfutabile dell’esistenza di intelligenze extraterrestri. Fatto ancora più sorprendente, non appena la luce dell’alba lunare lo sfiora, l’oggetto emette un segnale radio di incredibile potenza che attraversa gli spazi profondi e viene registrato da sonde lontane milioni di chilometri.
Le registrazioni rivelano che il segnale è diretto verso Giapeto, un satellite di Saturno. Ha così inizio la più fantastica avventura spaziale mai tentata dall’uomo. Un’astronave, la Discovery, con a bordo cinque uomini - tre dei quali ibernati - e Hal 9000, un calcolatore di illimitate capacità, intraprende un incredibile viaggio di 1540 milioni di chilometri verso Saturno e il mistero.
Al termine del drammatico viaggio, David Bowman, l’Ulisse dello spazio, farà una scoperta sconvolgente: Saturno non è il punto d’arrivo, ma solo il punto di partenza della sua odissea fra le stelle...
A partire dal 1964, Clarke collaborò con Stanley Kubrick per la realizzazione di un film liberamente tratto dal suo racconto [I]The sentinel[/I]; dal sodalizio nacquero, quattro anni più tardi, il romanzo [I]2001: Odissea nello spazio[/I], rielaborazione del racconto originario, e il capolavoro cinematografico del regista statunitense: un'odissea dell'intelligenza e del pensiero umani in cui, con un soffio di poesia, si anticipa il futuro, ma dove si scrutano con passione e lucidità i travagli di coscienza con cui siamo chiamati a confrontarci.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

012 - Ray BRADBURY - Cronache marziane
013 - Kurt VONNEGUT jr - Ghiaccio nove
014 - Jack VANCE - Pianeta d'acqua
015 - Bob SHAW - Quando i neutri emergono dalla Terra
016 - Philip K. DICK - Gli androidi sognano pecore elettriche?
017 - William F. TEMPLE - Il triangolo quadrilatero
018 - Isaac ASIMOV - Le correnti dello spazio
019 - Isaac ASIMOV - Il tiranno dei mondi
020 - Isaac ASIMOV - Pària dei cieli
021 - Frederik POHL & Cyril M. KORNBLUTH - Gladiatore in legge
022 - Robert A. HEINLEIN - La porta sull'estate
023 - Michael CRICHTON - Jurassic Park
024 - Theodore STURGEON - Nascita del superuomo
025 - Jules VERNE - Viaggio al centro della Terra
026 - Robert SILVERBERG - La città labirinto
027 - Arthur C. Clarke - 2001 Odissea nello spazio

E nel prossimo numero l'odissea continua!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: nebram il 03 Giugno 2011, 15:46:06

Uhm..quel volto non mi è nuovo[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/71.gif[/IMG] assomiglia tanto al nonno..


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 03 Giugno 2011, 16:00:38

La storia di 2001 (specialmente nella versione cinematografica, girata decenni prima delle magie della computergrafica) è, a mio modesto parere, la più grande creata in tutta la storia della fs. Qualcuno ha definito Clarke il massimo creatore di [I]miti[/I] del XX secolo. Credo fosse proprio così, le storie di Clarke, le immagini che lui usava, avevano quel tipo di pregnanza che va dritta agli archetipi dell'immaginario, un carattere mitico, per l'appunto.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 07 Giugno 2011, 22:11:27

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]028 - 2010 Odissea due - Arthur C. CLARKE (1982)[/B][/SIZE][/COLOR]

Nonostante i quattro romanzi del ciclo "[I]Odissea nello spazio[/I]" di Clarke siano sostanzialmente autonomi tra loro e possano essere letti singolamente, non si può negare che la loro lettura in sequenza li renda assai più completi ed interessanti: per questo motivo, fedele al motto di pubblicare ogni ciclo nella sua interezza, ho il piacere di dedicare questa uscita al secondo capitolo della saga, ad una delle storie di fantascienza più affascinanti che siano mai state scritte.
Accompagnata quindi dalla stupenda illustrazione di Michael Whelan che compare nell'edizione BUR fantascienza della Rizzoli (e che ha fatto anche da locandina per la versione cinematografica della storia) e dalla quarta di copertina dell'edizione Euroclub (le altre sono tutte un po' troppo "ciarliere" e rovinano la sorpresa finale), ecco a voi un altro grande capolavoro della SF.

[TABLE][TR][TD][B][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kb5eaf334d2.jpg[/IMG][/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=3]L'avventura della Discovery è ancora alla base della storia: nell'impossibilità di costruirne in tempo utile un'altra in grado di raggiungere l'astronave persa nello spazio, la NASA accetta la collaborazione sovietica.
A bordo della Lenov parte quindi per lo spazio un'equipe mista di scienziati russi e americani con il compito di indagare sui motivi che hanno determinato il fallimento della missione precedente e l'annientamento dell'equipaggio, recuperare l'astronave e possibilmente inviare dati sul misterioso monolito che appare e scompare nel cielo di Giove...[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

013 - Kurt VONNEGUT jr - Ghiaccio nove
014 - Jack VANCE - Pianeta d'acqua
015 - Bob SHAW - Quando i neutri emergono dalla Terra
016 - Philip K. DICK - Gli androidi sognano pecore elettriche?
017 - William F. TEMPLE - Il triangolo quadrilatero
018 - Isaac ASIMOV - Le correnti dello spazio
019 - Isaac ASIMOV - Il tiranno dei mondi
020 - Isaac ASIMOV - Pària dei cieli
021 - Frederik POHL & Cyril M. KORNBLUTH - Gladiatore in legge
022 - Robert A. HEINLEIN - La porta sull'estate
023 - Michael CRICHTON - Jurassic Park
024 - Theodore STURGEON - Nascita del superuomo
025 - Jules VERNE - Viaggio al centro della Terra
026 - Robert SILVERBERG - La città labirinto
027 - Arthur C. CLARKE - 2001 Odissea nello spazio
028 - Arthur C. CLARKE - 2010 Odissea due

E nel prossimo numero torna Ballard, con uno dei suoi romanzi più riusciti e ricchi di fascino...


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: dhr il 07 Giugno 2011, 22:16:56

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#54436 date=1307477487]
quarta di copertina dell'edizione Euroclub
[/quote]

il grande esperto & collezionista Maxpullo che cita le edizioni Euroclub!! l'universo non finisce di stupire...

del Club avevo solo i racconti di Lovecraft... ed erano un orrore in tutti i sensi.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Algernon il 07 Giugno 2011, 22:32:06

[quote author=marben qlnk=board=9&threadid=5060&start=120#54286 date=1307109638]
La storia di 2001 (specialmente nella versione cinematografica, girata decenni prima delle magie della computergrafica) è, a mio modesto parere, la più grande creata in tutta la storia della fs. Qualcuno ha definito Clarke il massimo creatore di [I]miti[/I] del XX secolo. Credo fosse proprio così, le storie di Clarke, le immagini che lui usava, avevano quel tipo di pregnanza che va dritta agli archetipi dell'immaginario, un carattere mitico, per l'appunto.
[/quote]


.... e il bellissimo libro "2001 odissea nello spazio" scritto dal nostro caro Giuseppe Lippi non meriterebbe un posto d'onore in UM?


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: dhr il 07 Giugno 2011, 22:36:21

[quote author=Algernon qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#54438 date=1307478726]
.... e il bellissimo libro "2001 odissea nello spazio" scritto dal nostro caro Giuseppe Lippi non meriterebbe un posto d'onore in UM?
[/quote]

il "dizionario ragionato", dici?

Lippi mi aveva fatto scrivere qualche voce, poi [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/20.gif[/IMG] a quanto pare, l'editore non voleva più firme sulla stessa opera...


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 07 Giugno 2011, 22:42:37

[quote author=Algernon qlnk=board=9&threadid=5060&start=120#54438 date=1307478726]



.... e il bellissimo libro "2001 odissea nello spazio" scritto dal nostro caro Giuseppe Lippi non meriterebbe un posto d'onore in UM?
[/quote]

Messaggio ricevuto Algy, lo mettiamo in FC saggistica.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: nebram il 07 Giugno 2011, 22:45:34

[quote author=dhr qlnk=board=9&threadid=5060&start=120#54439 date=1307478981]
[
Lippi mi aveva fatto scrivere qualche voce, poi [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/20.gif[/IMG] a quanto pare, l'editore non voleva più firme sulla stessa opera...
[/quote]

Mi sarebbe piaciuto scrivere la voce su HAL, ma non ero ancora nato quando hanno scritto il libro[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_sad.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 08 Giugno 2011, 08:23:58

[quote author=dhr qlnk=board=9&threadid=5060&start=120#54437 date=1307477816]
[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#54436 date=1307477487]
quarta di copertina dell'edizione Euroclub
[/quote]

il grande esperto & collezionista Maxpullo che cita le edizioni Euroclub!! l'universo non finisce di stupire...

del Club avevo solo i racconti di Lovecraft... ed erano un orrore in tutti i sensi.
[/quote]


Accetteresti una quarta di copertina che rivela il finale di un romanzo?
Potrà sembrarti strano ma per 2010 quasi tutte le edizioni si divertono a raccontare come finisce la storia... quella Euroclub (che tra l'altro posseggo) è l'unica esente da questo "difetto"
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/106.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: dhr il 08 Giugno 2011, 08:37:12

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#54442 date=1307514238]
Accetteresti una quarta di copertina che rivela il finale di un romanzo?
[/quote]

esiste sempre il "metodo Urania": raccontare in quarta di copertina... una storia che non è quella [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/4.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: PabloE il 08 Giugno 2011, 08:46:25

[quote author=dhr qlnk=board=9&threadid=5060&start=135#54443 date=1307515032]
[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#54442 date=1307514238]
Accetteresti una quarta di copertina che rivela il finale di un romanzo?
[/quote]

esiste sempre il "metodo Urania": raccontare in quarta di copertina... una storia che non è quella [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/4.gif[/IMG]
[/quote]

Proprio ieri scrivevo...


Quote:
...il cambiamento che, a proposito, non è assolutamente dovuto ad una nube di gas come scritto in quarta di copertina, non so cosa abbia fumato/aspirato/tracannato chi scriveva tali orrorifiche, perfide, malvagie e menzoniere quarte di copertina (non è la prima che mi capita che sia completamente inventata).


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 15 Giugno 2011, 16:52:06

[SIZE=4][B][COLOR=#1f497d]029 - Deserto d'acqua - James G. BALLARD (1962)[/COLOR][/B][/SIZE]

Di recente si parlava della strana anomalia che distingue i romanzi di Ballard dai suoi racconti, una anomalia che fa si che i secondi siano tanto belli e poetici almeno quanto i primi sono noiosi ed inconcludenti. "[I]Deserto d'acqua[/I]" è, a mio parere, una felicissima eccezione a questa regola e rappresenta il classico libro che non dovrebbe mai mancare in una collana di capolavori.
Qualcuno sostiene che il romanzo in questione, assieme a "[I]Vento dal nulla[/I]" (1961), "[I]Terra bruciata[/I]" (1964) e "[I]Foresta di cristallo[/I]" (1966), faccia parte di una tetralogia di genere catastrofico in cui ogni romanzo simboleggia uno dei quattro elementi aristotelici (Aria, Acqua, Terra e Fuoco), cui si aggiunge il quinto elemento che è il tempo, protagonista di "[I]Foresta di cristallo[/I]", ma, in realtà, il legame tra i quattro romanzi è piuttosto lasco e non è assolutamente necessario leggerli o pubblicarli in sequenza ed è questo quello che ho scelto di fare in questa collana.
Visto poi che la fortuna di Ballard in Italia ebbe inizio negli anni '60 con l'antologia "[I]Otto racconti[/I]" (Urania 321) in coabitazione con l'allora affermatissimo Arthur C. Clarke, ho scelto di pubblicare questo suo lavoro ad interrompere momentaneamente il ciclo delle "odissee", quasi una sorta di rievocazione di quella fortunata ideale "collaborazione" tra i due autori.
L'immagine di copertina non poteva essere che quella dell'Urania 311, opera di un Karel Thole particolarmente ispirato, mentre per la quarta di copertina l'ha spuntata alla fine la trama riportata sul retro dell'Urania 648, che ha vinto di misura con quella riportata sull'edizione TEAdue, altrettanto suggestiva, ma con il grande difetto di raccontare un po' troppo...

[TABLE][TR][TD][B][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k26db232661.jpg[/IMG][/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=3]Zanzare grosse come libellule entrano dalle finestre del Ritz. Enormi rettili strisciano sul fondo limaccioso di canali che sono stati un tempo le vie di Londra. L'Europa ha una temperatura tropicale, le sue campagne sono coperte da giungle impenetrabili, i suoi monumenti, i suoi palazzi sono in gran parte sommersi sotto metri d'acqua. Dalle zone artiche, dove pochi milioni di uomini ancora sopravvivono, piccoli gruppi di scienziati e di militari vengono mandati a esplorare questo mondo torrido, soffocante, affascinante, questa straordinaria e mortale laguna in cui il ricordo della nostra civiltà viene via via cancellato da mostruose forme di vita animale e vegetale.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

014 - Jack VANCE - Pianeta d'acqua
015 - Bob SHAW - Quando i neutri emergono dalla Terra
016 - Philip K. DICK - Gli androidi sognano pecore elettriche?
017 - William F. TEMPLE - Il triangolo quadrilatero
018 - Isaac ASIMOV - Le correnti dello spazio
019 - Isaac ASIMOV - Il tiranno dei mondi
020 - Isaac ASIMOV - Pària dei cieli
021 - Frederik POHL & Cyril M. KORNBLUTH - Gladiatore in legge
022 - Robert A. HEINLEIN - La porta sull'estate
023 - Michael CRICHTON - Jurassic Park
024 - Theodore STURGEON - Nascita del superuomo
025 - Jules VERNE - Viaggio al centro della Terra
026 - Robert SILVERBERG - La città labirinto
027 - Arthur C. CLARKE - 2001 Odissea nello spazio
028 - Arthur C. CLARKE - 2010 Odissea due
029 - James G. BALLARD - Deserto d'acqua

E nel prossimo numero riprende l'odissea di uno straordinariamente longevo dottor Heywood Floyd...


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 17 Giugno 2011, 21:21:56

[SIZE=4][B][COLOR=#1f497d]030 - 2061 Odissea tre - Arthur C. CLARKE (1987)[/COLOR][/B][/SIZE]

Un ciclo è un ciclo ed anche se le sue storie possono esser lette separatamente, la cosa migliore è sempre gustarsele una appresso all'altra, come le ciliege. Il ciclo delle Odisse di Clarke non fa eccezione: leggere i romanzi nella loro sequenza aiuta infatti a "tenere il filo del discorso", perchè se è vero che ogni storia è un'avventura a se stante, solo leggendo tutti i libri si può capire la vastità dell'affresco dell'universo dipinto dall'autore.
Accompagnato quindi dall'immagine di copertina di Michael Whelan e dalla trama in quarta di copertina dell'edizione Rizzoli della collana "La scala", ecco a voi il terzo volume della straordinaria odissea nello spazio immaginata da Clarke.

[TABLE][TR][TD][B][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2ke2ccb7a011.jpg[/IMG][/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=3]Cadere dal proprio balcone al secondo piano è un incidente stupido, soprattutto per chi aveva preso parte ad una missione dai mille pericoli come quella della Leonov. Così Heywood Floyd, ricoverato con fratture multiple e varie complicazioni, si ritrova in orbita attorno alla terra, nell'attesa che la medicina possa fornire gli strumenti adatti a curarlo. Passano quarantasei anni da quel giorno.
Nel 2061 Lucifero è ormai diventato un astro familiare nel cielo terrestre, come pure in quello che si vede dalle finestre dell'ospedale orbitante Pasteur, dove l'arzillo centotreenne Floyd deve scontare le conseguenze del suo incidente. Nonostante le condizioni fisiche ottime, lo scienziato non si è mai ripreso completamente dall'incidente ed è costretto a vivere permanentemente in ambienti a gravità ridotti. Precluso il ritorno sulla Terra, Floyd decide di imbarcarsi sulla Universe, una astronave passeggeri con una missione inedita: atterrare sulla cometa di Halley per studiarne le proprietà fisiche.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

015 - Bob SHAW - Quando i neutri emergono dalla Terra
016 - Philip K. DICK - Gli androidi sognano pecore elettriche?
017 - William F. TEMPLE - Il triangolo quadrilatero
018 - Isaac ASIMOV - Le correnti dello spazio
019 - Isaac ASIMOV - Il tiranno dei mondi
020 - Isaac ASIMOV - Pària dei cieli
021 - Frederik POHL & Cyril M. KORNBLUTH - Gladiatore in legge
022 - Robert A. HEINLEIN - La porta sull'estate
023 - Michael CRICHTON - Jurassic Park
024 - Theodore STURGEON - Nascita del superuomo
025 - Jules VERNE - Viaggio al centro della Terra
026 - Robert SILVERBERG - La città labirinto
027 - Arthur C. CLARKE - 2001 Odissea nello spazio
028 - Arthur C. CLARKE - 2010 Odissea due
029 - James G. BALLARD - Deserto d'acqua
030 - Arthur C. CLARKE - 2061 Odissea tre

E nel prossimo volume la spettacolare conclusione dell'odissea, con il gradito ritorno di un personagio davvero inatteso... anzi due!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 28 Giugno 2011, 22:07:53

[SIZE=4][B][COLOR=#1f497d]031 - 3001 Odissea finale - Arthur C. CLARKE (1997)[/COLOR][/B][/SIZE]

I cicli vanno presentati nella loro interezza: su questo non ci piove. Questo presupposto, tuttavua, può rivelarsi a volte un'arma a doppio taglio perchè non sempre la qualità dei "seguiti" è all'altezza dei primi capitoli. Ma se l'autore del ciclo è uno dei grandi maestri di sempre della fantascienza ci si può lecitamente aspettare che un sequel, per quanto inferiore alle prime storie, sarà sempre e comunque un classico degno di comparire al fianco degli altri capolavori.
Ecco quindi a voi una delle pochissime edizioni di uno degli ultimi lavori di Clarke che conclude in un modo davvero imprevedibile la saga delle "odissee nello spazio". L'immagine di copertina l'ho scelta tra quelle presenti su Internet, ma non era indicato l'autore, mentre la quarta di copertina è quella della collana Superbur della Rizzoli.

[TABLE][TR][TD][B][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k9d35e542e6.jpg[/IMG][/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=3]In "[I]3001 Odissea finale[/I]" Clarke conclude con un ultimo affascinante episodio la leggendaria saga di fantascienza iniziata con "[I]2001 Odissea nello spazio[/I]" facendo fare al lettore un balzo di mille anni nel futuro e rivelandogli una verità che possiamo comprendere soltanto adesso. Fondendo mirabilmente fantasia e precisione scientifica Clarke ci regala un altro indimenticabile capolavoro sui misteri insondabili dell'universo e sull'eterno, appassionante confronto tra l'uomo e l'ignoto.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

016 - Philip K. DICK - Gli androidi sognano pecore elettriche?
017 - William F. TEMPLE - Il triangolo quadrilatero
018 - Isaac ASIMOV - Le correnti dello spazio
019 - Isaac ASIMOV - Il tiranno dei mondi
020 - Isaac ASIMOV - Pària dei cieli
021 - Frederik POHL & Cyril M. KORNBLUTH - Gladiatore in legge
022 - Robert A. HEINLEIN - La porta sull'estate
023 - Michael CRICHTON - Jurassic Park
024 - Theodore STURGEON - Nascita del superuomo
025 - Jules VERNE - Viaggio al centro della Terra
026 - Robert SILVERBERG - La città labirinto
027 - Arthur C. CLARKE - 2001 Odissea nello spazio
028 - Arthur C. CLARKE - 2010 Odissea due
029 - James G. BALLARD - Deserto d'acqua
030 - Arthur C. CLARKE - 2061 Odissea tre
031 - Arthur C. CLARKE - 3001 Odissea finale

E non perdetevi la prossima mirabilante doppia uscita firmata Richard Matheson!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: dhr il 28 Giugno 2011, 22:18:52

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#55131 date=1309291673]
una delle [B][U]pochissime[/U][/B] edizioni di uno degli ultimi lavori di Clarke
[/quote]

sai dare un perché? non è bastata la fama dell'autore e dell'opera prima a farlo diventare un classico?

(è vero che anche il terzo episodio della trilogia di Dante, [I]Paradiso[/I], non se lo fila quasi nessuno... e pensare che, fantascientificamente, è il suo capolavoro...)


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 28 Giugno 2011, 22:37:27

[quote author=dhr qlnk=board=9&threadid=5060&start=135#55132 date=1309292332]
[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#55131 date=1309291673]
una delle [B][U]pochissime[/U][/B] edizioni di uno degli ultimi lavori di Clarke
[/quote]

sai dare un perché? non è bastata la fama dell'autore e dell'opera prima a farlo diventare un classico?

(è vero che anche il terzo episodio della trilogia di Dante, [I]Paradiso[/I], non se lo fila quasi nessuno... e pensare che, fantascientificamente, è il suo capolavoro...)
[/quote]

Non se lo fila quasi nessuno perchè è meno "commerciale" dei primi due. Chiunque non sia una capra integrale si ricorda qualche brano dell'Inferno, sia pur studiato malvolentieri a scuola. Qualcosa del secondo episodio e praticamente niente del terzo che, concordo con te, è il suo capolavoro fantascientifico, nonchè meta-fisico, cosmologico etc.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 29 Giugno 2011, 09:29:25

[quote author=dhr qlnk=board=9&threadid=5060&start=135#55132 date=1309292332]
[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#55131 date=1309291673]
una delle [B][U]pochissime[/U][/B] edizioni di uno degli ultimi lavori di Clarke
[/quote]

sai dare un perché?
[/quote]


Avendolo letto posso rispondere "si"...
Senza dubbio è infinitamente inferiore ai primi tre e credo che questo sia il motivo


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 01 Luglio 2011, 14:33:27

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]032 - Io sono leggenda - Richard MATHESON (1954)[/B][/SIZE][/COLOR]

I confini tra fantascienza ed horror a volte si fanno indistinti e sfumano al punto da rendere vano ogni tentativo di classificazione di un libro. Ma se l'autore di questo libro è Richard Matheson allora poco importa tentare di dare una definizione esatta: quello che conta è godersi la più interessante e sorprendente rivisitazione in chiave fantascientifica del mito dei vampiri, rabbrividendo passo dopo passo alla visione dell'apocalittica, imprevedibile e catastrofica rovina che si è abbattuta sul mondo.
La collana si tinge di nero in un modo che va al di là di ogni immaginazione ed allora, sebbene sia molto inquietante e mi venga voglia di coprirla per non vederla, ho ritenuto che la copertina più adatta per questa uscita fosse quella di Jum Thiensen che rende unica l'edizione di "[I]I am legend[/I]" della collana SF Masterworks. La quarta di copertina, invece, è ripresa dall'edizione dei Tascabili immaginario della Fanucci. Preparatevi ad entrare nella leggenda!

[TABLE][TR][TD][B][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kd780313973.jpg[/IMG][/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=3]È il 1976. Robert Neville torna a casa dopo una giornata di duro lavoro. Cucina, pulisce, ascolta un disco, si siede in poltrona e legge un libro. Eppure la sua non è una vita normale. Soprattutto dopo il tramonto. Perché Neville è l’ultimo uomo sulla Terra. L’ultimo umano sopravvissuto, in un mondo completamente popolato da vampiri.
Nella solitudine che lo circonda, Robert esegue la sua missione, studia il fenomeno e le superstizioni che lo circondano, cerca nuove strade per lo sterminio delle creature delle tenebre. Durante la notte se ne sta rintanato nella sua roccaforte, assediato dai morti viventi avidi del suo sangue.
Ma con il sorgere del sole è lui a dominare un gioco crudele e di meccanica ferocia, scandito dalle luci e dalle ombre di un tempo sempre uguale a se stesso e che impone la ripetizione di un rituale sanguinario.
In questo mondo Neville, con la sua unicità, si è già trasformato in leggenda.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

017 - William F. TEMPLE - Il triangolo quadrilatero
018 - Isaac ASIMOV - Le correnti dello spazio
019 - Isaac ASIMOV - Il tiranno dei mondi
020 - Isaac ASIMOV - Pària dei cieli
021 - Frederik POHL & Cyril M. KORNBLUTH - Gladiatore in legge
022 - Robert A. HEINLEIN - La porta sull'estate
023 - Michael CRICHTON - Jurassic Park
024 - Theodore STURGEON - Nascita del superuomo
025 - Jules VERNE - Viaggio al centro della Terra
026 - Robert SILVERBERG - La città labirinto
027 - Arthur C. CLARKE - 2001 Odissea nello spazio
028 - Arthur C. CLARKE - 2010 Odissea due
029 - James G. BALLARD - Deserto d'acqua
030 - Arthur C. CLARKE - 2061 Odissea tre
031 - Arthur C. CLARKE - 3001 Odissea finale
032 - Richard MATHESON - Io sono leggenda

Ma i brividi non sono finiti!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 02 Luglio 2011, 16:26:33

[COLOR=#c00000][SIZE=4][B]032bis - Io sono Helen Driscoll - Richard MATHESON (1958)[/B][/SIZE][/COLOR]

Perchè una collana dovrebbe istituire dei supplementi? Nel caso della mia collana ideale il motivo è molto semplice: i supplementi mi danno la possibilità di inserire alcuni romanzi che reputo assolutamente straordinari ed imperdibili ma che non sono propriamente di fantascienza. Tra questi romanzi spicca l'inquietante capolavoro di Matheson "[I]Io sono Helen Driscoll[/I]", da sempre presente nella mia personale top-ten, il quale, sfuggendo ad ogni possibile classificazione, potrebbe rappresentare una di quelle fastidiose anomalie che in genere finiscono per allontanare i lettori "mono-genere".
E quindi, assieme all'orrendo e desolante "[I]Io sono leggenda[/I]", affianchiamo l'altrettanto sconcertante "[I]Io sono Helen Driscoll[/I]": lascio ai lettori giudicare se sia migliore il Matheson horror-fantascientifico oppure quello thriller-soprannaturale.
Accompagnato da una veste editoriale simile, ma non identica a quella della collana principale, dalla raccapricciante copertina di Karel Thole apparsa sul mitico ed introvabile Urania 501, e dalla quarta di copertina che riporta uno stralcio del romanzo, ecco a voi il libro che inaugura la serie dei supplementi e che, a mio modesto parere, è anche il capolavoro assoluto di Matheson.

[TABLE][TR][TD][B][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k0c6a155d4a.jpg[/IMG][/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=3]"Fuggii a precipizio in camera da letto. Solo quando scivolai terrorizzato sotto le coperte mi resi conto di essere gelato dalla testa ai piedi. Cominciai a battere i denti e per un bel pezzo non riuscii a dominarmi. Per fortuna, Anne dormiva profondamente. Almeno cinque volte fui sul punto di svegliarla per dirle... ma ogni volta mi bloccavo al pensiero di quanto si sarebbe spaventata. Alla fine decisi di aspettare il mattino. Tentai persino di convincermi che avevo avuto un incubo e che in realtà non era successo niente.
Purtroppo, sapevo che la realtà era un'altra. Sapevo che mi era successa una cosa che credevo non potesse succedere a nessuno. La parola? Metterla sulla carta è facile, bastano pochi tratti di penna. Ma il suo significato può sconvolgere una vita.
La parola è: [I]spettro[/I]."[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

018 - Isaac ASIMOV - Le correnti dello spazio
019 - Isaac ASIMOV - Il tiranno dei mondi
020 - Isaac ASIMOV - Pària dei cieli
021 - Frederik POHL & Cyril M. KORNBLUTH - Gladiatore in legge
022 - Robert A. HEINLEIN - La porta sull'estate
023 - Michael CRICHTON - Jurassic Park
024 - Theodore STURGEON - Nascita del superuomo
025 - Jules VERNE - Viaggio al centro della Terra
026 - Robert SILVERBERG - La città labirinto
027 - Arthur C. CLARKE - 2001 Odissea nello spazio
028 - Arthur C. CLARKE - 2010 Odissea due
029 - James G. BALLARD - Deserto d'acqua
030 - Arthur C. CLARKE - 2061 Odissea tre
031 - Arthur C. CLARKE - 3001 Odissea finale
032 - Richard MATHESON - Io sono leggenda / 032bis - Richard MATHESON - Io sono Helen Driscoll

E quando avrete finito di tremare per i vampiri e gli spettri di Matheson, preparatevi a vivere il ciclo di avventure più straordinario di tutti i tempi firmato da Jack Vance!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: AgenteD il 02 Luglio 2011, 17:03:06

... Ecco sono usciti anche i supplementi[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_angry.gif[/IMG] Mi dispero per il mio portafoglio!![IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 02 Luglio 2011, 17:49:43

[quote author=AgenteD qlnk=board=9&threadid=5060&start=135#55294 date=1309618986]
... Ecco sono usciti anche i supplementi[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_angry.gif[/IMG] Mi dispero per il mio portafoglio!![IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]
[/quote]


Però vi risparmio le ristampe con copertina diversa...
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_wink.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: DarkHorseman il 02 Luglio 2011, 18:31:41

ma solo io ho trovato helen driscoll insulso e banale?


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 02 Luglio 2011, 22:38:14

[quote author=DarkHorseman qlnk=board=9&threadid=5060&start=135#55299 date=1309624301]
ma solo io ho trovato helen driscoll insulso e banale?
[/quote]


Oh non ti preoccupare: io sono uno dei pochi che ha trovato "[I]Il canto di Kali[/I]" insulso e sensa senso...
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/65.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: dhr il 02 Luglio 2011, 22:39:23

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#55311 date=1309639094]
Oh non ti preoccupare: io sono uno dei pochi che ha trovato "[I]Il canto di Kali[/I]" insulso e sensa senso...
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/65.gif[/IMG]
[/quote]

TU hai trovato insulso e senza senso anche Kadath di HPL !!! sssssssggggggggrrrrrrrrrrrunt


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 02 Luglio 2011, 22:42:15

[quote author=dhr qlnk=board=9&threadid=5060&start=135#55312 date=1309639163]
[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#55311 date=1309639094]
Oh non ti preoccupare: io sono uno dei pochi che ha trovato "[I]Il canto di Kali[/I]" insulso e sensa senso...
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/65.gif[/IMG]
[/quote]

TU hai trovato insulso e senza senso anche Kadath di HPL !!! sssssssggggggggrrrrrrrrrrrunt
[/quote]


No, solo noioso in modo estremo...


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 02 Luglio 2011, 22:50:23

A me la "prosa" di Herbert fa venire l'orticaria, come ben si sa. Ognuno ha le sue idiosincrasie.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 02 Luglio 2011, 23:25:40

[quote author=marben qlnk=board=9&threadid=5060&start=150#55315 date=1309639823]
A me la "prosa" di Herbert fa venire l'orticaria, come ben si sa. Ognuno ha le sue idiosincrasie.
[/quote]


James o Frank?


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: dhr il 02 Luglio 2011, 23:29:44

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#55313 date=1309639335]
No, solo noioso in modo estremo...
[/quote]

così piccole... e già orfane... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cry.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 02 Luglio 2011, 23:46:13

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=150#55316 date=1309641940]
[quote author=marben qlnk=board=9&threadid=5060&start=150#55315 date=1309639823]
A me la "prosa" di Herbert fa venire l'orticaria, come ben si sa. Ognuno ha le sue idiosincrasie.
[/quote]


James o Frank?
[/quote]

Frank, of course.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 03 Luglio 2011, 09:42:37

[quote author=marben qlnk=board=9&threadid=5060&start=150#55319 date=1309643173]
[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=150#55316 date=1309641940]
[quote author=marben qlnk=board=9&threadid=5060&start=150#55315 date=1309639823]
A me la "prosa" di Herbert fa venire l'orticaria, come ben si sa. Ognuno ha le sue idiosincrasie.
[/quote]


James o Frank?
[/quote]

Frank, of course.
[/quote]


In ogni caso non potevo evitarti nessuno dei due... come non posso evitarti Vance...
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/4.gif[/IMG]

Però con James Herbert bisognerà andarci piano perchè non tutte le sue apparizioni sono SF...
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/39.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 03 Luglio 2011, 10:21:16

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=150#55329 date=1309678957]



In ogni caso non potevo evitarti nessuno dei due... come non posso evitarti Vance...
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/4.gif[/IMG]

Però con James Herbert bisognerà andarci piano perchè non tutte le sue apparizioni sono SF...
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/39.gif[/IMG]
[/quote]

Almeno Vance è uno [I]scrittore[/I], non mi è tanto congeniale però è uno [I]scrittore[/I]. Herber (James) è un rispettabile autore soprattutto horror. L'altro Herbert mi fa venire l'allergia. Ci sono vari suoi romanzi estranei al ciclo di Dune che hanno trame non malvage, però come scrive male..


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 08 Luglio 2011, 16:11:00

[SIZE=4][B][COLOR=#1f497d]033 - Naufragio sul pianeta Tschai - Jack VANCE (1968)[/COLOR][/B]
[B][COLOR=#1f497d]034 - Le insidie di Tschai - Jack VANCE (1969)[/COLOR][/B][/SIZE]

Il ciclo del pianeta Tschai di Jack Vance è talmente bello, avvincente ed avventuroso che nemmeno i più acerrimi detrattori di questo grande interprete della fantascienza riescono a stroncarlo.
Il segreto della longevità di questa eccellente quadrilogia è il fatto che l'autore è riuscito a raccontare una storia piena di fascino e colpi di scena senza dare alcun riferimento nè spaziale nè temporale: il pianeta Tschai con la sua particolarissima configurazione socio-politica non ha una collocazione precisa nell'universo e le avventure del celebre naufrago Adam Reith, costretto suo malgrado a doverci sopravvivere fino alla fuga, non danno alcun appiglio (in termini di armi, tecnologia o idee) per consentire l'inquadramento in una qualsiasi epoca passata, presente o futura.
La saga di Tschai merita una collocazione di primo piano in qualsiasi collana che si riprometta di presentare classici e capolavori della fantascienza ed è per questo che in questa collana non poteva assolutamente mancare.
Accompagnati dunque dalle stupende copertine di Karel Thole e dalle didascalie apparse rispettivamente nell'edizione Urania Classici ed Urania, ecco a voi i primi due capitoli di questa straordinaria avventura raccontata da Jack Vance.

[TABLE][TR][TD][B][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k7dbfbc37c0.jpg[/IMG][/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=3]L'astronave di Adam Reith naufraga sul lontano pianeta Tschai: solo e indifeso, il terrestre comincia il suo viaggio tra le violente, imprevedibili, mostruose civiltà di un mondo la cui principale specialità è la guerra. E arriva cosi nella città dei Chasch, esseri orrendi e barbari da cui dipende la sua vita... Comincia con questo romanzo il ciclo del pianeta Tschai, la più celebre odissea nello spazio della sf d'avventura.[/SIZE][/TD][/TR][TR][TD] [/TD][TD] [/TD][TD] [/TD][/TR][TR][TD][B][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k53b1c99170.jpg[/IMG][/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=3]Il pianeta Tschai è quello che i nostri uomini politici chiamerebbero un mondo pluralistico. Le razze e sotto-razze sono innumerevoli, gli incroci, gli ibridismi, le degenerazioni, le mutazioni non si contano; un precario equilibrio si è stabilito tra società diversissime, che vanno dalla più raffinata tecnologia al nomadismo, da condizioni barbariche a rigide gerarchie di tipo medioevate. Adam Reith, il naufrago terrestre, continua la sua lunga marcia per questo formicolante labirinto, dove un gesto, una parola sbagliata, possono significare la morte. Ma per lui non si tratta soltanto di sopravvivere giorno per giorno, né di imparare e scoprire, come Marco Polo. Il suo scopo, cui resta disperatamente attaccato a ogni nuova svolta avventurosa, è quello di procurarsi con ogni mezzo un'astronave e ripartire per la Terra.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

018 - Isaac ASIMOV - Le correnti dello spazio
019 - Isaac ASIMOV - Il tiranno dei mondi
020 - Isaac ASIMOV - Pària dei cieli
021 - Frederik POHL & Cyril M. KORNBLUTH - Gladiatore in legge
022 - Robert A. HEINLEIN - La porta sull'estate
023 - Michael CRICHTON - Jurassic Park
024 - Theodore STURGEON - Nascita del superuomo
025 - Jules VERNE - Viaggio al centro della Terra
026 - Robert SILVERBERG - La città labirinto
027 - Arthur C. CLARKE - 2001 Odissea nello spazio
028 - Arthur C. CLARKE - 2010 Odissea due
029 - James G. BALLARD - Deserto d'acqua
030 - Arthur C. CLARKE - 2061 Odissea tre
031 - Arthur C. CLARKE - 3001 Odissea finale
032 - Richard MATHESON - Io sono leggenda / 032bis - Richard MATHESON - Io sono Helen Driscoll
033 - Jack VANCE - Naufragio sul pianeta Tschai
034 - Jack VANCE - Le insidie di Tschai

E nel prossimo numero lasceremo temporaneamente in sospeso le avventure di Adam Reith e lasceremo la parola a Fritz Leiber che ci darà la sua interessantissima versione dell'eterno conflitto tra il bene ed il male. Con l'occasione avremo anche modo di parlare di un episodio davvero unico nella storia di una collana a noi molto vicina, un episodio di cui non si potrà mai parlare abbastanza.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 21 Luglio 2011, 22:53:42

[SIZE=4][B][COLOR=#1f497d]035 - L'alba delle tenebre -Fritz LEIBER (1943)[/COLOR][/B][/SIZE]

Per i collezionisti di Urania il numero 35 è un numero particolare, un numero indissolubilmente legato all'unico caso accertato, in tutta la storia della collana, di censura nei confronti di un volume. Che tutte le copie dell'annunciato romanzo di Fritz Leiber "[I]L'era di Satana[/I]" siano state distrutte per ordine di Arnoldo Mondadori in persona è un fatto noto e per certi versi documentato: gli interessati potranno, tra l'altro, gustarsi la simpatica ricostruzione (con tanto di processo) che il Custode propone sulla fantabancarella in un suo celebre articolo.
Quello che mi preme in questa sede non è discutere ulteriormente sull'evento quanto, piuttosto, tentare di "recuperare" parte del senso e del "sapore" di quel numero perduto, ponendo l'accento su alcuni aspetti dell'episodio apparentemente trascurati.
Sebbene, infatti, i pareri degli appassionati sulla vicenda si dividano tra chi non vuole nemmeno sentir parlare dell'ipotesi che qualche copia del volume sia scampata al macero e chi invece (come me) si sente salire la febbre al solo pensiero di questa eventualità, è per me fuori di dubbio che il sistematico ritiro e distuzione di quello che doveva essere il numero 35 della collana Urania abbia avuto come conseguenza una perdita irreparabile per la storia della fantascienza italiana.
E se pensiamo che quei primi numeri di Urania, tagliati, riassunti e poco più che condensati del testo originale, hanno ormai un valore esclusivamente collezionistico, si può facilmente intuire che non mi riferisco certo al romanzo di Leiber, tra l'altro ristampato negli anni successivi in diverse altre collane, ma piuttosto alla copertina del volume, che un certo Caesar, allora in grandissima forma, aveva disegnato per quel numero.
I più informati, infatti, raccontano che l'allora copertinista di Urania disegnava i suoi bozzetti basandosi su alcuni elementi del romanzo che gli venivano riportati e che l'originale non veniva mai conservato dopo la stampa. La domanda che, allora, io mi pongo è la seguente: andò veramente perduta la copertina de "[I]L'era di Satana[/I]"?
La domanda non può ovviamente avere una risposta univoca, ma ognuno di noi è libero di dare la sua. Personalmente sono poco propenso a credere all'esistenza di "archivi segreti" dei bozzetti di Caesar e mi piace piuttosto immaginare che Caesar stesso abbia riproposto la sua copertina in una delle uscite successive o piuttosto che la sua mente abbia trattenuto degli "elementi" di quella sua opera e glieli abbia fatti riproporre in copertine successive.
Solo con questa ipotesi, infatti, riesco a spiegarmi le straordinarie "assonanze" che ci sono tra la trama del romanzo di Leiber e la copertina dell'Urania numero 68, "[I]I vampiri della morte[/I]" di Jerry Sohl.
Nessun elemento del romanzo di Sohl infatti lascia intuire quale possa essere il senso di quell'esserino che compare sotto le vesti del personaggio in primo piano: lo stesso aspetto "vampirico" del personaggio stesso potrebbe essere volutamente fuorviante e nessuno può escludere che l'uniforme del tizio possa essere in realtà una sorta di "tonaca" e che l'animaletto che gli si stringe addosso possa essere piuttosto uno dei misteriosi simbionti che compaiono nel romanzo di Leiber.
Al proposito lascio qui traccia della descrizione della creaturina.

[SPOILER][I]Un artiglio scintillante le strappò il vestito all'altezza della vita... dall'interno. Vi fu un rapido sommovimento sotto la stoffa, poi, contorcendosi, qualcosa uscì dalla fessura e spiccò un balzo.[/I]
[I]Qualcosa di peloso, grande come un gatto, ma più simile a una scimmia e incredibilmente magro[/I][/SPOILER]

Altro elemento a mio avviso fuorviante è il tizio vestito da scheletro che campeggia sullo sfondo: piuttosto che un richiamo alla parola "morte" nel titolo del romanzo di Sohl, io ci vedo una perfetta rappresentazione dell'Uomo nero protagonista del romanzo di Leiber. Ed il volo di razzi sullo sfondo nel cielo infuocato, infine, anche se evoca benissimo lo spettro dell'olocausto atomico raccontato da Sohl potrebbe essere una altrettanto valida rappresentazione della titanica battaglia tra le forze del bene e quelle del male raccontata da Leiber.
E' la mia fantasia a farmi vedere quello che non c'è? Sono le copertine di Caesar, volutamente ambigue, a far sorgere analogie che in realtà non ci sono? E continua così la sequenza di domande che ovviamente (come quella posta in precedenza) non ammettono risposta univoca.
L'unica risposta che possiamo dare è quella che più ci piace ed a me personalmente piace pensare ad un Caesar che volontariamente o inconsciamente finisce per "contaminare" un nuovo lavoro a lui commissionato con elementi di un lavoro più vecchio, un lavoro ormai scomparso da ogni luogo che non fosse la sua propria testa.
Questo numero 035 quindi vuole essere non solo un omaggio a Fritz Leiber che ci ha donato una delle storie più intriganti della fantascienza, una storia che ridisegna in modo assai ambiguo i concetti stessi di Bene e di Male, proponendo affascinanti rovesciamenti di valori, ma anche e soprattutto un omaggio al grande Caesar, un pittore che con i suoi disegni ha contribuito alla diffusione della fantascienza in Italia, con un tentativo di dare una risposta affascinante e suggestiva al mistero che si cela dietro la copertina dell'urania scomparso.
Ecco quindi a voi la mia personale ricostruzione di quel numero perduto con la quarta di copertina dell'edizione Cosmo Oro, opportunamente tagliata in ossequio alla politica di Urania degli anni '50.

[TABLE][TR][TD][B][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k52b5e8f66b.jpg[/IMG][/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=3]In un futuro lontano, dopo una guerra atomica che ha ridotto la Terra a una sfera butterata di crateri, il mondo è dominato da una dittatura religiosa, la Gerarchia, che, forte di una scienza altamente avanzata tiene il popolo soggiogato in una squallida servitù della gleba. Fratel Jaries, giovane prete della Gerarchia, pieno di ideali di giustizia e di eguaglianza, vede che la sua religione non è altro che un cumulo di falsità e di ipocrisie, dietro cui si cela la brama di potere di una cerchia ristretta di persone appartenenti alla casta sacerdotale, e decide di ribellarsi contro l'iniqua tirannide. Ma la sua fuga improvvisa lo porterà nelle mani di un gruppo di sovversivi di dubbia natura: chi è in realtà l'Uomo Nero, chi è Satanasso, e "cosa" sono effettivamente gli animaletti misteriosi e strani, i cui volti hanno una bizzarra rassomiglianza con quelli umani? Il migliore romanzo sul tema della rivolta contro una dittatura teocratica. Una delle pietre miliari della storia della Fantascienza.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

021 - Frederik POHL & Cyril M. KORNBLUTH - Gladiatore in legge
022 - Robert A. HEINLEIN - La porta sull'estate
023 - Michael CRICHTON - Jurassic Park
024 - Theodore STURGEON - Nascita del superuomo
025 - Jules VERNE - Viaggio al centro della Terra
026 - Robert SILVERBERG - La città labirinto
027 - Arthur C. CLARKE - 2001 Odissea nello spazio
028 - Arthur C. CLARKE - 2010 Odissea due
029 - James G. BALLARD - Deserto d'acqua
030 - Arthur C. CLARKE - 2061 Odissea tre
031 - Arthur C. CLARKE - 3001 Odissea finale
032 - Richard MATHESON - Io sono leggenda / 032bis - Richard MATHESON - Io sono Helen Driscoll
033 - Jack VANCE - Naufragio sul pianeta Tschai
034 - Jack VANCE - Le insidie di Tschai
035 - Fritz LEIBER - L'alba delle tenebre


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: gretana il 23 Luglio 2011, 11:35:16

Grazie per continuare a scrivere di libri.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: AgenteD il 23 Luglio 2011, 11:40:18

[quote author=gretana qlnk=board=9&threadid=5060&start=150#56459 date=1311413716]
Grazie per continuare a scrivere di libri.
[/quote]


Forse è inutile, ma quoto.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 07 Agosto 2011, 22:29:44

[B][SIZE=4][COLOR=#1f497d]036 - I tesori di Tschai - Jack Vance (1969)[/COLOR][/SIZE][/B]

L'annata delle pubblicazioni si chiude con il terzo volume della quadrilogia di Tschai, forse il più avvincente dei quattro capolavori targati Jack Vance.
Poichè penso che ci sia poco da aggiungere all'edizione Urania di questo lavoro, ve lo presento senza troppi preamboli, accompagnato dalla bellissima copertina di Karel Thole e dalla quarta di copertina dell'Urania 567.

[TABLE][TR][TD][B][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kcfceb956ec.jpg[/IMG][/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=3][COLOR=#000000][FONT=Verdana,Arial,Helvetica,sans-serif][/FONT][/COLOR]Nella Zona Nera alcuni si avventurano di notte, altri in pieno giorno. C'è chi si sente più sicuro in gruppo, e chi preferisce tentare da solo. Ciascuno ha una propria teoria. Quasi nessuno, una volta entrato, ritorna più a raccontare se fosse giusta. La Zona Nera è l'Eldorado di Tschai, un immenso territorio aspro e accidentato dove affiorano le pietre preziose - rosse, turchine, verdi, opalescenti - che sono la moneta comune a tutto il pianeta. E tra i disperati di ogni razza che rischiano la vita nella Zona Nera c'è anche Adam Reith, il terrestre. Anche lui vuole arricchire in fretta, ma solo perché questo è l'unico mezzo che gli permetterà, forse, di tornare sulla Terra. Tra lui e i tesori di Tschai ci sono soltanto piccole comitive di sportivi. Lo sport che praticano è la caccia all'uomo.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

022 - Robert A. HEINLEIN - La porta sull'estate
023 - Michael CRICHTON - Jurassic Park
024 - Theodore STURGEON - Nascita del superuomo
025 - Jules VERNE - Viaggio al centro della Terra
026 - Robert SILVERBERG - La città labirinto
027 - Arthur C. CLARKE - 2001 Odissea nello spazio
028 - Arthur C. CLARKE - 2010 Odissea due
029 - James G. BALLARD - Deserto d'acqua
030 - Arthur C. CLARKE - 2061 Odissea tre
031 - Arthur C. CLARKE - 3001 Odissea finale
032 - Richard MATHESON - Io sono leggenda / 032bis - Richard MATHESON - Io sono Helen Driscoll
033 - Jack VANCE - Naufragio sul pianeta Tschai
034 - Jack VANCE - Le insidie di Tschai
035 - Fritz LEIBER - L'alba delle tenebre
036 - Jack Vance - I tesori di Tschai

E nel prossimo numero si conclude la saga di Adam Reith, ma prima... l'editoriale!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 11 Agosto 2011, 14:48:30

[B][COLOR=#c00000]Editoriale - Il grande viaggio della fantascienza[/COLOR][/B]

Anche solo limitandosi ai grandi classici il serbatoio delle fantascienza appare provvidamente "infinito".
Abbiamo appena finito di apprezzare capolavori come "[I]Ubik[/I]", "[I]Assurdo universo[/I]", "[I]Jurassic Park[/I]", "[I]La città labirinto[/I]" ed il ciclo di 2001 che subito lo straordinario viaggio di questa collana virtuale riprende con l'esplorazione di nuovi autori e di nuovi modi di interpretare il genere e le sue possibilità.
Il nuovo ciclo di pubblicazioni si aprirà con il grande finale dell'avventura di Adam Reith sul pianeta Tschai e vedrà il gradito ritorno di autori come Dick, Bradbury, Heinlen ed Asimov con alcune delle loro storie migliori.
A questi si affiancheranno due grandi nomi tra quelli ancora ancora mancanti nelle uscite collana: Van Vogt ed Haldeman, cui sarà dedicato l'ultimo numero della stagione.
E non mancheranno neppure i soliti graditi "recuperi" di opere più o meno dimenticate. Tra le prime uscite, infatti, sarà presentato uno dei capolavori più bizzarri e suggestivi di tutti i tempi ed in seguito uscirà una antologia volta a consacrare l'opera di un autore molto interessante ma poco considerato dall'editoria italiana, Robert Franklyn Young.
E se pensate che le sorprese siano finite qui vi sbagliate: in questa stagione arriverà uno dei cicli più folli, dissacranti e divertenti mai scritti... e se vi state chiedendo di cosa mai si tratti, sappiate pure che la risposta è "42"...
Un anno, insomma, pieno di sorprese e di capolavori indimenticabili.
Buone letture.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 11 Agosto 2011, 14:54:22

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=150#57000 date=1313066910]
[B][COLOR=#c00000] [/COLOR][/B] e se vi state chiedendo di cosa mai si tratti, sappiate pure che la risposta è "42"...

[/quote]

Chissà cosa mai sarà...[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/71.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: gretana il 11 Agosto 2011, 18:46:48


http://www.quarantadue.ch/


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: bibliotecario il 11 Agosto 2011, 22:03:10

Ma il ciclo di Miles Vorkosigan della Bujold quando arriva? [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/45.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_wink.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 11 Agosto 2011, 23:21:59

[quote author=bibliotecario qlnk=board=9&threadid=5060&start=165#57004 date=1313092990]
Ma il ciclo di Miles Vorkosigan della Bujold quando arriva? [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/45.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_wink.gif[/IMG]
[/quote]


E' un po' lunghetto... vedremo... tanto chi può dire quante pubblicazioni ci saranno...
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/106.gif[/IMG]

PS
La sfera magica per ora non da indicazioni oltre i prossimi 12 numeri... e continua a lampeggiare un gigantesco "[B]Don't panic![/B]"


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 12 Agosto 2011, 14:13:15

[SIZE=4][B][COLOR=#1f497d]037 - Fuga da Tschai - Jack VANCE (1970)[/COLOR][/B][/SIZE]

Con questo numero la collana celebra la chiusura di uno dei migliori cicli di fanta-avventura che siano mai stati scritti e come già accaduto per i primi tre capitoli della saga l'uscita coincide in maniera strabiliante con la pubblicazione dell'Urania numero 571.
Questo fatto riflette in pieno l'idea del curatore per cui è impossibile migliorare quello che è già perfetto: nessuna copertina potrà mai superare in bellezza quella di Karel Thole e nessuna trama potrà mai essere più stringata ed efficace di quella proposta dalla collana curata da Fruttero & Lucentini.

[TABLE][TR][TD][B][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k5a630030e6.jpg[/IMG][/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=3]Se la superficie di Tschai pullula di razze e civiltà diversissime il vero enigma del pianeta sta nel sottosuolo. Adam Reith, che ha percorso in lungo e in largo continenti e oceani, che ha superato, con la forza o con l'astuzia, tutti i pericoli concepibili, e che si crede ormai vicinissimo all'astronave della salvezza definitiva, s'accorge d'essere stato troppo ottimista. I suoi viaggi, le sue imprese, sono stati seguiti, fin dal primo giorno, da osservatori silenziosi e persistenti: e proprio quando la libertà gli sembra a portata di mano, precipiterà nel loro regno d'ombre, nel loro antichissimo, sussurrante labirinto di talpe, dove il tempo non si calcola a ore o secoli, ma a centinaia di millenni. L'ultimo nemico di Adam Reith sarà il gelo immobile e indifferente di un immenso museo.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

023 - Michael CRICHTON - Jurassic Park
024 - Theodore STURGEON - Nascita del superuomo
025 - Jules VERNE - Viaggio al centro della Terra
026 - Robert SILVERBERG - La città labirinto
027 - Arthur C. CLARKE - 2001 Odissea nello spazio
028 - Arthur C. CLARKE - 2010 Odissea due
029 - James G. BALLARD - Deserto d'acqua
030 - Arthur C. CLARKE - 2061 Odissea tre
031 - Arthur C. CLARKE - 3001 Odissea finale
032 - Richard MATHESON - Io sono leggenda / 032bis - Richard MATHESON - Io sono Helen Driscoll
033 - Jack VANCE - Naufragio sul pianeta Tschai
034 - Jack VANCE - Le insidie di Tschai
035 - Fritz LEIBER - L'alba delle tenebre
036 - Jack VANCE - I tesori di Tschai
037 - Jack VANCE - Fuga da Tschai

E nel prossimo numero atterreremo nientemeno che su Altair-4 alla scoperta dei segreti e delle minacce di un pianeta davvero proibito...


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 15 Agosto 2011, 09:10:17

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]Il pianeta proibito - William J. STUART (1956)[/B][/SIZE][/COLOR]

Bisogna dire che anche prima di "[I]2001 odissea nello spazio[/I]" si producevano ottimi film di FS: certo gli effetti speciali erano un po' carenti, ma le storie che venivano raccontate erano ricche di inventiva e di fantasia ed avevano un loro fascino che con il trascorrere del tempo si è un po' perduto.
Al giorno d'oggi, rivedere un film come "[I]Il pianeta proibito[/I]" del 1956 in cui l'eroe è il mai troppo compianto Leslie Nielsen nei panni dell'astronauta coraggioso che svela i misteri di un pianeta sottoposto all'azione di forze sconosciute e terribili può dare ancora tantissime emozioni e soprattutto può far riflettere sul modo in cui il genere si sia evoluto (e magari anche un po' impoverito) nel corso del tempo: oggi in un ipotetico remake avremmo forse un Robbie dai movimenti più fluidi, magari realizzato con l'aiuto della computer-grafica, avremmo un mostro misterioso realizzato da lampi di luce al laser ed avremmo magari una Altaira in abiti molto più succinti di quelli dell'eroina del film originale, ma non sono affatto sicuro che avremmo un film migliore.
Questa originalissima e suggestiva storia che Philip McDonald ha tratto dalla sceneggiatura del film di Cyril Hume, a sua volta basata su un racconto di Irvin Block e Allen Adler che rielaborava in modo originale il dramma Shakespeariano "[I]La tempesta[/I]", ha il pregio che hanno un po' tutti i classici di non lasciar trasparire i segni del tempo trascorso e di regalare emozioni e pathos oggi come al tempo della sua prima uscita.
Il segreto di questo classico, come di tutti i grandi classici che questa collana vuole proporre, è quello di raccontare una storia fatta di sentimenti e di emozioni, di far vivere allo spettatore/lettore la stessa paura dell'ignoto che provavano i nostri progenitori chiusi nelle caverne e nascosti dalle belve in agguato nel buio ed il suo potere è quello di farci ricordare che una trama appassionante non può essere giammai sostituita dagli effetti speciali.
Accompagnata dall'immagine-simbolo che appariva sulla locandina del film e dalla stupenda quarta di copertina dell'edizione Urania Collezione, ecco a voi la storia che Willian Shakespeare, Cyril Hume, Irvin Block, Allen Adler e Philip McDonald (alias William J. Stuart) hanno consegnato ai posteri.

[TABLE][TR][TD][B][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kf52d033b42.jpg[/IMG][/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=3]Quando l'astronave C-57-D avvista il pianeta Altair-4, il comandante Adams e i suoi uomini pensano di dover compiere una missione umanitaria: rintracciare è riportare sulla Terra gli eventuali superstiti della spedizione precedente. Ma Altair-4 è diventato il paradiso privato di un uomo scaltro e pericoloso, il professor Morbius, che lo abita con la figlia e un robot. Non è solo la diffidenza di Morbius a mettere in allarme i terrestri: l'enigma più inquietante è costituito dalla scienza krell, sviluppata dalla razza avanzatissima che un tempo abitò quel mondo.
Un allarme giustificato perché presto una creatura tremenda emerge dalla notte di Altair, cominciando inesorabilmente a uccidere...[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

024 - Theodore STURGEON - Nascita del superuomo
025 - Jules VERNE - Viaggio al centro della Terra
026 - Robert SILVERBERG - La città labirinto
027 - Arthur C. CLARKE - 2001 Odissea nello spazio
028 - Arthur C. CLARKE - 2010 Odissea due
029 - James G. BALLARD - Deserto d'acqua
030 - Arthur C. CLARKE - 2061 Odissea tre
031 - Arthur C. CLARKE - 3001 Odissea finale
032 - Richard MATHESON - Io sono leggenda / 032bis - Richard MATHESON - Io sono Helen Driscoll
033 - Jack VANCE - Naufragio sul pianeta Tschai
034 - Jack VANCE - Le insidie di Tschai
035 - Fritz LEIBER - L'alba delle tenebre
036 - Jack VANCE - I tesori di Tschai
037 - Jack VANCE - Fuga da Tschai
038 - William J. STUART - Il pianeta proibito

E nel prossimo numero ritorna alla grande Ray Bradbury con un suo fiammeggiante capolavoro!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 15 Agosto 2011, 09:33:42

Questa fu l'unica escursione di MacDonald nel campo della fs, almeno per quanto mi risulta. MacDonald fu uno migliori giallisti degli anni '20/30 e autore di numerose sceneggiature cinematografiche, tra le quali spicca quella del film di Hitchcock [I]Rebecca, la prima moglie[/I]. Il suo libro più famoso è però [I]I nove volti dell'assassino[/I] (1959), da cui fu tratto il film di John Houston [I]I cinque volti dell'assassino[/I] (1963).


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Lucky il 15 Agosto 2011, 10:39:05

[I]Il pianeta proibito[/I]...
Insieme a [I]Uomini sulla Luna[/I], uno dei ricordi più belli della mia giovinezza fantascientifica.
Grazie Max e Buon Ferragosto a tutti

Lucky


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: waferdi il 15 Agosto 2011, 21:37:02

Il Pianeta Proibito [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]

Il mio preferito (chiedete pure a mia figlia Altaira)[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_rolleyes.gif[/IMG]

w.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: PabloE il 17 Agosto 2011, 11:59:24

[quote author=marben qlnk=board=9&threadid=5060&start=165#57057 date=1313393622]
Il suo libro più famoso è però [I]I nove volti dell'assassino[/I] (1959), da cui fu tratto il film di John Houston [I]I cinque volti dell'assassino[/I] (1963).
[/quote]

Si sono ridotti nella trasposizione iperspaziale? [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: gretana il 17 Agosto 2011, 12:49:16

[quote author=waferdi qlnk=board=9&threadid=5060&start=165#57061 date=1313437022]
Il Pianeta Proibito [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]

Il mio preferito (chiedete pure a mia figlia Altaira)[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_rolleyes.gif[/IMG]

w.
[/quote]
Altaira? Tua figlia si chiama Altaira?
Mi inchino, hai dato a tua figlia un nome stupendo[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/77.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 17 Agosto 2011, 13:14:38

[quote author=PabloE qlnk=board=9&threadid=5060&start=165#57068 date=1313575164]
[quote author=marben qlnk=board=9&threadid=5060&start=165#57057 date=1313393622]
Il suo libro più famoso è però [I]I nove volti dell'assassino[/I] (1959), da cui fu tratto il film di John Houston [I]I cinque volti dell'assassino[/I] (1963).
[/quote]

Si sono ridotti nella trasposizione iperspaziale? [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]
[/quote]

Forse nove erano troppi per un film solo.. [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: wawawa il 17 Agosto 2011, 14:01:13

[quote author=waferdi qlnk=board=9&threadid=5060&start=165#57061 date=1313437022]
Il Pianeta Proibito [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]

Il mio preferito (chiedete pure a mia figlia Altaira)[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_rolleyes.gif[/IMG]

w.
[/quote]


il mio computer si chiama "bellerofonte" [IMG]http://uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/105.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: John_Fischetti il 17 Agosto 2011, 17:39:45

[quote author=Lucky qlnk=board=9&threadid=5060&start=165#57058 date=1313397545]
[I]Il pianeta proibito[/I]...
Insieme a [I]Uomini sulla Luna[/I], uno dei ricordi più belli della mia giovinezza fantascientifica.
Grazie Max e Buon Ferragosto a tutti

Lucky
[/quote]

Invece io ricordo l'accoppiata "Il pianeta proibito" e "Il cittadino dello spazio" fra quelli "buonI" e "Laser X: operazione uomo" fra quelli "cattivi". Lo so che il terzo è uscito 10 anni dopo i primi due, ma io per ragioni anagrafiche ho iniziato a vederli tutti proprio verso il '68. :)

A chi interessa, "Il cittadino dello spazio" è stato finalmente ripubblicato in dvd dopo decenni di attesa, e ora attendiamo il remake de "Il pianeta proibito" e la conseguente ripubblicazione in dvd dell'originale, che sarà prevedibilmente molto meglio di quello nuovo... :)

Grazie a Maxpullo per queste occasioni di recupero di memoria, e non solo di quella ...

Bye.

Sagan


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 17 Agosto 2011, 18:19:13

Un film degli anni '50 che ricordo con particolare affetto e che nessuno ha ancora citato, è [I][B]Ultimatum alla Terra[/B][/I] di Robert Wise (1951), quello di [B]Klaatu, Barada, Nikto![/B], tanto per capirci.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Gort il 18 Agosto 2011, 15:26:57

[quote author=marben qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#57074 date=1313597953]
Un film degli anni '50 che ricordo con particolare affetto e che nessuno ha ancora citato, è [I][B]Ultimatum alla Terra[/B][/I] di Robert Wise (1951), quello di [B]Klaatu, Barada, Nikto![/B], tanto per capirci.
[/quote]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: wawawa il 18 Agosto 2011, 15:32:58

[quote author=marben qlnk=board=9&threadid=5060&start=165#57074 date=1313597953]
[B]Klaatu, Barada, Nikto![/B]
[/quote]

ripreso nella mitica "Armata delle tenebre" di Sam Raimi [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/78.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 18 Agosto 2011, 21:33:37

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]039 - Fahrenheit 451 - Ray BRADBURY (1953)[/B][/SIZE][/COLOR]

Se qualcuno possiede i numeri 13 e 14 di Urania Rivista potrà trovarvi, suddiviso in due puntate, il racconto "[I]Gli anni del rogo[/I]", l'embrione di quello che in seguito sarebbe diventato l'immortale capolavoro di Ray Bradbury, un classico della fantascienza "distopica" (che preannuncia cioè un futuro assolutamente non-utopico) che ha avuto innumerevoli edizioni e ristampe in moltissimi paesi fino a diventare un vero e proprio cult del genere, un'opera nota ed apprezzata anche tra i non appassionati di fantascienza.
Da ricordare poi che nel 1966, il romanzo di Bradbury è stato portato sul grande schermo, trasposto nell'omonimo film per la regia di Francois Truffault e che nel 2012 dovrebbe uscire un nuovo remake per la regia di Frank Darabont.
Accompagnato quindi dall'immagine di copertina dell'edizione Ballantine Books e dalla quarta di copertina dell'edizione Oscar Mondadori, ecco a voi un altro romanzo che ha fatto la storia della fantascienza.

[TABLE][TR][TD][B][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kb31a9b8949.jpg[/IMG][/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=3]II mondo allucinato di Fahrenheit 451 (Gli anni della Fenice), è completamente pianificato, e gli individui vivono alienati dalla televisione, le strade sono per lo più deserte. La città è un mostro meccanico in cui ogni sentimento è stato soppresso. Perché non sussistano possibilità di ritorno al passato, il "fireman" Montag - che reca un elmetto simbolicamente numerato con il numero 451 - ha il dovere di distruggere i libri che sono stati conservati illegalmente. II suo compito è di bruciarli; ma lo stesso Montag, in un recupero lento di una morale autenticamente umana, si ribella, conscio di dover affrontare prove durissime. Scoppia la guerra, la città, Los Angeles, viene annientata dalle bombe: la distruzione apocalittica del "nuovo mondo" huxleyano è totale.
La civiltà che sorgerà dalle rovine offrirà ai superstiti una possibilità di riscatto e di speranza?[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

025 - Jules VERNE - Viaggio al centro della Terra
026 - Robert SILVERBERG - La città labirinto
027 - Arthur C. CLARKE - 2001 Odissea nello spazio
028 - Arthur C. CLARKE - 2010 Odissea due
029 - James G. BALLARD - Deserto d'acqua
030 - Arthur C. CLARKE - 2061 Odissea tre
031 - Arthur C. CLARKE - 3001 Odissea finale
032 - Richard MATHESON - Io sono leggenda / 032bis - Richard MATHESON - Io sono Helen Driscoll
033 - Jack VANCE - Naufragio sul pianeta Tschai
034 - Jack VANCE - Le insidie di Tschai
035 - Fritz LEIBER - L'alba delle tenebre
036 - Jack VANCE - I tesori di Tschai
037 - Jack VANCE - Fuga da Tschai
038 - William J. STUART - Il pianeta proibito
039 - Ray BRADBURY - Fahrenheit 451

Nel prossimo numero torna Asimov, con una delle sue opere più celebri


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: PabloE il 19 Agosto 2011, 14:55:26


L'hai fatto ritradurre almeno...? [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_lipsrsealed.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 19 Agosto 2011, 23:37:55

[quote author=PabloE qlnk=board=9&threadid=5060&start=180#57093 date=1313758526]

L'hai fatto ritradurre almeno...? [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_lipsrsealed.gif[/IMG]
[/quote]


Certo.
Da Giorgio Monicelli...
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_grin.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 04 Settembre 2011, 19:13:57

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]040 - Io Robot - Isaac Asimov (1950)[/B][/SIZE][/COLOR]

Ci sono libri che non solo hanno fatto la storia della fantascienza, ma che hanno anche influenzato in modo definitivo le opere degli scrittori che sono venuti dopo: "[I]Io robot[/I]" è uno di questi grandiosi "super classici" che davvero non possono mancare in una collana di fantascienza ideale.
Che piacciano o no, le tre leggi della robotica formulate da Asimov sono ormai una realtà imprescindibile per ogni autore di fantascienza che voglia presentare dei robot credibili: egli potrà accettarle come modello comportamentale così come sono, fornirne una possibile evoluzione, oppure negarle, ma non potrà mai non tenerne conto.
Per la presente edizione, nonostante la copertina di Franco Brambilla pubblicata sull'Urania Collezione numero 1 fosse stupenda, ho preferito utilizzare la storica copertina di Frank Kelly Freas apparsa nel numero di Astounding dell'Ottobre del 1953 e poi ripresa da Bompiani per la sua edizione ne "I tascabili", ma non temete: la copertina di Brambilla è talmente bella che sarà senz'altro riutilizzata per un altro volume sull'argomento robot.
Accompagnata quindi dall'immagine di Frank Kelly Freas e dalla quarta di copertina dell'edizione Oscar Best Sellers della Mondadori, ecco a voi il capolavoro della fantascienza tecnologica, il super classico che ormai da troppo tempo mancava in questa collana.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kff4c389120.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=3]Le Tre Leggi della Robotica:
1. Un robot non può recar danno a un essere umano, né permettere che, a causa della propria negligenza, un essere umano patisca danno.
2. Un robot deve sempre obbedire agli ordini degli esseri umani, a meno che contrastino con la Prima Legge.
3. Un robot deve proteggere la propria esistenza, purché questo non contrasti con la Prima o la Seconda Legge.
Manuale di Robotica, 56' Edizione, 2058 d.C.

Pubblicata per la prima volta nel 1950, questa storica antologia vede formulate e applicate compiutamente per la prima volta le tre celeberrime 'Leggi della Robotica', quelle norme che regolano il comportamento delle 'macchine pensanti' e che da allora in poi sono alla base di tutta la letteratura del genere. Vera pietra miliare nella storia della letteratura fantascientifica, "Io, Robot" è anche una raccolta di stupende storie, ironiche, tenere, commoventi, divertenti; racconti che mentre parlano di androidi ci svelano i lati più riposti della bizzarra natura umana.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

026 - Robert SILVERBERG - La città labirinto
027 - Arthur C. CLARKE - 2001 Odissea nello spazio
028 - Arthur C. CLARKE - 2010 Odissea due
029 - James G. BALLARD - Deserto d'acqua
030 - Arthur C. CLARKE - 2061 Odissea tre
031 - Arthur C. CLARKE - 3001 Odissea finale
032 - Richard MATHESON - Io sono leggenda / 032bis - Richard MATHESON - Io sono Helen Driscoll
033 - Jack VANCE - Naufragio sul pianeta Tschai
034 - Jack VANCE - Le insidie di Tschai
035 - Fritz LEIBER - L'alba delle tenebre
036 - Jack VANCE - I tesori di Tschai
037 - Jack VANCE - Fuga da Tschai
038 - William J. STUART - Il pianeta proibito
039 - Ray BRADBURY - Fahrenheit 451
040 - Isaac ASIMOV - Io robot

E nel prossimo numero ci sarà l'atteso "debutto" di Van Vogt nella collana


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: PabloE il 05 Settembre 2011, 09:36:21

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=180#57099 date=1313789875]
[quote author=PabloE qlnk=board=9&threadid=5060&start=180#57093 date=1313758526]

L'hai fatto ritradurre almeno...? [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_lipsrsealed.gif[/IMG]
[/quote]


Certo.
Da Giorgio Monicelli...
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_grin.gif[/IMG]
[/quote]

[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_shock.gif[/IMG] Bast.... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_lipsrsealed.gif[/IMG]



Quote:
Io, robot


[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/Generiche/damorlupo054.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: AgenteD il 05 Settembre 2011, 15:15:02

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=180#57287 date=1315156437]
[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]040 - Io Robot - Isaac Asimov (1950)[/B][/SIZE][/COLOR]

Ci sono libri che non solo hanno fatto la storia della fantascienza, ma che hanno anche influenzato in modo definitivo le opere degli scrittori [TABLE]

[TR] [TD][B] [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kff4c389120.jpg[/IMG]
[/B][/TD] [TD] [/TD] [TD][SIZE=3]Le Tre Leggi della Robotica:
1. Un robot non può recar danno a un essere umano, né permettere che, a causa della propria negligenza, un essere umano patisca danno.
2. Un robot deve sempre obbedire agli ordini degli esseri umani, a meno che contrastino con la Prima Legge.
3. Un robot deve proteggere la propria esistenza, purché questo non contrasti con la Prima o la Seconda Legge.
Manuale di Robotica, 56' Edizione, 2058 d.C.

Pubblicata per la prima volta nel 1950, questa storica antologia vede formulate e applicate compiutamente per la prima volta le tre celeberrime 'Leggi della Robotica', quelle norme che regolano il comportamento delle 'macchine pensanti' e che da allora in poi sono alla base di tutta la letteratura del genere. Vera pietra miliare nella storia della letteratura fantascientifica, "Io, Robot" è anche una raccolta di stupende storie, ironiche, tenere, commoventi, divertenti; racconti che mentre parlano di androidi ci svelano i lati più riposti della bizzarra natura umana.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]

[/quote]

Sì, d'accordo questa è la rubrica de "I libri di Maxpullo / I capolavori di Maxpullo (N. d.A. del post)" e non quella de "I libri dell'AgenteD", ma di fronte a questo testo, qualcosa di mio personale viene fuori da sè... Perchè letto a 19 anni, incerto tra passione per lo studio del cervello umano e quella dei "cervelli artificiali", dopo aver letto questi racconti non ebbi più dubbi: volevo diventare neurologo per assomigliare a Susan Calvin... Cioè questo libro ha influenzato non solo gli scrittori successivi ma anche qualche lettore...


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 07 Settembre 2011, 22:57:27

[SIZE=4][B][COLOR=#1f497d]041 - Slan - A. E. Van Vogt (1940)[/COLOR][/B][/SIZE]

Nella mia collana ideale devono trovar posto tanto i miei romanzi preferiti quanto quei libri che sono universalmente considerati dei classici del genere- "[I]Slan[/I]" di Van Vogt rappresenta davvero un felice compromesso tra queste due caratteristiche: avventuroso, dinamico e pieno di quel "sense of wonder" caratteristico della prima fantascienza, questo libro, che è forse l'esempio migliore di "classico" che si possa fare, non ha mancato di conquistarmi quando l'ho letto, nonostante non avessi mai avuto prima di allora una grande opinione del suo autore.
Tra le numerose edizioni del romanzo, trovo che la copertina migliore sia quella della ristampa dell'edizione Cosmo Oro, che ho potuto recuperare in tutto il suo inquietante fulgore solo grazie al provvidenziale intervento dello scanner del coccodrillo alieno wawawa, che qui ringrazio per la sua cortesia (wawawa, non il suo scanner); per la quarta di copertina, invece, ho scelto di usare quella dell'Urania 350.
Di seguito il risultato.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k5df26e9757.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=3]Gli Slan - conviene che il lettore lo sappia subito - non sono mostri extraterrestri venuti a invadere la Terra. Il loro nome deriva da quello del biologo S. (per Samuel) Lann, che, secondo la leggenda, li ha inventati e il loro aspetto è simile al nostro: ma hanno due cuori, e tra i capelli, due sottilissime antenne. Nessuno sa quanti siano, né dove si nascondano; molti sostengono che sono fabbricati a macchina, tutti li temono e li cacciano come belve. Ma è poi vero che gli Slan siano i più implacabili nemici che l'uomo abbia incontrato nella sua lunga evoluzione?[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

027 - Arthur C. CLARKE - 2001 Odissea nello spazio
028 - Arthur C. CLARKE - 2010 Odissea due
029 - James G. BALLARD - Deserto d'acqua
030 - Arthur C. CLARKE - 2061 Odissea tre
031 - Arthur C. CLARKE - 3001 Odissea finale
032 - Richard MATHESON - Io sono leggenda / 032bis - Richard MATHESON - Io sono Helen Driscoll
033 - Jack VANCE - Naufragio sul pianeta Tschai
034 - Jack VANCE - Le insidie di Tschai
035 - Fritz LEIBER - L'alba delle tenebre
036 - Jack VANCE - I tesori di Tschai
037 - Jack VANCE - Fuga da Tschai
038 - William J. STUART - Il pianeta proibito
039 - Ray BRADBURY - Fahrenheit 451
040 - Isaac ASIMOV - Io robot
041 - A.E. VAN VOGT - Slan

E se mi chiedete quale sarà il prossimo titolo, sappiate che la risposta è 42...
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_thumbup.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: DarkHorseman il 07 Settembre 2011, 23:10:18

Mi dispiace dirlo ma con questo numero una collana fino ad ora perfetta mi è decisamente scaduta.
Ho l'impressione che questo libro sia diventato un classico solamente perchè ci sono i tipi con le antenne in testa [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_angry.gif[/IMG]

E non c'è 42 che tenga....qualunque sia la domanda!!!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: wawawa il 07 Settembre 2011, 23:55:11

ringraziamo lo scanner di scubamanu [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/Felice/18.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: AgenteD il 09 Settembre 2011, 08:58:36

L'argomento robot mi stimola molto[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG], e ti suggerisco, Maxpullo, la lettura della trilogia "Il calibano..., L'inferno..., e L'utopia di Asimov" di Roger MacBride Allen, tre romani auto-conclusivi che espandono in maniera molto stimolante le tre leggi della robotica, e che possono, secondo me, anelare a essere dei "Classici Moderni"... Tra l'altro quest'autore è uno dei "moderni" più validi...
Il consiglio vale per tutti, ovviamente[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 09 Settembre 2011, 16:25:35

[quote author=AgenteD qlnk=board=9&threadid=5060&start=180#57468 date=1315551516]
L'argomento robot mi stimola molto[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG], e ti suggerisco, Maxpullo, la lettura della trilogia "Il calibano..., L'inferno..., e L'utopia di Asimov" di Roger MacBride Allen, tre romani auto-conclusivi che espandono in maniera molto stimolante le tre leggi della robotica, e che possono, secondo me, anelare a essere dei "Classici Moderni"... Tra l'altro quest'autore è uno dei "moderni" più validi...
Il consiglio vale per tutti, ovviamente[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]
[/quote]


Grazie.
I consigli sono tutti bene accetti, ma adesso sto ancora in piena fase di "recupero": ora sto dando fondo all'opera di Dick, poi mi metterò a leggere sistematicamente Russell, Sheckley e Silverberg.
Poi ancora dovrò dare qualche assaggino alla Le Guin ([I]La mano sinistra delle tenebre[/I]), a Kuttner ([I]I robot non hanno la coda[/I]) ed a Disch ([I]Le ali della mente[/I])...
Poi mi voglio (ri)leggere il ciclo delle cinque Galassie di Brin e la Crisi della realtà di Hamilton...
... insomma... ce ne sta di roba...
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_rolleyes.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: AgenteD il 10 Settembre 2011, 08:26:38

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=180#57502 date=1315578335]
[quote author=AgenteD qlnk=board=9&threadid=5060&start=180#57468 date=1315551516]
L'argomento robot mi stimola molto[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG], e ti suggerisco, Maxpullo, la lettura della trilogia "Il calibano..., L'inferno..., e L'utopia di Asimov" di Roger MacBride Allen, tre romani auto-conclusivi che espandono in maniera molto stimolante le tre leggi della robotica, e che possono, secondo me, anelare a essere dei "Classici Moderni"... Tra l'altro quest'autore è uno dei "moderni" più validi...
Il consiglio vale per tutti, ovviamente[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]
[/quote]


Grazie.
I consigli sono tutti bene accetti, ma adesso sto ancora in piena fase di "recupero": ora sto dando fondo all'opera di Dick, poi mi metterò a leggere sistematicamente Russell, Sheckley e Silverberg.
Poi ancora dovrò dare qualche assaggino alla Le Guin ([I]La mano sinistra delle tenebre[/I]), a Kuttner ([I]I robot non hanno la coda[/I]) ed a Disch ([I]Le ali della mente[/I])...
Poi mi voglio (ri)leggere il ciclo delle cinque Galassie di Brin e la Crisi della realtà di Hamilton...
... insomma... ce ne sta di roba...
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_rolleyes.gif[/IMG]
[/quote]

...Orca[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_shock.gif[/IMG]...
Buon Lavoro[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Scubamanu il 12 Settembre 2011, 09:59:53

A me Slan è piaciuto molto!
E a essere sincera Slan Hunter (il seguito) mi è piaciuto ancora di più!
Per quanto mi riguarda nei capolavori ci sta [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/103.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 12 Settembre 2011, 10:23:20

Visto che si è accennato a Roger MacBride Allen mi permetto di suggerire a tutti coloro che non conoscessero questo eccezionale autore la lettura del dittico L'anello di Caronte e La sfera spezzata. IMHO il vertice della fs tecnologica-avventurosa contemporanea.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 12 Settembre 2011, 10:58:51

Per rispondere alla questione posta dalla pubblicazione di "[I]Slan[/I]" basta riflettere sul fatto che questa mia collana si propone non come collana "perfetta" (non può esistere), ma come collana "ideale", per di più basata sui gusti di me medesimo.
La differenza tra questi due termini sta nel fatto che una collana perfetta, dovendo riflettere il gusto personale di TUTTI gli appassionati, è praticamente un'utopia mentre una collana ideale, riflettendo esclusivamente i gusti personali di chi la concepisce, è perfettamente plausibile...
A mio avviso, inoltre, nonostante quelli che possono essere i pareri personali (incluso il mio), una collana "ideale" che voglia approssimarsi il più possibile ad una collana "perfetta" non può ignorare l'esistenza di titoli (come ad esempio "[I]Slan[/I]") che, anche se non riscuotono necessariamente l'approvazione incondizionata di tutti i lettori, sono da considerarsi opere fondamentali del genere.
Diverso, invece, il discorso per opere che, seppure "sponsorizzate" dalla vincita di premi importanti e considerate classici sacri, ottengono un quasi unanime coro di dissensi: al proposito, sono fortemente tentato di non pubblicare assolutamente "[I]Il grande tempo[/I]" di Leiber, non solo perchè non mi è piaciuto, ma proprio perchè trovo difficile trovare in giro appassionati cui sia piaciuto (a parte naturalmente quelli che hanno fatto da giurati del premio Hugo del 1958): probabilmente comparirà, ma con riserva e soprattutto contro il parere del curatore.
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_thumbdown.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 12 Settembre 2011, 11:24:19

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=180#57538 date=1315817931]

a parte naturalmente quelli che hanno fatto da giurati del premio Hugo del 1958
[/quote]

E dagli con 'sta storia che so' vecchio.. [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_angry.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 12 Settembre 2011, 11:34:12

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=180#57538 date=1315817931]

a parte naturalmente quelli che hanno fatto da giurati del premio Hugo del 1958
[/quote]

ed a parte il giovane co-curatore marben...
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_rolleyes.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: trifide il 12 Settembre 2011, 16:17:19

[quote author=marben qlnk=board=9&threadid=5060&start=195#57539 date=1315819459]
[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=180#57538 date=1315817931]

a parte naturalmente quelli che hanno fatto da giurati del premio Hugo del 1958
[/quote]

E dagli con 'sta storia che so' vecchio.. [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_angry.gif[/IMG]
[/quote]

NOn sei vecchio. sei "diversamente giovane" come il GT è "diversamente magro"[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cool.gif[/IMG].


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: DarkHorseman il 12 Settembre 2011, 16:44:59

A me Van Vogt fa rabbia perchè vedo tante belle idee buttate nel cesso....

immaginate solo cosa sarebbe potuto essere non-a in mano ad un romanziere serio.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 12 Settembre 2011, 22:12:36

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=195#57540 date=1315820052]
[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=180#57538 date=1315817931]

a parte naturalmente quelli che hanno fatto da giurati del premio Hugo del 1958
[/quote]

ed a parte il giovane co-curatore marben...
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_rolleyes.gif[/IMG]
[/quote]

Troppo buono...al massimo occasionale consulente...


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 12 Settembre 2011, 22:13:47

[quote author=TRIFIDE-GT qlnk=board=9&threadid=5060&start=195#57552 date=1315837039]
[quote author=marben qlnk=board=9&threadid=5060&start=195#57539 date=1315819459]
[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=180#57538 date=1315817931]

a parte naturalmente quelli che hanno fatto da giurati del premio Hugo del 1958
[/quote]

E dagli con 'sta storia che so' vecchio.. [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_angry.gif[/IMG]
[/quote]

NOn sei vecchio. sei "diversamente giovane" come il GT è "diversamente magro"[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cool.gif[/IMG].
[/quote]

Io direi diversamente anziano, visto che la gente di solito mi da dai 10 ai 15 anni in meno di quelli che ho...


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 13 Settembre 2011, 22:41:50

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]042 - Guida galattica per gli autostoppisti - Douglas ADAMS (1979)[/B][/SIZE][/COLOR]

Sicuramente, in un universo in cui non è mai stata scritta la "trilogia in cinque volumi" della Guida galattica per gli autostoppisti di Douglas Adams, il numero 42 non ha alcun significato particolare, nè per la gente comune, nè per gli appassionati di fantascienza.
Avendo tuttavia la fortuna di esistere in un universo situato alle "giuste" coordinate di spazio, tempo, probabilità e tutto il resto delle altre dimensioni, un universo insomma tale per cui questa trilogia è stata scritta, possiamo certamente affermare che il 42 è un numero davvero molto speciale e che, anzi, forse non è nemmeno un numero.
Ma per poter spiegare bene questo concetto servirebbe probabilmente Douglas Adams in persona ed allora lasciamo stare il 42 e limitiamoci a gioire della particolarissima circostanza di conoscere la risposta alla domanda fondamentale sulla vita, sull'universo e su tutto quanto, trovandoci altresì a riflettere sull'esistenza di altri universi in cui invece si conosce la domanda, ma non la risposta. E soprattutto limitiamoci a godere dell'immenso genio che è riuscito a concepire un modello della realtà tanto efficace e convincente da doverlo condensare in una serie di libri assolutamente esilaranti per renderlo accessibile davvero a chiunque.
Perchè in effetti la "trilogia in cinque volumi" non è solo un ciclo di fanta-humor, ma è anche una delle cose più sensazionali ed innovative che il genere abbia prodotto in assoluto, una saga che diverte e fa riflettere perchè non solo rimette l'uomo nella sua giusta collocazione all'interno del creato, ma lo fa con una leggerezza ed una spontaneità che hanno del sorprendente.
Accompagnato quindi dal 42 in copertina, dall'immagine simbolo della "Guida galattica" presente nella locandina dell'omonimo film e dalla quarta di copertina dell'edizione Urania Classici, ecco il libro che vi spalancherà le porte di un universo che nemmeno osate sospettare.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k218d60afc1.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=3]Avviso al popolo della Terra:
POPOLO DELLA TERRA, ATTENZIONE, PREGO. QUI PARLA LA COMMISSIONE PER LA PIANIFICAZIONE DELL'INTERSPAZIO GALATTICO. I PIANI DI SVILUPPO DELLE ZONE PERIFERICHE DELLA GALASSIA RICHIEDONO LA COSTRUZIONE DI UNA SUPERSTRADA IPERSPAZIALE ATTRAVERSO IL VOSTRO SISTEMA STELLARE. IL CHE RENDE SFORTUNATAMENTE NECESSARIA LA DEMOLIZIONE DI ALCUNI PIANETI TRA CUI IL VOSTRO. I LAVORI AVRANNO INIZIO IMMEDIATO E DURERANNO CIRCA DUE MINUTI TERRESTRI. GRAZIE.

Avviso ai lettori di questo romanzo:
NON LASCIATEVI PRENDERE DAL PANICO[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

028 - Arthur C. CLARKE - 2010 Odissea due
029 - James G. BALLARD - Deserto d'acqua
030 - Arthur C. CLARKE - 2061 Odissea tre
031 - Arthur C. CLARKE - 3001 Odissea finale
032 - Richard MATHESON - Io sono leggenda / 032bis - Richard MATHESON - Io sono Helen Driscoll
033 - Jack VANCE - Naufragio sul pianeta Tschai
034 - Jack VANCE - Le insidie di Tschai
035 - Fritz LEIBER - L'alba delle tenebre
036 - Jack VANCE - I tesori di Tschai
037 - Jack VANCE - Fuga da Tschai
038 - William J. STUART - Il pianeta proibito
039 - Ray BRADBURY - Fahrenheit 451
040 - Isaac ASIMOV - Io robot
041 - A.E. VAN VOGT - Slan
042 - Douglas ADAMS - Guida galattica per gli autostoppisti

E nel prossimo numero si va tutti a mangiare un boccone da Milliways...


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: PabloE il 14 Settembre 2011, 09:01:09


In lettura... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]

[I]Aveva pensato che se gli esseri umani non si esercitavano in continuazione ad aprire e chiudere la bocca, correvano il rischio di cominciare a far lavorare il cervello.[/I]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: PabloE il 16 Settembre 2011, 09:50:14

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=195#57596 date=1315946510]
una saga che diverte e fa riflettere perchè non solo rimette l'uomo nella sua giusta collocazione all'interno del creato, ma lo fa con una leggerezza ed una spontaneità che hanno del sorprendente.
[/quote]

[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/77.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: DarkHorseman il 16 Settembre 2011, 10:18:43

Imprescindibile!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 17 Settembre 2011, 14:31:16

[SIZE=4][B][COLOR=#1f497d]043 - Ristorante al termine dell'universo - Douglas ADAMS (1980)[/COLOR][/B]
[B][COLOR=#1f497d]044 - La vita, l'universo e tutto quanto - Douglas ADAMS (1982)[/COLOR][/B][/SIZE]

Per alcuni cicli è importante che i romanzi siano letti in successione, mentre per altri (che condividono magari solo l'ambientazione ed alcuni personaggi ma non la trama) la cosa è meno importante.
La "trilogia in cinque volumi" della Guida galattica riesce a fare eccezione persino rispetto a queste due categorie: ogni romanzo appare abbastanza sconclusionato e folle da poter esser letto singolarmente ed indipendentemente dagli altri, ma se si leggono i romanzi tutti in successione si ottiene un quadro d'insieme che risulta assai più appassionante, completo e ricco di significato delle singole letture.
Chi vuole quindi vedere questa grande epopea esclusivamente come una divertentissima opera fanta-umoristica potrà leggere i singoli volumi apprezzando le perle di comicità e le situazioni surreali che Adams elargisce a piene mani, ma chi, invece, vuole guardare oltre la battuta e scoprire il senso profondo del messaggio dell'autore dovrà avere molta pazienza, perchè con queste due pubblicazioni si esaurisce solo la prima parte del viaggio stellare di Ford Prefect ed Arthur Dent: gli ultimi due volumi della "trilogia" appariranno un po' più in là, anche per dare spazio ad altre opere e non monopolizzare eccessivamente la collana.
Prendete quindi questi due volumi e conservateli gelosamente perchè prima o poi arriverà il seguito, ma soprattutto perchè, nonostante i molti pubblici (e rumorosi) "detrattori" dell'opera di Adams, c'è una sterminata moltitudine di privati "estimatori", che tacciono la loro opinione, ma poi mandano praticamene a ruba ogni ristampa e fanno salire alle stelle i prezzi dei suoi libri.
Accompagnati dalle copertine rispettivamente dell'edizione della "Piccola biblioteca degli oscar" e dell'Urania 973, dalla quarta di copertina dell'edizione Urania Classici, ecco quindi a voi i volumi due e tre di questa impertibile trilogia, da leggere e conservare nell'attesa che escano i due volumi conclusivi.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kadb6b1a6aa.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]In principio fu la Guida: la Guida galattica per gli autostoppisti, naturalmente. Doveva essere l'ultimo grido in fatto di mappe dell'universo, il non plus ultra per i viaggiatori del cosmo. A ogni stella, a ogni sistema planetario, ma che dico, a ogni pianeta con un minimo di dignità cosmica, sarebbe stata dedicata un'esauriente scheda informativa. La Terra, uno dei mondi meno importanti, vide drasticamente ridursi la sua (1) per decisione del Comitato di redazione della Guida, e (2) perché una poco affidabile razza di ingegneri cosmici aveva deciso di polverizzare quel pianetucolo periferico e costruire al suo posto una superstrada galattica. Ma poi qualcosa non era andato per il verso giusto... Riprendono, con questo romanzo, le avventure deliranti e divertentissime della più fortunata serie fantasatirica di tutti i tempi. Non perdete questo e i prossimi appuntamenti: potrebbe sfuggirvi un dettaglio essenziale sulla natura della vita, l'universo & tutto quanto.[/SIZE][/TD][/TR][TR][TD] [/TD][TD] [/TD][TD] [/TD][TD] [/TD][/TR][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k9f44928203.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Tutto cominciò con una fortunata serie radiofonica della BBC, trasformata poi in un'altrettanto celebre serie televisiva. L'autore, Douglas Adams, vi immaginava le spassose avventure di Ford Prefect, extraterrestre in sembianze umane incaricato di revisionare l'ormai storica Guida galattica per gli autostoppisti. Prefect, in incognito sulla Terra, apprendeva che il pianeta stava per essere distrutto allo scopo di fare spazio a una superstrada cosmica, e insieme all'amico terrestre Arthur Dent salpava verso lidi più sicuri. L'umorismo travolgente e le trovate metafisiche di Adams appassionarono a tal punto gli ascoltatori che l'autore decise di trasformare le sue sceneggiature in una serie di romanzi. Caso raro ma fortunato, queste "novelization" furono ancora più riuscite e acclamate, e trasformarono il ciclo della Guida galattica in un classico "cult". Ve ne diamo qui un nuovo episodio, una nuova magistrale avventura in cui sta per essere finalmente rivelato il significato della Vita, dell'Universo e Tutto Quanto...[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

030 - Arthur C. CLARKE - 2061 Odissea tre
031 - Arthur C. CLARKE - 3001 Odissea finale
032 - Richard MATHESON - Io sono leggenda / 032bis - Richard MATHESON - Io sono Helen Driscoll
033 - Jack VANCE - Naufragio sul pianeta Tschai
034 - Jack VANCE - Le insidie di Tschai
035 - Fritz LEIBER - L'alba delle tenebre
036 - Jack VANCE - I tesori di Tschai
037 - Jack VANCE - Fuga da Tschai
038 - William J. STUART - Il pianeta proibito
039 - Ray BRADBURY - Fahrenheit 451
040 - Isaac ASIMOV - Io robot
041 - A.E. VAN VOGT - Slan
042 - Douglas ADAMS - Guida galattica per gli autostoppisti
043 - Douglas ADAMS - Ristorante al termine dell'universo
044 - Douglas ADAMS - La vita, l'universo e tutto quanto

Nel prossimo volume ritorna P.K. Dick, con una delle sue opere più famose e di difficile interpretazione ed in cui compare uno dei personaggi più inquietanti di tutta la fantascienza...


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Lucky il 17 Settembre 2011, 14:50:39

A proposito della Guida Galattica...
esiste una sesta parte della "trilogia", intitolata "E un'altra cosa...", che Eoin Colfer, uno spassionato e geniale autore di bestseller, scrisse per esaudire il desiderio di Adams di dare un seguito alla famosa opera, essendone stato impedito dalla prematura morte nel 2001.
Per Mondadori, nella collana Piccola Biblioteca Oscar, n° 684.

Lucky


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: DarkHorseman il 17 Settembre 2011, 15:50:42

[quote author=Lucky qlnk=board=9&threadid=5060&start=195#57653 date=1316263839]
Per Mondadori, nella collana Piccola Biblioteca Oscar, n° 684.
Lucky
[/quote]

Consentimi una piccola correzione....l'oscar è una ristampa...la prima edizione è uno Strade blu


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 17 Settembre 2011, 16:35:22

[quote author=Lucky qlnk=board=9&threadid=5060&start=195#57653 date=1316263839]
A proposito della Guida Galattica...
esiste una sesta parte della "trilogia", intitolata "E un'altra cosa...", che Eoin Colfer, uno spassionato e geniale autore di bestseller, scrisse per esaudire il desiderio di Adams di dare un seguito alla famosa opera, essendone stato impedito dalla prematura morte nel 2001.
Per Mondadori, nella collana Piccola Biblioteca Oscar, n° 684.

Lucky
[/quote]


Grazie della precisazione Lucky.

Il libro l'ho acquistato, letto e commentato già durante quest'anno e dovrebbe comparire tra poco tra le mie recensioni.
Nelle battute iniziali è semplicemente meraviglioso: è come se Adams avesse improvvisamente ripreso vita ed avesse ricominciato a scrivere. Poi purtroppo, inspiegabilmente, il libro scivola via verso qualcos'altro, impelagandosi più del dovuto nelle sottotrame della mitologia nordica, ma senza però mai perdere quell'indiscutibile fascino "adamsiano" che lo contraddistingue sin dalle prime battute...

Non credo che il romanzo di Colfer apparirà in questa mia collana perchè ritengo che "[I]Praticamente innocuo[/I]" rappresenti la logica conclusione del ciclo (senza bisogno di seguiti), ma non si può mai dire.
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_wink.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Lucky il 17 Settembre 2011, 16:44:15

[quote author=DarkHorseman qlnk=board=9&threadid=5060&start=195#57654 date=1316267442]
[quote author=Lucky qlnk=board=9&threadid=5060&start=195#57653 date=1316263839]
Per Mondadori, nella collana Piccola Biblioteca Oscar, n° 684.
Lucky
[/quote]

Consentimi una piccola correzione....l'oscar è una ristampa...la prima edizione è uno Strade blu
[/quote]
Sì, consento, ma costa molto meno e non so se su Strade Blu (ignoranza mia) sono comparsi anche tutti gli altri, come è per la PBO.

Un saluto da Lucky (© by ansible)


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Lucky il 17 Settembre 2011, 16:47:20

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=195#57655 date=1316270122]
[quote author=Lucky qlnk=board=9&threadid=5060&start=195#57653 date=1316263839]
A proposito della Guida Galattica...

Lucky
[/quote]

Nelle battute iniziali è semplicemente meraviglioso: è come se Adams avesse improvvisamente ripreso vita ed avesse ricominciato a scrivere. Poi purtroppo, inspiegabilmente, il libro scivola via verso qualcos'altro, ...[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_wink.gif[/IMG]
[/quote]
Dopotutto non è Adams...
Un abbraccio

Lucky


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 18 Settembre 2011, 14:45:48

[SIZE=4][B][COLOR=#1f497d]045 - Le tre stimmate di Palmer Eldritch - Philip K. DICK (1965)[/COLOR][/B][/SIZE]

Come annunciato nell'editoriale, Dick ritorna in questa collana, con uno dei suoi lavori più famosi e di difficile interpretazione: ristampato in tantissime edizioni in molti paesi diversi, questo romanzo ha un che di indefinibile e di inquietante che lo rende assolutamente unico, al punto che, l'unico modo per approcciare a quest'opera, a mio modesto avviso, è quello di aprire il romanzo e leggerlo, senza farsi idee preconcette leggendo trame, commenti e recensioni.
Perchè Dick ha scritto un capolavoro che non solo non ha tempo, ma che soprattutto non ha una unica chiave di lettura e si presta a molteplici interpretazioni, come dovrebbe in fondo essere ogni libro che non sia di puro e semplice intrattenimento.
Accompagnato dunque dall'inquietante immagine di copertina di Antonello Silverini e dalla quarta di copertina dell'edizione SLAN della Libra, ecco a voi uno dei lavori più impressionanti del XX secolo, un libro che assolutamente non può mancare tanto nella libreria di un appassionato di fantascienza quanto in quella di un appassionato di letteratura in genere.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k4cbc4debf6.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Un costante aumento della temperatura. nell'atmosfera terrestre, costringe gli uomini a vivere al coperto, nei grandi edifici refrigerati che portano un numero progressivo, dal numero 1, al centro di New York segno di privilegio e di ricchezza, ai numeri di dieci e più cifre degli Appartamenti Comuni che indicano miseria, sacrificio, lotta quotidiana per l'esistenza. Su Marte, Venere e sulle lune dei grandi pianeti, le colonie delle Nazioni Unite sono popolate da individui strappati alle loro case e al loro lavoro, costretti dall'arruolamento coatto a passare il resto della propria vita nel tentativo di rendere fertili terre deserte e aliene infestate da notturni predatori telepatici, ostili all'uomo e alla vita. E per sopportare questa vita squallida paurosa, esiste un solo rifugio... il Can-D, l'allucinogeno perfetto che permette alla mente di evadere dal grigiore dell'esistenza quotidiana, di vivere straordinarie esperienze in mondi più sereni e allettanti.
Ma un giorno, dalle nere distese cosmiche che separano il sistema solare da Proxima Centauri, un'astronave ritorna... un'astronave partita dieci anni prima da Urano con a bordo il miliardario Palmer Eldritch, l'uomo straordinario e imprevedibile che aveva deciso, per chissà quali motivi, di trascorrere una parte della sua vita tra i misteriosi abitanti di Proxima, lontano dal suo mondo. Ma è veramente Palmer Eldritch, l'uomo ritornato da Proxima Centauri con un misterioso lichene, capace di offrire ciò che nessuna droga poteva offrire... la porta del passato e del futuro, della felicità e dell'orrore, dell'incubo e della morte?
Quale significato ha il monumento eretto nel lontano futuro su di una luna dimenticata? Chi sono le figure che appaiono in ogni angolo del sistema solare, figure che possiedono tutte le caratteristiche fisiche di Palmer Eldritch, l'uomo venuto dal nulla? E cosa accadrebbe, se dopo migliaia di anni l'entità che noi chiamiamo Dio fosse venuta dagli spazi sulla Terra, non per morire per la nostra salvezza, ma per chiedere a tutti noi di sacrificarci per la sua sopravvivenza?[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

031 - Arthur C. CLARKE - 3001 Odissea finale
032 - Richard MATHESON - Io sono leggenda / 032bis - Richard MATHESON - Io sono Helen Driscoll
033 - Jack VANCE - Naufragio sul pianeta Tschai
034 - Jack VANCE - Le insidie di Tschai
035 - Fritz LEIBER - L'alba delle tenebre
036 - Jack VANCE - I tesori di Tschai
037 - Jack VANCE - Fuga da Tschai
038 - William J. STUART - Il pianeta proibito
039 - Ray BRADBURY - Fahrenheit 451
040 - Isaac ASIMOV - Io robot
041 - A.E. VAN VOGT - Slan
042 - Douglas ADAMS - Guida galattica per gli autostoppisti
043 - Douglas ADAMS - Ristorante al termine dell'universo
044 - Douglas ADAMS - La vita, l'universo e tutto quanto
045 - Philip K. DICK - Le tre stimmate di Palmer Eldritch

E nel prossimo numero ritorna Heinlein con un romanzo davvero straordinario


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 22 Settembre 2011, 11:03:10

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]046 - Stella doppia - Robert A. HEINLEIN (1956)[/B][/SIZE][/COLOR]

Circa la mia personale esperienza con questo libro ed i motivi che me lo rendono "caro" potete leggere ampiamente nella scheda che gli ho dedicato nella mia rubria di recensioni: quello che però bisogna sottolineare è il fatto che il presente romanzo, rientra in pieno nella categoria di quelli che "devono esser letti almeno una volta nella vita" e di quelli che nessun vero estimatore e conoscitore della fantascienza può permettersi di ignorare.
Per aiutare quindi questi estimatori e conoscitori, la collana presenta oggi questo capolavoro della fantascienza con un avvertimento: sappiate leggere tra le righe di questa perla quello che è il vero messaggio dell'autore, perchè sono davvero pochi gli autori del genere che come Heinlein riescono a sfruttare un "canovaccio fantascientifico" per raccontare l'uomo, i suoi sentimenti ed i valori che ne condizionano l'agire.
Per questa edizione ho scelto la fantastica copertina che Franco Brambilla ha creato per l'edizione di Urania Collezione, mentre per la quarta di copertina ho scelto quella dell'edizione Cosmo Oro della Nord, meno condensata di quella dell'edizione Mondadori.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k2e777105de.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Si alza il sipario su una delle più grandi interpretazioni di tutti i tempi... Il "Grande Lorenzo" è un attore molto versatile ("imitatore straordinario", si definisce), e poiché l'arte drammatica nasce dall'osservazione della realtà di tutti i giorni, egli non nasconde una certa tendenza professionale ad attaccare discorso con gli estranei... per esempio con un pittoresco comandante spaziale, incontrato per caso in un tranquillo bar della Terra. Ma non era affatto un caso che lo spaziale si trovasse in quel bar: Lorenzo - virtualmente rapito - lo scoprirà a proprie spese, a bordo di un razzo per Marte. Scopo del rapimento: sostituire segretamente una "stella" di prima grandezza della politica interplanetaria, l'onorevolissimo John Joseph Bonforte, l'uomo più amato (e più odiato) del Sistema Solare. Ha così inizio la recita più impegnativa (e più pericolosa) della carriera di Lorenzo Smythe: alla sua interpretazione sono affidati la pace tra Marte e la Terra, il progresso stesso dei pianeti. E hanno inizio così gli avvenimenti incredibili che, togliendo dalle scene del varietà un attore da quattro soldi, lo porteranno nella "stanza dei bottoni" di tutto l'universo conosciuto.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

032 - Richard MATHESON - Io sono leggenda / 032bis - Richard MATHESON - Io sono Helen Driscoll
033 - Jack VANCE - Naufragio sul pianeta Tschai
034 - Jack VANCE - Le insidie di Tschai
035 - Fritz LEIBER - L'alba delle tenebre
036 - Jack VANCE - I tesori di Tschai
037 - Jack VANCE - Fuga da Tschai
038 - William J. STUART - Il pianeta proibito
039 - Ray BRADBURY - Fahrenheit 451
040 - Isaac ASIMOV - Io robot
041 - A.E. VAN VOGT - Slan
042 - Douglas ADAMS - Guida galattica per gli autostoppisti
043 - Douglas ADAMS - Ristorante al termine dell'universo
044 - Douglas ADAMS - La vita, l'universo e tutto quanto
045 - Philip K. DICK - Le tre stimmate di Palmer Eldritch
046 - Robert A. HEINLEIN - Stella doppia

E non perdetevi il prossimo numero perchè sarà un "inedito" per l'editoria italiana in cui inizieremo a presentare l'opera di uno degli autori più interessanti e meno conosciuti del genere, Robert F. Young


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: AgenteD il 23 Settembre 2011, 13:48:00

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=210#57780 date=1316682190]
[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]046 - Stella doppia - Robert A. HEINLEIN (1956)[/B][/SIZE][/COLOR]

quello che però bisogna sottolineare è il fatto che il presente romanzo, rientra in pieno nella categoria di quelli che "devono esser letti almeno una volta nella vita" e di quelli che nessun vero estimatore e conoscitore della fantascienza può permettersi di ignorare.

[/quote]


...Ok, a questo punto pretendo però il recapito a casa... o, almeno, la versione e-book![IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 27 Settembre 2011, 22:50:54

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]047 - Anguilla stellare - Robert F. Young[/B][/SIZE][/COLOR]

Come sono nati "I capolavori di Maxpullo"?
La storia, se avete seguito questa rubrica sin dalla sua prima uscita, la sapete già, ma cosa sta realmente dietro l'idea di pubblicare una collana "ideale"? Ci sono certamente gli scambi epistolari con Ernesto Vegetti sui "desiderata" per Urania Collezione e ci sono le discussioni proprio qui su questo forum sullo stesso argomento: tutto questo ha senza dubbio contribuito, ma la vera scintilla che ha acceso l'idea nella mia testa è stata la scoperta, nel 2010, dei racconti di Robert F. Young che, opportunamente raccolti grazie al lavoro di indicizzazione del database di Uraniamania, mi hanno fatto aprire gli occhi su un autore quasi completamente ignorato dall'editoria italiana.
Con questa uscita la mia collana diventa più "virtuale" del solito, proponendo un libro che in effetti non esiste, ma che può comunque esser letto grazie ai riferimenti che verranno forniti.
Accompagnato dalla stupenda immagine di copertina, opera di Franco Brambilla ed adattissima al racconto che ho scelto come titolo per la raccolta, dalla quarta di copertina scritta da me medesimo e dall'indice del volume con il riferimento al numero di Urania in cui ritrovare il racconto, ecco quindi a voi l'antologia che avrebbe dovuto esserci, ma che non c'è mai stata...

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k6e96ab6138.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Autore poco noto al grande pubblico, Robert F. Young, possiede il raro dono di saper tramutare in poesia le storie di fantascienza che racconta.
In una carriera di scrittore che copre poco più di trent'anni, egli ci ha regalato ben cinque romanzi ed oltre un centinaio di racconti, molti dei quali pubblicati in Italia nell'appendice di alcune note riviste di fantascienza: il presente volume raccoglie tutti i suoi racconti apparsi sulla rivista Urania dal 1962 al 1988 con l'eccezione de "[I]Il figlio stella[/I]" e "[I]Viaggio sul fiume[/I]" che fanno parte della raccolta "[I]A glass of stars[/I]" e che saranno proposti in una prossima uscita.
Il suo stile raffinato e romantico, le sue favole spesso amare e basate sul ribaltamento dei valori, ci raccontano una fantascienza inconsueta ed al contempo affascinante e ci portano alla scoperta di un mondo che ogni vero appassionato del genere non dovrebbe mancare di conoscere.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Indice del volume.

[TABLE][TR][TD][B]Titolo[/B][/TD][TD][B]Titolo originale[/B][/TD][TD][B]Urania[/B][/TD] [/TR] [TR][TD]Il polline[/TD][TD]Hopsoil, 1962[/TD][TD]280[/TD] [/TR] [TR][TD]Rumpelstiltskinski[/TD][TD]Rumpelstiltskinski, 1965[/TD][TD]395[/TD] [/TR] [TR][TD]Le rovine di Marte[/TD][TD]A Glass of Mars, 1965[/TD][TD]416[/TD] [/TR] [TR][TD]Stazione di ricarica[/TD][TD]Romance in Eleventh Century Recharging Station, 1965[/TD][TD]421[/TD] [/TR] [TR][TD]Il radiatore sacro[/TD][TD]The Quest of the Holy Grill, 1964[/TD][TD]438[/TD] [/TR] [TR][TD]L'ultimo eroe[/TD][TD]The Last Hero, 1966[/TD][TD]447[/TD] [/TR] [TR][TD]L'auto addosso[/TD][TD]Romance in a Twenty-fisrst-century Used-car Lot, 1960[/TD][TD]455[/TD] [/TR] [TR][TD]La gigantessa[/TD][TD]The Giantess, 1973[/TD][TD]637[/TD] [/TR] [TR][TD]Settimo cielo[/TD][TD]Kingdom come, Inc, 1966[/TD][TD]660[/TD] [/TR] [TR][TD]Fattore X[/TD][TD]Hex Factor, 1974[/TD][TD]676[/TD] [/TR] [TR][TD]Il curioso caso di Henry Dickens[/TD][TD]The Curious Case of Henry Dickens, 1975[/TD][TD]704[/TD] [/TR] [TR][TD]Inventario[/TD][TD]Remmants of Things Fast, 1976[/TD][TD]729[/TD] [/TR] [TR][TD]PRNDL[/TD][TD]PRNDLL, 1976[/TD][TD]758[/TD] [/TR] [TR][TD]Rotaie[/TD][TD]The Day the Limited Was Late, 1977[/TD][TD]774[/TD] [/TR] [TR][TD]Anguilla stellare[/TD][TD]The Star Eel, 1977[/TD][TD]777[/TD] [/TR] [TR][TD]Giù per la scala[/TD][TD]Down the Ladder, 1978[/TD][TD]785[/TD] [/TR] [TR][TD]Progetto edilizio[/TD][TD]Project Hi-Rise, 1978[/TD][TD]793[/TD] [/TR] [TR][TD]La prima spedizione su Marte[/TD][TD]The First Mars Mission, 1979[/TD][TD]806[/TD] [/TR] [TR][TD]Tom l'indiscreto[/TD][TD]Peeping Tommy, 1965[/TD][TD]815[/TD] [/TR] [TR][TD]Stella caduta[/TD][TD]The Summer of the Fallen Star, 1981[/TD][TD]936[/TD] [/TR] [TR][TD]Il terrestre perduto[/TD][TD]The Lost Earthman, 1983[/TD][TD]971[/TD] [/TR] [TR][TD]Il secondo esperimento di Philadelphia[/TD][TD]The Second Philadelphia Experiment, 1985[/TD][TD]1029[/TD] [/TR] [TR][TD]Visioni[/TD][TD]Visionary Shapes, 1986[/TD][TD]1061[/TD] [/TR] [TR][TD]Vento Divino[/TD][TD]Divine Wind, 1984[/TD][TD]1074[/TD] [/TR] [/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

033 - Jack VANCE - Naufragio sul pianeta Tschai
034 - Jack VANCE - Le insidie di Tschai
035 - Fritz LEIBER - L'alba delle tenebre
036 - Jack VANCE - I tesori di Tschai
037 - Jack VANCE - Fuga da Tschai
038 - William J. STUART - Il pianeta proibito
039 - Ray BRADBURY - Fahrenheit 451
040 - Isaac ASIMOV - Io robot
041 - A.E. VAN VOGT - Slan
042 - Douglas ADAMS - Guida galattica per gli autostoppisti
043 - Douglas ADAMS - Ristorante al termine dell'universo
044 - Douglas ADAMS - La vita, l'universo e tutto quanto
045 - Philip K. DICK - Le tre stimmate di Palmer Eldritch
046 - Robert A. HEINLEIN - Stella doppia
047 - Robert F. YOUNG - Anguilla stellare

E nel prossimo numero, concluderemo questa "annata" di pubblicazioni con l'esordio di Joe Haldeman!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: AgenteD il 01 Ottobre 2011, 13:24:03

Essendo una collana virtuale, questo numero, completamente virtuale, è forse il migliore della serie...
Come ha fatto in passato Urania potrebbe diventare "I capolavori di Maxpullo- Speciale"[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cry.gif[/IMG]= Peccato non poterlo mai leggere!!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 01 Ottobre 2011, 13:43:59

[quote author=AgenteD qlnk=board=9&threadid=5060&start=210#58038 date=1317468243]
Essendo una collana virtuale, questo numero, completamente virtuale, è forse il migliore della serie...
Come ha fatto in passato Urania potrebbe diventare "I capolavori di Maxpullo- Speciale"[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cry.gif[/IMG]= Peccato non poterlo mai leggere!!
[/quote]


E perchè non potresti leggerlo?[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_huh.gif[/IMG]
Io l'ho letto: c'è solo la scomodità di metter da parte 24 urania per leggere solo il racconto d'appendice...[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_undecided.gif[/IMG]
E poi se lo fa qualcun altro oltre me mi sentirei anche meno "strano"
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_grin.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 02 Ottobre 2011, 18:59:43

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]048 - Guerra eterna - Joe HALDEMAN (1974)[/B][/SIZE][/COLOR]

Il romanzo con cui ho scelto di chiudere questa ipotetica tornata di pubblicazioni è probabilmente uno dei capisaldi della fantascienza: vincitore dei premi Hugo e Nebula, "[I]Guerra eterna[/I]" si propone come un classico della Military FS da accostare e contrapporre (per stile ed ideologia) all'altrettanto fondamentale "[I]Fanteria dello spazio[/I]" di Heinlein.
Premesso che il curatore della collana non ha mai letto nè l'uno, nè l'altro romanzo e che si propone di colmare questa lacuna appena possibile, ecco a voi il capolavoro di Joe Haldeman, accompagnato dall'immagine di copertina di Patrick Woodroffe che compare nell'edizione Cosmo Argento e dalla quarta di copertina della stessa edizione.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kb82b2812ce.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]La guerra, ci insegna l'autore, non è mai una cosa piacevole. E in una guerra che dura 1200 anni, le probabilità di sopravvivenza sono prossime a zero. Iniziata nel 1997, la guerra contro la razza extraterrestre dei Taurani si trascina avanti pesantemente, un secolo dopo l'altro. I soldati che la combattono viaggiano tra le stelle a velocità prossime a quelle della luce, e invecchiano soltanto di pochi mesi ad ogni viaggio, mentre i secoli si susseguono rapidamente sulla Terra: una Terra che ad ogni licenza diventa sempre più irriconoscibile.
Il soldato Mandella inizia come fuciliere: è di leva, non ama né la vita militare né il modo con cui gli alti comandi trattano lui, i suoi compagni e in sostanza anche il nemico. Ma, nonostante queste sue avversioni, il semplice espediente di non farsi uccidere in qualche scaramuccia o in qualche esercitazione (assai più pericolose che non i veri combattimenti) lo porta a diventare maggiore, in capo a qualche... secolo. E parallelamente all'inglorioso svolgersi della Guerra Eterna, vediamo i cambiamenti della società terrestre in 1200 anni: i mutamenti di abitudini e di prospettive culturali, estrapolati da Haldeman in modo quanto mai plausibile.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

034 - Jack VANCE - Le insidie di Tschai
035 - Fritz LEIBER - L'alba delle tenebre
036 - Jack VANCE - I tesori di Tschai
037 - Jack VANCE - Fuga da Tschai
038 - William J. STUART - Il pianeta proibito
039 - Ray BRADBURY - Fahrenheit 451
040 - Isaac ASIMOV - Io robot
041 - A.E. VAN VOGT - Slan
042 - Douglas ADAMS - Guida galattica per gli autostoppisti
043 - Douglas ADAMS - Ristorante al termine dell'universo
044 - Douglas ADAMS - La vita, l'universo e tutto quanto
045 - Philip K. DICK - Le tre stimmate di Palmer Eldritch
046 - Robert A. HEINLEIN - Stella doppia
047 - Robert F. YOUNG - Anguilla stellare
048 - Joe HALDEMAN - Guerra eterna

E nel prossimo numero ritorna l'avventura, quella con la "A" maiuscola, ma stavolta il mattatore è un impareggiabile Murray Leinster con quella che è probabilmente la sua opera più nota.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 04 Ottobre 2011, 22:10:02

[COLOR=#00b050][B]Editoriale - L'anno che verrà...[/B][/COLOR]


Nel vedere i titoli della prossima tornata di pubblicazioni mi viene un tuffo al cuore: per un curatore tutti i libri della collana devono essere uguali, ma per l'uomo che recita la parte del curatore alcuni libri sono innegabilmente "più uguali degli altri".
E così l'annata che ci aspetta avrà una connotazione molto particolare, non soltanto perchè i titoli proposti saranno tutti, come di consueto, validissimi, ma anche perchè molti di questi titoli avranno, per gli appassionati che seguono questa mia iniziativa, il sapore dell'inatteso e della scoperta (o piuttosto della "riscoperta").
Mentre, infatti, le collane concorrenti continuano a proporre sempre gli stessi titoli con cadenza più o meno regolare, [I]I capolavori di Maxpullo[/I], si discosta da questa tendenza e si concentra sul gusto particolare di quelle opere ingiustamente dimenticate dall'editoria ufficiale, opere che, ancora oggi, a distanza di molti anni dalla loro prima pubblicazione conservano intatte tutto il loro indiscutibile fascino e possono ancora sorprendere, commuovere e stupire.
Romanzi come quello di [U]Murray Leinster[/U], che aprirà l'annata delle pubblicazioni, o come quello di [U]Henry Slesar[/U], atteso poco dopo, non rappresentano solo la "scommessa" del curatore su un titolo d'effetto, ma anche la pratica dimostrazione di come la cara vecchia fantascienza di una volta, la classica fantascienza di evasione degli anni '50 e '60, possa avere un posto di tutto rispetto anche ai nostri giorni, mentre il titolo del primo romanzo di un autore italiano che avrà il privilegio di comparire nella collana, un titolo datato 1961, è, secondo il parere del curatore, la miglior dimostrazione che potremmo dare di un romanzo davvero "senza età", un capolavoro praticamente perfetto capace di toccare il cuore dei lettori oggi come 50 anni fa.
Ma i motivi di fascino di questa tornata di pubblicazione non si limitano solo a questi straordinari "recuperi": tra i libri proposti ritornerà, infatti, [U]Clifford D. Simak[/U] con quella che è probabilmente la sua opera più rappresentativa, ritornerà [U]Fredric Brown[/U] con una "ristampa" che gli appassionati attendevano da tempo e soprattutto ritornerà [U]Isaac Asimov[/U], con il suo ciclo di romanzi più famoso e conosciuto.
E poi ancora ci sarà spazio per il recupero di uno straordinario romanzo di sopravvivenza che l'editoria italiana ha completamente dimenticato e per la comparsa (finamente potremmo dire) su queste pagine di quel genio di [U]Robert Sheckley[/U], in uno dei suoi romanzi più straordinari.
E se pensate che le sorprese siano finite qui, vi sbagliate: l'ultimo numero dell'anno è un gradito omaggio a tutti gli estimatori di [U]Theodore Sturgeon[/U], con quello che è probabilmente il suo titolo più famoso.
Un annata di pubblicazioni che non esiterei a definire "sopra le righe", straordinaria anche per una collana che ha già proposto tra le sue uscite capolavori del calibro di [I]Ubik[/I], [I]2001 odissea nello spazio[/I] e [I]Fahrenheit 451[/I].
Buon divertimento


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Arne Saknussemm il 05 Ottobre 2011, 10:14:22

[COLOR=#ff0000][SIZE=3][B]Strepitoso ![/B][/SIZE][/COLOR]
Per me sarà molto divertente, sopratutto perchè gli autori che hai citato (ad eccezione di Sheckley), sono esattamente quelli che ho tanto letto un paio di anni fa, quando decisi, dopo aver letto "Le grandi storie della SF" curato da Asimov (i primi 10 volumi) , di darmi una bella infarinata di classici della golden age (appunto Sturgeon, Leinster, Simak, Brown, ma anche Clarke,Heinlein e Van Vogt) con l'aggiunta di qualche nome tra i piu famosi degli anni '60 e '70 (Asimov, Pohl, Farmer, Zelazny ...)... insomma una bella full immersion che mi è servita...mi serve tuttora, come "base", come termine di paragone ... conoscere il vecchio per giudicare ed apprezzare il "nuovo".
E tra questi nomi ci sono alcuni dei miei autori preferiti !


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: attiliosfunel il 05 Ottobre 2011, 15:00:13


Dove le peschi queste cover strepitose? Ovviamente intendo quelle non già Uraniche o quasi. [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cool.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 05 Ottobre 2011, 17:51:02

[quote author=attiliosfunel qlnk=board=9&threadid=5060&start=210#58144 date=1317819613]

Dove le peschi queste cover strepitose? Ovviamente intendo quelle non già Uraniche o quasi. [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cool.gif[/IMG]
[/quote]


Cerco il titolo del romanzo in lingua originale e così sbircio le copertine "internazionali"... se sono fortunato, oltre alla cover trovo pure il nome dell'autore dell'immagine e se sono ultra fortunato trovo anche l'immagine pre-cover, cioè quelle che non hanno editato o "scarabocchiato" con scritte varie, come per esempio accade alle immagini di Brambilla che finiscono su Urania collezione, che vengono sconciate dal riquadro con il titolo.
Riguardo le ultime 2, quella di "[I]Anguilla stellare[/I]", l'ho trovata quasi per caso cercando combinazioni delle parole anguilla stellare, balena stellare e varianti in lingua inglese; quella di "[I]Guerra eterna[/I]" invece è venuta fuori quasi subito cercando "Forever war"... e solo dopo mi sono accorto che era la stessa del Cosmo Argento [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/10.gif[/IMG]
Purtroppo non sempre è possibile mettere le immagini che uno trova perchè non sono adatte al cerchio oppure perchè sono troppo piccole e non se ne trovano di qualità buona.
A volte poi una figura dell'immagine è troppo grande e non si può rimpicciolire perchè poi la cover è troppo piccola all'interno del cerchio, ma se uno ci si mette si può fare qualcosa per rimediare... vedrete...
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_wink.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: attiliosfunel il 05 Ottobre 2011, 18:01:38

Ganzo! Hai visto il mio topic? [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_wink.gif[/IMG] Sono in difficoltà nel fare il makeup per le cover fittizie... che tool di grafica usi?


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: attiliosfunel il 05 Ottobre 2011, 18:01:42

Ganzo! Hai visto il mio topic? [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_wink.gif[/IMG] Sono in difficoltà nel fare il makeup per le cover fittizie... che tool di grafica usi?


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marco.kapp il 05 Ottobre 2011, 18:12:02

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=210#58064 date=1317574783]

... accompagnato dall'immagine di copertina di Patrick Woodroffe che compare nell'edizione Cosmo Argento e dalla quarta di copertina della stessa edizione...

[/quote]

[SIZE=2]Strano, a me lo stile sembra quello di Chris Foss... [/SIZE] [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/39.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 05 Ottobre 2011, 18:17:12

[quote author=marco.kapp qlnk=board=9&threadid=5060&start=210#58161 date=1317831122]
[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=210#58064 date=1317574783]

... accompagnato dall'immagine di copertina di Patrick Woodroffe che compare nell'edizione Cosmo Argento e dalla quarta di copertina della stessa edizione...

[/quote]

[SIZE=2]Strano, a me lo stile sembra quello di Chris Foss... [/SIZE] [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/39.gif[/IMG]
[/quote]


Qui trovi l'originale:
http://members.fortunecity.com/tirpetz/authorpages/haldeman/additional/WoodroffePatrickTheForeverWar.jpg

E poi è la stessa indicazione che sta nel nostro db... sull'attribuzione non ho dubbi


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 05 Ottobre 2011, 18:29:47

[quote author=attiliosfunel qlnk=board=9&threadid=5060&start=210#58159 date=1317830502]
Ganzo! Hai visto il mio topic? [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_wink.gif[/IMG]
[/quote]

Si l'ho visto, ma sono sgomento e la mia mente vacilla al pensiero di una collana settimanale che pubblica ininterrottamente dal 1952... se non sbaglio i conti (e li sbaglio quasi sempre) sarebbero già quasi 2500 numeri...
Se posso aiutarti comunque lo faccio volentieri.
[quote author=attiliosfunel qlnk=board=9&threadid=5060&start=210#58159 date=1317830502]
Sono in difficoltà nel fare il makeup per le cover fittizie... che tool di grafica usi?
[/quote]


Se ti rispondo prometti di non dirlo in giro?

[spoiler]Per l'editing della cover (resize dell'immagine e sovrapposizione del cerchio) uso Microsoft Paint (si si hai capito bene mspaint.exe); per il resize dell'immagine alle dimensioni accettabili dal server di Uraniamania uso Paint Shop Pro che gestisce i colori assai meglio nella dolorosissima conversione da 24-bit bitmap a jpeg...[/spoiler]

Ora che lo sai scommetto che sei ancora più in difficoltà di prima...
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_rolleyes.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Arne Saknussemm il 05 Ottobre 2011, 19:01:01

Max, dato che ne sai una piu del diavolo ti vorrei chiedere:

perchè spesso ([U]troppo spesso[/U]) quando prendo immagini in giro per il web, ad esempio ho provato piu di una volta con immagini prese da Speculative Fiction DB, e le inserisco tra quadraimgquadra e quadra/imgquadra, queste non vengono visualizzate nel post. Si legge semplicemente l'URL che avevo copiato dall'immagine stessa.

Come posso ovviare a questo problema ???


[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 05 Ottobre 2011, 19:06:29

[quote author=Arne Saknussemm qlnk=board=9&threadid=5060&start=225#58170 date=1317834061]
Max, dato che ne sai una piu del diavolo ti vorrei chiedere:

perchè spesso ([U]troppo spesso[/U]) quando prendo immagini in giro per il web, ad esempio ho provato piu di una volta con immagini prese da Speculative Fiction DB, e le inserisco tra quadraimgquadra e quadra/imgquadra, queste non vengono visualizzate nel post. Si legge semplicemente l'URL che avevo copiato dall'immagine stessa.

Come posso ovviare a questo problema ???


[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]

[/quote]


Il codice che metti è lo Yaab (o qualcosa di simile) che va bene solo per le sezioni che vengono interpretate dal forum (ad esempio la firma o la chat).
Per mettere una immagine nel post invece devi usare il tastino dell'editor, quello con il paesagio che-non-c'è-verso-di-incollare-nel-presente-post-quindi-non-mi-chiedere-di-farlo


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Arne Saknussemm il 05 Ottobre 2011, 19:16:02

Ok, provero'... cioè devo incollare l'URL poi lo evidenzio e clicco su "paesaggio", giusto??

Grazie1000 Max !!

[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_smiley.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 05 Ottobre 2011, 19:19:31

[quote author=Arne Saknussemm qlnk=board=9&threadid=5060&start=225#58174 date=1317834962]
Ok, provero'... cioè devo incollare l'URL poi lo evidenzio e clicco su "paesaggio", giusto??

Grazie1000 Max !!

[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_smiley.gif[/IMG]
[/quote]


Non l'ho mai fatto: se clicchi sul paesagio ti si apre una popup dove puoi incollare la url...


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Arne Saknussemm il 05 Ottobre 2011, 19:22:24

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=225#58176 date=1317835171]
[quote author=Arne Saknussemm qlnk=board=9&threadid=5060&start=225#58174 date=1317834962]
Ok, provero'... cioè devo incollare l'URL poi lo evidenzio e clicco su "paesaggio", giusto??

Grazie1000 Max !!

[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_smiley.gif[/IMG]
[/quote]


Non l'ho mai fatto: se clicchi sul paesagio ti si apre una popup dove puoi incollare la url...
[/quote]

Grazie !! [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_tongue.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: attiliosfunel il 06 Ottobre 2011, 09:36:51


Sai una cosa? Vista la difficoltà nel fare le cover, credo che mi serve un template per ciascuna versione della cover di [I]Urania[/I] in cui cambiare agevolmente i nomi e i titoli, altrimenti impazzisco. Però mi serve sapere i font delle varie versioni. Tu ne sai qualcosa?

Comunque sembra che il topic non abbia attratto entusiasmi, quindi... [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/29.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 18 Ottobre 2011, 22:43:44

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]049 - Il pianeta dimenticato - Murray LEINSTER (1954)[/B][/SIZE][/COLOR]

Meglio webmaster o curatore? Meglio le virgole del codice php (anzi i punti e virgola) o meglio quelle degli editoriali e delle trame? Accantonando per il momento il ruolo di "commentificio" che mi era stato simpaticamente assegnato al mio primo ingresso su Urania Mania (non c'è tempo per tutto), posso dire che entrambi questi ruoli mi vanno a genio, ma, mentre i panni del webmaster somigliano un po' troppo a quelli che vesto quotidianamente sul posto di lavoro, quelli del curatore me li sono scelti da solo ed è una grande soddisfazione vedere che la propria collana ideale sta finalmente prendendo una sua connotazione sempre più originale.
Questa nuova "annata" di pubblicazioni (che personalmente trovo molto esaltante) si apre con un romanzo che è un classico della fantascienza di avventura, un sempreverde che è anche l'opera più rapresentativa di un autore di cui personalmente ho molta stima: con l'immagine di copertina, opera di Robert Schultz, e l'ancor oggi validissima introduzione che Fruttero & Lucentini scrissero per l'Urania 354, ecco a voi il libro che segna un nuovo capitolo di questo straordinario viaggio che stiamo affrontando assieme.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k77bb31d090.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]C'è chi dice che i ragni larghi come ruote di bicicletta e le vespe lunghe come sacche di aspirapolvere hanno fatto il loro tempo; in realtà, qualsiasi tema fantascientifico diventa nuovo nelle mani di uno scrittore che sappia il fatto suo. Così in questo affascinante romanzo vediamo come un essere umano, nudo e disarmato più di Robinson, impari a poco a poco a cavarsela nella più feroce e spettacolosa giungla che sia mai stata descritta, e come le sue peripezie finiscano per costituire un perfetto manuale per sopravvivere su un mondo abitato da insetti mostruosi.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

035 - Fritz LEIBER - L'alba delle tenebre
036 - Jack VANCE - I tesori di Tschai
037 - Jack VANCE - Fuga da Tschai
038 - William J. STUART - Il pianeta proibito
039 - Ray BRADBURY - Fahrenheit 451
040 - Isaac ASIMOV - Io robot
041 - A.E. VAN VOGT - Slan
042 - Douglas ADAMS - Guida galattica per gli autostoppisti
043 - Douglas ADAMS - Ristorante al termine dell'universo
044 - Douglas ADAMS - La vita, l'universo e tutto quanto
045 - Philip K. DICK - Le tre stimmate di Palmer Eldritch
046 - Robert A. HEINLEIN - Stella doppia
047 - Robert F. YOUNG - Anguilla stellare
048 - Joe HALDEMAN - Guerra eterna
049 - Murray LEINSTER - Il pianeta dimenticato

E nel prossimo numero festeggeremo la cinquantesima candelina con una grande sorpresa targata Fredric Brown, una sorpresa che sicuramente farà la gioia di tutti gli appassionati!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: PabloE il 18 Ottobre 2011, 23:06:16


Leggendo la quarta di copertina non lo aprirei nè ora nè mai [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_lipsrsealed.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: attiliosfunel il 18 Ottobre 2011, 23:36:45

Il romanzo non ho mai avuto il coraggio di leggerlo.... Sghicia la cover però! Max me fai rosicà! [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/78.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: DarkHorseman il 19 Ottobre 2011, 07:38:33

Ci sono Differenze fra la traduzione urania e quella di malaguti??


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 19 Ottobre 2011, 10:02:39

[quote author=DarkHorseman qlnk=board=9&threadid=5060&start=225#58474 date=1319002713]
Ci sono Differenze fra la traduzione urania e quella di malaguti??
[/quote]


Ci sono almeno un centinaio di pagine di differenza tra una versione e l'altra.
Aggiungiamoci che l'edizione Urania è del 1955, in piena era del "taglia, condensa e ricuci".
Direi che l'edizione Urania, al di là delle solite considerazioni sul formato è quasi certamente tagliuzzata...
Io però ho letto l'Urania 354 ed al di là delle facili battute sull'ingenuità della "fantascienza di una volta" ho trovato il libro molto avvincente: i tagli, se ci sono stati, non hanno rovinato più di tanto.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Arne Saknussemm il 19 Ottobre 2011, 10:50:53

[quote author=Andy Dufresne qlnk=board=9&threadid=5060&start=225#58472 date=1318971976]

Leggendo la quarta di copertina non lo aprirei nè ora nè mai [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_lipsrsealed.gif[/IMG]
[/quote]

PabloE, quelli di Leinster sono certamente romanzetti abbastanza ingenui e senza troppe pretese se non quella di intrattenere; diciamo letture "da ombrellone"... eppure i suoi romanzi (da quelli degli anni '30 a quelli dei '50-'60) sono pieni di sense of wander, sono "un paio d'ore in giro per l'universo", hanno uno stile semplice, sobrio...si fanno leggere alla grande, e, se no lo hai mai fatto, ti consiglio di leggerne un paio. Magari i piu famosi. Io non ho mai letto "Il pianeta dimenticato", e tra i 4-5 che ho letto ti consiglierei "I greks portano doni" , ma anche "Questo è un Gizmo".

[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_smiley.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: PabloE il 19 Ottobre 2011, 11:02:51

[quote author=Arne Saknussemm qlnk=board=9&threadid=5060&start=225#58476 date=1319014253]
[quote author=Andy Dufresne qlnk=board=9&threadid=5060&start=225#58472 date=1318971976]

Leggendo la quarta di copertina non lo aprirei nè ora nè mai [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_lipsrsealed.gif[/IMG]
[/quote]

PabloE, quelli di Leinster sono certamente romanzetti abbastanza ingenui e senza troppe pretese se non quella di intrattenere; diciamo letture "da ombrellone"... eppure i suoi romanzi (da quelli degli anni '30 a quelli dei '50-'60) sono pieni di sense of wander, sono "un paio d'ore in giro per l'universo", hanno uno stile semplice, sobrio...si fanno leggere alla grande, e, se no lo hai mai fatto, ti consiglio di leggerne un paio. Magari i piu famosi. Io non ho mai letto "Il pianeta dimenticato", e tra i 4-5 che ho letto ti consiglierei "I greks portano doni" , ma anche "Questo è un Gizmo".

[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_smiley.gif[/IMG]
[/quote]

So che Leinster è da provare, è anche abbastanza presente nei [I]Classici[/I] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] io mi riferivo proprio alla quarta di copertina che non ispira...il WebMax avrebbe potuto scriverne una migliore [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_tongue.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 19 Ottobre 2011, 11:25:48

Di Leinster ho un'ottima opinione: anche se non ha scritto capolavori assoluti ha un modo di scrivere unico ed in grado di intrattenere piacevolmente.
Personalmente ho gradito tantissimo "[B]L'incubo sul fondo[/B]" che considero uno dei miei preferiti, seguito a ruota da "[B]Il pianeta dimenticato[/B]" e da "[B]L'orrore di Gow Island[/B]". Sono libri che leggi senza sforzo, che ti catturano e che ricordi anche a distanza di anni.
Leggermente più sottotono invece "[B]Il tunnel[/B]" con un'ottima prima parte ma che poi diventa noioso, "[B]Il pianeta del tesoro[/B]", molto molto avventuroso ma scontato, "[B]Questo è un Gizmo[/B]" che è stato tagliuzzato al punto che il finale ha del ridicolo ed "[B]I greks portano doni[/B]" che lascia il tempo che trova...
Da dimenticare invece "[B]L'asteroide abbandonato[/B]" che è una c...ta pazzesca...

Leinster ritornerà in questa collana, ma prima di lui ci sono talmente tanti altri autori e capolavori che al solo pensiero mi viene da domandarmi perchè nessuno ci faccia mai un pensierino per UCZ... boh...
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/7.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Arne Saknussemm il 19 Ottobre 2011, 12:25:36

Ah, sorry...avevo frainteso !!

Il racconto famoso racconto "First contact" dovrebbe essere presente nel volume 1945 de "Le grandi storie della SF".

In quella collana sono presenti diversi racconti di Leinster.... ma mi pare che manchi proprio "Un bivio nel tempo" !!

Adesso faccio una ricerca sfruttando le nuove potenzialità che Max ha instillato al "cerca" !


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Arne Saknussemm il 19 Ottobre 2011, 12:31:43

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=240#58478 date=1319016348]
Di Leinster ho un'ottima opinione: anche se non ha scritto capolavori assoluti ha un modo di scrivere unico ed in grado di intrattenere piacevolmente.

[/quote]

Quotoquotoquoto !!! [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_smiley.gif[/IMG]


[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=240#58478 date=1319016348]


"[B]I greks portano doni[/B]" che lascia il tempo che trova...
[/quote]

Nonquotononquotononquoto !!! [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_sad.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: AgenteD il 19 Ottobre 2011, 13:09:37

Eh, no vorrei invece spezzare una tastiera...ops!, una lancia proprio sulla quarta di copertina, che invece a me ha fatto proprio venire voglia di leggerlo il libro... Perche forse la fantascienza troppo spesso dimentica che il lettore vuole leggere proprio un "manuale di sopravvivenza su un pianeta abitato da insetti enormi", vuole insomma semplicemente [I]divertirsi[/I]. Insomma io adoro Dick ma non voglio sempre leggere "Ubik", adoro il cyberpunk ma non voglio leggere sempre "Monnalisa Cyberpunk"...
Eppoi, quanta verità nell'affermare che si può in sostanza parlare sempre delle stesse cose ma in modi infinitamente diversi...
Corro ad acquistare Leinster in edicola! [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: PabloE il 19 Ottobre 2011, 13:31:54

Pre scriptum, per non essere frainteso: il tono che immaginate nella vostra testa non deve essere polemico ma calmo e discorsivo [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]
Che qua non stiamo parlando di Usconi Berl [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/Generiche/sogghignare.gif[/IMG]

[quote author=AgenteD qlnk=board=9&threadid=5060&start=240#58482 date=1319022577]
Eh, no vorrei invece spezzare una tastiera...ops!, una lancia proprio sulla quarta di copertina, che invece a me ha fatto proprio venire voglia di leggerlo il libro... Perche forse la fantascienza troppo spesso dimentica che il lettore vuole leggere proprio un "manuale di sopravvivenza su un pianeta abitato da insetti enormi", vuole insomma semplicemente [I]divertirsi[/I].
[/quote]

Preferisco di gran lunga:

[quote]
[TABLE][TR][TD][TABLE][TR][TD]
Da un luogo imprecisato s'udi una voce chiedere: "Dove siamo? In nome di Dio, dove ci hanno portato?" Irene sapeva dove si trovavano. Erano su Ragnarok, il mondo infernale dove la gravità era una volta e mezzo quella terrestre, dove le belve e le febbri terribili non permettevano all'uomo di sopravvivere. Il nome derivato dall'antica mitologia germanica significava: «L'ultimo giorno per gli uomini e gli dei». La spedizione Dunbar aveva scoperto Ragnarok, e suo padre gliene aveva parlato. Le aveva detto come erano morti sei degli otto uomini sbarcati dall'astronave, e che sarebbero morti tutti se si fossero fermati più a lungo. È qui che quattromila terrestri vengono deportati dai Gern e lasciati a cavarsela da soli. Uno straordinario romanzo di avventure robinsoniane che è, nello stesso tempo, un affascinante diagramma delle capacità dell'uomo di adattarsi ed evolversi in un ambiente totalmente nemico.
[/TD] [/TR] [/TABLE] [/TD][TD] [/TD][/TR][TR][TD] [/TD][TD] [/TD][TD] [/TD][/TR][TR][TD][/TD][/TR][/TABLE][/quote]


Parlare di insettoni e di un uomo forzuto dal petto villoso non mi fa venire voglia di leggere un libro, anzi.
Per divertirmi ci vuole altro, ma da questo punto di vista ad ognuno il suo [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_smiley.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Lucky il 19 Ottobre 2011, 16:24:11

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#58478 date=1319016348]
...
Da dimenticare invece "[B]L'asteroide abbandonato[/B]" che è una c...ta pazzesca...
...
[/quote]
Secondo me, dipende dall'età e dai tempi in cui lo si legge.
Tutto sommato, quando era uscito la prima volta non mi era dispiaciuto.
Un abbraccio a tutta la bella famigliola.
Lucky


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: gretana il 19 Ottobre 2011, 20:00:35

[quote author=Lucky qlnk=board=9&threadid=5060&start=240#58489 date=1319034251]
[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#58478 date=1319016348]
...
Da dimenticare invece "[B]L'asteroide abbandonato[/B]" che è una c...ta pazzesca...
...
[/quote]
Secondo me, dipende dall'età e dai tempi in cui lo si legge.
Tutto sommato, quando era uscito la prima volta non mi era dispiaciuto.
Un abbraccio a tutta la bella famigliola.
Lucky
[/quote]
Non me lo ricordo [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_huh.gif[/IMG] Poi vedo se esso esiste in questa casa.
Questa casa intesa come la mia casa che su Um il libro c'è.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 21 Ottobre 2011, 14:54:54

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]050/051 - Cosmolinea B-1/Cosmolinea B-2 - Fredric BROWN[/B]
[/SIZE][/COLOR]
C'è probabilmente chi è pronto ad uccidere per avere questi due volumi.
Stampati ad inizio degli anni '80 nella collana "Urania Biblioteca", i due libri, che raccolgono tutta la produzione di Fredric Brown dal 1941 al 1972, sono da tempo spariti dalla circolazione e le poche, pochissime copie che occasionalmente saltano fuori nelle varie aste, raggiungono in breve tempo dei prezzi che l'appassionato medio può considerare pura follia.
Nell'attesa che una certa casa editrice si muova a compassione e decida di riproporre questa raccolta capolavoro, ho deciso di festeggiare il numero 50 della mia collana ideale con quella che considero l'antologia più rappresentativa non solo dell'opera di Brown, ma della fantascienza in genere.
E siccome è giusto dare a Cesare quel che è di Cesare, questa edizione, pur conservando la consueta veste grafica, conserverà (con le opportune variazioni) tutti i caratteri distintivi (copertina e quarta di copertina) dell'unica edizione sin qui esistente e chissà che, magari, qualche curatore "vero", passando da queste parti e leggendo questa mia rubrichetta, non si ricordi che da qualche parte nell'universo delle infinite possibilità editoriali esiste una raccolta di capolavori che meritano finalmente una ristampa...

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k5ce123d51f.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]I racconti di Fredric Brown sono un cardine della fantascienza classica.
Non c'è antologia generale di fs che non ne accolga i più celebri al posto d'onore insieme ai migliori di Asimov o di Clarke, di Matheson o di Sheckley.
Ma un volume che comprendesse tuttí i racconti di Brown non era mai stato pubblicato. La Biblioteca di Urania, nei primi anni '80, colse perciò l'occasione di una grossa antologia browniana uscita negli USA con prefazione di R. Bloch, per integrarla con tutti gli altri racconti di Brown, editi e inediti, e presentarla ai propri lettori in "prima mondiale" assoluta.
E con vero piacere che "I capolavori di Maxpullo" ripropone oggi questo lavoro monumentale, per riproporre ai suoi lettori una delle migliori raccolte di fs mai pubblicate in assoluto.
L'opera è divisa in due volumi, il secondo dei quali verrà pubblicato nel prossimo numero.[/SIZE][/TD][/TR][TR][TD] [/TD][TD] [/TD][TD] [/TD][/TR][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k3262e33d66.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]COSMOLINEA B è la raccolta - presentata da URANIA in prima mondiale e riproposta oggi da "I capolavori di Maxpullo" - di tutti i 112 racconti, editi e inediti di Fredric Brown, uno dei massimi maestri della "short-story" di fantascienza. Il primo volume, COSMOLINEA B-1, comprendeva 34 racconti cronologicamente ordinati dal 1941 al 1950. Questo COSMOLINEA B-2 ne comprende 78, e cioè tutti i racconti - tra cui i celeberrimi "Sentinella", "Esperimento", "La risposta" - che Brown scrisse dal 1951 all'anno della sua morte (1972)[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

037 - Jack VANCE - Fuga da Tschai
038 - William J. STUART - Il pianeta proibito
039 - Ray BRADBURY - Fahrenheit 451
040 - Isaac ASIMOV - Io robot
041 - A.E. VAN VOGT - Slan
042 - Douglas ADAMS - Guida galattica per gli autostoppisti
043 - Douglas ADAMS - Ristorante al termine dell'universo
044 - Douglas ADAMS - La vita, l'universo e tutto quanto
045 - Philip K. DICK - Le tre stimmate di Palmer Eldritch
046 - Robert A. HEINLEIN - Stella doppia
047 - Robert F. YOUNG - Anguilla stellare
048 - Joe HALDEMAN - Guerra eterna
049 - Murray LEINSTER - Il pianeta dimenticato
050 - Fredric BROWN - Cosmolinea B-1
051 - Fredric BROWN - Cosmolinea B-2

E nel prossimo numero, appena avrete terminato la "scorpacciata" di racconti, torna un altro dei "padri fondatori" della sf, Clifford D. Simak, con quello che è universalmente considerato da critici ed estimatori il suo capolavoro assoluto.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marco.kapp il 21 Ottobre 2011, 15:06:11

[SIZE=2]Eh, sì. Qui si parla dell'Olimpo della Fantascienza.[/SIZE]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: attiliosfunel il 21 Ottobre 2011, 17:12:05

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=240#58542 date=1319201694]
[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]050/051 - Cosmolinea B-1/Cosmolinea B-2 - Fredric BROWN[/B]
[/SIZE][/COLOR]
C'è probabilmente chi è pronto ad uccidere per avere questi due volumi.
Stampati ad inizio degli anni '80 nella collana "Urania Biblioteca", i due libri, che raccolgono tutta la produzione di Fredric Brown dal 1941 al 1972, sono da tempo spariti dalla circolazione e le poche, pochissime copie che occasionalmente saltano fuori nelle varie aste, raggiungono in breve tempo dei prezzi che l'appassionato medio può considerare pura follia.
Nell'attesa che una certa casa editrice si muova a compassione e decida di riproporre questa raccolta capolavoro, ho deciso di festeggiare il numero 50 della mia collana ideale con quella che considero l'antologia più rappresentativa non solo dell'opera di Brown, ma della fantascienza in genere.
E siccome è giusto dare a Cesare quel che è di Cesare, questa edizione, pur conservando la consueta veste grafica, conserverà (con le opportune variazioni) tutti i caratteri distintivi (copertina e quarta di copertina) dell'unica edizione sin qui esistente e chissà che, magari, qualche curatore "vero", passando da queste parti e leggendo questa mia rubrichetta, non si ricordi che da qualche parte nell'universo delle infinite possibilità editoriali esiste una raccolta di capolavori che meritano finalmente una ristampa...
[/quote]


Il curatore vero è troppo impegnato a inventare locuzioni tipo "banchiere dell'odio", o scrivere quarte di copertina totalmente fuorvianti (oppure super-spoiler!) per dare un'occhiata a quello che i più dotti fan della sua (?) collana propongono. [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/14.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Arne Saknussemm il 21 Ottobre 2011, 17:13:01

Gia...c'è chi è pronto ad uccidere ... eccomi [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] !!
... ma non sono pronto a pagare le cifre spropositate che si raggiungono alle aste!

Speravo che "Cosmolinea" potesse uscire come numero 100 di Ucollezione ... 100b1 e 100b2 ... [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/Generiche/arrampicarsi.gif[/IMG]


Comunque è davvero inconcepibile che la mondadori, pur potendolo fare, non si decida a ristampare questa antologia.... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_huh.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: DarkHorseman il 21 Ottobre 2011, 21:54:40

Quanto odio...quanto astio!!!

Pare proprio che Moody vi abbia infettato....

Che avete da lamentarvi??....in fondo in fondo i cosmolinea sono reperibili....io ho una copia di entrambi pagati 2-3 euro l'uno lem 6...un 'altra copia sempre di entrambi la pagai intorno ai 5 ed infine i relativi massimi della fantrascienza li ho pagati 6....e poi cosa sarà mai brown in confronto all'occhio del purgatoiro??


Attendo un'ondata di odio devastante [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG][IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Arne Saknussemm il 22 Ottobre 2011, 09:24:26

Al momento l'unico "cosmolinea" presente su e-bay è il b1 alla modica cifra (di partenza) di 30 eurozzi !!

Darkh. ... visto che ne hai 2 copie e le hai pagate cosi' poco....[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cool.gif[/IMG] ..che ne dici ??? eh ??


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: DarkHorseman il 22 Ottobre 2011, 09:36:47

mi spiace ma li vendetti a 50 euro l'uno

però se li ritrovo li dò a te promesso!

Cmq se stai attento li trovi...io ne ho visti vari scadere 15 euro l'uno.....i massimi sono decisamente più tosti.

Mi sembrava di aver capito che ti eri equipaggiato a dovere per lo shopping on-line....fai vedere di che pasta sei fatto!

Li fuori c'è una guerra sta a te decidere se combattere o ammuffire sulle bancarelle aspettanto se e quando arriva qualcosa di buono....imponiti nel mercato!

[HIGHLIGHT=#f4f4f4]Imbraccia la tua carta di credito e lotta fino alla fine! [/HIGHLIGHT][IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_wink.gif[/IMG]

Cmq parlando deil libri....io sfogliandoli ho letto qualche racconto di una pagina e mi sono sembrati un figata esagerata....prima di giudicare vorrei leggere i libri interi ma purtroppo sono sempre poco attirato dalle antologie di racconti quindi devo aspettare che mi venga voglia di qualcosa di diverso dai soliti romanzoni e cicloni :-)

Ps a proposito di affari e quotazioni....se interessa c'è uno shock di matheson a 40 euro su e-bay il cofanetto è rovinato ma i libri sono buoni


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Lucky il 22 Ottobre 2011, 09:43:06

[quote author=Arne Saknussemm qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#58551 date=1319268266]
Al momento l'unico "cosmolinea" presente su e-bay è il b1 alla modica cifra (di partenza) di 30 eurozzi !!

Darkh. ... visto che ne hai 2 copie e le hai pagate cosi' poco....[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cool.gif[/IMG] ..che ne dici ??? eh ??
[/quote]
B1 e B2 su DelosStore a 72 euro

Lucky


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Arne Saknussemm il 22 Ottobre 2011, 11:02:05

[quote author=DarkHorseman qlnk=board=9&threadid=5060&start=240#58552 date=1319269007]
mi spiace ma li vendetti a 50 euro l'uno

però se li ritrovo li dò a te promesso!

Mi sembrava di aver capito che ti eri equipaggiato a dovere per lo shopping on-line....fai vedere di che pasta sei fatto!

[HIGHLIGHT=#f4f4f4]Imbraccia la tua carta di credito e lotta fino alla fine! [/HIGHLIGHT][IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_wink.gif[/IMG]

[/quote]

A 50 euro l'uno !!! cmq...mi segno la promessa ! [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cheesy.gif[/IMG]

Si... mi sto equipaggiando per lo shopping on-line... ho l'account ma non ho ancora la carta... e sinceramente di posta e banche ne ho abbastanza...basta pagamenti con bonifici & simili !!

Appena avro' la carta... resterà solo metterci dentro i piccioli !

Anche io ho letto alcuni racconti, quelli presenti ne "Le grandi storie della fantascienza"... sono bellissime!

Ricordo molto bene Armageddon, Arena, Adamo e niente Eva .... bellibelli !!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 26 Ottobre 2011, 15:37:07

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]052 - Anni senza fine - Clifford D. SIMAK (1952)[/B][/SIZE][/COLOR]

Ci sono autori di fantascienza per i quali ammetto di essere in forte difficoltà: una collana, infatti, anche se ideale, dovrebbe sempre essere ben "equilibrata" nelle sue proposte ed evitare di riproporre troppo spesso gli stessi autori a scapito di altri, ma purtroppo non è sempre possibile rispettare questa regola: alcuni autori, come ad esempio Dick, Heinlein ed Asimov, sono stati molto prolifici e, tra capolavori assoluti ed opere comunque "rappresentative" del genere, finiscono giocoforza per farla da padroni rispetto ad altri, altrettanto bravi, ma che hanno all'attivo un numero ridotto di opere significative.
Ma se c'è un autore che mi mette davvero in difficoltà quello è Simak: in circa cinquant'anni di una carriera letteraria assolutamente straordinaria, Simak ha prodotto numerose opere che possono considerarsi davvero fondamentali per la fantascienza; se a questo fatto aggiungiamo che non sempre le sue opere più famose sono anche quelle da me "preferite", vi renderete conto del terribile dilemma che ho davanti: pubblicare tutto è impossibile, pubblicare solo le opere più note stride con i miei gusti, pubblicare solo quello che mi è gradito significherebbe probabilmente presentare l'autore in modo parziale e limitante.
Fortunatamente la scelta di questo secondo titolo della sua produzione non è difficile: il romanzo "[I]City[/I]", infatti, non solo è universalmente considerato il capolavoro di Simak, ma è anche, a mio avviso, una delle sue opere più suggestive, sicuramente il punto di partenza ideale per chi non conosce questo autore e vuole farsi un'idea della sua narrativa.
Ed anche la scelta di copertina e quarta di copertina è semplice: nonostante le suggestioni policromatiche di alcune edizioni straniere e la poetica prolissità di alcune trame presentate da molte edizioni nostrane, è parere del curatore che il meglio del meglio sia rappresentato dalla "storica" edizione Urania del numero 333bis che viene qui ripreso e riproposto.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kf12d1d0ea4.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]L'uomo è scomparso dalla faccia della Terra, non è più che una figura leggendaria, mitica, nel ricordo di coloro che hanno preso il suo posto: i cani e gli automi.
E attraverso i racconti favolosi di questi «eredi» del mondo, rivivono drammatici episodi: l'abbandono delle grandi metropoli; la forza collettiva verso il paradiso di Giove, il sorgere della mostruosa civiltà delle formiche, la sinistra e misteriosa potenza dei Mutanti, la città degli eterni dormienti.
Ricchissima di invenzioni e ipotesi, eppure lineare nel disegno, questa epopea che abbraccia ventimila anni di futuro è uno dei romanzi «obbligatori» per il lettore di fantascienza.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

038 - William J. STUART - Il pianeta proibito
039 - Ray BRADBURY - Fahrenheit 451
040 - Isaac ASIMOV - Io robot
041 - A.E. VAN VOGT - Slan
042 - Douglas ADAMS - Guida galattica per gli autostoppisti
043 - Douglas ADAMS - Ristorante al termine dell'universo
044 - Douglas ADAMS - La vita, l'universo e tutto quanto
045 - Philip K. DICK - Le tre stimmate di Palmer Eldritch
046 - Robert A. HEINLEIN - Stella doppia
047 - Robert F. YOUNG - Anguilla stellare
048 - Joe HALDEMAN - Guerra eterna
049 - Murray LEINSTER - Il pianeta dimenticato
050 - Fredric BROWN - Cosmolinea B-1
051 - Fredric BROWN - Cosmolinea B-2
052 - Clifford D. SIMAK - Anni senza fine

E per il prossimo numero preparatevi per una sorpresa davvero "mostruosa"...


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Arne Saknussemm il 26 Ottobre 2011, 16:07:10

Peccato che questa quarta di copertina sveli un po' troppo ....


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: PabloE il 26 Ottobre 2011, 16:57:40

[quote author=Arne Saknussemm qlnk=board=9&threadid=5060&start=255#58615 date=1319638030]
Peccato che questa quarta di copertina sveli un po' troppo ....
[/quote]

No, è solo la sintesi di tutto il romanzo [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: attiliosfunel il 28 Ottobre 2011, 00:05:16

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=105#53803 date=1306069651]
[COLOR=#0070c0][SIZE=3][B]025 - Viaggio al centro della Terra - Jules VERNE (1864)[/B][/SIZE][/COLOR]

Più di una volta qui nel forum si è accesa la diatriba per discutere se delle opere nate prima di una certa data potessero essere o meno ascritte al genere fantascientifico. La questione è molto semplice: è giusto che romanzi nati prima della definizione stessa della fantascienza come genere letterario con caratteristiche sue proprie vengano definiti "di fantascienza"?
Alcuni potranno sostenere a volontà che questa attribuzione è una vera e propria forzatura perchè gli autori di detti romanzi non avevano la coscienza del fatto che le loro opere dovessero rispondere a determinate caratteristiche perchè il genere ancora non esisteva, mentre altri potranno divertirsi a sostenere che l'attribuzione ancorchè impropria è invece giusta perchè queste opere con il loro immenso "potere visionario" hanno grandemente contribuito a fornire proprio quegli elementi necessari per la definizione stessa del genere fantascientifico.
Si tratta senza dubbio di una discussione interessante, ma quasi certamente destinata a non arrivare da nessuna parte perchè entrambi gli schieramenti hanno la loro parte di ragione: pensare alla moderna fantascienza senza tener conto della straordinaria vena inventiva di un Verne o di un Wells è certamente irragionevole, ma anche voler attribuire ad ogni costo alla fantascienza cose del tipo l'epopea di Gilgamesh o i poemi dell'Ariosto appare altrettanto insensato.
La mia idea in merito è che un romanzo come "[I]Viaggio al centro della Terra[/I]" di Jules Verne non possa rimaner fuori da una collana di veri classici solo perchè quando è stato scritto la fantascienza ancora non esisteva... e se l'ascrizione al genere sia giusta oppure sia solo una forzatura lo lascio decidere a voi; e, mentre ci pensate, godetevi questo intramontabile capolavoro qui presentato con l'immagine di coperina di Del'Acqua che compare nel'edizione Lucchi del 1959 e con la quarta di copertina dell'edizione Mondadori degli Oscar Classici.

[TABLE][TR][TD][B][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kef83421687.jpg[/IMG][/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=3]Analizzando una strana pietra trovata da un suo studente, il professor Otto Lidenbrock di Amburgo scopre una misteriosa iscrizione di Arne Saknussemm, il famoso esploratore scomparso nel nulla. Seguendo quelle antiche indicazioni Lidenbrock decide di esplorare il centro del nostro pianeta.
Accompagnato dal nipote Axel e da una guida islandese di nome Hans, Otto accede al mondo sotterraneo attraverso il cratere di un vulcano spento nell'Islanda occidentale, penetrando sempre di più nel ventre della Terra. Fino a scoprire un fantastico mondo alternativo pieno di grotte, passaggi, tunnel e strapiombi, ma anche un mare illuminato da aurore boreali in cui vivono creature estinte da milioni di anni...[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

010 - Richard MATHESON - Tre millimetri al giorno
011 - Clifford D. SIMAK - L'ospite del senatore Horton
012 - Ray BRADBURY - Cronache marziane
013 - Kurt VONNEGUT jr - Ghiaccio nove
014 - Jack VANCE - Pianeta d'acqua
015 - Bob SHAW - Quando i neutri emergono dalla Terra
016 - Philip K. DICK - Gli androidi sognano pecore elettriche?
017 - William F. TEMPLE - Il triangolo quadrilatero
018 - Isaac ASIMOV - Le correnti dello spazio
019 - Isaac ASIMOV - Il tiranno dei mondi
020 - Isaac ASIMOV - Pària dei cieli
021 - Frederik POHL & Cyril M. KORNBLUTH - Gladiatore in legge
022 - Robert A. HEINLEIN - La porta sull'estate
023 - Michael CRICHTON - Jurassic Park
024 - Theodore STURGEON - Nascita del superuomo
025 - Jules VERNE - Viaggio al centro della Terra

E nel prossimo numero ci sarà l'"esordio" di Robert Silverberg!
[/quote]
Ma questo secondo te è stato pubblicato nell'[I]Urania[/I] alternativo? La copertina è ganza e ha la data giusta (1959), ma appare un po' infantile per una collana "adulta" sin dalla nascita come il vero [I]Urania[/I].


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: attiliosfunel il 28 Ottobre 2011, 00:06:22

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=165#57056 date=1313392217]
[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]Il pianeta proibito - William J. STUART (1956)[/B][/SIZE][/COLOR]

Bisogna dire che anche prima di "[I]2001 odissea nello spazio[/I]" si producevano ottimi film di FS: certo gli effetti speciali erano un po' carenti, ma le storie che venivano raccontate erano ricche di inventiva e di fantasia ed avevano un loro fascino che con il trascorrere del tempo si è un po' perduto.
Al giorno d'oggi, rivedere un film come "[I]Il pianeta proibito[/I]" del 1956 in cui l'eroe è il mai troppo compianto Leslie Nielsen nei panni dell'astronauta coraggioso che svela i misteri di un pianeta sottoposto all'azione di forze sconosciute e terribili può dare ancora tantissime emozioni e soprattutto può far riflettere sul modo in cui il genere si sia evoluto (e magari anche un po' impoverito) nel corso del tempo: oggi in un ipotetico remake avremmo forse un Robbie dai movimenti più fluidi, magari realizzato con l'aiuto della computer-grafica, avremmo un mostro misterioso realizzato da lampi di luce al laser ed avremmo magari una Altaira in abiti molto più succinti di quelli dell'eroina del film originale, ma non sono affatto sicuro che avremmo un film migliore.
Questa originalissima e suggestiva storia che Philip McDonald ha tratto dalla sceneggiatura del film di Cyril Hume, a sua volta basata su un racconto di Irvin Block e Allen Adler che rielaborava in modo originale il dramma Shakespeariano "[I]La tempesta[/I]", ha il pregio che hanno un po' tutti i classici di non lasciar trasparire i segni del tempo trascorso e di regalare emozioni e pathos oggi come al tempo della sua prima uscita.
Il segreto di questo classico, come di tutti i grandi classici che questa collana vuole proporre, è quello di raccontare una storia fatta di sentimenti e di emozioni, di far vivere allo spettatore/lettore la stessa paura dell'ignoto che provavano i nostri progenitori chiusi nelle caverne e nascosti dalle belve in agguato nel buio ed il suo potere è quello di farci ricordare che una trama appassionante non può essere giammai sostituita dagli effetti speciali.
Accompagnata dall'immagine-simbolo che appariva sulla locandina del film e dalla stupenda quarta di copertina dell'edizione Urania Collezione, ecco a voi la storia che Willian Shakespeare, Cyril Hume, Irvin Block, Allen Adler e Philip McDonald (alias William J. Stuart) hanno consegnato ai posteri.

[TABLE][TR][TD][B][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kf52d033b42.jpg[/IMG][/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=3]Quando l'astronave C-57-D avvista il pianeta Altair-4, il comandante Adams e i suoi uomini pensano di dover compiere una missione umanitaria: rintracciare è riportare sulla Terra gli eventuali superstiti della spedizione precedente. Ma Altair-4 è diventato il paradiso privato di un uomo scaltro e pericoloso, il professor Morbius, che lo abita con la figlia e un robot. Non è solo la diffidenza di Morbius a mettere in allarme i terrestri: l'enigma più inquietante è costituito dalla scienza krell, sviluppata dalla razza avanzatissima che un tempo abitò quel mondo.
Un allarme giustificato perché presto una creatura tremenda emerge dalla notte di Altair, cominciando inesorabilmente a uccidere...[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

024 - Theodore STURGEON - Nascita del superuomo
025 - Jules VERNE - Viaggio al centro della Terra
026 - Robert SILVERBERG - La città labirinto
027 - Arthur C. CLARKE - 2001 Odissea nello spazio
028 - Arthur C. CLARKE - 2010 Odissea due
029 - James G. BALLARD - Deserto d'acqua
030 - Arthur C. CLARKE - 2061 Odissea tre
031 - Arthur C. CLARKE - 3001 Odissea finale
032 - Richard MATHESON - Io sono leggenda / 032bis - Richard MATHESON - Io sono Helen Driscoll
033 - Jack VANCE - Naufragio sul pianeta Tschai
034 - Jack VANCE - Le insidie di Tschai
035 - Fritz LEIBER - L'alba delle tenebre
036 - Jack VANCE - I tesori di Tschai
037 - Jack VANCE - Fuga da Tschai
038 - William J. STUART - Il pianeta proibito

E nel prossimo numero ritorna alla grande Ray Bradbury con un suo fiammeggiante capolavoro!
[/quote]
Per la mia collana userò questa perché quella dell'[I]Urania[/I] nel nostro universo non è ritagliabile a cerchio.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: attiliosfunel il 28 Ottobre 2011, 00:08:47

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=135#54752 date=1308338516]
[SIZE=4][B][COLOR=#1f497d]030 - 2061 Odissea tre - Arthur C. CLARKE (1987)[/COLOR][/B][/SIZE]

Un ciclo è un ciclo ed anche se le sue storie possono esser lette separatamente, la cosa migliore è sempre gustarsele una appresso all'altra, come le ciliege. Il ciclo delle Odisse di Clarke non fa eccezione: leggere i romanzi nella loro sequenza aiuta infatti a "tenere il filo del discorso", perchè se è vero che ogni storia è un'avventura a se stante, solo leggendo tutti i libri si può capire la vastità dell'affresco dell'universo dipinto dall'autore.
Accompagnato quindi dall'immagine di copertina di Michael Whelan e dalla trama in quarta di copertina dell'edizione Rizzoli della collana "La scala", ecco a voi il terzo volume della straordinaria odissea nello spazio immaginata da Clarke.

[TABLE][TR][TD][B][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2ke2ccb7a011.jpg[/IMG][/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=3]Cadere dal proprio balcone al secondo piano è un incidente stupido, soprattutto per chi aveva preso parte ad una missione dai mille pericoli come quella della Leonov. Così Heywood Floyd, ricoverato con fratture multiple e varie complicazioni, si ritrova in orbita attorno alla terra, nell'attesa che la medicina possa fornire gli strumenti adatti a curarlo. Passano quarantasei anni da quel giorno.
Nel 2061 Lucifero è ormai diventato un astro familiare nel cielo terrestre, come pure in quello che si vede dalle finestre dell'ospedale orbitante Pasteur, dove l'arzillo centotreenne Floyd deve scontare le conseguenze del suo incidente. Nonostante le condizioni fisiche ottime, lo scienziato non si è mai ripreso completamente dall'incidente ed è costretto a vivere permanentemente in ambienti a gravità ridotti. Precluso il ritorno sulla Terra, Floyd decide di imbarcarsi sulla Universe, una astronave passeggeri con una missione inedita: atterrare sulla cometa di Halley per studiarne le proprietà fisiche.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

015 - Bob SHAW - Quando i neutri emergono dalla Terra
016 - Philip K. DICK - Gli androidi sognano pecore elettriche?
017 - William F. TEMPLE - Il triangolo quadrilatero
018 - Isaac ASIMOV - Le correnti dello spazio
019 - Isaac ASIMOV - Il tiranno dei mondi
020 - Isaac ASIMOV - Pària dei cieli
021 - Frederik POHL & Cyril M. KORNBLUTH - Gladiatore in legge
022 - Robert A. HEINLEIN - La porta sull'estate
023 - Michael CRICHTON - Jurassic Park
024 - Theodore STURGEON - Nascita del superuomo
025 - Jules VERNE - Viaggio al centro della Terra
026 - Robert SILVERBERG - La città labirinto
027 - Arthur C. CLARKE - 2001 Odissea nello spazio
028 - Arthur C. CLARKE - 2010 Odissea due
029 - James G. BALLARD - Deserto d'acqua
030 - Arthur C. CLARKE - 2061 Odissea tre

E nel prossimo volume la spettacolare conclusione dell'odissea, con il gradito ritorno di un personagio davvero inatteso... anzi due!
[/quote]
Cover eccelsa (come quella di 3001 peraltro). Ma sono dell'edizione originale del 1987, o successive?


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 28 Ottobre 2011, 10:20:09

[quote author=attiliosfunel qlnk=board=9&threadid=5060&start=255#58701 date=1319753182]
[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=165#57056 date=1313392217]
[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]Il pianeta proibito - William J. STUART (1956)[/B][/SIZE][/COLOR]

[/quote]


Per la mia collana userò questa perché quella dell'[I]Urania[/I] nel nostro universo non è ritagliabile a cerchio.
[/quote]

E' lo stesso motivo che me l'ha fatta scegliere: il cerchio è bello perchè rifinisce la copertina (tipo il passe-partout dei quadri) e focalizza lo sguardo sul centro dell'immagine, ma è un po' tiranno e non è adatto a tutte le copertine.
Molte cover di Caesar, di Jacono e di Brambilla vanno scartate proprio per questo motivo.
Al proposito, proprio per una uscita di questa tornata, sono stato costretto a scartare una meravigliosa copertina di Marco Patrito perchè non si faceva "cerchiare", ma sono stato fortunato perchè ne ho trovata un'altra forse ancora più bella.

La cover di Whealan è proprio quella usata per la prima edizione di [I]2061: odissea tre[/I], ma ho avuto la fortuna di incappare nel disegno originale e non in quello rimaneggiato e sbiadito che compare nelle scansioni della copertina del libro.

Per la cover di [I]Viaggio al centro della Terra[/I], hai ragione a dire che è un po' infantile, forse più che altro un po' "antiquata", ma l'ho scelta anzitutto perchè all'epoca mi basavo molto sulle cover già apparse e non facevo "ricerche approfondite su internet" e, tra le varie pubblicazioni, quella è l'unica decente.
Col senno di poi penso che avrei potuto mettere il fotogramma del film, ma l'effetto "retrò" non sarebbe stato altrettanto efficace...
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_grin.gif[/IMG]

PS
La prossima cover sarà un po' particolare, perchè una delle figure debordava e mi ha fatto passare un brutto quarto d'ora per sistemare le cose... ma il bello delle regole è che esistono le eccezioni!


PPS
Non so se nell'urania alternativo abbiano pubblicato "[I]Viaggio al centro della Terra[/I]" come mi chiedi, però spero non abbiamo mai pubblicato "[I]L'abisso di Maracot[/I]"...
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_lipsrsealed.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Arne Saknussemm il 28 Ottobre 2011, 19:18:56

[IMG]http://www.uraniamania.com/images/copertine/0000000030/30029.jpg[/IMG]


E questa ????

[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_smiley.gif[/IMG]

(è la copertina del mio profili [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cool.gif[/IMG] )


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: attiliosfunel il 28 Ottobre 2011, 21:41:25

[quote author=Arne Saknussemm qlnk=board=9&threadid=5060&start=255#58717 date=1319822336]
[IMG]http://www.uraniamania.com/images/copertine/0000000030/30029.jpg[/IMG]


E questa ????

[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_smiley.gif[/IMG]

(è la copertina del mio profili [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cool.gif[/IMG] )
[/quote]
IHIHI... un dimetrodonte dieci volte più grande dell'originario, per di più anfibio e sopravvissuto milioni di anni per attaccare un sauropode! [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 29 Ottobre 2011, 17:34:35

[quote author=attiliosfunel qlnk=board=9&threadid=5060&start=255#58718 date=1319830885]

IHIHI... un dimetrodonte dieci volte più grande dell'originario, per di più anfibio e sopravvissuto milioni di anni per attaccare un sauropode! [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]
[/quote]


Magnifico!
Con una sola frase sei riuscito a cogliere e riassumere tutti gli "orrori" di un disegnatore che non solo non aveva mai letto il romanzo, ma che nemmeno aveva la più pallida conoscenza di cosa fossero i dinosauri... e sempre con la stessa frase hai distrutto il mito del nostro povero Arne...
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/40.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 29 Ottobre 2011, 18:51:53

Già che la discussione si è leggermente spostata sulle cover, riunisco qui alcune copertine "scartate" che sono rimaste in ballottaggio fino alla fine...

1. Copertina per [I]Ubik[/I], ma adattissima anche per [I]Le tre stimmate di Palmer Eldritch[/I]...

[B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k2df6de5949.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B]
2. Copertina per Le tre stimmate di Palmer Eldritch

[B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k0afb17f8e8.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B]
In entrambi i casi, nonostante i colori e le immagini efficacissime, ho trovato più appropriate le immagini di Silverini che riescono a comunicare molta più inquietudine e mistero...

3. Copertina per [I]Gli androidi sognano pecore elettriche?[/I]

[B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kee662657a9.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B]
Troppo colorata e più adatta ad un fumetto... la riduzione nel cerchio poi sarebbe stata praticamente impossibile...


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 29 Ottobre 2011, 19:24:13

Sempre per la serie delle copertine scartate: eccone due per [I]Il pianeta dimenticato[/I].

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k01f215d0e8.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k3252752d1e.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][/TR][/TABLE]
Entrambe difficilmente racchiudibili in un cerchio.
Ed eccone altre due, scartate per [I]Anni senza fine[/I]...

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k3eae447c94.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2ke1812d83a9.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][/TR][/TABLE]
La prima, pur piacendomi mi sembrava troppo "inquietante" per un romanzo poetico come quello di Simak e quindi certamente meno adatta di quella di Thole che è stata la scelta definitiva, l'altra (quella di destra) è bella ma un po' anonima e difficilmente richiudibile in un cerchio.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Arne Saknussemm il 31 Ottobre 2011, 09:21:26

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=255#58735 date=1319902475]
[quote author=attiliosfunel qlnk=board=9&threadid=5060&start=255#58718 date=1319830885]

IHIHI... un dimetrodonte dieci volte più grande dell'originario, per di più anfibio e sopravvissuto milioni di anni per attaccare un sauropode! [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]
[/quote]


Magnifico!
Con una sola frase sei riuscito a cogliere e riassumere tutti gli "orrori" di un disegnatore che non solo non aveva mai letto il romanzo, ma che nemmeno aveva la più pallida conoscenza di cosa fossero i dinosauri... e sempre con la stessa frase hai distrutto il mito del nostro povero Arne...
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/40.gif[/IMG]
[/quote]

Be' ragazzi... con questi ragionamenti smonteremmo anche lo stesso testo de "VIAGGIO AL CENTRO DELLA TERRA" e di centinaia di altri libri...

un po di "sospensione della credulità" è sempre richiesta... e gradita. [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_shock.gif[/IMG]

E poi... perchè anfibio? La scena si svolge in mare? o a terra? o dove mare e terra si incontrano? in una piccola pozzanghera con abbondanti spruzzi d'acqua sollevati da due pesi massimi in lotta ?
Insomma, l'analisi scientifica, in questo caso, mi pare valere poco. Anzi, rompe la magia.

A me piace ! [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cry.gif[/IMG] Puo anche non piacere, certo! [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_smiley.gif[/IMG]


Max, complimenti per la veste grafica Halloween style !!!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 31 Ottobre 2011, 12:48:11

[quote author=Arne Saknussemm qlnk=board=9&threadid=5060&start=255#58748 date=1320049286]
[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=255#58735 date=1319902475]
[quote author=attiliosfunel qlnk=board=9&threadid=5060&start=255#58718 date=1319830885]

IHIHI... un dimetrodonte dieci volte più grande dell'originario, per di più anfibio e sopravvissuto milioni di anni per attaccare un sauropode! [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]
[/quote]


Magnifico!
Con una sola frase sei riuscito a cogliere e riassumere tutti gli "orrori" di un disegnatore che non solo non aveva mai letto il romanzo, ma che nemmeno aveva la più pallida conoscenza di cosa fossero i dinosauri... e sempre con la stessa frase hai distrutto il mito del nostro povero Arne...
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/40.gif[/IMG]
[/quote]

Be' ragazzi... con questi ragionamenti smonteremmo anche lo stesso testo de "VIAGGIO AL CENTRO DELLA TERRA" e di centinaia di altri libri...

un po di "sospensione della credulità" è sempre richiesta... e gradita. [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_shock.gif[/IMG]

E poi... perchè anfibio? La scena si svolge in mare? o a terra? o dove mare e terra si incontrano? in una piccola pozzanghera con abbondanti spruzzi d'acqua sollevati da due pesi massimi in lotta ?
Insomma, l'analisi scientifica, in questo caso, mi pare valere poco. Anzi, rompe la magia.

A me piace ! [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cry.gif[/IMG] Puo anche non piacere, certo! [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_smiley.gif[/IMG]


Max, complimenti per la veste grafica Halloween style !!!
[/quote]


Hai ragione: e la prossima scheda la dedico proprio al tuo intervento...

PS
I complimenti vanno al Max vero che ora non c'è: la grafica che vedi è opera sua!
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/41.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 31 Ottobre 2011, 12:48:31

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]053 - A 30 milioni di km dalla Terra - Henry Slesar (1957)[/B][/SIZE][/COLOR]

Il nostro Arne ha ragione! A volte un po' di "sospensione della credulità" serve. E' bello, a volte, poter ritornare bambini e non guardare sempre e solo attraverso gli occhi della ragione, della scienza e della logica.
E se negassimo questa possibilità, questa uscita non sarebbe possibile: cosa può mai esserci infatti di razionale, scientifico e logico nella storia di uno spaventoso mostro venusiano, emulo di King Kong, che si scatena per le strade di Roma e combatte contro un elefante? La risposta è scontata: non c'è nulla, a parte il fascino fanciullesco di un film che è un cult del genere, con un mostro che è una via di mezzo tra King Kong e Godzilla, animato dall'arte di Ray Harryhausen ed assurto al ruolo di icona grazie alle immagini che lo ritraggono con il Colosseo sullo sfondo.
Dalla sceneggiatura del film di Nathan Juran, Henry Slesar ha saputo ricavare un romanzo discreto che, se viene letto con gli stessi occhi e lo stesso cuore con cui leggiamo i romanzi di Verne o di Wells, non potrà mancare di conquistare ed appassionare nonostante le molte ingenuità che lo contraddistinguono.
Per questa edizione ho scelto la copertina di Luigi Garonzi che compare sia sull'Urania 164 che sull'edizione americana della rivista "Amazing stories", mentre per la quarta di copertina ho preso la trama dell'Urania 164, che è unica edizione italiana del libro.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k3ae6dbe15d.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Ci sono uomini con le stelle nel sangue, uomini che chiedono soltanto di realizzare il sogno di una conquista al di là dello spazio. E ad attenderli c'è Venere, ricco di minerali preziosi per il progresso della nostra civiltà. Ma nelle umide nebbie del pianeta sconosciuto si nasconde l'impalpabile minaccia di un elemento mortale per gli uomini, e una mostruosa forma di vita germina nelle desolate lande a 30 milioni dì chilometri dalla Terra.
Il ritorno della prima astronave interplanetaria costruita dall'audacia umana segna l'inizio di un orribile incubo.
Henry Slesar, l'autore di questo affascinante romanzo, crea, a poco a poco, con un magistrale crescendo, l'agghiacciante atmosfera di terrore che accompagna tutta la vicenda, cui fanno da validissimo contrappunto lo sfondo pittoresco della Sicilia e la magica bellezza di Roma.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

039 - Ray BRADBURY - Fahrenheit 451
040 - Isaac ASIMOV - Io robot
041 - A.E. VAN VOGT - Slan
042 - Douglas ADAMS - Guida galattica per gli autostoppisti
043 - Douglas ADAMS - Ristorante al termine dell'universo
044 - Douglas ADAMS - La vita, l'universo e tutto quanto
045 - Philip K. DICK - Le tre stimmate di Palmer Eldritch
046 - Robert A. HEINLEIN - Stella doppia
047 - Robert F. YOUNG - Anguilla stellare
048 - Joe HALDEMAN - Guerra eterna
049 - Murray LEINSTER - Il pianeta dimenticato
050 - Fredric BROWN - Cosmolinea B-1
051 - Fredric BROWN - Cosmolinea B-2
052 - Clifford D. SIMAK - Anni senza fine
053 - Henry SLESAR - A 30 milioni di km dalla Terra

E nel prossimo numero ci sarà l'atteso esordio di Robert Sheckley!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 21 Novembre 2011, 22:55:12

[SIZE=4][B][COLOR=#1f497d] 054 - Il matrimonio alchimistico di Alistair Crompton - Robert SHECKLEY (1978)[/COLOR][/B][/SIZE]

Aihmè il tempo scarseggia (ma potrei anche dire che è tiranno se vi piace di più): la visione dei nomi autore inseriti nel database dei Fumetti mi ha dapprima provocato forti spasmi addominali, poi è scesa su di me la profondissima convinzione che le cose non potevano più andare avanti in questa maniera. Per il bene di Urania Mania sto lavorando al database degli autori e tassellino dopo tassellino cercherò di mettere in piedi una struttura dove le aberrazioni sul tipo dell'enigmatico rompicapo "[I]LANNING (ps. di 1 - 2)[/I]" o dell'angosciante crittogramma "[I]J. M. De Matteis/mike Zeck/john Beatty e VARI[/I]" e soprattutto le infinite variazioni sul tema degli "[I]Autori vari[/I]" non abbiano più motivo di esistere... ma questa è un'altra storia.
La rubrica di rencensioni "[I]I libri di Maxpullo[/I]", che aveva resistito indomita persino all'indicizzazione degli Urania e dei Galassia ed alla gravidanza della Maxpulla, ha dovuto chinare il capo ed è stata chiusa senza nemmeno una parola per il suo folto pubblico (manderò un messaggio privato di scuse a gretana e ad AgenteD appena avrò tempo), spazzata via dalla concomitanza di lavoro + due bambine + "webmasterizzazione quasi-coatta".
Ma questa collana ideale de "[I]I capolavori di Maxpullo[/I]" deve andare avanti nonostante le avversità: negli altri universi, ci informa qualcuno, Urania l'ha fatta da padrona assorbendo le pubblicazioni settimanali di tutte le altre collane della fantascienza presentando il meglio del meglio, ma in questo nostro universo pieno di cicli spezzati, di formati che cambiano ad ogni soffio di vento, di una editoria impazzita che si dimentica opere essenziali e di collane che misteriosamente si interrompono dopo 14 numeri, l'unica cosa che ci rimane da fare è sognare ed immaginare una collana ideale.
E visto che in genere la cosa migliore da fare in tutti i casi è sempre quella di riderci sopra, trovo appropriato che questa collana prosegua con un campione della fantascienza ironica ed umoristica, quel geniale e pazzesco Robert Sheckley che non solo non dovrebbe mai mancare in una collana "ideale", ma che deve essere proposto e riproposto più volte, visto che gran parte della sua produzione (soprattutto nel campo dei racconti brevi) rasenta l'eccellenza.
Ma ho parlato troppo: ecco a voi il numero 54 della collana che ripropone la copertina dell'Urania 757 e la quarta di copertina dell'edizione Urania Classici 269. Buon divertimento!

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k19dc2da01f.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]"A undici anni, tentai di strangolare una mia amica. Ma non ce l'avevo con lei, anzi, l'amavo. «Schizofrenia acuta» dissero i medici, e mi sottoposero a un intervento radicale: due aspetti della mia personalità vennero installati in altrettanti androidi.
Oggi ho trent'anni, e la legge mi autorizza a recuperare le parti di me stesso di cui sono stato amputato. I dottori mi hanno avvertito che rischio la follia o la morte, ma ho deciso ugualmente di andarle a cercare.
Tanto, faccio già una vita da folle!"
[/SIZE][RIGHT][SIZE=2](Alistair Crompton)[/SIZE][/RIGHT][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

040 - Isaac ASIMOV - Io robot
041 - A.E. VAN VOGT - Slan
042 - Douglas ADAMS - Guida galattica per gli autostoppisti
043 - Douglas ADAMS - Ristorante al termine dell'universo
044 - Douglas ADAMS - La vita, l'universo e tutto quanto
045 - Philip K. DICK - Le tre stimmate di Palmer Eldritch
046 - Robert A. HEINLEIN - Stella doppia
047 - Robert F. YOUNG - Anguilla stellare
048 - Joe HALDEMAN - Guerra eterna
049 - Murray LEINSTER - Il pianeta dimenticato
050 - Fredric BROWN - Cosmolinea B-1
051 - Fredric BROWN - Cosmolinea B-2
052 - Clifford D. SIMAK - Anni senza fine
053 - Henry SLESAR - A 30 milioni di km dalla Terra
054 - Robert SHECKLEY - Il matrimonio alchimistico di Alistair Crompton

E nel prossimo numero tornerà ad intrattenerci il "buon dottore" della fantascienza, con il suo ciclo di romanzi più famoso: una tripletta di capolavori davvero da non perdere!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: attiliosfunel il 22 Novembre 2011, 10:17:06

Spero che tu abbia letto il romanzo in [I]questa[/I] edizione... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_wink.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: AgenteD il 22 Novembre 2011, 12:20:50

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=270#59487 date=1321912512]

(manderò un messaggio privato di scuse a gretana e ad AgenteD appena avrò tempo)
[/quote]


Commento pubblico:

[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/Triste/2.gif[/IMG][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/Triste/2.gif[/IMG][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/Triste/1.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: gretana il 22 Novembre 2011, 12:59:53

[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cry.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: gretana il 22 Novembre 2011, 20:25:02

Il matrimonio Alchimistico è stato il mio primo Urania comperato. Eravamo io e lo sposo in quel di Firenze con la Lambretta diretti all'Elba, giovani virgulti. Ricordo che ci fermammo a dormire in una specie di convento-convitto e ci misero a dormire io al piano terra e il mio sposo al terzo.....ORRORE!!!!!!!!!....passai la notte con Alistair.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: AgenteD il 23 Novembre 2011, 13:21:25

[quote author=gretana qlnk=board=9&threadid=5060&start=270#59506 date=1321989902]
Il matrimonio Alchimistico è stato il mio primo Urania comperato. Eravamo io e lo sposo in quel di Firenze con la Lambretta diretti all'Elba, giovani virgulti. Ricordo che ci fermammo a dormire in una specie di convento-convitto e ci misero a dormire io al piano terra e il mio sposo al terzo.....ORRORE!!!!!!!!!....passai la notte con Alistair.
[/quote]

...Cioè, un vero e proprio "Matrimonio Alchimistico"[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 27 Novembre 2011, 13:37:12

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]055 - Cronache della Galassia - Isaac ASIMOV (1951)[/B][/SIZE][/COLOR]

Ogni uscita di un romanzo di Asimov è di per se un evento e non a caso per iniziare questa mia collana ideale ho scelto proprio uno dei suoi classici più famosi. Ma il ciclo della fondazione è qualcosa in più di un semplice classico: è l'esempio di come la fantascienza di un certo livello possa talvolta trascendere i canoni del genere, proponendo modelli talmente interessanti da riuscire a dar vita a veri e propri campi di studio del tutto nuovi.
L'invenzione della psicostoriografia, infatti, è probabilmente una delle idee più affascinanti ed innovative che un romanzo di fantascienza abbia mai proposto e da sola giustifica pienamente l'unanime successo dell'intera saga, riconosciuto anche dai non appassionati.
E tra i tanti meriti dell'intricato affresco galattico della storia futura regalatoci da Asimov con il ciclo della fondazione c'è anche quello di essere non solo un "semplice" classico del genere, ma un classico attualissimo che, rivisitando in maniera originale la teoria dei corsi e ricorsi storici, ripropone il modello della crisi ciclica delle società umane come alternanza di periodi di splendore e di barbarie, di progresso e di regresso, un tema questo che mai come oggi è tornato in voga.
Il 20/12/2012 sta arrivando a grandi passi con il suo misterioso carico di minacce, l'economia mondiale è in crisi e persino il clima sembra ribellarsi all'uomo, sommergendolo sotto piogge torrenziali e fiumi di fango: mai come in questi giorni il futuro ci fa paura e, nonostante la nostra razionalità, siamo sempre più spinti a dare ascolto a chi pretende che sia in arrivo un nuovo medioevo se non peggio... e se l'idea di una "semplice" crisi planetaria è in grado di suscitare un tale sgomento, proviamo per un attimo ad immaginarci il sublime terrore che potrebbe invece ispirarci l'immane crisi e caduta di un vasto impero galattico.
E' proprio in questi giorni di paure e di incertezze, quindi, che il ciclo di romanzi di Asimov può essere riletto sotto una nuova luce: perchè forse quello di cui avremmo bisogno anche noi in questo momento non è una schiera di mediocri populisti che ci governano fingendo sicurezza e dichiarando che tutto andrà per il meglio, quanto piuttosto un lungimirante, profetico e visionario Hari Seldon che, dati alla mano, giunga a rassicurarci non già per il nostro futuro immediato, ma almeno per quello dei nostri discendenti e che ci dimostri che, alla fin fine, anche se tutte le nostre paure sono pienamente giustificate ed il futuro sarà durissimo, alla fine riusciremo a sopravvivere.
Anzi, vista l'importanza che proprio il personaggio di Hari Seldon ha in questo primo episodio, ho scelto di dedicare a lui la copertina della presente edizione, con una suggestiva istantanea ad opera di Michael Whealan; per la quarta di copertina, invece, ho scelto un estratto dalla celebre edizione Millemondi del 1971 che, per la prima volta, vide riuniti i tre volumi della trilogia.

[TABLE][TR][TD][B] [/B][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k8cca21729d.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]"[I]L'edificio dell'astroporto era colossale. ll soffitto non si vedeva quasi e non si vedevano le mura perimetrali, ma solo uomini e sportelli e piani sovrapposti, che scomparivano lontano nella foschia.[/I]"
Siamo a Trantor, la capitale dell'immenso impero Galattico, al principio del tredicesimo millennio dopo Cristo; la città conta quaranta miliardi di abitanti e si estende per settantacinque milioni di miglia quadrate. Ed è qui che sbarca lo studente Gaal Dornick all'inizio della storia.
Ed è qui che cominciano ad annodarsi i mille fili del più straordinario intreccio che scrittore di fantascienza abbia mai concepito.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

041 - A.E. VAN VOGT - Slan
042 - Douglas ADAMS - Guida galattica per gli autostoppisti
043 - Douglas ADAMS - Ristorante al termine dell'universo
044 - Douglas ADAMS - La vita, l'universo e tutto quanto
045 - Philip K. DICK - Le tre stimmate di Palmer Eldritch
046 - Robert A. HEINLEIN - Stella doppia
047 - Robert F. YOUNG - Anguilla stellare
048 - Joe HALDEMAN - Guerra eterna
049 - Murray LEINSTER - Il pianeta dimenticato
050 - Fredric BROWN - Cosmolinea B-1
051 - Fredric BROWN - Cosmolinea B-2
052 - Clifford D. SIMAK - Anni senza fine
053 - Henry SLESAR - A 30 milioni di km dalla Terra
054 - Robert SHECKLEY - Il matrimonio alchimistico di Alistair Crompton
055 - Isaac ASIMOV - Cronache della galassia

E nel prossimo numero la saga prosegue con l'ombra di una inquietante presenza che si allunga sulla galassia...


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: gretana il 27 Novembre 2011, 20:09:47

Uddiu!!!!!!!!!!!!!!!!! Non ci posso credere!!!!!!!!!!! [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_shock.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_shock.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_shock.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_shock.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_shock.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_shock.gif[/IMG] Mi manca il primo!!!!!!!!!!
Dolore, afflizione, morte, scomunica,torme di scoiattoli licantropi mi inseguiranno nella notte...........
Fortuna i suoi libri sono gli unici da fantascienza che tengono in libreria, mò lo prendo. [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_smiley.gif[/IMG]


[SIZE=1][SIZE=2][/SIZE][/SIZE]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: attiliosfunel il 27 Novembre 2011, 20:46:53

Magnifico Max, noto con grande piacere che hai deciso di non interrompere!! [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_smiley.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_smiley.gif[/IMG]
Ti dedico questa...


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Arne Saknussemm il 28 Novembre 2011, 10:10:26

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=270#59663 date=1322397432]

.... perchè forse quello di cui avremmo bisogno anche noi in questo momento non è una schiera di mediocri populisti che ci governano fingendo sicurezza e dichiarando che tutto andrà per il meglio, quanto piuttosto un lungimirante, profetico e visionario Hari Seldon che, dati alla mano, giunga a rassicurarci

[/quote]

... e credo non sia proprio il caso di mHariO !!!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 28 Novembre 2011, 22:10:57

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]056 - Il crollo della Galassia centrale - Isaac ASIMOV (1952)[/B][/SIZE][/COLOR]

Anche il piano più perfetto può fallire. Il fattore "umano", per quanto sapientemente governato e governabile attraverso i meccanismi della psicostoriografia, è sempre fondamentalmente imprevedibile e può scombinare qualunque progetto a lungo termine. Se poi a questo fattore "umano" si aggiunge un fattore non-umano, rappresentato da una creatura mutante dagli incredibili poteri, il fallimento è inevitabile.
Con un efficacissimo cambio di registro Asimov, in questo secondo capitolo della saga della Fondazione, riesce a scardinare la sua stessa creatura, gettando nel caos una trama che sembrava già scritta e regalandoci una delle creature più misteriose ed inquietanti mai concepite dalla fantascienza, il Mule.
E proprio a questa creatura ho scelto di dedicare la copertina di questa edizione, con una immagine quanto mai suggestiva che ritrae il minaccioso volto del Mule raffigurato, attraverso stelle, pianeti e nebulose che si allunga come una sorta di ombra sulla galassia: il sito da cui l'ho presa è www.worth1000.com e l'autore si cela dietro il nick [URL=http://all.worth1000.com/artists/Albus87]Albus87[/URL]. Lascio il link alla sua pagina per riferimento e spero che chiunque egli sia gradisca questa improvvisa spruzzatina di fama sulla sua opera grafica che, a mio avviso, non ha davvero nulla da invidiare alle più belle cover di gente come Thole, Segrelles e Whealan.
La quarta di copertina invece riprende quella dell'edizione degli Oscar Fantascienza della Mondadori (che è identica a quella dell'Urania 329bis a parte la sostituzione di Mutante con Mule)

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k8b704add13.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]L'immenso impero galattico è scosso dai sussulti dell'agonia, dilaniato da sanguinose lotte intestine, e le autorità centrali non sono più in grado di tenere a freno le rivolte che scoppiano da ogni parte. Da questa caotica situazione emerge una nuova temibilissima forza: una sorta di milizia privata che con astuzia si impadronisce via via di tutte le leve di comando. Il suo capo è un avventuriero misterioso dotato, a quanto si dice, di poteri sovrumani: il Mule.
Chi è? Da dove viene? Dove si nasconde? Troppo tardi coloro che vogliono annientarlo si accorgeranno che il Mule è più forte e più vicino di quanto sospettino.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

042 - Douglas ADAMS - Guida galattica per gli autostoppisti
043 - Douglas ADAMS - Ristorante al termine dell'universo
044 - Douglas ADAMS - La vita, l'universo e tutto quanto
045 - Philip K. DICK - Le tre stimmate di Palmer Eldritch
046 - Robert A. HEINLEIN - Stella doppia
047 - Robert F. YOUNG - Anguilla stellare
048 - Joe HALDEMAN - Guerra eterna
049 - Murray LEINSTER - Il pianeta dimenticato
050 - Fredric BROWN - Cosmolinea B-1
051 - Fredric BROWN - Cosmolinea B-2
052 - Clifford D. SIMAK - Anni senza fine
053 - Henry SLESAR - A 30 milioni di km dalla Terra
054 - Robert SHECKLEY - Il matrimonio alchimistico di Alistair Crompton
055 - Isaac ASIMOV - Cronache della galassia
056 - Isaac ASIMOV - Il crollo della galassia centrale


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 01 Dicembre 2011, 18:30:29

[SIZE=4][B][COLOR=#1f497d]057 - L'altra faccia della spirale - Isaac ASIMOV (1953)[/COLOR][/B][/SIZE]

Si conclude con questa uscita la pubblicazione del ciclo della fondazione di Asimov che, come detto, rimane uno dei capisaldi di tutta la fantascienza, opera magnifica ed in grado di conquistare anche i non appassionati.
Nel terzo ed ultimo episodio il buon dottore ci regala colpi di scena a non finire e, tra realtà e leggenda, ci guida alla scoperta del "piano B" di Hari Seldon, mostrandoci una faccia del tutto nuova della galassia, finalmente pronta per uscire dal buio della crisi legata alla crollo dell'impero.
Per questa edizione la copertina è stata quasi una scelta obbligata: come dire infatti di no alla suggestiva ed appropriata immagine di Michael Whealan intitolata "Trantorian dream"? E' vero che l'immagine compare come copertina di diverse edizioni estere di "Foundation's edge" (L'orlo della Fondazione), ma è talmente bella ed appropriata per questo romanzo conclusivo che ho deciso di assegnargliela senza se e senza ma. Per la quarta di copertina invece ho scelto la trama proposta dall'edizione Oscar bestseller della Mondadori.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k2a0cae5840.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Dopo secoli di decadenza l'Impero Galattico si è finalmente dissolto ma l'istituzione che ne sta prendendo il posto, la Fondazione, sta incontrando molti problemi. E' sorta infatti una nuova spaventosa minaccia rappresentata dal misterioso 'Mule', un mutante dotato di misteriosi poteri in grado di dare vita a una spaventosa tirannia interplanetaria. Per riuscire ad avere ragione e a riportare la storia sul giusto binario sarà necessario l'aiuto della leggendaria seconda Fondazione, l'istituzione gemella fondata secoli prima e rimasta fino a quel momento nell'ombra.
Con questo romanzo si conclude la straordinaria trilogia della Fondazione, uno dei più affascinanti affreschi di storia futura mai immaginati dalla fantascienza.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

043 - Douglas ADAMS - Ristorante al termine dell'universo
044 - Douglas ADAMS - La vita, l'universo e tutto quanto
045 - Philip K. DICK - Le tre stimmate di Palmer Eldritch
046 - Robert A. HEINLEIN - Stella doppia
047 - Robert F. YOUNG - Anguilla stellare
048 - Joe HALDEMAN - Guerra eterna
049 - Murray LEINSTER - Il pianeta dimenticato
050 - Fredric BROWN - Cosmolinea B-1
051 - Fredric BROWN - Cosmolinea B-2
052 - Clifford D. SIMAK - Anni senza fine
053 - Henry SLESAR - A 30 milioni di km dalla Terra
054 - Robert SHECKLEY - Il matrimonio alchimistico di Alistair Crompton
055 - Isaac ASIMOV - Cronache della galassia
056 - Isaac ASIMOV - Il crollo della galassia centrale
057 - Isaac ASIMOV - L'altra faccia della spirale

E nel prossimo numero ci sarà un romanzo inglese molto struggente e di straordinaria poesia, un romanzo che ha vissuto un periodo di grande popolarità verso la metà degli anni '70 per poi venire inspiegabilmente dimenticato dall'editoria e dalla critica.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Lucky il 01 Dicembre 2011, 18:56:45

Molto bene, complimenti.
Colgo l'occasione per ribadire un mio vecchio cruccio: non aver dato la traduzione letterale dei titoli originali.
Pazienza

Lucky


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 01 Dicembre 2011, 20:16:18

[quote author=Lucky qlnk=board=9&threadid=5060&start=270#59830 date=1322762205]
Molto bene, complimenti.
Colgo l'occasione per ribadire un mio vecchio cruccio: non aver dato la traduzione letterale dei titoli originali.
Pazienza

Lucky
[/quote]


Personalmente ho sempre avuto l'impressione che i titoli proposti da Urania per la prima edizione italiana del ciclo della fondazione fossero i migliori: non saranno una traduzione letterale ma sono assai più suggestivi dei titoli originali, per questo li ho preferiti.
Ma volete davvero mettere una cosa sublime come "[I]Il crollo della galassia centrale[/I]" con lo scialbo "[I]Fondazione e impero[/I]"?
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/7.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Lucky il 01 Dicembre 2011, 20:32:52

Assolutamente d'accordo (anche se nel caso è semplicemente [I]Fondazione e Impero[/I]).
Sull'altare del marketing si sacrifica tutto, ma io non sarei capace di fare un torto all'Autore che ha scelto quel titolo come tutto il resto.
Ciao

Lucky

P.S. Andate a vedere come sono titolate le edizioni in francese, tedesco, spagnolo, portoghese, catalano e russo...


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 03 Dicembre 2011, 18:05:54

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]058 - Naufragio - Charles LOGAN (1975)[/B][/SIZE][/COLOR]

Nella mia vita di lettore e di appassionato di SF mi è capitato diverse volte di avere opinioni anche in forte contrasto con quelle generalmente più diffuse e di leggere romanzi pluripremiati che mi hanno lasciato indifferente, se non peggio.
Di contro, invece, mi è capitato di leggere romanzi ingiustamente "dimenticati" dalla critica e dall'editoria, romanzi che, pur senza aver vinto il premio Hugo o il Nebula, sono effettivamente dei capolavori che meritano di avere una seconda occasione.
Questa uscita la voglio quindi dedicare ad un libro che nel 1975 è stato salutato come "il miglior romanzo di SF inglese" ma che dopo la pubblicazione contemporanea in Italia ed in Inghilterra è letteralmente ed immeritatamente sparito sia dai cataloghi delle case editrici che dal ricordo degli appassionati, "[I]Shipwreck[/I]" di Charles Logan.
La copertina di Thole dell'Urania 681 non soltanto è la migliore tra tutte quelle delle varie edizioni (curioso come le immagini di naufraghi e naufragi spaziali siano piuttosto rare), ma è anche quella che meglio si adatta a questa storia di malinconinca solitudine; per la quarta di copertina, invece, ho scritto io stesso qualche riga perchè i lettori siano bene informati del fatto che, dopo la sconvolgente vastità dell'impero galattico di Asimov e dopo le mirabolanti avventure di Adam Reith in quel di Tschai, il romanzo che stanno per leggere è di stampo completamente "diverso".

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k64e04cdf29.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]In questo struggente e malinconico romanzo, assistiamo alla lotta per la sopravvivenza di Isidore Tansis, unico superstite del naufragio di una nave spaziale su un pianeta inesplorato del sistema Capella; una lotta contro il tempo, contro fattori ambientali sconosciuti e soprattutto contro l'incombente spettro della solitudine e della follia.
Ogni nuovo giorno porta con se una nuova sfida ed una nuova insidia per Tansis ed ogni sua nuova conquista comporta inevitabilmente il sorgere di nuovi problemi, spostando un po' più in là il difficile traguardo della sopravvivenza.
Vincitore del premio come il miglior romanzo inglese di FS indetto dall'editore Gollancz e dal Sunday Times nel 1975, questo "[I]Naufragio[/I]" è una storia vera e crudele che non ha bisogno di effetti speciali e di trovate spettacolari per appassionare lettore; una storia che, una volta letta, si ricorda per sempre.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

044 - Douglas ADAMS - La vita, l'universo e tutto quanto
045 - Philip K. DICK - Le tre stimmate di Palmer Eldritch
046 - Robert A. HEINLEIN - Stella doppia
047 - Robert F. YOUNG - Anguilla stellare
048 - Joe HALDEMAN - Guerra eterna
049 - Murray LEINSTER - Il pianeta dimenticato
050 - Fredric BROWN - Cosmolinea B-1
051 - Fredric BROWN - Cosmolinea B-2
052 - Clifford D. SIMAK - Anni senza fine
053 - Henry SLESAR - A 30 milioni di km dalla Terra
054 - Robert SHECKLEY - Il matrimonio alchimistico di Alistair Crompton
055 - Isaac ASIMOV - Cronache della galassia
056 - Isaac ASIMOV - Il crollo della galassia centrale
057 - Isaac ASIMOV - L'altra faccia della spirale
058 - Charles LOGAN - Naufragio

E se l'uscita del romanzo di Logan subito dopo la trilogia galattica di Asimov vi pare un azzardo provate un po' a pensare che la prossima uscita sarà dedicata ad un autore italiano degli anni '60, praticamente dimenticato, e che non ha avuto nemmeno un pizzico della fortuna che Logan ebbe nel 1975... ma è un romanzo della mia personale top ten, secondo solo a [I]La porta sull'estate[/I], e non poteva mancare.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 04 Dicembre 2011, 09:44:38

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B] 059 - La collina di Hawotack - Samy FAYAD (1961)[/B][/SIZE][/COLOR]

Ricordate quello che ho scritto per [I]La porta sull'estate[/I]? Ebbene anche questa non sarà una presentazione, ma piuttosto una dichiarazione d'amore e di ammirazione sconfinata per l'opera di Samy Fayad, un commediografo italiano che negli anni '60 fece due brevi ma intense apparizioni sulle pagine di Urania.
Non ho parole per descrivere il turbinio di sensazioni che questo romanzo ancora mi suscita ogni volta che lo prendo in mano e vedo la stupenda copertina di Ferenc Pinter; a volte mi basta addirittura leggere la trama nel retrocopertina per commuovermi, ricordando l'emozione della prima lettura e non ho dubbi che, in un altro universo, il mio alter ego abbia letto questo libro prima de [I]La porta sull'estate[/I] ed ora lo utilizzi continuamente nei suoi post come termine di paragone per tutti i capolavori che gli capitano tra le mani anzichè citare ossessivamente il capolavoro di Heinlein.
Solo la follia editoriale ha potuto permettere che questa perla della fantascienza si perdesse nelle nebbie del tempo e rimanesse dimenticata tanto a lungo e questa situazione non poteva essere tollerata un minuto di più.
[I]La collina di Hawotack[/I], al pari dei racconti di Young è stata, tra l'altro, una delle molle che mi hanno spinto a creare questa collana... ma se da quello che ho scritto vi siete fatti l'idea di un romanzo particolarmente sdolcinato, allora vi siete fatti una idea sbagliata; perchè questo classico è un romanzo che racconta una storia vera, anche cruda se vogliamo, ma una storia che commuove e stupisce proprio fino all'ultima pagina.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k44c572ab75.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Hawotack è un ridente villaggio americano, con le sue zitelle, il suo sceriffo, il suo vicario, la sua maestrina, e alcuni cani. Ad Hawotack c'è anche un giovane disegnatore. E c'è la collina. Sulla collina, una villetta che ospita uno scienziato incompreso. Uno scienziato che non inventa niente di utile per una eventuale guerra. Lui si limita a cambiare il colore del pelo dei cani. Ma questa e altre sue invenzioni del genere non interessano il Pentagono. Ecco perché in quel mattino, cominciato come ogni altro mattino, ad Hawotack succedono tante e tali cose che se non impazziscono tutti è un vero miracolo. Ed ecco perché la notte di quel giorno ad Hawotack nessuno dorme. Nemmeno i lettori dormiranno, finché non avranno saputo come si conclude l'avventura di Hawotack, della maestrina, del disegnatore, del cane del disegnatore, e di quel bellimbusto del nonno del disegnatore.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

045 - Philip K. DICK - Le tre stimmate di Palmer Eldritch
046 - Robert A. HEINLEIN - Stella doppia
047 - Robert F. YOUNG - Anguilla stellare
048 - Joe HALDEMAN - Guerra eterna
049 - Murray LEINSTER - Il pianeta dimenticato
050 - Fredric BROWN - Cosmolinea B-1
051 - Fredric BROWN - Cosmolinea B-2
052 - Clifford D. SIMAK - Anni senza fine
053 - Henry SLESAR - A 30 milioni di km dalla Terra
054 - Robert SHECKLEY - Il matrimonio alchimistico di Alistair Crompton
055 - Isaac ASIMOV - Cronache della galassia
056 - Isaac ASIMOV - Il crollo della galassia centrale
057 - Isaac ASIMOV - L'altra faccia della spirale
058 - Charles LOGAN - Naufragio
059 - Samy FAYAD - La collina di Hawotack

E nel prossimo numero torna Theodore Sturgeon!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 04 Dicembre 2011, 10:09:17

Una scheda su [URL=http://www.gttempo.it/Autori003.htm]Fayad[/URL] dove però si parla soltanto della sua opera teatrale ma non si accenna neppure al fatto che ha scritto due romanzi di fs...


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 04 Dicembre 2011, 17:38:13

[quote author=marben qlnk=board=9&threadid=5060&start=285#59936 date=1322989757]
Una scheda su [URL=http://www.gttempo.it/Autori003.htm]Fayad[/URL] dove però si parla soltanto della sua opera teatrale ma non si accenna neppure al fatto che ha scritto due romanzi di fs...
[/quote]


E che romanzi!
Oltre a [I]La collina di Hawotack[/I] che è da sempre tra i miei preferiti c'è anche [I]Ulix il solitario[/I]. In entrambi (forse più in [I]Ulix[/I]) si vede la mano dell'autore di teatro: l'indizio principale è la grande capacità di caratterizzare i personaggi in modo che pare di averli davanti anche se si tratta di comparse, il secondo aspetto sono i dialoghi, particolarmente frizzanti e spesso pieni di ironia.
Una sua foto e la sua "bibliografia sf" la troviamo a [URL=http://www.fantascienza.com/catalogo/autori/NILF11882/samy-fayad/]questo link[/URL] del "nuovo" catalogo, ma le notizie sono scarsine.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: AgenteD il 06 Dicembre 2011, 12:37:26

...Bene, dopo le ultime due uscite ho deciso di rinnovare l'abbonamento alla collana anche per l'anno prossimo[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]... del resto dove li trovo quei due romanzi?![IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_rolleyes.gif[/IMG]

P.S. In omaggio desidero il Bob Shaw di "Sfida al cielo"[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 06 Dicembre 2011, 15:01:44

[quote author=AgenteD qlnk=board=9&threadid=5060&start=285#60054 date=1323171446]
...Bene, dopo le ultime due uscite ho deciso di rinnovare l'abbonamento alla collana anche per l'anno prossimo[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]...

[/quote]

e fai bene.
Perchè è in arrivo una raffica di capolavori imperdibili.
Sarà una annata un po' atipica senza alcun ciclo, ma con tanti titoli da far girare la testa.
Ti dico solo che ritorneranno su queste pagine nomi come Heinlein, Silverberg e Ballard, mentre ci saranno gli ingressi di autori altrettanto fondamentali ma sin qui mancanti come Zelazny ed Anderson... insomma: il meglio della SF dalla A alla Z!
Per un anno, inoltre, rinuncerò a (ri)proporvi i "miei" capolavori, ma mi limiterò a presentare opere che, anche se non incontrano tutti il mio personale consenso, sono universalmente considerati dei cult da tutti gli appassionati del genere.

E così mi (vi) risparmio pure l'editoriale!
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_wink.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 07 Dicembre 2011, 22:45:29

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]060 - Cristalli sognanti - Theodore STURGEON (1950)[/B][/SIZE][/COLOR]

L'ultima uscita di questa tornata di pubblicazioni è dedicata ad uno dei romanzi più celebrati di tutta la fantascienza.
Le numerose ristampe e riedizioni in diverse collane ci raccontano una storia di successo ininterrotta dagli anni '50 fino ai nostri giorni, un successo che non può essere ignorato e che fa si che questo libro non possa davvero mancare in una collana ideale.
Con la stupenda, unica ed inimitabile copertina di Caesar (faticosamente rielaborata per poter essere inserita nel cerchio) che ha reso speciale l'Urania numero 11 e con la trama in quarta di copertina ripresa dal Cosmo oro 62, ecco a voi l'immortale classico di Sturgeon in una nuova fiammante edizione che conclude il quarto anno virtuale di pubblicazioni di questa collana.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k947f10cd57.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Horty Bluett è un bambino diverso dagli altri: sognatore e portato a fantasticare, sperduto in un mondo di cattiveria e crudeltà cui egli non appartiene, viene sottoposto a torture fisiche e morali che piegherebbero la personalità più forte. Scacciato dalla propria casa per aver compiuto un atto innominabile, Horty trova rifugio in un circo dove vivono esseri stranissimi e dove tutto è diverso da come appare, anche l'amore. Perché nel mondo, a nostra insaputa, esistono degli alieni: indifferenti a noi, totalmente dissimili da noi, pietre e cristalli coperti di muschio nel greto dei torrenti, cristalli che sognano.... e i loro sogni danno forma e vita a esseri viventi, e a uomini.
Forse noi tutti siamo soltanto il sogno di un cristallo, ma è strano pensare che quelli che più sono diversi e infelici sono proprio quelli che più possiedono una capacità di amare che li rende forse superiori a noi.
Un'opera struggente e poetica, lirica e toccante, uno dei massimi capolavori della fantascienza di tutti i tempi.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

046 - Robert A. HEINLEIN - Stella doppia
047 - Robert F. YOUNG - Anguilla stellare
048 - Joe HALDEMAN - Guerra eterna
049 - Murray LEINSTER - Il pianeta dimenticato
050 - Fredric BROWN - Cosmolinea B-1
051 - Fredric BROWN - Cosmolinea B-2
052 - Clifford D. SIMAK - Anni senza fine
053 - Henry SLESAR - A 30 milioni di km dalla Terra
054 - Robert SHECKLEY - Il matrimonio alchimistico di Alistair Crompton
055 - Isaac ASIMOV - Cronache della galassia
056 - Isaac ASIMOV - Il crollo della galassia centrale
057 - Isaac ASIMOV - L'altra faccia della spirale
058 - Charles LOGAN - Naufragio
059 - Samy FAYAD - La collina di Hawotack
060 - Theodore STURGEON - Cristalli sognanti

E senza fare troppa "pubblicità" vi annuncio che nel prossimo numero ritorna la coppia Pohl / Kornbluth con un classico davvero intramontabile


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 09 Dicembre 2011, 19:19:35

[COLOR=#7f7f7f][SIZE=3][B]Riepilogo volumi[/B][/SIZE][/COLOR]

Visto che siamo arrivati al numero 60, trovo giusto riepilogare qui l'elenco dei volumi pubblicati nella mia collana ideale: in grassetto ho evidenziato quelli mai apparsi sinora su Urania Collezione che è la collana "tipo" che uso come riferimento visto che dovrebbe trattare la stessa tipologia di romanzi.
L'asterisco sta davanti alle uscite di cui mi sono sentito particolarmente fiero... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]

[TABLE][TR][TD][B]001 Neanche gli dei - Isaac Asimov[/B] (*)
[B]002 Le fontane del paradiso - Arthur C. Clarke[/B]
003 Solaris - Stanislaw Lem
[B]004 Ubik - Philip K. Dick[/B] (*)
[B]005 Il giorno dei trifidi - John Wyndham[/B]
006 Assurdo universo - Fredric Brown
[B]007 Le montagne della follia - Howard P. Lovecraft[/B] (*)
008 Fanteria dello spazio - Robert A. Heinlein
[B]009 I segreti di Vermilion Sands - James G. Ballard[/B] (*)
[B]010 Tre millimetri al giorno - Richard Matheson[/B]
[B]011 L'ospite del senatore Horton - Clifford D. Simak[/B]
012 Cronache Marziane - Ray Bradbury
[B]013 Ghiaccio nove - Kurt Vonnegut[/B] (*)
014 Pianeta d'acqua - Jack Vance
[B]015 Quando i neutri emergono dalla Terra - Bob Shaw[/B] (*)
[B]016 Gli androidi sognano pecore elettriche? - Philip K. Dick[/B]
[B]017 Il triangolo quadrilatero - William F. Temple[/B] (*)
[B]018 Le correnti dello spazio - Isaac Asimov[/B]
[B]019 Il tiranno dei mondi - Isaac Asimov[/B]
[B]020 Paria dei cieli - Isaac Asimov[/B]
[B]021 Gladiatore in legge - Frederic Pohl & C.M. Kornbluth[/B]
[B]022 La porta sull'estate - Robert A. Heinlein[/B] (*)
[B]023 Jurassic Park - Michael Crichton[/B] (*)
024 Nascita del superuomo - Theodore Sturgeon
[B]025 Viaggio al centro della Terra - Jules Verne[/B]
[B]026 La città labirinto - Robert Silverberg[/B]
[B]027 2001: odissea nello spazio - Arthur C. Clarke[/B] (*)
[B]028 2010: odissea 2 - Arthur C. Clarke[/B]
[B]029 Deserto d'acqua - James G. Ballard[/B]
[B]030 2061: odissea 3 - Arthur C. Clarke[/B][/TD][TD][B]031 3001: odissea 4 - Arthur C. Clarke[/B]
[B]032 Io sono leggenda - Richard Matheson[/B] (*)
[B]033 Naufragio sul pianeta Tschai - Jack Vance[/B]
[B]034 Le insidie di Tschai - Jack Vance[/B]
[B]035 L'alba delle tenebre - Fritz Leiber[/B] (*)
[B]036 I tesori di Tschai - Jack Vance[/B]
[B]037 Fuga da Tschai - Jack Vance[/B]
038 Il pianeta proibito - William J. Stuart
[B]039 Fahreneit 451 - Ray Bradbury[/B]
040 Io robot - Isaac Asimov
041 Slan - Alfred E. Van Vogt
042 Guida galattica per gli autostoppisti - Douglas Adams
[B]043 Ristorante al termine dell'universo - Douglas Adams[/B]
[B]044 La vita, l'universo e tutto quanto - Douglas Adams[/B]
[B]045 Le tre stimmate di Palmer Eldritch - Philip K. Dick[/B]
046 Stella doppia - Robert A. Heinlein
[B]047 Anguilla stellare - Robert F. Young[/B] (*)
048 Guerra eterna - Joe Haldeman
[B]049 Il pianeta dimenticato - Murray Leinster[/B] (*)
[B]050 Cosmolinea B-1 - Fredric Brown[/B] (*)
[B]051 Cosmolinea B-2 - Fredric Brown[/B] (*)
[B]052 Anni senza fine - Clifford D. Simak[/B]
[B]053 A 30 milioni di km dalla Terra - Henry Slesar[/B]
[B]054 Il matrimonio alchimistico di Alistair Crompton - R. Sheckley[/B]
[B]055 Cronache della galassia - Isaac Asimov[/B]
[B]056 Il crollo della galassia centrale - Isaac Asimov[/B]
[B]057 L'altra faccia della spirale - Isaac Asimov[/B]
[B]058 Naufragio - Charles Logan[/B] (*)
[B]059 La collina di Hawotack - Samy Fayad[/B] (*)
060 Cristalli sognanti - Theodore Sturgeon[/TD][/TR][/TABLE]
A questi va aggiunto il numero 032bis Io sono Helen Driscoll di Richard Matheson che potete immaginarvi in grassetto ed asteriscato alla grande...
Potrà sembrarvi strano, ma il serbatoio dei capolavori della fantascienza è ancora quasi pieno! [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_shock.gif[/IMG]

PS
Se avete suggerimenti saranno ovviamente graditi.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: PabloE il 09 Dicembre 2011, 21:06:33


A Taranto si dice: ne devo mangiare di pane duro... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_rolleyes.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_shock.gif[/IMG]

[spoiler]e aggiungo per fortuna! se la sf fosse un genere misero e io mi fossi incallito tanto (come non citare Venere sulla conchiglia in cui Farmer include gli appassionati di sf tra i pervertiti?!? ahahah) mi sentirei male [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] [/spoiler]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: attiliosfunel il 10 Dicembre 2011, 00:23:19

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=285#60142 date=1323294329]
[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]060 - Cristalli sognanti - Theodore STURGEON (1950)[/B][/SIZE][/COLOR]

L'ultima uscita di questa tornata di pubblicazioni è dedicata ad uno dei romanzi più celebrati di tutta la fantascienza.
Le numerose ristampe e riedizioni in diverse collane ci raccontano una storia di successo ininterrotta dagli anni '50 fino ai nostri giorni, un successo che non può essere ignorato e che fa si che questo libro non possa davvero mancare in una collana ideale.
Con la stupenda, unica ed inimitabile copertina di Caesar (faticosamente rielaborata per poter essere inserita nel cerchio) che ha reso speciale l'Urania numero 11 e con la trama in quarta di copertina ripresa dal Cosmo oro 62, ecco a voi l'immortale classico di Sturgeon in una nuova fiammante edizione che conclude il quarto anno virtuale di pubblicazioni di questa collana.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k947f10cd57.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Horty Bluett è un bambino diverso dagli altri: sognatore e portato a fantasticare, sperduto in un mondo di cattiveria e crudeltà cui egli non appartiene, viene sottoposto a torture fisiche e morali che piegherebbero la personalità più forte. Scacciato dalla propria casa per aver compiuto un atto innominabile, Horty trova rifugio in un circo dove vivono esseri stranissimi e dove tutto è diverso da come appare, anche l'amore. Perché nel mondo, a nostra insaputa, esistono degli alieni: indifferenti a noi, totalmente dissimili da noi, pietre e cristalli coperti di muschio nel greto dei torrenti, cristalli che sognano.... e i loro sogni danno forma e vita a esseri viventi, e a uomini.
Forse noi tutti siamo soltanto il sogno di un cristallo, ma è strano pensare che quelli che più sono diversi e infelici sono proprio quelli che più possiedono una capacità di amare che li rende forse superiori a noi.
Un'opera struggente e poetica, lirica e toccante, uno dei massimi capolavori della fantascienza di tutti i tempi.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

046 - Robert A. HEINLEIN - Stella doppia
047 - Robert F. YOUNG - Anguilla stellare
048 - Joe HALDEMAN - Guerra eterna
049 - Murray LEINSTER - Il pianeta dimenticato
050 - Fredric BROWN - Cosmolinea B-1
051 - Fredric BROWN - Cosmolinea B-2
052 - Clifford D. SIMAK - Anni senza fine
053 - Henry SLESAR - A 30 milioni di km dalla Terra
054 - Robert SHECKLEY - Il matrimonio alchimistico di Alistair Crompton
055 - Isaac ASIMOV - Cronache della galassia
056 - Isaac ASIMOV - Il crollo della galassia centrale
057 - Isaac ASIMOV - L'altra faccia della spirale
058 - Charles LOGAN - Naufragio
059 - Samy FAYAD - La collina di Hawotack
060 - Theodore STURGEON - Cristalli sognanti

E senza fare troppa "pubblicità" vi annuncio che nel prossimo numero ritorna la coppia Pohl / Kornbluth con un classico davvero intramontabile
[/quote]
Lirica e struggente quanto ve pare, però 'na palla!!! E dire che invece i racconti di Sturgeon sono tra i miei preferiti. Boh.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 10 Dicembre 2011, 09:05:10

[quote author=attiliosfunel qlnk=board=9&threadid=5060&start=285#60258 date=1323472999]

Lirica e struggente quanto ve pare, però 'na palla!!! E dire che invece i racconti di Sturgeon sono tra i miei preferiti. Boh.
[/quote]


Io sono ancora in punizione per aver stroncato "[I]La mano sinistra delle tenebre[/I]" e non posso esprimermi...
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_rolleyes.gif[/IMG]

Però il bello di questa collana è che ci metterò anche lavori che reputo sommamente immeritevoli: non farò grandi lodi, ma cercherò, da bravo curatore, di mantenere un tono "neutrale" per non alienarmi potenziali acquirenti.
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_grin.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 11 Dicembre 2011, 15:02:37

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B] 061 - I mercanti dello spazio - Frederik POHL & Cyril M. KORNBLUTH (1953)[/B][/SIZE][/COLOR]

Se "[I]Gladiatore in legge[/I]" rappresenta un must della fantascienza "sociologica", si può dire che "[I]I mercanti dello spazio[/I]" ne sia il capolavoro assoluto: con una lungimiranza che forse non ha avuto uguali nella storia della SF i due autori ci presentano la loro idea futura di una società interamente consumistica che, stranamente, somiglia tanto alla nostra e ci regalano un classico intramontabile che diverte e fa riflettere.
Presentato, per personali motivi affettivi, con la stessa immagine di copertina e con la stessa quarta di copertina dell'Urania 544, questo volume, imprescindibile per l'appassionato di fantascienza, apre oggi una nuova emozionante "annata" di pubblicazioni.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k9c2954ce84.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Il maggior merito di questo ormai classico romanzo di fantascienza sociologica non sta tanto nell'aver anticipato di oltre dieci anni tutti gli attuali temi della «contestazione», nell'aver descritto con folgorante verosimiglianza una società completamente «consumistica»; evitando le facili prediche, le invettive e i moralismi di serie, Pohl e Kornbluth - è questa la loro geniale intuizione satirica - non gridano «al lupo!», ma cedono la parola al lupo stesso, cioè a Mitchell Courtenay, alto funzionario di un'onnipotente agenzia pubblicitaria, contentissimo di sé, del suo lavoro, della sua vita, perfettamente integrato nel «sistema».
E stanno a vedere quello che gli succede.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

047 - Robert F. YOUNG - Anguilla stellare
048 - Joe HALDEMAN - Guerra eterna
049 - Murray LEINSTER - Il pianeta dimenticato
050 - Fredric BROWN - Cosmolinea B-1
051 - Fredric BROWN - Cosmolinea B-2
052 - Clifford D. SIMAK - Anni senza fine
053 - Henry SLESAR - A 30 milioni di km dalla Terra
054 - Robert SHECKLEY - Il matrimonio alchimistico di Alistair Crompton
055 - Isaac ASIMOV - Cronache della galassia
056 - Isaac ASIMOV - Il crollo della galassia centrale
057 - Isaac ASIMOV - L'altra faccia della spirale
058 - Charles LOGAN - Naufragio
059 - Samy FAYAD - La collina di Hawotack
060 - Theodore STURGEON - Cristalli sognanti
061 - Frederik POHL & C.M. KORNBLUTH - I mercanti dello spazio

E nel prossimo numero ci sarà un vero "cult" della fantascienza, annunciato nei primi numeri della collana ma ancora mai apparso...


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: wawawa il 11 Dicembre 2011, 17:26:02

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=285#60351 date=1323612157]
[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B] 061 - I mercanti dello spazio - Frederik POHL & Cyril M. KORNBLUTH (1953)[/B][/SIZE][/COLOR]

Se "[I]Gladiatore in legge[/I]" rappresenta un must della fantascienza "sociologica", si può dire che "[I]I mercanti dello spazio[/I]" ne sia il capolavoro assoluto: con una lungimiranza che forse non ha avuto uguali nella storia della SF i due autori ci presentano la loro idea futura di una società interamente consumistica che, stranamente, somiglia tanto alla nostra e ci regalano un classico intramontabile che diverte e fa riflettere.
Presentato, per personali motivi affettivi, con la stessa immagine di copertina e con la stessa quarta di copertina dell'Urania 544, questo volume, imprescindibile per l'appassionato di fantascienza, apre oggi una nuova emozionante "annata" di pubblicazioni.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k9c2954ce84.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Il maggior merito di questo ormai classico romanzo di fantascienza sociologica non sta tanto nell'aver anticipato di oltre dieci anni tutti gli attuali temi della «contestazione», nell'aver descritto con folgorante verosimiglianza una società completamente «consumistica»; evitando le facili prediche, le invettive e i moralismi di serie, Pohl e Kornbluth - è questa la loro geniale intuizione satirica - non gridano «al lupo!», ma cedono la parola al lupo stesso, cioè a Mitchell Courtenay, alto funzionario di un'onnipotente agenzia pubblicitaria, contentissimo di sé, del suo lavoro, della sua vita, perfettamente integrato nel «sistema».
E stanno a vedere quello che gli succede.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

047 - Robert F. YOUNG - Anguilla stellare
048 - Joe HALDEMAN - Guerra eterna
049 - Murray LEINSTER - Il pianeta dimenticato
050 - Fredric BROWN - Cosmolinea B-1
051 - Fredric BROWN - Cosmolinea B-2
052 - Clifford D. SIMAK - Anni senza fine
053 - Henry SLESAR - A 30 milioni di km dalla Terra
054 - Robert SHECKLEY - Il matrimonio alchimistico di Alistair Crompton
055 - Isaac ASIMOV - Cronache della galassia
056 - Isaac ASIMOV - Il crollo della galassia centrale
057 - Isaac ASIMOV - L'altra faccia della spirale
058 - Charles LOGAN - Naufragio
059 - Samy FAYAD - La collina di Hawotack
060 - Theodore STURGEON - Cristalli sognanti
061 - Frederik POHL & C.M. KORNBLUTH - I mercanti dello spazio

E nel prossimo numero ci sarà un vero "cult" della fantascienza, annunciato nei primi numeri della collana ma ancora mai apparso...
[/quote]

per un curioso caso del destino sto leggendo proprio ora il numero 544 :D


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 11 Dicembre 2011, 18:47:14

L'Urania 544 è un libro molto speciale per me.
In primis perchè l'ho trovato nella libreria dei nonni assieme a "[I]La porta sull'estate[/I]" in una magica giornata della mia infanzia; in secondo luogo perchè nel retrocopertina c'era una serie di copertine di Thole che mi hanno spinto a cercare freneticamente tutti i volumi cui appartenevano, alimentando a dismisura la mia passione collezionistica.
Nonostante tutti questi motivi il libro l'ho letto solo quest'anno... [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_undecided.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 12 Dicembre 2011, 19:35:49

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]062 - L'invasione degli ultracorpi - Jack FINNEY (1954)[/B][/SIZE][/COLOR]

Chi ha seguito questa collana sin dalla sua nascita (in effetti basta tornare indietro al primo post) si ricorderà che nei primi volumi era stato annunciato il romanzo "cult" di Jack Finney, poi misteriosamente sparito dall'elenco delle prossime uscite.
Personalmente ritengo che queste misteriose "finte editoriali" siano un rito essenziale per una collana reale o ideale che sia e, del resto, la storia dei primi numeri di Urania (che è la collana reale per eccellenza) è piena di aneddoti su numeri annunciati e poi scomparsi, numeri ritirati e numeri che avrebbero potuto uscire e che forse in un universo parallelo sono usciti per davvero.
E' il caso ad esempio di "[I]Anime cieche[/I]" di Alfred Bester ("[I]L'uomo disintegrato[/I]"), annunciato sui numeri 7 e 8 e poi censurato per richiesta di Giuseppe Stalin ed è il caso anche del già ricordato "[I]L'era di Satana[/I]" di Fritz Leiber ("[I]L'alba delle tenebre[/I]"), censurato per l'intervento di Arnoldo Mondadori in persona ed a cui abbiamo restituito il diritto di comparire con il numero 35 proprio in questa collana.
Il romanzo di Finney, diversamente da quelli di Bester e di Leiber, non ha subìto alcuna censura, ma è stato da me scelto come titolo di rito da annunciare, far sparire e poi pubblicare in un secondo momento in ossequio a questa gloriosa tradizione di titoli scomparsi. Follia del curatore? Ricerca di una copertina? Pensatela un po' come volete, ma, grazie a questo espediente, anche "I capolavori di Maxpullo" può vantare una "scomparsa" di un titolo dalle sue pubblicazioni.
Con la copertina che riporta l'immagine della locandina del recente remake cinematografico del romanzo e la quarta di copertina ripresa dall'edizione dei Classici di Urania, ecco quindi a voi un vero e proprio cult della fantascienza, il "Capolavoro di Maxpullo" che ritorna dopo esser scomparso.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k9b401e8d93.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]La moglie, il fratello, il vecchio amico, il droghiere dell'angolo, sono ciò che sembrano, che ci sono sempre sembrati, o al contrario sembrano ciò che sono, nascondono qualcosa di completamente diverso, ignoto, forse nemico?
Sulla pirandelliana ambiguità del nostro prossimo e sul terrore che ogni tanto fa nascere in ciascuno di noi, si basa uno dei grandi temi della letteratura fantascientifica, quello dell'invasione invisibile, che è poi una variante moderna del possesso diabolico. Cosi, nella tranquilla cittadina americana di Santa Mira una ragazza si mette in testa che suo zio non sia veramente suo zio. Identico in tutto, fino a una minuscola cicatrice sulla nuca, l'uomo è però cambiato in qualche modo impalpabile, indefinibile. Di fronte a un caso simile qualsiasi medico penserebbe a una malattia mentale, e infatti Miles Bennell, chiamato a visitare la ragazza, cerca di convincerla che uno scambio di persona, una sostituzione, una contraffazione di quel genere può essersela soltanto immaginata.
Ma il giorno dopo nello studio del dottor Bennell si presenta una donnetta che ha la stessa fissazione riguardo al marito.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

048 - Joe HALDEMAN - Guerra eterna
049 - Murray LEINSTER - Il pianeta dimenticato
050 - Fredric BROWN - Cosmolinea B-1
051 - Fredric BROWN - Cosmolinea B-2
052 - Clifford D. SIMAK - Anni senza fine
053 - Henry SLESAR - A 30 milioni di km dalla Terra
054 - Robert SHECKLEY - Il matrimonio alchimistico di Alistair Crompton
055 - Isaac ASIMOV - Cronache della galassia
056 - Isaac ASIMOV - Il crollo della galassia centrale
057 - Isaac ASIMOV - L'altra faccia della spirale
058 - Charles LOGAN - Naufragio
059 - Samy FAYAD - La collina di Hawotack
060 - Theodore STURGEON - Cristalli sognanti
061 - Frederik POHL & C.M. KORNBLUTH - I mercanti dello spazio
062 - Jack FINNEY - L'invasione degli ultracorpi

E nel prossimo numero Van Vogt ci porta con se all'esplorazione dell'universo!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: attiliosfunel il 12 Dicembre 2011, 20:35:03

Ganza 'sta cover! Secondo te il romanzo merita di comparire nell'[I]Urania Collezione[/I] NNPIP? [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_rolleyes.gif[/IMG]
Comunque noto con piacere che l'annunciato ritiro si è trasformato invece in rinnovata energia! [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_wink.gif[/IMG] Infine: non la sapevo mica la storia di Stalin... ma parli del vero [I]Urania[/I] o dei tuoi [I]Capolavori[/I]? [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_huh.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 12 Dicembre 2011, 21:29:13

[quote author=attiliosfunel qlnk=board=9&threadid=5060&start=300#60415 date=1323718503]
Ganza 'sta cover! Secondo te il romanzo merita di comparire nell'[I]Urania Collezione[/I] NNPIP? [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_rolleyes.gif[/IMG]
Comunque noto con piacere che l'annunciato ritiro si è trasformato invece in rinnovata energia! [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_wink.gif[/IMG] Infine: non la sapevo mica la storia di Stalin... ma parli del vero [I]Urania[/I] o dei tuoi [I]Capolavori[/I]? [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_huh.gif[/IMG]
[/quote]


Certo che merita! (Molto più di altri romanzi che non nomino sennò mi fanno la pelle)

La storia di "[I]Anime cieche[/I]" riguarda proprio la collana Urania del nostro sfortunato universo: è un altro dei titoli "scomparsi" allo stesso modo in cui scomparve "[I]L'era di Satana[/I]" (puoi controllare sugli Urania 7 ed 8 per verificare il 9 doveva essere il romanzo di Bester). Che dietro ci sia stata effettivamente la mano di Stalin mi è stato riferito da Ernesto Vegetti ed ho persino trovato un suo vecchio post sull'argomento che trovi [URL=http://www.uraniamania.com/forum.php?board=6&action=display&threadid=1174&start=0]qui[/URL].
E se lo dice Ernesto diventa automaticamente verità
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_cool.gif[/IMG]

PS
Ma io ho chiuso "I libri di Maxpullo": "I capolavori di Maxpullo" invece andrà avanti fino ad "esaurimento titoli" o esaurimento pazienza [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_rolleyes.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 12 Dicembre 2011, 21:43:13

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=300#60418 date=1323721753]


La storia di "[I]Anime cieche[/I]" riguarda proprio la collana Urania del nostro sfortunato universo: è un altro dei titoli "scomparsi" allo stesso modo in cui scomparve "[I]L'era di Satana[/I]"

[/quote]

Che sarebbe poi [I]L'uomo disintegrato[/I], pubblicato poi su Urania una decina di anni dopo e ritradotto integralmente su UCZ 42.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Arne Saknussemm il 13 Dicembre 2011, 09:10:28

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=300#60418 date=1323721753]
La storia di "[I]Anime cieche[/I]" riguarda proprio la collana Urania del nostro sfortunato universo: è un altro dei titoli "scomparsi" allo stesso modo in cui scomparve "[I]L'era di Satana[/I]" (puoi controllare sugli Urania 7 ed 8 per verificare il 9 doveva essere il romanzo di Bester). Che dietro ci sia stata effettivamente la mano di Stalin mi è stato riferito da Ernesto Vegetti ed ho persino trovato un suo vecchio post sull'argomento che trovi [URL=http://www.uraniamania.com/forum.php?board=6&action=display&threadid=1174&start=0]qui[/URL].
E se lo dice Ernesto diventa automaticamente verità
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_cool.gif[/IMG]

[/quote]

Mi sono andato a rileggere il vecchio topic che hai indicato... molto interessante !
... e Vegetti è fortissimo...ha catalogato con tanto di numero di pagina tutti gli annunci di "prossimamente in edicola" apparsi su Urania a cavallo di quei numeri... interessante !!

Bello riesumare ogni tanto vecchie storie e discussioni sepolte ormai da anni ed anni di topic piu recenti !!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 13 Dicembre 2011, 11:08:53

[quote author=Arne Saknussemm qlnk=board=9&threadid=5060&start=300#60430 date=1323763828]


Mi sono andato a rileggere il vecchio topic che hai indicato... molto interessante !
... e Vegetti è fortissimo...ha catalogato con tanto di numero di pagina tutti gli annunci di "prossimamente in edicola" apparsi su Urania a cavallo di quei numeri... interessante !!

Bello riesumare ogni tanto vecchie storie e discussioni sepolte ormai da anni ed anni di topic piu recenti !!
[/quote]


Quello della "memoria" è sempre stato un mio personale pallino: noi uomini tendiamo per natura a dimenticare e questo ci capita con TUTTO; dimentichiamo gli amici, dimentichiamo gli amori, dimentichiamo i parenti e soprattutto, cosa ancor più grave, dimentichiamo la storia di ciò che è stato consentendo agli stessi errori di ripetersi ciclicamente.
Senza la memoria e la consapevolezza di ciò che è stato non c'è crescita e si rimane sempre fermi nello stesso punto a dire le stesse cose, per questo ho l'abitudine di andarmi a rispolverare vecchi post, perchè anche il forum, come tutte le altre attività umane, dovrebbe essere un qualcosa di vivo, che si sviluppa e che cresce, senza dimenticare il contributo dato da persone che per svariati motivi non ci sono più.
Ed anche per dare nuova linfa a discussioni interessanti che sono cadute nell'oblio per semplice "decorrenza dei termini"

Colgo l'occasione del tuo spunto per un piccolo "off topic", una osservazione che mi è capitato di fare di recente a proposito della quarta di copertina de "[I]Il re nero[/I]" di Maico Morellini. A me è sembrato di leggere una parafrasi quasi letterale della mitica quarta de "[I]L'ospite del senatore Horton[/I]" (Urania 495) che era talmente bella ed efficace da esser stata riproposta su tutte le successive edizioni del romanzo. Certamente è una coincidenza fortuita ma questa cosa mi ha dato un po' l'impressione di trascuratezza, quasi un volersi approfittare della mancanza di memoria dei lettori per riproporre una frase ad effetto scritta da altri.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 14 Dicembre 2011, 18:40:54

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B] 063 - Crociera nell'infinito - Alfred Elton VAN VOGT (1951)[/B][/SIZE][/COLOR]

Questa uscita è dedicata ad un vero e proprio "cult" della fantascienza che, a torto o a ragione, ha vissuto una ininterrotta stagione di gloria dai lontani anni '50 sino ai nostri giorni, senza dimostrare affatto la sua ormai veneranda età.
Certamente non si tratta di una scoperta o di una riscoperta perchè le numerose edizioni che si sono stratificate nel corso degli anni (gran parte ad opera delle collane Urania e sorelle) hanno contribuito ad assegnare a questo classico la palma di "romanzo più inflazionato" della fantascienza. Proprio per questo motivo, tuttavia, anche più che per i suoi contenuti e per il suo innegabile "sense of wonder", esso non poteva davvero mancare in questa rassegna di superclassici.
Per la copertina di questa edizione la scelta è stata quasi obbligata: l'immagine di Graves Gladney che raffigura Coeurl in agguato nel celebre numero di Astounding del Luglio 1939 è, infatti, ancora oggi, a mio avviso, inarrivabile per il senso di minaccia che riesce a trasmettere. Per la quarta di copertina, invece, ho scelto un estratto dalla trama riportata nel numero 1 della collana "Futuro. Biblioteca di fantascienza" della Fanucci.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kdc77b11b6a.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]La crociera della "Space Beagle" (l'astronave che riprende il nome del vascello di Darwin) rappresenta una delle più affascinanti avventure nella storia della penetrazione umana nel cosmo. Nello spazio senza confini, sono in attesa i pericoli più straordinari: Coeurl, il felino mostruoso e intelligente che si nutre dell'energia degli esseri viventi; i Riim, una razza di uccelli inconsapevole dei propri tremendi poteri; Ixtl, il demonio scarlatto che vorrebbe usare l'uomo per propagare la sua specie; l'Anabis, il fantasma degli spazi, inafferrabile e spaventosamente affamato. Ma i pericoli non sono solo all'esterno, ma anche all'interno della stessa astronave dove si svolge una spietata lotta per il potere: soltanto la presenza a bordo di Grosvenor il rappresentante di una nuova scienza, il Connettivismo, riuscirà a sventarli.
Se mai la fantascienza ha avuto toni epici, questi si ritrovano soprattutto nell'opera di A.E. van Vogt.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

049 - Murray LEINSTER - Il pianeta dimenticato
050 - Fredric BROWN - Cosmolinea B-1
051 - Fredric BROWN - Cosmolinea B-2
052 - Clifford D. SIMAK - Anni senza fine
053 - Henry SLESAR - A 30 milioni di km dalla Terra
054 - Robert SHECKLEY - Il matrimonio alchimistico di Alistair Crompton
055 - Isaac ASIMOV - Cronache della galassia
056 - Isaac ASIMOV - Il crollo della galassia centrale
057 - Isaac ASIMOV - L'altra faccia della spirale
058 - Charles LOGAN - Naufragio
059 - Samy FAYAD - La collina di Hawotack
060 - Theodore STURGEON - Cristalli sognanti
061 - Frederik POHL & C.M. KORNBLUTH - I mercanti dello spazio
062 - Jack FINNEY - L'invasione degli ultracorpi
063 - Alfred E. Van VOGT - Crociera nell'infinito

E nel prossimo numero ci sarà l'esordio di Roger Zelazny con una storia affascinante e ricca di trovate!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Arne Saknussemm il 14 Dicembre 2011, 19:18:09

Spettacolare !!! Amo particolarmente questo romanzo...
...in particolare e sopratutto... COEURL ("Il distruttore nero")!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: AgenteD il 14 Dicembre 2011, 19:48:49

Su quest'ultima uscita c'è ben poco da dire (anche sul resto, per la verità[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/3d/biggrin.gif[/IMG]), è veramente un'opera notevole; a proposito di suggerimenti, io attualmente sto leggendo "Effetto valanga", ma direi che sia forse giunta l'ora di proporre qualche romanzo di Mack Raynolds...


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: wawawa il 14 Dicembre 2011, 21:49:22

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=300#60527 date=1323884454]
[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B] 063 - Crociera nell'infinito - Alfred Elton VAN VOGT (1951)[/B][/SIZE][/COLOR]
[/quote]


il mio primo romanzo di fantascienza, sono commosso [IMG]http://uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/8.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 14 Dicembre 2011, 21:55:15

[quote author=Arne Saknussemm qlnk=board=9&threadid=5060&start=300#60529 date=1323886689]
Spettacolare !!! Amo particolarmente questo romanzo...
...in particolare e sopratutto... COEURL ("Il distruttore nero")!
[/quote]

Coeurl è anche il mio preferito. Sinceramente leggendo il primo episodio ho tifato per lui (anche perchè Grosvenor proprio non mi è mai andato giù [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_rolleyes.gif[/IMG])


[quote author=AgenteD qlnk=board=9&threadid=5060&start=300#60530 date=1323888529]
Su quest'ultima uscita c'è ben poco da dire (anche sul resto, per la verità[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/3d/biggrin.gif[/IMG]), è veramente un'opera notevole; a proposito di suggerimenti, io attualmente sto leggendo "Effetto valanga", ma direi che sia forse giunta l'ora di proporre qualche romanzo di Mack Raynolds...
[/quote]


Arriverà anche Reynolds, non temete... [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_wink.gif[/IMG]
Però i suoi romanzi più interessanti sono, a mio avviso, "[I]Ed egli maledisse lo scandalo[/I]" e "[I]Genoa - Texcoco: zero a zero[/I]", gli altri (incluso "[I]Effetto valanga[/I]") mi sono sembrati piuttosto della variazioni sul tema.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: PabloE il 14 Dicembre 2011, 22:51:40


Ho letto solo il racconto Il distruttore nero, ma mi è piaciuto da matti! Fra l'altro è stata la prima cosa in assoluto letta di van Vogt...

Comunque non capisco davvero come il grande Franco abbia potuto tralasciare Coeurl (che anche voi che avete letto tutto il romanzo ritenete il più [I]figo[/I] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]) nella sua copertina [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_rolleyes.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 14 Dicembre 2011, 23:31:21

[quote author=Andy Dufresne qlnk=board=9&threadid=5060&start=300#60543 date=1323899500]

Ho letto solo il racconto Il distruttore nero, ma mi è piaciuto da matti! Fra l'altro è stata la prima cosa in assoluto letta di van Vogt...

Comunque non capisco davvero come il grande Franco abbia potuto tralasciare Coeurl (che anche voi che avete letto tutto il romanzo ritenete il più [I]figo[/I] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]) nella sua copertina [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_rolleyes.gif[/IMG]
[/quote]


Diciamo che il nostro Franco è coraggiosamente andato controcorrente proponendoci l'inquietante Ixtl in luogo dell'inflazionato Coeurl.
Il fanta-gattone di Van Vogt non solo è stato usato per quasi tutte le cover delle varie edizioni del romanzo, ma è stato anche fonte di ispirazione per tutti i generi di artisti che l'hanno riproposto in immagini di xenobiologia, fumetti manga e (addirittura) videogames.
Insomma, una vera e propria star, una icona che rivaleggia quasi alla pari con il Robbie de "[I]Il pianeta proibito[/I]"; forse esagero, ma a mio parere il 90% del fascino del romanzo è merito proprio di Coeurl.

Comnque, per tutti i fan del Black destroyer, ecco qui un'altra cover storica che ritrae il loro beniamino in azione...

[IMG]http://sfgospel.typepad.com/.a/6a00d8341ce22f53ef010534d06078970c-320wi[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: PabloE il 15 Dicembre 2011, 11:55:00


Grande! In quest'immagine mi ricorda un [I]mostro [/I]di final fantasy...che abbiano preso spunto da Coeurl (in fondo prendevano a piene mani da varie mitologie)?


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 15 Dicembre 2011, 12:45:06

[quote author=Andy Dufresne qlnk=board=9&threadid=5060&start=300#60561 date=1323946500]

Grande! In quest'immagine mi ricorda un [I]mostro [/I]di final fantasy...che abbiano preso spunto da Coeurl (in fondo prendevano a piene mani da varie mitologie)?
[/quote]


Allora.
Sulla pagina di wikipedia questa tua ipotesi la danno per assodata, ma non ho trovato da nessuna parte una conferma che il personaggio sia lo stesso.
Al di là delle questioni riguardanti evantuali "diritti" c'è da notare che:
- Il nome del mostro nel gioco è lo stesso della creatura di Van Vogt
- Il mostro di Final Fantasy somiglia tanto alla creatura di Van Vogt (aspetto felino e tentacoli) ma non è identico perchè ha il mantello leopardato e non è nero ed inoltre i tentacoli li ha al posto dei baffi e non sulla schiena...

[IMG]http://www.ffcompendium.com/EspMon/coerl10.jpg[/IMG]

Molto più "vicina" al Coeurl di Van Vogt è invece la "Displacer beast" del gioco "Duneons and Dragons"

[IMG]http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/1/19/Displacer_Beast.JPG[/IMG]

E per finire la carrellata c'è anche il simpatico animaletto da soma di un noto manga.

[IMG]http://3.bp.blogspot.com/-oEtxJZ7LOWk/TVqSwU05B0I/AAAAAAAABOY/oaJ-rWFHRoY/s1600/novel2b01crop.jpg[/IMG]

Tutte queste creature, al di là del riconoscimento ufficiale come "figlie" del Black destroyer, hanno in comune il nome Coeurl, la struttura fisica e la "malvagità"...
Se qualcuno ha altri contributi da portare sono graditi


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 15 Dicembre 2011, 17:30:18

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B] 064 - Signore della luce - Roger ZELAZNY (1967)[/B][/SIZE][/COLOR]

Vincitore del premio Hugo, questo romanzo di Zelazny rappresenta non soltanto una delle cose migliori della sua produzione, ma anche e soprattutto un modo nuovo ed originale di interpretare la fantascienza stessa: con una bravura che non ha uguali, Zelazny riesce praticamente a "reinventare" il pantheon dell'induismo in chiave fantascientifica, regalandoci un classico "diverso", una storia di straordinaria fantasia che, una volta letta, non può più essere dimenticata.
Per la cover avevo inizialmente scelto la stupenda immagine di Franco Brambilla che campeggia sull'edizione di Urania Collezione perchè con i suoi colori vividi mi sembrava quella più appropriata ad una storia tanto sfavillante. Poi purtroppo mi sono reso conto che il cerchio, a volte, può essere tiranno ed ho dovuto ripiegare su una immagine con meno colori, ma altrettanto straordinaria.
Con la copertina di Karel Thole che fregia l'edizione della Fantacollana della Nord (recuperata grazie allo scanner del co-curatore marben) e la quarta di copertina di Urania Collezione (che in effetti è stata scopiazzata liberamente tra le varie edizioni italiane del libro), ecco a voi uno dei premi Hugo più originali e straordinari che siano mai stati scritti.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2ka428bac3c9.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]L'epoca: vari secoli dopo la morte della Terra.
Il luogo: un pianeta remoto, dove un gruppo di terrestri detiene il monopolio delle conoscenze scientifiche.
Grazie a una tecnologia estremamente avanzata, i terrestri si sono dati poteri semidivini e dominano il pianeta con il nome degli antichi dèi dell'India: Brahma il Creatore, Kali la Distruttrice, Yama il Signore della Morte... Ma ecco muovere contro questi personaggi il loro oppositore: Siddharta, incatenatore dei Demoni e Signore della Luce.
E un dio caduto in disgrazia scende in lotta contro il pantheon dei dominatori.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

050 - Fredric BROWN - Cosmolinea B-1
051 - Fredric BROWN - Cosmolinea B-2
052 - Clifford D. SIMAK - Anni senza fine
053 - Henry SLESAR - A 30 milioni di km dalla Terra
054 - Robert SHECKLEY - Il matrimonio alchimistico di Alistair Crompton
055 - Isaac ASIMOV - Cronache della galassia
056 - Isaac ASIMOV - Il crollo della galassia centrale
057 - Isaac ASIMOV - L'altra faccia della spirale
058 - Charles LOGAN - Naufragio
059 - Samy FAYAD - La collina di Hawotack
060 - Theodore STURGEON - Cristalli sognanti
061 - Frederik POHL & C.M. KORNBLUTH - I mercanti dello spazio
062 - Jack FINNEY - L'invasione degli ultracorpi
063 - Alfred E. Van VOGT - Crociera nell'infinito
064 - Roger ZELAZNY - Signore della luce

Vedete per caso Stalin in giro da qualche parte? nooo? Sicuri? Ok, bene allora preparatevi, perchè nella prossima uscita "esordirà" Alfred Bester!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: PabloE il 15 Dicembre 2011, 17:32:20

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=300#60564 date=1323949506]
...
[/quote]

E io che pensavo di essere sotto l'effetto di qualche droga [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 16 Dicembre 2011, 22:53:00

[COLOR=#1f497d][SIZE=3][B] [SIZE=4]065 - L'uomo disintegrato - Alfred BESTER (1953)[/SIZE][/B][/SIZE][/COLOR]

Che la storia della censura da parte di Stalin sia o meno confermata da una fonte ufficiale, rimane il fatto che il romanzo di Alfred Bester, vincitore dell'Hugo Award nel 1953, rappresenta una pietra miliare imprescindibile nella storia della fantascienza, uno dei primi libri (se non il primo in assoluto) in cui fanno la loro comparsa le facoltà extrasensoriali.
E' per questo motivo che lo accolgo con orgoglio in questa collana per darle ulteriore lustro, scegliendo di pubblicarlo con la bellissima ed inquietante copertina di Karel Thole che impreziosisce l'Urania 312 e con la quarta di copertina del Classico di Urania numero 34.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kcc8a15cd9f.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]In un'America del prossimo futuro dove una percentuale consistente di cittadini è dotata di facoltà telepatiche, e dove I'Esp è ufficialmente regolata da leggi, categorie, codici morati e albi professionali, viene assassinato durante una festa un potentissimo miliardario.
Un delitto "impossibile", in una società che è in grado di leggere il pensiero dei criminali.
Un delitto perfetto, che tuttavia i poliziotti esperti riusciranno a smontare, penetrando una dopo l'altra le barriere invisibili opposte dal colpevole; e disintegrando, pezzo per pezzo, il suo intero universo mentale.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

050 - Fredric BROWN - Cosmolinea B-1
051 - Fredric BROWN - Cosmolinea B-2
052 - Clifford D. SIMAK - Anni senza fine
053 - Henry SLESAR - A 30 milioni di km dalla Terra
054 - Robert SHECKLEY - Il matrimonio alchimistico di Alistair Crompton
055 - Isaac ASIMOV - Cronache della galassia
056 - Isaac ASIMOV - Il crollo della galassia centrale
057 - Isaac ASIMOV - L'altra faccia della spirale
058 - Charles LOGAN - Naufragio
059 - Samy FAYAD - La collina di Hawotack
060 - Theodore STURGEON - Cristalli sognanti
061 - Frederik POHL & C.M. KORNBLUTH - I mercanti dello spazio
062 - Jack FINNEY - L'invasione degli ultracorpi
063 - Alfred E. Van VOGT - Crociera nell'infinito
064 - Roger ZELAZNY - Signore della luce
065 - Alfred BESTER - L'uomo disintegrato

E nel prossimo numero torna a farci visita Heinlein... non mancate!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 18 Dicembre 2011, 11:54:28

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B] 066 - La Luna è una severa maestra - Robert A. HEINLEIN (1966)[/B][/SIZE][/COLOR]

Con questa uscita un altro capolavoro di Heinlein entra a far parte della già ricca scuderia di classici proposti da questa collana: vincitore del premio Hugo nel 1967, questo suo memorabile romanzo non soltanto è una pietra miliare del genere, ma, al pari di "[I]Fanteria dello spazio[/I]" e "[I]Staniero in terra straniera[/I]" è anche uno dei suoi lavori più conosciuti e premiati da un pressochè unanime consenso di critici ed appassionati.
Con la copertina di Bruce Pennington e la quarta di copertina ripresa da Urania Collezione 037, ecco a voi un nuovo formidabile tassello dello straordinario mosaico fantascientifico che stiamo componendo numero dopo numero.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k1b2e3de8b3.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Le colonie della Luna lottano per la loro indipendenza contro lo strapotere del governo terrestre: gli uomini che hanno attraversato lo spazio per aprire una nuova frontiera non sono disposti a tollerare il dispotismo di un giogo sempre più opprimente.
Su questo tema classico, di grande respiro avventuroso, Heinlein costruisce uno dei suoi romanzi più memorabili, una trama di lotte e libertà che riscrive in chiave fantascientifica l'epopea della Rivoluzione americana.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

052 - Clifford D. SIMAK - Anni senza fine
053 - Henry SLESAR - A 30 milioni di km dalla Terra
054 - Robert SHECKLEY - Il matrimonio alchimistico di Alistair Crompton
055 - Isaac ASIMOV - Cronache della galassia
056 - Isaac ASIMOV - Il crollo della galassia centrale
057 - Isaac ASIMOV - L'altra faccia della spirale
058 - Charles LOGAN - Naufragio
059 - Samy FAYAD - La collina di Hawotack
060 - Theodore STURGEON - Cristalli sognanti
061 - Frederik POHL & C.M. KORNBLUTH - I mercanti dello spazio
062 - Jack FINNEY - L'invasione degli ultracorpi
063 - Alfred E. Van VOGT - Crociera nell'infinito
064 - Roger ZELAZNY - Signore della luce
065 - Alfred BESTER - L'uomo disintegrato
066 - Robert A. HEINLEIN - La Luna è una severa maestra

E nel prossimo numero torna un altro graditissimo Robert... Silverberg!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Lucky il 18 Dicembre 2011, 13:33:05

Bravo, per me uno dei più belli

Lucky


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 19 Dicembre 2011, 22:38:33

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B] 067 - Shadrach nella fornace - Robert SILVERBERG (1976)[/B][/SIZE][/COLOR]

La vittoria del premio Hugo non sempre è una condizione necessaria per il successo di un'opera ed il presente romanzo di Silverberg (candidato sia all'Hugo che al Nebula) è un eccellente esempio di questa affermazione: un classico intramontabile capace di conciliare le tematiche più disparate (quella politica, quella sociale e quella biologico/tecnologica in primis) in un mix praticamente perfetto e adatto ad ogni stagione.
La copertina scelta per la presente edizione è ripresa da quella dell'edizione della Coronet Science Fiction, mentre per la quarta di copertina ho scelto quella dell'edizione nella collana Narrativa di anticipazione della Nord che ha il difetto di essere un po' troppo "rivelatrice", ma che è l'unica a non avere quel fastidioso accenno ad un non meglio precisato "odore di zolfo" che non ha nulla a che vedere con il romanzo e che ricorre in tutte le edizioni della Mondadori.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k1de5bc01c9.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Siamo nel 2012 e la popolazione del mondo è stata decimata dalle guerre batteriologiche. Il nostro pianeta è dominato da un vecchio e astuto tiranno che si fa chiamare Genghis II Mao IV Khan e che abita in un palazzo a forma di torre, nella Mongolia.
Il Khan è ormai giunto al novantatreesimo anno d'età e lo mantengono in vita i trapianti che gli pratica il suo medico personale, Shadrach Mordecai, talmente devoto al proprio paziente da portare, impiantati nel corpo, una serie di "sensori" telemetrici con i quali controlla d'istante in istante le condizioni di Genghis Mao.
Un'altra importante funzione di Mordecai è quella di dirigere tre distinte ricerche mediche, tutt'e tre miranti ad assicurare al vecchio tiranno l'immortalità fisica. La più avanzata delle tre è il Progetto Avatar, consistente nel trapiantare il cervello, e dunque la personalità, del Khan nel corpo di un uomo più giovane. Mordecai sa che il corpo in cui dovrà trapiantare il cervello del Khan è quello dell'erede designato, un giovanotto ignaro del suo destino (e, in generale, non troppo sveglio) chiamato Mangu; ma dopo qualche tempo scopre di dover sostituire Mangu.
Inizia cosi per Mordecai un pericoloso gioco d'azzardo: se il piano difensivo da lui elaborato avrà successo, egli potrà diventare il padrone del mondo. Se non avrà successo, dovrà fare dono del suo corpo al rapace Genghis Mao.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

053 - Henry SLESAR - A 30 milioni di km dalla Terra
054 - Robert SHECKLEY - Il matrimonio alchimistico di Alistair Crompton
055 - Isaac ASIMOV - Cronache della galassia
056 - Isaac ASIMOV - Il crollo della galassia centrale
057 - Isaac ASIMOV - L'altra faccia della spirale
058 - Charles LOGAN - Naufragio
059 - Samy FAYAD - La collina di Hawotack
060 - Theodore STURGEON - Cristalli sognanti
061 - Frederik POHL & C.M. KORNBLUTH - I mercanti dello spazio
062 - Jack FINNEY - L'invasione degli ultracorpi
063 - Alfred E. Van VOGT - Crociera nell'infinito
064 - Roger ZELAZNY - Signore della luce
065 - Alfred BESTER - L'uomo disintegrato
066 - Robert A. HEINLEIN - La Luna è una severa maestra
067 - Robert SILVERBERG - Shadrach nella fornace

E nel prossimo numero lo straordinario mix alfabetico di questa annata (dopo la Z di Zelazny, la B di Bester, la H di Heinlein e la S di Silverberg) si arricchisce di una nuova lettera inedita: la W di Jack Williamson!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Arne Saknussemm il 20 Dicembre 2011, 09:43:54

Lo so... è incredibile e me ne vergogno anche un po' .. [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_embarassed.gif[/IMG] ... ma d'altra parte la SF è vasta, enormemente !!

Non ho mai letto nulla di Silverberg, ed è un autore che mi attira parecchio.

Vorrei iniziare proprio da "Shadrach nella fornace" o da "Gli anni alieni".

Mi devo decidere !!!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 20 Dicembre 2011, 09:53:44

[quote author=Arne Saknussemm qlnk=board=9&threadid=5060&start=315#60832 date=1324370634]
Lo so... è incredibile e me ne vergogno anche un po' .. [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_embarassed.gif[/IMG] ... ma d'altra parte la SF è vasta, enormemente !!

Non ho mai letto nulla di Silverberg, ed è un autore che mi attira parecchio.

Vorrei iniziare proprio da "Shadrach nella fornace" o da "Gli anni alieni".

Mi devo decidere !!!
[/quote]


Non vergognarti troppo.
Io ho iniziato a leggerlo "seriamente" solo da quest'anno...
Ti consiglio non solo Shadrach (è un po' prolisso ma vale la lettura) ma anche "[I]Quellen, guarda il passato![/I]".
Abbastanza all'acqua di rose e poco interessanti ho trovato invece "[I]Il paradosso del passato[/I]" e "[I]Le due facce del tempo[/I]": non sono malaccio, ma non mi hanno appassionato.
"[I]La città labirinto[/I]" prima o poi lo leggerò, anche per avere una mia opinione su quello che è universalmente considerato il suo capolavoro.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: PabloE il 20 Dicembre 2011, 13:13:25

Concordo su "[I]Le due facce del tempo" [/I] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_wink.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 21 Dicembre 2011, 22:19:31

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B] 068 - Il figlio della notte - Jack WILLIAMSON (1948)[/B][/SIZE][/COLOR]

Ma chi l'ha detto che vampiri e lupi mannari possono esistere solo nelle storie di horror? Jack Williamson è stato probabilmente il primo autore di fantascienza in assoluto ad intuire le infinite possibilità che potevano scaturire da una contaminazione tra i due generi ed il capolavoro che oggi sono fiero di riproporre nella mia collana ideale è quasi certamente il primo romanzo in cui venga fornita una spiegazione di natura fanta-scientifica per il fenomeno della licantropia.
Con la meravigliosa ed insuperata copertina di Caesar dell'Urania numero 4 e con la trama in quarta di copertina dell'Urania 342, ecco a voi il capolavoro immortale che per primo è riuscito a dare una rilettura in chiave fantascientifica di uno dei più antichi ed oscuri miti dell'horror.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kc2d954d415.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Una spedizione archeologica torna dall'Asia con un sarcofago che viene guardato a vista giorno e notte. Nessuno si può avvicinare salvo gli scienziati che l'hanno scoperto. I suoi misteriosi geroglifici sono la testimonianza di una guerra combattuta in tempi remotissimi fra gli uomini e la razza estinta dei lupi mannari. Ma è veramente estinta questa razza?
E fra i curiosi, i giornalisti, gli studiosi che tentano di vedere il sarcofago non si nascondono forse i discendenti dei nostri implacabili nemici?[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

054 - Robert SHECKLEY - Il matrimonio alchimistico di Alistair Crompton
055 - Isaac ASIMOV - Cronache della galassia
056 - Isaac ASIMOV - Il crollo della galassia centrale
057 - Isaac ASIMOV - L'altra faccia della spirale
058 - Charles LOGAN - Naufragio
059 - Samy FAYAD - La collina di Hawotack
060 - Theodore STURGEON - Cristalli sognanti
061 - Frederik POHL & C.M. KORNBLUTH - I mercanti dello spazio
062 - Jack FINNEY - L'invasione degli ultracorpi
063 - Alfred E. Van VOGT - Crociera nell'infinito
064 - Roger ZELAZNY - Signore della luce
065 - Alfred BESTER - L'uomo disintegrato
066 - Robert A. HEINLEIN - La Luna è una severa maestra
067 - Robert SILVERBERG - Shadrach nella fornace
068 - Jack WILLIAMSON - Il figlio della notte

E non mancate la prossima uscita: ci sarà infatti l'atteso esordio di Poul Anderson!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: wawawa il 21 Dicembre 2011, 22:46:47

[quote author=Arne Saknussemm qlnk=board=9&threadid=5060&start=315#60832 date=1324370634]
Lo so... è incredibile e me ne vergogno anche un po' .. [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_embarassed.gif[/IMG] ... ma d'altra parte la SF è vasta, enormemente !!

Non ho mai letto nulla di Silverberg, ed è un autore che mi attira parecchio.

Vorrei iniziare proprio da "Shadrach nella fornace" o da "Gli anni alieni".

Mi devo decidere !!!
[/quote]

beh io in 20 anni ho letto solo "l'uomo stocastico" e non mi è neanche piaciuto molto, comunque si vede che è un autore da leggere, l'anno prossimo mi riprometto di riprendere con questo autore


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: ansible il 22 Dicembre 2011, 09:41:09

[quote author=Arne Saknussemm qlnk=board=9&threadid=5060&start=315#60832 date=1324370634]
Lo so... è incredibile e me ne vergogno anche un po' .. [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_embarassed.gif[/IMG] ... ma d'altra parte la SF è vasta, enormemente !!

Non ho mai letto nulla di Silverberg, ed è un autore che mi attira parecchio.

Vorrei iniziare proprio da "Shadrach nella fornace" o da "Gli anni alieni".

Mi devo decidere !!!
[/quote]

[quote author=waranza (ex wawawa) qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#60927 date=1324504007]
beh io in 20 anni ho letto solo "l'uomo stocastico" e non mi è neanche piaciuto molto, comunque si vede che è un autore da leggere, l'anno prossimo mi riprometto di riprendere con questo autore
[/quote]

Gli anni d'oro, nella carriera di Robert Silverberg, si pongono tra il 1967 e il 1975, tra i romanzi più importanti citerei [I] Brivido crudele[/I], [I]Terra di mutazioni[/I], [I]Ali della notte[/I], [I]Torre di cristallo[/I], [I]Il tempo delle metamorfosi[/I], [I]Vacanze nel deserto[/I], [I]Morire dentro[/I], molti di questi editi dalla editrice NORD.
Personalmente ritengo che uno dei punti più alti della sua letteratura sia il romanzo breve [I]Nati con la morte[/I], compreso nella bellissima antologia [I]Oltre il limite[/I] anch'essa edita dalla NORD.
[I]Brivido Crudele[/I], pur con qualche limite, è particolarmente interessante perché segna il passaggio di RS da scrittore di ottimi juveniles a autore più maturo e sensibile.
Dopo una lunga pausa, negli anni 80, RS riprende a scrivere: [I]L'ora del passaggio[/I], [I]Arca di stelle[/I], [I]Gli anni alieni[/I], i romanzi della serie fantasy delle [I]Cronache di Majipoor[/I] o quelli di storia alternativa della serie [I]Roma Eterna[/I] sono alcuni dei titoli che mi vengono in mente, ma io credo che tutto ciò che RS aveva da dire lo avesse già detto prima.

Un saluto da ansible


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: wawawa il 22 Dicembre 2011, 09:51:48

grazie delle dritte [IMG]http://uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/6.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 22 Dicembre 2011, 10:28:29

Silverberg è forse uno degli autori più prolifici assieme ad Asimov, Dick e Clarke, anche se abbastanza meno conosciuto di questi al di fuori della cerchia degli "appassionati" del genere: se parli di Asimov o Dick chiunque sa di cosa stai parlando (già Clarke è più difficile e devi dire "quello di 2001 odissea nello spazio" sennò non tutti ti capiscono), ma se nomini Silverberg, per la maggioranza delle persone è come se gli parlassi di Tomas Skuhravy...
A questo aggiungiamo che, durante la sua lunga carriera, nonostante sia stato insignito di diversi premi, non ha mai scritto cose che abbiano "trasceso i confini del genere" (come 2001 o come il ciclo della fondazione o come Bladerunner tanto per fare degli esempi) creando cult memorabili: da profano ricevo da Silverberg l'impressione che la sua carriera si sia attestata su livelli molto buoni anche se quasi mai "eccelsi".
Per questo motivo Silverberg è forse uno degli autori che più di tutti vengono "ignorati" da chi si accosta al genere, non già per "idiosincrasia", quanto piuttosto per dare la precedenza ad altri autori considerati "maggiori": certo che se poi uno si accosta a lui leggendo cose come "[I]Il paradosso del passato[/I]" finisce per confermare l'idea di una sua marginalità nel panorama fantascientifico.
Benvengano quindi gli interventi come quello di ansible per fornire una "guida" a chi (me incluso) vorrebbe farsi una sua idea

[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_thumbup.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Arne Saknussemm il 22 Dicembre 2011, 12:42:04

[quote author=ansible qlnk=board=9&threadid=5060&start=315#60935 date=1324543269]
Gli anni d'oro, nella carriera di Robert Silverberg, si pongono tra il 1967 e il 1975, tra i romanzi più importanti citerei [I]Brivido crudele[/I], [I]Terra di mutazioni[/I], [I]Ali della notte[/I], [I]Torre di cristallo[/I], [I]Il tempo delle metamorfosi[/I], [I]Vacanze nel deserto[/I], [I]Morire dentro[/I], molti di questi editi dalla editrice NORD.
Personalmente ritengo che uno dei punti più alti della sua letteratura sia il romanzo breve [I]Nati con la morte[/I], compreso nella bellissima antologia [I]Oltre il limite[/I] anch'essa edita dalla NORD.
[I]Brivido Crudele[/I], pur con qualche limite, è particolarmente interessante perché segna il passaggio di RS da scrittore di ottimi juveniles a autore più maturo e sensibile.
Dopo una lunga pausa, negli anni 80, RS riprende a scrivere: [I]L'ora del passaggio[/I], [I]Arca di stelle[/I], [I]Gli anni alieni[/I], i romanzi della serie fantasy delle [I]Cronache di Majipoor[/I] o quelli di storia alternativa della serie [I]Roma Eterna[/I] sono alcuni dei titoli che mi vengono in mente, ma io credo che tutto ciò che RS aveva da dire lo avesse già detto prima.

Un saluto da ansible
[/quote]

Tra i libri da te citati ho "Vacanze nel deserto" e l'antologia "Oltre il limite" [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]
Scusi sua enciclopeditudine...
...ma "Il secondo viaggio" che è del '72 l'hai escluso volutamente ??

Ed i famosi "Shadrach" 1976 e "Base Hawksbill" 1968 ?
Ed anche "Uomo stocastico" 1975 è piuttosto noto.
Che dici di questi 3 romanzi ?

"Il pianeta nascosto" del 1957 credo sia un Juveniles, come anche "Invasori silenziosi" del '63. No ??

p.s. "Terra di mutazioni" è un racconto ? Io conosco solo l'omonimo romanzo di Zelazny.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: ansible il 22 Dicembre 2011, 13:14:19

[quote author=Arne Saknussemm qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#60942 date=1324554124]
Tra i libri da te citati ho "Vacanze nel deserto" e l'antologia "Oltre il limite" [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]
Scusi sua enciclopeditudine...
...ma "Il secondo viaggio" che è del '72 l'hai escluso volutamente ??
[/quote]
Escluso volutamente. Lo considero inferiore a quelli citati.

[quote author=Arne Saknussemm qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#60942 date=1324554124]
Ed i famosi "Shadrach" 1976 e "Base Hawksbill" 1968 ?
Ed anche "Uomo stocastico" 1975 è piuttosto noto.
Che dici di questi 3 romanzi ?
[/quote]

Per i primi due vale lo stesso discorso fatto per [I]Il secondo viaggio[/I]. Invece, ora che mi ci fai pensare, metterei nella mia lista anche [I]L'uomo stocastico[/I], nonostante lo stile un pò sciatto e disadorno, il tema trattato è molto interessante: libero arbitrio contro predestinazione, un tema che abbiamo già trattato in un vecchio thread...


[quote author=Arne Saknussemm qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#60942 date=1324554124]
"Il pianeta nascosto" del 1957 credo sia un Juveniles, come anche "Invasori silenziosi" del '63. No ??
[/quote]
Yep.

[quote author=Arne Saknussemm qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#60942 date=1324554124]
p.s. "Terra di mutazioni" è un racconto ? Io conosco solo l'omonimo romanzo di Zelazny.
[/quote]
Stavolta ho fatto cilecca e giustamente mi hai beccato in castagna, il titolo corretto è [I]Mutazione [/I](Downward to the earth, 1970)


Un saluto da ansible


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Arne Saknussemm il 22 Dicembre 2011, 17:32:50

Grazie tante !!

Io volevo iniziare la conoscenza proprio con "Shadrach" e "Hawksbill" .... resteranno di certo in coda di lettura ma saranno scavalcati da "Vacanze nel deserto" ed "Oltre il limite".


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 22 Dicembre 2011, 18:17:29

Aggiungete alla lista[I] La città labirinto[/I] o[I] L'uomo nel labirinto[/I] che dir si voglia.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 22 Dicembre 2011, 19:01:56

[quote author=marben qlnk=board=9&threadid=5060&start=330#60983 date=1324574249]
Aggiungete alla lista[I] La città labirinto[/I] o[I] L'uomo nel labirinto[/I] che dir si voglia.
[/quote]


Io ce lo avevo già messo nella lista, non so perchè ne sia uscito [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/33.gif[/IMG]
E ci metto pure [I]Quellen[/I] e [I]Shadrach[/I] checchè se ne pensi...
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_thumbup.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: ansible il 22 Dicembre 2011, 21:02:20

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#60990 date=1324576916]
[quote author=marben qlnk=board=9&threadid=5060&start=330#60983 date=1324574249]
Aggiungete alla lista[I] La città labirinto[/I] o[I] L'uomo nel labirinto[/I] che dir si voglia.
[/quote]


Io ce lo avevo già messo nella lista, non so perchè ne sia uscito [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/33.gif[/IMG]
E ci metto pure [I]Quellen[/I] e [I]Shadrach[/I] checchè se ne pensi...
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_thumbup.gif[/IMG]
[/quote]
Di certo non nella [I]mia [/I]lista...


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: ansible il 22 Dicembre 2011, 21:38:22

[quote author=Arne Saknussemm qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#60978 date=1324571570]
Grazie tante !!

Io volevo iniziare la conoscenza proprio con "Shadrach" e "Hawksbill" .... resteranno di certo in coda di lettura ma saranno scavalcati da "Vacanze nel deserto" ed "Oltre il limite".
[/quote]
Ciao Arne,
ovviamente queste sono le mie preferenze, spero di non essere stato troppo categorico nel proportele, quindi decidi tu cosa leggere e fatti le tue opinioni, chissà magari potresti anche essere d'accordo con me...
Un saluto da ansible


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 23 Dicembre 2011, 23:56:04

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B] 069 - Gli immortali - Poul ANDERSON (1989)[/B][/SIZE][/COLOR]

Ecco qui un libro che mai avrei pensato di mettere in questa collana. Il motivo? Nonostante una serie di felicissime letture di libri di Anderson ("[I]Operazione caos[/I]" su tutti) non ne avevo mai sentito parlare...
Poi un bel giorno il vice-curatore marben me lo ha suggerito e, dopo una rapida sbirciatina nella sezione commenti (il parere di marben non ha bisogno di ulteriori verifiche), ho deciso di inserirlo senza altro indugio nell'elenco delle proposte.
Penso, infatti, che questa collana, oltre che proporre opere che personalmente ritengo meritevoli, debba presentare il meglio del meglio a prescindere dalle mie vaste lacune ed è per questo che pareri di persone come marben, ansible o ansarben sono bene accetti, ovviamente assieme a quelli di chiunque voglia portare il suo contributo.
Con la copertina di Oscar Chiconi che appariva per una edizione spagnola del romanzo e con la quarta di copertina dell'Urania 1202, ecco a voi un capolavoro che è stato finalista per i premi Hugo e Nebula. Un capolavoro che non conoscevo e che metto senz'altro nella coda di lettura per il prossimo anno.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2ke62134fdb8.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Avvolto nelle brume della preistoria si cela un segreto che per centinaia di migliaia di anni nessuno è riuscito a svelare. Un gruppo di esseri umani ha scoperto il modo di vivere indefinitamente, ma l'esistenza degli immortali non è pacifica né priva di pericoli, perché le civiltà che si succedono nei millenni rappresentano una sfida al loro potere e un rischio che non sempre può essere calcolato. Gli immortali, inoltre, hanno un progetto che li isola dal resto del mondo, la conquista dell'infinito.
Nel suo ultimo romanzo Poul Anderson ha voluto tracciare un'avventura che si snoda in un arco di tempo lunghissimo e che si proietta verso un futuro spettacolare.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

055 - Isaac ASIMOV - Cronache della galassia
056 - Isaac ASIMOV - Il crollo della galassia centrale
057 - Isaac ASIMOV - L'altra faccia della spirale
058 - Charles LOGAN - Naufragio
059 - Samy FAYAD - La collina di Hawotack
060 - Theodore STURGEON - Cristalli sognanti
061 - Frederik POHL & C.M. KORNBLUTH - I mercanti dello spazio
062 - Jack FINNEY - L'invasione degli ultracorpi
063 - Alfred E. Van VOGT - Crociera nell'infinito
064 - Roger ZELAZNY - Signore della luce
065 - Alfred BESTER - L'uomo disintegrato
066 - Robert A. HEINLEIN - La Luna è una severa maestra
067 - Robert SILVERBERG - Shadrach nella fornace
068 - Jack WILLIAMSON - Il figlio della notte
069 - Poul ANDERSON - Gli immortali

Riprendendo il filo "alfabetico" di questa annata, qualcuno potrebbe opinare che la B di Bester è già uscita... ma siete davvero sicuri per questo futile motivo di volervi privare della B di Ballard?
[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cool.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 27 Dicembre 2011, 16:05:49

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B] 070 - Tempo e controtempo - James G. BALLARD[/B][/SIZE][/COLOR]

E' perfettamente inutile che ora, letto il titolo, corriate a cercare questo volume nel nostro database o su Internet, perchè non lo troverete. Come "[I]Anguilla stellare[/I]" di Young, infatti, anche questa antologia, dedicata a Ballard ed opportunamente suddivisa in due volumi, è il risultato di un lavoro di raccolta del tutto originale del curatore.
Ma mentre l'antologia di Young era motivata da una inesplicabile "indifferenza" da parte dell'editoria specializzata, queste due antologie servono più che altro come "orientamento"; perchè tra i numerosi volumi stampati dalla Mondadori e dalla Fanucci nel corso degli anni, un lettore può leggitimamente sentirsi smarrito e non riuscire ad apprezzare appieno l'opera di uno degli scrittori più interessanti ed innovativi di tutto il '900, uno dei pochi autori di fantascienza che, a modesto parere del curatore, sia riuscito davvero a trascendere i canoni del genere.
Con l'immagine di copertina che riprende il celeberrimo (e bellissimo) dipinto di Salvador Dalì "Persistenza della memoria" e con la quarta di copertina scritta da me medesimo, ecco un'altra antologia che non c'è.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kfbdeed984b.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Il tempo ha una sua realtà fisica ben precisa e Ballard, che questo concetto lo ha afferrato molto bene, ci mette in guardia: il tempo - egli sembra spiegarci attraverso i suoi racconti - ha dei meccanismi tutti suoi che, nonostante la loro apparente perfezione, possono rivelarsi molto delicati ed addirittura guastarsi.
Scopriamo allora che il tempo può fermarsi o essere annullato (anche se solo in piccole porzioni di spazio), può scorrere all'indietro ed addirittura compiere dei piccoli imprevedibili balzi come la puntina di un giradischi. E quando i suoi personaggi si trovano in balia di questi straordinari fenomeni, presi nell'inconcepibile giostra del tempo impazzito, non possono far altro che mettersi comodi e attendere, a volte anche per tutta l'eternità.

In questa prima parte della raccolta che propone alcuni dei migliori racconti di Ballard sono presenti diverse storie che hanno il tempo come elemento caratterizzante, ma non mancano altri piccoli capolavori in cui questo originalissimo interprete della fantascienza ci conduce per mano in sentieri davvero inaspettati.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
E, visto che questa antologia "non c'è", ecco a voi il suo indice, per poter reperire i racconti in essa contenuti.

[TABLE][TR][TD]Il tempo si guasta[/TD][TD]Escapement, 1956[/TD][TD]Urania 399[/TD][/TR][TR][TD]Amplificazione[/TD][TD]Track 12, 1958[/TD][TD]Urania 371[/TD][/TR][TR][TD]Controtempo[/TD][TD]Time of Passage, 1960[/TD][TD]Urania 487[/TD][/TR][TR][TD]Zona di terrore[/TD][TD]Zone of Terror, 1960[/TD][TD]Urania 779[/TD][/TR][TR][TD]Cronopoli[/TD][TD]Chronopolis, 1962[/TD][TD]Incubo a quattro dimensioni[/TD][/TR][TR][TD]Ora Zero[/TD][TD]Now: Zero, 1962[/TD][TD]Urania 908[/TD][/TR][TR][TD]Per piccina che tu sia[/TD][TD]Billenium, 1962[/TD][TD]Urania 764[/TD][/TR][TR][TD]Tredici verso Centauro[/TD][TD]Thirteen to Centaurus, 1962[/TD][TD]Urania 399[/TD][/TR][TR][TD]Il giardino del tempo[/TD][TD]The Garden of Time, 1962[/TD][TD]Incubo a quattro dimensioni[/TD][/TR][TR][TD]L'ultima pozzanghera[/TD][TD]Deep End, 1962[/TD][TD]Urania 764[/TD][/TR][TR][TD]Dalla veranda[/TD][TD]Overloaded Man, 1962[/TD][TD]Incubo a quattro dimensioni[/TD][/TR][TR][TD]Il signor F. è il signor F.[/TD][TD]Mr F. is Mr F., 1963[/TD][TD]Urania 779[/TD][/TR][TR][TD]Passaporto per l'eternità[/TD][TD]Passport to Eternity, 1963[/TD][TD]Urania 399[/TD][/TR][TR][TD]I saccheggiatori di tombe[/TD][TD]The Time Tombs, 1964[/TD][TD]Urania 908[/TD][/TR][TR][TD]L'uomo luminoso[/TD][TD]The Illuminated Man, 1964[/TD][TD]Urania 764[/TD][/TR][TR][TD]Il Leonardo scomparso[/TD][TD]The Lost Leonardo, 1964[/TD][TD]Urania 764[/TD][/TR][TR][TD]Il gigante annegato[/TD][TD]The Drowned Giant, 1964[/TD][TD]Urania 764[/TD][/TR][TR][TD]Il mare è vicino[/TD][TD]Now Wakes the Sea, 1966[/TD][TD]Urania 779[/TD][/TR][TR][TD]Città di concentramento[/TD][TD]The Concentration Man, 1967[/TD][TD]Urania 779[/TD][/TR][TR][TD]Vita e morte di Dio[/TD][TD]The Life and Death of God, 1976[/TD][TD]Urania 717[/TD][/TR][TR][TD]Saluti da Las Palmas[/TD][TD]Having a Wonderful Time, 1978[/TD][TD]Urania 976[/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

056 - Isaac ASIMOV - Il crollo della galassia centrale
057 - Isaac ASIMOV - L'altra faccia della spirale
058 - Charles LOGAN - Naufragio
059 - Samy FAYAD - La collina di Hawotack
060 - Theodore STURGEON - Cristalli sognanti
061 - Frederik POHL & C.M. KORNBLUTH - I mercanti dello spazio
062 - Jack FINNEY - L'invasione degli ultracorpi
063 - Alfred E. Van VOGT - Crociera nell'infinito
064 - Roger ZELAZNY - Signore della luce
065 - Alfred BESTER - L'uomo disintegrato
066 - Robert A. HEINLEIN - La Luna è una severa maestra
067 - Robert SILVERBERG - Shadrach nella fornace
068 - Jack WILLIAMSON - Il figlio della notte
069 - Poul ANDERSON - Gli immortali
070 - James G. BALLARD - Tempo e controtempo

E nel prossimo numero la seconda parte dell'antologia!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: ansible il 27 Dicembre 2011, 17:17:45

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#61134 date=1324998349]
[
[TABLE][TR][TD]Il tempo si guasta[/TD][TD]Escapement, 1956[/TD][TD]Urania 399[/TD][/TR][TR][TD]Amplificazione[/TD][TD]Track 12, 1958[/TD][TD]Urania 371[/TD][/TR][TR][TD]Controtempo[/TD][TD]Time of Passage, 1960[/TD][TD]Urania 487[/TD][/TR][TR][TD]Zona di terrore[/TD][TD]Zone of Terror, 1960[/TD][TD]Urania 779[/TD][/TR][TR][TD]Cronopoli[/TD][TD]Chronopolis, 1962[/TD][TD]Incubo a quattro dimensioni[/TD][/TR][TR][TD]Ora Zero[/TD][TD]Now: Zero, 1962[/TD][TD]Urania 908[/TD][/TR][TR][TD]Per piccina che tu sia[/TD][TD]Billenium, 1962[/TD][TD]Urania 764[/TD][/TR][TR][TD]Tredici verso Centauro[/TD][TD]Thirteen to Centaurus, 1962[/TD][TD]Urania 399[/TD][/TR][TR][TD]Il giardino del tempo[/TD][TD]The Garden of Time, 1962[/TD][TD]Incubo a quattro dimensioni[/TD][/TR][TR][TD]L'ultima pozzanghera[/TD][TD]Deep End, 1962[/TD][TD]Urania 764[/TD][/TR][TR][TD]Dalla veranda[/TD][TD]Overloaded Man, 1962[/TD][TD]Incubo a quattro dimensioni[/TD][/TR][TR][TD]Il signor F. è il signor F.[/TD][TD]Mr F. is Mr F., 1963[/TD][TD]Urania 779[/TD][/TR][TR][TD]Passaporto per l'eternità[/TD][TD]Passport to Eternity, 1963[/TD][TD]Urania 399[/TD][/TR][TR][TD]I saccheggiatori di tombe[/TD][TD]The Time Tombs, 1964[/TD][TD]Urania 908[/TD][/TR][TR][TD]L'uomo luminoso[/TD][TD]The Illuminated Man, 1964[/TD][TD]Urania 764[/TD][/TR][TR][TD]Il Leonardo scomparso[/TD][TD]The Lost Leonardo, 1964[/TD][TD]Urania 764[/TD][/TR][TR][TD]Il gigante annegato[/TD][TD]The Drowned Giant, 1964[/TD][TD]Urania 764[/TD][/TR][TR][TD]Il mare è vicino[/TD][TD]Now Wakes the Sea, 1966[/TD][TD]Urania 779[/TD][/TR][TR][TD]Città di concentramento[/TD][TD]The Concentration Man, 1967[/TD][TD]Urania 779[/TD][/TR][TR][TD]Vita e morte di Dio[/TD][TD]The Life and Death of God, 1976[/TD][TD]Urania 717[/TD][/TR][TR][TD]Saluti da Las Palmas[/TD][TD]Having a Wonderful Time, 1978[/TD][TD]Urania 976[/TD][/TR][/TABLE]

E nel prossimo numero la seconda parte dell'antologia!
[/quote]
Ciao maxpullo,
ti sei scordato [I]Le voci del tempo[/I] (The Voices of Time, 1960), che IMHO credo sia uno dei suoi racconti più belli in assoluto.
Un saluto da ansible


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 27 Dicembre 2011, 17:46:11

[quote author=ansible qlnk=board=9&threadid=5060&start=330#61137 date=1325002665]

Ciao maxpullo,
ti sei scordato [I]Le voci del tempo[/I] (The Voices of Time, 1960), che IMHO credo sia uno dei suoi racconti più belli in assoluto.
Un saluto da ansible
[/quote]


No no, tranquillo, non l'ho dimenticato (è anche uno dei miei preferiti) e sarà presente nel secondo volume.
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_wink.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Arne Saknussemm il 27 Dicembre 2011, 19:18:20

[quote author=ansible qlnk=board=9&threadid=5060&start=330#61000 date=1324586302]
[quote author=Arne Saknussemm qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#60978 date=1324571570]
Grazie tante !!

Io volevo iniziare la conoscenza proprio con "Shadrach" e "Hawksbill" .... resteranno di certo in coda di lettura ma saranno scavalcati da "Vacanze nel deserto" ed "Oltre il limite".
[/quote]
Ciao Arne,
ovviamente queste sono le mie preferenze, spero di non essere stato troppo categorico nel proportele, quindi decidi tu cosa leggere e fatti le tue opinioni, chissà magari potresti anche essere d'accordo con me...
Un saluto da ansible
[/quote]

Ovvio.
Ma per iniziare a conoscere un autore preferisco seguire i consigli di chi gia conosce bene l'autore.
Tanto poi leggero' anche il resto, e vi diro' se la penso come l'uno o l'altro ... o se la penso in maniere ancora differente!

A che serve altrimenti l'esperienza ??? [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 27 Dicembre 2011, 21:48:54

Amici!

Un piccolo sondaggio. Il numero 100 si avvicina rapidamente: che cosa vorreste veder pubblicato?
Io ho diverse idee, ma non ve le posso anticipare per non influenzarvi.
Riguardandovi le uscite sin qui pubblicate provate a dire la vostra e... chissà che il fatidico numero 100 stavolta non sia proprio quello che volevate voi!
Evitate i cicli se possibile...
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/63.gif[/IMG]
Naturalmente se "beccate" un titolo che è nelle uscite immediatamente prima del 100 saprete subito se la vostra proposta è stata accettata oppure no.

PS
Se non volete mettere dei post qui per non scoprire le carte si accettano anche messaggi privati!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: PabloE il 28 Dicembre 2011, 10:46:11


Gli Umanoidi [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/24.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 28 Dicembre 2011, 23:31:36

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B] 071 - Ombre sul domani - James G. BALLARD[/B][/SIZE][/COLOR]

E mentre ferve l'attesa per scoprire quale sarà il numero 100, consoliamoci con questa uscita davvero spettacolare.
Si conclude, infatti, con questo numero la raccolta di racconti dedicata ad uno dei più innovativi ed originali interpreti della fantascienza, quel James G. Ballard che per primo, nel panorama del genere, si è fatto interprete e cantore dell'inquietudine dell'uomo dei tempi moderni.
Con l'immagine di copertina di Renè Magritte e la quarta di copertina scritta da me medesimo, ecco a voi la seconda parte dell'antologia iniziata nel numero scorso.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k9334960849.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]L'uomo, la sua mente, le sue follie, i suoi drammi e le ipotesi sulla sua futura evoluzione sono al centro di questa seconda parte della raccolta dedicata a Ballard ed iniziata con il volume precedente.
Dal fallimento del programma spaziale agli orrori della guerra, dall'introspezione che ci mostra i limiti della nostra presunta razionalità alla follia che inesorabilmente si insinua nel quotidiano; Ballard riesce ad evocare, in termini spesso insolitamente poetici, tutti gli spettri, le paure e le ansie che si agitano nel nostro inconscio, regalandoci al contempo alcune inquietanti pagine su quello che potrebbe essere il nostro prossimo futuro.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ed ecco l'indice del volume.

[TABLE][TR][TD]Le voci del tempo[/TD][TD]The Voices of Time, 1960[/TD][TD]Incubo a quattro dimensioni[/TD][/TR][TR][TD]Essi ci guardano dalle torri[/TD][TD]The Watch-Towers, 1962[/TD][TD]Urania 371[/TD][/TR][TR][TD]La rete di sabbia[/TD][TD]The Cage of Sand, 1962[/TD][TD]Urania 399[/TD][/TR][TR][TD]L'uomo al 99° piano[/TD][TD]The Man on the 99th Floor, 1962[/TD][TD]Urania 371[/TD][/TR][TR][TD]L'astronauta scomparso[/TD][TD]A Question of Re-Entry, 1963[/TD][TD]Urania 371[/TD][/TR][TR][TD]L'ultima mossa[/TD][TD]End Game, 1963[/TD][TD]Urania 764[/TD][/TR][TR][TD]L'uomo sublimale[/TD][TD]The Sublimal Man, 1963[/TD][TD]Urania 779[/TD][/TR][TR][TD]Paziente perduto[/TD][TD]Minus One, 1963[/TD][TD]Urania 779[/TD][/TR][TR][TD]Il delta al tramonto[/TD][TD]The Delta at Sunset, 1964[/TD][TD]Urania 764[/TD][/TR][TR][TD]La spiaggia[/TD][TD]The Reptile Enclosure, 1964[/TD][TD]Urania 764[/TD][/TR][TR][TD]UFO da Venere[/TD][TD]The Venus Hunters, 1964[/TD][TD]Urania 908[/TD][/TR][TR][TD]L'uomo impossibile[/TD][TD]The Impossible Man, 1966[/TD][TD]Urania 779[/TD][/TR][TR][TD]L'astronauta morto[/TD][TD]The Dead Astronaut, 1968[/TD][TD]Urania 717[/TD][/TR][TR][TD]Il bombardiere del sogno[/TD][TD]My Dream of Flying to Wake Island, 1976[/TD][TD]Urania 717[/TD][/TR][TR][TD]Il più grande show televisivo mai visto[/TD][TD]The Greatest TV Show on Earth, 1976[/TD][TD]Urania 717[/TD][/TR][TR][TD]Il sorriso[/TD][TD]The Smile, 1976[/TD][TD]Urania 976[/TD][/TR][TR][TD]Zoom in 60 minuti[/TD][TD]The 60 Minute Zoom, 1976[/TD][TD]Urania 908[/TD][/TR][TR][TD]Guerra finita[/TD][TD]The Dead Time, 1977[/TD][TD]Urania 976[/TD][/TR][TR][TD]Riunione di famiglia[/TD][TD]The Intensive Care Unit, 1977[/TD][TD]Urania 976[/TD][/TR][TR][TD]Solarium[/TD][TD]Motel Architecture, 1977[/TD][TD]Urania 976[/TD][/TR][TR][TD]Teatro di guerra[/TD][TD]Theatre of War, 1977[/TD][TD]Urania 976[/TD][/TR][TR][TD]Un pomeriggio a Utah Beach[/TD][TD]One Afternoon at Utah Beach, 1978[/TD][TD]Urania 908[/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

057 - Isaac ASIMOV - L'altra faccia della spirale
058 - Charles LOGAN - Naufragio
059 - Samy FAYAD - La collina di Hawotack
060 - Theodore STURGEON - Cristalli sognanti
061 - Frederik POHL & C.M. KORNBLUTH - I mercanti dello spazio
062 - Jack FINNEY - L'invasione degli ultracorpi
063 - Alfred E. Van VOGT - Crociera nell'infinito
064 - Roger ZELAZNY - Signore della luce
065 - Alfred BESTER - L'uomo disintegrato
066 - Robert A. HEINLEIN - La Luna è una severa maestra
067 - Robert SILVERBERG - Shadrach nella fornace
068 - Jack WILLIAMSON - Il figlio della notte
069 - Poul ANDERSON - Gli immortali
070 - James G. BALLARD - Tempo e controtempo
071 - James G. BALLARD - Ombre sul domani

E nel prossimo numero introdurremo un'altra "B" nel nostro universo alfabetico: quella di James Blish!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 29 Dicembre 2011, 18:53:33

[SIZE=4][B][COLOR=#1f497d] 072 - Il seme tra le stelle - James BLISH (1956)[/COLOR][/B][/SIZE]

L'ultima uscita di questa "annata" virtuale (che stranamente sarà l'ultima anche per l'anno solare reale) ci regala le emozioni dell'avventura fantascientifica più classica che si possa immaginare: quella dell'espansione dell'uomo tra le stelle.
Ma il sogno che ci regala Blish non è un sogno qualsiasi di mera conquista dello spazio: egli, infatti, (diversamente da molti suoi autori contemporanei) ha bene in mente le innegabili difficoltà di adattamento dell'uomo all'ambiente che si potrebbe trovare su pianeti di stelle lontane e, scartata immediatamente l'idea del "terraforming" (probabilmente per i costi eccessivi e non sostenibili nei momenti di crisi economica), rivolge la sua attenzione alle potenzialità offerte da un "rovesciamento" dei termini del problema: anzichè modificare il pianeta, perchè non modificare l'uomo?
In quella che sostanzialmente può essere considerata l'idea embrionale dell'ingegneria genetica, egli ci regala un classico davvero intramontabile che ripropongo con rinnovato entusiasmo in questa collana accompagnato dalla memorabile copertina di Karel Thole dell'Urania 535 e dalla quarta di copertina della stessa edizione.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kd1d8f2a017.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]I[/SIZE][SIZE=2]n un angolo remoto della Galassia ruota l'acquoso mondo di Hydrot, intorno alla rossa stella Tau Ceti: e in uno stagno profondo venti centimetri dell'acquoso mondo di Hydrot duecento uomini combatteranno contro un verme. Sarà questo il primo passo dell'umanità verso nuovi cicli di vita, dopo che il seme sarà stato gettato tra le stelle.
Ma la grande avventura astronautica e biologica che alla fine ci riporterà sulla Terra comincia molto più vicino a noi: in quella macchia triangolare a est di un mare ghiacciato, su una delle lune di Giove, che i primi esploratori del Quinto Pianeta hanno chiamato il Baratro.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

058 - Charles LOGAN - Naufragio
059 - Samy FAYAD - La collina di Hawotack
060 - Theodore STURGEON - Cristalli sognanti
061 - Frederik POHL & C.M. KORNBLUTH - I mercanti dello spazio
062 - Jack FINNEY - L'invasione degli ultracorpi
063 - Alfred E. Van VOGT - Crociera nell'infinito
064 - Roger ZELAZNY - Signore della luce
065 - Alfred BESTER - L'uomo disintegrato
066 - Robert A. HEINLEIN - La Luna è una severa maestra
067 - Robert SILVERBERG - Shadrach nella fornace
068 - Jack WILLIAMSON - Il figlio della notte
069 - Poul ANDERSON - Gli immortali
070 - James G. BALLARD - Tempo e controtempo
071 - James G. BALLARD - Ombre sul domani
072 - James BLISH - Il seme tra le stelle

Come prima uscita del prossimo anno ritroveremo Simak, con una delle sue storie più belle, poetiche e ricche di fantasia.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: gretana il 29 Dicembre 2011, 20:10:50

" Il morbo di San Francesco"? a me mi piace [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_smiley.gif[/IMG]
"La galassia brucia"?
"Strisciava sulla sabbia"?


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: gretana il 29 Dicembre 2011, 20:16:02

"Sun VII"?


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 29 Dicembre 2011, 21:25:12

[quote author=gretana qlnk=board=9&threadid=5060&start=345#61249 date=1325185850]
" Il morbo di San Francesco"? a me mi piace [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_smiley.gif[/IMG]
"La galassia brucia"?
"Strisciava sulla sabbia"?
[/quote]


[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/Generiche/damorlupo057.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 30 Dicembre 2011, 15:00:11

[SIZE=4][B][COLOR=#ff0000]L'anno che verrà[/COLOR][/B][/SIZE]

L'anno che verrà sarà il 2012, l'anno che i Maya, avendo finito le pietre su cui scolpire i loro calendari, dissero che sarebbe stato l'ultimo... ma in realtà il titolo di questo editoriale non si riferisce all'anno solare, quanto piuttosto a quello "virtuale" in cui ho deciso di suddividere idealmente le uscite di questa mia collana.
Dopo 5 annate "virtuali" moltissimi capolavori se ne sono andati, usciti e celebrati come si conveniva ed archiviati nell'empireo dei classici ideali, permettendo alla collana di andare a pieno regime e di acquisire una sua propria fisionomia, cosa non facile da realizzare.
L'obiettivo di proporre classici, infatti, pur essendo apparentemente semplice non lo è affatto: da un lato bisogna evitare assolutamente di "bruciarsi" un autore pubblicandone subito tutti i titoli migliori, mentre da un altro occorre fare letteralmente i salti mortali per evitare che altri autori (meno noti o prolifici) vengano esclusi per troppo tempo. Ancora più difficile è raggiungere l'equilibrio nel mix tra cicli e romanzi singoli e tra classici dell'età dell'oro e classici "moderni".
Nella sesta annata di pubblicazioni ritroveremo diversi autori già incontrati come Simak, Verne, Asimov, Shaw ed Anderson, ma avremo anche diversi volti "nuovi" come Erik Frank Russell, Brian Aldiss e Hal Clement.
Non mancheranno poi uscite sorprendenti con uno straordinario doppio volume dedicato a James Herbert ed un appassionante volume "cinematografico" dedicato a Dick; l'annata si concluderà, infine, con il primo capitolo di una delle più longeve ed apprezzate saghe della fantascienza, una saga destinata ad accompagnarci per quasi tutta la durata della collana (almeno per quella sin qui prevista dal suo curatore).
Un'annata straordinaria
Checchè ne pensino i Maya

Maxpullo


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 03 Gennaio 2012, 17:52:22

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B] 073 - L'anello intorno al Sole - Clifford D. SIMAK (1952-1953)[/B][/SIZE][/COLOR]

Con questa prima uscita del 2012 e del sesto anno di pubblicazioni ritroviamo uno degli autori che hanno contribuito a "fondare" il genere, qui impegnato in una delle sue trame più affascinanti in assoluto.
Pubblicato per la prima volta a puntate su Urania nei numeri 86-105, il romanzo ha avuto numerose ristampe nel corso degli anni, risultando forse uno dei pochi titoli a comparire su Urania, Galassia, Libra e Urania Collezione, una sorta di "jolly" che non poteva davvero mancare in questa mia rassegna.
Con l'immagine di copertina opera di Tim White e con la quarta di copertina ripresa dall'Urania "capolavori" numero 719, ecco a voi una delle più belle e intense "fiabe" di Simak.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kdf11e800f5.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Al principio sono modeste bottegucce, sparse qua e là per l'America, che vendono oggetti d'uso comune, lampadine, lamette, accendisigari. La gente passa, legge il cartellino che ne vanta la durata eterna, e sorride. Ma poi, incuriosita, entra. Il prezzo è bassissimo, perché non provare? E a migliaia, a milioni, le lampadine e le lamette eterne cominciano a diffondersi, seguite dalle automobili eterne, dalle case prefabbricate eterne, dagli indumenti eterni... Di colpo, tutto il mondo industriale si trova sull'orlo del collasso, i governi sono presi dal panico, il sistema economico internazionale sta per saltare. Chi sono i misteriosi fabbricanti? Cosa si nasconde dietro questa incredibile operazione commerciale? Un gruppo operativo segreto, formato dai massimi cervelli della politica, della scienza, dell'economia, viene incaricato di scoprire il nemico e combatterlo con qualsiasi mezzo.
E questi uomini disperati, con le spalle al muro, hanno l'idea di convocare uno scrittore niente affatto celebre, che vive in campagna, e di fargli una proposta giornalistica niente affatto stravagante. Sembra un po' poco come contromisura: non c'è libro o inchiesta che possa capovolgere la situazione, a questo punto. A meno che lo scrittore non sia affatto quello che sembra, che il suo mestiere sia soltanto una facciata, che la sua vera identità si nasconda tra le strisce colorate di una vecchia trottola che gira all'infinito, verso l'infinito, dentro l'infinito.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

059 - Samy FAYAD - La collina di Hawotack
060 - Theodore STURGEON - Cristalli sognanti
061 - Frederik POHL & C.M. KORNBLUTH - I mercanti dello spazio
062 - Jack FINNEY - L'invasione degli ultracorpi
063 - Alfred E. Van VOGT - Crociera nell'infinito
064 - Roger ZELAZNY - Signore della luce
065 - Alfred BESTER - L'uomo disintegrato
066 - Robert A. HEINLEIN - La Luna è una severa maestra
067 - Robert SILVERBERG - Shadrach nella fornace
068 - Jack WILLIAMSON - Il figlio della notte
069 - Poul ANDERSON - Gli immortali
070 - James G. BALLARD - Tempo e controtempo
071 - James G. BALLARD - Ombre sul domani
072 - James BLISH - Il seme tra le stelle
073 - Clifford D. SIMAK - L'anello intorno al Sole

E nel prossimo numero una sorprendente riedizione di un classico degli albori della fantascienza


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: PabloE il 03 Gennaio 2012, 18:37:29

Oddio, sarebbe [I]Mondi senza fine[/I]? [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_shock.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 03 Gennaio 2012, 18:38:45

[quote author=Andy Dufresne qlnk=board=9&threadid=5060&start=345#61493 date=1325612249]
Oddio, sarebbe [I]Mondi senza fine[/I]? [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_shock.gif[/IMG]
[/quote]

Cero che sì, solo che questo non è tagliuzzato...


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 03 Gennaio 2012, 18:48:22

[quote author=Andy Dufresne qlnk=board=9&threadid=5060&start=345#61493 date=1325612249]
Oddio, sarebbe [I]Mondi senza fine[/I]? [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_shock.gif[/IMG]
[/quote]

Si, trovo che la traduzione del titolo originale sia molto più adatta anche se quella dell'urania 719 era più suggestiva.

[quote author=marben qlnk=board=9&threadid=5060&start=345#61494 date=1325612325]

Cer[t]o che sì, solo che questo non è tagliuzzato...
[/quote]


Almeno nelle intenzioni... [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_rolleyes.gif[/IMG]

Però rispetto ad altri libri di Simak ([I]Oltre l'invisibile[/I] su tutti) devo dire che questo qui è quello che ha risentito meno dei tagli.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: PabloE il 03 Gennaio 2012, 19:38:59


Solo che è un libro che cercavo, ma non sapevo di averlo già [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 04 Gennaio 2012, 16:13:30

[COLOR=#c0504d][SIZE=4][B] I capolavori di Maxpullo, anno 1[/B][/SIZE][/COLOR]

E' da un po' che mi chiedevo che impressione potessero fare tutti i volumi sin qui usciti allineati e messi uno accanto all'altro.
Del resto quando ero più piccolo (all'epoca guardavo più le copertine e i titoli che le storie che c'erano dentro) mi divertivo spesso a tirar fuori tutti gli Urania dalla libreria (per la gioia di mamma) ed a disporli uno accanto all'altro per vedere che effetto faceva: ora non posso più farlo perchè l'operazione richiederebbe più di una giornata e tanto tanto spazio e così mi voglio togliere questo sfizio con la "mia" collana, mettendo una accanto all'altra tutte le uscite del primo anno.
Sennò che vantaggio c'è a virtualizzare? [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cool.gif[/IMG]

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k20cca7a871.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k26f219b862.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k3a920ac5f6.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k9a986011e1.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][/TR][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kc7d9545811.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k10652f47ac.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k2f28fea060.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k301173cb4f.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][/TR][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k7e58e62297.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k6d24a4bc02.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k7b55e03c65.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kcbe9d4cf85.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][/TR][/TABLE]
Mi piace!
Perdonatemi ma penso che lo farò anche per le annate successive!
[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_rolleyes.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 04 Gennaio 2012, 23:20:07

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B] 074 - 20.000 leghe sotto i mari - Jules VERNE (1870)[/B][/SIZE][/COLOR]

Non ho mai fatto segreto del fatto che uno degli scopi di questa collana consista nel recupero dei grandi classici della fantascienza, indipendentemente dalla loro età o dalla loro appartenenza al genere propriamente detto.
Riproporre oggi l'immortale classico di Verne potrà forse sembrare una cosa alquanto strana, ma se non ci si sofferma troppo sulla data della prima edizione e ci si lascia trasportare dal vortice di emozioni che accompagna le avventure dell'equipaggio del Nautilus agli ordini del capitano Nemo, ci si potrà sorprendere di quanto questa lettura possa essere straordinariamente avvincente ancora oggi e che questo mirabile sottomarino che esplora gli abissi non ha davvero nulla da invidiare alle più moderne astronavi che esplorano lo spazio.
Con una copertina quanto mai "moderna" che ritrae il calamaro gigante protagonista di una delle avventure più celebri del Nautilus e con la quarta di copertina che ritorna un po' in tutte le innumerevoli edizioni del romanzo, ecco a voi un altro dei capolavori di Verne che hanno tracciato il sentiero per la moderna fantascienza.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k6f72318730.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Per liberare gli oceani da un mostro sconosciuto la marina degli Stati Uniti allestisce una spedizione, cui prendono parte il professor Aronax, il suo domestico Conseil e il fiociniere Ned Land. Ma una collisione fra il "mostro" - il sottomarino corazzato Nautilus - e la nave americana, sbalza in mare i tre, i quali vengono salvati dallo straordinario battello. Ha inizio così la loro incredibile e affascinante peregrinazione nel profondo o alla superficie degli oceani, in balia del misterioso capitano Nemo, fino al giorno in cui verrà loro rivelata la personalità di quest'uomo: un vendicatore spietato di torti subiti dal suo popolo - l'India - per il quale l'incanto delle solitudini sottomarine è intensamente legato all'odio verso l'Inghilterra e il mondo dell'imperialismo ottocentesco.
Il finale, con la sua drammaticissima peripezia, segna una tra le espressioni maggiori di Jules Verne.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

060 - Theodore STURGEON - Cristalli sognanti
061 - Frederik POHL & C.M. KORNBLUTH - I mercanti dello spazio
062 - Jack FINNEY - L'invasione degli ultracorpi
063 - Alfred E. Van VOGT - Crociera nell'infinito
064 - Roger ZELAZNY - Signore della luce
065 - Alfred BESTER - L'uomo disintegrato
066 - Robert A. HEINLEIN - La Luna è una severa maestra
067 - Robert SILVERBERG - Shadrach nella fornace
068 - Jack WILLIAMSON - Il figlio della notte
069 - Poul ANDERSON - Gli immortali
070 - James G. BALLARD - Tempo e controtempo
071 - James G. BALLARD - Ombre sul domani
072 - James BLISH - Il seme tra le stelle
073 - Clifford D. SIMAK - L'anello intorno al Sole
074 - Jules VERNE - 20.000 leghe sotto i mari

E nel prossimo numero arriva Philip José Farmer, con una delle sue opere più famose e dissacranti.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Arne Saknussemm il 05 Gennaio 2012, 09:09:51

Il mio amore per Verne è palese, visto che il mio nick è un omaggio ad uno dei suoi romanzi piu belli!

Grazie Max, questo numero 74 è davvero bello [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_smiley.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: AgenteD il 05 Gennaio 2012, 09:22:36

[quote author=Arne Saknussemm qlnk=board=9&threadid=5060&start=345#61567 date=1325750991]

Grazie Max, questo numero 74 è davvero bello [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_smiley.gif[/IMG]

[/quote]

... Mi associo, quanti ricordi, e anche per me c'entra mia mamma, visto che ricordo perfettamente l'ora, la libreria e... il regalo, appunto! Il libro l'avrò letto 5-6 volte...

Circa l'effetto che fanno i tuoi "Capolavori", Max, potevi chiedere a me...io non li ho mica in libreria, li tengo tutti sul tavolo![IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/Generiche/applauso.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: attiliosfunel il 05 Gennaio 2012, 09:59:22

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=345#61554 date=1325690010]
[COLOR=#c0504d][SIZE=4][B] I capolavori di Maxpullo, anno 1[/B][/SIZE][/COLOR]

E' da un po' che mi chiedevo che impressione potessero fare tutti i volumi sin qui usciti allineati e messi uno accanto all'altro.
Del resto quando ero più piccolo (all'epoca guardavo più le copertine e i titoli che le storie che c'erano dentro) mi divertivo spesso a tirar fuori tutti gli Urania dalla libreria (per la gioia di mamma) ed a disporli uno accanto all'altro per vedere che effetto faceva: ora non posso più farlo perchè l'operazione richiederebbe più di una giornata e tanto tanto spazio e così mi voglio togliere questo sfizio con la "mia" collana, mettendo una accanto all'altra tutte le uscite del primo anno.
Sennò che vantaggio c'è a virtualizzare? [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cool.gif[/IMG]

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k20cca7a871.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k26f219b862.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k3a920ac5f6.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k9a986011e1.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][/TR][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kc7d9545811.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k10652f47ac.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k2f28fea060.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k301173cb4f.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][/TR][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k7e58e62297.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k6d24a4bc02.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k7b55e03c65.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kcbe9d4cf85.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][/TR][/TABLE]
Mi piace!
Perdonatemi ma penso che lo farò anche per le annate successive!
[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_rolleyes.gif[/IMG]
[/quote]
Perdonarti? Ma se è ganzissimo? Tra l'altro avevo anch'io la tua stessa mania di spargere gli [I]Urania[/I] sul pavimento... Una domanda: come hai fatto a fare la galleria?


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 05 Gennaio 2012, 11:27:41

[quote author=attiliosfunel qlnk=board=9&threadid=5060&start=345#61571 date=1325753962]

Perdonarti? Ma se è ganzissimo? Tra l'altro avevo anch'io la tua stessa mania di spargere gli [I]Urania[/I] sul pavimento... Una domanda: come hai fatto a fare la galleria?
[/quote]


Fratello! Quante litigate con mia mamma che non poteva capire perchè lo facessi! E "[I]Dentelungo[/I]" e "[I]I serpenti sugli alberi[/I]" che finivano sempre girate perchè mi facevano impressione... e "[I]Il campo degli UFO[/I]" che adoravo (senza averlo mai letto) per la ragazza in copertina...
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_embarassed.gif[/IMG]
... quanti ricordi!
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_grin.gif[/IMG]

Per la galleria ho inserito una tabella e poi ci ho pucciato dentro tutte le immagini rimpicciolite una per una con il bottone inserisci immagine (ovviamente le dimensioni dell'immagine che puoi mettere così sono molto più ridotte di quelle che ti consente la funzione di "allega" del post).


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 05 Gennaio 2012, 23:05:47

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B] 075 - Venere sulla conchiglia - Philip José FARMER (1974)[/B][/SIZE][/COLOR]

Kilgore Trout, personaggio nato dalla fantasia di Kurt Vonnegut, è uno scrittore di fantascienza di scarso successo (ispirato pare a Theodore Sturgeon) i cui racconti vengono pubblicati come riempitivi all'interno di riviste pornografiche.
Fu per fare una sorta di scherzo a Vonnegut che Farmer scelse il nome di Kilgore Trout come pseudonimo per la pubblicazione di "[I]Venere sulla conchiglia[/I]"; e non solo: i temi e lo stile del romanzo sono infatti proprio quelli che Vonnegut attribuiva al suo personaggio.
Vonnegut, dal canto suo non prese bene la cosa e, quando inizialmente il romanzo fu attribuito a lui, dichiarò di "non esserne divertito". Le sue parole in una intervista dell'epoca la dicono lunga su cosa egli pensasse dell'iniziativa di Farmer: "[I]I hardly know Mr. Farmer. I've never met him and most of our contacts have been indirect, so I asked him, please, not to do it. And I asked my publisher, please, not to publish any more of his Trout books because the whole thing had become very upsetting to me. I understand he was really burned up about my decision. I heard he had made more money in that one 'Kilgore Trout year' than he had ever made before -- in case you're too polite to ask, I didn't get any of the money.[/I]"
Nonostante la contrarietà di Vonnegut, tuttavia, "[I]Venere sulla conchiglia[/I]" fu un vero successo (nonchè uno dei libri che il curatore ha apprezzato di più durante la sua carriera di lettore) e divenne una sorta di capostipite di un nuovo filone di fantascienza più scanzonata, più scandalosa e meno rispettosa dei "tabù" dell'epoca, un filone che Fruttero e Lucentini battezzarono "Fantascienza underground".
Presentato con la geniale copertina di Karel Thole dell'Urania 693 e con uno stralcio della quarta di copertina dell'edizione Urania Classici, ecco a voi un romanzo forse un po' atipico, ma che rappresenta un passaggio fondamentale nella storia della fantascienza.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k6bb676ce8c.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Simon Wagstaff, lo "spaziale errante", è un terrestre che non invecchia mai e da migliaia di anni s'aggira per le taverne degli spazioporti con la sua chitarra, in blue-jeans e logoro maglione grigio, cantando malinconiche canzoni spaziotemporali.
"Ma come fai - gli chiede un'amica dopo aver fatto l'amore con lui sulla testa della sfinge di Gizah - a essere così triste, quando c'e il sole?" "Scusami - dice Simon, - il mio sole è nero."
Cosi prende l'avvio uno dei più travolgenti, sensazionali, cinici, scandalosi, gioviali, blasfemi, corrosivi, erotici, demitizzanti, mistificanti, avventurosi romanzi di tutta la fantascienza spaziale.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

061 - Frederik POHL & C.M. KORNBLUTH - I mercanti dello spazio
062 - Jack FINNEY - L'invasione degli ultracorpi
063 - Alfred E. Van VOGT - Crociera nell'infinito
064 - Roger ZELAZNY - Signore della luce
065 - Alfred BESTER - L'uomo disintegrato
066 - Robert A. HEINLEIN - La Luna è una severa maestra
067 - Robert SILVERBERG - Shadrach nella fornace
068 - Jack WILLIAMSON - Il figlio della notte
069 - Poul ANDERSON - Gli immortali
070 - James G. BALLARD - Tempo e controtempo
071 - James G. BALLARD - Ombre sul domani
072 - James BLISH - Il seme tra le stelle
073 - Clifford D. SIMAK - L'anello intorno al Sole
074 - Jules VERNE - 20.000 leghe sotto i mari
075 - Philip José FARMER - Venere sulla conchiglia

E dopo il dissacrante (ed esilarante) esordio di Farmer godiamoci anche quello di Eric Frank Russell, impegnato a raccontarci una storia di invasione extraterrestre davvero sui generis...


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 06 Gennaio 2012, 10:02:32

[SIZE=4][B][COLOR=#c00000] I capolavori di Maxpullo, anno 2[/COLOR][/B][/SIZE]

Ed ecco la rassegna delle cover del secondo "anno" di pubblicazioni.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k017d975a30.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k08f155d683.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k36760d25c2.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kff07c43353.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][/TR][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k12ad760241.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k163d744684.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k4dab194773.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k50dce871db.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][/TR][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kbf3d4c238d.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kd17808decb.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kb75f792aec.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2ke016022f28.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][/TR][/TABLE]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: attiliosfunel il 06 Gennaio 2012, 10:11:56

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=345#61578 date=1325759261]
[quote author=attiliosfunel qlnk=board=9&threadid=5060&start=345#61571 date=1325753962]

Perdonarti? Ma se è ganzissimo? Tra l'altro avevo anch'io la tua stessa mania di spargere gli [I]Urania[/I] sul pavimento... Una domanda: come hai fatto a fare la galleria?
[/quote]


Fratello! Quante litigate con mia mamma che non poteva capire perchè lo facessi! E "[I]Dentelungo[/I]" e "[I]I serpenti sugli alberi[/I]" che finivano sempre girate perchè mi facevano impressione... e "[I]Il campo degli UFO[/I]" che adoravo (senza averlo mai letto) per la ragazza in copertina...
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_embarassed.gif[/IMG]
... quanti ricordi!
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_grin.gif[/IMG]

Per la galleria ho inserito una tabella e poi ci ho pucciato dentro tutte le immagini rimpicciolite una per una con il bottone inserisci immagine (ovviamente le dimensioni dell'immagine che puoi mettere così sono molto più ridotte di quelle che ti consente la funzione di "allega" del post).
[/quote]
Eh sì!! Quei jeans stretti ma proprio stretti sono indimenticabili (anche se io l'ho comprato solo nel 2002 o giù di lì [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_wink.gif[/IMG]). Grazie per il trucchetto e ancora complimenti per la fantastica rubrica!!

PS: Io sono a Roma, ma mio figlio ha 39 di febbre!! [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_sad.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_sad.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: PabloE il 06 Gennaio 2012, 13:47:02


Bellissima la visuale annuale delle copertine, altrochè!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 06 Gennaio 2012, 22:41:40

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B] 076 - Schiavi degli invisibili - Eric Frank RUSSELL (1939)[/B][/SIZE][/COLOR]

Parlando di classici non si può davvero dimenticare questo celebre e ristampatissimo "[I]Sinister Barrier[/I]", romanzo che inaugura la presenza di Eric Frank Russell sulle pagine di questa collana come a suo tempo inaugurò la sua fortunata carriera.
Con la copertina di Caesar dell'Urania numero 7 e con una rielaborazione della trama di quarta di copertina dell'Urania 325bis, ecco a voi un altro maestro della fantascienza che viene a dar lustro a questa rassegna di capolavori.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k698cba1019.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Nella ormai ricchissima galleria di creature maligne che la FS ha inventato, i Vitoni di Russell, protagonisti di questo romanzo, occupano un posto altrettanto sensazionale dei Trifidi di Wyndham. Con una importante differenza: mentre i Trifidi sono visibili a occhio nudo e sembrano innocui, i Vitoni sono invisibili, e solo una fortuita scoperta permette all'umanità di capire infine che cosa stia succedendo, e anzi, di rendersi conto che il nostro passato e la stessa nostra storia millenaria, seguono forse da sempre il corso voluto da questi feroci e insaziabili parassiti.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

062 - Jack FINNEY - L'invasione degli ultracorpi
063 - Alfred E. Van VOGT - Crociera nell'infinito
064 - Roger ZELAZNY - Signore della luce
065 - Alfred BESTER - L'uomo disintegrato
066 - Robert A. HEINLEIN - La Luna è una severa maestra
067 - Robert SILVERBERG - Shadrach nella fornace
068 - Jack WILLIAMSON - Il figlio della notte
069 - Poul ANDERSON - Gli immortali
070 - James G. BALLARD - Tempo e controtempo
071 - James G. BALLARD - Ombre sul domani
072 - James BLISH - Il seme tra le stelle
073 - Clifford D. SIMAK - L'anello intorno al Sole
074 - Jules VERNE - 20.000 leghe sotto i mari
075 - Philip José FARMER - Venere sulla conchiglia
076 - Eric Frank RUSSELL - Schiavi degli invisibili

E nel prossimo numero ritorna a farci visita il buon dottore della fantascienza, con un atteso seguito...


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 07 Gennaio 2012, 11:37:25

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B] 077 - Il secondo libro dei robot - Isaac ASIMOV[/B][/SIZE][/COLOR]

Il ciclo dei robot di Isaac Asimov è una sorta di raccolta "a posteriori" di tutte le sue storie riguardanti i robot positronici ed il loro ruolo nell'ambito della storia futura dell'umanità.
La presente raccolta, che può esser vista come l'ideale prosecuzione di "[I]Io, robot[/I]", contiene 8 racconti sul tema dei robot e delle tre leggi della robotica, scritti dal 1942 al 1957: queste due antologie, assieme alla "[I]Antologia del Bicentenario[/I]", servono sostanzialmente come una sorta di introduzione al mondo dei robot che poi ritroveremo come co-protagonisti non solo nel "ciclo degli Spaziali" ("[I]Abissi d'acciaio[/I]", "[I]Il sole nudo[/I]", "[I]I robot dell'alba[/I]", "[I]I robot e l'impero[/I]"), ma anche e soprattutto nelle prosecuzioni del ciclo della Fondazione ("[I]Preludio alla fondazione[/I]", "[I]Fondazione anno zero[/I]" e "[I]Fondazione e Terra[/I]").
Insomma, prima di poter comprendere nella sua interezza tutta la maestosità dell'immenso affresco galattico ideato da Asimov nel corso della sua vita, occorre procedere per piccoli passi e questo è il motivo per cui, in questa collana, stiamo procedendo per gradi, per tentare cioè di seguire la logica "interna" del "ciclo dei cicli" anzichè, presentare le storie nel loro ordine di stesura ed edizione.
Con la copertina di Franco Brambilla che compariva su Urania Collezione 021 e con la quarta di copertina dell'edizione Oscar Bestseller, ecco a voi un'altro classico da non perdere.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kbfac316fa1.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Dopo la celeberrima antologia "[I]Io, robot[/I]" del 1950, cardine della storia della fantascienza del Novecento, Isaac Asimov pubblicò una seconda raccolta di racconti dedicati al mondo delle intelligenze artificiali, tema che ha sempre stimolato felicemente la sua fantasia. Fondati su un'accuratissima base scientifica, i racconti di Asimov vivono di una sottile ironia, ma anche di un'acuta analisi del progresso tecnologico di cui l'autore, pur affascinato, non esita a mostrare l'inquietante rovescio. Protagonisti sono ancora una volta quei 'mostri' di metallo così simili all'uomo grazie ai quali il più prolifico e famoso scrittore di fantascienza di tutti i tempi riesce a svelarci molti lati della nostra bizzarra natura. Ma soprattutto ci regala una serie di stupende storie che sanno essere di volta in volta inquietanti, commoventi e divertenti.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

063 - Alfred E. Van VOGT - Crociera nell'infinito
064 - Roger ZELAZNY - Signore della luce
065 - Alfred BESTER - L'uomo disintegrato
066 - Robert A. HEINLEIN - La Luna è una severa maestra
067 - Robert SILVERBERG - Shadrach nella fornace
068 - Jack WILLIAMSON - Il figlio della notte
069 - Poul ANDERSON - Gli immortali
070 - James G. BALLARD - Tempo e controtempo
071 - James G. BALLARD - Ombre sul domani
072 - James BLISH - Il seme tra le stelle
073 - Clifford D. SIMAK - L'anello intorno al Sole
074 - Jules VERNE - 20.000 leghe sotto i mari
075 - Philip José FARMER - Venere sulla conchiglia
076 - Eric Frank RUSSELL - Schiavi degli invisibili
077 - Isaac ASIMOV - Il secondo libro dei robot

E, tanto per rimanere sul tema della storia futura, nella prossima uscita presenteremo la suggestiva idea che Brian W. ALDISS ha sull'argomento... non mancate!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 07 Gennaio 2012, 17:04:30

[COLOR=#c00000][B][SIZE=4] I capolavori di Maxpullo, anno 3[/SIZE][/B][/COLOR]

Ed ecco la rassegna del terzo anno di pubblicazioni virtuali!

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k819216ae3d.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kb0b9e48191.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2ke79c31d06b.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k6c70e13026.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][/TR][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k50fb673352.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k61b608748d.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k007cf2fc83.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k03a9147302.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][/TR][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k851a548190.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k930e193238.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k33e9825a05.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k07a773de39.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][/TR][/TABLE]
E non dimentichiamoci lo speciale supplemento al numero 32!

[B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k050948be4c.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 08 Gennaio 2012, 12:01:56

[SIZE=4][B][COLOR=#1f497d] 078 - Il lungo meriggio della Terra - Brian W. ALDISS (1961)[/COLOR][/B][/SIZE]

E mentre la concorrenza si affanna a cercare titoli degni pubblicazione in una collana di classici della fantascienza, questa collana prosegue per la sua strada, ben cosciente che non servono "miracoli" per trovare libri più che buoni tra quelli che hanno fatto la storia del genere sin dalle sue origini.
Ne è un esempio il presente romanzo di Aldiss che, sebbene infarcito di numerosi svarioni scientifici e "azzardi biologici", rimane un esempio immenso delle vette che può raggiungere l'umana fantasia quando la si lascia viaggiare a briglie sciolte: giustamente insignito del premio Hugo nel 1962, questo suo romanzo è quasi un lungo sogno ad occhi aperti, una escursione nei fantastici scenari di un futuro molto remoto, un'avventura imprescindibile per l'appassionato di fantascienza.
Con la copertina di Tim White dell'edizione Cosmo Oro e con la quarta di copertina dell'edizione Urania Classici 260, ecco a voi l'avventuroso e poetico capolavoro di Aldiss.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k7007386cf5.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]In una Terra diventata un mondo tropicale, gli uomini si sono involuti in minuscole creature alte non più di trentacinque centimetri che vivono sugli alberi come nella notte dei tempi. In questo remotissimo futuro alcune piante si sono trasformate e, dotate di un sistema nervoso in miniatura, sono diventate spietate cacciatrici. Sopravvivere è un'avventura quotidiana per i piccoli uomini, una spietata battaglia fra i prodigi di un pianeta mostruoso.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

064 - Roger ZELAZNY - Signore della luce
065 - Alfred BESTER - L'uomo disintegrato
066 - Robert A. HEINLEIN - La Luna è una severa maestra
067 - Robert SILVERBERG - Shadrach nella fornace
068 - Jack WILLIAMSON - Il figlio della notte
069 - Poul ANDERSON - Gli immortali
070 - James G. BALLARD - Tempo e controtempo
071 - James G. BALLARD - Ombre sul domani
072 - James BLISH - Il seme tra le stelle
073 - Clifford D. SIMAK - L'anello intorno al Sole
074 - Jules VERNE - 20.000 leghe sotto i mari
075 - Philip José FARMER - Venere sulla conchiglia
076 - Eric Frank RUSSELL - Schiavi degli invisibili
077 - Isaac ASIMOV - Il secondo libro dei robot
078 - Brian W. ALDISS - Il lungo meriggio della Terra

E visto che il viaggio nel tempo con conseguente creazione (e distruzione) di universi paralleli è ormai argomento comune qui sul nostro forum, non mancate il prossimo appuntamento che segna il gradito ritorno di Bob Shaw!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 08 Gennaio 2012, 21:28:17

[SIZE=4][B][COLOR=#c00000] I capolavori di Maxpullo, anno 4[/COLOR][/B][/SIZE]

L'anno di "[I]Fahrenheit 451[/I]", "[I]Io, robot[/I]" e "[I]Guerra eterna[/I]"...

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k4578564800.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k63c36035ea.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k2ac89893d0.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k815c525080.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][/TR][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kb9b3e193e6.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k05c40db46a.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k12afb20390.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kbe10af6df6.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][/TR][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k60d7d6ca95.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2keab0398e02.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k5cca10ae9c.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k832c8a2709.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][/TR][/TABLE]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 09 Gennaio 2012, 17:21:08

[COLOR=#c00000][SIZE=4][B] I capolavori di Maxpullo, anno 5[/B][/SIZE][/COLOR]

Questa è una delle annate che ricordo con più affetto, soprattutto per la presenza de "[I]La collina di Hawotack[/I]" e "[I]Naufragio[/I]"... due azzardi di cui non mi pento davvero e che qualcuno dovrebbe seriamente pensare di ripescare dal dimenticatoio... ma anche perchè penso di aver realizzato il giusto mix tra capolavori immortali e famosi (Il ciclo della Fondazione, "[I]Anni senza fine[/I]", "[I]Cristalli sognanti[/I]" ed i due Cosmolinea) con opere di minor rilievo come "[I]Il pianeta dimenticato[/I]", "[I]Il matrimonio alchimistico di Alistair Crompton[/I]" ed il cult vintage "[I]A 30 milioni di km dalla Terra[/I]", raggiungendo la combinazione ottimale di titoli.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2ke1200e005c.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k9d66e2384c.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k31eb755deb.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kc0527db55e.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][/TR][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kcf1264d8df.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kfe135ceeb6.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kb468974d3e.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kbcc1e4e786.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][/TR][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kaf166a1831.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k443fe20dc8.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k8a05fb2d99.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k5b1918c16a.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][/TR][/TABLE]
Le copertine più belle? Per me "[I]Il crollo della galassia centrale[/I]" (anonimo di worth1000.com) e "[I]L'altra faccia della spirale[/I]" (Whealan) sono ineguagliabili, ma trovo divertente anche il confronto a tre tra Thole, Pinter e Caesar dei volumi successivi in cui sono esposte tre delle loro copertine più belle.
La considero un'annata tra le più riuscite


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: gretana il 09 Gennaio 2012, 19:48:53

Quella del pianeta dimenticato mi piace proprio [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_smiley.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 10 Gennaio 2012, 13:46:47

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]079 - Cronomoto - Bob SHAW (1968)[/B][/SIZE][/COLOR]

Quante volte nella vita avreste voluto avere una seconda possibilità? Fare una scelta diversa, prendere una strada alternativa, tornare sui propri passi per correggere un errore che si è fatto... Ma se si può tornare nel passato e modificarlo cosa veramente accade al "tessuto" del continuum spazio-temporale? Il futuro da cui siamo partiti e che abbiamo in qualche maniera corretto cessa automaticamente di esistere oppure rimane tale e quale ed il nostro sforzo è stato solo quello di generare una nuova linea temporale, un nuovo continuum? Il tema dei viaggi nel tempo, da sempre, è strettamente correlato a quello dei paradossi e degli universi alternativi, ma nessun autore prima di Shaw aveva mai raccontato i tremendi rischi insiti nel tentativo di "correggere" il passato e nessuno prima di lui aveva esplorato questa possibilità fino alle sue più drammatiche e spettacolari conseguenze.
Con la copertina e la quarta di copertina dell'Urania 580, ecco a voi uno dei romanzi più sconcertanti, romantici e spettacolari sul tema dei viaggi nel tempo.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k7c0931282f.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Chi soffre abitualmente di emicrania sa che gli attacchi più dolorosi sono accompagnati da nausea e preceduti da particolari disturbi della visione per cui gli oggetti appaiono distorti e circondati da complicate e luminescenti forme geometriche. Un medico del XVII secolo, John Fothergill, notò che queste forme rassomigliano in qualche modo agli angoli di un fortilizio, mentre la badessa tedesca Hildegarde von Bingen e il filosofo francese Cartesio hanno osservato che a volte, invece del fortilizio, appare una grande stella nera. Queste curiose osservazioni, la prima volta che soffrite di emicrania, potrete farle direttamente voi. Ma guardatevi dallo spingere troppo avanti l'indagine. Non cercate di penetrare al di là di quelle figure geometriche, e soprattutto non cercate di scoprire cosa c'è dietro la stella nera: potrebbe capitarvi, come al protagonista di questo romanzo, di mettere in una situazione disperata non soltanto voi stessi, ma l'intero universo.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

065 - Alfred BESTER - L'uomo disintegrato
066 - Robert A. HEINLEIN - La Luna è una severa maestra
067 - Robert SILVERBERG - Shadrach nella fornace
068 - Jack WILLIAMSON - Il figlio della notte
069 - Poul ANDERSON - Gli immortali
070 - James G. BALLARD - Tempo e controtempo
071 - James G. BALLARD - Ombre sul domani
072 - James BLISH - Il seme tra le stelle
073 - Clifford D. SIMAK - L'anello intorno al Sole
074 - Jules VERNE - 20.000 leghe sotto i mari
075 - Philip José FARMER - Venere sulla conchiglia
076 - Eric Frank RUSSELL - Schiavi degli invisibili
077 - Isaac ASIMOV - Il secondo libro dei robot
078 - Brian W. ALDISS - Il lungo meriggio della Terra
079 - Bob SHAW - Cronomoto

Ma se pensate che le disavventure "temporali" siano finite, aspettate di vedere il prossimo numero: ritorna Dick, con una gustosa sorpresa che non potrete non apprezzare.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 10 Gennaio 2012, 22:41:16

[COLOR=#c00000][SIZE=4][B] Il capolavori di Maxpullo, anno 6[/B][/SIZE][/COLOR]

Il sesto anno (quello appena trascorso) può essere definito l'anno "dei premi Hugo", vista la presenza di tanti titoli insigniti con l'ambito premio. Possiamo anche definirlo un anno "alfabetico" visto il mix di autori illustri dalla "A" di Anderson alla "Z" di Zelazny.
Definitelo come volete, ma, secondo me, è una delle annate più riuscite a parte il fatto che non ci sono cicli e che i romanzi pubblicati sono quasi tutti della cosidetta "epoca d'oro" della SF, con una presenza di classici moderni molto "diradata" (solo Anderson e Ballard se vogliamo).
Ecco a voi la rassegna delle cover.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k8851b60119.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k4e497ec1bc.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k93202864ee.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kf8d6c5747d.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][/TR][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k7024c0686d.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k3d11f8a6bc.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kcfeb2b7f42.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k39f8dd4a87.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][/TR][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kd36fd708bb.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2keeb278799c.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kcc52955c51.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k47ac85d492.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][/TR][/TABLE]

Le cover più belle? Naturalmente il Dalì di "[I]Persistenza della memoria[/I]" non si batte, ma il Thole de "[I]Il seme tra le stelle[/I]" ed il Caesar de "[I]Il figlio della notte[/I]" sono da sempre tra le mie preferite e non posso che dare una menzione speciale alla cover de "[I]L'invasione degli ultracorpi[/I]".

E con questa rassegna ci siamo "messi in pari" con gli arretrati: le prossime sciorinate avverranno sempre al termine di una annata di pubblicazioni.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 10 Gennaio 2012, 22:49:51

Come siamo liberi di fantasticare sul funeliano universo NPIP, possiamo anche immaginare un universo in cui i Capolavori di Maxpullo (per tacer di m... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_rolleyes.gif[/IMG]) escono veramente in edicola. Tutti insieme fanno proprio un bel vedere. [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_smiley.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 11 Gennaio 2012, 11:21:00

[quote author=marben qlnk=board=9&threadid=5060&start=360#61878 date=1326232191]
Come siamo liberi di fantasticare sul funeliano universo NPIP, possiamo anche immaginare un universo in cui i Capolavori di Maxpullo (per tacer di m... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_rolleyes.gif[/IMG]) escono veramente in edicola. Tutti insieme fanno proprio un bel vedere. [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_smiley.gif[/IMG]
[/quote]


Grazie marben, i complimenti fatti da te hanno un valore speciale.
E tra poco inizieranno a vedersi anche i frutti del tuo lavoro di co-curatore... so che dopo i titoli sin qui apparsi può sembrare incredibile, ma fidati (e fidatevi tutti voi lettori)... il bello deve ancora venire!

[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_wink.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 11 Gennaio 2012, 11:24:06

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B] 080 - Rapporto di minoranza e altri racconti - Philip K. DICK[/B][/SIZE][/COLOR]

Philip K. Dick non avrà l'onore del numero 100 di questa collana. Preferisco dirlo subito perchè i suoi fan abbiano modo e tempo di digerire l'informazione. E, tanto per mettere subito le cose in chiaro, vi informo che non avranno questo onore nemmeno Asimov e Brown che già hanno avuto la ribalta dei numeri 1 e 50... chi sarà allora l'autore che sceglieremo per il numero 100? Per ora vi basti sapere che sarà un nome all'altezza dei tre summenzionati e che le uscite fino al fatidico numero 100 continueranno ad essere sempre sorprendenti, con una scelta di titoli molto accurata.
Intanto godetevi questa antologia che è una vera "chicca" per gli appassionati non solo di Dick, ma del cinema di SF in genere, ringraziando la Fanucci, titolare dei diritti di Dick (e delle uniche tre edizioni italiane della presente raccolta) per averci concesso di farle pubblicità con questa vetrina.
Con la copertina che riprende la locandina di "Minority Report" e la quarta di copertina dell'edizione nella collana "Tascabili immaginario", ecco a voi un'altra vera perla della SF, una memorabile antologia curata da Carlo Paggetti.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2ke91cd98a6a.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Questo volume raccoglie cinque storie di Philip K. Dick legate al profondo influsso che l'autore americano ha avuto sul cinema contemporaneo.
Il racconto che dà il titolo all'antologia descrive una polizia del futuro in grado di arrestare i criminali prima che questi commettano i loro reati, ed è stato trasposto da Steven Spielberg nel suo film, [I]Minority Report[/I], con Tom Cruise e Max Von Sydow. "[I]Ricordiamo per voi[/I]" è all'origine del noto [I]Atto di forza[/I] ([I]Total Recall[/I]), ed è un vibrante thriller fantascientifico dominato da una sconcertante atmosfera di paranoia. In "[I]Impostore[/I]", da cui è stato tratto il film con Gary Sinise e Vincent d'Amico, un uomo viene accusato di essere una spia aliena, ed è costretto a dubitare della propria identità. "[I]Modello Due[/I]" (al cinema [I]Screamers[/I], del 1995) è un drammatico apologo sulla guerra e la natura umana, mentre "[I]La formica elettrica[/I]" anticipa la sensibilità di film come [I]Matrix[/I], discutendo la percezione consensuale di ciò che chiamiamo realtà.
Chiude il volume un'intervista inedita a Philip K. Dick, in cui l'autore racconta le sue impressioni su [I]Blade Runner[/I], film che uscì poco dopo la sua morte rendendolo popolare in tutto il mondo.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

066 - Robert A. HEINLEIN - La Luna è una severa maestra
067 - Robert SILVERBERG - Shadrach nella fornace
068 - Jack WILLIAMSON - Il figlio della notte
069 - Poul ANDERSON - Gli immortali
070 - James G. BALLARD - Tempo e controtempo
071 - James G. BALLARD - Ombre sul domani
072 - James BLISH - Il seme tra le stelle
073 - Clifford D. SIMAK - L'anello intorno al Sole
074 - Jules VERNE - 20.000 leghe sotto i mari
075 - Philip José FARMER - Venere sulla conchiglia
076 - Eric Frank RUSSELL - Schiavi degli invisibili
077 - Isaac ASIMOV - Il secondo libro dei robot
078 - Brian W. ALDISS - Il lungo meriggio della Terra
079 - Bob SHAW - Cronomoto
080 - Philip K. Dick - Rapporto di minoranza e altri racconti

E nel prossimo numero una nuova memorabile doppia uscita: ne sarà protagonista il primo dei due Herbert chiamati all'esordio in questa straordinaria annata di pubblicazioni... James Herbert verrà, infatti, a raccontarci due storie molto diverse tra loro, due storie indimenticabili...


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Notman il 11 Gennaio 2012, 15:05:01


Ma la copertina che hai messo per (il bellissimo per altro) Cronomoto di Shaw non si riferisce a "Quando i neutri emergono dalla terra"?
Ne sono quasi sicuro... spesso sono stati accoppiati i due romanzi!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: attiliosfunel il 11 Gennaio 2012, 15:17:19

[quote author=Notman qlnk=board=9&threadid=5060&start=375#61923 date=1326290701]

Ma la copertina che hai messo per (il bellissimo per altro) Cronomoto di Shaw non si riferisce a "Quando i neutri emergono dalla terra"?
Ne sono quasi sicuro... spesso sono stati accoppiati i due romanzi!
[/quote]
No, è di [I]Cronomoto [/I] (come si vede dal "moto" del cielo). Almeno credo...


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Notman il 11 Gennaio 2012, 15:18:28

[quote author=attiliosfunel qlnk=board=9&threadid=5060&start=375#61924 date=1326291439]
[quote author=Notman qlnk=board=9&threadid=5060&start=375#61923 date=1326290701]

Ma la copertina che hai messo per (il bellissimo per altro) Cronomoto di Shaw non si riferisce a "Quando i neutri emergono dalla terra"?
Ne sono quasi sicuro... spesso sono stati accoppiati i due romanzi!
[/quote]
No, è di [I]Cronomoto [/I] (come si vede dal "moto" del cielo). Almeno credo...
[/quote]

A me sembra più del famoso pianeta dell'altro romanzo!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 11 Gennaio 2012, 17:01:45

[quote author=Notman qlnk=board=9&threadid=5060&start=375#61926 date=1326291508]
[quote author=attiliosfunel qlnk=board=9&threadid=5060&start=375#61924 date=1326291439]
[quote author=Notman qlnk=board=9&threadid=5060&start=375#61923 date=1326290701]

Ma la copertina che hai messo per (il bellissimo per altro) Cronomoto di Shaw non si riferisce a "Quando i neutri emergono dalla terra"?
Ne sono quasi sicuro... spesso sono stati accoppiati i due romanzi!
[/quote]
No, è di [I]Cronomoto [/I] (come si vede dal "moto" del cielo). Almeno credo...
[/quote]

A me sembra più del famoso pianeta dell'altro romanzo!
[/quote]


Fughiamo ogni dubbio, ma con un po' di spoiler per cui leggete ad occhi chiusi!

Innanzitutto la copertina del numero 079 è quella dell'Urania 580 dove era stato pubblicato il solo "[I]Cronomoto[/I]"; la successiva ristampa di "[I]Cronomoto[/I]" su Urania avvenne nel numero 750 in un volume speciale (speciale davvero) in cui esso apparve assieme all'altro romanzo "[I]Quando i neutri emergono dalla Terra[/I]". La copertina di questa nuova edizione fu dedicata giustamente al "nuovo" romanzo e potete trovarla al numero 015 di questa mia collana immaginaria.

La copertina proposta per il numero 079 è assolutamente quella di Cronomoto per tutta una serie di elementi che la collegano alla vicenda e qui potete chiudervi gli occhi perchè inizia uno spoiler spudorato.
[spoiler]- I due tizi bruttissimi nella macchina (stilizzati da Thole) altri non sono che Jack Breton e sua moglie, poco prima della litigata furibonda che porterà quest'ultima a lasciare il marito dando l'avvio alla storia.
- Il "sole nero" che si vede in alto è un chiaro riferimento ai curiosi fenomeni luminosi che accompagnano le emicranie del protagonista e che sono l'espediente da lui sfruttato per il viaggio nel tempo.
[/spoiler]

E' da osservare come Shaw non sia stato l'unico che abbia ipotizzato la possibilità di spostarsi nel tempo sfruttando il "potere della propria mente", ma anche lo stesso Matheson ha fatto qualcosa di analogo nel bellissimo "[I]Appuntamento nel tempo[/I]".

PS
La copertina dell'Urania 580 è stata poi ripresa anche per il Millemondi Inverno '85 dedicato a Shaw che comprendeva "[I]Cronomoto[/I]", "[I]Quando i neutri emergono dalla Terra[/I]" e "[I]Cosmo selvaggio[/I]". L'immagine però per i motivi esposti (e spoilerati) si riferisce senza dubbio a "[I]Cronomoto[/I]".


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Notman il 11 Gennaio 2012, 17:05:51

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=375#61929 date=1326297705]
[quote author=Notman qlnk=board=9&threadid=5060&start=375#61926 date=1326291508]
[quote author=attiliosfunel qlnk=board=9&threadid=5060&start=375#61924 date=1326291439]
[quote author=Notman qlnk=board=9&threadid=5060&start=375#61923 date=1326290701]

Ma la copertina che hai messo per (il bellissimo per altro) Cronomoto di Shaw non si riferisce a "Quando i neutri emergono dalla terra"?
Ne sono quasi sicuro... spesso sono stati accoppiati i due romanzi!
[/quote]
No, è di [I]Cronomoto [/I] (come si vede dal "moto" del cielo). Almeno credo...
[/quote]

A me sembra più del famoso pianeta dell'altro romanzo!
[/quote]


Fughiamo ogni dubbio, ma con un po' di spoiler per cui leggete ad occhi chiusi!

Innanzitutto la copertina del numero 079 è quella dell'Urania 580 dove era stato pubblicato il solo "[I]Cronomoto[/I]"; la successiva ristampa di "[I]Cronomoto[/I]" su Urania avvenne nel numero 750 in un volume speciale (speciale davvero) in cui esso apparve assieme all'altro romanzo "[I]Quando i neutri emergono dalla Terra[/I]". La copertina di questa nuova edizione fu dedicata giustamente al "nuovo" romanzo e potete trovarla al numero 015 di questa mia collana immaginaria.

La copertina proposta per il numero 079 è assolutamente quella di Cronomoto per tutta una serie di elementi che la collegano alla vicenda e qui potete chiudervi gli occhi perchè inizia uno spoiler spudorato.
[spoiler]- I due tizi bruttissimi nella macchina (stilizzati da Thole) altri non sono che Jack Breton e sua moglie, poco prima della litigata furibonda che porterà quest'ultima a lasciare il marito dando l'avvio alla storia.
- Il "sole nero" che si vede in alto è un chiaro riferimento ai curiosi fenomeni luminosi che accompagnano le emicranie del protagonista e che sono l'espediente da lui sfruttato per il viaggio nel tempo.
[/spoiler]

E' da osservare come Shaw non sia stato l'unico che abbia ipotizzato la possibilità di spostarsi nel tempo sfruttando il "potere della propria mente", ma anche lo stesso Matheson ha fatto qualcosa di analogo nel bellissimo "[I]Appuntamento nel tempo[/I]".

PS
La copertina dell'Urania 580 è stata poi ripresa anche per il Millemondi Inverno '85 dedicato a Shaw che comprendeva "[I]Cronomoto[/I]", "[I]Quando i neutri emergono dalla Terra[/I]" e "[I]Cosmo selvaggio[/I]". L'immagine però per i motivi esposti (e spoilerati) si riferisce senza dubbio a "[I]Cronomoto[/I]".
[/quote]

Ok, si è vero hai ragione tu, sinceramente però me la immaginavo più per "i neutri.." con il loro mondo che si vede in alto nel cielo etc etc!
errore mio![IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/78.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 12 Gennaio 2012, 23:17:10

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B] 081 - Nebbia - James HERBERT (1975)[/B][/SIZE][/COLOR]

Esistono romanzi che non si possono classificare in maniera semplice e questo è particolarmente vero per quasi tutti i libri di James Herbert apparsi sulle pagine di Urania durante la gestione di Fruttero & Lucentini: in ciascuno di essi infatti gli elementi predominanti sembrano essere quelli più propriamente tipici dell'horror sovrannaturale con alcune punte di "splatter", ma, a leggerli bene, in alcuni di essi, vi si possono ritrovare anche elementi propri della fantascienza.
Il romanzo che ho scelto di presentarvi oggi in questa mia rassegna ideale è certamente quello che ne contiene in misura maggiore, rivelandosi alla fine un sapiente e ben organizzato mix tra la fantascienza catastrofista, quella di invasione ed il thriller più raccapricciante. Un romanzo amarissimo che getta ombre spaventose sul nostro essere umani e che gratta in profondità quella patina di civiltà con cui tentiamo di nascondere la nostra bestialità.
Con l'indimenticabile copertina di Karel Thole apparsa sull'Urania 702 e con la quarta di copertina dello stesso volume (un po' "asciugata"), ecco a voi un capolavoro che non ha nulla da invidiare a "[I]Il giorno dei trifidi[/I]".

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k82ec2e5878.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Nella classica tradizione della grande catastrofe urbana provocata da un incidente imprevedibile, questa "Nebbia" giallastra e misteriosa che sgorga un mattino da un crepaccio nella campagna inglese e comincia la sua lenta e micidiale marcia su Londra, è una protagonista non inferiore ai famosi Trifidi di John Wyndham. Strani fatti di sangue avvengono in luoghi quieti; persone ragionevoli o timorate commettono gesti inspiegabili, atti assurdi, crimini bestiali. A poco a poco, il quadro si precisa, il cerchio si stringe attorno alla metropoli in un crescendo di orrore e disperata impotenza. Che cos'è questo nemico che rotola inarrestabile? C'e un cervello, una volontà in questa nebbiosa palla di morte?[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

067 - Robert SILVERBERG - Shadrach nella fornace
068 - Jack WILLIAMSON - Il figlio della notte
069 - Poul ANDERSON - Gli immortali
070 - James G. BALLARD - Tempo e controtempo
071 - James G. BALLARD - Ombre sul domani
072 - James BLISH - Il seme tra le stelle
073 - Clifford D. SIMAK - L'anello intorno al Sole
074 - Jules VERNE - 20.000 leghe sotto i mari
075 - Philip José FARMER - Venere sulla conchiglia
076 - Eric Frank RUSSELL - Schiavi degli invisibili
077 - Isaac ASIMOV - Il secondo libro dei robot
078 - Brian W. ALDISS - Il lungo meriggio della Terra
079 - Bob SHAW - Cronomoto
080 - Philip K. DICK - Rapporto di minoranza e altri racconti
081 - James HERBERT - Nebbia

E se pensate che con questa "Nebbia" Herbert ci abbia dato già abbastanza emozioni, aspettate di vedere il prossimo supplemento...


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 13 Gennaio 2012, 10:30:54

[COLOR=#c00000][SIZE=4][B] 081bis - Fluke - James HERBERT (1977)[/B][/SIZE][/COLOR]

"Fluke" è un romanzo che sfugge ad ogni tentativo di classificazione.
Ci racconta una storia divertente ed a tratti anche molto buffa che all'apparenza ha tutte le caratteristiche della fantascienza di "scambio mentale", ma che poi converge nel bellissimo finale verso qualcosa di troppo grande per essere raccontato in un libro.
Fluke è una storia fantastica che racconta con parole semplici e che vanno dritte al cuore una ipotesi sulla vita che quasi nessuno potrebbe mai pensare razionalmente di accettare come vera, ma neppure smentire.
Nel dubbio e nell'attesa di scoprire se Herbert abbia davvero indovinato e rivelato quello che comunemente chiamiamo "il senso della vita", godiamoci il suo più grande capolavoro qui pubblicato come supplemento alla collana con la copertina dell'Urania 869 e con la quarta di copertina che riporta uno stralcio dell'inizio del romanzo.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k5b74ca91b2.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]"Mi svegliai con un guaito di terrore.
Il cervello sembrava scoppiarmi per l'improvvisa consapevolezza di qualcos'altro, per un ricordo che s'era insinuato in me da non so dove.
Io non ero un cane. Ero un uomo. Ero esistito come uomo, prima di ritrovarmi imprigionato nel corpo di un cane. Come? Perché?[/SIZE]"[/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

067 - Robert SILVERBERG - Shadrach nella fornace
068 - Jack WILLIAMSON - Il figlio della notte
069 - Poul ANDERSON - Gli immortali
070 - James G. BALLARD - Tempo e controtempo
071 - James G. BALLARD - Ombre sul domani
072 - James BLISH - Il seme tra le stelle
073 - Clifford D. SIMAK - L'anello intorno al Sole
074 - Jules VERNE - 20.000 leghe sotto i mari
075 - Philip José FARMER - Venere sulla conchiglia
076 - Eric Frank RUSSELL - Schiavi degli invisibili
077 - Isaac ASIMOV - Il secondo libro dei robot
078 - Brian W. ALDISS - Il lungo meriggio della Terra
079 - Bob SHAW - Cronomoto
080 - Philip K. DICK - Rapporto di minoranza e altri racconti
081 - James HERBERT - Nebbia / 081bis - James HERBERT - Fluke

E adesso sgombrate la mente da tutte le vostre preoccupazioni e preparatevi a tornare ragazzi spensierati che si godono le vacanze estive, nel prossimo grande classico che segnerà l'esordio di Hal Clement in questa collezione.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: PabloE il 13 Gennaio 2012, 12:09:01


Fluke non lo compro [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/33.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_tongue.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: wawawa il 13 Gennaio 2012, 13:06:06

[quote author=Andy Dufresne qlnk=board=9&threadid=5060&start=375#62066 date=1326452941]

Fluke non lo compro [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/33.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_tongue.gif[/IMG]
[/quote]


è un bis, è destinato a salire di quota e diventare raro, io lo prendo [IMG]http://uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/10.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 13 Gennaio 2012, 13:31:35

[quote author=Andy Dufresne qlnk=board=9&threadid=5060&start=375#62066 date=1326452941]

Fluke non lo compro [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/33.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_tongue.gif[/IMG]
[/quote]


Yap! Yap!

[IMG]http://static.blogo.it/petsblog/scodinzolio_cane.jpg[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 14 Gennaio 2012, 18:46:42

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B] 082 - Strisciava sulla sabbia - Hal CLEMENT (1949)[/B][/SIZE][/COLOR]

Qualcuno lo aveva proposto come numero 100: mi spiace deludere l'aspettativa, ma la risposta è naturalmente in questa uscita che "brucia" il titolo anzitempo. La lista dei papabili si assottiglia ed ho già ridotto la rosa a due/tre nomi importanti della SF, ma voi continuate a mandarmi proposte, che la mia idea può ancora cambiare.
Tornando al romanzo di Clement, qualcuno potrà dire che ha fatto il suo tempo, qualcuno potrà dire che è una storiella per bambini, ma è opinione del curatore di questa collana che se un romanzo riesce a dare le stesse emozioni anche se viene riletto a distanza di dieci/vent'anni, allora questo romanzo è un classico a tutti gli effetti.
E se da uno sguardo alla bellissima copertina di Thole o da una letta alla quarta di copertina del mitico Urania 600, uno si sente affiorare nella propria mente il ricordo delle spensierate estati della gioventù e delle nuotate nel mare, allora quel libro è già perfetto così ed è per questo che ve lo ripropongo inalterato ed inalterabile, in questa mia collana ideale.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k75cf5edb9f.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]La fantascienza, si sa, è piena di mostri ameboidi che se ne vanno in giro strisciando sui loro pseudopodi, sia nei loro pianeti d'origine, sia sulla Terra. In questo romanzo per così dire poliscientifico (cioè fantascientifico e poliziesco) gli ameboidi che sbarcano sulla Terra sono due, ed entrambi, naturalmente, di mostruoso aspetto. Ma l'uno è un ameboide per bene, l'altro invece è orribile in tutti i sensi; l'uno rappresenta la Legge, l'altro il Delitto; l'uno insomma è un mostro-poliziotto, l'altro è un mostro-assassino. Chi dei due avrà la meglio nel duello all'ultimo sangue che ha inizio sulla costa della California?
L'esito dipenderà da un ragazzetto terrestre che se ne stava appisolato sulla spiaggia quando il mostro-poliziotto emerge pseudopodisticamente dal Pacifico.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

068 - Jack WILLIAMSON - Il figlio della notte
069 - Poul ANDERSON - Gli immortali
070 - James G. BALLARD - Tempo e controtempo
071 - James G. BALLARD - Ombre sul domani
072 - James BLISH - Il seme tra le stelle
073 - Clifford D. SIMAK - L'anello intorno al Sole
074 - Jules VERNE - 20.000 leghe sotto i mari
075 - Philip José FARMER - Venere sulla conchiglia
076 - Eric Frank RUSSELL - Schiavi degli invisibili
077 - Isaac ASIMOV - Il secondo libro dei robot
078 - Brian W. ALDISS - Il lungo meriggio della Terra
079 - Bob SHAW - Cronomoto
080 - Philip K. DICK - Rapporto di minoranza e altri racconti
081 - James HERBERT - Nebbia / 081bis - James HERBERT - Fluke
082 - Hal CLEMENT - Strisciava sulla sabbia

Nel prossimo numero ritorna Poul Anderson con uno dei suoi romanzi più intensi e toccanti. Preparatevi a vivere l'inimmaginabile fatto realtà in un universo parallelo davvero straordinario!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: AgenteD il 15 Gennaio 2012, 11:42:22

...Io per il numero 100 proporrei qualcosa di "moderno", anche come auspicio per il futuro (appunto..., è FS...), per esempio "Bay City" di Richard Morgan o la trilogia (vabbè sarà un numero speciale...) "...di Asimov" di Roger McBride Allen, trilogia che ha "rivoluzionato" le Leggi della Robotica...


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 15 Gennaio 2012, 12:02:28

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B] 083 - Operazione caos - Poul ANDERSON (1971)[/B][/SIZE][/COLOR]

E venne il giorno.
Nel presentare questo romanzo si riaffacciano alla mente tutti i miei dubbi su quale sia davvero il mio urania preferito: se è vero, infatti, che "[I]La collina di Hawotack[/I]" e "[I]Fluke l'uomocane[/I]" mi hanno profondamente scosso, l'unico libro che sia mai stato davvero in grado di insidiare il primato de "[I]La porta sull'estate[/I]" è stato questo.
Ma i dubbi spesso servono anche a rafforzare le proprie convinzioni e se "[I]Operazione caos[/I]" è ormai diventato parte di me, non posso dimenticare che se non avessi letto "[I]La porta sull'estate[/I]" probabilmente non mi sarei mai innamorato della fantascienza e di conseguenza forse non avrei mai potuto leggere "[I]Operazione caos[/I]"... un futuro alternativo, un universo parallelo che magari esiste in qualche altro continuum... tutte considerazioni che confermano e rafforzano il primato indiscutibile del romanzo di Heinlein, in grado di creare questo universo di fantasia di cui "[I]Operazione caos[/I]" è un tassello importante ma pur sempre solo un tassello.
Ma al di là delle convinzioni e delle preferenze del curatore, il romanzo di Anderson rimane una delle cose migliori che abbia mai letto e sono lieto di riproporvela in una veste magnifica, con la stupenda copertina di Gray Morrow, capace di rendere "visibili" le atmosfere caotiche del continuum infernale, e con la copertina dell'Urania 1010, che occupa un posto d'onore nella mia libreria e che ogni tanto mi piace prendere e rileggere.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kb83d74bb8d.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Steven Matuchek è un lupo mannaro, e quella che poi sarà sua moglie, Virginia Graylock, è una strega. Si conoscono nel corso dell'invasione degli Stati Uniti scatenata dal Califfato Saraceno, lui come capitano dei servizi segreti, lei come capitano di cavalleria (con dotazione quindi di scopa personale), e la loro missione consiste nel neutralizzare un demone che il nemico vorrebbe usare in barba ad ogni convenzione sugli armamenti. Dopo di che le loro avventure continueranno in tempo di pace - si fa per dire - in questo mondo parallelo dove il magico e l'occulto sono accuratamente regolati da leggi scientifiche... e dove è perfino consentito fare una spedizione all'inferno in caso di estrema necessità.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

069 - Poul ANDERSON - Gli immortali
070 - James G. BALLARD - Tempo e controtempo
071 - James G. BALLARD - Ombre sul domani
072 - James BLISH - Il seme tra le stelle
073 - Clifford D. SIMAK - L'anello intorno al Sole
074 - Jules VERNE - 20.000 leghe sotto i mari
075 - Philip José FARMER - Venere sulla conchiglia
076 - Eric Frank RUSSELL - Schiavi degli invisibili
077 - Isaac ASIMOV - Il secondo libro dei robot
078 - Brian W. ALDISS - Il lungo meriggio della Terra
079 - Bob SHAW - Cronomoto
080 - Philip K. DICK - Rapporto di minoranza e altri racconti
081 - James HERBERT - Nebbia / 081bis - James HERBERT - Fluke
082 - Hal CLEMENT - Strisciava sulla sabbia
083 - Poul ANDERSON - Operazione caos

E mentre Poul Anderson si gode l'inconsueto primato di aprire e chiudere l'elenco degli ultimi volumi pubblicati, preparatevi a tuffarvi nel primo volume di un ciclo memorabile. Nel volume conclusivo di questa annata - invero un po' troppo "uranica" -, arriverà infatti un altro "Herbert"... e non dico di più perchè tanto avete già capito tutti...


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 22 Gennaio 2012, 17:20:29

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]084 - Dune - Frank Herbert (1965)[/B][/SIZE][/COLOR]

Finito il periodo di astensione dal forum, riprendo qui la rassegna della mia collana di fantascienza ideale, proponendo un titolo "storico" per tutta una serie di motivi.
La saga di "[I]Dune[/I]", infatti, è una delle più longeve della storia della fantascienza ed è stata in grado non solo di riuscire a coinvolgere appassionati e non (gran parte del successo è dovuto anche alla trasposizione cinematografica del primo romanzo da parte di David Lynch), ma anche di rimanere sempre su livelli narrativi molto buoni, assurgendo a vero e proprio "cult" del genere e dando vita ad una serie di icone, gadget e videogames.
Poichè ogni romanzo della serie è leggibile in maniera a se stante, la pubblicazione dei diversi romanzi in questa collana avverrà in modalità "sparsa" e non necessariamente le singole storie, pur rispettando l'ordine di usita e la cronologia interna della saga, appariranno in uscite successive: essendo questa saga la prima di numerose altre che la collana si appresta a pubblicare, si è scelta questa strada forse più dispersiva, ma certamente meno "invasiva" e che permette al curatore di continuare la sua proposta di grandi classici senza monopolizzare l'attenzione per tanti numeri su un unico filone.
Con l'immagine di copertina catturato da un blog internet che (purtroppo) non ne riporta la fonte (sembra tanto lo screenshot di un videogame) e con la quarta di copertina dell'edizione cosmo oro, ecco a voi il romanzo che termina questa annata di pubblicazioni virtuali e che contemporaneamente apre un'era del tutto nuova per la collana, quella delle "grandi saghe".

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k494319c0b4.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Quest'opera eccezionale, vincitrice sia del Premio Hugo sia del Premio Nebula come miglior romanzo di fantascienza dell'anno, presenta gli indimenticabili ritratti di un'intera civiltà galattica, del suo profeta e del pianeta da cui partirà la crociata rinnovatrice contro una cultura feudale arroccata intorno ai suoi privilegi. Dune è il pianeta delle sabbie, spazzato da grandi tempeste e percorso da creature gigantesche, più grandi perfino delle più grandi navi spaziali. La popolazione di Dune basa tutte le sue usanze sulla scarsità d'acqua, e affronta il deserto indossando tute distillanti che recuperano l'umidità del corpo. Ma Dune è anche l'unica fonte della «spezia», la droga che prolunga la vita e che permette di prevedere il futuro, e a Dune fanno capo le millenarie cospirazioni delle religiose Bene Gesserit, il monopolio della Gilda Spaziale sui trasporti interstellari, gli interessi delle Grandi Case che reggono il commercio tra i pianeti, e in sostanza tutta l'economia dell'Impero galattico.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

070 - James G. BALLARD - Tempo e controtempo
071 - James G. BALLARD - Ombre sul domani
072 - James BLISH - Il seme tra le stelle
073 - Clifford D. SIMAK - L'anello intorno al Sole
074 - Jules VERNE - 20.000 leghe sotto i mari
075 - Philip José FARMER - Venere sulla conchiglia
076 - Eric Frank RUSSELL - Schiavi degli invisibili
077 - Isaac ASIMOV - Il secondo libro dei robot
078 - Brian W. ALDISS - Il lungo meriggio della Terra
079 - Bob SHAW - Cronomoto
080 - Philip K. DICK - Rapporto di minoranza e altri racconti
081 - James HERBERT - Nebbia / 081bis - James HERBERT - Fluke
082 - Hal CLEMENT - Strisciava sulla sabbia
083 - Poul ANDERSON - Operazione caos
084 - Frank HERBERT - Dune

E nel prossimo numero preparatevi a vivere le straordinarie emozioni di un altro grande ciclo della "hard sf", ritorna Arthur C. Clarke con quella che molti giudicano essere la sua opera migliore.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: gretana il 22 Gennaio 2012, 19:54:29

[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_shock.gif[/IMG] Mi manca "Operazione caos"......morte e dannazione!!!!!Pestilenza e abominio!!!!!!!Lo devo cercare [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_sad.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Imriel il 22 Gennaio 2012, 20:46:23

Ti ho registrato e adesso ti metto su Youtube [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] "Osserviamo Gretana nel suo habitat naturale"


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Imriel il 23 Gennaio 2012, 19:54:32

Niente più post.........Scusate non volevo farvi scappare [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cry.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cry.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cry.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cry.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 24 Gennaio 2012, 11:18:06

[COLOR=#c00000][SIZE=4][B]I capolavori di Maxpullo, anno 7[/B][/SIZE][/COLOR]

L'ultimo anno di uscite è stato forse un po' troppo "uranioso", vero? 10 "urania" su 13 uscite è un po' troppo in effetti, ma non temete: per le prossime annate ne vedremo delle belle!
Intanto gustatevi la consueta rassegna delle cover della passata stagione.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kd876a94528.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k64dca18896.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k579604278c.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k64dcb6cae0.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][/TR][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kde70bfe876.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k50b9e76d3c.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k5ad907b2fd.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kb92e9b324d.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][/TR][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kc05be6de69.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kbfdfa95d64.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k9c424b54df.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k4a77dab7f7.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][/TR][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k420b37f47e.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][/TD][TD][/TD][TD][/TD][/TR][/TABLE]
Le mie preferite? Il Karel Thole di "[I]Venere sulla conchiglia[/I]", "[I]Nebbia[/I]" e "[I]Fluke[/I]" è notevole, ma la più bella di questa annata è, imho, la cover di Gray Morrow per "[I]Operazione caos[/I]". Menzione speciale per il Tim White de "[I]Il lungo meriggio della Terra[/I]" e per l'anonima immagine che ho usato per "[I]Dune[/I]".

Alla prossima rassegna!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: attiliosfunel il 24 Gennaio 2012, 11:34:21

La migliore è ovviamente di Thole, direi per [I]Nebbia. [/I]Anche [I]Fluke [/I]ha il suo perché. [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_kiss.gif[/IMG]
Quella di [I]Rapporto di minoranza [/I]potrei riusarla per qualche [I]Massimo[/I] NNPIP che raccoglie i racconti di Dick...


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: gretana il 25 Gennaio 2012, 18:28:29

[quote author=Imriel qlnk=board=9&threadid=5060&start=390#62598 date=1327261583]
Ti ho registrato e adesso ti metto su Youtube [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] "Osserviamo Gretana nel suo habitat naturale"
[/quote]

Visto adesso questo post. Dov'è il video?[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/4.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 25 Gennaio 2012, 19:10:22

[COLOR=#c00000][SIZE=4][B]Operazione 100. Editoriale[/B][/SIZE][/COLOR]

Cari lettori, la prossima annata sarà di quelle speciali e non lo dico solo per retorica, ma anche e soprattutto perchè sarà quella che ci traghetterà verso il numero 100, invidiabile traguardo che ogni collana deve adeguatamente celebrare.
E proprio per avvicinarci nel modo migliore possibile a questo traguardo, la scelta dei titoli sarà curata in maniera particolare con alcune proposte davvero interessanti, anche per rispondere a chi pretende che i "classici" abbiano ormai fatto il loro tempo e che la fantascienza "di una volta" non abbia più emozioni da offrire ai lettori contemporanei.
Aprirà le danze proprio quell'Arthur C. Clarke che più di una persona ha definito "superato" e lo farà con uno dei cicli più apprezzati della "hard sf" (con tanto di inedito) e poi, tanto per rimanere in tema di classici, vedremo se qualcuno oserà mettere in discussione le capacità di Lester Del Rey di stupire ancora oggi i "moderni lettori" con una storia assolutamente sorprendente oppure se qualcuno riuscirà ad esprimere note negative sul capolavoro di Harness che arriverà nel finale di stagione.
Ma quest'annata sarà ricordata anche perchè sarà all'insegna dello humor, più raffinato quello di Lafferty, più sottile e amaro (e macabro) quello dei racconti di Sheckley, più esilarante quello di Sladek.
Completeranno l'annata uno dei grandi capolavori di Robert Silverberg ed un famoso classico della SF "cinematografica" mentre, per ricordare a tutti che siamo entrati nel 2012, la stagione si concluderà con le note amarissime di un altro grande, D.F. Jones, che, dopo tante risate, verrà ad intristirci un po' con le sue fosche previsioni per il futuro della Terra.
Una annata straordinaria, che tra autori già presentati ed autori all'esordio, ci traghetterà verso il mitico numero 100.
Restate collegati.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Arne Saknussemm il 25 Gennaio 2012, 19:15:10

W i Classici !!! [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cheesy.gif[/IMG]


(e viva i curatori che ad inizio anno scrivono l'editoriale per i propri fedeli lettori !! [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_shock.gif[/IMG] )


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Imriel il 25 Gennaio 2012, 19:34:00

[quote author=Arne Saknussemm qlnk=board=9&threadid=5060&start=390#62755 date=1327515310]
W i Classici !!! [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cheesy.gif[/IMG]


(e viva i curatori che ad inizio anno scrivono l'editoriale per i propri fedeli lettori !! [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_shock.gif[/IMG] )
[/quote]

[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/3d/dor019.gif[/IMG]
Non vedo l'ora!!


[quote author=gretana qlnk=board=9&threadid=5060&start=390#62747 date=1327512509]
[quote author=Imriel qlnk=board=9&threadid=5060&start=390#62598 date=1327261583]
Ti ho registrato e adesso ti metto su Youtube "Osserviamo Gretana nel suo habitat naturale"
[/quote]

Visto adesso questo post. Dov'è il video?
[/quote]



http://www.youtube.com/watch?v=NrKE_eTMlns


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: gretana il 25 Gennaio 2012, 19:54:08

Sono proprio io[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/4.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 26 Gennaio 2012, 18:23:43

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B] 085 - Incontro con Rama - Arthur C. Clarke (1973)[/B][/SIZE][/COLOR]

Come già preannunciato questo nuovo anno di pubblicazioni si apre all'insegna della fantascienza più classica, quella del possibile contatto con entità aliene: a condurre il gioco è uno dei maestri indiscussi della SF, che siamo lieti di riproporre una volta in più nelle pagine di questa collana con il romanzo che in molti giudicano essere la vetta della sua carriera di scrittore.
La cover di questa edizione virtuale è ripresa da un filmato 3D opera di Eric Bruneton (che se siete curiosi trovate [URL=http://evasion.inrialpes.fr/~Eric.Bruneton/]qui[/URL]), mentre la quarta di copertina è ripresa dall'edizione Urania Classici del ibro.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kc04eb2fa96.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Come sarà il nostro primo incontro con una razza, una civiltà extraterrestre? Gli scettici dicono: non ci sarà mai. I pessimisti obiettano: già non riusciamo ad andare d'accordo fra noi, figurarsi con gli alieni. Nondimeno, milioni di uomini continuano a fantasticare appassionatamente su quel tema, e decine di scrittori a esplorarne tutte le varianti possibili.
Questo Rama, questo corpo estraneo che si presenta un giorno nel nostro cielo, questo cilindro grandioso che è astronave, relitto, museo, enigmatica e solenne cattedrale, si può considerare una delle invenzioni di maggior fascino mai create dalla fantascienza.
E la bravura di Clarke, maestro di verosimiglianza cosmica, sta nel persuaderci col suo inimitabile piglio insieme avventuroso e scientifico, che si tratta anche di un'invenzione tutt'altro che "impossibile". Che proprio così andranno forse le cose, quando scoccherà l'ora del primo incontro.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

071 - James G. BALLARD - Ombre sul domani
072 - James BLISH - Il seme tra le stelle
073 - Clifford D. SIMAK - L'anello intorno al Sole
074 - Jules VERNE - 20.000 leghe sotto i mari
075 - Philip José FARMER - Venere sulla conchiglia
076 - Eric Frank RUSSELL - Schiavi degli invisibili
077 - Isaac ASIMOV - Il secondo libro dei robot
078 - Brian W. ALDISS - Il lungo meriggio della Terra
079 - Bob SHAW - Cronomoto
080 - Philip K. DICK - Rapporto di minoranza e altri racconti
081 - James HERBERT - Nebbia / 081bis - James HERBERT - Fluke
082 - Hal CLEMENT - Strisciava sulla sabbia
083 - Poul ANDERSON - Operazione caos
084 - Frank HERBERT - Dune
085 - Arthur C. CLARKE - Incontro con Rama

E nel prossimo numero il sequel del romanzo... e senza aspettare 16 anni!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 27 Gennaio 2012, 14:34:30

[SIZE=4][B][COLOR=#1f497d]086 - Rama II - Arthur C. CLARKE & Gentry LEE (1989)[/COLOR][/B][/SIZE]

Se gli appassionati di Clarke dovettero aspettare lunghi anni prima di veder pubblicato il sequel di uno dei romanzi più premiati della storia della fantascienza, i lettori e gli estimatori di questa mia collana potranno dirsi molto più fortunati: con una copertina realizzata in computer grafica (il cui originale trovate [URL=http://blog.chipp.com/rendezvous-with-rama/]qui[/URL]) e con la quarta di copertina scritta dal curatore medesimo, ecco a voi quella che (ad oggi) è la seconda edizione italiana del romanzo di Arthur Clarke & Gentry Lee.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k3c7e2ccc32.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD]All'alba del ventitreesimo secolo, molti anni dopo la spettacolare apparizione dell'enorme ed enigmatica sagoma di Rama nel nostro sistema solare, un secondo veicolo fa la sua comparsa, diretto verso la Terra.
Una squadra delle più brillanti menti del pianeta viene imediatamente approntata ed inviata per l'esplorazione: armati di tutte le conoscenze umane sulla tecnologia e cultura Raman, gli scenziati e la Terra tutta si preparano a questo secondo Rendez-vous.
Ma nessuna conoscenza può bastare a prepararli a quello che effettivamente troveranno all'interno di Rama II.[/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

072 - James BLISH - Il seme tra le stelle
073 - Clifford D. SIMAK - L'anello intorno al Sole
074 - Jules VERNE - 20.000 leghe sotto i mari
075 - Philip José FARMER - Venere sulla conchiglia
076 - Eric Frank RUSSELL - Schiavi degli invisibili
077 - Isaac ASIMOV - Il secondo libro dei robot
078 - Brian W. ALDISS - Il lungo meriggio della Terra
079 - Bob SHAW - Cronomoto
080 - Philip K. DICK - Rapporto di minoranza e altri racconti
081 - James HERBERT - Nebbia / 081bis - James HERBERT - Fluke
082 - Hal CLEMENT - Strisciava sulla sabbia
083 - Poul ANDERSON - Operazione caos
084 - Frank HERBERT - Dune
085 - Arthur C. CLARKE - Incontro con Rama
086 - Arthur C. CLARKE & Gentry LEE - Rama II

E nel prossimo numero, affinchè Rama e i manufatti alieni non monopolizzino troppo la vostra attenzione, ci sarà l'esordio di Lafferty, con un'opera complessa e ricca di humor.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: AgenteD il 27 Gennaio 2012, 18:26:42

...Lo so che il Curatore è Maxpullo, ma il Consulente Editoriale Marben[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] non ha definito gli ultimi romanzi di Clarke poco validi?
Quindi qui c'è una divergenza?[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] E' buono o no "sto Rama2"?[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 27 Gennaio 2012, 23:24:55

[quote author=AgenteD qlnk=board=9&threadid=5060&start=390#62849 date=1327685202]
...Lo so che il Curatore è Maxpullo, ma il Consulente Editoriale Marben[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] non ha definito gli ultimi romanzi di Clarke poco validi?
Quindi qui c'è una divergenza?[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] E' buono o no "sto Rama2"?[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]
[/quote]


Caro AgenteD, visto che l'hai chiesto ti devo informare che per poter pubblicare questo sequel ho dovuto agire di nascosto e che il consulente editoriale marben non è assolutamente a conoscenza di questa mia iniziativa: me ne assumo la piena responsabilità.[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_grin.gif[/IMG]

Ho letto qua e là qualche recensione di Rama II e degli altri due sequel e so bene che non sono stati accolti proprio con esaltazione dal pubblico (esempio di eufemismo alla massima potenza), ma alla fine ho deciso di procedere imperterrito nella pubblicazione per tre motivi fondamentali:

1) [U]I CICLI DEVONO ESSERE COMPLETI, AD OGNI COSTO! (E' CHIARO???????)[/U]
2) Viviamo in un universo in cui George W. Bush è stato rieletto dopo i primi quattro anni (per non stare a guardare sempre e solo le beghe di casa nostra) per cui ho imparato a non fidarmi troppo dei giudizi altrui.
3) Ogni collana che si rispetti ha il preciso dovere verso i suoi lettori di pubblicare un certo numero di ciofeche onde far rifulgere ancor di più le altre uscite.

Le stesse tre regole varranno ovviamente per tutti gli altri cicli iniziati alla grande e poi misteriosamente "spariti" strada facendo... [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_rolleyes.gif[/IMG]
E poi confido anche nel fatto che nessuno vorrà lasciare dei "buchi" nella propria collezione.
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_thumbup.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: AgenteD il 28 Gennaio 2012, 09:34:43

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=390#62865 date=1327703095]
[quote author=AgenteD qlnk=board=9&threadid=5060&start=390#62849 date=1327685202]
...Lo so che il Curatore è Maxpullo, ma il Consulente Editoriale Marben[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] non ha definito gli ultimi romanzi di Clarke poco validi?
Quindi qui c'è una divergenza?[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] E' buono o no "sto Rama2"?[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]
[/quote]


Caro AgenteD, visto che l'hai chiesto ti devo informare che per poter pubblicare questo sequel ho dovuto agire di nascosto e che il consulente editoriale marben non è assolutamente a conoscenza di questa mia iniziativa: me ne assumo la piena responsabilità.[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_grin.gif[/IMG]

Ho letto qua e là qualche recensione di Rama II e degli altri due sequel e so bene che non sono stati accolti proprio con esaltazione dal pubblico (esempio di eufemismo alla massima potenza), ma alla fine ho deciso di procedere imperterrito nella pubblicazione per tre motivi fondamentali:

1) [U]I CICLI DEVONO ESSERE COMPLETI, AD OGNI COSTO! (E' CHIARO???????)[/U]
2) Viviamo in un universo in cui George W. Bush è stato rieletto dopo i primi quattro anni (per non stare a guardare sempre e solo le beghe di casa nostra) per cui ho imparato a non fidarmi troppo dei giudizi altrui.
3) Ogni collana che si rispetti ha il preciso dovere verso i suoi lettori di pubblicare un certo numero di ciofeche onde far rifulgere ancor di più le altre uscite.

Le stesse tre regole varranno ovviamente per tutti gli altri cicli iniziati alla grande e poi misteriosamente "spariti" strada facendo... [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_rolleyes.gif[/IMG]
E poi confido anche nel fatto che nessuno vorrà lasciare dei "buchi" nella propria collezione.
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_thumbup.gif[/IMG]
[/quote]

Che dire? Sono d'accordo parola per parola, in particolare con quanto sottolineato: io come lettore ho il diritto di conoscere il seguito di una storia, anche quando l'autore, come dire, "non l'ha scritto bene".

Però...

In una collana di Capolavori ogni singolo libro ha valore [I]di per sè[/I], e quindi "Rama II" viene a trovarsi sullo stesso piano che so, di "Venere sulla conchiglia" o de "L'ospite del Senatore Horton", e tutto questo stona un po'... Secondo me occorerebbe fare una serie di "Speciali", come già fatto per "Fluke"... e mi rendo conto che anche qui il "povero" Rama 2 finirebbe sullo stesso piano di Fluke... Insomma, non lo so, in fondo il curatore sei tu e non l'AgenteD[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] !

P.S. Mi scuso per questi post, so che è un gioco, ma da appassionato, appunto, di fantascienza, ritengo che nulla sia più serio della finzione (o di un gioco), per cui...


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 28 Gennaio 2012, 10:05:55

[quote author=AgenteD qlnk=board=9&threadid=5060&start=390#62867 date=1327739683]

Che dire? Sono d'accordo parola per parola, in particolare con quanto sottolineato: io come lettore ho il diritto di conoscere il seguito di una storia, anche quando l'autore, come dire, "non l'ha scritto bene".

Però...

In una collana di Capolavori ogni singolo libro ha valore [I]di per sè[/I], e quindi "Rama II" viene a trovarsi sullo stesso piano che so, di "Venere sulla conchiglia" o de "L'ospite del Senatore Horton", e tutto questo stona un po'... Secondo me occorerebbe fare una serie di "Speciali", come già fatto per "Fluke"... e mi rendo conto che anche qui il "povero" Rama 2 finirebbe sullo stesso piano di Fluke... Insomma, non lo so, in fondo il curatore sei tu e non l'AgenteD[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] !

P.S. Mi scuso per questi post, so che è un gioco, ma da appassionato, appunto, di fantascienza, ritengo che nulla sia più serio della finzione (o di un gioco), per cui...
[/quote]


Ahimè, ma che vi ha fatto "[I]Fluke[/I]"? Io l'ho messo tra gli speciali perchè non strettamente di FS, mica perchè era scritto male... "[I]Rama II[/I]" non posso giudicarlo perchè non l'ho mai letto (e già che ci siamo vi dirò che le recensioni non sono affatto tutte negative, ma, come in tutte le cose ce ne sono di molto positive), ma se lo avessi accostato a "[I]Fluke[/I]" gli avrei certo solo fatto un buon servizio! [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/6.gif[/IMG]
Io rimango dell'opinione che i seguiti di Rama debbano entrare di buon conto nella collana ideale non solo in qualità di sequel, ma anche perchè i lettori devono sempre valutare loro stessi se una cosa gli piace o no: naturalmente applicherò questo mio principio anche a lavori che io stesso giudico improponibili ed inverecondi (tipo "[I]Il grande tempo[/I]"), ma che hanno riscosso un successo tale per cui il lettore di fantascienza non può ignorarli e parimenti mi comporterò per lavori che ritengo memorabili anche se misconosciuti o disprezzati (tipo "[I]Andrew il disturbatore[/I]").
I "cicli sbilanciati", purtroppo, pongono un serio problema per ogni collana ed ogni curatore deve decidere in piena autonomia cosa farne e, visto che non possiamo raccomandare agli autori di scrivere solo cose belle, occorre prendersi qualche rischio.
Io ho preferito inserire tre uscite "dubbie" piuttosto che rinunciare a pubblicare "[I]Incontro con Rama[/I]" o (peggio) pubblicare solo quello, ma è una scelta come un'altra.
Non devi scusarti dei tuoi post, anzi: fanno parte del gioco
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_grin.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 28 Gennaio 2012, 12:34:43

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B] 087 - Cantata spaziale - R.A. Lafferty (1968)[/B][/SIZE][/COLOR]

Nell'attesa di assistere ai prossimi sviluppi del ciclo di Rama, il mio consiglio di curatore è quello di sgomberare subito la mente da ogni pensiero e di prendere in mano questo curioso ed originale romanzo di Lafferty, preparandosi a vivere una esperienza di lettura che nessun altro autore può dare.
Il mio consiglio personale di lettore, invece, è quello di non sottovalutare mai Lafferty, perchè quasi tutti i suoi scritti nascondono, sotto un'apparenza rozza, umoristica e scanzonata, una complessità che non ha riscontri in alcun altro autore di SF e, magari, mentre finge di raccontarci una storiella surreale, sta descrivendo un principio fisico rivoluzionario, sta facendo il verso ad un famoso personaggio oppure sta arditamente parafrasando un poema immortale.
Con l'abusata copertina di Bruce Pennigton (che compare nell'edizione Galassia del romanzo di Lafferty, ma che è stata usata anche per "[I]Equator[/I]" di Aldiss e "[I]I figli di Mu[/I]" di Campbell) e con la quarta di copertina dell'edizione Galassia 216 (l'unica esistente ad oggi), ecco a voi un classico che ogni lettore di SF deve conoscere.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kd93c9add29.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Il capitano Roadstrum e la sua ciurma, dopo una guerra galattica durata dieci anni, iniziano il loro lento e travagliato viaggio verso casa. Questi eroi induriti dallo spazio non si fanno scrupolo di plagiare l'Odissea nel raccontare le loro avventure; ci sono i Lotofagi, sul pianeta omonimo, che tentano di sopire l'istinto vitale di Roadstrum e compagni, per poi servirli come dolcetti ad altri Lotofagi; ci sono le Sirene, i guerrieri del Valhalla (che di giorno si uccidono fra di loro e mangiano a quattro palmenti, ma di notte riprendono spoglie mortali); ci sono gli animali-asteroidi prediletti dal Sole (con la loro minaccia di morte per senescenza), e c'è anche il pianeta di Polifemia, dove gli uomini sono mutati in ruminanti e cucinati per pastori malvagi.
Questo ed altro, sul pianeta del Gioco D'Azzardo e nel Club dei Più Spaventosi Bugiardi, nell'autentico Inferno (il pianeta Pepe-Indiavolato), e infine nella casa di Roadstrum.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

073 - Clifford D. SIMAK - L'anello intorno al Sole
074 - Jules VERNE - 20.000 leghe sotto i mari
075 - Philip José FARMER - Venere sulla conchiglia
076 - Eric Frank RUSSELL - Schiavi degli invisibili
077 - Isaac ASIMOV - Il secondo libro dei robot
078 - Brian W. ALDISS - Il lungo meriggio della Terra
079 - Bob SHAW - Cronomoto
080 - Philip K. DICK - Rapporto di minoranza e altri racconti
081 - James HERBERT - Nebbia / 081bis - James HERBERT - Fluke
082 - Hal CLEMENT - Strisciava sulla sabbia
083 - Poul ANDERSON - Operazione caos
084 - Frank HERBERT - Dune
085 - Arthur C. CLARKE - Incontro con Rama
086 - Arthur C. CLARKE & Gentry LEE - Rama II
087 - R.A. LAFFERTY - Cantata spaziale

E nel prossimo volume Arthur Clarke e Gentry Lee torneranno a raccontarci gli ultimi sviluppi del confronto tra la Terra e Rama.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: attiliosfunel il 28 Gennaio 2012, 13:46:01

Caro supercuratore, lancia un "Capolavori di Maxpullo Le Granadi Saghe" [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_wink.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: AgenteD il 28 Gennaio 2012, 13:55:56

[quote author=attiliosfunel qlnk=board=9&threadid=5060&start=405#62875 date=1327754761]
Caro supercuratore, lancia un "Capolavori di Maxpullo Le Granadi Saghe" [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_wink.gif[/IMG]
[/quote]

... Ecco, mica male come come idea![IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]

... Solo che c'è stato un equivoco: ho capito benissimo che lo Speciale per "Fluke" era per un libro molto valido (io ho visto il film due volte...). La mia frase era da intendere che il povero Rama 2, libro forse non di alto livello, non poteva essere messo nè sullo stesso piano degli altri Capolavori e nè su quello di "Fluke"...

Mò basta[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 28 Gennaio 2012, 14:18:31

[quote author=attiliosfunel qlnk=board=9&threadid=5060&start=405#62875 date=1327754761]
Caro supercuratore, lancia un "Capolavori di Maxpullo Le Granadi Saghe" [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_wink.gif[/IMG]
[/quote]


Ormai è tardi.
Ho già pubblicato Tschai, Fondazione, le Odissee di Clarke, Impero, tre quinti degli Autostoppisti galattici, il primo di Dune, e metà Rama... ma non è nemmeno questo: più che altro io nella mia testa ho una collana tipo UCZ ma meno vincolata a Urania e Mondadori; una collana che uno si mette da parte come "patrimonio" perchè anche se non tutti i titoli gli sono piaciuti alla fine in libreria ha una serie che rappresenta sicuramente il meglio che la SF può offrire (e nel fare questo mi auguro che la collana riesca anche un po' a trascendere il mio gusto personale).
In una collana così i titoli devono essere singoli, anche perchè alla fine la lista dei volumi pubblicati dovrà essere una sorta di "guida alla lettura" dei vari cicli così la gente si può orientare su cosa leggere prima e cosa leggere dopo.
E poi in effetti, Urania a parte, è proprio quello che sto cercando di fare anche nella realtà... basta con il collezionismo ossessivo compulsivo delle ristampe: nei miei scaffali ci sarà il meglio di Urania Classici, di UCZ, dei Cosmo Oro, dei Fanucci, dei Cosmo Argento, dei Libra e soprattutto della collana di cui mi sto innamorando sempre più con il trascorrere del tempo... Galassia...
E di conseguenza tanto Ballard, tanto Brown, tanto Asimov, tanto Dick, un po' di Vance, molto Brin, tutto Evangelisti... insomma la mia idea di fantascienza ecco...
E nel fare questo "sforzo" sto anche scoprendo libri che altrimenti non avrei mai letto come il bellissimo "[I]Il veliero dei ghiacci[/I]" di Moorcock, "[I]Pianeta Morphy[/I]" di Rogoz, lo stesso "[I]Cantata spaziale[/I]"... insomma, un gioco da appassionati che alla fine è anche in qualche maniera "istruttivo" perchè va a soffiar via la polvere da dove le prodigiose lacune editoriali del nostro universo l'hanno fatta accumulare, per ignoranza, per negligenza o semplicemente in ossequio alle bizzarre leggi di domanda/offerta di cui l'uomo moderno è schiavo.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: waferdi il 28 Gennaio 2012, 14:59:57

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#62865 date=1327703095]
1) [U]I CICLI DEVONO ESSERE COMPLETI, AD OGNI COSTO! (E' CHIARO???????)[/U]
ovviamente per tutti gli altri cicli iniziati alla grande e poi misteriosamente "spariti" strada facendo... [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_rolleyes.gif[/IMG]
E poi confido anche nel fatto che nessuno vorrà lasciare dei "buchi" nella propria collezione.
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_thumbup.gif[/IMG]
[/quote]

VERO VERISSIMO, sapessi quanto mi rompe dover comperare i libri in lingua perchè qui da noi nessuno completa mai una volta un ciclo. Fanno letteralmente schifo i nostri editori.[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cry.gif[/IMG]

w.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 28 Gennaio 2012, 16:12:09

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=405#62880 date=1327756711]
e soprattutto della collana di cui mi sto innamorando sempre più con il trascorrere del tempo... Galassia...

[/quote]

Cioè della migliore collana da edicola (insieme a Robot che però pubblicava solo racconti) che sia mai esistita.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 29 Gennaio 2012, 15:15:46

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]088 - Il giardino di Rama - Arthur C. CLARKE & Gentry LEE (1991)
[SIZE=1] [/SIZE]
[/B][B]089 - Rama rivelato - Arthur C. CLARKE & Gentry LEE (1993)[/B][/SIZE][/COLOR]

Con queste due uscite la collana non soltanto conclude il "discusso" ciclo di Rama, ma finisce anche per acquistare definitivamente una sorta di "unicità" nel panorama editoriale italiano, visto che, ad oggi, l'ultimo capitolo "[I]Rama revealed[/I]" è ancora inedito.
La cover scelta per "[I]Il giardino di Rama[/I]" è opera di Paul Swedensen, mentre quella per il "[I]Rama rivelato[/I]" è di Stephen Youll, entrambe sono state utilizzate per l'edizione della Bantam Spectra; le trame in quarta di copertina, invece, sono opera del curatore che si è basato sulle informazioni di wikipedia.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kf37572d6b0.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Durante il ventitreesimo secolo la Terra ha avuto due incontri con gigantesche, misteriose stazioni spaziali provenienti dall'esterno del sistema solare, muta testimonianza di una tecnologia aliena di gran lunga superiore a quella umana. Tre cosmonauti, rimasti intrappolati a bordo del labirintico Rama II quando questo è ripartito, dovranno ora far ricorso a tutte le loro risorse fisiche e mentali per sopravvivere e per prepararsi ad affrontare la loro sfida finale: l'appuntamento con gli architetti Raman nei pressi di una stazione orbitale in prossimità di Sirio.
I tre cosmonauti hanno abbandonato le loro famiglie, gli amici e tutto quello che avevano, ma le risposte che li attendono alla stazione nota come Nodo Raman richiederanno forse un sacrificio ancora maggiore.[/SIZE][/TD][/TR][TR][TD] [/TD][TD] [/TD][TD] [/TD][/TR][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k776f73c2ee.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]In questo ultimo capitolo della saga stellare raccontata da Arthur Clarke e Gentry Lee, la gigantesca astronave Rama III prosegue il suo viaggio generazionale attraverso il cosmo per giungere alla sua destinazione finale, il Nodo Raman a forma di tetraedro nei pressi di Tau-Ceti.
E' qui che gli umani, assieme alle altre creature aliene ospitate nella gigantesca stazione del "giardino di Rama", scopriranno non solo lo scopo dei Raman, ma quello dell'universo stesso.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

075 - Philip José FARMER - Venere sulla conchiglia
076 - Eric Frank RUSSELL - Schiavi degli invisibili
077 - Isaac ASIMOV - Il secondo libro dei robot
078 - Brian W. ALDISS - Il lungo meriggio della Terra
079 - Bob SHAW - Cronomoto
080 - Philip K. DICK - Rapporto di minoranza e altri racconti
081 - James HERBERT - Nebbia / 081bis - James HERBERT - Fluke
082 - Hal CLEMENT - Strisciava sulla sabbia
083 - Poul ANDERSON - Operazione caos
084 - Frank HERBERT - Dune
085 - Arthur C. CLARKE - Incontro con Rama
086 - Arthur C. CLARKE & Gentry LEE - Rama II
087 - R.A. LAFFERTY - Cantata spaziale
088 - Arthur C. CLARKE & Gentry LEE - Il giardino di Rama
089 - Arthur C. CLARKE & Gentry LEE - Rama rivelato

Nel prossimo numero, abbandonate definitivamente le titaniche astronavi Raman, ci faremo accompagnare da Lester Del Rey sulle strade di un irriconoscibile pianeta Terra del nostro futuro.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Imriel il 29 Gennaio 2012, 15:56:44

Oggi a porta portese c'era giardino di rama Gentry lee [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_shock.gif[/IMG] Non l'ho preso, vabbo in effetti penso leggero solo incontro con rama


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 30 Gennaio 2012, 18:10:22

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]090 - L'undicesimo comandamento - Lester DEL REY (1962)[/B][/SIZE][/COLOR]

E siamo arrivati a "-10" e non solo per l'allarme freddo che incombe sull'Italia nei prossimi giorni: sono infatti solo dieci i numeri che ci separano dal fatidico numero 100 ed ancora è in corso un fantastico ed equilibratissimo ballottaggio tra tre titoli, tutti e tre validissimi, ma su cui i miei tre collaboratori più fidati hanno espresso - aihmè - preferenze diverse.
Non solo si deve guardare la qualità dell'opera - mi fanno giustamente osservare alcuni di loro - ma occorre anche tener conto del potenziale "gradimento" dei lettori. E così rimango solo con i miei dubbi, con tre cover già pronte ed un dado nella mano per tirare a sorte.
Ma per fortuna per questa uscita dubbi non ce ne sono: il numero 90 lo affido senza alcun timore di deludere ad un vero maestro della fantascienza, che qui vi propongo con uno dei suoi titoli più intriganti e di effetto.
Con la copertina di Franco Storchi che compariva nel Galassia numero 230 e con la quarta di copertina ripresa parzialmente dallo stesso volume (mai come in questo caso è indispensabile evitare spoiler di ogni tipo), ecco a voi un'opera sorprendente che inizialmente da l'impressione di essere uno dei "soliti" romanzi di "invettiva" contro la Chiesa e la religione, ma che termina con uno dei colpi di scena più disarmanti e geniali che mi sia mai capitato di leggere.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kaae79b31b6.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Nell'anno 2190, la Terra sta ancora cercando di riprendersi a fatica dagli orrori di una guerra nucleare scatenata incidentalmente, e quest'opera di ricostruzione è guidata e controllata da una Chiesa scismatica americana; questa è la situazione che un colono marziano, Boyd Jensen, si trova ad affrontare quando scende sul nostro pianeta in virtù di un ipotetico programma di scambi culturali. L'umanità appare soffocata dall'oppressivo condizionamento religioso che investe ogni campo, da quello politico a quello scientifico, all'insegna dell'Undicesimo comandamento che sembrerebbe un retaggio di secoli altrettanto bui: Crescete e moltiplicatevi.
Se questa è la prima impressione, tuttavia, occorre un certo tempo perché Jensen si renda conto dei reali motivi di molte apparenti durezze e incongruenze, e giunga infine a comprendere il vero segreto della Chiesa Eclettica Americana.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

076 - Eric Frank RUSSELL - Schiavi degli invisibili
077 - Isaac ASIMOV - Il secondo libro dei robot
078 - Brian W. ALDISS - Il lungo meriggio della Terra
079 - Bob SHAW - Cronomoto
080 - Philip K. DICK - Rapporto di minoranza e altri racconti
081 - James HERBERT - Nebbia / 081bis - James HERBERT - Fluke
082 - Hal CLEMENT - Strisciava sulla sabbia
083 - Poul ANDERSON - Operazione caos
084 - Frank HERBERT - Dune
085 - Arthur C. CLARKE - Incontro con Rama
086 - Arthur C. CLARKE & Gentry LEE - Rama II
087 - R.A. LAFFERTY - Cantata spaziale
088 - Arthur C. CLARKE & Gentry LEE - Il giardino di Rama
089 - Arthur C. CLARKE & Gentry LEE - Rama rivelato
090 - Lester DEL REY - L'undicesimo comandamento

E preparatevi che nel prossimo numero ritorna Robert Silverberg con uno dei suoi romanzi più famosi (e premiati)...


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 30 Gennaio 2012, 18:13:14

PS
Mi sono dimenticato di ringraziare Santo marben da Roma per avermi fornito le scansioni delle cover di "[I]Cantata spaziale[/I]" e "[I]L'undicesimo comandamento[/I]".
Una "Galassia" di ringraziamenti!
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_kiss.gif[/IMG][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_kiss.gif[/IMG][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_kiss.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 30 Gennaio 2012, 18:15:36

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=405#63012 date=1327943594]
PS
Mi sono dimenticato di ringraziare Santo marben da Roma per avermi fornito le scansioni delle cover di "[I]Cantata spaziale[/I]" e "[I]L'undicesimo comandamento[/I]".
Una "Galassia" di ringraziamenti!
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_kiss.gif[/IMG][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_kiss.gif[/IMG][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_kiss.gif[/IMG]
[/quote]

Grazie per il "santo" ma, nonostante il secolo e mezzo già ampiamente superato, sono ancora vivo e vegeto e non vi libererete tanto presto di me... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: PabloE il 30 Gennaio 2012, 18:48:38

[quote author=marben qlnk=board=9&threadid=5060&start=405#63013 date=1327943736]
nonostante il secolo e mezzo già ampiamente superato
[/quote]

[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_shock.gif[/IMG] marben l'immortale [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]

Questo romanzo mi era del tutto sconosciuto [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_undecided.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 30 Gennaio 2012, 19:19:28

[quote author=Andy Dufresne qlnk=board=9&threadid=5060&start=405#63023 date=1327945718]
[quote author=marben qlnk=board=9&threadid=5060&start=405#63013 date=1327943736]
nonostante il secolo e mezzo già ampiamente superato
[/quote]

[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_shock.gif[/IMG] marben l'immortale [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]

Questo romanzo mi era del tutto sconosciuto [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_undecided.gif[/IMG]
[/quote]

Era il titolo originale di [I]Lazarus Long l'immortale[/I], poi Heinlein lo ha cambiato... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 31 Gennaio 2012, 17:15:24

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B] 091 - Ali della notte - Robert SILVERBERG (1969)[/B][/SIZE][/COLOR]

All'AgenteD, unico abbonato di questa collana, voglio dedicare questa nuova uscita, in cui vi presento il celebre romanzo di Robert Silverberg, vincitore del premio Hugo e sponsorizzato da quasi tutti i miei competenti collaboratori che me lo hanno indicato come un'opera fondamentale della fantascienza (io nella mia ignoranza non sapevo nemmeno che esistesse).
Per la copertina ho scelto una immagine molto romantica e suggestiva intitolata "[URL=http://www.worth1000.com/entries/646928/moonlight]moonlight[/URL]" dell'artista anonimo [URL=http://all.worth1000.com/artists/Todd1000]Todd100[/URL], presa dal sito worth1000.com (da cui avevo già attinto la cover de "[I]Il crollo della galassia centrale[/I]"), mentre per la trama ho deciso di utilizzare quella dell'edizione della Fantacollana della Nord.
Sono certo che i lettori mi perdoneranno la mancanza della data della prima edizione sulla copertina, ma purtroppo la gamba della fata non finiva più... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_rolleyes.gif[/IMG]

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2ka3d7ff902f.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Quest'opera indimenticabile ci presenta un grandioso ritratto del lontano futuro, quando la Terra, dopo aver conosciuto un lungo periodo di splendore, ha perso la sua posizione di predominio ed è uno dei pianeti più poveri, una delle “acque stagnanti della Galassia". Il barbarico Primo Ciclo dell'umanità (dagli albori della civiltà all'incontro con le altre razze intelligenti delle stelle) è finito da decine di millenni, ed è finito da millenni anche l'illuminato Secondo Ciclo, in cui “i prodigi erano cosa di tutti i giorni", la durata della vita si misurava in secoli e secoli, e ciascun essere umano aveva a disposizione un'infinità di macchine d'ogni tipo. Il Secondo Ciclo, sotto tutti gli aspetti, era davvero “il miglior periodo in cui vivere", ma in pochi secoli la sua grande civiltà è stata distrutta da immensi cataclismi naturali.
Ora, nel Terzo Ciclo, la Terra deve accontentarsi di un ruolo modestissimo nel sodalizio interstellare, e attende da mille anni la venuta degli Invasori: la razza che, secondo la leggenda, partirà un giorno dalla sua stella lontana e verrà a conquistare il nostro pianeta.
Tracciando con grande sensibilità un'affascinante mescolanza di civiltà del passato e di prodigi scientifici del futuro, Robert Silverberg ha creato in [I]Ali della notte[/I] un insuperabile affresco del futuro remoto: un futuro dolce e crudele, lirico e idealistico, che è anche una penetrante allegoria della condizione umana.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

077 - Isaac ASIMOV - Il secondo libro dei robot
078 - Brian W. ALDISS - Il lungo meriggio della Terra
079 - Bob SHAW - Cronomoto
080 - Philip K. DICK - Rapporto di minoranza e altri racconti
081 - James HERBERT - Nebbia / 081bis - James HERBERT - Fluke
082 - Hal CLEMENT - Strisciava sulla sabbia
083 - Poul ANDERSON - Operazione caos
084 - Frank HERBERT - Dune
085 - Arthur C. CLARKE - Incontro con Rama
086 - Arthur C. CLARKE & Gentry LEE - Rama II
087 - R.A. LAFFERTY - Cantata spaziale
088 - Arthur C. CLARKE & Gentry LEE - Il giardino di Rama
089 - Arthur C. CLARKE & Gentry LEE - Rama rivelato
090 - Lester DEL REY - L'undicesimo comandamento
091 - Robert SILVERBERG - Ali della notte

Per il prossimo numero però dimenticatevi romanticismo e atmosfere struggenti e soprattutto mangiate poco, altrimenti John Sladek potrebbe rovinarvi la digestione dal gran ridere...


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 31 Gennaio 2012, 17:29:33

Bella 'sta cover, quasi meglio di quella di Thole per la Nord.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 31 Gennaio 2012, 22:40:10

[quote author=marben qlnk=board=9&threadid=5060&start=420#63099 date=1328027373]
Bella 'sta cover, quasi meglio di quella di Thole per la Nord.
[/quote]

Già che ci siamo vi metto una rassegna delle cover scartate.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kc688414d70.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k62f4eea9bb.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kac1f3a4fad.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][/TR][TR][TD]Artist: Alex Martinez[/TD][TD]Artist: Karel Thole[/TD][TD]Artist: Scott Grimando[/TD][/TR][/TABLE]
Sono d'accordo con marben: non sarà di un artista famoso, ma la cover che ho scelto mi piace di più...

[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2ka3d7ff902f.jpg[/IMG]

Alla prossima uscita!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Imriel il 31 Gennaio 2012, 22:43:12

Molto bella, complimenti


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: attiliosfunel il 01 Febbraio 2012, 17:55:24

La userò per la riedizione NNPIP su [I]Urania Collezione[/I]. [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/64.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 01 Febbraio 2012, 18:53:48

[quote author=attiliosfunel qlnk=board=9&threadid=5060&start=420#63150 date=1328115324]
La userò per la riedizione NNPIP su [I]Urania Collezione[/I]. [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/64.gif[/IMG]
[/quote]


Vedi se riesci a salvarle le ali... io ho fatto il possibile per la gamba ma le ali proprio non entravano...
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/106.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: PabloE il 01 Febbraio 2012, 19:07:42

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=420#63153 date=1328118828]
[quote author=attiliosfunel qlnk=board=9&threadid=5060&start=420#63150 date=1328115324]
La userò per la riedizione NNPIP su [I]Urania Collezione[/I]. [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/64.gif[/IMG]
[/quote]


Vedi se riesci a salvarle le ali... io ho fatto il possibile per la gamba ma le ali proprio non entravano...
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/106.gif[/IMG]
[/quote]

Neanche diminuendo di una piccola percentuale entrambe le dimensioni?


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 01 Febbraio 2012, 19:20:04

[quote author=attiliosfunel qlnk=board=9&threadid=5060&start=420#63150 date=1328115324]
La userò per la riedizione NNPIP su [I]Urania Collezione[/I]. [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/64.gif[/IMG]
[/quote]

E chi ne poteva dubitare? [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: AgenteD il 01 Febbraio 2012, 19:22:24

...Mi fa molto piacere la dedica... Ma sicuro che sono l'unico abbonato[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]?

P.S. E' notorio che le gambe lunghe sono molto apprezzate...[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cheesy.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 02 Febbraio 2012, 19:11:13

[SIZE=4][B][COLOR=#1f497d]092 - Robot fuorilegge - John SLADEK (1983)[/COLOR][/B][/SIZE]

Una raccomandazione: da leggere con cautela.
Probabilmente avrete già apprezzato l'umorismo di Lafferty e goduto della satira di Sheckley o Reynolds e magari ancora avrete riso di gusto sui romanzi di Adams, ma vi posso assicurare che, nonstante questo, siete assolutamente impreparati a leggere il presente romanzo di Sladek senza riportare seri danni fisici dovuti al gran ridere.
E' forse per prevenire crisi di riso forsennato che le case editrici di tutto il mondo si sono date battaglia per pubblicarlo sempre con cover tristi e brutte (anche Thole ha fatto del suo peggio per l'edizione Urania): quella che ho scelto per la presente ri-edizione è di una edizione spagnola, ma di cui ignoro l'autore; è brutta anche questa, ma meno delle altre...
La quarta di copertina, invece, è quella dell'irresistibile Urania 999.
Ripeto: da leggere con cautela.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k0bcfbb1d86.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Come ogni robot del XXI secolo il protagonista di questa storia è programmato con i "circuiti asimov" , che gli impediscono di uccidere, ferire, offendere o danneggiare in qualsiasi modo un essere umano. Ma per un caso raro quanto sfortunato i circuiti non funzionano e il robot incomincia a covare i peggiori propositi. Esteriormente tuttavia si dimostra benigno e servizievole, perché il suo scopo non è l'aggressione immediata. Il suo scopo è di arrivare, prima di tutto, alla vice-presidenza degli Stati Uniti.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

078 - Brian W. ALDISS - Il lungo meriggio della Terra
079 - Bob SHAW - Cronomoto
080 - Philip K. DICK - Rapporto di minoranza e altri racconti
081 - James HERBERT - Nebbia / 081bis - James HERBERT - Fluke
082 - Hal CLEMENT - Strisciava sulla sabbia
083 - Poul ANDERSON - Operazione caos
084 - Frank HERBERT - Dune
085 - Arthur C. CLARKE - Incontro con Rama
086 - Arthur C. CLARKE & Gentry LEE - Rama II
087 - R.A. LAFFERTY - Cantata spaziale
088 - Arthur C. CLARKE & Gentry LEE - Il giardino di Rama
089 - Arthur C. CLARKE & Gentry LEE - Rama rivelato
090 - Lester DEL REY - L'undicesimo comandamento
091 - Robert SILVERBERG - Ali della notte
092 - John SLADEK - Robot fuorilegge

E nel prossimo numero il gradito ritorno del grande Robert Sheckley!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Imriel il 02 Febbraio 2012, 20:51:44

[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/7.gif[/IMG] Ho cercato da tutte le parti...dov'è l'abbonamento?[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/39.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 02 Febbraio 2012, 21:19:37

[quote author=Imriel qlnk=board=9&threadid=5060&start=420#63248 date=1328212304]
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/7.gif[/IMG] Ho cercato da tutte le parti...dov'è l'abbonamento?[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/39.gif[/IMG]
[/quote]


Ma sei già abbonato!
Anche se non te ne sei ancora accorto...
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_rolleyes.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Imriel il 02 Febbraio 2012, 21:26:31

[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/3d/jawdropblue_1_.gif[/IMG]
è questo che fa di lei un maestro [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/3d/mrgreen.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 03 Febbraio 2012, 09:58:36

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B] 093 - Mai toccato da mani umane - Robert SHECKLEY[/B][/SIZE][/COLOR]

Per festeggiare l'abbonamento della recluta imriel alla collana (che si aggiunge a quelli di AgenteD, gretana e Arne) voglio oggi proporvi una antologia di racconti davvero particolare, una raccolta assolutamente da non perdere perchè contiene i racconti "storici" più famosi di Robert Sheckley.
La cover che ho scelto è quella dell'edizione "Ballantine Books" il cui autore è sconosciuto, mentre per la quarta di copertina ho parafrasato quella dell'edizione in Urania Collezione.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k14ea8ee4b5.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Nessun autore di fantascienza è paragonabile a Robert Sheckley: unico è il suo modo leggero e a volte crudele di trattare le cose degli altri pianeti con il suo tocco fatato e mai banale, inimitabile il suo umorismo o il suo gusto per lo spiazzamento.
Ingegnoso, paradossale, brillante, crudelmente satirico: questo è Robert Sheckley. È soprattutto ai racconti che questo autore incandescente deve la propria fama ed i testi qui raccolti sono fra "il meglio" della sua produzione e coprono una gamma di temi varia, sconcertante, divertentissima: dalle avventure spaziali ai robot, dall'utopia alla parodia, dalla colonizzazione dei pianeti alle creature extraterrestri.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

079 - Bob SHAW - Cronomoto
080 - Philip K. DICK - Rapporto di minoranza e altri racconti
081 - James HERBERT - Nebbia / 081bis - James HERBERT - Fluke
082 - Hal CLEMENT - Strisciava sulla sabbia
083 - Poul ANDERSON - Operazione caos
084 - Frank HERBERT - Dune
085 - Arthur C. CLARKE - Incontro con Rama
086 - Arthur C. CLARKE & Gentry LEE - Rama II
087 - R.A. LAFFERTY - Cantata spaziale
088 - Arthur C. CLARKE & Gentry LEE - Il giardino di Rama
089 - Arthur C. CLARKE & Gentry LEE - Rama rivelato
090 - Lester DEL REY - L'undicesimo comandamento
091 - Robert SILVERBERG - Ali della notte
092 - John SLADEK - Robot fuorilegge
093 - Robert SHECKLEY - Mai toccato da mani umane

Quale sorpresa ci porterà il numero 094? Abbonatevi e lo saprete! Per adesso posso solo dirvi che è la trasposizione in forma di romanzo di un celebre film di SF del 1999, ma se vi dicessi gli interpreti rovinerei la sorpresa...


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: AgenteD il 03 Febbraio 2012, 10:02:42


... Ah,però... Sono contento di aver da il la alla Campagna Abbonenti![IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/6.gif[/IMG]

... Temo però che questo numero farà qualche fatica ad arrivarmi: a Chieti sono sotto 50 cm di neve e continua a nevicare [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/3d/cry.gif[/IMG]... Va bene, per distrarmi mi sto leggendo "Messia di Dune", tanto tra sabbia e neve...


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 04 Febbraio 2012, 18:32:01

[quote author=AgenteD qlnk=board=9&threadid=5060&start=420#63271 date=1328259762]

... Ah,però... Sono contento di aver da il la alla Campagna Abbonenti![IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/6.gif[/IMG]

... Temo però che questo numero farà qualche fatica ad arrivarmi: a Chieti sono sotto 50 cm di neve e continua a nevicare [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/3d/cry.gif[/IMG]... Va bene, per distrarmi mi sto leggendo "Messia di Dune", tanto tra sabbia e neve...
[/quote]

Le pubblicazioni virtuali arrivano ovunque, in qualunque stagione ed in qualunque frangente climatico avverso o favorevole che sia...
Guarda bene sul tuo monitor che sta per arrivare...
Charlize!

[IMG]http://photos.elle.it/photo/1266132266/beauty/charlize-theron-2953f46.jpg[/IMG]

[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/6.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 04 Febbraio 2012, 18:32:16

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B] 094 - La moglie dell'astronauta - Robert TINE (1999)[/B][/SIZE][/COLOR]

Il libro che ho scelto per questa uscita non è probabilmente uno dei classici "ufficiali" della letteratura di fantascienza, ma rappresenta, a mio avviso, uno dei tanti modi attraverso cui il genere è riuscito ad arrivare al grande pubblico: la novelization di Robert Tine del celebre film di Rand Ravich, interpretato dal bravissimo Johnny Depp e dalla bellissima Charlize Theron, non ha vinto alcun premio letterario, ma ha il merito di esser fedelissimo ad uno dei film "cult" degli anni '90 e, secondo me, non poteva mancare in questa rassegna.
La cover scelta per questa uscita è, naturalmente, la locandina del film, mentre per la trama ho deciso di "rielaborare" in una forma più "ad effetto" la quarta di copertina dell'Urania 1388.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kb21afd13b8.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Spencer Armacost è uno dei due astronauti usciti dallo Space Shuttle per riparare un satellite in avaria, operazione di ordinaria amministrazione, almeno fino al momento dell'esplosione. Ma quando Spencer torna a casa da sua moglie è lei la prima (e l'unica) ad accorgersi che suo marito è diventato un altro uomo. E' una conseguenza dello shock subito o c'è sotto qualcosa di peggio? Tutto sembra solo ordinaria amministrazione, almeno fino a quando la moglie dell'astronauta scopre di essere incinta...[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

080 - Philip K. DICK - Rapporto di minoranza e altri racconti
081 - James HERBERT - Nebbia / 081bis - James HERBERT - Fluke
082 - Hal CLEMENT - Strisciava sulla sabbia
083 - Poul ANDERSON - Operazione caos
084 - Frank HERBERT - Dune
085 - Arthur C. CLARKE - Incontro con Rama
086 - Arthur C. CLARKE & Gentry LEE - Rama II
087 - R.A. LAFFERTY - Cantata spaziale
088 - Arthur C. CLARKE & Gentry LEE - Il giardino di Rama
089 - Arthur C. CLARKE & Gentry LEE - Rama rivelato
090 - Lester DEL REY - L'undicesimo comandamento
091 - Robert SILVERBERG - Ali della notte
092 - John SLADEK - Robot fuorilegge
093 - Robert SHECKLEY - Mai toccato da mani umane
094 - Robert TINE - La moglie dell'astronauta

E rimanete collegati perchè con il prossimo numero farà il suo spettacolare esordio Charles Leonard Harness, con la sua storia più romantica e struggente...


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Notman il 04 Febbraio 2012, 18:35:13

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=420#63377 date=1328376721]
[quote author=AgenteD qlnk=board=9&threadid=5060&start=420#63271 date=1328259762]

... Ah,però... Sono contento di aver da il la alla Campagna Abbonenti![IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/6.gif[/IMG]

... Temo però che questo numero farà qualche fatica ad arrivarmi: a Chieti sono sotto 50 cm di neve e continua a nevicare [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/3d/cry.gif[/IMG]... Va bene, per distrarmi mi sto leggendo "Messia di Dune", tanto tra sabbia e neve...
[/quote]

Le pubblicazioni virtuali arrivano ovunque, in qualunque stagione ed in qualunque frangente climatico avverso o favorevole che sia...
Guarda bene sul tuo monitor che sta per arrivare...
Charlize!

[IMG]http://photos.elle.it/photo/1266132266/beauty/charlize-theron-2953f46.jpg[/IMG]

[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/6.gif[/IMG]
[/quote]


Se Charlize è un allegato... mi sa che mi abbono! [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/10.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: PabloE il 04 Febbraio 2012, 19:25:40

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=435#63378 date=1328376736]
[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B] [/B][/SIZE][/COLOR][B]chock[/B]
[/quote]

correggi la quarta prima che vada agli abbonati [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_wink.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 04 Febbraio 2012, 19:38:56

[quote author=Andy Dufresne qlnk=board=9&threadid=5060&start=435#63380 date=1328379940]
[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=435#63378 date=1328376736]
[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B] [/B][/SIZE][/COLOR][B]chock[/B]
[/quote]

correggi la quarta prima che vada agli abbonati [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_wink.gif[/IMG]
[/quote]


Fatto!
Grazie della segnalazione: in effetti che Armacost avesse subito un "cuneo" non aveva molto senso [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/65.gif[/IMG] (una "zeppa" poi era ancora peggio [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/71.gif[/IMG])...
Sai che ti dico? Da oggi la redazione si arricchisce di un nuovo editor: Pablito ritieniti assunto da subito con contratto a progetto!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: PabloE il 04 Febbraio 2012, 20:29:35

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=435#63381 date=1328380736]
Sai che ti dico? Da oggi la redazione si arricchisce di un nuovo editor: Pablito ritieniti assunto da subito con contratto a progetto!
[/quote]

Co.co.co? [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/Generiche/sbonk.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 04 Febbraio 2012, 20:40:43

[quote author=Andy Dufresne qlnk=board=9&threadid=5060&start=435#63390 date=1328383775]
[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=435#63381 date=1328380736]
Sai che ti dico? Da oggi la redazione si arricchisce di un nuovo editor: Pablito ritieniti assunto da subito con contratto a progetto!
[/quote]

Co.co.co? [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/Generiche/sbonk.gif[/IMG]
[/quote]


Ma certamente!
Così non ti annoi a fare sempre lo stesso mestiere!

[IMG]http://blog.francescoterzini.com/wp-content/uploads/2011/11/Super-Mario-Monti.jpg[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: AgenteD il 05 Febbraio 2012, 10:03:43

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=420#63377 date=1328376721]
[quote author=AgenteD qlnk=board=9&threadid=5060&start=420#63271 date=1328259762]

... Ah,però... Sono contento di aver da il la alla Campagna Abbonenti![IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/6.gif[/IMG]

... Temo però che questo numero farà qualche fatica ad arrivarmi: a Chieti sono sotto 50 cm di neve e continua a nevicare [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/3d/cry.gif[/IMG]... Va bene, per distrarmi mi sto leggendo "Messia di Dune", tanto tra sabbia e neve...
[/quote]

Le pubblicazioni virtuali arrivano ovunque, in qualunque stagione ed in qualunque frangente climatico avverso o favorevole che sia...
Guarda bene sul tuo monitor che sta per arrivare...
Charlize!

[IMG]http://photos.elle.it/photo/1266132266/beauty/charlize-theron-2953f46.jpg[/IMG]

[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/6.gif[/IMG]
[/quote]


Ecco questa va benissimo per riscaldarsi![IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/6.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 05 Febbraio 2012, 10:17:31

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B] 095 - Astronave senza tempo - Charles L. HARNESS (1981)[/B][/SIZE][/COLOR]

Penso che ormai un po' tutti abbiano notato il mio diverso atteggiamento nei confronti di alcune uscite: "[I]La porta sull'estate[/I]", "[I]La collina di Hawotack[/I]", "[I]Operazione caos[/I]", "[I]Fluke[/I]", sono tutti romanzi che porto nel cuore e che, nonostante siano ben diversi da ciò che viene comunemente definito "classico", soprattutto per la loro scarsa considerazione tra i critici "so-tutto-io", mi hanno trasmesso emozioni che me li fanno preferire a storie ben più complesse o famose.
"[I]Astronave senza tempo[/I]", letto su consiglio di lalla qualche anno fa è entrato immediatamente di diritto nel novero delle storie che amo, perchè è una storia perfetta da tutti i punti di vista.
Con sommo orgoglio ed emozione ve la ripropongo in questa nuova edizione che per copertina (un bellissimo tributo di Thole a Dalì) e trama ricalca l'edizione Urania 1046.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k3b7ee49258.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Sui numerosi pianeti che formano la federazione abitata dalla civiltà leonina dei Phelex Sapiens, la parola di Controllo è legge. Composto dall'azione congiunta di due computer telepatici, Largo e Czandra, operanti ai poli opposti dell'universo conosciuto, Controllo è l'entità suprema che governa tutti i mondi colonizzati, e per conquistarsi l'immortalità ha lanciato ora il Progetto Cancelar, che richiede come prima condizione il collasso dell'universo e l'eliminazione di ogni altra forma di vita. Per riuscire nel suo intento dovrà distruggere i suoi più strenui avversari, i Diavoliti del Quadrante Oscuro, e rendere inefficace la ben più grave minaccia costituita da due amanti maledetti, Dermaq e Gerain, che sulla mitica astronave Firebird si apprestano a contrastare il Progetto Cancelar modificando l'intero equilibrio gravitazionale dell'universo.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

081 - James HERBERT - Nebbia / 081bis - James HERBERT - Fluke
082 - Hal CLEMENT - Strisciava sulla sabbia
083 - Poul ANDERSON - Operazione caos
084 - Frank HERBERT - Dune
085 - Arthur C. CLARKE - Incontro con Rama
086 - Arthur C. CLARKE & Gentry LEE - Rama II
087 - R.A. LAFFERTY - Cantata spaziale
088 - Arthur C. CLARKE & Gentry LEE - Il giardino di Rama
089 - Arthur C. CLARKE & Gentry LEE - Rama rivelato
090 - Lester DEL REY - L'undicesimo comandamento
091 - Robert SILVERBERG - Ali della notte
092 - John SLADEK - Robot fuorilegge
093 - Robert SHECKLEY - Mai toccato da mani umane
094 - Robert TINE - La moglie dell'astronauta
095 - Charles L. HARNESS - Astronave senza tempo

E sempre di paradossi temporali parlerà il prossimo romanzo a firma di D.F. Jones, ma con uno sguardo non già al destino dell'universo, quanto piuttosto al futuro della Terra, un futuro nerissimo...


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 06 Febbraio 2012, 23:08:12

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B] 096 - Sarà un futuro d'inferno - D.F. JONES (1981)[/B][/SIZE][/COLOR]

Mutamenti climatici, crisi dell'economia globale, terremoti, simpatici asteroidi che si divertono ad incrociare l'orbita della Terra e su tutto questo la spada di Damocle delle non meglio precisate profezie dei Maya.
Mai come in questo periodo il futuro ci è parso tanto buio, al punto che ci sorprendiamo a prestare ascolto a chi profetizza che "sarà un futuro d'inferno" e mai come in questo periodo il capolavoro di D.F. Jones, scritto nel 1981, acquista un suo nuovo significato ed una sua sorprendente attualità.
Con la copertina di Tim Gill e la trama in quarta di copertina del bellissimo Urania 945, ecco a voi il romanzo che ho scelto per concludere questa nuova annata di pubblicazioni.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kecd28a3ff0.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Fin dai tempi di H. G. Wells, fantascienza nera e fantascienza rosa hanno rivaleggiato nel presentarci due visioni diametralmente opposte del futuro che ci attende. Per gli uni le catastrofi seguiranno alle catastrofi finché l'ultima bomba o terremoto o pestilenza o carestia eccetera avrà distrutto l'ultimo uomo. Per gli altri, dopo un eventuale periodo di più o meno difficile transizione, il sole tornerà a splendere luminoso su un'umanità finalmente saggia, giusta e civile, amante del vero, del buono, del bello, eccetera... Ma chiunque abbia ragione, è certo che coi tempi che corrono, una buona dose di pessimismo si impone: e D. F. Jones, mostra in questo suo romanzo di rendersene perfettamente conto.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

082 - Hal CLEMENT - Strisciava sulla sabbia
083 - Poul ANDERSON - Operazione caos
084 - Frank HERBERT - Dune
085 - Arthur C. CLARKE - Incontro con Rama
086 - Arthur C. CLARKE & Gentry LEE - Rama II
087 - R.A. LAFFERTY - Cantata spaziale
088 - Arthur C. CLARKE & Gentry LEE - Il giardino di Rama
089 - Arthur C. CLARKE & Gentry LEE - Rama rivelato
090 - Lester DEL REY - L'undicesimo comandamento
091 - Robert SILVERBERG - Ali della notte
092 - John SLADEK - Robot fuorilegge
093 - Robert SHECKLEY - Mai toccato da mani umane
094 - Robert TINE - La moglie dell'astronauta
095 - Charles L. HARNESS - Astronave senza tempo
096 - D.F. JONES - Sarà un futuro d'inferno

E, visto che la prossima serie sarà quella che comprenderà il 100, non si fanno anticipazioni sulla prossima uscita fino all'editoriale!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Imriel il 07 Febbraio 2012, 00:39:10

Carina la copertina anche se un po lugubre [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] Nella quarta comunque nessun cenno alla trama [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_smiley.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Arne Saknussemm il 07 Febbraio 2012, 12:37:16

Le ultime due uscite (Harness e Jones) sono davvero entusiasmanti !!!

Collana superlativa !! [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_smiley.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 07 Febbraio 2012, 16:41:49

[SIZE=4] [B][COLOR=#ff0000]Cento di questi editoriali.[/COLOR][/B][/SIZE]

Ragazzi, è davvero difficile scrivere un editoriale con la pesante incognita del numero 100 ancora in sospeso... ma a tre numeri dal fatidico risultato posso dirvi solo questo: in ballottaggio sono rimasti tre titoli, di tre autori che quasi nessuno si aspetterebbe di vedere; tre romanzi abbastaza inconsueti ma a loro modo spettacolari, ciascuno dei quali ha lasciato un segno profondo nella storia della fantascienza o nella memoria degli appassionati.
I nomi degli autori sono ovviamente tabù anche perchè si tratta di autori poco prolifici e quindi se li rivelo i titoli sono quasi automatici.
Vi possono solo dire che uno dei tre uscirà come numero 100, un secondo uscirà durante questa stessa annata, mentre il terzo sarà rinviato a data da destinarsi perchè sebbene le carte non manchino dentro il mazzo, i jolly vanno giocati con molta cura.
Per il resto i titoli che proporrò spazieranno come di consueto tra l'anticaglia ed il modernariato, con titoli di sicuro effetto e qualche gradito ritorno.
Tra i ritorni mi preme segnaalrvi quello di Lovecraft con una straordinaria maxi doppia-antologia rivolta a tutti quelli che pensano al grande visionario di Providence come ad un autore prettamente horror: due raccolte che ci riveleranno le due anime di Howard Phillips, quella più orrorifica e quella invece più fantascientifica.
Altri graditi (spero) ritorni saranno quelli di Fredric Brown con il suo romanzo più famoso e celebrato dopo "[I]Assurdo universo[/I]", di Arthur C. Clarke e di Clifford Simak che ci regaleranno emozioni a non finire con due imperdibili classici e di Isaac Asimov, con la terza ed ultima raccolta di racconti (dopo "[I]Io robot[/I]" e "[I]Il secondo libro dei robot[/I]") "propedeutica ai romanzi" del ciclo dei Robot; per le "grandi saghe" presenteremo, invece, il secondo romanzo del ciclo di Dune.
Ma questo non è solo un anno di ritorni e prosecuzioni: ci aspettano infatti il romanzo che è universalmente considerato il capolavoro di Ursula K. Le Guin e due romanzi molto toccanti, uno degli anni '60 da cui è stato successivamente tratto un film cult, l'altro degli anni '50, abbastanza datato ma che ha il pregio di riportarci, con la sua semplicità, a quel luminoso periodo della sf in cui bastava alzare gli occhi al cielo per scorgere infinite meraviglie ed immensi pericoli.
Ma ad aprire l'anno arriverà uno dei romanzi preferiti del curatore, un classico della sf di sopravvivenza e di avventura che da troppo tempo mancava nella collana.
Buone letture!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Notman il 07 Febbraio 2012, 17:48:03


Per caso si prevede un certo "Andrew.."? [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/10.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 07 Febbraio 2012, 17:52:26

[quote author=Notman qlnk=board=9&threadid=5060&start=435#63548 date=1328633283]

Per caso si prevede un certo "Andrew.."? [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/10.gif[/IMG]
[/quote]


Non ancora, ma prima o poi arriverà...
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_wink.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 09 Febbraio 2012, 22:37:35

[quote author=Arne Saknussemm qlnk=board=9&threadid=5060&start=435#63533 date=1328614636]
Le ultime due uscite (Harness e Jones) sono davvero entusiasmanti !!!

Collana superlativa !! [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_smiley.gif[/IMG]
[/quote]


Grazie Arne.
Ma ricorda: the best is yet to come!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 09 Febbraio 2012, 22:37:47

[COLOR=#ff0000][SIZE=4][B] [COLOR=#c00000]I capolavori di Maxpullo, anno 8[/COLOR][/B][/SIZE][/COLOR]

Il numero 100 è deciso. Ora passo a fare le cover per le prossime uscite! Intanto vedetevi la consueta panoramica dell'annata appena trascorsa.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2ke624b5a393.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k4caca593fd.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2keb6d07e7e3.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k1d324024bf.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][/TR][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k977959dc81.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kb5e5990807.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kf005ecbbf4.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k8507705b74.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][/TR][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k4f6a56d825.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k6f2c693ab2.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B][CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k87a6e8c58f.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kfb98d8ae3c.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][/TR][/TABLE]
Le più belle? A me piace tanto tanto quella di "[I]Ali della notte[/I]", ma trovo che abbiano il loro perchè anche quella di "[I]Mai toccato da mani umane[/I]", "[I]Sarà un futuro d'inferno[/I]" e "[I]L'undicesimo comandamento[/I]". Quelle del ciclo di Rama sono spettacolari ma non mi trasmettono emozioni particolari.
E nel weekend, tra un fiocco di neve e l'altro inizieremo la scalata verso il numero 100.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 10 Febbraio 2012, 10:56:52

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B] 097 - Ragnarok - Tom GODWIN[/B][/SIZE][/COLOR]

"[I]I superstiti di Ragnarok[/I]" è da sempre uno dei miei Urania preferiti perchè è una di quelle storie che vanno dritte al cuore e che leggi sempre volentieri scoprendo ogni volta nuovi motivi di fascino.
Il romanzo è senza dubbio figlio del suo tempo, di un periodo in cui la fs di avventura, le creature aliene e le storie di sopravvivenza la facevano da padrone, ma Godwin ha avuto il merito di creare una storia adatta un po' a tutte le stagioni perchè è riuscito in parte a trascendere i canoni delle storie tradizionali creando un qualcosa di nuovo. La lotta dei superstiti sul pianeta, le loro difficili conquiste, la storia dei loro eroi, delle loro scoperte e delle loro sconfitte nell'arco di più generazioni diventa non già una favoletta avventurosa, quanto piuttosto una sorta di poema epico, con punti di vera e propria poesia.
Non ho mai letto il seguito ("[I]I reietti dello spazio[/I]"), ma se la redazione di Urania è riuscita per una volta a fare un bellissimo lavoro racchiudendo i due romanzi in un unico volume, questa collana non poteva essere da meno.
Con la cover dell'indimenticabile Urania 711, e con la quarta di copertina che omogeneizza le trame riportate sull'Urania 711 e sull'Urania collezione 061, ecco a voi i due romanzi di Godwin del ciclo di Ragnarok.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k5a7596180a.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Da un luogo imprecisato s'udi una voce chiedere: "[I]Dove siamo? In nome di Dio, dove ci hanno portato?[/I]"
Irene sapeva dove si trovavano. Erano su Ragnarok, il mondo infernale dove la gravità era una volta e mezzo quella terrestre, dove le belve e le febbri terribili non permettevano all'uomo di sopravvivere. Il nome derivato dall'antica mitologia germanica significava: "[I]L'ultimo giorno per gli uomini e gli dei[/I]". La spedizione Dunbar aveva scoperto Ragnarok, e suo padre gliene aveva parlato. Le aveva detto come erano morti sei degli otto uomini sbarcati dall'astronave, e che sarebbero morti tutti se si fossero fermati più a lungo. È qui che quattromila terrestri vengono deportati dai Gern e lasciati a cavarsela da soli.
Ne scaturirà una disperata epopea di eroismo e sopravvivenza. Una discesa nell'abisso che li porterà sul margine estremo dell'estinzione. Ma forse è proprio da Ragnarok, il pianeta dell'Apocalisse, che partità la riscossa della razza umana contro i Gern. E anche contro un nuovo, subdolo nemico.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

083 - Poul ANDERSON - Operazione caos
084 - Frank HERBERT - Dune
085 - Arthur C. CLARKE - Incontro con Rama
086 - Arthur C. CLARKE & Gentry LEE - Rama II
087 - R.A. LAFFERTY - Cantata spaziale
088 - Arthur C. CLARKE & Gentry LEE - Il giardino di Rama
089 - Arthur C. CLARKE & Gentry LEE - Rama rivelato
090 - Lester DEL REY - L'undicesimo comandamento
091 - Robert SILVERBERG - Ali della notte
092 - John SLADEK - Robot fuorilegge
093 - Robert SHECKLEY - Mai toccato da mani umane
094 - Robert TINE - La moglie dell'astronauta
095 - Charles L. HARNESS - Astronave senza tempo
096 - D.F. JONES - Sarà un futuro d'inferno
097 - Tom GODWIN - Ragnarok

E nel prossimo volume ritorna Simak, con uno dei suoi romanzi più belli ed intensi.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Imriel il 10 Febbraio 2012, 19:07:00

Uscirà i Suicidi di Bartlesville nella tua collana sig.e Redattore? E a quanti numeri stimi arriverà la tua collana prima di finire? O di fallire? [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cool.gif[/IMG]

Giornalista Anonimo


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Notman il 10 Febbraio 2012, 20:02:30


Prendo in mano Astronave senza tempo di Harness, invogliato da questa uscita nella collana... ovviamente l'ho di una collana rivale [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/10.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 10 Febbraio 2012, 20:19:00

[quote author=Imriel qlnk=board=9&threadid=5060&start=450#63778 date=1328897220]
Uscirà i Suicidi di Bartlesville nella tua collana sig.e Redattore? E a quanti numeri stimi arriverà la tua collana prima di finire? O di fallire? [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cool.gif[/IMG]

Giornalista Anonimo
[/quote]


Gli strani suicidi di Bartlesville non può assolutamente mancare, ma non arriverà molto presto, i libri di Brown sono pochi e vanno dosati bene...
Caro Giornalista Anonimo, considera che siamo a meno di un quinto del percorso... ed ogni giorno la lista si allunga!
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_wink.gif[/IMG]

Una piccola anticipazione: sono pronte le cover fino al numero 107... alcune sono davvero spettacolari! Il curatore si sta entusiasmando.
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/69.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Arne Saknussemm il 10 Febbraio 2012, 20:44:24

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=450#63784 date=1328901540]
Una piccola anticipazione: sono pronte le cover fino al numero 107... alcune sono davvero spettacolari! Il curatore si sta entusiasmando.
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/69.gif[/IMG]
[/quote]

Sempre il Giornalista Anonimo:

Uscirà qualcosa di Colin Kapp ?
La SF anglosassone riveste per lei un ruolo particolare ??
Hai mai percentualizzato le uscite di auroti inglesi vs. autori americani sulla sua collana ???


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Imriel il 10 Febbraio 2012, 20:51:23

La ringrazio per le informazioni e appassionato come sono del mio lavoro provvederò nel mio articolo a usare ogni doppio e triplo senso nella sua dichiarazione per rigirare completamente il senso e fare scoop e per girare l'attenzione sul suo pianeta. Obbligati ringraziamenti e ciao [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/alieni/alieni.gif[/IMG]

Giornalista Anonimo


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Imriel il 10 Febbraio 2012, 20:56:51

[quote author=Arne Saknussemm qlnk=board=9&threadid=5060&start=450#63785 date=1328903064]
[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=450#63784 date=1328901540]
Una piccola anticipazione: sono pronte le cover fino al numero 107... alcune sono davvero spettacolari! Il curatore si sta entusiasmando.
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/69.gif[/IMG]
[/quote]

Sempre il Giornalista Anonimo:

Uscirà qualcosa di Colin Kapp ?
La SF anglosassone riveste per lei un ruolo particolare ??
Hai mai percentualizzato le uscite di auroti inglesi vs. autori americani sulla sua collana ???
[/quote]

Clone Numero 2 che ci fai qua? Pensavo ti avessero assegnato una missione Nel Sistema beta


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: attiliosfunel il 10 Febbraio 2012, 20:58:58

[quote author=Notman qlnk=board=9&threadid=5060&start=450#63783 date=1328900550]

Prendo in mano Astronave senza tempo di Harness, invogliato da questa uscita nella collana... ovviamente l'ho di una collana rivale [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/10.gif[/IMG]
[/quote]
Spero che la "collana rivale" sia [I]Urania[/I] NNPIP [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_angry.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cheesy.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Imriel il 10 Febbraio 2012, 21:05:43

Penso che MaxPullo è andato a prendere l'artiglieria pesante per annientare la concorrenza e la stampa che ha invaso il suo ufficio, consiglio caldamente di darvela a gambe

Un saluto frettoloso[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/alieni/very_first_smiley.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Notman il 10 Febbraio 2012, 21:11:13

[quote author=attiliosfunel qlnk=board=9&threadid=5060&start=450#63788 date=1328903938]
[quote author=Notman qlnk=board=9&threadid=5060&start=450#63783 date=1328900550]

Prendo in mano Astronave senza tempo di Harness, invogliato da questa uscita nella collana... ovviamente l'ho di una collana rivale [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/10.gif[/IMG]
[/quote]
Spero che la "collana rivale" sia [I]Urania[/I] NNPIP [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_angry.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cheesy.gif[/IMG]
[/quote]

No, purtoppo, [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/alieni/Terminator_anim.gif[/IMG]
In realtà non è in nessuna edizione, è un chip sottocutaneo pregno di informazioni relative a tutte le scienze e al conoscibile umano, c'erano ancora liberi quei due o tre mega e hanno infilato di straforo il romanzo, per deliziarmi nel mentre divento il nuovo essere su cui fondare una intera teologia [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/alieni/RotCol.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 10 Febbraio 2012, 23:06:17

Noto con piacere che la recluta Imriel ha iniziato subito le procedure di sdoppiamento della personalità, segno che la sua assimilazione qui su Urania Mania procede a ritmi spaventosi e non solo: nella sua scissione cellulare ha inglobato anche Arne Saknussemm... chissà cosa verrà fuori da questo interessante mix protoplasmatico.

Per rispondere al giornalista anonimo numero 2.
Colin Kapp sarà presente con diversi titoli: abbiate fede tutti.
Prevedo al momento oltre 500 uscite rappresentative del meglio della SF di tutti i tempi per cui i ritardi nella presentazione di alcuni autori sono normali se tenete conto che ci sono nomi come Dick, Simak, Heinlein o Asimov che compaiono con grande frequenza vista la qualità di quasi tutta la loro produzione e che cicli e saghe tolgono parecchio spazio. Ma non temete: ci sarà spazio per tutti. Ogni "annata" vedrà almeno due o tre uscite di autori mai apparsi in precedenza.

Riguardo la SF inglese ritengo che ci siano tantissimi ottimi rappresentanti come Clarke, Ballard, Christopher, Wyndham, Lafferty, Shaw e che in generale non abbia nulla da invidiare alla SF d'oltreoceano.

Nel foglio di uscite che sto compilando per ogni titolo ho riportato anche la nazionalità dell'autore e l'anno di pubblicazione: sto aspettando il passaggio dell'annata per iniziare a riportare qualche statistica.
Buonanotte
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_wink.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Imriel il 10 Febbraio 2012, 23:22:55


[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_smiley.gif[/IMG]
Un'ultima domanda dalla recluta Imriel a rapporto, C'è la reale possibilità di collaborazione con altri redattori o collane?


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 11 Febbraio 2012, 09:30:05

[quote author=Imriel qlnk=board=9&threadid=5060&start=450#63818 date=1328912575]

[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_smiley.gif[/IMG]
Un'ultima domanda dalla recluta Imriel a rapporto, C'è la reale possibilità di collaborazione con altri redattori o collane?
[/quote]


Mi auguro di no.
Visto che continuo a rubacchiare qua e là copertine, titoli e trame l'unica collaborazione che riesco ad immaginare è quella con i loro avvocati...
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/17.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 11 Febbraio 2012, 19:05:19

[quote author=Notman qlnk=board=9&threadid=5060&start=450#63783 date=1328900550]

Prendo in mano Astronave senza tempo di Harness, invogliato da questa uscita nella collana... ovviamente l'ho di una collana rivale [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/10.gif[/IMG]
[/quote]


Ottima scelta.
E' un libro praticamente perfetto.
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/6.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 11 Febbraio 2012, 19:05:32

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B] 098 - Infinito - Clifford D. SIMAK (1967)[/B][/SIZE][/COLOR]

Sapete cosa vuol dire essere rapiti? Io questa estate l'ho sperimentato di persona leggendo questo stupendo libro di Simak: iniziato la mattina sul terrazzo di casa in una assolata giornata di Agosto, l'ho finito (è meglio forse dire che mi ha "rilasciato") verso sera e, appena l'ho chiuso, ho subito compreso che la lista dei miei preferiti di sempre aveva avuto una new entry.
Inizialmente avevo pensato di farlo uscire come numero 100 della collana, ma lo aveva già fatto "Galassia" per cui ho deciso che sarebbe stato uno dei romanzi di "avvicinamento", una sorta di viatico verso quel fatidico traguardo che la mia collana ideale si appresta finalmente a raggiungere.
Con la stupenda cover Leo e Diane Dillon dell'edizione Ace Books e la trama che sintetizza la mia recensione estiva al romanzo, ecco a voi un altro capolavoro di quel bravissimo decano della SF che è Simak.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k4ce70440fe.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]L'aspirazione alla vita eterna è da sempre una costante nella storia umana; che questa prosecuzione della propria vita sia realizzata attraverso la memoria delle proprie opere, attraverso la propria discendenza, oppure attraverso la fede in una esistenza futura dopo la morte non ha importanza: quello che conta davvero è che l'uomo, diversamente dalle altre creature, ha da sempre immaginato la vita come un punto di passaggio, nutrendo le speranze più diverse su quello che avrebbe trovato dopo la morte.
Generalizzando potremmo dire che è proprio questa speranza a rendere l'uomo così diverso dalle altre creature e che è proprio questa speranza a consentirgli di andare avanti nella vita terrena pur senza trovare risposte ai quesiti fondamentali che si è sempre posto: chi siamo? da dove veniamo? dove stiamo andando?
In questo romanzo Simak è riuscito a cogliere tutte le possibili sfumature di questa speranza, a rielaborarle in maniera intelligente e non banale, nascondendole nelle pieghe di una storia semplice e meravigliosa.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

084 - Frank HERBERT - Dune
085 - Arthur C. CLARKE - Incontro con Rama
086 - Arthur C. CLARKE & Gentry LEE - Rama II
087 - R.A. LAFFERTY - Cantata spaziale
088 - Arthur C. CLARKE & Gentry LEE - Il giardino di Rama
089 - Arthur C. CLARKE & Gentry LEE - Rama rivelato
090 - Lester DEL REY - L'undicesimo comandamento
091 - Robert SILVERBERG - Ali della notte
092 - John SLADEK - Robot fuorilegge
093 - Robert SHECKLEY - Mai toccato da mani umane
094 - Robert TINE - La moglie dell'astronauta
095 - Charles L. HARNESS - Astronave senza tempo
096 - D.F. JONES - Sarà un futuro d'inferno
097 - Tom GODWIN - Ragnarok
098 - Clifford D. SIMAK - Infinito

E mentre questo romanzo di Simak ci fa riflettere sul senso della vita, il prossimo ci farà riflettere sulla sua caducità, invitandoci a guardare il cielo un po' più spesso, a riflettere sulla vasta minacciosità del cosmo che ci circonda e, in definitiva, ad inquadrare la nostra esistenza nella giusta prospettiva.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Imriel il 11 Febbraio 2012, 19:29:13

Recluta Imriel di nuovo a rapporto [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] Ero curioso, in base a quali fattori decidi che un libro sia "degno" di essere il 50 ecc. Solo se è un capolavoro, o ci sono altri impulsi che ti spingono?[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/1.gif[/IMG] Penso si può escludere motivi economici visto che è virtuale...([IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/3d/cool.gif[/IMG] )


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 11 Febbraio 2012, 20:20:16

[quote author=Imriel qlnk=board=9&threadid=5060&start=465#63910 date=1328984953]
Recluta Imriel di nuovo a rapporto [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] Ero curioso, in base a quali fattori decidi che un libro sia "degno" di essere il 50 ecc. Solo se è un capolavoro, o ci sono altri impulsi che ti spingono?[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/1.gif[/IMG] Penso si può escludere motivi economici visto che è virtuale...([IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/3d/cool.gif[/IMG] )
[/quote]


Qualche fattore numerologico in effetti c'è.
Ad esempio: il numero 035 doveva essere "[I]L'alba delle tenebre[/I]" di Leiber per sanare l'ingiustizia patita dal povero romanzo durante l'era Monicelli ed il numero 042 doveva essere la "[I]Guida galattica degli autostoppisti[/I]" per ovvi motivi.
Il numero 004 è stato "Ubik" visto che sia il titolo che l'autore (Dick) erano di 4 lettere...
Il numero 020 è stato "Pària dei cieli" come il corrispondente Urania... ed amenità simili.
Per altri numeri la scelta è stata dettata solo da considerazioni sulla fama dell'autore o del titolo stesso: il numero 1 doveva essere una romanzo Asimov e così è stato, il 50 doveva essere di Brown e così è stato.
Per il 100 ho fatto una scelta un po' diversa che spero non deluderà.
Per tutto il resto mi affido a metodi decisionali avanzati...

[IMG]http://www.moneyreport.it/wp-content/uploads/2011/09/lanciomonetina-200x200.jpg[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: PabloE il 11 Febbraio 2012, 20:30:41


In qualità di impiegato Co.co.co ti faccio notare un errorino in IV [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


Quote:
[SIZE=2]vita terrenza



Ma esistono solo le versioni Galassia e Libra o è uscito da altre parti con altri titoli? [/SIZE] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_undecided.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 11 Febbraio 2012, 22:21:21

[quote author=Andy Dufresne qlnk=board=9&threadid=5060&start=465#63913 date=1328988641]

In qualità di impiegato Co.co.co ti faccio notare un errorino in IV [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


Quote:
[SIZE=2]vita terrenza


[/SIZE][/quote]

Corretto grazie!
[quote author=Andy Dufresne qlnk=board=9&threadid=5060&start=465#63913 date=1328988641] [SIZE=2]
Ma esistono solo le versioni Galassia e Libra o è uscito da altre parti con altri titoli? [/SIZE] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_undecided.gif[/IMG]
[/quote]


Che io sappia ci sono solo quelle.
Ovviamente il titolo "[I]Infinito[/I]" fa schifotto come traduzione di "[I]Why call them back from heaven?[/I]": so per certo che nell'NNPIP il titolo è stato tradotto con "[I]Eternità[/I]", ma la realtà è che nessun titolo può essere efficace come quello originale solo che "[I]Perchè richiamarli dal Paradiso?[/I]" è altrettanto schifotto che "[I]Infinito[/I]" ed "[I]Eternità[/I]".
Potevo mettere qualcosa come "[I]Eternità perduta[/I]" o "[I]Paradiso perduto[/I]", ma alla fine ho scelto il male minore: sono convinto che Ugo Malaguti ci abbia sbattuto la testa sopra per un po' e se lui alla fine ha scelto "[I]Infinito[/I]" chi sono io per cambiarlo? (Who am I to change this?)

[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_rolleyes.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: attiliosfunel il 11 Febbraio 2012, 23:03:21

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=465#63920 date=1328995281]
[quote author=Andy Dufresne qlnk=board=9&threadid=5060&start=465#63913 date=1328988641]

In qualità di impiegato Co.co.co ti faccio notare un errorino in IV [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


Quote:
[SIZE=2]vita terrenza


[/SIZE][/quote]

Corretto grazie!
[quote author=Andy Dufresne qlnk=board=9&threadid=5060&start=465#63913 date=1328988641] [SIZE=2]
Ma esistono solo le versioni Galassia e Libra o è uscito da altre parti con altri titoli? [/SIZE] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_undecided.gif[/IMG]
[/quote]


Che io sappia ci sono solo quelle.
Ovviamente il titolo "[I]Infinito[/I]" fa schifotto come traduzione di "[I]Why call them back from heaven?[/I]": so per certo che nell'NNPIP il titolo è stato tradotto con "[I]Eternità[/I]", ma la realtà è che nessun titolo può essere efficace come quello originale solo che "[I]Perchè richiamarli dal Paradiso?[/I]" è altrettanto schifotto che "[I]Infinito[/I]" ed "[I]Eternità[/I]".
Potevo mettere qualcosa come "[I]Eternità perduta[/I]" o "[I]Paradiso perduto[/I]", ma alla fine ho scelto il male minore: sono convinto che Ugo Malaguti ci abbia sbattuto la testa sopra per un po' e se lui alla fine ha scelto "[I]Infinito[/I]" chi sono io per cambiarlo? (Who am I to change this?)

[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_rolleyes.gif[/IMG]
[/quote]
grrr! Come osi criticare il titolo [I]Eternità[/I]? [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Notman il 12 Febbraio 2012, 00:49:05

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=450#63901 date=1328983519]
[quote author=Notman qlnk=board=9&threadid=5060&start=450#63783 date=1328900550]

Prendo in mano Astronave senza tempo di Harness, invogliato da questa uscita nella collana... ovviamente l'ho di una collana rivale [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/10.gif[/IMG]
[/quote]


Ottima scelta.
E' un libro praticamente perfetto.
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/6.gif[/IMG]
[/quote]

Ho letto il primo capitolo (in un ritaglino di tempo) e già mi ha incuriosito oltremodo!
Iniziamo bene!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 12 Febbraio 2012, 11:32:36

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B] 099 - L'occhio gigante - Max EHRLICH (1949)[/B][/SIZE][/COLOR]

Se gli uomini alzassero più spesso gli occhi a scrutare l'immensità del cielo, forse questo sarebbe un mondo migliore. La maestosità del cosmo riuscirebbe probabilmente a rimettere le faccende umane nella loro giusta prospettiva e l'incombenza di minacce astronomiche potrebbe farci considerare meno strani e pericolosi i nostri vicini dalla pelle di colore diverso.
La scelta di riproporre questo ingenuo e datato romanzo della fine degli anni '40 che l'editoria ha dimenticato ormai da tempo può sembrare pura follia, eppure è personale opinione del curatore che mai come in questi strani anni che stiamo vivendo, anni di crisi, di ansia per il futuro e di oscure profezie che starebbero per avverarsi, l'uomo senta più che mai il bisogno di raccogliersi accanto ai propri simili a raccontare proprio una storia come questa.
Con la cover di Giresti dell'edizione Doubleday e la quarta di copertina che ho cercato di rendere più "attuale" partendo da quella dell'Urania 39, ecco a voi una storia che non mancherà di colpirvi.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k197291e1c7.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]L'Occhio Gigante è il più grande telescopio del mondo, il famoso telescopio del monte Palomar. E, insieme coi personaggi del romanzo, che vi abitano: l'astronomo professor Dawson - il vecchio della Montagna - il suo assistente David Hughes, le loro famiglie, il lettore seguirà, dall'osservatorio posto sul monte che ormai ha quasi sapore di leggenda, le vicende dell'umanità. Siamo nel 1960, la guerra atomica sta per scoppiare. Paurosi fenomeni sconvolgono il mondo. La gente li crede prodotti da armi segrete che si servono di forze cosmiche e incomincia a evacuare le grandi città, a cercare un'illusoria salvezza nelle zone montuose. L'odio dilaga, l'egoismo impera, gli uomini, disperati, diventano belve che si sbranano a vicenda. Ma il Vecchio della Montagna annuncia che fra due anni, e precisamente il giorno di Natale del 1962 la Terra sarà distrutta dalla collisione con un nuovo pianeta che si è introdotto nel nostro sistema solare: il pianeta Y. Dopo qualche mese, infatti, il Pianeta Y diventa visibile a occhio nudo: è simile ad una maligna pupilla che sembra spiare la sua preda: l'umanità. Rimangono due anni di vita soltanto... e la gente vive la sua agonia, sotto l'occhio maligno del nuovo pianeta, che chiama, come un tempo chiamava il grande telescopio, l'Occhio Gigante.
E' una storia di fantasia probabilmente ricca di tutte le ingenuità della prima fantascienza, ma se al 1962 sostituiamo il 2012 ci accorgiamo immediatamente che, anacronismi a parte, nulla è cambiato. E che anche noi, in fondo, abbiamo un appuntamento inquietante e misterioso previsto poco prima del prossimo Natale.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

085 - Arthur C. CLARKE - Incontro con Rama
086 - Arthur C. CLARKE & Gentry LEE - Rama II
087 - R.A. LAFFERTY - Cantata spaziale
088 - Arthur C. CLARKE & Gentry LEE - Il giardino di Rama
089 - Arthur C. CLARKE & Gentry LEE - Rama rivelato
090 - Lester DEL REY - L'undicesimo comandamento
091 - Robert SILVERBERG - Ali della notte
092 - John SLADEK - Robot fuorilegge
093 - Robert SHECKLEY - Mai toccato da mani umane
094 - Robert TINE - La moglie dell'astronauta
095 - Charles L. HARNESS - Astronave senza tempo
096 - D.F. JONES - Sarà un futuro d'inferno
097 - Tom GODWIN - Ragnarok
098 - Clifford D. SIMAK - Infinito
099 - Max EHRLICH - L'occhio gigante

Ma non sempre il cielo è messaggero di oscure minacce: a volte esso potrebbe presentarci anche delle fantastiche opportunità se solo riuscissimo a coglierle. E il prossimo romanzo della collana, il fatidico ed atteso numero 100, ce ne darà un bellissimo esempio.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Imriel il 12 Febbraio 2012, 15:07:55

Se la metti cosi mi viene voglia di comprarlo [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/38.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 12 Febbraio 2012, 16:32:46

[quote author=Imriel qlnk=board=9&threadid=5060&start=465#63966 date=1329055675]
Se la metti cosi mi viene voglia di comprarlo [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/38.gif[/IMG]
[/quote]


Questo è proprio (o almeno dovrebbe essere) il mestiere del curatore o della redazione di una collana, grazie.
L'Urania 39 è un libro che ho preso quasi per caso ad inizio collezione quando degli amici di famiglia ci portarono una paccata di numeri "vecchi" che avevano preso in blocco e che per loro erano troppi.
Ci dissero di sceglierne un po' e li avremmo pagati solo 1000£ l'uno.
Scelsi subito questo e "[I]A 30 milioni di Km dalla Terra[/I]" di Slesar.
Non me ne sono mai pentito.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Imriel il 12 Febbraio 2012, 19:03:58

Il mio portafoglio comincia a sgonfiarsi [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Imriel il 14 Febbraio 2012, 13:52:17

Vista la mia pigrezza contrastata dalla mia abnorme curiosità mi chiedo perchè mai hai pubblicato quasi niente di Pohl(non ho spulciato per bene,quindi potrei sbagliarmi)lo tieni in panchina per il secondo tempo? [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/Generiche/figo.gif[/IMG] ovviamente la domanda è finalizzata a scopi puramente altruistici...[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/Generiche/pinokkio.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 14 Febbraio 2012, 15:00:24

[quote author=Imriel qlnk=board=9&threadid=5060&start=465#64084 date=1329223937]
Vista la mia pigrezza contrastata dalla mia abnorme curiosità mi chiedo perchè mai hai pubblicato quasi niente di Pohl(non ho spulciato per bene,quindi potrei sbagliarmi)lo tieni in panchina per il secondo tempo? [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/Generiche/figo.gif[/IMG] ovviamente la domanda è finalizzata a scopi puramente altruistici...[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/Generiche/pinokkio.gif[/IMG]
[/quote]


In realtà di Pohl sono usciti "[I]Gladiatore in legge[/I]" ed "[I]I mercanti dello spazio[/I]", entrambi scritti in collaborazione con Kornbluth, ma sono previste anche altre uscite.

Il virus Maxpullo della redazione

PS
Se guardi bene manca ancora altro che Pohl... la panchina è lunga...
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_cool.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Imriel il 14 Febbraio 2012, 15:38:02

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=465#64087 date=1329228024]
[quote author=Imriel qlnk=board=9&threadid=5060&start=465#64084 date=1329223937]
Vista la mia pigrezza contrastata dalla mia abnorme curiosità mi chiedo perchè mai hai pubblicato quasi niente di Pohl(non ho spulciato per bene,quindi potrei sbagliarmi)lo tieni in panchina per il secondo tempo? [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/Generiche/figo.gif[/IMG] ovviamente la domanda è finalizzata a scopi puramente altruistici...[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/Generiche/pinokkio.gif[/IMG]
[/quote]


In realtà di Pohl sono usciti "[I]Gladiatore in legge[/I]" ed "[I]I mercanti dello spazio[/I]", entrambi scritti in collaborazione con Kornbluth, ma sono previste anche altre uscite.

Il virus Maxpullo della redazione

PS
Se guardi bene manca ancora altro che Pohl... la panchina è lunga...
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_cool.gif[/IMG]
[/quote]

....eppure mai lunga abbastanza.... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cool.gif[/IMG]

P.s per conto di un mio amico: Ha In Progetto altre collane/extra/appendici oltre o contemporaneamente a questa che già annovera fra le sue fila migliaia di fan tra cui divi e redattori rivali.(tra cui il Sommo S* [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_wink.gif[/IMG])

Cordialità Adulatorie dal suo più umile servitore,
Giornalista Anonimo,
ora "ospite" nella Tana del Trifide


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Notman il 14 Febbraio 2012, 16:41:18


Sarò OT ma cavolo, grazie per avermi invogliato a leggere Astronave Senza Tempo di Harness
L'ho divorato e mi ha fatto mandare un messaggio con scritto semplicemetne "Ti amo" alla mia compagna per terminare una llitigata che andava avanti

Che potere che ha sto libro, romanticissimo, altro che San Valentino!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 14 Febbraio 2012, 19:06:09

[SIZE=4][B] [COLOR=#1f497d]100 - Contact - Carl SAGAN (1985)[/COLOR][/B][/SIZE]

Arrivare al numero 100 è una grande soddisfazione, soprattutto per i numerosi interventi e l'interesse che questa iniziativa sta suscitando (abbondantemente testimoniata dal crescente numero di "contatti").
Innanzitutto volevo ringraziare tutti quelli che, pubblicamente nel forum o con messaggi privati, hanno contribuito alla scelta del titolo per questo importante numero: non disperatevi se le vostre proposte sono state scartate, terrò senz'altro in considerazione i vostri consigli per le uscite successive e per i prossimi numeri "importanti". Come ho già detto, la coda delle pubblicazioni è lunghissima e, Maya permettendo, probabilmente non si esaurirà nel corso del 2012
C'è da dire che, nel ballottaggio finale, il romanzo di Sagan è passato avanti ad altri libri altrettanto validi principalmente per il suo potenziale impatto sul pubblico, non solo per il realismo di una storia che riesce a colpire senza troppi effetti speciali, dimostrando che la SF "scientifica" alle volte può predominare su quella più "fantastica", ma anche e soprattutto per il grande successo cinematografico dell'omonimo film firmato da Robert Zemeckis che, proseguendo la grande tradizione inaugurata da film come "[I]Il pianeta proibito[/I]", "[I]2001 odissea nello spazio[/I]" e "[I]Jurassic Park[/I]" (solo per citarne alcuni), ha contribuito ad estendere ulteriormente i confini del genere, proponendo il lavoro di Sagan ad un vasto pubblico.
Per la copertina di questo numero ho scelto una appropriatissima e suggestiva immagine firmata da John Picacio, una sorta di omaggio alla protagonista della storia, mentre per la trama ho rielaborato in parte la quarta di copertina dell'edizione Bompiani.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2ke93930bb3d.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Al centro della storia immaginata da Sagan c'è Eleanor Arroway (Ellie per gli amici), attraente donna-scienziato da cui dipende il progetto Argus per la ricerca di segnali extraterrestri.
Il sogno di Ellie è sempre stato quello di ricevere un messaggio dal cosmo e per questo sogno ella ha rinunciato praticamente a tutto.
E quando dalle profondità dello spazio giungerà inatteso un messaggio proveniente dalla lontanissima stella Vega, quest'evento non rappresenterà solo la realizzazione del sogno di Ellie: il contenuto del messaggio, infatti, andrà ben oltre quelle che erano le attese e le speranze della Terra per il primo contatto con gli extraterrestri.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

086 - Arthur C. CLARKE & Gentry LEE - Rama II
087 - R.A. LAFFERTY - Cantata spaziale
088 - Arthur C. CLARKE & Gentry LEE - Il giardino di Rama
089 - Arthur C. CLARKE & Gentry LEE - Rama rivelato
090 - Lester DEL REY - L'undicesimo comandamento
091 - Robert SILVERBERG - Ali della notte
092 - John SLADEK - Robot fuorilegge
093 - Robert SHECKLEY - Mai toccato da mani umane
094 - Robert TINE - La moglie dell'astronauta
095 - Charles L. HARNESS - Astronave senza tempo
096 - D.F. JONES - Sarà un futuro d'inferno
097 - Tom GODWIN - Ragnarok
098 - Clifford D. SIMAK - Infinito
099 - Max EHRLICH - L'occhio gigante
100 - Carl SAGAN - Contact

E dopo i "contatti" con il pianeta Y di Ehrlich ed i messaggi extraterrestri di Sagan, preparatevi agli assai più pericolosi "contatti" con le spaventose divinità del mostruoso pantheon di Howard P. Lovecraft che tornerà presto su queste pagine con una imperdibile doppia raccolta.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Imriel il 14 Febbraio 2012, 20:10:28

hmm, a me non mi convince

OT
C'hanno fatto pure un film con Fluke [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/17.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 14 Febbraio 2012, 21:30:17

[quote author=Imriel qlnk=board=9&threadid=5060&start=480#64130 date=1329246628]
hmm, a me non mi convince

OT
C'hanno fatto pure un film con Fluke [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/17.gif[/IMG]
[/quote]


Cosa non ti convince?
Hai mai visto il film? Sinceramente, gusti personali a parte, penso sia uno dei migliori film di fantascienza mai realizzati. Lo consiglio ad occhi chiusi.

Puoi rispondere al Giornalista Anonimo che si cela in te che per adesso non ci sono altri progetti: una collana di libri, la lettura, il lavoro e le pappe e i giochi delle pargole non lasciano tempo per altro...
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/18.gif[/IMG]

E per quanto riguarda Fluke...


[IMG]http://www.valtahlia.se/j0431018.jpg-for-web-normal.jpg[/IMG]

[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_grin.gif[/IMG][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_grin.gif[/IMG][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_grin.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: PabloE il 14 Febbraio 2012, 22:54:26


Scelta editoriale coraggiosa, mi piace [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cool.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: AgenteD il 15 Febbraio 2012, 09:11:32

...Ooooh!....Finalmente è uscito il numero 100, ormai non dormivo più dalla curiosità[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]!

E la scelta mi è piaciuta, almeno per quanto può essere piacevole un qualcosa di totalmente inaspettato.
Mi sembra che si sia lasciato spazio a qualcosa che può avvicinare i non-cultori alla FS, e non una scelta solo per intenditori (io almento l'ho vista così).
Bravo max!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Arne Saknussemm il 15 Febbraio 2012, 09:27:38

[quote author=AgenteD qlnk=board=9&threadid=5060&start=480#64163 date=1329293492]
...Ooooh!....Finalmente è uscito il numero 100, ormai non dormivo più dalla curiosità[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]!

E la scelta mi è piaciuta, almeno per quanto può essere piacevole un qualcosa di totalmente inaspettato.
Mi sembra che si sia lasciato spazio a qualcosa che può avvicinare i non-cultori alla FS, e non una scelta solo per intenditori (io almento l'ho vista così).
Bravo max!
[/quote]

Quoto!!

Mi piace !!

Confesso di non averlo mai letto... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_embarassed.gif[/IMG]

...pero' ho visto il film. Ed il film è veramente bello. Come hai detto anche tu, uno dei più bei film di fantascienza che ho visto.

E via...di corsa ... con la seconda centinaia !!!!!! [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/Generiche/sonic.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marco.kapp il 15 Febbraio 2012, 09:32:41

[SIZE=2]Condivido anch'io i giudizi positivi. Ottima scelta! [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/3d/ok2.gif[/IMG][/SIZE]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Imriel il 15 Febbraio 2012, 14:52:47

Rimosso sempre dal carcerato Imriel che cerca di rientrare nelle grazie di Maxpullo


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Imriel il 15 Febbraio 2012, 16:00:25

Rimozione come Gentile Concessione del carcerato Imriel In Via di guarigione dopo l'incontro con[B] [U]Minky[/U][/B]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 15 Febbraio 2012, 18:25:23

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B] 101 - Chtulhu e altri dei - Howard P. Lovecraft[/B][/SIZE][/COLOR]

Nella prima stesura del piano di pubblicazioni previste per la collana, poi riveduta, avevo pensato di dedicare il numero 100 a Lovecraft ed avevo deciso di fare un omaggio a Fruttero & Lucentini pubblicando il libro che più di ogni altro mi aveva fatto scoprire ed amare il grande visionario di Providence e cioè la raccolta cult "[I]I mostri all'angolo della strada[/I]".
Dell'antologia curata da F&L mi era piaciuto soprattutto quel voler costruire una sorta di trama "ideale" che raccordasse i vari racconti del ciclo di Chtulhu, tracciando al contempo un parallelo con la storia biografica di Lovecraft stesso, idea realizzata magnificamente nella divertente e ben riuscita introduzione al volume intitolata "Storia delle storie di Lovecraft".
Con questa uscita, spostata al numero 101 come inizio ideale di una nuova tornata di pubblicazioni, non mi prefiggo nulla di altrettanto ambizioso ed originale, ma voglio solo che la mia collana ideale non si faccia sfuggire l'occasione di ospitare, in tutto il suo malsano fulgore, quel "lutulento pantheon" di divinità nate dalla fantasia di HPL, nessuno escluso.
Questa straordinaria maxi-antologia che ho immaginato si suddivide in due volumi: il primo, che presentiamo oggi, è quello più prettamente "fantascientifico", quello cioè dedicato alle spaventose creature aliene che Lovecraft immaginò essere le nostre divinità del passato, divinità destinate un giorno (speriamo il più tardi possibile) a tornare sulla Terra per reclamare quello che è loro di diritto.
Come copertina del volume ho scelto una impressionante immagine di Chtulhu, opera di Michael Kormarck, mentre per la quarta di copertina ho tentato di scrivere io stesso qualcosa di appropriato, parafrasando la celebre introduzione dei maestri Fruttero & Lucentini a "[I]I mostri all'angolo della strada[/I]".

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kfd094f3283.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Nel corso della sua breve (e frustrante) carriera letteraria, Lovecraft è riuscito a costruire, storia dopo storia, una sorta di terrificante Pantheon di mostruose divinità.
Eterni ed incorruttibili perchè formati da una materia talmente corrotta da non permettere ulteriori putrefazioni, onnipotenti e ubiqui perchè appartenenti ad uno spazio pluridimensionale, spaventosamente alieni perchè provenienti dalle galassie più remote, gli dei lovecraftiani rappresentano la negazione assoluta del manicheismo perchè tutti indistintamente sono malvagi e crudeli.
Il loro avvento (o ritorno) sarà accompagnato da spaventose visioni e solo alcuni uomini particolarmente sensibili (e particolarmente sfortunati) riusciranno a scorgere i segni di un loro imminente ritorno, anche se difficilmente potranno fare qualcosa per evitarlo. "[I]Esseri mostruosi vegliano e sognano nelle profondità delle loro dimore[/I]", ci avverte Lovecraft, e prosegue: "[I]E la rovina si sta infiltrando nelle ignare città degli uomini[/I]". Come dargli torto?
In questa antologia sono presentati tutti i racconti di Lovecraft del celebre "Ciclo di Chtulhu" e tutti i suoi racconti a sfondo più "fantascientifico", inclusi quelli scritti in collaborazione con altri autori.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
E, naturalmente, visto che questa raccolta non esiste, eccovi l'indice del volume.

[TABLE][TR][TD]Titolo[/TD][TD]Titolo originale, anno[/TD][/TR][TR][TD]Dagon[/TD][TD]Dagon, 1917[/TD][/TR][TR][TD]Il richiamo di Chtulhu[/TD][TD]The Call of Chtulhu, 1928[/TD][/TR][TR][TD]La città senza nome[/TD][TD]The Nameless City, 1928[/TD][/TR][TR][TD]Colui che sussurrava nel buio[/TD][TD]The Wisperer in Darkness, 1931[/TD][/TR][TR][TD]La maschera di Innsmouth[/TD][TD]The Shadow Over Innsmouth, 1931[/TD][/TR][TR][TD]L'orrore di Dunwich[/TD][TD]The Dunwich Horror, 1929[/TD][/TR][TR][TD]Il colore venuto dallo spazio[/TD][TD]The Colour Out of Space, 1927[/TD][/TR][TR][TD]La maledizione di Yig[/TD][TD]The Curse of Yig, 1928 (in collaborazione con Zealia Bishop Brown)[/TD][/TR][TR][TD]L'orrore sotto il tumulo[/TD][TD]The Mound, 1929 (in collaborazione con Zealia Bishp Brown)[/TD][/TR][TR][TD]L'orrore nel museo[/TD][TD]The Horror in the Museum, 1933 (in collaborazione con Hazel Heald)[/TD][/TR][TR][TD]Dall'abisso del tempo[/TD][TD]Out of Aeons, 1933 (in collaborazione con Hazel Heald)[/TD][/TR][TR][TD]L'ombra calata dal tempo[/TD][TD]The Shadow Out of Time, 1935[/TD][/TR][TR][TD]Sotto le piramidi[/TD][TD]Under the Pyramids, 1924 (per conto di Harry Houdini)[/TD][/TR][TR][TD]Nyarlathothep[/TD][TD]Nyarlathotep, 1920[/TD][/TR][TR][TD]L'abitatore del buio[/TD][TD]The Haunter of the Dark, 1935[/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

087 - R.A. LAFFERTY - Cantata spaziale
088 - Arthur C. CLARKE & Gentry LEE - Il giardino di Rama
089 - Arthur C. CLARKE & Gentry LEE - Rama rivelato
090 - Lester DEL REY - L'undicesimo comandamento
091 - Robert SILVERBERG - Ali della notte
092 - John SLADEK - Robot fuorilegge
093 - Robert SHECKLEY - Mai toccato da mani umane
094 - Robert TINE - La moglie dell'astronauta
095 - Charles L. HARNESS - Astronave senza tempo
096 - D.F. JONES - Sarà un futuro d'inferno
097 - Tom GODWIN - Ragnarok
098 - Clifford D. SIMAK - Infinito
099 - Max EHRLICH - L'occhio gigante
100 - Carl SAGAN - Contact
101 - Howard P. LOVECRAFT - Chtulhu e altri dei

E nel supplemento trovate il naturale "complemento" al Lovecraft fantascientifico, con una collezione davvero imperdibile dei suoi racconti più spaventosi.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Notman il 15 Febbraio 2012, 18:32:47


Ottima scelta di racconti, personalmente ho adorato "L'orrore sotto il tumulo" (nella mia edizione Newton & Compton tradotto semplicemetne come "il tumulo") e "L'orrore di Dunwich" , però non sono mai mai mai riuscito a collegare HPL alla fantascienza, mi da un altro sapore.. non so proprio spiegare!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Arne Saknussemm il 15 Febbraio 2012, 19:05:54

[IMG]http://fc03.deviantart.net/fs41/i/2009/007/7/7/Cthulhu_by_mobius_9.jpg[/IMG]



Lo Cthulhu del grande Moebius ...


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Imriel il 15 Febbraio 2012, 19:11:43

[quote author=Arne Saknussemm qlnk=board=9&threadid=5060&start=480#64246 date=1329329154]
[IMG]http://fc03.deviantart.net/fs41/i/2009/007/7/7/Cthulhu_by_mobius_9.jpg[/IMG]



Lo Cthulhu del grande Moebius ...
[/quote]
EPICO!Da una tale sensazione di Immensità


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Imriel il 15 Febbraio 2012, 20:47:59

Peccato che faccio pena a scrivere, penso sarebbe stato carino e very useful partecipare al concorso fantastika! [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_sad.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 15 Febbraio 2012, 21:44:37

[quote author=Notman qlnk=board=9&threadid=5060&start=480#64241 date=1329327167]

Ottima scelta di racconti, personalmente ho adorato "L'orrore sotto il tumulo" (nella mia edizione Newton & Compton tradotto semplicemetne come "il tumulo") e "L'orrore di Dunwich" , però non sono mai mai mai riuscito a collegare HPL alla fantascienza, mi da un altro sapore.. non so proprio spiegare!
[/quote]


Il mio preferito da sempre è "[I]Il colore venuto dallo spazio[/I]".
Difficile trovare qualcosa di più alieno e fantascientifico di un colore che non appartiene allo spettro conosciuto e che semina il terrore nelle campagne agitandosi come uno spettro.

Ti do atto che l'accostamento di Lovecraft alla fantascienza possa sembrare un po' una forzatura, ma se intendiamo la fantascienza in modo un po' più allargato e facciamo un po' di attenzione alle storie che lui ci racconta, ci accorgiamo che gli elementi fantascientifici ci sono tutti.
Innanzitutto le creature aliene, mostri e divinità varie, titaniche, spietate, spesso in grado di assoggettare telepaticamente le loro vittime o addirittura di trasferirsi nei loro corpi muovendosi nel tempo e nello spazio.
Poi c'è il concetto di spazio multidimensionale: non ci sono viaggi nell'iperspazio, ma le dimensioni in cui si muovono i vari Yog-Sothoth e Azathoth sono a noi (fortunatamente) sconosciute e certamente superiori alle tre in cui siamo abituati a muoverci. Al proposito è da tener presente che Lovecraft ha scritto la maggior parte dei suoi capolavori prima del 1935, quando ancora i vari Brown e Simak non avevano ancora scritto nulla di significativo e non mi sento di escludere del tutto una sua eventuale influenza su alcuni autori successivi (anche non dichiaratamente suoi epigoni come Leiber)
L'impressione che ho io, in definitiva, è che il grande visionario di Providence abbia usato "ante-litteram" alcuni elementi di cui in seguito si sarebbe impossessata la fantascienza classica cui siamo abituati.
E' vera fantascienza?
Io, come curatore, la risposta già l'ho data: se ho accolto i romanzi di Verne senza troppi problemi non posso che fare altrettanto per gli scritti di Lovecraft.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Notman il 15 Febbraio 2012, 22:07:48

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=480#64266 date=1329338677]
[quote author=Notman qlnk=board=9&threadid=5060&start=480#64241 date=1329327167]

Ottima scelta di racconti, personalmente ho adorato "L'orrore sotto il tumulo" (nella mia edizione Newton & Compton tradotto semplicemetne come "il tumulo") e "L'orrore di Dunwich" , però non sono mai mai mai riuscito a collegare HPL alla fantascienza, mi da un altro sapore.. non so proprio spiegare!
[/quote]


Il mio preferito da sempre è "[I]Il colore venuto dallo spazio[/I]".
Difficile trovare qualcosa di più alieno e fantascientifico di un colore che non appartiene allo spettro conosciuto e che semina il terrore nelle campagne agitandosi come uno spettro.

Ti do atto che l'accostamento di Lovecraft alla fantascienza possa sembrare un po' una forzatura, ma se intendiamo la fantascienza in modo un po' più allargato e facciamo un po' di attenzione alle storie che lui ci racconta, ci accorgiamo che gli elementi fantascientifici ci sono tutti.
Innanzitutto le creature aliene, mostri e divinità varie, titaniche, spietate, spesso in grado di assoggettare telepaticamente le loro vittime o addirittura di trasferirsi nei loro corpi muovendosi nel tempo e nello spazio.
Poi c'è il concetto di spazio multidimensionale: non ci sono viaggi nell'iperspazio, ma le dimensioni in cui si muovono i vari Yog-Sothoth e Azathoth sono a noi (fortunatamente) sconosciute e certamente superiori alle tre in cui siamo abituati a muoverci. Al proposito è da tener presente che Lovecraft ha scritto la maggior parte dei suoi capolavori prima del 1935, quando ancora i vari Brown e Simak non avevano ancora scritto nulla di significativo e non mi sento di escludere del tutto una sua eventuale influenza su alcuni autori successivi (anche non dichiaratamente suoi epigoni come Leiber)
L'impressione che ho io, in definitiva, è che il grande visionario di Providence abbia usato "ante-litteram" alcuni elementi di cui in seguito si sarebbe impossessata la fantascienza classica cui siamo abituati.
E' vera fantascienza?
Io, come curatore, la risposta già l'ho data: se ho accolto i romanzi di Verne senza troppi problemi non posso che fare altrettanto per gli scritti di Lovecraft.
[/quote]

Anche io ho amato "Il colore venuto dallo spazio", Lovecraft è stato un mio compagno per un bel lasso di tempo...
Comunque, il problema di definire un autore è sempre particolare, ogni genere non ha per nulla dei confini netti, non ha barriere che ti dicono "ok qui finisce la fantascienza e comincia il giallo", quello che volevo dire è che, perdonatemi in partenza se sono confuso nel descriverlo, HPL mi ha dato emozioni particolari e decisamente diverse da qualsiasi libro di fs, quindi, emotivamente sento di doverlo distaccare da questo genere. Però, ragionando, HPL ha anticipato moltissimi temi, come pure tu hai già scritto, a cui io aggiungo l'incomunicabilità tra diversi, la possibilità dell'impossibile e i "cicli dell'universo"e così via.. quindi ragionando HPL [U]ha[/U] punti di contatto con fs (genere estremamente vario, in cui a volte è solo il contesto a delinearne l'esser parte della fantascienza).
Usando il cervello quindi si, sono pienamente d'accordo con te
Prima però pensavo, con HPL mi succede la stessa cosa che accade con Dracula di Stoker... alla fin fine potrebbe tranquillamente essere etichettato sotto "Fantasy", ma proprio non riesco! Sensazioni, chi lo sa?

PS mi aspetto di vedere "Il curioso caso di Charles Dexter Ward" (adorazione[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/63.gif[/IMG])nella raccolta pt2 nè![IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/6.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 15 Febbraio 2012, 22:08:29

L'universo, come si va rappresentando nelle più ardite teorie della scienza contemporanea, è molto probabilmente più lovecraftiano che asimoviano. Lovecraft è un autore di fs, ed uno dei maggiori.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 15 Febbraio 2012, 23:15:38

[COLOR=#c00000][SIZE=4][B] 101bis - La casa delle streghe e altri orrori - Howard P. Lovecraft[/B][/SIZE][/COLOR]

[quote author=Notman qlnk=board=9&threadid=5060&start=495#64268 date=1329340068]
mi aspetto di vedere "Il curioso caso di Charles Dexter Ward" (adorazione)nella raccolta pt2 nè!
[/quote]

Naturalmente non avrei mai omesso un racconto del genere, ma vedermi sparato lì uno dei miei racconti preferiti mi ispira e, per la prima volta nella storia della collana, faccio uscire due numeri consecutivi (tecnicamente non è così visto questo è un supplemento).
Stavolta tocca al Lovecraft nella sua veste più consueta, quella cui siamo più abituati, di cantore degli incubi.
La cover che ho scelto è quella imperdibile del Karel Thole dei giorni migliori che compariva nell'edizione del 1966 della storica raccolta "[I]I mostri all'angolo della strada[/I]"; la quarta di copertina, invece, l'ho scritta di getto sulla scia della stessa improvvisa ispirazione che mi ha spinto a questa nuova pubblicazione.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k09dea48bec.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Questa antologia ci presenta un Lovecraft più vicino alla consueta immagine editoriale cui siamo abituati, meno fantascientifico e più legato alle tematiche dell'horror, ma non per questo meno affascinante e coinvolgente. Perchè quando ci parla dei misteriosi rapporti tra la matematica e la stregoneria, quando i suoi personaggi vengono rapiti in misteriosi gorghi dimensionali e scorgono mostruosità che danzano su melodie difformi di flauti pigolanti, quando si trovano a fronteggiare l'ignoto o si attardano la notte ad esplorare un antico cimitero, non riusciamo davvero a reprimere un brivido lungo la schiena.
Perchè quello che egli ci insegna attraverso questo allucinante percorso in tredici tappe è che l'orrore si può celare nelle situazioni apparentemente più tranquille ed insinuarsi come un'ombra scura nella quotidianità, come una finestra che inaspettatamente si apre su dimensioni sconosciute.
Perchè come afferma Lovecraft stesso: "[I]Il sentimento più forte e più antico dell'animo umano è la paura, e la paura più grande è quella dell'ignoto[/I]".[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ed ecco qui l'indice dei tredici racconti

[TABLE][TR][TD]La cosa sulla soglia[/TD][TD]The Thing on the Doorstep, 1933[/TD][/TR][TR][TD]L'estraneo[/TD][TD]The Outsider, 1921[/TD][/TR][TR][TD]Nella cripta[/TD][TD]In the Vault, 1925[/TD][/TR][TR][TD]Aria fredda[/TD][TD]Cool Air, 1926[/TD][/TR][TR][TD]Il modello di Pickman[/TD][TD]The Pickman's Model, 1926[/TD][/TR][TR][TD]La dichiarazione di Randolph Carter[/TD][TD]The Statement of Randolph Carter, 1919[/TD][/TR][TR][TD]Il tempio[/TD][TD]The Temple, 1920[/TD][/TR][TR][TD]Il segugio[/TD][TD]The Hound, 1922[/TD][/TR][TR][TD]Innominabile[/TD][TD]The Unnamable, 1923[/TD][/TR][TR][TD]La ricorrenza[/TD][TD]The Festival, 1925[/TD][/TR][TR][TD]La casa sfuggita[/TD][TD]The Shunned House, 1924[/TD][/TR][TR][TD]Il caso di Charles Dexter Ward[/TD][TD]The Case of Charles Dexter Ward, 1927[/TD][/TR][TR][TD]La casa delle streghe[/TD][TD]The Dreams in the Witch-House, 1933[/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

087 - R.A. LAFFERTY - Cantata spaziale
088 - Arthur C. CLARKE & Gentry LEE - Il giardino di Rama
089 - Arthur C. CLARKE & Gentry LEE - Rama rivelato
090 - Lester DEL REY - L'undicesimo comandamento
091 - Robert SILVERBERG - Ali della notte
092 - John SLADEK - Robot fuorilegge
093 - Robert SHECKLEY - Mai toccato da mani umane
094 - Robert TINE - La moglie dell'astronauta
095 - Charles L. HARNESS - Astronave senza tempo
096 - D.F. JONES - Sarà un futuro d'inferno
097 - Tom GODWIN - Ragnarok
098 - Clifford D. SIMAK - Infinito
099 - Max EHRLICH - L'occhio gigante
100 - Carl SAGAN - Contact
101 - Howard P. LOVECRAFT - Chtulhu e altri dei / 101bis - Howard P. LOVECRAFT - La casa delle streghe e altri orrori

E nel prossimo numero torna a farci visita Fredric Brown!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Notman il 15 Febbraio 2012, 23:22:18


Ottimo numero anche questo, complimentoni all'editore, non protesterò perchè manca "Herbert West, rianimatore" perchè sono usciti due ottimi numeri[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/78.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 15 Febbraio 2012, 23:42:23

[quote author=Notman qlnk=board=9&threadid=5060&start=495#64276 date=1329344538]

Ottimo numero anche questo, complimentoni all'editore, non protesterò perchè manca "Herbert West, rianimatore" perchè sono usciti due ottimi numeri[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/78.gif[/IMG]
[/quote]


Ne mancano tantissimi.
Oltre ad "[I]Herbert West[/I]" mancano (tra i più famosi) anche "[I]La musica di Eric Zahn[/I]" e "[I]L'incontro notturno[/I]", solo per citarne alcuni.
E poi, naturalmente, manca del tutto il Lovecraft più "fantasy", quello dei cosidetti "prose poems", tra cui il bellissimo "[I]La stella polare[/I]", il romanzo breve "[I]Alla ricerca del misterioso Kadath[/I]", lo struggente "[I]La ricerca di Iranon[/I]", "[I]La rovina di Sarnath[/I]", "[I]I gatti di Ulthar[/I]" e i due racconti che concludono il "ciclo di Randolph Carter" ovvero "[I]La chiave d'argento[/I]" e "[I]Attraverso i cancelli della chiave d'argento[/I]".
Anche se la collana è virtuale non possiamo prescindere da una certa veste di "credibilità": proporre l'intera produzione di Lovecraft in un unico volume vuol dire non aver chiara la mole dei suoi scritti.
Così come sono fatte le due antologie presentano una selezione che - IMHO - rappresenta Lovecraft più che degnamente e ce le possiamo immaginare come due mattoncioni tipo l'edizione Urania de "Il dio nudo" di Peter F. Hamilton... due volumi un po' grossetti e sgraziati, ma assolutamente gestibili.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Notman il 15 Febbraio 2012, 23:47:54

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=495#64277 date=1329345743]
[quote author=Notman qlnk=board=9&threadid=5060&start=495#64276 date=1329344538]

Ottimo numero anche questo, complimentoni all'editore, non protesterò perchè manca "Herbert West, rianimatore" perchè sono usciti due ottimi numeri[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/78.gif[/IMG]
[/quote]


Ne mancano tantissimi.
Oltre ad "[I]Herbert West[/I]" mancano (tra i più famosi) anche "[I]La musica di Eric Zahn[/I]" e "[I]L'incontro notturno[/I]", solo per citarne alcuni.
E poi, naturalmente, manca del tutto il Lovecraft più "fantasy", quello dei cosidetti "prose poems", tra cui il bellissimo "[I]La stella polare[/I]", il romanzo breve "[I]Alla ricerca del misterioso Kadath[/I]", lo struggente "[I]La ricerca di Iranon[/I]", "[I]La rovina di Sarnath[/I]", "[I]I gatti di Ulthar[/I]" e i due racconti che concludono il "ciclo di Randolph Carter" ovvero "[I]La chiave d'argento[/I]" e "[I]Attraverso i cancelli della chiave d'argento[/I]".
Anche se la collana è virtuale non possiamo prescindere da una certa veste di "credibilità": proporre l'intera produzione di Lovecraft in un unico volume vuol dire non aver chiara la mole dei suoi scritti.
Così come sono fatte le due antologie presentano una selezione che - IMHO - rappresenta Lovecraft più che degnamente e ce le possiamo immaginare come due mattoncioni tipo l'edizione Urania de "Il dio nudo" di Peter F. Hamilton... due volumi un po' grossetti e sgraziati, ma assolutamente gestibili.
[/quote]

Infatti, ottimo lavoro di scelta è stato fatto, avevo solo voglia di fare il petulante che chiede di più ahahah
*accarezza il suo volume Newton & Compton I Mammuth con l'opera (credo) omnia di HPL*
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/69.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: necronomicon100 il 16 Febbraio 2012, 00:44:32


visto il mio nome io concordo su tutto a prescindere(comunque non dimenticherei "i topi nei muri")


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Imriel il 16 Febbraio 2012, 10:30:15

[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_embarassed.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_embarassed.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_embarassed.gif[/IMG]
Penso di non aver mai letto niente di Lovecraft [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_embarassed.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_embarassed.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_embarassed.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 16 Febbraio 2012, 10:46:41

A grande richiesta Lovecraft ritornerà... abbiamo circa altre 400 uscite, c'è posto per tutto
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/4.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Imriel il 16 Febbraio 2012, 11:15:16

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=495#64292 date=1329385601]
A grande richiesta Lovecraft ritornerà... abbiamo circa altre 400 uscite, c'è posto per tutto
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/4.gif[/IMG]
[/quote]

Alcune volte mi chiedo se sarebbe meglio aver scoperto Uraniamania e la fantascienza in generale piu tardi cosi avrei potuto sapere cosa publicherà Maxpullo nei prossimi 300-400 numeri( se sopravvive ovviamente), poi però incomincio a pensare che magari non avrebbe lo stesso valora affettivo che ha adesso, collezionandola numero numero,finisco qui se no cado nel sentimentalismo [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cry.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cry.gif[/IMG]

Sono caduto nell'introspezione [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] perchè ieri sera mi si è bloccato internet e ho fantasticato che ci sarebbe voluti anni per tornare su UM e così mi immaginavo come sarebbe stato se...(continua nel prossimo episodio)


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 16 Febbraio 2012, 17:35:50

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B] 102 - Marziani, andate a casa! - Fredric BROWN (1955)[/B][/SIZE][/COLOR]

Il libro che presentiamo oggi era un altro ottimo candidato ad essere il numero 100, ma ha avuto la strada sbarrata dal momento in cui "Cosmolinea B-1" è stato scelto come numero 50.
Al di là di queste curiosità numerologiche, il romanzo non ha davvero bisogno di alcuna presentazione, essendo universalmente considerato una delle opere più rappresentative di Fredric Brown, da alcuni considerato addirittura migliore del suo capolavoro, "Assurdo universo".
Con la storica cover di Kelly Freas, apparsa su Astounding e con la trama proposta dall'Urania Classici numero 265, ecco a voi una nuova, sorprendente riedizione di uno dei grandi capolavori di Brown.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k95de6de47f.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Per un lettore di fantascienza è abbastanza comune occuparsi di marziani, ma trovarseli in casa è cosa ben diversa! Brutti, invadenti, guardoni, i marziani vi stanno spiando dal buco della serratura, pronti a imporvi la loro dispettosa presenza. Il loro obiettivo? Esasperarvi fino alla resa totale. Ecco perchè ve li troverete in bagno, in camera da letto, nel forno, in auto, al telefono. Non c'è scampo! La più insopportabile invasione del nostro pianeta ha inizio, e le conseguenze saranno imprevedibili...[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

088 - Arthur C. CLARKE & Gentry LEE - Il giardino di Rama
089 - Arthur C. CLARKE & Gentry LEE - Rama rivelato
090 - Lester DEL REY - L'undicesimo comandamento
091 - Robert SILVERBERG - Ali della notte
092 - John SLADEK - Robot fuorilegge
093 - Robert SHECKLEY - Mai toccato da mani umane
094 - Robert TINE - La moglie dell'astronauta
095 - Charles L. HARNESS - Astronave senza tempo
096 - D.F. JONES - Sarà un futuro d'inferno
097 - Tom GODWIN - Ragnarok
098 - Clifford D. SIMAK - Infinito
099 - Max EHRLICH - L'occhio gigante
100 - Carl SAGAN - Contact
101 - Howard P. LOVECRAFT - Chtulhu e altri dei / 101bis - Howard P. LOVECRAFT - La casa delle streghe e altri orrori
102 - Fredric BROWN - Marziani, andate a casa!

E nel prossimo numero ci sarà l'uscita di un autore sinora mancante, un autore inconsueto ed eclettico, poco prolifico, ma mai banale, che ci regalerà una delle storie più crude, vere e toccanti di tutta la fantascienza.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Imriel il 16 Febbraio 2012, 19:03:46

Cazzo è troppo bello, voglio leggerlo,fantasticamente ironica la copertina [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] Grande Maxpullo, con te non si sbaglia mai(quasi mai[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/65.gif[/IMG] )


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: John_Fischetti il 16 Febbraio 2012, 19:29:08

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=495#64310 date=1329410150]
Per un lettore di fantascienza è abbastanza comune accuparsi di marziani, ma trovarseli in casa è cosa ben diversa! Brutti, invadenti, guardoni, i marziani vi stanno spiando dal buco della serratura, pronti a imporvi la loro dispettosa presenza. Il loro obbiettivo? Esasperarvi fino alla resa totale. Ecco perchè ve li troverete in bagno, in camera da letto, nel forno, in auto, al telefono. Non c'è scampo! La più insopportabile invasione del nostro pianeta ha inizio, e le conseguenze saranno imprevedibili...
[/quote]

Bello. Cel'ho.

Puoi correggere quell' "accuparsi" e quell' "obbiettivo"

Scusa, ma riesco bene nella correzione di bozze...

Bye.

Sagan


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: gretana il 16 Febbraio 2012, 20:58:07

[quote author=Imriel qlnk=board=9&threadid=5060&start=495#64294 date=1329387316]
[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=495#64292 date=1329385601]
A grande richiesta Lovecraft ritornerà... abbiamo circa altre 400 uscite, c'è posto per tutto
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/4.gif[/IMG]
[/quote]

Alcune volte mi chiedo se sarebbe meglio aver scoperto Uraniamania e la fantascienza in generale piu tardi cosi avrei potuto sapere cosa publicherà Maxpullo nei prossimi 300-400 numeri( se sopravvive ovviamente), poi però incomincio a pensare che magari non avrebbe lo stesso valora affettivo che ha adesso, collezionandola numero numero,finisco qui se no cado nel sentimentalismo [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cry.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cry.gif[/IMG]

Sono caduto nell'introspezione [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] perchè ieri sera mi si è bloccato internet e ho fantasticato che ci sarebbe voluti anni per tornare su UM e così mi immaginavo come sarebbe stato se...(continua nel prossimo episodio)
[/quote]

Perchè non hai vissuto il 1 aprile di due o tre anni fà, da far rizzare i capelli, avevano eliminato Um e ci siamo ritrovati senza per un paio di giorni.
Che incubo [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cry.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Imriel il 16 Febbraio 2012, 21:14:13

[quote author=gretana qlnk=board=9&threadid=5060&start=495#64335 date=1329422287]
[quote author=Imriel qlnk=board=9&threadid=5060&start=495#64294 date=1329387316]
[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=495#64292 date=1329385601]
A grande richiesta Lovecraft ritornerà... abbiamo circa altre 400 uscite, c'è posto per tutto
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/4.gif[/IMG]
[/quote]

Alcune volte mi chiedo se sarebbe meglio aver scoperto Uraniamania e la fantascienza in generale piu tardi cosi avrei potuto sapere cosa publicherà Maxpullo nei prossimi 300-400 numeri( se sopravvive ovviamente), poi però incomincio a pensare che magari non avrebbe lo stesso valora affettivo che ha adesso, collezionandola numero numero,finisco qui se no cado nel sentimentalismo [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cry.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cry.gif[/IMG]

Sono caduto nell'introspezione [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] perchè ieri sera mi si è bloccato internet e ho fantasticato che ci sarebbe voluti anni per tornare su UM e così mi immaginavo come sarebbe stato se...(continua nel prossimo episodio)
[/quote]

Perchè non hai vissuto il 1 aprile di due o tre anni fà, da far rizzare i capelli, avevano eliminato Um e ci siamo ritrovati senza per un paio di giorni.
Che incubo [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cry.gif[/IMG]
[/quote]

[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_shock.gif[/IMG] Prima volta che ne sento parlare, perchè l'hanno eliminato? Chi è stato? [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/3d/dor003.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/3d/dor020.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Imriel il 16 Febbraio 2012, 21:28:06

[quote author=gretana qlnk=board=9&threadid=5060&start=495#64335 date=1329422287]
[quote author=Imriel qlnk=board=9&threadid=5060&start=495#64294 date=1329387316]
[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=495#64292 date=1329385601]
A grande richiesta Lovecraft ritornerà... abbiamo circa altre 400 uscite, c'è posto per tutto
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/4.gif[/IMG]
[/quote]

Alcune volte mi chiedo se sarebbe meglio aver scoperto Uraniamania e la fantascienza in generale piu tardi cosi avrei potuto sapere cosa publicherà Maxpullo nei prossimi 300-400 numeri( se sopravvive ovviamente), poi però incomincio a pensare che magari non avrebbe lo stesso valora affettivo che ha adesso, collezionandola numero numero,finisco qui se no cado nel sentimentalismo [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cry.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cry.gif[/IMG]

Sono caduto nell'introspezione [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] perchè ieri sera mi si è bloccato internet e ho fantasticato che ci sarebbe voluti anni per tornare su UM e così mi immaginavo come sarebbe stato se...(continua nel prossimo episodio)
[/quote]

Perchè non hai vissuto il 1 aprile di due o tre anni fà, da far rizzare i capelli, avevano eliminato Um e ci siamo ritrovati senza per un paio di giorni.
Che incubo [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cry.gif[/IMG]
[/quote]

Qui è il Giornalista Mascherato, dammi tutte le informazioni e se esce fuori uno scoop dividerò con te la fama.
Sperando A presto,
Giornalista Mascherato

P.s Anche A Maxpullo che gentilmente sopporta la nostra insistente troupe senza disintegrarla...Al primo avvertimento ... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 16 Febbraio 2012, 22:01:29

[quote][quote author=Imriel qlnk=board=9&threadid=5060&start=495#64343 date=1329423253]
[
Perchè non hai vissuto il 1 aprile di due o tre anni fà, da far rizzare i capelli, avevano eliminato Um e ci siamo ritrovati senza per un paio di giorni.
Che incubo [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cry.gif[/IMG]
[/quote]

[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_shock.gif[/IMG] Prima volta che ne sento parlare, perchè l'hanno eliminato? Chi è stato? [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/3d/dor003.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/3d/dor020.gif[/IMG]
[/quote]

Io non c'ero ancora, comunque fu uno scherzo architettato dal Trifide e da Maxnaldo, che se la ridevano alla faccia dei poveri utenti in preda al panico. C'è gente che ha rischiato l'infarto.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Imriel il 16 Febbraio 2012, 22:37:57

Mi Immagino la scena [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]
Purtroppo quando sono arrivato io, cioè adesso Il trifide e maxnaldo da quello che ho visto non sono più molto attivi,ho ragione?


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 16 Febbraio 2012, 22:41:10

La storia del "pescione" di Maxnaldo e del Trifide la trovate [URL=http://www.uraniamania.com/forum.php?board=24&action=display&threadid=2943&start=0]qui[/URL]. Io la vissi in diretta con l'ansia del novellino che dopo nemmeno 3 mesi di permanenza si era visto strappar via il suo bel giocattolo...
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/17.gif[/IMG]

L'anno seguente provai io stesso ad organizzare una burla a sfondo collezionistico, ma purtroppo nel farlo finii per scatenare forze più grandi di me... per fortuna ci pensò Fox Mulder a risolvere tutto.
La cronistoria del secondo pescione la trovate [URL=http://www.uraniamania.com/forum.php?board=10&action=display&threadid=3732&start=0]qui[/URL].
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/103.gif[/IMG]


Per il prossimo primo Aprile, invece, pensavo di liberare Brown Jenkin nel forum

[IMG]http://1.bp.blogspot.com/_praNlkqgxag/Sf7s8_65WZI/AAAAAAAAAe0/yqgNDS_7e1A/s400/jenkin31.jpg[/IMG]

O preferite una videochat con Azathot?

[IMG]http://t2.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcTbGI3V31adbj1g5VbvLaS417B72ZKVqlJLKRyk4ORWzWMU4bSkevGr2xOb[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 16 Febbraio 2012, 22:51:52

L'anno scorso ci fu anche un "pescetto" di Marco.Kapp, a proposito della fs che allunga la vita...quest'anno non ci provate che non ci casca più nessuno.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Imriel il 16 Febbraio 2012, 23:00:46

Non mi aspettavo pesci d'aprile anche qui [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_smiley.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Imriel il 17 Febbraio 2012, 23:34:37

Oggi niente capolavoro? [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_sad.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Imriel il 19 Febbraio 2012, 12:59:37

Mi dispiace informarvi che Maxpullo è scomparso improvvisamente nella giornata del 17 Febbraio [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/Generiche/riposa.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 19 Febbraio 2012, 18:01:12

Tenuto conto che:
- Venerdi 17 era il compleanno della maxpulla,
- sabato 18 ho assistito impotente alla rottura del modem wireless fusosi dopo 3 anni circa di (inde)fesso lavoro,
- venerdi 17 ha fatto la sua comparsa tra le mie inesperti mani di un nuovo Smartphone aziendale (con annessa rottura di balle per cui sarà impossibile negare di aver letto una mail) con cui ho dovuto perdere la gran parte del mio tempo a capire cosa dovevo fare per telefonare e mandare sms,
- oggi si è giocato Genoa-Chievo finita 0-1

ho quindi voluto beneficiare del "diritto di scomparsa" garantito a tutti gli utenti di Urania Mania che abbiano un minimo di anzianità.
Le pubblicazioni riprenderanno la prossima settimana e comunque non prima che abbia terminato di smoccolare con la nuova punizione tecnologica che la mia azienda ha voluto infliggermi.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: gretana il 19 Febbraio 2012, 20:43:38

Tranquillo....ti aspettiamo. Per la maxpulla[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k668cdd05f4.jpg[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Arne Saknussemm il 20 Febbraio 2012, 10:02:40

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=510#64356 date=1329428470]
La storia del "pescione" di Maxnaldo e del Trifide la trovate [URL=http://www.uraniamania.com/forum.php?board=24&action=display&threadid=2943&start=0]qui[/URL]. Io la vissi in diretta con l'ansia del novellino che dopo nemmeno 3 mesi di permanenza si era visto strappar via il suo bel giocattolo...
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/17.gif[/IMG]

L'anno seguente provai io stesso ad organizzare una burla a sfondo collezionistico, ma purtroppo nel farlo finii per scatenare forze più grandi di me... per fortuna ci pensò Fox Mulder a risolvere tutto.
La cronistoria del secondo pescione la trovate [URL=http://www.uraniamania.com/forum.php?board=10&action=display&threadid=3732&start=0]qui[/URL].
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/103.gif[/IMG]


Per il prossimo primo Aprile, invece, pensavo di liberare Brown Jenkin nel forum

[IMG]http://1.bp.blogspot.com/_praNlkqgxag/Sf7s8_65WZI/AAAAAAAAAe0/yqgNDS_7e1A/s400/jenkin31.jpg[/IMG]

O preferite una videochat con Azathot?

[IMG]http://t2.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcTbGI3V31adbj1g5VbvLaS417B72ZKVqlJLKRyk4ORWzWMU4bSkevGr2xOb[/IMG]
[/quote]
2 scherzi davvero eccezionali !!

Quello del 323b verde poi... davvero preparato bene !!
Ci studiavi la notte max ???
Bellissimo !!!!

Un solo dubbio: a volte mi capita di leggere: "quelli di quel sito", "l'altro forum", "quegli altri hanno detto che UM...", "...dicono che andiamo a cena insieme..." [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_shock.gif[/IMG] (effettivamente QUESTO E' SCANDALOSO ED INDICE DI SCARSA COMPETENZA/SERIETA') ....

....ma ditemi, vi prego.... chi sono 'sti altri ???


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Imriel il 21 Febbraio 2012, 00:13:43

Vorrei domandare una cosa... Esistono barzellette fantascientifiche? Volevo farci un topic [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] Ma non sapevo in che sezione metterlo per paura di totale disintegrazione [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/42.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: John_Fischetti il 21 Febbraio 2012, 03:40:34

[quote author=Imriel qlnk=board=9&threadid=5060&start=510#64582 date=1329779623]
Vorrei domandare una cosa... Esistono barzellette fantascientifiche? Volevo farci un topic [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] Ma non sapevo in che sezione metterlo per paura di totale disintegrazione [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/42.gif[/IMG]
[/quote]

Mi viene in mente quella sul colmo dell'astronauta ... avere gli occhi fuori dalle orbite... [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/1.gif[/IMG]

Aprire un nuovo topic mi sembra una bella idea...

Bye.

Sagan


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 21 Febbraio 2012, 10:12:45

[quote author=Imriel qlnk=board=9&threadid=5060&start=510#64582 date=1329779623]
Vorrei domandare una cosa... Esistono barzellette fantascientifiche? Volevo farci un topic [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] Ma non sapevo in che sezione metterlo per paura di totale disintegrazione [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/42.gif[/IMG]
[/quote]


Un uomo entra in un caffè... Splash!
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/71.gif[/IMG]




Dov'è la fantascienza, dite? [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_huh.gif[/IMG]

Ah, si avevo dimenticato di accennare al riduttore dimensionale posto sul manico della tazzina... [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_embarassed.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 22 Febbraio 2012, 22:37:40

[quote author=Arne Saknussemm qlnk=board=9&threadid=5060&start=510#64531 date=1329728560]


Quello del 323b verde poi... davvero preparato bene !!
Ci studiavi la notte max ???
Bellissimo !!!!
[/quote]

Scherzo?
Ma quale scherzo: abbiamo rischiato la crisi della realtà, abbiamo rischiato...
[quote author=Arne Saknussemm qlnk=board=9&threadid=5060&start=510#64531 date=1329728560]
Un solo dubbio: a volte mi capita di leggere: "quelli di quel sito", "l'altro forum", "quegli altri hanno detto che UM...", "...dicono che andiamo a cena insieme..." [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_shock.gif[/IMG] (effettivamente QUESTO E' SCANDALOSO ED INDICE DI SCARSA COMPETENZA/SERIETA') ....

....ma ditemi, vi prego.... chi sono 'sti altri ???
[/quote]

E' acqua passata Arne: la storia di UM è lunga e non sempre le cose sono andate lisce.
Ci sono stati scazzi e qualcuno è andato via sbattendo la porta e, ovviamente, ci sono state polemiche e strascichi che hanno coinvolto altri siti amatoriali.
Sul forum ci sono ancora gli "echi" di queste vicende buie e se uno è un bravo sensitivo può riuscire a percepirli
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/Generiche/3scimmiette.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 22 Febbraio 2012, 22:37:54

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]103 - L'uomo che cadde sulla Terra - Walter TEVIS (1963)[/B][/SIZE][/COLOR]

Riprendiamo le pubblicazioni con un numero davvero speciale: un capolavoro amaro e senza tempo che sancisce l'esordio nella nostra collana di un autore davvero inconsueto, con una storia altrettanto inconsueta che davvero non poteva mancare.
Con la cover dell'Urania 694 ripresa dal film cult di Nicholas Roeg e con la trama dell'edizione Oscar Fantascienza della Mondadori lievemente modificata, ecco a voi il capolavoro di Walter Tevis.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k392ba52aa9.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD]L'uomo che cadde sulla terra è una delicata storia di suspense e di tenerezza, una miscela imprevedibile che sfocia in uno dei più bei romanzi americani degli anni '60. II suo protagonista, fragile e indifeso ma allo stesso tempo dotato di facoltà extraumane, rimarrà impresso non solo nella memoria degli appassionati del genere, ma anche in quella di chi segue con interesse le vicende del romanzo psicologico. In breve, l'odissea di uno straniero che il caso ha depositato sulle sponde del nostro pianeta e che si colorirà di una sfumatura tragica.
Un libro semplice e misterioso, delicato e crudele, un gioiello isolato che non ha avuto predecessori e imitatori.
In appendice al volume una notevole curiosità per tutti gli appassionati di cinema e di fantascienza: la sceneggiatura del film cult tratto dal libro ed interpretato da David Bowie.[/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

089 - Arthur C. CLARKE & Gentry LEE - Rama rivelato
090 - Lester DEL REY - L'undicesimo comandamento
091 - Robert SILVERBERG - Ali della notte
092 - John SLADEK - Robot fuorilegge
093 - Robert SHECKLEY - Mai toccato da mani umane
094 - Robert TINE - La moglie dell'astronauta
095 - Charles L. HARNESS - Astronave senza tempo
096 - D.F. JONES - Sarà un futuro d'inferno
097 - Tom GODWIN - Ragnarok
098 - Clifford D. SIMAK - Infinito
099 - Max EHRLICH - L'occhio gigante
100 - Carl SAGAN - Contact
101 - Howard P. LOVECRAFT - Chtulhu e altri dei / 101bis - Howard P. LOVECRAFT - La casa delle streghe e altri orrori
102 - Fredric BROWN - Marziani, andate a casa!
103 - Walter TEVIS - L'uomo che cadde sulla Terra

E nel prossimo numero ci sarà il gradito ritorno di un vero e proprio "genio" della SF, con un romanzo straordinario che, sino all'ultimo istante, ha conteso a Sagan, l'onore del numero 100.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Imriel il 23 Febbraio 2012, 10:38:24

Sono molto attirato, buona scelta come re-inizio delle pubblicazioni, sopratutto perchè lo hai descritto come "romanzo psicologico" ,gli anime psicologici mi son sempre piacuti, vedrò se vale anche per i libri [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_smiley.gif[/IMG] Spero non sia troppo profondo, non sono bravo a nuotare. [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 23 Febbraio 2012, 11:20:30

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]104 - Le sirene di Titano - Kurt VONNEGUT (1959)[/B][/SIZE][/COLOR]

I libri di Vonnegut sono pochi, ma tutti straordinari e la loro uscita va quindi opportunamente dosata. Questo titolo, in verità, doveva essere il numero 100 della collana e se così non è stato il merito è da attribuire esclusivamente alle suggestioni cinematografiche del capolavoro di Sagan e della bravura di Jodie Foster nel ruolo di protagonista.
Ma per proseguire questa ripartenza da 100 della collana, dopo autori dello spessore di Lovecraft, Brown e Tevis, non poteva esserci miglior carburante di questa straordinaria storia di uno degli autori più grandi e inconsueti di tutto il '900.
La splendida copertina che ho scelto per questa edizione è opera di Richard Powers, mentre per la trama ho scelto la parte iniziale della quarta di copertina dell'edizione Cosmo Oro.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k758bc6e23c.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Perché dovrebbe Malachi Consiant, l'uomo più ricco, più fortunato e più depravato degli Stati Uniti, partire con la sua astronave privata per destinazioni sconosciute assieme all'unica donna capace di resistergli? Chi è in realtà Unk, il povero soldato dell'esercito marziano che è stato sottoposto per ben otto volte al lavaggio dal cervello e ricorda ancora inquietanti particolari che lo spingono a cercare di saperne di più sul suo passato? Quale scopo bizzarro si nasconde dietro la strana invasione dei marziani sulla Terra? E quale rapporto esiste tra Winston Niles Rumfoord, il gentiluomo cronosinclasticoinfabulato che appare e scompare periodicamente sulla Terra e su Marte, e Salo, il misterioso inviato del lontanissimo pianeta Tralfamadore, naufragato con la sua astronave su Titano? Questi sono gli interrogativi alla base di uno dei veri capolavori della fantascienza, una space opera piena di irresistibile humour, di satira tagliente e di profonde riflessioni sul dilemma dell'esistenza umana.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

090 - Lester DEL REY - L'undicesimo comandamento
091 - Robert SILVERBERG - Ali della notte
092 - John SLADEK - Robot fuorilegge
093 - Robert SHECKLEY - Mai toccato da mani umane
094 - Robert TINE - La moglie dell'astronauta
095 - Charles L. HARNESS - Astronave senza tempo
096 - D.F. JONES - Sarà un futuro d'inferno
097 - Tom GODWIN - Ragnarok
098 - Clifford D. SIMAK - Infinito
099 - Max EHRLICH - L'occhio gigante
100 - Carl SAGAN - Contact
101 - Howard P. LOVECRAFT - Chtulhu e altri dei / 101bis - Howard P. LOVECRAFT - La casa delle streghe e altri orrori
102 - Fredric BROWN - Marziani, andate a casa!
103 - Walter TEVIS - L'uomo che cadde sulla Terra
104 - Kurt VONNEGUT - Le sirene di Titano

E nel prossimo numero l'atteso seguito della grande saga di Dune!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Imriel il 23 Febbraio 2012, 12:09:10

Quindi se trovo in bancarelle e simili una qualsiasi opera di Vonnegut posso essere molto sicuro che sarà almeno godibile/ottima?

Il Cadetto Imriel in collaborazione con Società di questionari (per ovvie ragioni in fallimento,sopratutto se hanno contattato me [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG])


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: AgenteD il 23 Febbraio 2012, 19:04:53

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=525#64729 date=1329946674]
[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]103 - L'uomo che cadde sulla Terra - Walter TEVIS (1963)[/B][/SIZE][/COLOR]

Riprendiamo le pubblicazioni con un numero davvero speciale: un capolavoro amaro e senza tempo che sancisce l'esordio nella nostra collana di un autore davvero inconsueto, con una storia altrettanto inconsueta che davvero non poteva mancare.
Con la cover dell'Urania 694 ripresa dal film cult di Nicholas Roeg e con la trama dell'edizione Oscar Fantascienza della Mondadori lievemente modificata, ecco a voi il capolavoro di Walter Tevis.

[TABLE] [TR] [TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k392ba52aa9.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD] [TD] [/TD] [TD]L'uomo che cadde sulla terra è una delicata storia di suspense e di tenerezza, una miscela imprevedibile che sfocia in uno dei più bei romanzi americani degli anni '60. II suo protagonista, fragile e indifeso ma allo stesso tempo dotato di facoltà extraumane, rimarrà impresso non solo nella memoria degli appassionati del genere, ma anche in quella di chi segue con interesse le vicende del romanzo psicologico. In breve, l'odissea di uno straniero che il caso ha depositato sulle sponde del nostro pianeta e che si colorirà di una sfumatura tragica.
Un libro semplice e misterioso, delicato e crudele, un gioiello isolato che non ha avuto predecessori e imitatori.
In appendice al volume una notevole curiosità per tutti gli appassionati di cinema e di fantascienza: la sceneggiatura del film cult tratto dal libro ed interpretato da David Bowie.[/TD][/TR][/TABLE]

Ultimi volumi pubblicati

089 - Arthur C. CLARKE & Gentry LEE - Rama rivelato
090 - Lester DEL REY - L'undicesimo comandamento
091 - Robert SILVERBERG - Ali della notte
092 - John SLADEK - Robot fuorilegge
093 - Robert SHECKLEY - Mai toccato da mani umane
094 - Robert TINE - La moglie dell'astronauta
095 - Charles L. HARNESS - Astronave senza tempo
096 - D.F. JONES - Sarà un futuro d'inferno
097 - Tom GODWIN - Ragnarok
098 - Clifford D. SIMAK - Infinito
099 - Max EHRLICH - L'occhio gigante
100 - Carl SAGAN - Contact
101 - Howard P. LOVECRAFT - Chtulhu e altri dei / 101bis - Howard P. LOVECRAFT - La casa delle streghe e altri orrori
102 - Fredric BROWN - Marziani, andate a casa!
103 - Walter TEVIS - L'uomo che cadde sulla Terra

E nel prossimo numero ci sarà il gradito ritorno di un vero e proprio "genio" della SF, con un romanzo straordinario che, sino all'ultimo istante, ha conteso a Sagan, l'onore del numero 100.
[/quote]

...Che bello, per una volta, c'è l'ho![IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: gretana il 23 Febbraio 2012, 23:22:53

Film del '76..però, come passa il tempo.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 23 Febbraio 2012, 23:23:17

[quote author=Imriel qlnk=board=9&threadid=5060&start=525#64754 date=1329995350]
Quindi se trovo in bancarelle e simili una qualsiasi opera di Vonnegut posso essere molto sicuro che sarà almeno godibile/ottima?

Il Cadetto Imriel in collaborazione con Società di questionari (per ovvie ragioni in fallimento,sopratutto se hanno contattato me [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG])
[/quote]


Ca detto? (sono un po' duro d'orecchi[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/71.gif[/IMG])
Cadetto... Cadetto... mmmmmh... dopo l'autoincarcerazione ora c'è pure l'autopromozione? [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/39.gif[/IMG]

Vabbè dai, come numero di post ci possiamo anche stare.
Recluta Imriel, per i poteri auto-conferitimi in questo istante ti nomino ufficialmente Cadetto di Urania Mania!
Sii (anzi essi) fiero di questo onore.
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/34.gif[/IMG]

Da recluta a cadetto in poco più di un mese con oltre 330 post all'attivo... notevole: chissà tra un anno dove potrai mai arrivare? Fieldmaresciallo? Flukemaresciallo?


Comunque: con Vonnegut vai sul sicuro, se ti capita "Ghiaccio nove", poi non fartelo scappare!
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_thumbup.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 24 Febbraio 2012, 15:42:55

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]105 - Messia di Dune - Frank HERBERT (1969)[/B][/SIZE][/COLOR]

Ogni ciclo deve essere presentato nella sua interezza ed ogni saga deve arrivare alla sua conclusione indipendentemente dal numero di libri che la compongono e dai diversi autori che vi hanno contribuito.
Per questo, quali che siano i titoli che presenteremo nelle prossime uscite della collana, l'unica certezza che potrete avere sarà che la saga di Dune ci accompagnerà ancora a lungo, perchè del maestoso affresco di universo disegnato inizialmente da Frank Herbert e proseguito in seguito da altri non vada perduta neanche una virgola.
Con la copertina di Vincent Di Fate e la quarta di copertina dell'edizione Sperling & Kupfer, ecco a voi il secondo libro della serie "storica" nata dalla fantasia di Frank Herbert.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2ke04d0943c6.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Sono trascorsi dodici anni dagli eventi che concludevano Dune. Vinta la guerra alla testa dei terribili Fremen, Paul Atreides è diventato L’Imperatore del mondo delle sabbie e dell’intera galassia. I suoi desideri però non sono cambiati ed egli ogni sera attraversa le vie di Arrakeen, città riarsa e tormentata da venti impetuosi, per mescolarsi alla sua gente e condividerne la vita. Dotato di poteri straordinari, vive quasi assediato, consapevole che dietro ogni angolo potrebbe celarsi un agguato, che in un punto qualsiasi dell’universo si sta ordendo un complotto. Lui è il profeta, può raggiungere più luoghi nello stesso istante, può sondare il futuro con la mente, possiede una "seconda vista" che lo rende arbitro dei destini dell’umanità, ma anche un devastante strumento di potere.
In questi mondi dove il tempo può diventare una sensazione multipla e lo spazio essere annullato, vivono i ghola, esseri ricostruiti da carne morta, o creature come i membri della Gilda, anfibi racchiusi in ampolle piene di gas, e i Volti Danzanti, ermafroditi capaci di assumere le sembianze di qualsiasi individuo e viverne le emozioni.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

091 - Robert SILVERBERG - Ali della notte
092 - John SLADEK - Robot fuorilegge
093 - Robert SHECKLEY - Mai toccato da mani umane
094 - Robert TINE - La moglie dell'astronauta
095 - Charles L. HARNESS - Astronave senza tempo
096 - D.F. JONES - Sarà un futuro d'inferno
097 - Tom GODWIN - Ragnarok
098 - Clifford D. SIMAK - Infinito
099 - Max EHRLICH - L'occhio gigante
100 - Carl SAGAN - Contact
101 - Howard P. LOVECRAFT - Chtulhu e altri dei / 101bis - Howard P. LOVECRAFT - La casa delle streghe e altri orrori
102 - Fredric BROWN - Marziani, andate a casa!
103 - Walter TEVIS - L'uomo che cadde sulla Terra
104 - Kurt VONNEGUT - Le sirene di Titano
105 - Frank HERBERT - Messia di Dune

Nel prossimo numero invece assisteremo al ritorno dell'ormai veterano Clarke: esaurita la produzione dei suoi cicli più famosi (Odissea nello spazio e Rama), ci rimane una folta produzione di capolavori che per nessun motivo al mondo vorremmo perderci.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Arne Saknussemm il 24 Febbraio 2012, 18:28:12

Max, è sfuggito a me o invece Brunner è ancora assente dalla collana ??

"Tutti a zanzibar" o "Il gregge alza la testa" ...


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 24 Febbraio 2012, 18:46:22

[quote author=Arne Saknussemm qlnk=board=9&threadid=5060&start=525#64839 date=1330104492]
Max, è sfuggito a me o invece Brunner è ancora assente dalla collana ??

"Tutti a zanzibar" o "Il gregge alza la testa" ...
[/quote]


Arriveranno
Abbiate fede
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/4.gif[/IMG]

Oltre a Brunner mancano ancora la Le Guin, Evangelisti, la Bujold, Bear, Laumer, Brin, Sawyer, Campbell, McBride Allen, Hamilton (sia Edmond che Peter), Kuttner, Curtoni, la Kress, Moorcock, Kapp, ... e tanti altri ancora...
Purtroppo ci sono autori molto prolifici come Asimov, Clarke, Simak, Heinlein e Dick che la fanno da padroni e ad ogni annata il numero da dedicare ai "nuovi" (schiacciati tra veterani, cicli e saghe varie) è piuttosto esiguo e giocoforza molti ritarderanno la loro comparsa.
Però sono ragionevolmente certo che quando termineranno le pubblicazioni questa non sarà più la collana ideale di Maxpullo, ma si avvicinerà con ottima approssimazione a "La collana di SF per eccellenza".


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: PabloE il 24 Febbraio 2012, 19:33:22

[quote author=Arne Saknussemm qlnk=board=9&threadid=5060&start=525#64839 date=1330104492]
Max, è sfuggito a me o invece Brunner è ancora assente dalla collana ??

"Tutti a zanzibar" o "Il gregge alza la testa" ...
[/quote]

Il telepatico [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/105.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 24 Febbraio 2012, 19:41:44

Yes!
"[I]Sogna superuomo![/I]" o "[I]Il telepatico[/I]" è ovviamente tra gli immancabili... anche se non l'ho mai letto... [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/65.gif[/IMG]
Ma ora non fatemi scoprire tutte le carte, eh? [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/10.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Lucky il 25 Febbraio 2012, 18:33:15

[quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#64728 date=1329946660]
[quote author=Arne Saknussemm qlnk=board=9&threadid=5060&start=510#64531 date=1329728560]


Quello del 323b verde poi... davvero preparato bene !!
Ci studiavi la notte max ???
Bellissimo !!!!
[/quote]

Scherzo?
Ma quale scherzo: abbiamo rischiato la crisi della realtà, abbiamo rischiato...
[quote author=Arne Saknussemm qlnk=board=9&threadid=5060&start=510#64531 date=1329728560]
Un solo dubbio: a volte mi capita di leggere: "quelli di quel sito", "l'altro forum", "quegli altri hanno detto che UM...", "...dicono che andiamo a cena insieme..." [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_shock.gif[/IMG] (effettivamente QUESTO E' SCANDALOSO ED INDICE DI SCARSA COMPETENZA/SERIETA') ....

....ma ditemi, vi prego.... chi sono 'sti altri ???
[/quote]

E' acqua passata Arne: la storia di UM è lunga e non sempre le cose sono andate lisce.
Ci sono stati scazzi e qualcuno è andato via sbattendo la porta e, ovviamente, ci sono state polemiche e strascichi che hanno coinvolto altri siti amatoriali.
Sul forum ci sono ancora gli "echi" di queste vicende buie e se uno è un bravo sensitivo può riuscire a percepirli
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/Generiche/3scimmiette.gif[/IMG]
[/quote]
...Ascoltate con l'orecchio dello storiografo, e ne udrete gli scricchiolii...

Parafrasi da...?

Lucky


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: gretana il 25 Febbraio 2012, 19:52:48

Asimov? o Shakespeare?


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Imriel il 25 Febbraio 2012, 20:18:48

Porca paletta arruginita! Mi son lasciato scappare Operazione caos,il titolo lo ricordavo diverso [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cry.gif[/IMG]
Ti farò causa per aver causato con la copertina scompiglio nelle menti dei lettori [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cool.gif[/IMG]
A proposito, perche un numero è annoverato tra gli speciali? In generale.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Lucky il 25 Febbraio 2012, 22:48:59

[quote author=gretana qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#64908 date=1330195968]
Asimov? o Shakespeare?
[/quote]
Ciao, Laura,
vedi Tu, ma Ti voglio sempre bene (col permesso dello Sposo).

GF


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 25 Febbraio 2012, 23:38:08

[quote author=Imriel qlnk=board=9&threadid=5060&start=525#64909 date=1330197528]
Porca paletta arruginita! Mi son lasciato scappare Operazione caos,il titolo lo ricordavo diverso [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cry.gif[/IMG]
Ti farò causa per aver causato con la copertina scompiglio nelle menti dei lettori [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cool.gif[/IMG]
A proposito, perche un numero è annoverato tra gli speciali? In generale.
[/quote]


Ricordavi diverso il titolo o la copertina? Devo forse retrocederti di nuovo a recluta?[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/33.gif[/IMG]


I numeri speciali in questa collana sono da intendersi supplementi ad alcuni numeri e sono titoli non strettamente di SF, ma che ritengo ugualmente imperdibili...
Sinora ci sono stati:
- Io sono Helen Driscoll - Un giallo/thriller sovrannaturale
- Fluke l'uomocane - Fanta spiritistico di genere assolutamente inclassificabile
- La casa delle streghe e altri orrori - Decisamente horror

Ma ce ne saranno altri

[quote author=Lucky qlnk=board=9&threadid=5060&start=525#64905 date=1330191195]
...Ascoltate con l'orecchio dello storiografo, e ne udrete gli scricchiolii...

Parafrasi da...?


[/quote]

E' una parafrasimov! [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/4.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: gretana il 26 Febbraio 2012, 00:10:37

Shakespeare aveva messo la cicuta nell'orecchio, mi ricordavo un'orecchio[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/4.gif[/IMG] ma avevo anche un ricordo Asimoviano e allora li ho messi tutti e due.
Chissà che avrebbero scritto assieme?


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 26 Febbraio 2012, 09:58:47

[quote author=gretana qlnk=board=9&threadid=5060&start=540#64912 date=1330211437]
Shakespeare aveva messo la cicuta nell'orecchio, mi ricordavo un'orecchio[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/4.gif[/IMG] ma avevo anche un ricordo Asimoviano e allora li ho messi tutti e due.
Chissà che avrebbero scritto assieme?
[/quote]


C'è del marcio nell'Impero...
[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/4.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Imriel il 29 Febbraio 2012, 01:12:08

Maxpullo Invece di svolgere i suoi doveri assale i turisti alle Hawai. Un piano segreto? O soltanto uno dei suoi tanti hobby eccentrici? A voi la decisione.




Per tutti quelli che aspettando con impazienza il prossimo numero [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]

Il Rivoluzionario


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 29 Febbraio 2012, 17:01:30

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]106 - La città e le stelle - Arthur C. CLARKE (1956)[/B][/SIZE][/COLOR]

Sollecitato dai più (Imriel e basta) il curatore propone oggi una uscita assolutamente straordinaria ed imperdibile del "solito" Clarke.
L'aggettivo "solito" è giustificato dal fatto che questo è il decimo romanzo di Clarke che viene proposto ed infatti, con questa uscita, egli diventa (temporaneamente) l'autore con più apparizioni in assoluto su questa collana, segno non soltanto del mio personale apprezzamento per la sua opera, ma anche di una produzione assolutamente straordinaria che non ha davvero nulla da invidiare ai grandi maestri di oltreoceano. Dopo i suoi due cicli più famosi (quello di "Odissea nello spazio" e quello di "Rama"), iniziamo da questo numero la pubblicazione del meglio dei suoi romanzi singoli e racconti, con un libro che ha fatto davvero la storia della SF.
Con la cover di Paul Swendsen e la quarta di copertina dell'edizione Oscar Mondadori, ecco a voi un capolavoro che proprio non poteva mancare.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k47e017bcd6.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Una città del lontanissimo futuro in cui gli uomini vivono come in un paradiso, ma un paradiso dal quale non è possibile uscire pena la morte su un pianeta che è diventato sterile e temuto dai suoi stessi figli; un giovane, Alvin, infiammato da un irresistibile desiderio d'avventura e che scopre un'antica astronave tuttora funzionante, pronta a portarlo lontano dalla città ma anche dalla Terra agonizzante; un sogno lungo un milione di anni e che finalmente sta per realizzarsi grazie al coraggio di un gruppo di uomini. Sono questi gli elementi de La città e le stelle, il capolavoro di fantascienza che ha ispirato una generazione di lettori e che viene oggi riproposto come uno dei classici fondamentali di questo genere narrativo.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

092 - John SLADEK - Robot fuorilegge
093 - Robert SHECKLEY - Mai toccato da mani umane
094 - Robert TINE - La moglie dell'astronauta
095 - Charles L. HARNESS - Astronave senza tempo
096 - D.F. JONES - Sarà un futuro d'inferno
097 - Tom GODWIN - Ragnarok
098 - Clifford D. SIMAK - Infinito
099 - Max EHRLICH - L'occhio gigante
100 - Carl SAGAN - Contact
101 - Howard P. LOVECRAFT - Chtulhu e altri dei / 101bis - Howard P. LOVECRAFT - La casa delle streghe e altri orrori
102 - Fredric BROWN - Marziani, andate a casa!
103 - Walter TEVIS - L'uomo che cadde sulla Terra
104 - Kurt VONNEGUT - Le sirene di Titano
105 - Frank HERBERT - Messia di Dune
106 - Arthur C. CLARKE - La città e le stelle

E nel prossimo numero l'atteso esordio nella nostra collana di Ursula K. Le Guin!


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: marben il 29 Febbraio 2012, 17:09:30

Ho sempre avuto un debole per questo libro, uno dei più belli e suggestivi della fs "classica". Solo Clarke riusciva ad immaginarsi storie del genere e a raccontarle in quel modo. Veramente è stato "il" creatore di miti per eccellenza.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Lucky il 29 Febbraio 2012, 17:37:19

[quote author=marben qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#65125 date=1330531770]
Ho sempre avuto un debole per questo libro, uno dei più belli e suggestivi della fs "classica". Solo Clarke riusciva ad immaginarsi storie del genere e a raccontarle in quel modo. Veramente è stato "il" creatore di miti per eccellenza.
[/quote]
Condivido assolutamente.
Questo libro mi torna alla memoria ogni volta che passo dal mezzanino di una stazione ferroviaria suburbana di Milano e vedo sul pavimento un mosaico della rete; cerco Lys, ma non la trovo.

Lucky


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: PabloE il 29 Febbraio 2012, 17:41:28


Figa la copertina [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_smiley.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: gretana il 29 Febbraio 2012, 18:31:01

Ecco.....mi manca....aggiungo alla lista. [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_sad.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Arne Saknussemm il 29 Febbraio 2012, 18:46:42

Col mio recente acquisto di un lotto di UCollezione, sono finalmente entrato in possesso de "La città e le stelle" .... lo cercavo già da un po'.

Ed è uno dei prossimi in coda di lettura ! [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_smiley.gif[/IMG]


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 01 Marzo 2012, 18:17:11

[COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]107 - La mano sinistra delle tenebre - Ursula K. LE GUIN (1969)[/B][/SIZE][/COLOR]

Con questa uscita la nostra collana si tuffa d'improvviso in un'altro importantissimo ciclo della fantascienza: il "ciclo hainita" o "dell'ecumene", articolato in circa 17 racconti e ben 7 romanzi, dei quali ben due premiati con il prestigioso premio Hugo.
A differenza di altre serie, la saga della Le Guin, pur avendo una sua cronologia interna è strutturata in modo tale che ogni romanzo si può leggere come una storia a se stante ed è per questo che la sua prima uscita in questa collana non segue nè l'ordine di pubblicazione dei romanzi nè quello cronologico delle storie, ma si limita a proporre quello che è univeralmente considerato uno dei suoi romanzi più rappresentativi.
Questa scelta permette al curatore di poter valutare successivamente e con tutta calma l'opportunità di proporre nel prossimo futuro il ciclo per intero oppure limitarsi alle sole storie principali.
Con la copertina di Alex Ebel e la quarta di copertina che riprende quella dell'edizione Cosmo Oro, ecco a voi il romanzo che ha vinto i premi Hugo e Nebula.

[TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k0078854afe.jpg[/IMG][/CENTER]
[/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Gethen, un pianeta in piena era glaciale (non per niente è noto ai terrestri col nome di Inverno), è abitato da una razza umana ermafrodita che ha costruito una civiltà strana e affascinante.
Genly Ai, primo terrestre su Inverno, viaggia attraverso le varie nazioni per convincere questi esseri bisessuali ad accettare un trattato d'alleanza con l'Ekumene, la lega dei mondi civilizzati.
Intrappolato nei sottili intrighi dei governanti di Inverno, egli si ritroverà a lottare per la sua sopravvivenza sui terribili ghiacciai del pianeta, con l'unica compagnia di un getheniano. Sarà così, attraverso questa tremenda odissea, che verrà a comprendere gradualmente e con grande stupore che cosa è davvero «alieno» e cosa è invece «umano». Un grande capolavoro, una creazione unica e indimenticabile, una gemma narrativa che unisce il fascino classico del mito a una profonda riflessione sulla natura dell'uomo.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
Ultimi volumi pubblicati

093 - Robert SHECKLEY - Mai toccato da mani umane
094 - Robert TINE - La moglie dell'astronauta
095 - Charles L. HARNESS - Astronave senza tempo
096 - D.F. JONES - Sarà un futuro d'inferno
097 - Tom GODWIN - Ragnarok
098 - Clifford D. SIMAK - Infinito
099 - Max EHRLICH - L'occhio gigante
100 - Carl SAGAN - Contact
101 - Howard P. LOVECRAFT - Chtulhu e altri dei / 101bis - Howard P. LOVECRAFT - La casa delle streghe e altri orrori
102 - Fredric BROWN - Marziani, andate a casa!
103 - Walter TEVIS - L'uomo che cadde sulla Terra
104 - Kurt VONNEGUT - Le sirene di Titano
105 - Frank HERBERT - Messia di Dune
106 - Arthur C. CLARKE - La città e le stelle
107 - Ursula K. LE GUIN - La mano sinistra delle tenebre

Per il prossimo numero occorrerà aspettare un pochetto, ma ne varrà la pena. Per concludere questa straordinaria nuova annata abbiamo scomodato nuovamente Isaac Asimov ed i suoi robot.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: Imriel il 01 Marzo 2012, 20:06:00

Scusate per l'assenza( se l'avete notata [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cool.gif[/IMG]) ma il mio pc è temporaneamente disperso causa Invasione di extraterrestri nella mia casa [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] Quindi la mia sempre presente battaglia di logaramento è da rinviarsi a data ancora da decidersi, e per tutto il tempo in cui perdurerà questo stato delle cose adotterò la strategia mordi e fuggi. Questo libro mi manca ma mi sembra di ricordare di averne letto un pezzo tipo [SPOILER] fino a quando Gaethel scopre di non essere più nelle grazie del re o qualcosa del genere e cerca inutilmente di convicerlo a entrare nell'Ekumene.[/SPOILER] Città e Stelle è già stato catturato dal mio amo, adesso devo solo ritirare il filo [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]
Un saluto a tutti con affetto.


Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
Messaggio di: maxpullo il 02 Marzo 2012, 19:57:43

[B][COLOR=#ff0000]Diamo un po' di numeri[/COLOR][/B]

Passata la pubblicazione del numero 100, in attesa di realizzare le prossime cover, approfitto della pausa per un po' di informazioni sui numeri sin qui usciti.

Pubblicazioni per autore:
[LIST]
  • Clarke, 10 uscite
  • Asimov, 9 Uscite
  • Vance, 5 uscite
  • Dick, Brown, Heinlein, Ballard & Simak, 4 uscite
  • Silverberg, Lovecraft, Matheson & Adams, 3 uscite
  • Bradbury, Vonnegut, Shaw, Pohl, Sturgeon, Verne, Van Vogt, Sheckley, Anderson, Frank Herbert, James Herbert, 2 uscite
  • Lem, Wyndham, Temple, Crichton, Leiber, Stuart, Young, Haldeman, Leinster, Slesar, Logan, Fayad, Finney, Zelazny, Bester, Williamson, Blish, Farmer, Russell, Aldiss, Herbert, Clement, Lafferty, Del Rey, Sladek, Tine, Harness, D.F. Jones, Godwin, Ehlrilch, Sagan, Tevis, Le Guin, 1 uscita[/LIST]
    Pubblicazioni per nazionalità autore:

    USA 77
    GB 26
    FRANCIA 2 (Verne)
    POLONIA 1 (Lem)
    ITALIA 1 (Fayad)


    A breve una statistica anche sugli anni di pubblicazione.

  • Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 02 Marzo 2012, 23:20:57

    Ed ecco la statistica per anno di pubblicazione dei romanzi sin qui proposti

    Prima del 1930 2
    1930-1939 2
    1940-1949 8
    1950-1959 31
    1960-1969 26
    1970-1979 13
    1980-1989 10
    Dopo il 1990 4


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: Arne Saknussemm il 03 Marzo 2012, 10:25:26

    [quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=540#65243 date=1330726857]
    Ed ecco la statistica per anno di pubblicazione dei romanzi sin qui proposti

    Prima del 1930 2
    1930-1939 2
    1940-1949 8
    1950-1959 31
    1960-1969 26
    1970-1979 13
    1980-1989 10
    Dopo il 1990 4
    [/quote]

    Una distribuzione uniforme.
    L'andamento è pressappoco parabolico ed il fuoco cade sulla retta passante per la decade '50-'59 (con annate in ascissa e n° di libri letti in ordinata).


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 04 Marzo 2012, 19:09:14

    [COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]108 - L'uomo bicentenario e altre storie - Isaac ASIMOV[/B][/SIZE][/COLOR]

    Sono più i "dickiani" o gli "asimoviani"? Per il momento in questa collana si parla molto più Asimov che Dick, ma questo avviene quasi esclusivamente per il fatto che il buon dottore (che con questa uscita raggiunge Clarke a quota 10) ha scritto molto di più e soprattutto, con il trascorrere degli anni, ha finito per creare una serie pressochè infinita di punti di "raccordo" tra i suoi vari scritti, finendo per creare un meraviglioso super-ciclo che per continuità e vastità non ha uguali.
    La collana prosegue nel suo tentativo di proporre una sorta di percorso ideale di lettura che, partendo dal ciclo dell'impero e da quello della fondazione, finisca poi per raccordarsi con quello dei robot.
    Questa antologia che la Mondadori ha sempre presentato come "[I]Antologia del bicentenario[/I]" è l'ultimo tassello fondamentale (dopo "[I]Io, robot[/I]" e "[I]Il secondo libro dei robot[/I]") per poter introdurre uno dei suoi cicli più famosi, quello dei robot appunto.
    La scelta di presentare la raccolta con il suo titolo originale è motivata essenzialmente da due ragioni: in primis si rende esplicito il legame del suo racconto più famoso con l'omonimo film diretto da Chris Columbus ed interpretato da Robin Williams (un legame spesso inspiegabilmente taciuto), in secondo luogo è opionione del curatore che il titolo originale americano faccia molto più effetto di quello della traduzione italiana.
    Proprio per rafforzare il legame con il lungometraggio, per la cover è stata scelta la locandina del film, mentre per la quarta di copertina ho deciso di usare la simpatica frase del buon dottore riportata sull'Urania 736, una frase del 1977 che oggi può sembrare strana (e fuori luogo), ma che ci fa capire l'ironia con cui questo grandissimo interprete della fantascienza considerava la sua propria opera e che, se viene letta in un certo modo, ci sembra il miglior tributo che si possa dedicare ad un grande tra i grandi.

    [TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k25886cf6f9.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Nell'introdurre questa sua raccolta nel lontano 1977, Isaac Asimov diceva.

    [I]"Eccomi qui con un nuovo volume, un'antologia che raccoglie i miei ultimi undici racconti di fantascienza, ed eccomi anche a riflettere non senza sbigottimento che da quando ho cominciato a scrivere e a pubblicare sono passati esattamente tre ottavi di secolo. Non c'è male per uno che si considera... non giovanissimo, questo no, ma diciamo... ancora nel fiore degli anni. Questi anni, del resto, debbono sembrare più numerosi ai lettori che a me, ed è naturale che man mano che passano, e che la mia produzione continua ininterrotta, sorgano nel pubblico certi sospetti. Poche settimane fa, per esempio, stavo firmando dei libri miei a una fiera del libro, e tra le gentili frasi che mi sono state rivolte, ricordo questa: "Ma come? Lei è ancora vivo? Non ci posso credere!". E quest'altra: "Ma possibile che tutti quei libri lei li abbia scritti da solo? Non sarete due o tre sotto lo stesso nome, per caso?" . Be', mi dispiace se la mia sovrabbondante produzione rende la cosa incredibile, ma posso darvi la mia parola d'onore che: primo, sono una sola persona; e secondo, sono ancora vivo"[/I].
    [I]ISAAC ASIMOV[/I]

    E, leggendo questi suoi racconti, ciascuno dei quali accompagnato da una simpatica introduzione, ci rendiamo conto che, sebbene il buon dottore ci abbia lasciati nel 1992, egli, attraverso la sua opera ed i suoi classici intramontabili, sia di fatto ancora vivo.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
    Ultimi volumi pubblicati

    094 - Robert TINE - La moglie dell'astronauta
    095 - Charles L. HARNESS - Astronave senza tempo
    096 - D.F. JONES - Sarà un futuro d'inferno
    097 - Tom GODWIN - Ragnarok
    098 - Clifford D. SIMAK - Infinito
    099 - Max EHRLICH - L'occhio gigante
    100 - Carl SAGAN - Contact
    101 - Howard P. LOVECRAFT - Chtulhu e altri dei / 101bis - Howard P. LOVECRAFT - La casa delle streghe e altri orrori
    102 - Fredric BROWN - Marziani, andate a casa!
    103 - Walter TEVIS - L'uomo che cadde sulla Terra
    104 - Kurt VONNEGUT - Le sirene di Titano
    105 - Frank HERBERT - Messia di Dune
    106 - Arthur C. CLARKE - La città e le stelle
    107 - Ursula K. LE GUIN - La mano sinistra delle tenebre
    108 - Isaac ASIMOV - L'uomo bicentanario e altre storie

    Ma per la prossima uscita dovrete attendere l'editoriale!


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 05 Marzo 2012, 19:39:49

    [B][COLOR=#ff0000]Verso la Primavera - editoriale[/COLOR][/B]

    Il freddo è (quasi) finito ed andiamo ormai verso una Primavera che, se i Maya hanno ragione, sarà l'ultima che vedremo... e la Primavera, simbolo di rinascita, porterà una serie di novità importanti.
    Innanzitutto - non so quanti se ne sono accorti - visto che a breve ci sarà l'aggancio ad Urania Collezione, per un po' mi divertirò a farle concorrenza cercando di candenzare le uscite in base a quelle della collana Monadori; questo "rallentamento" (di breve durata non temete) mi darà del tempo libero che userò per produrre le nuove cover, lavorare, fare il papà e dedicarmi agli sviluppi del sito oltre che ad altre idee.
    L'altra novità riguarderà la scelta dei titoli.
    Le statistiche hanno evidenziato una prevalenza di alcuni autori che, ancorchè importanti, rischiano di monopolizzare la collana, ritardando eccessivamente la comparsa di altri grandi autori.
    E' per questo motivo che la prossima annata, pur aprendosi sotto il segno del grandissimo Heinlein, vedrà una consistente presenza di una serie di autori sin qui trascurati, tra cui i richiestissimi Pohl e Brunner che apriranno le danze con due capolavori indimenticabili, vere e proprie colonne di ogni raccolta di SF che si rispetti.
    Ma ci sarà tempo anche per approfondire la conoscenza di Sheckley, con uno dei suoi romanzi più famosi, e di Eric Frank Russell, con una raccolta dei suoi racconti migliori.
    E sempre in tema di esordi non possiamo non segnalare l'atteso arrivo di Mack Reynolds (se ne parlava proprio in un recente post) e quello di Charles Eric Maine con due opere che non possono mancare in una raccolta di classici completa ed esaustiva.
    Per le "grandi saghe" proseguirà la pubblicazione dei romanzi del ciclo di Dune, mentre farà il suo atteso esordio anche Valerio Evangelisti, con un ciclo, quello di Eymerich, che nel panorama fantascientifico italiano non ha (e presumbilmente non avrà mai) uguali. E vista la luce oscura che Eymerich getterà sulla collana, vedremo di fomentare ulteriormente il terrore con due uscite memorabili che segneranno l'esordio di Nigel Kneale e di John Blackburn, due scrittori abbastanza trascurati dall'editoria e certamente da riscoprire.
    Dimentico qualcosa? Certo, se vi fate i conti vedrete che manca ancora un nome per fare 12 pubblicazioni. Ma è una dimenticanza voluta perchè se citassi il nome dell'autore tutti indovinerebbero subito il titolo e rovinerei una gradita sorpresa. Per questo mi limito a dire che, a volte, non è necessario scrivere libri a tonnellate per essere ricordato: a volte basta un unico, indimenticabile, supremo romanzo, per entrare di diritto nel novero dei grandi nomi immortali di questo genere.
    Ne vedrete delle belle!


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: PabloE il 05 Marzo 2012, 22:47:01

    [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/41.gif[/IMG]


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: Imriel il 05 Marzo 2012, 22:54:53

    tra tutte le cortine fumogene non ho ben capito il messaggio, in sintesi "batterai la fiacca"? [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 08 Marzo 2012, 19:18:29

    [COLOR=#c00000][SIZE=4][B]I capolavori di Maxpullo, anno 9[/B][/SIZE][/COLOR]

    Nell'attesa di riprendere le pubblicazioni metto qui la rassegna delle cover dell'ultima annata che non esiterei a definire particolarmente felice vista la presenza non solo di alcuni titoli straordinari, ma anche di alcune copertine davvero stupende.

    [TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k59a98f9654.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2ka5d280583c.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k6888d6aa87.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k374c2e47df.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][/TR][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2ke5ea8e010d.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kf37e0c332a.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kba2dd5d43e.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kf7bf8be196.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][/TR][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k306865f5dd.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kec2cf43976.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k1210be84b6.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k52b92f5806.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][/TR][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k28ce1d00a4.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][TD] [/TD][TD] [/TD][TD] [/TD][/TR][/TABLE]
    Personalmente le mie preferenze vanno alla cover di Picacio che ho assegnato a "[I]Contact[/I]", a quella di Richard Powers per "[I]Le sirene di Titano[/I]" ed a quella di Leo e Diane Dillon scelta per "[I]Infinito[/I]".
    Menzione speciale per il Thole dell'extra "[I]La casa delle streghe ed altri orrori[/I]", per l'impressionante Chtulhu firmato Michael Kormarck e per il bicefalo obelisco di ghiaccio creato da Alex Ebel per "[I]La mano sinistra delle tenebre[/I]".


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: Notman il 08 Marzo 2012, 19:51:07


    La cover del volume della Le Guin è qualcosa di bellissimo!


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: vinmar il 10 Marzo 2012, 10:59:20

    Io voto per la copertina di: La città e le stelle
    P.S. Notman ti invidio per quello che stai leggendo, beato Te che leggi per la prima volta bei libri.
    vin


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: Notman il 10 Marzo 2012, 11:15:14

    [quote author=Lupo dei Cieli (VinMar) qlnk=board=9&threadid=5060&start=555#65608 date=1331373560]
    Io voto per la copertina di: La città e le stelle
    P.S. Notman ti invidio per quello che stai leggendo, beato Te che leggi per la prima volta bei libri.
    vin
    [/quote]


    Mi sto leggendo con il contagocce tutti i cosiddetti classici, piano piano, dopo tanti altri libri, per non bruciarmi subito il meglio!


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 10 Marzo 2012, 11:23:15

    Aspettate a votare... tra pochi minuti ne arriva una che è uno spettacolo!


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 10 Marzo 2012, 11:39:03

    [COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]109 - Straniero in terra straniera - Robert A. HEINLEIN (1961)[/B][/SIZE][/COLOR]

    Nell'attesa delle prossime uscite di UCZ approfitto per realizzare l'aggancio alla collana Mondadori e, per questo numero 109 che fa la concorrenza al numero di Vittorio Curtoni, scelgo di farlo con uno dei grandi maestri della SF americana, uno di quelli che, al pari di Simak, Brown e Asimov, fanno parte un po' dell'ossatura del genere così come noi lo conosciamo.
    Con la straordinaria cover di James Wharola e la quarta di copertina dell'edizione Fanucci nei Tascabili Immaginario, ecco a voi il numero che inaugura una nuova annata di pubblicazioni.

    [TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k2d06a6713a.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Valentine Michael Smith è nato durante la prima missione umana su Marte ed è l'unico sopravvissuto alla spedizione. E' stato cresciuto dai marziani, e quando torna sulla Terra è completamente inconsapevole di ciò che lo aspetta.
    Non ha mai visto una donna, non conosce le culture terrestri nè il concetto di religione. Il suo arrivo è carico di conseguenze: è l'erede di un gigantesco impero finanziario e , per le leggi americane, il padrone del pianeta Marte.
    Sotto la protezione dell'irascibile Jubal Harshaw, Michael scopre ed esplora il senso morale degli esseri umani e il significato dell'amore. Fonda una sua chiesa, predicando l'amore libero e diffondendo le capacità psichiche che ha acquisito dai Marziani; infine, affronta l'inevitabile destino riservato a un messia.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
    Ultimi volumi pubblicati

    095 - Charles L. HARNESS - Astronave senza tempo
    096 - D.F. JONES - Sarà un futuro d'inferno
    097 - Tom GODWIN - Ragnarok
    098 - Clifford D. SIMAK - Infinito
    099 - Max EHRLICH - L'occhio gigante
    100 - Carl SAGAN - Contact
    101 - Howard P. LOVECRAFT - Chtulhu e altri dei / 101bis - Howard P. LOVECRAFT - La casa delle streghe e altri orrori
    102 - Fredric BROWN - Marziani, andate a casa!
    103 - Walter TEVIS - L'uomo che cadde sulla Terra
    104 - Kurt VONNEGUT - Le sirene di Titano
    105 - Frank HERBERT - Messia di Dune
    106 - Arthur C. CLARKE - La città e le stelle
    107 - Ursula K. LE GUIN - La mano sinistra delle tenebre
    108 - Isaac ASIMOV - L'uomo bicentanario e altre storie
    109 - Robert A. HEINLEIN - Straniero in terra straniera

    E nel prossimo numero ritornerà Robert Sheckley!


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: PabloE il 10 Marzo 2012, 14:10:53

    [quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=555#65613 date=1331375943]
    [COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]109 - Straniero in terra straniera - Robert A. HEINLEIN (1961)[/B][/SIZE][/COLOR]

    Nell'attesa delle prossime uscite di UCZ approfitto per realizzare l'aggancio alla collana Mondadori e, per questo numero 109 che fa la concorrenza al numero di Vittorio Curtoni, scelgo di farlo con uno dei grandi maestri della SF americana, uno di quelli che, al pari di Simak, Brown e Asimov, fanno parte un po' dell'ossatura del genere così come noi lo conosciamo.
    Con la straordinaria cover di James Wharola e la quarta di copertina dell'edizione Fanucci nei Tascabili Immaginario, ecco a voi il numero che inaugura una nuova annata di pubblicazioni.

    [TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k2d06a6713a.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Valentine Michael Smith è nato durante la prima missione umana su Marte ed è l'unico sopravvissuto alla spedizione. E' stato cresciuto dai marziani, e quando torna sulla Terra è completamente inconsapevole di ciò che lo aspetta.
    Non ha mai visto una donna, non conosce le culture terrestri nè il concetto di religione. Il suo arrivo è carico di conseguenze: è l'erede di un gigantesco impero finanziario e , per le leggi americane, il padrone del pianeta Marte.
    Sotto la protezione dell'irascibile Jubal Harshaw, Michael scopre ed esplora il senso morale degli esseri umani e il significato dell'amore. Fonda una sua chiesa, predicando l'amore libero e diffondendo le capacità psichiche che ha acquisito dai Marziani; infine, affronta l'inevitabile destino riservato a un messia.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
    Ultimi volumi pubblicati

    095 - Charles L. HARNESS - Astronave senza tempo
    096 - D.F. JONES - Sarà un futuro d'inferno
    097 - Tom GODWIN - Ragnarok
    098 - Clifford D. SIMAK - Infinito
    099 - Max EHRLICH - L'occhio gigante
    100 - Carl SAGAN - Contact
    101 - Howard P. LOVECRAFT - Chtulhu e altri dei / 101bis - Howard P. LOVECRAFT - La casa delle streghe e altri orrori
    102 - Fredric BROWN - Marziani, andate a casa!
    103 - Walter TEVIS - L'uomo che cadde sulla Terra
    104 - Kurt VONNEGUT - Le sirene di Titano
    105 - Frank HERBERT - Messia di Dune
    106 - Arthur C. CLARKE - La città e le stelle
    107 - Ursula K. LE GUIN - La mano sinistra delle tenebre
    108 - Isaac ASIMOV - L'uomo bicentanario e altre storie
    109 - Robert A. HEINLEIN - Straniero in terra straniera

    E nel prossimo numero ritornerà Robert Sheckley!
    [/quote]

    Ho usato proprio quella cover come avatar su facebook [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_embarassed.gif[/IMG]


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 12 Marzo 2012, 22:33:34

    [COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]110 - Gli orrori di Omega - Robert SHECKLEY (1960)[/B][/SIZE][/COLOR]

    E mentre la concorrenza cerca di cavalcare l'onda dell'uscita del film su John Carter, questa collana se ne va per la sua strada e pubblica un capolavoro imperdibile di Robert Sheckley, una satira amara dell'umana società, una distopia degna quasi di "Fahrenheit 451" (eguagliando la concorrenza che quest'opera aveva già pubblicato in precedenza).
    Con l'angosciante cover di Jerome Powdil e la quarta di copertina dell'urania 581, ecco a voi un romanzo amaro e indimenticabile.

    [TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k861c1bd5a8.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Omega è un pianeta-penitenziario. I ribelli, i refrattari, i criminali, i non-conformisti, tutti coloro che sulla Terra disturbano l'equilibrio della società, vengono spediti su Omega e qui lasciati in piena libertà. Nessuna prigione, niente celle, sbarre, carcerieri. Si fa in modo che i galeotti non possano mai abbandonare il pianeta: per il resto, si regoleranno a loro piacere. Ma quali regole possono evolversi in un mondo del genere? Sheckley, il più swiftiano degli scrittori di fantascienza, s'è qui sbizzarrito nei suoi pirotecnici capovolgimenti, nel suo lampeggiante gioco di specchi, e ci ha dato una favola morale, in bilico tra l'incubo e la beffa, tra la sferzata satirica e le peripezie a rottadicollo.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
    Ultimi volumi pubblicati

    096 - D.F. JONES - Sarà un futuro d'inferno
    097 - Tom GODWIN - Ragnarok
    098 - Clifford D. SIMAK - Infinito
    099 - Max EHRLICH - L'occhio gigante
    100 - Carl SAGAN - Contact
    101 - Howard P. LOVECRAFT - Chtulhu e altri dei / 101bis - Howard P. LOVECRAFT - La casa delle streghe e altri orrori
    102 - Fredric BROWN - Marziani, andate a casa!
    103 - Walter TEVIS - L'uomo che cadde sulla Terra
    104 - Kurt VONNEGUT - Le sirene di Titano
    105 - Frank HERBERT - Messia di Dune
    106 - Arthur C. CLARKE - La città e le stelle
    107 - Ursula K. LE GUIN - La mano sinistra delle tenebre
    108 - Isaac ASIMOV - L'uomo bicentanario e altre storie
    109 - Robert A. HEINLEIN - Straniero in terra straniera
    110 - Robert SHECKLEY - Gli orrori di Omega

    E nel prossimo numero arriva John Blackburn con un classico molto "lovecraftiano"...


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: Notman il 12 Marzo 2012, 22:39:51


    Bellissimo libro!
    la copertina è un capolavoro, molto meglio di quella di UC che ho qui con me...


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: John_Fischetti il 13 Marzo 2012, 00:51:56

    [quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=555#65698 date=1331588014]
    Omega è un pianeta-penitenziario. I ribelli, i refrattari, i criminali, i non-conformisti, tutti coloro che sulla Terra disturbano l'equilibrio della società, vengono spediti su Omega e qui lasciati in piena libertà. Nessuna prigione, niente celle, sbarre, carcerieri. Si fa in modo che i galeotti non possano mai abbandonare il pianeta: per il resto, si regoleranno a loro piacere. Ma quali tegole possono evolversi in un mondo del genere? Sheckley, il più swiftiano degli scrittori di fantascienza, s'è qui sbizzarrito nei suoi pirotecnici capovolgimenti, nel suo lampeggiante gioco di specchi, e ci ha dato una favola morale, in bilico tra l'incubo e la beffa, tra la sferzata satirica e le peripezie a rottadicollo.
    [/quote]

    Le "tegole" che si evolvono sono affascinanti, ma forse più banalmente si può intendere "regole".

    La sindrome da correttore di bozze ha colpito ancora... :)

    Bye.

    Sagan.


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: dhr il 13 Marzo 2012, 07:18:29

    [quote author=Sagan qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#65703 date=1331596316]
    Le "tegole" che si evolvono sono affascinanti, ma forse più banalmente si può intendere "regole".

    La sindrome da correttore di bozze ha colpito ancora... :)
    [/quote]

    [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cheesy.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cheesy.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cheesy.gif[/IMG]

    dovremo mettere un tetto alle loro capacità di sviluppo!

    ah, si scopre ora che Sagan è un collega! bentrovato


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: AgenteD il 13 Marzo 2012, 12:01:15

    [quote author=Sagan qlnk=board=9&threadid=5060&start=555#65703 date=1331596316]
    [quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=555#65698 date=1331588014]
    Omega è un pianeta-penitenziario. I ribelli, i refrattari, i criminali, i non-conformisti, tutti coloro che sulla Terra disturbano l'equilibrio della società, vengono spediti su Omega e qui lasciati in piena libertà. Nessuna prigione, niente celle, sbarre, carcerieri. Si fa in modo che i galeotti non possano mai abbandonare il pianeta: per il resto, si regoleranno a loro piacere. Ma quali tegole possono evolversi in un mondo del genere? Sheckley, il più swiftiano degli scrittori di fantascienza, s'è qui sbizzarrito nei suoi pirotecnici capovolgimenti, nel suo lampeggiante gioco di specchi, e ci ha dato una favola morale, in bilico tra l'incubo e la beffa, tra la sferzata satirica e le peripezie a rottadicollo.
    [/quote]

    Le "tegole" che si evolvono sono affascinanti, ma forse più banalmente si può intendere "regole".

    La sindrome da correttore di bozze ha colpito ancora... :)

    Bye.

    Sagan.
    [/quote]

    ...E' destino, a quanto pare, che ai Curatori, non se ne fa scappare una... Quasi quasi un "lavoro usurante"![IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]

    ... Comunque le tegole che si evolvono mi piacciono proprio: le metterei una volta... e col tetto starei a posto![IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: dhr il 13 Marzo 2012, 12:40:48

    [quote author=AgenteD qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#65706 date=1331636475]
    le metterei una volta... e col tetto starei a posto![IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]
    [/quote]

    ... finché non assumeranno LORO il controllo della casa


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 13 Marzo 2012, 12:56:06

    E non solo il povero curatore (grazie AgenteD per la maiuscola ma non la merito) ha dovuto correggere la quarta di copertina, ma poi ha dovuto fare lo stesso anche sulla trama della scheda dell'Urania 581...

    [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/18.gif[/IMG]


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 15 Marzo 2012, 22:48:36

    [COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]111 - La morte viene col vento - John BLACKBURN (1958)[/B][/SIZE][/COLOR]

    Ci sono immagini in grado di veicolare in maniera quasi perfetta tutta la drammaticità di una situazione e di trasmettere inquietudine e mistero al solo guardarle.
    E l'immagine anonima (nel senso che l'autore mi è sconosciuto) che propongo oggi come copertina di questa uscita è talmente perfetta nel suo trasmettere paura e ansia che è riuscita a smuovere il curatore dal suo proposito di attendere le prossime uscite di Urania Collezione prima di proseguire la sua rassegna.
    E così tocca al classico di Blackburn (che qui riportiamo con la quarta di copertina dell'Urania 547) segnare il punto che sancisce ufficialmente il "sorpasso" nei confronti della collana Mondadori, irrimediabilmente legata al mondo imperfetto dell'editoria reale fatta di bollini blu appicicati in copertina, cicli che iniziano e non finiscono e diritti di edizione distribuiti in maniera bizzarra e caotica.

    [TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k9b091bd90c.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Quella di John Wyndham è considerata una vera e propria scuola fantascientifica e, tra i suoi numerosi allievi, John Blackburn è senza dubbio uno dei più dotati e originali. Tutto si svolge ai giorni nostri, in un paesaggio prevalentemente e tipicamente britannico: tranquillo tran tran in una città universitaria, massaie al supermarket, vecchi signori un po' bizzarri, generali compassati, zitelle, diplomatici, giornalisti, scienziati. Ma sopra questo mondo del tutto normale viene via via stagliandosi minacciosa attraverso la consumata tecnica del mosaico poliziesco una delle ombre più raccapriccianti e mostruose che la fantascienza abbia creato dai tempi di Lovecraft.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
    Ultimi volumi pubblicati

    097 - Tom GODWIN - Ragnarok
    098 - Clifford D. SIMAK - Infinito
    099 - Max EHRLICH - L'occhio gigante
    100 - Carl SAGAN - Contact
    101 - Howard P. LOVECRAFT - Chtulhu e altri dei / 101bis - Howard P. LOVECRAFT - La casa delle streghe e altri orrori
    102 - Fredric BROWN - Marziani, andate a casa!
    103 - Walter TEVIS - L'uomo che cadde sulla Terra
    104 - Kurt VONNEGUT - Le sirene di Titano
    105 - Frank HERBERT - Messia di Dune
    106 - Arthur C. CLARKE - La città e le stelle
    107 - Ursula K. LE GUIN - La mano sinistra delle tenebre
    108 - Isaac ASIMOV - L'uomo bicentanario e altre storie
    109 - Robert A. HEINLEIN - Straniero in terra straniera
    110 - Robert SHECKLEY - Gli orrori di Omega
    111 - John BLACKBURN - La morte viene col vento

    E visto che nel mondo dell'editoria virtuale si può fare di tutto, aspettatevi al più presto un classico di Pohl!


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: John_Fischetti il 16 Marzo 2012, 01:19:46

    [quote author=dhr qlnk=board=9&threadid=5060&start=570#65705 date=1331619509]
    [quote author=Sagan qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#65703 date=1331596316]
    Le "tegole" che si evolvono sono affascinanti, ma forse più banalmente si può intendere "regole".

    La sindrome da correttore di bozze ha colpito ancora... :)
    [/quote]

    [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cheesy.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cheesy.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cheesy.gif[/IMG]

    dovremo mettere un tetto alle loro capacità di sviluppo!

    ah, si scopre ora che Sagan è un collega! bentrovato
    [/quote]

    Grazie, ma sono solo un umilissimo apprendista. Per l'esattezza curo la correzione di una sola pubblicazione: [URL=http://www.paraplegicifvg.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=56]questa[/URL]

    Bye.

    Sagan


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: dhr il 16 Marzo 2012, 07:20:14

    [quote author=Sagan qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#65837 date=1331857186]
    Grazie, ma sono solo un umilissimo apprendista. Per l'esattezza curo la correzione di una sola pubblicazione: [URL=http://www.paraplegicifvg.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=56]questa[/URL]
    [/quote]

    un buon inizio: almeno leggi articoli su questioni importanti, anziché fregnacce inutili come toccano a tanti correttori di bozze [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_wink.gif[/IMG]


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: DarkHorseman il 16 Marzo 2012, 09:11:39

    [quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=570#65833 date=1331848116]
    [COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]111 - La morte viene col vento - John BLACKBURN (1958)[/B][/SIZE][/COLOR]

    [/quote]

    Qualcuno ce l'ha in e-book?

    Dello stesso autore ho letto "solo la notte" e non mi è dispiaciuto...mi ha ricordato un pò ramsey campbell (o forse dovrebbe essere il contrario ?!)


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: Arne Saknussemm il 16 Marzo 2012, 10:16:59

    Max, sbaglio o tra "I capolavori di Maxpullo" c'è pure "Il pianeta dimenticato" di Leinster ??
    Ho cercato ma non l'ho trovato... ricordo male ? Forse era tra "I libri di M" ??


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 16 Marzo 2012, 11:56:55

    [quote author=Arne Saknussemm qlnk=board=9&threadid=5060&start=570#65844 date=1331889419]
    Max, sbaglio o tra "I capolavori di Maxpullo" c'è pure "Il pianeta dimenticato" di Leinster ??
    Ho cercato ma non l'ho trovato... ricordo male ? Forse era tra "I libri di M" ??
    [/quote]


    C'è, c'è: io amo Leinster.
    E' il numero 049.

    [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k77bb31d090.jpg[/IMG]

    Murray Leinster ritornerà almeno altre 2 volte prima che la collana chiuda.
    [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/4.gif[/IMG]


    PS
    Comunque c'è pure ne "I libri di Maxpullo 2010".


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: Arne Saknussemm il 16 Marzo 2012, 12:53:32

    [quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=570#65849 date=1331895415]
    Murray Leinster ritornerà almeno altre 2 volte prima che la collana chiuda.

    [/quote]

    Grazie Max ....


    ma perchè... CHIUDERAI ???? [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_shock.gif[/IMG]

    Comincia a sentirsi la crisi anche nel virtuale ??? [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_shock.gif[/IMG]


    No Max... non farlo ... non abbandonare noi fedeli lettori !!! [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cry.gif[/IMG]


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 16 Marzo 2012, 17:32:52

    Al momento il piano dell'opera prevede oltre 500 uscite il che dovrebbe impegnare il curatore per un bel po' per cui non preoccupatevi proprio della chiusura.
    Pensate che la collana inizialmente concepita doveva chiudere con 100 numeri, ma poi mi sono accorto che non ci sarebbero entrati tutti i romanzi che considero imperdibili ed una selezione drastica sarebbe stata immotivata... per cui non mi sono posto più alcun limite se non quello della qualità, imponendomi di presentare solo opere considerate capolavori da me o dalla critica (le cose non necessariamente coincidono).
    A mano a mano che leggo romanzi e ricevo i vostri input, poi, la lista evolve e si aggiorna per cui anche se un limite alle uscite ci sarà, l'orizzonte è ancora lontano.
    Ed è presto anche per preoccuparsi del "Millenium bug" che affligge un po' tutte le collane la cui numerazione prevede 3 cifre...
    [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_rolleyes.gif[/IMG]


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 16 Marzo 2012, 18:59:46

    [COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]112 - Alla fine dell'arcobaleno - Frederik POHL (1982)[/B][/SIZE][/COLOR]

    A dimostrazione che questa collana è un organismo vivo che si evolve nel tempo, pubblichiamo oggi a grandissima richiesta un capolavoro di Frederik Pohl (autore amatissimo qui su Urania Mania) che sviluppa in forma di romanzo l'ottimo racconto "[I]Alpha Aleph[/I]", pubblicato su Urania 663.
    Con la cover di David B. Matingly e con la quarta di copertina che riassume quella dell'edizione Cosmo Argento (colpevolmente affetta da una gravissima "sindrome da spoiler") ecco a voi il libro che vi farà trovare ben più che una semplice pentola d'oro.

    [TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k345af17503.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Un gruppo di giovani americani sono stati selezionati per prendere parte al primo viaggio interstellare verso un nuovo pianeta, appena scoperto, di Alpha Centauri.
    Il viaggio durerà anni, e quindi il direttore del progetto, il dottor von Knefhausen, ha organizzato un complesso programma educativo allo scopo di allontanare da loro la minaccia della noia e della follia.
    Potrebbe sembrare uno dei soliti romanzi sui viaggi interstellari, ma non lasciatevi ingannare: le sorprese che il grande Pohl ha preparato per l'equipaggio dell'astronave (e per i lettori) sono davvero inattese e ricche di imprevedibili conseguenze per tutto il genere umano.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
    Ultimi volumi pubblicati

    098 - Clifford D. SIMAK - Infinito
    099 - Max EHRLICH - L'occhio gigante
    100 - Carl SAGAN - Contact
    101 - Howard P. LOVECRAFT - Chtulhu e altri dei / 101bis - Howard P. LOVECRAFT - La casa delle streghe e altri orrori
    102 - Fredric BROWN - Marziani, andate a casa!
    103 - Walter TEVIS - L'uomo che cadde sulla Terra
    104 - Kurt VONNEGUT - Le sirene di Titano
    105 - Frank HERBERT - Messia di Dune
    106 - Arthur C. CLARKE - La città e le stelle
    107 - Ursula K. LE GUIN - La mano sinistra delle tenebre
    108 - Isaac ASIMOV - L'uomo bicentanario e altre storie
    109 - Robert A. HEINLEIN - Straniero in terra straniera
    110 - Robert SHECKLEY - Gli orrori di Omega
    111 - John BLACKBURN - La morte viene col vento
    112 - Frederik POHL - Alla fine dell'arcobaleno

    E nel prossimo numero avremo l'esordio di un altro autore molto atteso: John Brunner!


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: gretana il 16 Marzo 2012, 19:43:13

    Metti 1000 uscite che così siamo più sereni.[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/1.gif[/IMG]


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: Lucky il 16 Marzo 2012, 21:05:55

    [quote author=gretana qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#65872 date=1331923393]
    Metti 1000 uscite che così siamo più sereni.[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/1.gif[/IMG]
    [/quote]
    Vuoi dire 999, vero?
    Ciao
    Lucky


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: PabloE il 16 Marzo 2012, 22:29:15


    Max... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_embarassed.gif[/IMG] un'umile richiesta... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_embarassed.gif[/IMG] da chi ti segue da tanto...[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_embarassed.gif[/IMG] da chi ti venera come Webmaster (un po' di leccate servono per fare una richiesta [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG])

    Ricordi gli stupendi "LIbri di Maxpullo" in pdf? A quando la versione "I Capolavori di Maxpullo"? [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_embarassed.gif[/IMG]


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 16 Marzo 2012, 22:36:44

    [quote author=Lucky qlnk=board=9&threadid=5060&start=570#65876 date=1331928355]
    [quote author=gretana qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#65872 date=1331923393]
    Metti 1000 uscite che così siamo più sereni.[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/1.gif[/IMG]
    [/quote]
    Vuoi dire 999, vero?
    Ciao
    Lucky
    [/quote]


    Anche 1999, tanto c'è "spazio"...
    [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/78.gif[/IMG]


    [IMG]http://www.cinematografo.it/cinematografo_new/allegati/6598/videonews_marzo_05_02.jpg[/IMG]


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 16 Marzo 2012, 22:40:45

    [quote author=Andy Dufresne qlnk=board=9&threadid=5060&start=585#65887 date=1331933355]

    Max... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_embarassed.gif[/IMG] un'umile richiesta... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_embarassed.gif[/IMG] da chi ti segue da tanto...[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_embarassed.gif[/IMG] da chi ti venera come Webmaster (un po' di leccate servono per fare una richiesta [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG])

    Ricordi gli stupendi "LIbri di Maxpullo" in pdf? A quando la versione "I Capolavori di Maxpullo"? [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_embarassed.gif[/IMG]
    [/quote]


    Oddio, così mi spiazzi...
    Non ci avevo pensato: ci ragiono su non dovrebbe essere difficile... però poi nella dedica darò la colpa a te [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/4.gif[/IMG]


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: PabloE il 16 Marzo 2012, 22:49:25

    [quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=585#65889 date=1331934045]
    [quote author=Andy Dufresne qlnk=board=9&threadid=5060&start=585#65887 date=1331933355]

    Max... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_embarassed.gif[/IMG] un'umile richiesta... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_embarassed.gif[/IMG] da chi ti segue da tanto...[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_embarassed.gif[/IMG] da chi ti venera come Webmaster (un po' di leccate servono per fare una richiesta [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG])

    Ricordi gli stupendi "LIbri di Maxpullo" in pdf? A quando la versione "I Capolavori di Maxpullo"? [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_embarassed.gif[/IMG]
    [/quote]


    Oddio, così mi spiazzi...
    Non ci avevo pensato: ci ragiono su non dovrebbe essere difficile... però poi nella dedica darò la colpa a te [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/4.gif[/IMG]
    [/quote]

    ti lovvo [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/6.gif[/IMG] (c'è zelig [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG])

    se vuoi ti aiuto io [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: Lucky il 17 Marzo 2012, 15:01:31

    [quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#65888 date=1331933804]
    [quote author=Lucky qlnk=board=9&threadid=5060&start=570#65876 date=1331928355]
    [quote author=gretana qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#65872 date=1331923393]
    Metti 1000 uscite che così siamo più sereni.[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/1.gif[/IMG]
    [/quote]
    Vuoi dire 999, vero?
    Ciao
    Lucky
    [/quote]


    Anche 1999, tanto c'è "spazio"...
    [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/78.gif[/IMG]


    [IMG]http://www.cinematografo.it/cinematografo_new/allegati/6598/videonews_marzo_05_02.jpg[/IMG]
    [/quote]
    Ma non c'è il problema del millenium bug o delle tre cifre?

    Lucky


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 17 Marzo 2012, 20:16:25

    [quote author=Lucky qlnk=board=9&threadid=5060&start=585#65902 date=1331992891]
    [quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#65888 date=1331933804]
    [quote author=Lucky qlnk=board=9&threadid=5060&start=570#65876 date=1331928355]
    [quote author=gretana qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#65872 date=1331923393]
    Metti 1000 uscite che così siamo più sereni.[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/1.gif[/IMG]
    [/quote]
    Vuoi dire 999, vero?
    Ciao
    Lucky
    [/quote]


    Anche 1999, tanto c'è "spazio"...
    [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/78.gif[/IMG]


    [IMG]http://www.cinematografo.it/cinematografo_new/allegati/6598/videonews_marzo_05_02.jpg[/IMG]
    [/quote]
    Ma non c'è il problema del millenium bug o delle tre cifre?

    Lucky
    [/quote]


    Se mai riuscissi ad arrivare a 999 uscite credo che mettere una cifra in più mi sembrerà un problema da nulla
    [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/3.gif[/IMG]


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: attiliosfunel il 17 Marzo 2012, 20:38:42

    [quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=585#65909 date=1332011785]
    [quote author=Lucky qlnk=board=9&threadid=5060&start=585#65902 date=1331992891]
    [quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#65888 date=1331933804]
    [quote author=Lucky qlnk=board=9&threadid=5060&start=570#65876 date=1331928355]
    [quote author=gretana qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#65872 date=1331923393]
    Metti 1000 uscite che così siamo più sereni.[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/1.gif[/IMG]
    [/quote]
    Vuoi dire 999, vero?
    Ciao
    Lucky
    [/quote]


    Anche 1999, tanto c'è "spazio"...
    [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/78.gif[/IMG]

    [IMG]http://www.cinematografo.it/cinematografo_new/allegati/6598/videonews_marzo_05_02.jpg[/IMG]
    [/quote]
    Ma non c'è il problema del millenium bug o delle tre cifre?

    Lucky
    [/quote]


    Se mai riuscissi ad arrivare a 999 uscite credo che mettere una cifra in più mi sembrerà un problema da nulla
    [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/3.gif[/IMG]
    [/quote]
    Si vede che non sono programmatori... se per la cifra hai scelto uint8, il problema ce l'avrai al 256 [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cool.gif[/IMG] Ma spero che tu abbia scelto 32 bit, cosi puoi arrivare a un numero enorme (e te lo meriti). [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_shock.gif[/IMG]

    Quanto ai vestiti della foto, dico solo: "mamma mia"... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_tongue.gif[/IMG]


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: Lucky il 18 Marzo 2012, 15:15:59

    [quote author=attiliosfunel qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#65910 date=1332013122]

    Si vede che non sono programmatori... se per la cifra hai scelto uint8, il problema ce l'avrai al 256 [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cool.gif[/IMG] Ma spero che tu abbia scelto 32 bit, cosi puoi arrivare a un numero enorme (e te lo meriti). [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_shock.gif[/IMG]

    [/quote]
    La mia esperienza professionale di programmatore risale a 45 anni fa.
    Allora c'era il FORTRAN.
    Poi, con le figlie piccole, ho fatto qualcosa di amatoriale col BASIC Commodore.
    Troppo poco per esprimere pareri.
    Largo ai giovani.
    Un saluto
    Lucky


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: Arne Saknussemm il 19 Marzo 2012, 11:02:03

    [quote author=Andy Dufresne qlnk=board=9&threadid=5060&start=585#65887 date=1331933355]

    Max... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_embarassed.gif[/IMG] un'umile richiesta... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_embarassed.gif[/IMG] da chi ti segue da tanto...[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_embarassed.gif[/IMG] da chi ti venera come Webmaster (un po' di leccate servono per fare una richiesta [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG])

    Ricordi gli stupendi "LIbri di Maxpullo" in pdf? A quando la versione "I Capolavori di Maxpullo"? [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_embarassed.gif[/IMG]
    [/quote]

    Max, mi unisco alla richiesta di Pabloe... e mi offro anche come capro espiatorio [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 19 Marzo 2012, 11:14:21

    [quote author=Arne Saknussemm qlnk=board=9&threadid=5060&start=585#65948 date=1332151323]
    [quote author=Andy Dufresne qlnk=board=9&threadid=5060&start=585#65887 date=1331933355]

    Max... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_embarassed.gif[/IMG] un'umile richiesta... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_embarassed.gif[/IMG] da chi ti segue da tanto...[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_embarassed.gif[/IMG] da chi ti venera come Webmaster (un po' di leccate servono per fare una richiesta [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG])

    Ricordi gli stupendi "LIbri di Maxpullo" in pdf? A quando la versione "I Capolavori di Maxpullo"? [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_embarassed.gif[/IMG]
    [/quote]

    Max, mi unisco alla richiesta di Pabloe... e mi offro anche come capro espiatorio [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]
    [/quote]


    Si, ma datemi tempo per produrre, ok? [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/mix/wc.gif[/IMG]
    Pensavo di fare un pdf ogni 9/10 "annate"...

    E poi a giorni inizia la Primavera... e non aggiungo altro [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/4.gif[/IMG]


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: Arne Saknussemm il 19 Marzo 2012, 11:15:25

    [quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=570#65865 date=1331920786]
    [COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]112 - Alla fine dell'arcobaleno - Frederik POHL (1982)[/B][/SIZE][/COLOR]

    A dimostrazione che questa collana è un organismo vivo che si evolve nel tempo, pubblichiamo oggi a grandissima richiesta un capolavoro di Frederik Pohl (autore amatissimo qui su Urania Mania) che sviluppa in forma di romanzo l'ottimo racconto "[I]Alpha Aleph[/I]", pubblicato su Urania 663.
    Con la cover di David B. Matingly e con la quarta di copertina che riassume quella dell'edizione Cosmo Argento (colpevolmente affetta da una gravissima "sindrome da spoiler") ecco a voi il libro che vi farà trovare ben più che una semplice pentola d'oro.

    [TABLE] [TR] [TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k345af17503.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD] [TD] [/TD] [TD][SIZE=2]Un gruppo di giovani americani sono stati selezionati per prendere parte al primo viaggio interstellare verso un nuovo pianeta, appena scoperto, di Alpha Centauri.
    Il viaggio durerà anni, e quindi il direttore del progetto, il dottor von Knefhausen, ha organizzato un complesso programma educativo allo scopo di allontanare da loro la minaccia della noia e della follia.
    Potrebbe sembrare uno dei soliti romanzi sui viaggi interstellari, ma non lasciatevi ingannare: le sorprese che il grande Pohl ha preparato per l'equipaggio dell'astronave (e per i lettori) sono davvero inattese e ricche di imprevedibili conseguenze per tutto il genere umano.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]

    Ultimi volumi pubblicati

    098 - Clifford D. SIMAK - Infinito
    099 - Max EHRLICH - L'occhio gigante
    100 - Carl SAGAN - Contact
    101 - Howard P. LOVECRAFT - Chtulhu e altri dei / 101bis - Howard P. LOVECRAFT - La casa delle streghe e altri orrori
    102 - Fredric BROWN - Marziani, andate a casa!
    103 - Walter TEVIS - L'uomo che cadde sulla Terra
    104 - Kurt VONNEGUT - Le sirene di Titano
    105 - Frank HERBERT - Messia di Dune
    106 - Arthur C. CLARKE - La città e le stelle
    107 - Ursula K. LE GUIN - La mano sinistra delle tenebre
    108 - Isaac ASIMOV - L'uomo bicentanario e altre storie
    109 - Robert A. HEINLEIN - Straniero in terra straniera
    110 - Robert SHECKLEY - Gli orrori di Omega
    111 - John BLACKBURN - La morte viene col vento
    112 - Frederik POHL - Alla fine dell'arcobaleno

    E nel prossimo numero avremo l'esordio di un altro autore molto atteso: John Brunner!
    [/quote]

    Max... io credevo che "Alpha aleph" fosse la versione tagliata e Uranizzata di "Alla fine dell'arcobaleno".
    Tu invece dici che "Alpha Aleph" è il racconto (precedente il romanzo) che poi è stato ripreso ed ampliato per dar forma al romanzo (alla fine dell'arcobaleno)...

    Qual'è la vera storia ??


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 19 Marzo 2012, 11:46:56

    [quote author=Arne Saknussemm qlnk=board=9&threadid=5060&start=585#65951 date=1332152125]

    Max... io credevo che "Alpha aleph" fosse la versione tagliata e Uranizzata di "Alla fine dell'arcobaleno".
    Tu invece dici che "Alpha Aleph" è il racconto (precedente il romanzo) che poi è stato ripreso ed ampliato per dar forma al romanzo (alla fine dell'arcobaleno)...

    Qual'è la vera storia ??
    [/quote]


    E' quella raccontata dalle prime edizioni:
    Alpha Aleph = The Gold at the Starbow's End, 1973
    Alla fine dell'arcobaleno = Starburst, 1982


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 19 Marzo 2012, 18:58:44

    [COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]113 - Il telepatico - John BRUNNER (1964)[/B][/SIZE][/COLOR]

    E nella collana di SF per antonomasia non poteva mancare John Brunner, che qui presentiamo con uno dei suoi romanzi più celebri, finalista del premio Hugo nel 1965.
    Anche questo romanzo, come "[I]Alla fine dell'arcobaleno[/I]" di Pohl nasce dalla rielaborazione dei alcuni racconti precedenti e precisamente "[I]City of the Tiger[/I]" (1958), "[I]The Whole Man[/I]" (1959) e "[I]Curative Telepath[/I]" (1959), che nell'edizione definitiva sono riorganizzati nei tre libri "[I]Molem[/I]", "[I]Agitat[/I]" e "[I]Mens[/I]", titoli che riprendono una citazione dell'Eneide inserita in premessa.
    Con la cover di Jack Gaughan e la quarta di copertina che riprende in parte quella dell'edizione Cosmo Oro, ecco a voi l'atteso esordio di uno degli autori più interessanti del panorama scientifico internazionale.

    [TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kc24350b515.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Gerald Howson è nato con un handicap permanente, e per lui si prospetta un futuro di povertà e di solitudine: ma quando giunge alla maggiore età scopre di essere telepatico, di essere una delle misteriose persone di cui parlano i film e i giornali: gli individui capaci di leggere nei pensieri. Sotto la guida di altri telepatici, Howson impara a servirsi del suo dono per curare la mente delle altre persone, ma presto scopre che la stabilità mentale di un telepatico è sempre sul punto di crollare. Da un lato c'è il sospetto con cui la gente comune guarda coloro che sono capaci di leggere nella mente, dall'altra c'è la tentazione di isolarsi nel proprio mondo interiore, rifiutando il contatto con la realtà e rifugiandosi nei sogni vividi e immaginosi che solo la mente di un grande telepatico è capace di creare.
    Uno dei più grandi romanzi sul tema della telepatia e della sua applicazione nella vita di tutti i giorni.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
    Ultimi volumi pubblicati

    099 - Max EHRLICH - L'occhio gigante
    100 - Carl SAGAN - Contact
    101 - Howard P. LOVECRAFT - Chtulhu e altri dei / 101bis - Howard P. LOVECRAFT - La casa delle streghe e altri orrori
    102 - Fredric BROWN - Marziani, andate a casa!
    103 - Walter TEVIS - L'uomo che cadde sulla Terra
    104 - Kurt VONNEGUT - Le sirene di Titano
    105 - Frank HERBERT - Messia di Dune
    106 - Arthur C. CLARKE - La città e le stelle
    107 - Ursula K. LE GUIN - La mano sinistra delle tenebre
    108 - Isaac ASIMOV - L'uomo bicentanario e altre storie
    109 - Robert A. HEINLEIN - Straniero in terra straniera
    110 - Robert SHECKLEY - Gli orrori di Omega
    111 - John BLACKBURN - La morte viene col vento
    112 - Frederik POHL - Alla fine dell'arcobaleno
    113 - John BRUNNER - Il telepatico

    E nel prossimo numero un altro "esordio": rimarremo sempre nell'ambito della SF inglese con Charles Eric Maine che ci presenterà un romanzo indimenticabile e particolarmente caro al curatore!


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: dhr il 19 Marzo 2012, 20:42:08

    [SIZE=4]magnifica copertina[/SIZE]


    [TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kc24350b515.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]
    [/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 19 Marzo 2012, 21:57:50

    Come detto l'ultima cover è opera di Jack Gaughan, un artista ed illustratore che ha vinto addirittura più volte il premio Hugo come riportato nella ricca scheda di [URL=http://en.wikipedia.org/wiki/Jack_Gaughan]wikipedia[/URL].
    E' la prima sua cover che scelgo per questa mia collana: è poco colorata ed appariscente, ma trasmette inquietudine ed è paragonabile a molte delle cose migliori di Thole.
    Mi sono anche fatto un giro tra la sua produzione e devo dire che mi piace la sua arte fatta di figure distorte e mostri antropomorfi e non.
    Di seguito alcuni esempi.

    [IMG]http://www.isfdb.org/wiki/images/9/99/DRBLDM1965.jpg[/IMG] [IMG]http://farm4.staticflickr.com/3026/2556300716_121e6b4c36.jpg[/IMG]

    [IMG]http://www.pjfarmer.com/bimages/tmou.jpg[/IMG] [IMG]http://www.collectorshowcase.fr/IMAGES2/analog_7505.jpg[/IMG]


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: dhr il 19 Marzo 2012, 22:07:06

    [quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#65997 date=1332190670]
    Jack Gaughan... Mi sono anche fatto un giro tra la sua produzione e devo dire che mi piace la sua arte fatta di figure distorte e mostri antropomorfi e non.
    [/quote]

    quoto in pieno: immagini belle, evocative, senza bisogno di essere infarcite di effettoni e altra paccottiglia --- ahhh la vecchia scuola!

    eppure no, grazie al cielo ci sono ANCORA giovani che disegnano in questo modo, soprattutto tra i ragazzi/e dell'Est, o latinoamericani. va ringraziata l'esistenza di un sito come DeviantArt che rende possibile collezionare le loro opere.


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 21 Marzo 2012, 18:32:11

    [COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]114 - Rischio calcolato - Charles E. MAINE (1960)[/B][/SIZE][/COLOR]

    E per concludere i festeggiamenti per l'arrivo della primavera giunge il romanzo che personalmente considero uno dei grandi capolavori del "fantamore", una storia drammatica e magistalmente narrata in cui i protagonisti si ritrovano avvinti in una spirale di angoscia e disperazione che li condurrà inesorabilmente alla rovina.
    Questo romanzo non ha mai vinto alcun premio ed al sentirlo nominare molti lettori esperti storcono un po' il naso (ricordo che Ernesto Vegetti me lo boccio con un laconico "non sono d'accordo" quando glielo proposi nell'elenco dei desiderata per Urania Collezione), ma per me rimane una delle cose migliori della SF di tutti i tempi, nonchè un modo eccellente per introdurre uno degli autori più interessanti della fantascienza britannica.
    Con la copertina di Karel Thole e la trama dell'Urania 587, ecco a voi un romanzo che non poteva mancare nella mia collana ideale, nonostante il parere di chicchessia.

    [TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k27e11bbd54.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]L'appuntamento è a Londra, attorno alla famosa fontana di Piccadilly Circus. Per riconoscersi, sia lui che lei, dovranno portare un fiore bianco e un fiore rosso, appuntati sul lato destro del vestito. Ma dietro questo incontro, non c'è un annuncio matrimoniale, e nemmeno una missione spionistica: c'è un esperimento condotto in condizioni disperate da due disperati, c'è quello che equivale a un duplice omicidio.
    Lui e lei, fuggiti da una civiltà in sfacelo, puntano verso una civiltà ignota, una città irriconoscibile, una fontana scomparsa da secoli: e lì, su quei gradini di pietra, fra pensionati, studenti, turisti, sperano di ritrovarsi dopo il grande salto.
    Un fiore bianco e un fiore rosso...[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
    Ultimi volumi pubblicati

    100 - Carl SAGAN - Contact
    101 - Howard P. LOVECRAFT - Chtulhu e altri dei / 101bis - Howard P. LOVECRAFT - La casa delle streghe e altri orrori
    102 - Fredric BROWN - Marziani, andate a casa!
    103 - Walter TEVIS - L'uomo che cadde sulla Terra
    104 - Kurt VONNEGUT - Le sirene di Titano
    105 - Frank HERBERT - Messia di Dune
    106 - Arthur C. CLARKE - La città e le stelle
    107 - Ursula K. LE GUIN - La mano sinistra delle tenebre
    108 - Isaac ASIMOV - L'uomo bicentanario e altre storie
    109 - Robert A. HEINLEIN - Straniero in terra straniera
    110 - Robert SHECKLEY - Gli orrori di Omega
    111 - John BLACKBURN - La morte viene col vento
    112 - Frederik POHL - Alla fine dell'arcobaleno
    113 - John BRUNNER - Il telepatico
    114 - Charles E. MAINE - Rischio calcolato

    E nel prossimo numero arriva uno di quei numeri da ricordare, una graditissima sorpresa per tutti gli appassionati con un romanzo straordinario di cui purtroppo non posso assolutamente anticiparvi nè l'autore, nè l'argomento...


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: gretana il 21 Marzo 2012, 19:41:43

    E chi si muove [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_smiley.gif[/IMG]


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 23 Marzo 2012, 22:37:06

    [SIZE=4][B][COLOR=#1f497d]115 - Un cantico per Leibowitz - Walter M. MILLER Jr. (1959)[/COLOR][/B][/SIZE]

    Oggi, dopo aver scoperto l'ennesimo scempio perpetrato ai danni della SF, mi sento un po' depresso: mi viene da pensare che in un universo editoriale capace di pubblicare "[I]Terra di uragani[/I]" nascondendone accuratamente i seguiti non ci sia nulla da fare per recuperare la situazione e che non valga nemmeno la pena fare polemiche o arrabbiarsi. Credo allora che l'unico rifugio per chi ama davvero la fantascienza sia rappresentato dagli universi paralleli: quello, ad esempio, dove "Urania alternativa" dell'amico Attilio non ha omesso un solo seguito di un ciclo di successo e quello della mia fantasia nel quale, uscita dopo uscita, sto disegnando la mia "collana ideale".
    E l'uscita di oggi è quanto di più straordinario si possa immaginare per superare ogni delusione: il libro di Miller, già di per se, è uno dei capolavori assoluti di sempre, un romanzo in grado di mettere d'accordo generazioni di critici ed appassionati; se poi lo accompagnamo alla meravigliosa e suggestiva copertina opera di John Picacio, allora ogni amarezza sparisce e torna il sorriso.
    La quarta di copertina, per dovere di cronaca, l'ho presa dall'edizione Urania Classici.

    [TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2ka9dbe0b9ac.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Seicento anni sono trascorsi dalla guerra apocalittica che ha inferto un colpo mortale alla civiltà umana, e i superstiti si sforzano di mantenere una parvenza d'ordine in un mondo tornato a una barbarie premedievale. Eppure, nelle terre desolate dove regnano mutanti e onnipresenti poiane, esistono ancora oasi di relativa pace come l'abbazia del Beato Leibowitz, dove umili frati custodiscono e riproducono documenti ormai incomprensibili del passato scientifico.
    E partendo dalla umanissima vicenda di frate Francis, scopritore di una reliquia del Beato Leibowitz, la nuova storia del genere umano inizia la sua ricostruzione, attraverso un Secondo rinascimento e fino a una nuova era moderna, in un romanzo davvero unico nel suo genere che ha conquistato uno dei più meritati premi Hugo nel 1961.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
    Ultimi volumi pubblicati

    101 - Howard P. LOVECRAFT - Chtulhu e altri dei / 101bis - Howard P. LOVECRAFT - La casa delle streghe e altri orrori
    102 - Fredric BROWN - Marziani, andate a casa!
    103 - Walter TEVIS - L'uomo che cadde sulla Terra
    104 - Kurt VONNEGUT - Le sirene di Titano
    105 - Frank HERBERT - Messia di Dune
    106 - Arthur C. CLARKE - La città e le stelle
    107 - Ursula K. LE GUIN - La mano sinistra delle tenebre
    108 - Isaac ASIMOV - L'uomo bicentanario e altre storie
    109 - Robert A. HEINLEIN - Straniero in terra straniera
    110 - Robert SHECKLEY - Gli orrori di Omega
    111 - John BLACKBURN - La morte viene col vento
    112 - Frederik POHL - Alla fine dell'arcobaleno
    113 - John BRUNNER - Il telepatico
    114 - Charles E. MAINE - Rischio calcolato
    115 - Walter M. MILLER Jr. - Un cantico per Leibowitz

    E nel prossimo numero rimaniamo ancora ancorati ai favolosi anni '60, arriva un cult d'altri tempi targato Nigel Kneale.


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 24 Marzo 2012, 20:11:03

    [COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]116 - L'esperimento Quatermass - Nigel KNEALE (1959)[/B][/SIZE][/COLOR]

    I romanzi del ciclo di Quatermass hanno quel sapore un po' speciale della fantascienza di una volta: Nigel Kneale ha saputo, infatti, infondere nelle sue storie quel qualcosa di indimenticabile che hanno ad esempio "[I]Il giorno dei trifidi[/I]", "[I]La guerra dei mondi[/I]" o "[I]L'invasione degli ultracorpi[/I]", creando una serie di veri e propri cult che nessuna collana di SF di classici può permettersi di ignorare.
    Nati inizialmente come sceneggiature di quattro miniserie televisive per la TV britannica, le storie del dottor Quatermass conservano intatti, nella loro trasposizione in forma di romanzo, tutto il dinamismo e la suspense della loro concezione originale e rappresentano un genere di lettura che non potrà mai tramontare; il successo del personaggio nato dalla fantasia di Nigel Kneale è del resto testimoniato dalle innumerevoli trasposizioni che le sue storie hanno avuto nel corso del tempo e che annoverano oltre alle 4 miniserie TV ed i 4 romanzi, anche tre lungometraggi ed un radiodramma: in questa collana presenteremo tutte e quattro le storie nell'ordine di pubblicazione originale (che non è quello in cui furono pubblicate su Urania Classici).
    Per la copertina di questa edizione del primo romanzo ho compiuto un piccolo azzardo: vista la carenza di copertine belle tra le varie edizioni (anche Thole non è riuscito a fare granchè) ho optato per la locandina stile anni '50 del lungometraggio tratto dal romanzo ed intitolato "[I]L'astronave atomica del dottor Quatermass[/I]"; per la quarta di copertina, invece, ho attinto alla trama del film narrata su mymovies.

    [TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k1fef9257bf.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Dopo aver viaggiato nello spazio e aver perso i contatti da lungo tempo con la Terra, l’astronave lanciata dall’équipe inglese guidata dal professor Quatermass compie un rovinoso atterraggio sul suolo inglese. Due degli astronauti sono scomparsi, il terzo, Victor Carroon, è molto malato: le sue condizioni peggiorano e sembra vittima di una terribile mutazione. Terrorizzato dalla sua mostruosa trasformazione Carroon fugge, dando inizio ad un incubo che ha cambiato la storia della fantascienza e del cinema dell’orrore.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
    Ultimi volumi pubblicati

    102 - Fredric BROWN - Marziani, andate a casa!
    103 - Walter TEVIS - L'uomo che cadde sulla Terra
    104 - Kurt VONNEGUT - Le sirene di Titano
    105 - Frank HERBERT - Messia di Dune
    106 - Arthur C. CLARKE - La città e le stelle
    107 - Ursula K. LE GUIN - La mano sinistra delle tenebre
    108 - Isaac ASIMOV - L'uomo bicentanario e altre storie
    109 - Robert A. HEINLEIN - Straniero in terra straniera
    110 - Robert SHECKLEY - Gli orrori di Omega
    111 - John BLACKBURN - La morte viene col vento
    112 - Frederik POHL - Alla fine dell'arcobaleno
    113 - John BRUNNER - Il telepatico
    114 - Charles E. MAINE - Rischio calcolato
    115 - Walter M. MILLER Jr. - Un cantico per Leibowitz
    116 - Nigel KNEALE - L'esperimento Quatermass

    E nel prossimo numero ritorna la saga di Dune, con il terzo capitolo della saga.


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: Imriel il 25 Marzo 2012, 09:49:45

    Mette ansia.


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 27 Marzo 2012, 18:35:43

    [COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]117 - I figli di Dune - Frank HERBERT (1977)[/B][/SIZE][/COLOR]

    Cicli e saghe possono davvero mettere in crisi una collana: il rischio che si corre, infatti, è quello di non riuscire a pubblicare altro per molto tempo. La soluzione che ho scelto per questa mia collana ideale consiste nel frazionare le uscite delle "saghe", ovvero delle serie di romanzi che condividono personaggi ed ambientazione, diradandole in diverse annate di pubblicazioni, allo stesso modo in cui faceva l'editrice Nord per la collana Cosmo Oro cui mi sono ispirato.
    Con questa uscita aggiungiamo il terzo tassello alla saga di Dune, pubblicando "[I]Children of Dune[/I]" con la storica copertina di Vincent Di Fate e la quarta di copertina dell'edizione Sperling & Kupfer.

    [TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kab819553d5.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]P[/SIZE][SIZE=2]aul Atreides, allontanatosi per sempre nel deserto, ha lasciato la sua gente e i suoi due figli alla sorella Alia, diventata Reggente. I gemelli Ghanima e Leto hanno solo nove anni ma nei loro corpi si concentra un potere immenso e terrificante: nutriti di droga melange, hanno ereditato la memoria genetica dell'intera umanità che li rende consapevoli di essere diversi e drammaticamente esclusi dal resto della comunità. Ma una notizia giunge a turbare la tranquilla routine dei loro giorni a Sietch Tebr: l'annuncio dell'arrivo di Lady Jessica. Incertezze, timori, interrogativi attraversano i pensieri dei ragazzi: perché la nonna lascia la calda sicurezza di Caladan, ricco d'acqua, per tornare nel desertico Arrakis dove il Duca, suo marito, è stato assassinato e suo figlio ha conosciuto il martirio? Al calar della notte nella mente dei due giovani si affollano le immagini di innumerevoli vite, sconvolgenti visioni di volti, pianeti ormai scomparsi, moltitudini sconosciute: un gorgo di vorticosi eventi passati in cui cercare il presagio di un futuro carico di inquietanti cambiamenti.
    Il terzo libro dell'epico ciclo di Dune.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
    Ultimi volumi pubblicati

    103 - Walter TEVIS - L'uomo che cadde sulla Terra
    104 - Kurt VONNEGUT - Le sirene di Titano
    105 - Frank HERBERT - Messia di Dune
    106 - Arthur C. CLARKE - La città e le stelle
    107 - Ursula K. LE GUIN - La mano sinistra delle tenebre
    108 - Isaac ASIMOV - L'uomo bicentanario e altre storie
    109 - Robert A. HEINLEIN - Straniero in terra straniera
    110 - Robert SHECKLEY - Gli orrori di Omega
    111 - John BLACKBURN - La morte viene col vento
    112 - Frederik POHL - Alla fine dell'arcobaleno
    113 - John BRUNNER - Il telepatico
    114 - Charles E. MAINE - Rischio calcolato
    115 - Walter M. MILLER Jr. - Un cantico per Leibowitz
    116 - Nigel KNEALE - L'esperimento Quatermass
    117 - Frank HERBERT - I figli di Dune

    E nel prossimo numero il fantasmagorico caleidoscopio di cicli e saghe proposti dalla collana si arricchirà di un nuovo inquitante personaggio: sta per arrivare Nicolas Eymerich.


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: PabloE il 27 Marzo 2012, 20:00:07

    [quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=600#66286 date=1332866143]
    sta per arrivare Nicolas Eymerich.
    [/quote]

    [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/Felice/18.gif[/IMG]


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 28 Marzo 2012, 22:20:19

    [COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]118 - Nicolas Eymerich, inquisitore - Valerio EVANGELISTI (1994)[/B][/SIZE][/COLOR]

    Con questa uscita la collana inizia una nuova "avventura": la pubblicazione di un ciclo straordinario che non ha (e che assai probabilmente non avrà) uguali nel panorama fantascientifico italiano.
    Sarà difficile veleggiare nell'affollato mare delle saghe da ora in poi, ma se ad accompagnarci ci sarà uno dei personaggi più tenebrosi ed inquitanti mai concepiti da mente umana allora tutto sarà più facile e la collana trarrà nuova linfa vitale da una serie di storie assolutamente uniche per concezione, trama e stile narrativo.
    Valerio Evangelisti non ha mai vinto il premio Hugo o il Nebula, si è limitato a trionfare nel premio Urania del 1994, eppure è personale opinione del curatore che la serie dei romanzi dedicati a Nicolas Eymerich sia qualcosa di unico non solo in Italia, ma per la fantascienza tutta e che questo ciclo non abbia proprio nulla da invidiare a saghe come quella di Tschai, quella di Dune o quella della fondazione e che la sua pubblicazione non possa mancare in una collana di capolavori.
    Con questa uscita che ricalaca quasi fedelmente la prima edizione nell'Urania 1241 con la stupenda copertina di Oscar Chiconi, ecco a voi il secondo autore italiano ad uscire nella collana, nonchè uno dei personaggi più riusciti di tutta la fantascienza.

    [TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kb399f84da5.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]"[I]Ordina alla tua anima di volare su nel cielo ed essa non avrà bisogno di ali: niente può opporle ostacoli, né la fiamma del sole, né l'etere, né la rivoluzione del cielo né i corpi degli altri astri, ma, solcando tutti gli spazi, essa volerà fino all'ultimo dei corpi celesti. Se tu volessi ancora irrompere fuori dello stesso universo e contemplare ciò che vi è al di là (se vi è qualcosa), anche questo ti sarebbe possibile[/I]". Così recita il Corpus Hermeticum di Ermete Trismegisto: ma quale rapporto può esservi fra la più grande delle ambizioni umane e un antico alchimista? E che cosa c'entra il Dipartimento di Astrofisica dell'Università del Texas? E perché Marcus Frullifer si ostina a dare la caccia al professor Tripler, della suddetta istituzione, tentando di convincerlo che nelle teorie di un astruso matematico, il professor Dodd, vi è realmente qualcosa di straordinario?
    Ma perché, signori, siamo alla vigilia della scoperta degli psitroni, e questo cambierà il mondo.
    Ecco a voi la storia che ha vinto il Premio URANIA 1994, ed ecco l'occasione per fare conoscenza con il mondo di Nicolas Eymerich, il personaggio creato da Valerio Evangelisti con tenacia, convinzione e soprattutto molta voglia di agganciarvi fin dalle prime pagine.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
    Ultimi volumi pubblicati

    104 - Kurt VONNEGUT - Le sirene di Titano
    105 - Frank HERBERT - Messia di Dune
    106 - Arthur C. CLARKE - La città e le stelle
    107 - Ursula K. LE GUIN - La mano sinistra delle tenebre
    108 - Isaac ASIMOV - L'uomo bicentanario e altre storie
    109 - Robert A. HEINLEIN - Straniero in terra straniera
    110 - Robert SHECKLEY - Gli orrori di Omega
    111 - John BLACKBURN - La morte viene col vento
    112 - Frederik POHL - Alla fine dell'arcobaleno
    113 - John BRUNNER - Il telepatico
    114 - Charles E. MAINE - Rischio calcolato
    115 - Walter M. MILLER Jr. - Un cantico per Leibowitz
    116 - Nigel KNEALE - L'esperimento Quatermass
    117 - Frank HERBERT - I figli di Dune
    118 - Valerio EVANGELISTI - Nicolas Eymerich, inquisitore

    Nel prossimo numero invece approfondiremo la conoscenza di Eric Frank Russell con una raccolta dei suoi racconti più belli.


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 29 Marzo 2012, 17:59:24

    [COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]119 - Come nulla al mondo - Eric Frank RUSSELL[/B][/SIZE][/COLOR]

    C'era una volta un libro, "[I]Like nothing on Earth[/I]", pubblicato da Dennis Dobson nel 1975 e ristampato da Methuen nel 1986 che raccoglieva alcune delle storie più celebri di Eric Frank Russell e che si potrebbe a ragione considerare la "summa" della sua produzione di short-stories.
    Nel 1976, Fruttero & Lucentini pubblicarono l'antologia capolavoro "[I]I topi meccanici[/I]" (Urania 704) che traduceva le storie di questo volume, omettendo tuttavia inspiegabilmente i racconti "[I]Il collezionista[/I]" (già apparso nell'Urania 405) e "[I]Sarchiapone[/I]" ("[I]Allamagoosa[/I]"), vincitore del premio Hugo nel 1955. Ho specificato inspiegabilmente perchè quei tagli non sembrano esser stati giustificati da motivi di spazio in quanto se ci fate caso l'Urania 704 è uno dei più "sottili" del periodo ed, escludendo le appendici, risulta inferiore addirittura alle 100 pagine (questione di diritti?).
    Con questa uscita vogliamo cercare di restituire a "[I]Like nothing on Earth[/I]" la sua integrità originale, permettendoci inoltre di fare anche qualche piccola aggiunta come i racconti che Fruttero & Lucentini scelsero per l'Urania 405 e qualche altro racconto apparso qua e là nelle pagine di Urania nel corso degli anni: quel che ne viene fuori può essere considerata l'antologia "definitiva" per conoscere la straordinaria produzione di racconti di Eric Frank Russell, l'autore cui si deve probabilmente la nascita della fantascienza inglese.
    Con la cover di Terry Oakes dell'edizione del 1986 di "[I]Like nothing on Earth[/I]" e con la quarta di copertina che "condensa" quella dell'Urania 704, ecco a voi un libro che non può mancare in nessuna collezione.

    [TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2ka137696569.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Una macchina che il suo stesso inventore non sa a che cosa serva... Un animale celebrato come amico dell'uomo e di cui nessuno aveva penetrato finora i sinistri disegni... Il mistero del diluvio universale finalmente svelato... Un'invasione da Riegel stroncata sul nascere... Un epico viaggio al di là delle ultime galassie, oltre gli inconcepibili confini dell'universo. Sono solo alcuni esempi dei magistrali racconti di un autore che conosce come pochi l'arte più difficile nel campo della FS: quella di non deludere mai.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
    E, poichè l'antologia di fatto non esiste, ecco a voi il suo indice per poterla "costruire".

    [TABLE][TR][TD]Sarchiapone[/TD][TD]Allamagoosa, 1955[/TD][TD]Urania Classici 201[/TD][/TR][TR][TD]Il collezionista[/TD][TD]Hobbyist, 1947[/TD][TD]Urania 405[/TD][/TR][TR][TD]I topi meccanici[/TD][TD]The Mechanical Mice, 1941[/TD][TD]Urania 704[/TD][/TR][TR][TD]L'amico dell'uomo[/TD][TD]Into Your Tent I'll Creep, 1957[/TD][TD]Urania 704[/TD][/TR][TR][TD]Niente di nuovo[/TD][TD]Nothing New, 1955[/TD][TD]Urania 704[/TD][/TR][TR][TD]Offesa al pudore[/TD][TD]Exposure, 1950[/TD][TD]Urania 704[/TD][/TR][TR][TD]L'ultima Thule[/TD][TD]Ultima Thule, 1951[/TD][TD]Urania 704[/TD][/TR][TR][TD]La terza è la volta buona[/TD][TD]A Little Oil, 1952[/TD][TD]Urania Rivista 8[/TD][/TR][TR][TD]Io e la mia ombra[/TD][TD]Me and My Shadow, 1964[/TD][TD]Urania 405[/TD][/TR][TR][TD]Una questione di istinto[/TD][TD]The Man from the Morgue, 1953[/TD][TD]Urania 405[/TD][/TR][TR][TD]Silicio[/TD][TD]The Ponderer, 1964[/TD][TD]Urania 405[/TD][/TR][TR][TD]Il richiamo[/TD][TD]I Hear You Calling, 1954[/TD][TD]Urania 405[/TD][/TR][TR][TD]L'astronauta tornò solo[/TD][TD]Bitter End, 1953[/TD][TD]Urania 405[/TD][/TR][TR][TD]Wisel[/TD][TD]Wisel, 1962[/TD][TD]Urania 405[/TD][/TR][TR][TD]Il vegano[/TD][TD]Legwork, 1956[/TD][TD]Urania 472[/TD][/TR][TR][TD]Incontro su Kangshan[/TD][TD]Meeting on Kangshan, 1965[/TD][TD]Urania 408[/TD][/TR][/TABLE]
    Ultimi volumi pubblicati

    105 - Frank HERBERT - Messia di Dune
    106 - Arthur C. CLARKE - La città e le stelle
    107 - Ursula K. LE GUIN - La mano sinistra delle tenebre
    108 - Isaac ASIMOV - L'uomo bicentanario e altre storie
    109 - Robert A. HEINLEIN - Straniero in terra straniera
    110 - Robert SHECKLEY - Gli orrori di Omega
    111 - John BLACKBURN - La morte viene col vento
    112 - Frederik POHL - Alla fine dell'arcobaleno
    113 - John BRUNNER - Il telepatico
    114 - Charles E. MAINE - Rischio calcolato
    115 - Walter M. MILLER Jr. - Un cantico per Leibowitz
    116 - Nigel KNEALE - L'esperimento Quatermass
    117 - Frank HERBERT - I figli di Dune
    118 - Valerio EVANGELISTI - Nicolas Eymerich, inquisitore
    119 - Eric Frank RUSSELL - Come nulla al mondo

    E nel prossimo numero l'atteso esordio di Mack Reynolds, non mancate!


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: attiliosfunel il 29 Marzo 2012, 20:00:47

    Che dire? Complimentoni per il certosino lavoro filologico che fa giustizia dopo decenni. [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_wink.gif[/IMG]


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 29 Marzo 2012, 21:12:26

    [quote author=attiliosfunel qlnk=board=9&threadid=5060&start=600#66335 date=1333044047]
    Che dire? Complimentoni per il certosino lavoro filologico che fa giustizia dopo decenni. [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_wink.gif[/IMG]
    [/quote]


    [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_grin.gif[/IMG]


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 30 Marzo 2012, 16:25:48

    [COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]120 - Ed egli maledisse lo scandalo - Mack REYNOLDS (1965)[/B][/SIZE][/COLOR]

    Quello che pubblichiamo oggi è un titolo che nessuna collana di classici può permettersi di omettere: uno dei romanzi più geniali che mente di scrittore abbia mai concepito, opera dell'americano Mack Reynolds, i cui scritti stanno ricevendo un tardivo riconoscimento alla luce delle sagaci predizioni socio-economiche in essi contenute.
    Nel presentare quella che, a giudizio del curatore, è la sua opera più riuscita non ci discosteremo troppo dall'edizione dell'Urania 698, uno die più belli della collana, riproponendo la stupenda copertina di Karel Thole e la quarta di copertina degli ispiratissimi Fruttero & Lucentini.

    [TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kf827412555.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Definire insolito un romanzo di fantascienza, e raccomandarlo come tale ai lettori, può sembrare il colmo dell'ingenuità e del semplicismo. Eppure è proprio quest'aggettivo, insolito, che conviene prima di ogni altro al lungo e straordinario romanzo che presentiamo in questo numero: insolito per l'intreccio, d'una semplicità e nello stesso tempo d'una sapienza unica nel dosaggio e nella progressione dei colpi di scena; insolito per l'acutezza dell'osservazione psicologica, superiore non solo a quella della fantascienza media, ma perfino a quella di uno specialista del mordente come il bravissimo Robert Sheckley; insolito per la raffinatezza della scrittura, e per l'incredibile spigliatezza con cui affronta le situazioni sociologiche più sbalorditive, traendone effetti di un irresistibile realismo; insolito per un umorismo che, senza nuocere alla drammaticità della narrazione, arriva facilmente e senza parere a vette di alta letteratura; insolito infine e soprattutto, per una carica fantastica che lo qualifica ancora oggi, a nostro avviso, come uno dei più nutriti e divertenti fra tutti i romanzi di fantascienza e non di fantascienza, tradotti in Italia.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
    Ultimi volumi pubblicati

    106 - Arthur C. CLARKE - La città e le stelle
    107 - Ursula K. LE GUIN - La mano sinistra delle tenebre
    108 - Isaac ASIMOV - L'uomo bicentanario e altre storie
    109 - Robert A. HEINLEIN - Straniero in terra straniera
    110 - Robert SHECKLEY - Gli orrori di Omega
    111 - John BLACKBURN - La morte viene col vento
    112 - Frederik POHL - Alla fine dell'arcobaleno
    113 - John BRUNNER - Il telepatico
    114 - Charles E. MAINE - Rischio calcolato
    115 - Walter M. MILLER Jr. - Un cantico per Leibowitz
    116 - Nigel KNEALE - L'esperimento Quatermass
    117 - Frank HERBERT - I figli di Dune
    118 - Valerio EVANGELISTI - Nicolas Eymerich, inquisitore
    119 - Eric Frank RUSSELL - Come nulla al mondo
    120 - Mack REYNOLDS - Ed egli maledisse lo scandalo

    E con questo romanzo si concludono le pubblicazioni per questa annata: a breve il prossimo editoriale con la presentazione di una annata che si preannuncia molto "cyber"...


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 31 Marzo 2012, 14:25:12

    [COLOR=#ff0000][SIZE=2][B]Ripartire dal cyberspazio - editoriale[/B][/SIZE][/COLOR]

    Con le ultime uscite la collana può dirsi finalmente entrata nella sua piena maturità: il suo obiettivo da ora in poi sarà quello di mantenere sempre il giusto equilibrio tra classici del passato e "classici moderni" (qualunque cosa questa lucuzione possa significare), continuando a proporre sempre il meglio del meglio della fantascienza di tutti i tempi.
    Le saghe, con la loro "invadenza", porteranno la sfida editoriale ad un livello molto interessante, ma i romanzi da proporre sono tanti e tali che le uscite di romanzi collegati in più capitoli scivoleranno via diluendosi per benino nel flusso normale delle pubblicazioni, se mi passate un paragone idraulico forse un po' azzardato, ma che rende bene l'dea.
    E proprio dalle saghe voglio partire per presentare la nuova annata, perchè, nel corso di questo undicesimo anno di pubblicazioni, ritroveremo innanzitutto il mondo di Dune di Frank Herbert, giunto ormai al suo quarto capitolo e ci godremo la seconda avventura di Nicolas Eymerich; ma soprattutto non ci faremo mancare l'inizio di un nuovo grandioso ciclo di space opera (di oltre dieci romanzi) che ci terrà compagnia per diversi anni e con cui apriremo le danze proprio nel primissimo numero del nuovo anno.
    Ma la vera novità della nuova tornata di uscite sarà l'atteso arrivo del filone cyberpunk, con tre romanzi del suo rappresentante forse più illustre, William Gibson, e con la riscoperta dell'opera di un interessante "precursore" del filone, l'assai poco noto ed ormai dimenticato, Peter R. Bunch, nelle cui malinconiche e distopiche favole sul mondo di Moderan possiamo forse scorgere una anticipazione di alcune delle tematiche del cyberpunk stesso.
    Sul piano della qualità poi non ci faremo davvero mancare nulla perchè torneranno a visitare le nostre pagine autori del calibro di Philip K. Dick, James G. Ballard, Robert A. Heinlein e Philip Josè Farmer con alcune delle loro storie più insolite e riuscite, ma non mancheranno tuttavia anche i nuovi arrivi tra cui segnaliamo (oltre ai già citati Bunch e Gibson) anche il praticamente dimenticato Ross Rocklynne, autore della cosidetta epoca d'oro della fantascienza americana che ha avuto l'unico torto di rimanere "schiacciato" dai giganti dell'epoca.
    Insomma, una annata che definire interessante è dire poco, una annata che arricchirà ancora di più i contenuti di questa collana, approfondendo filoni sinora appena sfiorati ed aprendo nuovi ed affascinanti fronti tutti da esplorare.
    Buone letture
    Maxpullo


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: AgenteD il 31 Marzo 2012, 20:15:04


    ...Bene!...Rinnovo l'abbonamento![IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/3d/biggrin.gif[/IMG]


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 01 Aprile 2012, 14:47:14

    [COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]121 - Gravità zero - Lois McMASTER BUJOLD (1988)[/B][/SIZE][/COLOR]

    Con questa uscita la collana raccoglie una nuova sfida: quella posta dal lunghissimo ciclo dei Vor che, a causa della sua lunghezza, la impegnerà per diverse annate, rendendo spesso necessario pubblicare anche due uscite alla volta.
    Con all'attivo tre premi Hugo ed un Nebula, il ciclo dei Vor è uno dei più premiati ed apprezzati della fantascienza e non può essere omesso da una collana che ha la pretesa di rappresentare il meglio del genere.
    Con la cover di Bob Eggleton e la prolissa quarta di copertina dell'edizione Cosmo Oro, ecco a voi l'inizio di una nuova grande avventura per "I capolavori di Maxpullo".

    [TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k99915d4830.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][TD] [/TD][TD]Quando Leo Graf, ingegnere spaziale della potente GalacTech, giunge sulla stazione di Cay Habitat, che orbita attorno al pianeta Rodeo, si aspetta di svolgere un compito di ordinaria amministrazione, e cioè insegnare ad una classe di operai spaziali le tecniche più avanzate nel proprio campo. Ma non appena il responsabile del progetto, Bruce Van Atta, gli presenta il primo studente, Leo rimane letteralmente senza fiato... già, perché non si tratta di semplici operai, bensì di creature straordinarie prodotte dall'ingegneria genetica e destinate a vivere e lavorare in permanenza a gravità zero. Oltre ai numerosi mutamenti introdotti nel loro metabolismo, l'alterazione più spettacolare è la sostituzione degli arti inferiori con... un secondo paio di braccia. I quad, come essi vengono chiamati, sono creature simpatiche e affabili, in grado di riprodursi normalmente, e quindi si considerano come una nuova specie di umanità, mentre invece per l'industria spaziale che li ha creati non sono altro che schiavi in un mondo tecnologicamente avanzatissimo... E, infatti, non appena nuove sorprendenti scoperte rendono superfluo l'impiego dei quad, la GalacTech non vede altra soluzione se non quella di sbarazzarsene rapidamente, condannandoli all'esilio e all'emarginazione come "umani a metà"... E proprio allora Leo Graf sarà chiamato a guidare una rivolta senza precedenti, dove un popolo che non ha chiesto di nascere vuole ora affermare il suo diritto ad esistere, ma soprattutto a conquistare una patria nella quale vivere in libertà... Scoprite l'indimenticabile creazione dell'autrice vincitrice di numerosi premi Hugo e Nebula con il celebre ciclo di romanzi dei "Vorkosigan".[/TD][/TR][/TABLE]
    Ultimi volumi pubblicati

    107 - Ursula K. LE GUIN - La mano sinistra delle tenebre
    108 - Isaac ASIMOV - L'uomo bicentanario e altre storie
    109 - Robert A. HEINLEIN - Straniero in terra straniera
    110 - Robert SHECKLEY - Gli orrori di Omega
    111 - John BLACKBURN - La morte viene col vento
    112 - Frederik POHL - Alla fine dell'arcobaleno
    113 - John BRUNNER - Il telepatico
    114 - Charles E. MAINE - Rischio calcolato
    115 - Walter M. MILLER Jr. - Un cantico per Leibowitz
    116 - Nigel KNEALE - L'esperimento Quatermass
    117 - Frank HERBERT - I figli di Dune
    118 - Valerio EVANGELISTI - Nicolas Eymerich, inquisitore
    119 - Eric Frank RUSSELL - Come nulla al mondo
    120 - Mack REYNOLDS - Ed egli maledisse lo scandalo
    121 - Lois McMASTER BUJOLD - Gravità zero

    E nel prossimo numero, direttamente dal cassetto dei ricordi, il gradito ritorno alla luce delle cronache del mondo futuro nate dalla fantasia dell'oscuro e semi-dimenticato B.R. Bunch


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 02 Aprile 2012, 18:18:29

    [COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]122 - Moderan - David R. BUNCH (1971)[/B][/SIZE][/COLOR]

    Ci sono libri che non hanno bisogno di una presentazione.
    "[I]Moderan[/I]", purtroppo non è tra questi.
    La ristampa continua e forsennata sempre degli stessi titoli a distanza di pochi anni fa si che alcune perle della fantascienza rimangano dimenticate per lunghi anni, magari per sempre.
    Se la scorsa estate non avessimo creato il foglio condiviso dei "classici" non avrei mai potuto scoprire l'esistenza di questo libro e se ansibile e marben non lo avessero "sponsorizzato" non avrei mai potuto ipotizzare che valesse la pena leggerlo.
    Ma il compito di questa community è proprio questo: scambiarsi pareri ed opinioni per arrivare laddove le logiche di mercato e la miopia editoriale non possono giungere in nessun modo, ragionare assieme sulle proprie conoscenze per capire cosa vale la pena salvare dall'oblio e cosa no.
    E questa è quindi la presentazione di "[I]Moderan[/I]": un libro sponsorizzato da alcuni utenti di Urania Mania e che anticipa inconsapevolmente alcune tematiche del cyberpunk; a titolo del tutto personale aggiungo che esso non può mancare in nessuna biblioteca/libreria/collana di fantascienza che abbia la pretesa di raccogliere tutto il meglio.
    Con la copertina di Adams di una rara edizione britannica del volume e con la quarta di copertina del Galassia 192 ecco a voi il libro che abbiamo appena finito di presentare.

    [TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kee363dcb5c.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Supponiamo che le condizioni ambientali del nostro pianeta si trovino a dover cambiare, al passo con i mutamenti che la scienza è in grado di produrre: quale migliore occasione per cambiare anche l'uomo? Si potranno sostituire le parti più deboli del suo corpo con altre quasi eterne, modificare le sue necessità e le sue abitudini, sarà possibile offrirgli il potere totale su tutto ciò che lo circonda. Ma se poi questi uomini fortunati non saranno più di una ristretta élite in tutto il mondo, possiamo stare certi che le cose non andranno così lisce.
    Un autore semi-sconosciuto in Italia ci presenta l'alternativa di un futuro crudele come pochi: dai frammenti di un'era scomparsa prende forma agli occhi di coloro che saranno i nostri successori l'incubo che rappresentò l'ultima sfida di una razza.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
    Ultimi volumi pubblicati

    108 - Isaac ASIMOV - L'uomo bicentanario e altre storie
    109 - Robert A. HEINLEIN - Straniero in terra straniera
    110 - Robert SHECKLEY - Gli orrori di Omega
    111 - John BLACKBURN - La morte viene col vento
    112 - Frederik POHL - Alla fine dell'arcobaleno
    113 - John BRUNNER - Il telepatico
    114 - Charles E. MAINE - Rischio calcolato
    115 - Walter M. MILLER Jr. - Un cantico per Leibowitz
    116 - Nigel KNEALE - L'esperimento Quatermass
    117 - Frank HERBERT - I figli di Dune
    118 - Valerio EVANGELISTI - Nicolas Eymerich, inquisitore
    119 - Eric Frank RUSSELL - Come nulla al mondo
    120 - Mack REYNOLDS - Ed egli maledisse lo scandalo
    121 - Lois McMASTER BUJOLD - Gravità zero
    122 - David R. BUNCH - Moderan

    E nel prossimo volume, a poca distanza dalla sua prima fantasmagorica apparizione, assisteremo al ritorno di un Nicolas Eymerich sempre più energico e spietato.


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: Arne Saknussemm il 03 Aprile 2012, 12:01:34

    I 2 "Moderan" mi attirano molto....
    ...un pò per la trama, un pò per quello che hai scritto ne "I libri", un pò per le belle copertine di Galassia, un pò non so perchè.... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_smiley.gif[/IMG]

    Bella uscita Max !! [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/Generiche/wilre.gif[/IMG]


    P.S. Nessun UMino avrebbe i 2 Moderan in e-book ?? [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/65.gif[/IMG]


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 03 Aprile 2012, 22:08:28

    [SIZE=4][COLOR=#ff0000][B]***********************************************[/B][/COLOR][/SIZE]
    [SIZE=4][COLOR=#ff0000][B]
    [/B][/COLOR][/SIZE]
    [SIZE=4][COLOR=#ff0000][B]NUMERO RITIRATO[/B][/COLOR][/SIZE]
    [COLOR=#ff0000][SIZE=4][B]
    [/B][/SIZE][/COLOR][SIZE=4][COLOR=#ff0000][B]***********************************************[/B][/COLOR][/SIZE]
    [COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]
    [COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]
    [/B][/SIZE][/COLOR]
    123 - Il corpo e il sangue di Eymerich - Valerio EVANGELISTI (1996)[/B][/SIZE][/COLOR]

    Prosegue con questa uscita la pubblicazione della saga di Nicolas Eymerich che, come i più attenti non potranno mancare di osservare, segue l'ordine cronologico interno delle avventure anzichè quello dell'effettiva pubblicazione dei singoli romanzi.
    E, ovviamente, quando parliamo di "ordine cronologico interno" ci riferiamo sempre a quello della vicenda "principale" che vede Eymerich come protagonista e non già a quello delle vicende "secondarie" che si svolgono su piani temporali diversi, giacchè l'unico modo di ordinare le storie rispetto ad entrambi i piani temporali sarebbe quello di pubblicare l'intera serie al cosidetto "tempo zero", cosa che esula purtroppo dalle nostre possibilità.
    Con la cover di Oscar Chiconi dell'Urania 1281 e con la trama dell'Urania Classici 284, ecco a voi la seconda avventura dell'inquisitore più famoso di tutta la fantascienza.

    [TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k20e2ee6d2f.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Il corpo e il sangue, due ossessioni vecchie dl secoli e tornate attuali. Il sangue, veicolo dl salvezza secondo le scritture, di contagio secondo chi vuol distruggere il vecchio ordine e costruirne uno inimmaginabile, oggi. E così, mentre nell'America razzista c'è chi si adopera per diffondere una malattia selettiva, che in teoria dovrebbe colpire solo la gente dl colore, su un altro piano storico, nel 1358, l'Inquisitore Nicolas Eymerich è destinato a far luce sulle premesse dl questo piano agghiacciante: un culto sacrilego del sangue, una variante non meno orribile dell'antico vampirismo.
    Finché i due fili rossi s'intrecciano...[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
    Ultimi volumi pubblicati

    109 - Robert A. HEINLEIN - Straniero in terra straniera
    110 - Robert SHECKLEY - Gli orrori di Omega
    111 - John BLACKBURN - La morte viene col vento
    112 - Frederik POHL - Alla fine dell'arcobaleno
    113 - John BRUNNER - Il telepatico
    114 - Charles E. MAINE - Rischio calcolato
    115 - Walter M. MILLER Jr. - Un cantico per Leibowitz
    116 - Nigel KNEALE - L'esperimento Quatermass
    117 - Frank HERBERT - I figli di Dune
    118 - Valerio EVANGELISTI - Nicolas Eymerich, inquisitore
    119 - Eric Frank RUSSELL - Come nulla al mondo
    120 - Mack REYNOLDS - Ed egli maledisse lo scandalo
    121 - Lois McMASTER BUJOLD - Gravità zero
    122 - David R. BUNCH - Moderan
    123 - Valerio EVANGELISTI - Il corpo e il sangue di Eymerich

    E nel prossimo numero aggiungeremo un nuovo tassello anche alla saga di Dune.



    [SIZE=4][COLOR=#ff0000][B]***********************************************[/B][/COLOR][/SIZE]
    [SIZE=4][COLOR=#ff0000][B]
    [/B][/COLOR][/SIZE]
    [SIZE=4][COLOR=#ff0000][B]NUMERO RITIRATO[/B][/COLOR][/SIZE]
    [SIZE=4][COLOR=#ff0000][B]
    [/B][/COLOR][/SIZE]
    [SIZE=4][COLOR=#ff0000][B]***********************************************[/B][/COLOR][/SIZE]


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: PabloE il 03 Aprile 2012, 22:25:30


    Bene Max, ne approfitto per chiederti: qual è l'ordine cronologico interno?

    Non ricordo chi [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_undecided.gif[/IMG] mi aveva dato quest'ordine, prontamente segnato [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]:

    1) NE, inquisitore
    2) Venom (su Metallo urlante)
    3) Il mistero dell'inquisitore E
    4) Cherudek
    5) Picatrix
    6) Mater Terribilis
    7) Le catene di E
    8) La luce di orione
    9) Il castello di E
    10) Rex tremendae maiestatis

    [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_huh.gif[/IMG]


    EDIT mi sa che sei stato proprio tu ad indicarmi quest'ordine [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] A cherudek avevi scritto (doveroso inchino) [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_smiley.gif[/IMG]


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 03 Aprile 2012, 22:32:55

    [quote author=Andy Dufresne qlnk=board=9&threadid=5060&start=615#66576 date=1333484730]

    Bene Max, ne approfitto per chiederti: qual è l'ordine cronologico interno?

    Non ricordo chi [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_undecided.gif[/IMG] mi aveva dato quest'ordine, prontamente segnato [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]:

    1) NE, inquisitore
    2) Venom (su Metallo urlante)
    3) Il mistero dell'inquisitore E
    4) Cherudek
    5) Picatrix
    6) Mater Terribilis
    7) Le catene di E
    8) La luce di orione
    9) Il castello di E
    10) Rex tremendae maiestatis

    [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_huh.gif[/IMG]


    EDIT mi sa che sei stato proprio tu ad indicarmi quest'ordine [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] A cherudek avevi scritto (doveroso inchino) [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_smiley.gif[/IMG]
    [/quote]


    Quasi corretto: manca proprio "[I]Il corpo e il sangue di Eymerich[/I]" che è la seconda avventura... ehm... anzi la terza... [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/9.gif[/IMG] provvedo subito a sanare mettendo il titolo giusto (copritevi gli occhi) e grazie della segnalazione...
    Per il momento comunque sarà omesso il racconto "[I]Venom[/I]", vedremo a fine ciclo se ci sarà modo di recuperarlo con una versione "estesa" di "Acque oscure".


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: PabloE il 03 Aprile 2012, 22:37:15

    [quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=615#66578 date=1333485175]
    Quasi corretto: manca proprio "[I]Il corpo e il sangue di Eymerich[/I]" che è la seconda avventura... ehm... anzi la terza... [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/9.gif[/IMG] provvedo subito a sanare mettendo il titolo giusto (copritevi gli occhi) e grazie della segnalazione...
    [/quote]

    Sì sì, stava proprio in 2° posizione, l'ho saltato scrivendo [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_tongue.gif[/IMG]

    Ok, copro gli occhi però voglio tenermi questa copia a tiratura limitatissima per errore di stampa, sai quanto può valere nel mercato collezionistico?! [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 03 Aprile 2012, 22:45:05

    [quote author=Andy Dufresne qlnk=board=9&threadid=5060&start=615#66579 date=1333485435]
    [quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=615#66578 date=1333485175]
    Quasi corretto: manca proprio "[I]Il corpo e il sangue di Eymerich[/I]" che è la seconda avventura... ehm... anzi la terza... [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/9.gif[/IMG] provvedo subito a sanare mettendo il titolo giusto (copritevi gli occhi) e grazie della segnalazione...
    [/quote]

    Sì sì, stava proprio in 2° posizione, l'ho saltato scrivendo [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_tongue.gif[/IMG]

    Ok, copro gli occhi però voglio tenermi questa copia a tiratura limitatissima per errore di stampa, sai quanto può valere nel mercato collezionistico?! [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]
    [/quote]


    E infatti l'ho lasciata lì: questa madornale svista è ormai parte della storia della collana e la considero una chicca insperata perchè sono questi episodi a rendere speciale una rivista.
    Potremo raccontare di quando quella volta "I capolavori di Maxpullo" uscì in ritardo perchè il curatore aveva pubblicato un romanzo anzichè un altro.
    [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/4.gif[/IMG]


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: attiliosfunel il 03 Aprile 2012, 23:11:35

    [quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#66575 date=1333483708]
    [SIZE=4][COLOR=#ff0000][B]***********************************************[/B][/COLOR][/SIZE]
    [SIZE=4][COLOR=#ff0000][B]
    [/B][/COLOR][/SIZE]
    [SIZE=4][COLOR=#ff0000][B]NUMERO RITIRATO[/B][/COLOR][/SIZE]
    [COLOR=#ff0000][SIZE=4][B]
    [/B][/SIZE][/COLOR][SIZE=4][COLOR=#ff0000][B]***********************************************[/B][/COLOR][/SIZE]
    [COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]
    [COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]
    [/B][/SIZE][/COLOR]
    123 - Il corpo e il sangue di Eymerich - Valerio EVANGELISTI (1996)[/B][/SIZE][/COLOR]

    Prosegue con questa uscita la pubblicazione della saga di Nicolas Eymerich che, come i più attenti non potranno mancare di osservare, segue l'ordine cronologico interno delle avventure anzichè quello dell'effettiva pubblicazione dei singoli romanzi.
    E, ovviamente, quando parliamo di "ordine cronologico interno" ci riferiamo sempre a quello della vicenda "principale" che vede Eymerich come protagonista e non già a quello delle vicende "secondarie" che si svolgono su piani temporali diversi, giacchè l'unico modo di ordinare le storie rispetto ad entrambi i piani temporali sarebbe quello di pubblicare l'intera serie al cosidetto "tempo zero", cosa che esula purtroppo dalle nostre possibilità.
    Con la cover di Oscar Chiconi dell'Urania 1281 e con la trama dell'Urania Classici 284, ecco a voi la seconda avventura dell'inquisitore più famoso di tutta la fantascienza.

    [TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k20e2ee6d2f.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Il corpo e il sangue, due ossessioni vecchie dl secoli e tornate attuali. Il sangue, veicolo dl salvezza secondo le scritture, di contagio secondo chi vuol distruggere il vecchio ordine e costruirne uno inimmaginabile, oggi. E così, mentre nell'America razzista c'è chi si adopera per diffondere una malattia selettiva, che in teoria dovrebbe colpire solo la gente dl colore, su un altro piano storico, nel 1358, l'Inquisitore Nicolas Eymerich è destinato a far luce sulle premesse dl questo piano agghiacciante: un culto sacrilego del sangue, una variante non meno orribile dell'antico vampirismo.
    Finché i due fili rossi s'intrecciano...[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
    Ultimi volumi pubblicati

    109 - Robert A. HEINLEIN - Straniero in terra straniera
    110 - Robert SHECKLEY - Gli orrori di Omega
    111 - John BLACKBURN - La morte viene col vento
    112 - Frederik POHL - Alla fine dell'arcobaleno
    113 - John BRUNNER - Il telepatico
    114 - Charles E. MAINE - Rischio calcolato
    115 - Walter M. MILLER Jr. - Un cantico per Leibowitz
    116 - Nigel KNEALE - L'esperimento Quatermass
    117 - Frank HERBERT - I figli di Dune
    118 - Valerio EVANGELISTI - Nicolas Eymerich, inquisitore
    119 - Eric Frank RUSSELL - Come nulla al mondo
    120 - Mack REYNOLDS - Ed egli maledisse lo scandalo
    121 - Lois McMASTER BUJOLD - Gravità zero
    122 - David R. BUNCH - Moderan
    123 - Valerio EVANGELISTI - Il corpo e il sangue di Eymerich

    E nel prossimo numero aggiungeremo un nuovo tassello anche alla saga di Dune.



    [SIZE=4][COLOR=#ff0000][B]***********************************************[/B][/COLOR][/SIZE]
    [SIZE=4][COLOR=#ff0000][B]
    [/B][/COLOR][/SIZE]
    [SIZE=4][COLOR=#ff0000][B]NUMERO RITIRATO[/B][/COLOR][/SIZE]
    [SIZE=4][COLOR=#ff0000][B]
    [/B][/COLOR][/SIZE]
    [SIZE=4][COLOR=#ff0000][B]***********************************************[/B][/COLOR][/SIZE]
    [/quote]
    Come "ritirato"? Io l'ho già comprato nella mia edicola NNPIP di fiducia... mo' che viene Equitalia a casa mia a riprenderselo? [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/71.gif[/IMG]


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 04 Aprile 2012, 18:53:16

    Il numero è stato ritirato e verrà sostituito con un altro titolo.
    Naturalmente i fortunati che ne hanno preso una copia potranno vantarsi di possedere una rarità davvero degna dell'Urania 35 e bearsi dell'ignoranza del curatore che è caduto sul suo proprio terreno
    [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_embarassed.gif[/IMG]

    Tanto per la cronaca, l'uscita di Eymerich è stata spostata e per vederla dovrete aspettare che qualche anima pia mi fornisca la scansione della stupenda cover dell'edizione Superblues Mondadori che non si trova da nessuna parte in formato accettabile.
    Questa qui, tanto per capirsi.

    [IMG]http://www.uraniamania.com/images/copertine/0000000012/12226.jpg?ft=1252588308[/IMG]

    Si attendono volontari.
    [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/63.gif[/IMG]


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: attiliosfunel il 04 Aprile 2012, 19:50:49

    La verità sul "caso Eymerich" è che è intervenuto il Vaticano, perché in questo numero il Dominicano addirittura tromba!! [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] Altro che [I]Anime cieche[/I] vietato da Stalin! [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cool.gif[/IMG]


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 04 Aprile 2012, 23:11:21

    [quote author=attiliosfunel qlnk=board=9&threadid=5060&start=615#66610 date=1333561849]
    La verità sul "caso Eymerich" è che è intervenuto il Vaticano, perché in questo numero il Dominicano addirittura tromba!! [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] Altro che [I]Anime cieche[/I] vietato da Stalin! [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cool.gif[/IMG]
    [/quote]


    Ti sbagli, ti stai confondendo con "[I]Il castello di Eymerich[/I]" [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/65.gif[/IMG]
    Però dopo la svistaccia di ieri sera prendete questa mia affermazione con il beneficio del dubbio, eh... [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/9.gif[/IMG]


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: attiliosfunel il 04 Aprile 2012, 23:29:57

    Si si, lo so che hai ragione. Ma non ho resistito a dare vita a una ganzissima teoria del complotto [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 06 Aprile 2012, 18:16:45

    [COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]123 - L'imperatore-dio di Dune - Frank HERBERT (1981)[/B][/SIZE][/COLOR]

    Non temano gli appassionati di Eymerich: il loro beniamino ritornerà alla grande nel corso di quest'annata con la sua "vera" seconda avventura.
    Nel frattempo il curatore, scusandosi della svista e del ritardo, prosegue le pubblicazioni con un piccolo gioco di shift sulla numerazione della collana. Sono sicuro che questo piccolo incidente da un lato farà la gioia dei collezionisti che si ritroveranno tra le mani un numero 123 "apocrifo" ed un numero 123 "ufficiale" e dall'altro contribuisce a rendere questa collana sempre più unica e dotata di una sua propria identità ben definita (non tutte le collane si producono in numeri del genere - per fortuna).
    Senza timore di ulteriori errori, ecco a voi la nuova avventura di Frank Herbert ambientata sul pianeta Dune; per la cover ho scelto una inquietante immagine opera dell'artista Nathan Rosario che, se siete curiosi, trovate [URL=http://nathanrosario.deviantart.com/]qui[/URL]; per la quarta di copertina invece ho utilizzato un "estratto" da quella dell'edizione Cosmo Oro.

    [TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k4bcd759fb8.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Duemila anni sono passati da quando Paul Muad' Dib, il Messia di Dune, ha portato il pianeta ai vertici dell'impero galattico. Il pianeta Arrakis, da cui Leto Altreides II, dio-imperatore e figlio immortale di Paul Muad'Dib, governa l'universo, non ha piu molti punti di contatto con il mondo desertico dei Fremen del "profeta di Dune". Quello che un tempo era un intero, desolato deserto è ora un pianeta fertile e rigoglioso, e i vermi delle sabbie, produttori della favolosa spezia del melange, non girovagano più liberi nelle distese sabbiose. E mentre cambia il pianeta, in accordo ai piani del grande pianetologo Liet-Kynes, che organizzò la trasformazione ecologica di Arrakis, anche Leto, unico dominatore della galassia e unico controllore del traffico del ricercatissimo melange, cambia a poco a poco: mentre intorno a lui fervono i complotti dei Fremen ribelli e delle potenze che vorrebbero impadronirsi della preziosissima droga, il suo corpo continua la trasformazione iniziata duemila anni prima; quando egli accettò la "pelle terribile" delle trote della sabbia, quella pelle che, se da una parte gli ha concesso enormi poteri e la virtuale immortalità, dall'altra ha preteso in cambio l'ineluttabile rinuncia alla forma umana.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
    Ultimi volumi pubblicati

    109 - Robert A. HEINLEIN - Straniero in terra straniera
    110 - Robert SHECKLEY - Gli orrori di Omega
    111 - John BLACKBURN - La morte viene col vento
    112 - Frederik POHL - Alla fine dell'arcobaleno
    113 - John BRUNNER - Il telepatico
    114 - Charles E. MAINE - Rischio calcolato
    115 - Walter M. MILLER Jr. - Un cantico per Leibowitz
    116 - Nigel KNEALE - L'esperimento Quatermass
    117 - Frank HERBERT - I figli di Dune
    118 - Valerio EVANGELISTI - Nicolas Eymerich, inquisitore
    119 - Eric Frank RUSSELL - Come nulla al mondo
    120 - Mack REYNOLDS - Ed egli maledisse lo scandalo
    121 - Lois McMASTER BUJOLD - Gravità zero
    122 - David R. BUNCH - Moderan
    123 - Frank HERBERT - L'imperatore-dio di Dune

    E nel prossimo numero ritorna Heinlein!


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 07 Aprile 2012, 14:52:41

    [quote author=attiliosfunel qlnk=board=9&threadid=5060&start=615#66625 date=1333574997]
    Si si, lo so che hai ragione. Ma non ho resistito a dare vita a una ganzissima teoria del complotto [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]
    [/quote]


    Altro che complotto, qui è crisi vera: prima l'ordine sbagliato per il ciclo di Eymerich, ora la defezione del co-curatore che si è licenziato senza preavviso...
    Ma la collana andrà avanti lo stesso alla faccia dei complotti e degli eventi avversi!
    E lo farà proponendo due opere cosidette "minori", ma che appartengono di diritto al novero dei classici di tutti i tempi.


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 07 Aprile 2012, 14:53:00

    [COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]124 - Sesta colonna - Robert A. HEINLEIN (1941)[/B][/SIZE][/COLOR]

    Torniamo oggi a pubblicare Heinlein con una delle sue prime opere, in cui però si può riscontrare tutta la maestria che avrebbe caratterizzato in seguito i suoi lavori più maturi.
    La cover che ho scelto per questa edizione è opera di Gene Szafram, mentre per la quarta di copertina ho scelto un estratto da quella dell'edizione Cosmo Oro.

    [TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k8d4778a21d.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]- Washington è stata completamente distrutta prima che il governo riuscisse a mettersi in salvo. Con Manhattan ridotta in rovine, non resta più nessuna... - Si udì lo scatto di un interruttore, e lo schermo televisivo si spense. - Ecco qua - disse l'uomo all'apparecchio, - gli USA sono stati spazzati via.
    Così inizia drammaticamente questo romanzo: la storia di un'America sconfitta da un'invasione improvvisa e ridotta a un enorme campo di concentramento. Di tutte le Forze Armate del paese rimangono soltanto sei uomini, nascosti nel laboratorio segreto chiamato "La Cittadella". I loro nemici: innumerevoli. Le loro armi: due in tutto: una scoperta scientifica radicalmente nuova... e l'arte sottile d'ingannare il nemico![/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
    Ultimi volumi pubblicati

    110 - Robert SHECKLEY - Gli orrori di Omega
    111 - John BLACKBURN - La morte viene col vento
    112 - Frederik POHL - Alla fine dell'arcobaleno
    113 - John BRUNNER - Il telepatico
    114 - Charles E. MAINE - Rischio calcolato
    115 - Walter M. MILLER Jr. - Un cantico per Leibowitz
    116 - Nigel KNEALE - L'esperimento Quatermass
    117 - Frank HERBERT - I figli di Dune
    118 - Valerio EVANGELISTI - Nicolas Eymerich, inquisitore
    119 - Eric Frank RUSSELL - Come nulla al mondo
    120 - Mack REYNOLDS - Ed egli maledisse lo scandalo
    121 - Lois McMASTER BUJOLD - Gravità zero
    122 - David R. BUNCH - Moderan
    123 - Frank HERBERT - L'imperatore-dio di Dune
    124 - Robert A. HEINLEIN - Sesta colonna

    Nel prossimo numero invece ritorna Ballard, con un altro romanzo del famoso ciclo delle catastrofi di cui abbiamo già pubblicato "[I]Deserto d'acqua[/I]".


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 08 Aprile 2012, 09:53:23

    [COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]125 - Vento dal nulla - James G. BALLARD (1962)[/B][/SIZE][/COLOR]

    Il romanzo che presentiamo oggi non è esattamente tra i preferiti del curatore, anzi.
    Ma questa rassegna deve necessariamente andare al di là dei gusti personali, perchè Ballard ha rappresentato una pietra miliare nel rinnovamento del genere dopo la sua prima "epoca d'oro", introducendo elementi di introspezione quasi del tutto assenti dalla prima fantascienza prettamente di esplorazione e d'avventura.
    E poichè lo scopo di questa collana è quello di rappresentare la summa dei classici della fantascienza, questa allucinante storia appartenente al ciclo delle catastrofi non poteva davvero mancare.
    Con la straordinaria cover di Richard Powers e la quarta di copertina dell'Urania 621 (una mia vecchia conoscenza), ecco a voi il primo romanzo di Ballard che, con l'elemento "aria", inaugurò il suo bizzarro ciclo delle catastrofi.

    [TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2ka2a438239d.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Nel racconto biblico della creazione per prima cosa è la luce. Questa spettacolare storia di distruzione e di morte dovuta a uno dei massimi autori di FS inglesi, comincia invece così: "per prima venne la polvere" . L'azione ha inizio nell'aeroporto londinese di Croydon, dove da ore, inspiegabilmente, sebbene non ci siano nebbia né scioperi nessun aereo arriva più. Per prima, invece, arriva appunto la polvere, e ciò che poi gradualmente si scatela non ha precedenti né nella storia delle catastrofi reali né in quella dei più ingegnosi cataclismi finora immaginati dalla fantascienza.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]

    Ultimi volumi pubblicati

    111 - John BLACKBURN - La morte viene col vento
    112 - Frederik POHL - Alla fine dell'arcobaleno
    113 - John BRUNNER - Il telepatico
    114 - Charles E. MAINE - Rischio calcolato
    115 - Walter M. MILLER Jr. - Un cantico per Leibowitz
    116 - Nigel KNEALE - L'esperimento Quatermass
    117 - Frank HERBERT - I figli di Dune
    118 - Valerio EVANGELISTI - Nicolas Eymerich, inquisitore
    119 - Eric Frank RUSSELL - Come nulla al mondo
    120 - Mack REYNOLDS - Ed egli maledisse lo scandalo
    121 - Lois McMASTER BUJOLD - Gravità zero
    122 - David R. BUNCH - Moderan
    123 - Frank HERBERT - L'imperatore-dio di Dune
    124 - Robert A. HEINLEIN - Sesta colonna
    125 - James G. BALLARD - Vento dal nulla

    E, nel prossimo numero, una delle più ardite operazioni di "recupero" mai tentate nella storia dell'editoria italiana ci consegnerà intatta una interessante fetta della produzione di un "illustre scomparso" della prima SF: Ross Rocklynne.


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: dhr il 09 Aprile 2012, 11:45:24

    [quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#66764 date=1333803180]
    La cover che ho scelto per questa edizione è opera di Gene Szafram
    [/quote]

    assolutamente magnifica


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 09 Aprile 2012, 18:27:59

    [COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]126 - Margherite per Dorothy - Ross ROCKLYNNE[/B][/SIZE][/COLOR]

    L'unico torto di Ross Rocklynne, probabilmente, è quello di aver scritto "troppo poco": schiacciata dall'enorme mole della produzione dei titani della sua epoca, giganti del calibro di John W. Campbell Jr, Isaac Asimov, Fredric Brown ed Alfred E. Van Vogt, la sua opera è rimasta per la gran parte sconosciuta o addirittura inedita in Italia al punto che oggi di questo interessantissimo autore dell'epoca doro della SF statunitense se ne sono quasi perdute le tracce.
    Apparso in maniera estemporanea sulle pagine di Urania con il bellissimo racconto che da il titolo a questa uscita, Rocklynne è stato spesso inserito in antologie varie, proprio come campione della sua epoca, ma mai presentato in maniera organica e l'unica raccolta a lui interamente dedicata è quella del ciclo di racconti del "ladro delle stelle", apparso nella collana Slan della Libra.
    Con questa antologia, la mia collana intende colmare questa grave lacuna dell'editoria italiana, raccogliendo, per la prima volta in forma organica, come già fatto per R.F. Young, tutto il materiale già tradotto e recuperando così la memoria di uno degli autori più interessanti della prima fantascienza.
    La cover è quella di Karel Thole del bellissimo Urania 520 mentre la quarta di copertina è opera del curatore.

    [TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2ka609128baa.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Scrittore della cosidetta "epoca d'oro" della fantascienza americana, Ross Rocklynne è stato contemporaneo di Campbell, Asimov e Van Vogt, contribuendo, al pari di questi, a fondare il genere che conosciamo.
    Nelle sue storie ritroviamo intatto quel sense of wonder e quell'avventurosità propria della prima fantascienza, spesso accompagnato da una insolita punta di amarezza e sfiducia nei confronti dell'uomo e delle sue reali possibilità di evoluzione.
    Nonostante i suoi racconti siano spesso apparsi in antologie rappresentative del meglio della fantascienza, Rocklynne rimane un autore praticamente sconosciuto al grande pubblico italiano e la presente raccolta rappresenta, quindi, il primo vero tentativo di presentare in maniera organica la sua interessante produzione.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
    E visto che questa raccolta è del tutto virtuale, ecco qui l'indice con i riferimenti editoriali per ricostruirla.

    [TABLE][TR][TD]Margherite per Dorothy[/TD][TD]Daisies Yet Ungrown, 1968[/TD][TD]Urania 520[/TD][/TR][TR][TD]Ades: nella zona bollente del sole[/TD][TD]The Bottled Men, 1946[/TD][TD]Slan. Il meglio della fantascienza - Libra, n. 54[/TD][/TR][TR][TD]Nella tenebra[/TD][TD]Into the Darkness, 1940[/TD][TD]Grandi Scrittori di Fantascienza - Euroclub, Anno IV - N. 1 (14)
    Le grandi storie della Fantascienza 1940[/TD][/TR][TR][TD]Colpo di grazia[/TD][TD]Quietus, 1940[/TD][TD]Grandi Scrittori di Fantascienza - Euroclub, Anno IV - N. 1 (14)
    Le grandi storie della Fantascienza 1940[/TD][/TR][TR][TD]Il tempo vuole uno scheletro[/TD][TD]Time Wants a Skeleton, 1941[/TD][TD]Le grandi storie della fantascienza - RCS Periodici, n. 2[/TD][/TR][TR][TD]L'esercito invisibile[/TD][TD]The Invisible Army, 1944[/TD][TD]Nova SF* - Perseo Elara, n. 76[/TD][/TR][TR][TD]L'Imperatrice di Marte[/TD][TD]Empress of Mars, 1939[/TD][TD]Enciclopedia della Fantascienza - Fanucci, n.1[/TD][/TR][TR][TD]Volare più in alto[/TD][TD]They Fly So High, 1952[/TD][TD]Enciclopedia della Fantascienza - Fanucci, n. 7[/TD][/TR][TR][TD]Fuga nell'infinito[/TD][TD]The Escape Trough Space, 1938[/TD][TD]Nova SF - Libra, n. 42[/TD][/TR][/TABLE]
    Ultimi volumi pubblicati

    112 - Frederik POHL - Alla fine dell'arcobaleno
    113 - John BRUNNER - Il telepatico
    114 - Charles E. MAINE - Rischio calcolato
    115 - Walter M. MILLER Jr. - Un cantico per Leibowitz
    116 - Nigel KNEALE - L'esperimento Quatermass
    117 - Frank HERBERT - I figli di Dune
    118 - Valerio EVANGELISTI - Nicolas Eymerich, inquisitore
    119 - Eric Frank RUSSELL - Come nulla al mondo
    120 - Mack REYNOLDS - Ed egli maledisse lo scandalo
    121 - Lois McMASTER BUJOLD - Gravità zero
    122 - David R. BUNCH - Moderan
    123 - Frank HERBERT - L'imperatore-dio di Dune
    124 - Robert A. HEINLEIN - Sesta colonna
    125 - James G. BALLARD - Vento dal nulla
    126 - Ross ROCKLYNNE - Margherite per Dorothy

    Nel prossimo volume invece iniziamo l'avventura Cyberpunk, tenuti per mano dall'iniziatore del filone: William Gibson


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: attiliosfunel il 10 Aprile 2012, 09:29:25

    [quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#66814 date=1333988879]
    [COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]126 - Margherite per Dorothy - Ross ROCKLYNNE[/B][/SIZE][/COLOR]

    L'unico torto di Ross Rocklynne, probabilmente, è quello di aver scritto "troppo poco": schiacciata dall'enorme mole della produzione dei titani della sua epoca, giganti del calibro di John W. Campbell Jr, Isaac Asimov, Fredric Brown ed Alfred E. Van Vogt, la sua opera è rimasta per la gran parte sconosciuta o addirittura inedita in Italia al punto che oggi di questo interessantissimo autore dell'epoca doro della SF statunitense se ne sono quasi perdute le tracce.
    Apparso in maniera estemporanea sulle pagine di Urania con il bellissimo racconto che da il titolo a questa uscita, Rocklynne è stato spesso inserito in antologie varie, proprio come campione della sua epoca, ma mai presentato in maniera organica e l'unica raccolta a lui interamente dedicata è quella del ciclo di racconti del "ladro delle stelle", apparso nella collana Slan della Libra.
    Con questa antologia, la mia collana intende colmare questa grave lacuna dell'editoria italiana, raccogliendo, per la prima volta in forma organica, come già fatto per R.F. Young, tutto il materiale già tradotto e recuperando così la memoria di uno degli autori più interessanti della prima fantascienza.
    La cover è quella di Karel Thole del bellissimo Urania 520 mentre la quarta di copertina è opera del curatore.

    [TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2ka609128baa.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Scrittore della cosidetta "epoca d'oro" della fantascienza americana, Ross Rocklynne è stato contemporaneo di Campbell, Asimov e Van Vogt, contribuendo, al pari di questi, a fondare il genere che conosciamo.
    Nelle sue storie ritroviamo intatto quel sense of wonder e quell'avventurosità propria della prima fantascienza, spesso accompagnato da una insolita punta di amarezza e sfiducia nei confronti dell'uomo e delle sue reali possibilità di evoluzione.
    Nonostante i suoi racconti siano spesso apparsi in antologie rappresentative del meglio della fantascienza, Rocklynne rimane un autore praticamente sconosciuto al grande pubblico italiano e la presente raccolta rappresenta, quindi, il primo vero tentativo di presentare in maniera organica la sua interessante produzione.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
    E visto che questa raccolta è del tutto virtuale, ecco qui l'indice con i riferimenti editoriali per ricostruirla.

    [TABLE][TR][TD]Margherite per Dorothy[/TD][TD]Daisies Yet Ungrown, 1968[/TD][TD]Urania 520[/TD][/TR][TR][TD]Ades: nella zona bollente del sole[/TD][TD]The Bottled Men, 1946[/TD][TD]Slan. Il meglio della fantascienza - Libra, n. 54[/TD][/TR][TR][TD]Nella tenebra[/TD][TD]Into the Darkness, 1940[/TD][TD]Grandi Scrittori di Fantascienza - Euroclub, Anno IV - N. 1 (14)
    Le grandi storie della Fantascienza 1940[/TD][/TR][TR][TD]Colpo di grazia[/TD][TD]Quietus, 1940[/TD][TD]Grandi Scrittori di Fantascienza - Euroclub, Anno IV - N. 1 (14)
    Le grandi storie della Fantascienza 1940[/TD][/TR][TR][TD]Il tempo vuole uno scheletro[/TD][TD]Time Wants a Skeleton, 1941[/TD][TD]Le grandi storie della fantascienza - RCS Periodici, n. 2[/TD][/TR][TR][TD]L'esercito invisibile[/TD][TD]The Invisible Army, 1944[/TD][TD]Nova SF* - Perseo Elara, n. 76[/TD][/TR][TR][TD]L'Imperatrice di Marte[/TD][TD]Empress of Mars, 1939[/TD][TD]Enciclopedia della Fantascienza - Fanucci, n.1[/TD][/TR][TR][TD]Volare più in alto[/TD][TD]They Fly So High, 1952[/TD][TD]Enciclopedia della Fantascienza - Fanucci, n. 7[/TD][/TR][TR][TD]Fuga nell'infinito[/TD][TD]The Escape Trough Space, 1938[/TD][TD]Nova SF - Libra, n. 42[/TD][/TR][/TABLE]
    Ultimi volumi pubblicati

    112 - Frederik POHL - Alla fine dell'arcobaleno
    113 - John BRUNNER - Il telepatico
    114 - Charles E. MAINE - Rischio calcolato
    115 - Walter M. MILLER Jr. - Un cantico per Leibowitz
    116 - Nigel KNEALE - L'esperimento Quatermass
    117 - Frank HERBERT - I figli di Dune
    118 - Valerio EVANGELISTI - Nicolas Eymerich, inquisitore
    119 - Eric Frank RUSSELL - Come nulla al mondo
    120 - Mack REYNOLDS - Ed egli maledisse lo scandalo
    121 - Lois McMASTER BUJOLD - Gravità zero
    122 - David R. BUNCH - Moderan
    123 - Frank HERBERT - L'imperatore-dio di Dune
    124 - Robert A. HEINLEIN - Sesta colonna
    125 - James G. BALLARD - Vento dal nulla
    126 - Ross ROCKLYNNE - Margherite per Dorothy

    Nel prossimo volume invece iniziamo l'avventura Cyberpunk, tenuti per mano dall'iniziatore del filone: William Gibson
    [/quote]
    Bella idea! Peccato che ormai ho completato l'Urania alternativa e non ho spazio... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_sad.gif[/IMG] Ganze anche le cover![IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/41.gif[/IMG]


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 10 Aprile 2012, 14:13:08

    [quote author=attiliosfunel qlnk=board=9&threadid=5060&start=630#66829 date=1334042965]
    [quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#66814 date=1333988879]
    [COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]126 - Margherite per Dorothy - Ross ROCKLYNNE[/B][/SIZE][/COLOR]

    [/quote]
    Bella idea! Peccato che ormai ho completato l'Urania alternativa e non ho spazio... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_sad.gif[/IMG] Ganze anche le cover![IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/41.gif[/IMG]
    [/quote]


    Grazie Attilio... sono sicuro che in Urania Collezione alternativa ci sia ancora un posticino [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_wink.gif[/IMG]

    Approfitto per far notare che da ora in poi, con una certa regolarità, cercheremo di pubblicare almeno una raccolta di racconti per ogni annata perchè in fondo è anche attraverso le short-stories che si conoscono gli autori.
    Sinora abbiamo presentato Ballard, Young, Brown, Lovecraft, Asimov, Sheckley, Dick, Russell e Rocklynne; ma le raccolte del meglio dei racconti torneranno ancora con Sturgeon, Pohl, Lafferty, Simak e tanti altri.


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 10 Aprile 2012, 14:37:33

    [COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]127 - Neuromante - William GIBSON (1984)[/B][/SIZE][/COLOR]

    Iniziamo con questa uscita la pubblicazione della cosidetta "Trilogia dello Sprawl", una serie di tre romanzi con cui William Gibson, riprendendo personaggi e ambienti di tre racconti precedenti ("[I]Johnny Mnemonico[/I]", "[I]La notte che bruciammo Chrome[/I]" e "[I]New Rose Hotel[/I]"), contribuì alla nascita di un nuovo filone, il Cyberpunk, destinato ad avere profonde ripercussioni sulla fantascienza e sul suo immaginario.
    Con la cover di Tim White e la quarta di copertina ripresa (parzialmente) dalla quella dell'edizione Cosmo Oro, ecco a voi il primo capitolo della trilogia.

    [TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k9d296f3598.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Immaginate un futuro alla Bladerunner, non molto lontano dal nostro presente, un mondo di cupa delinquenza e di elevata tecnologia, di droghe e computer, di traffico nero di organi umani, di trapianti e di sfrenata ricchezza, di popolosi quartieri dove si aggira il più fetido sottobosco umano, un mondo di cyborg e di tetre strade notturne, di fatiscenti metropoli illuminate da un cielo grigiastro per le colorate luci al neon e gli ologrammi dei locali malfamati. In questo mondo si muove Case, che un tempo era stato il miglior "cow boy" d'interfaccia, un uomo che con la mente riusciva a entrare e muoversi nell'incredibile mondo delle matrici dei computer, nel cosiddetto "cyberspace", dove la sua essenza disincarnata frugava nelle banche dati delle ricchissime corporazioni che dominavano la Terra e rubava le informazioni richieste dai suoi mandanti. Ma poi Case aveva commesso il classico errore, aveva cercato di rubare anche ai suoi mandanti, di tener per sè parte del bottino. E, scoperto, era stato vittima di un destino cui avrebbe preferito la morte: il suo sistema nervoso era stato danneggiato in maniera tale che non avrebbe più potuto entrare nel misterioso e bellissimo mondo del "cyberspace". Ma forse Case aveva ancora un'altra possibilità, e stava soltanto a lui sfruttarla a dovere.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
    Ultimi volumi pubblicati

    113 - John BRUNNER - Il telepatico
    114 - Charles E. MAINE - Rischio calcolato
    115 - Walter M. MILLER Jr. - Un cantico per Leibowitz
    116 - Nigel KNEALE - L'esperimento Quatermass
    117 - Frank HERBERT - I figli di Dune
    118 - Valerio EVANGELISTI - Nicolas Eymerich, inquisitore
    119 - Eric Frank RUSSELL - Come nulla al mondo
    120 - Mack REYNOLDS - Ed egli maledisse lo scandalo
    121 - Lois McMASTER BUJOLD - Gravità zero
    122 - David R. BUNCH - Moderan
    123 - Frank HERBERT - L'imperatore-dio di Dune
    124 - Robert A. HEINLEIN - Sesta colonna
    125 - James G. BALLARD - Vento dal nulla
    126 - Ross ROCKLYNNE - Margherite per Dorothy
    127 - William GIBSON - Neuromante

    Nel prossimo numero il secondo capitolo della trilogia.


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: attiliosfunel il 10 Aprile 2012, 17:47:44

    [quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=630#66836 date=1334059988]
    [quote author=attiliosfunel qlnk=board=9&threadid=5060&start=630#66829 date=1334042965]
    [quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#66814 date=1333988879]
    [COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]126 - Margherite per Dorothy - Ross ROCKLYNNE[/B][/SIZE][/COLOR]

    [/quote]
    Bella idea! Peccato che ormai ho completato l'Urania alternativa e non ho spazio... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_sad.gif[/IMG] Ganze anche le cover![IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/41.gif[/IMG]
    [/quote]


    Grazie Attilio... sono sicuro che in Urania Collezione alternativa ci sia ancora un posticino [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_wink.gif[/IMG]

    Approfitto per far notare che da ora in poi, con una certa regolarità, cercheremo di pubblicare almeno una raccolta di racconti per ogni annata perchè in fondo è anche attraverso le short-stories che si conoscono gli autori.
    Sinora abbiamo presentato Ballard, Young, Brown, Lovecraft, Asimov, Sheckley, Dick, Russell e Rocklynne; ma le raccolte del meglio dei racconti torneranno ancora con Sturgeon, Pohl, Lafferty, Simak e tanti altri.
    [/quote]
    Ho programmato [I]Il ladro delle stelle[/I] contenente tutti i racconti che menzioni tu, più altri, per il Classico NNPIP di Maggio. [I]Urania Collezione [/I]mi sembra un po' troppo per un autore in fondo minore... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_wink.gif[/IMG] Grazie mille e buona curatela!


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 10 Aprile 2012, 18:13:49

    [quote author=attiliosfunel qlnk=board=9&threadid=5060&start=630#66853 date=1334072864]

    Ho programmato [I]Il ladro delle stelle[/I] contenente tutti i racconti che menzioni tu, più altri, per il Classico NNPIP di Maggio. [I]Urania Collezione [/I]mi sembra un po' troppo per un autore in fondo minore... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_wink.gif[/IMG] Grazie mille e buona curatela!
    [/quote]


    Occhio che già con quelli che ho messo io si andava oltre le 300 pagine.
    Tra l'altro ho volutamente omesso parte del ciclo de "Il ladro delle stelle" che dopo la prima storia (100 pagine) diventava piuttosto ripetitivo (eufemismo) e non aggiungeva nulla alla vicenda.
    Ma nell'NNPIP escono sia Urania Classici che Urania Collezione? [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_shock.gif[/IMG]

    Mi domando che bestie di librerie abbiano lì i para-collezionisti: la para-Ikea andrà alla grandissima! [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_grin.gif[/IMG]


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: attiliosfunel il 10 Aprile 2012, 20:07:16

    [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cheesy.gif[/IMG]
    No problem per le pagine... ricordati [I]Il dio nudo[/I] in due volumi giganti nell'universo NPIP. Figurarsi se nell'universo migliorato si fanno problemi di foliazione. Quanto ai [I]Classici[/I] e [I]Urania Collezione[/I], credevo te ne fossi accorto. [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_angry.gif[/IMG] Tant'è che i primi si avvicinano al n. 600! [I]UC[/I] si fermerà al n. 150 in quanto (ri)pubblica solo opere di prima qualità.


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 12 Aprile 2012, 12:10:06

    [COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]128 - Giù nel ciberspazio - William GIBSON (1986)[/B][/SIZE][/COLOR]

    Presegue come da programma la pubblicazione della Trilogia dello Sprawl, con solo una piccola segnalazione: quasi tutte le cover delle edizioni sia italiane che estere del volume non mi sono piaciute (eufemismo); e quando questo accade o mi oriento verso la "meno peggio" oppure cerco di essere creativo.
    Per questa edizione mi sono quindi affidato ad una scontatissima immagine (invero abbastanza anonima) presa da Internet e la cosa mi lascia un poco insoddisfatto, ma il pensiero delle prossime due cover mi riempie di fiducia e mi rende sopportabile questo parziale insuccesso.
    La trama invece riprende parte di quella dell'edizione Urania Classici, cosa che mi lascia ancor meno soddisfatto, ma per stavolta va così.

    [TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kced37f9b43.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]L'atmosfera che si respira in questo romanzo è quella famosa e rarefatta di Blade Runner; un universo popolato da avventurieri e lottatrici, prostitute e mercenari disposti a tutto per il proprio profitto. In questa umanità composita, schiava del sistema televisivo Simstin quanto della droga, emerge una nuova razza di eroe, anarchico e scanzonato: il cow boy della consolle.
    Solo lui può sfidare il potere delle Zaibatsu, megalitiche compagnie commerciali giapponesi, legate alla Yakuza, e penetrare nella matrice per carpirne i segreti.
    Questo romanzo, dallo stile crudo e insolito, ci coinvolge in una lotta senza quartiere tra le multinazionali e un manipolo di irriducibili avventurieri per il controllo del mercato nero dell'informatica. Una visione del futuro che è già storia contemporanea.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
    Ultimi volumi pubblicati

    114 - Charles E. MAINE - Rischio calcolato
    115 - Walter M. MILLER Jr. - Un cantico per Leibowitz
    116 - Nigel KNEALE - L'esperimento Quatermass
    117 - Frank HERBERT - I figli di Dune
    118 - Valerio EVANGELISTI - Nicolas Eymerich, inquisitore
    119 - Eric Frank RUSSELL - Come nulla al mondo
    120 - Mack REYNOLDS - Ed egli maledisse lo scandalo
    121 - Lois McMASTER BUJOLD - Gravità zero
    122 - David R. BUNCH - Moderan
    123 - Frank HERBERT - L'imperatore-dio di Dune
    124 - Robert A. HEINLEIN - Sesta colonna
    125 - James G. BALLARD - Vento dal nulla
    126 - Ross ROCKLYNNE - Margherite per Dorothy
    127 - William GIBSON - Neuromante
    128 - William GIBSON - Giù nel ciberspazio

    E nel prossimo volume nessuna sorpresa: torna William Gibson con l'ultimo romanzo della trilogia.


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: attiliosfunel il 12 Aprile 2012, 12:18:26

    [quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=630#66922 date=1334225406]
    [COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]128 - Giù nel ciberspazio - William GIBSON (1986)[/B][/SIZE][/COLOR]

    Presegue come da programma la pubblicazione della Trilogia dello Sprawl, con solo una piccola segnalazione: quasi tutte le cover delle edizioni sia italiane che estere del volume non mi sono piaciute (eufemismo); e quando questo accade o mi oriento verso la "meno peggio" oppure cerco di essere creativo.
    Per questa edizione mi sono quindi affidato ad una scontatissima immagine (invero abbastanza anonima) presa da Internet e la cosa mi lascia un poco insoddisfatto, ma il pensiero delle prossime due cover mi riempie di fiducia e mi rende sopportabile questo parziale insuccesso.
    [/quote]
    Ho avuto anch'io lo stesso problema. Mediamente le cover dei romanzi di Gibson sono pessime, e non capisco perché. [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cry.gif[/IMG]


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: PabloE il 12 Aprile 2012, 13:26:04


    Potevi usare questa [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/Generiche/sogghignare.gif[/IMG]



    [IMG]http://www.dan-dare.org/FreeFun/Images/TheMatrixWallpaper1024.jpg[/IMG]


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 12 Aprile 2012, 13:50:45

    [quote author=Andy Dufresne qlnk=board=9&threadid=5060&start=630#66932 date=1334229964]

    Potevi usare questa [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/Generiche/sogghignare.gif[/IMG]

    [/quote]


    Non ci crederai mai ma l'immagine che hai proposto è sul mio Hard Disk: era la seconda scelta e l'ho scartata solo perchè mi dava troppo l'impressione di "Matrix", mentre quella che ho scelto è più anonimamente "Ciberspazio"...
    [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/106.gif[/IMG]


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 13 Aprile 2012, 18:42:49

    [COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]129 - Monna Lisa Cyberpunk - William GIBSON (1988)[/B][/SIZE][/COLOR]

    Con questa uscita completiamo la Trilogia dello Sprawl nonchè questo primo "assaggio" del Cyberpunk.
    Finalmente c'è una cover che vale la pena pubblicare: è opera di Oscar Chiconi ed è anche quella che è stata impiegata dalla Mondadori per tutte le edizioni del libro; per la quarta di copertina invece ho scelto la trama riportata dall'edizione della Piccola Biblioteca degli Oscar Mondadori.

    [TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k8cafcda5f5.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][TD] [/TD][TD]Un mondo dove trionfa il superpotere, un mondo di corruzione in cui a grossi interessi planetari si contrappone uno sparuto gruppo di esseri umani (e in particolare una donna) che non vogliono piegarsi né al potere tecnocratico né alla spietata legge della potentissima Yakuza: è questo lo sfondo di Monna Lisa Cyberpunk, terzo romanzo di William Gibson, il più autorevole rappresentante della scuola cyberpunk. Uomini o cyborg che siano, emersi dai bassifondi della "città impossibile", gli eroi di questo brillante e cinico romanzo si muovono in un futuro dove hanno imparato una cruda verità: nella Babele del XXI secolo occorre saper decidere secondo il proprio istinto con la consapevolezza che la vita umana ha un valore molto approssimativo.[/TD][/TR][/TABLE]
    Ultimi volumi pubblicati

    115 - Walter M. MILLER Jr. - Un cantico per Leibowitz
    116 - Nigel KNEALE - L'esperimento Quatermass
    117 - Frank HERBERT - I figli di Dune
    118 - Valerio EVANGELISTI - Nicolas Eymerich, inquisitore
    119 - Eric Frank RUSSELL - Come nulla al mondo
    120 - Mack REYNOLDS - Ed egli maledisse lo scandalo
    121 - Lois McMASTER BUJOLD - Gravità zero
    122 - David R. BUNCH - Moderan
    123 - Frank HERBERT - L'imperatore-dio di Dune
    124 - Robert A. HEINLEIN - Sesta colonna
    125 - James G. BALLARD - Vento dal nulla
    126 - Ross ROCKLYNNE - Margherite per Dorothy
    127 - William GIBSON - Neuromante
    128 - William GIBSON - Giù nel ciberspazio
    129 - William GIBSON - Monna Lisa Cyberpunk

    E nel prossimo numero abbandonate le cupe atmosfere Cyberpunk finiremo per tuffarci in quelle ancora più cupe dell'universo di Nicolas Eymerich, impegnato questa volta in una italianissima avventura in terra di Sardegna!


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 14 Aprile 2012, 09:12:48

    [COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]130 - Il mistero dell'inquisitore Eymerich - Valerio EVANGELISTI (1996)[/B][/SIZE][/COLOR]

    E finalmente ci siamo. Licenziata con ignominia la redazione responsabile del tremendo errore del numero 123, siamo finalmente pronti per presentare il secondo romanzo, in ordine cronologico, del ciclo di Eymerich: ho specificato "romanzo" perchè, se avessi parlato di "avventura" sarei incorso in una nuova bestialità in quanto tra il primo libro ed il presente si colloca l'avventura narrata nel racconto "[I]Venom[/I]" che, presto o tardi, vedremo pubblicato all'interno di una antologia dedicata ad Evangelisti.
    Per poter produrre la cover di questa uscita, stante l'improvvisa defezione del co-curatore marben e la conseguente devastante uscita di scena del suo prodigioso scanner, il curatore ha dovuto sudare le proverbiali sette camice, perchè l'immagine scelta, opera di un ispiratissimo Ferenc Pinter e proposta solo per la rarissima edizione Superblues del romanzo, non si trova da nessuna parte su internet in formato accettabile per una pubblicazione seria.
    Ed allora il curatore si è dovuto rimboccare le maniche e, armato di sofisticatissimo sotware di manipolazione grafica, ha prima allargato una immagine piccolissima e poi ha lavorato di santa pazienza a sistemare tutti i pixel per renderla il meno sgranata possibile. Il curatore si augura che il co-curatore sia in ascolto e che non si produca mai più in un tiro del genere!
    Per la quarta di copertina invece è stato sufficiente una operazione di copia e incolla da quella dell'Urania 1316.

    [TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2ka18ac3e346.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]1354. Nicolas Eymerich, il sinistro inquisitore, è in Sardegna con Re Pietro IV d'Aragona per soffocare la rivolta di Mariano, giudice d'Arborea. Mariano ha un alleato potente e misterioso: lo chiamano Sardus Pater, una divinità sconosciuta...
    1942. New York: Wilhelm Reich si è rifugiato in America per sfuggire ai nazisti e ha fatto una scoperta rivoluzionaria.
    Quale terribile filo lega i due eventi così lontani?
    Ancora una volta il segreto si nasconde nelle trame del tempo e ancora una volta l'ultima parola toccherà a Nicolas Eymerich![/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
    Ultimi volumi pubblicati

    115 - Walter M. MILLER Jr. - Un cantico per Leibowitz
    116 - Nigel KNEALE - L'esperimento Quatermass
    117 - Frank HERBERT - I figli di Dune
    118 - Valerio EVANGELISTI - Nicolas Eymerich, inquisitore
    119 - Eric Frank RUSSELL - Come nulla al mondo
    120 - Mack REYNOLDS - Ed egli maledisse lo scandalo
    121 - Lois McMASTER BUJOLD - Gravità zero
    122 - David R. BUNCH - Moderan
    123 - Frank HERBERT - L'imperatore-dio di Dune
    124 - Robert A. HEINLEIN - Sesta colonna
    125 - James G. BALLARD - Vento dal nulla
    126 - Ross ROCKLYNNE - Margherite per Dorothy
    127 - William GIBSON - Neuromante
    128 - William GIBSON - Giù nel ciberspazio
    129 - William GIBSON - Monna Lisa Cyberpunk
    130 - Valerio EVANGELISTI - Il mistero dell'inquisitore Eymerich

    E nel prossimo numero torna P.K. Dick!


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: PabloE il 14 Aprile 2012, 11:04:44

    [quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=645#67019 date=1334387568]
    [COLOR=#1f497d][SIZE=4][/SIZE][/COLOR]Ed allora il curatore si è dovuto rimboccare le maniche e, armato di sofisticatissimo sotware di manipolazione grafica, ha prima allargato una immagine piccolissima e poi ha lavorato di santa pazienza a sistemare tutti i pixel per renderla il meno sgranata possibile.
    [/quote]

    [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/41.gif[/IMG]


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: PabloE il 14 Aprile 2012, 11:06:17

    [quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=630#66935 date=1334231445]
    [quote author=Andy Dufresne qlnk=board=9&threadid=5060&start=630#66932 date=1334229964]

    Potevi usare questa [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/Generiche/sogghignare.gif[/IMG]

    [/quote]


    Non ci crederai mai ma l'immagine che hai proposto è sul mio Hard Disk: era la seconda scelta e l'ho scartata solo perchè mi dava troppo l'impressione di "Matrix", mentre quella che ho scelto è più anonimamente "Ciberspazio"...
    [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/106.gif[/IMG]
    [/quote]

    Ahah incredibile, fra le migliaia di immagini sul cyberspazio... [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/Generiche/sogghignare.gif[/IMG]

    Ok ti dico la verità: nebram ha hackerato il tuo pc e mi ha spifferato tutto [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/Generiche/boccatappata.gif[/IMG]


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: nebram il 14 Aprile 2012, 15:52:27

    [quote author=Andy Dufresne qlnk=board=9&threadid=5060&start=645#67025 date=1334394377]

    Ok ti dico la verità: nebram ha hackerato il tuo pc e mi ha spifferato tutto [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/Generiche/boccatappata.gif[/IMG]
    [/quote]

    NEBRAM ogni tanto fa scherzi da prete...


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 14 Aprile 2012, 16:43:12

    [quote author=nebram qlnk=board=9&threadid=5060&start=645#67031 date=1334411547]
    [quote author=Andy Dufresne qlnk=board=9&threadid=5060&start=645#67025 date=1334394377]

    Ok ti dico la verità: nebram ha hackerato il tuo pc e mi ha spifferato tutto [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/Generiche/boccatappata.gif[/IMG]
    [/quote]

    NEBRAM ogni tanto fa scherzi da prete...
    [/quote]


    Eymerich... prete... cos'era una battuta?
    [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/10.gif[/IMG]


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 14 Aprile 2012, 23:23:35

    [SIZE=4][B][COLOR=#1f497d]131 - L'uomo dei giochi a premio - Philip K. DICK (1968)[/COLOR][/B][/SIZE]

    Le uscite di Dick vanno opportunamente "dosate" all'interno di una collana: meglio dello spray "Ubik" esse hanno il potere di ridare nuova vita alle pubblicazioni, aggiungendo quel pizzico di improbabilità e di follia che troppo spesso mancano nelle storie di fantascienza.
    L'uscita di oggi è una di quelle che lasciano il segno perchè "[I]L'uomo dei giochi a premio[/I]" (o "[I]Tempo fuor di sesto[/I]"), pur non avendo vinto alcun premio della critica, è senza ombra di dubbio una delle opere migliori di Dick, nonchè una delle preferite del curatore.
    Questa edizione, che segna il ritorno di Dick nella collana, sarà straordinariamente simile all'Urania 491 e non a caso perchè la perfezione non si cambia.

    [TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k1b78dcfb19.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Da due anni, tutte le mattine, Ragle Gumm raccoglie il giornale davanti alla porta di casa; e da due anni, tutte le sere, spedisce la soluzione di un difficile concorso a premi quotidiano. Non sbaglia mai. Vince sempre. È così che si guadagna da vivere. "Non è un lavoro da uomo" , dice suo cognato Vic, impiegato in un supermarket. E c'è anche un nipote, Sammy, il tipico ragazzino americano. Ci sono il signor e la signora Black, della villetta accanto, non meno tipici, non meno normali. Tutto, intorno a Ragle Gumm, è così: comune, tranquillo, piuttosto monotono. L'unica cosa un po' diversa, forse un po' strana, è questa sua infallibilità matematica. Gli costa dieci ore di calcoli al giorno, ma è l'unica cosa che sa fare e gli rende cento dollari alla settimana...[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
    Ultimi volumi pubblicati

    117 - Frank HERBERT - I figli di Dune
    118 - Valerio EVANGELISTI - Nicolas Eymerich, inquisitore
    119 - Eric Frank RUSSELL - Come nulla al mondo
    120 - Mack REYNOLDS - Ed egli maledisse lo scandalo
    121 - Lois McMASTER BUJOLD - Gravità zero
    122 - David R. BUNCH - Moderan
    123 - Frank HERBERT - L'imperatore-dio di Dune
    124 - Robert A. HEINLEIN - Sesta colonna
    125 - James G. BALLARD - Vento dal nulla
    126 - Ross ROCKLYNNE - Margherite per Dorothy
    127 - William GIBSON - Neuromante
    128 - William GIBSON - Giù nel ciberspazio
    129 - William GIBSON - Monna Lisa Cyberpunk
    130 - Valerio EVANGELISTI - Il mistero dell'inquisitore Eymerich
    131 - Philip K. DICK - L'uomo dei giochi a premio

    E, visto che siamo in tema di ritorni, preparatevi perchè con la prossima uscita tornerà a trovarci Philip José Farmer


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 16 Aprile 2012, 17:22:11

    [COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]132 - Notte di luce - Philip J. FARMER (1966)[/B][/SIZE][/COLOR]

    Concludiamo questa annata all'insegna della fanta-religione: dopo le avventure di Eymerich, presentiamo quelle non meno interessanti di padre Carmody, raccolte in un ciclo di racconti davvero straordinari.
    L'immagine di copertina scelta per questa riedizione del grande classico di Farmer è opera di Franco Brambilla ed è opione del curatore che questa sia probabilmente anche più bella di quella poi scelta dalla Mondadori per Urania Collezione; per la presentazione del libro in quarta di copertina, invece, ho scelto proprio quella della collana Mondadori che ha proposto i racconti del ciclo di Padre Carmody al numero 52.

    [TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k69f11e6563.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Un pianeta dove, una volta ogni sette anni, avvengono straordinari fenomeni fisico-mentali. Un personaggio carismatico, John Carmody, che inizialmente si beffa di quelle che giudica superstizioni, trasformato dagli eventi di una notte inquietante da grande peccatore in grande credente. Un ciclo completo che affronta il tema della religione e che, come sempre in Farmer, "funziona" come un perfetto meccanismo nel rispetto di tutti i canoni della fantascienza. Padre Carmody compare non solo in Notte di Luce, ma anche in altri racconti qui tradotti integralmente: al lettore in cerca di nuovi spunti, questo libro straordinario offre momenti tra i più alti e memorabili di tutta la science fiction.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
    Ultimi volumi pubblicati

    118 - Valerio EVANGELISTI - Nicolas Eymerich, inquisitore
    119 - Eric Frank RUSSELL - Come nulla al mondo
    120 - Mack REYNOLDS - Ed egli maledisse lo scandalo
    121 - Lois McMASTER BUJOLD - Gravità zero
    122 - David R. BUNCH - Moderan
    123 - Frank HERBERT - L'imperatore-dio di Dune
    124 - Robert A. HEINLEIN - Sesta colonna
    125 - James G. BALLARD - Vento dal nulla
    126 - Ross ROCKLYNNE - Margherite per Dorothy
    127 - William GIBSON - Neuromante
    128 - William GIBSON - Giù nel ciberspazio
    129 - William GIBSON - Monna Lisa Cyberpunk
    130 - Valerio EVANGELISTI - Il mistero dell'inquisitore Eymerich
    131 - Philip K. DICK - L'uomo dei giochi a premio
    132 - Philip J. FARMER - Notte di luce

    E prima di conoscere la prossima uscita dovrete beccarvi un nuovo editoriale.


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 17 Aprile 2012, 23:06:20

    [COLOR=#c00000][SIZE=2][B]Il dodicesimo anno - Editoriale[/B][/SIZE][/COLOR]

    La scorsa annata ha portato alcuni imprevisti: l'improvvisa defezione del co-curatore e del suo scanner nonchè la madornale svista con l'uscita di Eymerich per il numero 123 hanno portato un po' di scompiglio nella redazione, ma il team ha saputo fare quadrato reagendo nel modo migliore. I ciucci hanno aiutato, ma la farina di mais e tapioca è stata fondamentale per ritrovare gli equilibri necessari al prosieguo delle pubblicazioni.
    Nell'attesa che altri UMini si propongano come sostituti del buon marben per il difficile ruolo di aiuto-redazione (e rispondano alle mie richieste di aiuto come qualcuno - bibliotecario - ha già fatto), proseguiamo le pubblicazioni con alcune gradite sorprese.
    Innanzitutto parliamo del tanto discusso argomento "cicli, saghe e affini"; al proposito il modello che sto cercando di seguire, per chi non se ne sia accorto, è quello della collana Cosmo Oro della Nord con una piccola variante: le saghe vengono diluite nel tempo, mentre i titoli dei cicli veri e propri vengono proposti in successione.
    Per la prossima annata ritroveremo la Bujold e la Le Guin con la seconda uscita delle loro saghe di cui abbiamo proposto i primi capitoli, mentre aggiungeremo nuovi ed importanti "tasselli" al ciclo di Dune (ormai quasi avviato alla sua conclusione) ed a quello di Eymerich (recuperando il titolo "ritirato" dalla precedente annata).
    Riguardo i cicli assisteremo al gradito ritorno di Douglas Adams, nonchè a quello di Van Vogt con una delle sue serie più famose e riuscite, ma le vere "chicche" riguarderanno probabilmente i romanzi singoli in cui proporremo due storie davvero imperdibili, due capolavori dimenticati da una editoria "distratta", opera di Michael Moorcock e Ward Moore.
    Ed a completare una annata davvero straordinaria ci saranno una doppia uscita a firma di Greg Bear ed una sorpresa che spero tutti voi gradirete: l'ultimo regalo del co-curatore marben prima della sua partenza per altri lidi, una imperdibile (e inedita) raccolta di racconti, opera di Theodore Sturgeon.
    Ed ora, prima di correre a completare la produzione delle cover per la prossima stagione, vi auguro
    Buone letture
    Maxpullo


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: Notman il 18 Aprile 2012, 00:51:00


    Ho appena comprato due libri di Greg Bear e vedo che escono qui, non fare come UraniaCollezione che mi fa di questi brutti scherzi [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/10.gif[/IMG]


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: Arne Saknussemm il 18 Aprile 2012, 09:14:26

    [quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=645#67125 date=1334696780]
    [B][COLOR=#c00000][SIZE=2]... [/SIZE][/COLOR][/B]nonchè a quello di Van Vogt con una delle sue serie più famose e riuscite...
    [/quote]

    L'aspettavo da tempo !
    E poi fa sempre piacere vedere Van Vogt far capolino ogni tanto (almeno per chi lo ama come me [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_tongue.gif[/IMG] ).


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: gretana il 18 Aprile 2012, 18:20:31

    Michael Moorcock ...bene, bene [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_smiley.gif[/IMG]


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 19 Aprile 2012, 00:03:10

    [COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]133 - L'onore dei Vor - Lois McMASTER BUJOLD (1986)[/B][/SIZE][/COLOR]

    Come per lo scorso anno, l'onore di aprire il balletto delle pubblicazioni spetta di nuovo alla Bujold, con il secondo romanzo del ciclo dei Vor.
    La cover scelta per questa edizione è opera di Alan Gutierrez, mentre per la quarta di copertina ho utilizzato quella dell'edizione Cosmo Argento.

    [TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k4bae20027d.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Entrambi naufragati su un pianeta selvaggio durante la guerra fra Beta e Barrayar, Cordelia Naismith e Lord Aral Vorkosigan si fronteggiano come nemici. Cordelia considera Vorkosigan un barbaro militarista e teme il peggio quando viene fatta prigioniera da lui; dal canto suo, Aral guarda con sospetto questo capitano-donna, che di certo non è un vero soldato, ma è costretto dall'onore ad assecondarla nei suoi tentativi di salvare un compagno invalido. Ben presto scoprono di avere in comune lo stesso ruvido senso dell'ironia e la stessa amarezza per la follia del mondo, ma sono divisi da una diversa fede politica e quindi costretti a combattere su fronti opposti. Quando Cordelia cade di nuovo prigioniera le cose si fanno molto più serie, perché si trova nelle mani dell'Ammiraglio Vorruyter, rivale di Aral, amico e compagno di depravazione del sadico principe Serg, l'erede al trono imperiale di Barrayar. E le sorprese non sono finite, perché una terribile verità è in agguato...[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
    Ultimi volumi pubblicati

    119 - Eric Frank RUSSELL - Come nulla al mondo
    120 - Mack REYNOLDS - Ed egli maledisse lo scandalo
    121 - Lois McMASTER BUJOLD - Gravità zero
    122 - David R. BUNCH - Moderan
    123 - Frank HERBERT - L'imperatore-dio di Dune
    124 - Robert A. HEINLEIN - Sesta colonna
    125 - James G. BALLARD - Vento dal nulla
    126 - Ross ROCKLYNNE - Margherite per Dorothy
    127 - William GIBSON - Neuromante
    128 - William GIBSON - Giù nel ciberspazio
    129 - William GIBSON - Monna Lisa Cyberpunk
    130 - Valerio EVANGELISTI - Il mistero dell'inquisitore Eymerich
    131 - Philip K. DICK - L'uomo dei giochi a premio
    132 - Philip J. FARMER - Notte di luce
    133 - Lois McMASTER BUJOLD - L'onore dei Vor

    E dal prossimo numero, per gli amanti di Van Vogt, inizierà una nuova avventura, una triolgia che, per la prima volta nella storia dell'editoria Italiana, vedrà la luce in veste integrale, un romanzo dopo l'altro.


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 19 Aprile 2012, 17:41:46

    [COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]134 - Il mondo del Non-A - A.E. Van Vogt (1948)[/B][/SIZE][/COLOR]

    Con i titoli dei romanzi tradotti in diversi modi da edizione a edizione e con la spiccata tendenza a "schivare" sistematicamente il terzo capitolo, il ciclo del Non-A di Van Vogt è probabilmente uno dei più bistrattati di tutta la fantascienza: con questa serie di uscite la collana vuole provare a recuperare intatto tutto il fascino di una delle più interessanti opere di Vang Vogt.
    La cover scelta per questa edizione è opera di Ed Emshwiller, mentre per la quarta di copertina ho scelto la trama riportata nell'Urania 362 che è stata utilizzata anche per Urania Collezione.

    [TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kcaffc08d22.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Chi è Gosseyn? Un uomo qualsiasi cui è morta la moglie? Un agente segreto? Un grande capo? Una semplice pedina in una gigantesca partita a scacchi? Egli stesso non lo sa, ed è il filo della sua lunga e drammatica ricerca che lega gli episodi di questo romanzo, uno dei grandi classici della fantascienza. Come in una scatola cinese, l'enigma che pesa sul protagonista si apre su altri enigmi sempre più stupefacenti, in un complesso e perfetto congegno narrativo dove si fondono magistralmente suspense e filosofia.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
    Ultimi volumi pubblicati

    120 - Mack REYNOLDS - Ed egli maledisse lo scandalo
    121 - Lois McMASTER BUJOLD - Gravità zero
    122 - David R. BUNCH - Moderan
    123 - Frank HERBERT - L'imperatore-dio di Dune
    124 - Robert A. HEINLEIN - Sesta colonna
    125 - James G. BALLARD - Vento dal nulla
    126 - Ross ROCKLYNNE - Margherite per Dorothy
    127 - William GIBSON - Neuromante
    128 - William GIBSON - Giù nel ciberspazio
    129 - William GIBSON - Monna Lisa Cyberpunk
    130 - Valerio EVANGELISTI - Il mistero dell'inquisitore Eymerich
    131 - Philip K. DICK - L'uomo dei giochi a premio
    132 - Philip J. FARMER - Notte di luce
    133 - Lois McMASTER BUJOLD - L'onore dei Vor
    134 - A.E. VAN VOGT - Il mondo del Non-A

    E nel prossimo numero il seguito!


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: Arne Saknussemm il 19 Aprile 2012, 18:40:32

    [quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5626&start=150#65525 date=1331138170]
    A puro titolo di curiosità.

    La trilogia delle armi di Isher doveva entrare nella decima annata della mia collana ideale.
    L'ho solo spostata più avanti per far posto a Brunner, Pohl e Blackburn...
    [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/26.gif[/IMG]
    [/quote]




    [quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start=645#67125 date=1334696780]
    [COLOR=#c00000][SIZE=2][B]Il dodicesimo anno - Editoriale[/B][/SIZE][/COLOR]

    Per la prossima annata ritroveremo ..... nonchè a quello di Van Vogt con una delle sue serie più famose e riuscite...
    [/quote]


    Credevo fosse arrivata l'ora dei Fabbricanti d'armi...
    ... ma anche questo "Non-A" è una gran bella uscita !!! [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/41.gif[/IMG]


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 19 Aprile 2012, 19:31:25

    [quote author=Arne Saknussemm qlnk=board=9&threadid=5060&start=645#67212 date=1334853632]



    Credevo fosse arrivata l'ora dei Fabbricanti d'armi...
    ... ma anche questo "Non-A" è una gran bella uscita !!! [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/41.gif[/IMG]
    [/quote]


    Hai ragione, mi spiace aver alimentato false speranze: il ciclo di Isher l'ho spostato nuovamente avanti, ma arriverà.
    Sto avendo problemi con le cover: non me ne piace nessuna ed in molti casi sto dando spazio alla creatività e ad immagini internet di artisti "anonimi" ma bravissimi.


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: attiliosfunel il 20 Aprile 2012, 09:21:52

    [quote author=maxpullo qlnk=board=9&threadid=5060&start;=#67210 date=1334850106]
    [COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]134 - Il mondo del Non-A - A.E. Van Vogt (1948)[/B][/SIZE][/COLOR]

    Con i titoli dei romanzi tradotti in diversi modi da edizione a edizione e con la spiccata tendenza a "schivare" sistematicamente il terzo capitolo, il ciclo del Non-A di Van Vogt è probabilmente uno dei più bistrattati di tutta la fantascienza: con questa serie di uscite la collana vuole provare a recuperare intatto tutto il fascino di una delle più interessanti opere di Vang Vogt.
    La cover scelta per questa edizione è opera di Ed Emshwiller, mentre per la quarta di copertina ho scelto la trama riportata nell'Urania 362 che è stata utilizzata anche per Urania Collezione.

    [TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kcaffc08d22.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Chi è Gosseyn? Un uomo qualsiasi cui è morta la moglie? Un agente segreto? Un grande capo? Una semplice pedina in una gigantesca partita a scacchi? Egli stesso non lo sa, ed è il filo della sua lunga e drammatica ricerca che lega gli episodi di questo romanzo, uno dei grandi classici della fantascienza. Come in una scatola cinese, l'enigma che pesa sul protagonista si apre su altri enigmi sempre più stupefacenti, in un complesso e perfetto congegno narrativo dove si fondono magistralmente suspense e filosofia.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
    Ultimi volumi pubblicati

    120 - Mack REYNOLDS - Ed egli maledisse lo scandalo
    121 - Lois McMASTER BUJOLD - Gravità zero
    122 - David R. BUNCH - Moderan
    123 - Frank HERBERT - L'imperatore-dio di Dune
    124 - Robert A. HEINLEIN - Sesta colonna
    125 - James G. BALLARD - Vento dal nulla
    126 - Ross ROCKLYNNE - Margherite per Dorothy
    127 - William GIBSON - Neuromante
    128 - William GIBSON - Giù nel ciberspazio
    129 - William GIBSON - Monna Lisa Cyberpunk
    130 - Valerio EVANGELISTI - Il mistero dell'inquisitore Eymerich
    131 - Philip K. DICK - L'uomo dei giochi a premio
    132 - Philip J. FARMER - Notte di luce
    133 - Lois McMASTER BUJOLD - L'onore dei Vor
    134 - A.E. VAN VOGT - Il mondo del Non-A

    E nel prossimo numero il seguito!
    [/quote]
    azzopè! Questa copertina di Schoenherr mi è sfuggita! Fighissima!! Diciamo che tra gli illustratori dell'epoca d'oro, è l'unico ancora guardabile oggigiorno. [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_wink.gif[/IMG]


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 20 Aprile 2012, 11:02:23

    [COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]135 - Le pedine del Non-A - A.E. VAN VOGT (1956)[/B][/SIZE][/COLOR]

    Proseguiamo in questo numero la pubblicazione del ciclo del Non-A con il secondo romanzo della serie, la cover scelta è opera di Jerome Powdill, mentre per la quarta di copertina ho scelto le parole di Roberta Rambelli riportate nell'Urania Collezione 093.

    [TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kcfdc885210.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Migliaia di anni luce, milioni di secoli, centinaia di migliaia di astronavi da battaglia, miliardi di esseri umani... tutte le fila abbandonate da van Vogt alla fine di Non-A vengono riprese. Ma nè Gilbert Gosseyn, nè Eldred Crang, nè la stessa Patrica Hardle (il personaggio apparentemente meno enigmatico del romanzo precedente) sono ciò che sembravano o addirittura ciò che credevano di essere.
    E i personaggi nuovi, il Seguace, i Profeti di Yalerta, il Dio Dormiente, contribuiscono a rendere il quadro ancora più complesso e affascinante.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
    Ultimi volumi pubblicati

    121 - Lois McMASTER BUJOLD - Gravità zero
    122 - David R. BUNCH - Moderan
    123 - Frank HERBERT - L'imperatore-dio di Dune
    124 - Robert A. HEINLEIN - Sesta colonna
    125 - James G. BALLARD - Vento dal nulla
    126 - Ross ROCKLYNNE - Margherite per Dorothy
    127 - William GIBSON - Neuromante
    128 - William GIBSON - Giù nel ciberspazio
    129 - William GIBSON - Monna Lisa Cyberpunk
    130 - Valerio EVANGELISTI - Il mistero dell'inquisitore Eymerich
    131 - Philip K. DICK - L'uomo dei giochi a premio
    132 - Philip J. FARMER - Notte di luce
    133 - Lois McMASTER BUJOLD - L'onore dei Vor
    134 - A.E. VAN VOGT - Il mondo del Non-A
    135 - A.E. VAN VOGT - Le pedine del Non-A

    E non mancate la prossima uscita in cui presenteremo la conclusione di questo affascinante ciclo!


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: PabloE il 20 Aprile 2012, 17:07:46


    Max visto cosa ho in lettura...? [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 20 Aprile 2012, 18:46:08

    [quote author=Andy Dufresne qlnk=board=9&threadid=5060&start=660#67246 date=1334934466]

    Max visto cosa ho in lettura...? [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]
    [/quote]


    Si, ma stai attento a non liberare troppa energia orgonica... [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_grin.gif[/IMG]

    Già che ci siamo metto qui due possibili cover che avevo preso in considerazione nei momenti di panico successivi all'uscita del numero poi ritirato...

    1. La grotta di Nettuno ad Alghero (che avrei dilettantisticamente trattato con filtri jpeg)

    [IMG]http://static.panoramio.com/photos/original/2163900.jpg[/IMG]

    2. La cover dell'edizione classici che (ho scoperto successivamente) ritrae il giovane Wilhelm Reich e che quindi nonostante l'apparenza sfigata ha un suo significato.

    [IMG]http://www.mondourania.com/urania classici/uraniaclassici 281-300/ucl295.jpg[/IMG]

    Ho scartato invece a priori la cover dell'edizione Urania perchè non aveva alcuna attinenza con il contenuto del romanzo e questa è una cosa che mi ha sempre infastidito...

    PS
    Qualcuno sa spiegarmi perchè Eymerich nella cover dell'edizione Urania Classici (opera di Pierluigi Longo) sta tentando di sgozzarsi con un mappamondo?
    [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/um2/s_huh.gif[/IMG]


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: PabloE il 20 Aprile 2012, 20:59:15


    Veramente ha solo appoggiato il mento al mappamondo, si vede che il collo non riusciva a sorreggere più la testa, boh [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_undecided.gif[/IMG]


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 21 Aprile 2012, 17:27:31

    [COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]136 - La fine del Non-A - A.E. VAN VOGT (1985)[/B][/SIZE][/COLOR]

    Forse hanno ragione quelli che dicono che non per tutti i cicli vale lo sforzo di pubblicare tutti i titoli e forse magari questo terzo volume del Non-A di Van Vogt è proprio uno di quei libri che i signori dell'editoria usano come esempio per giustificare la loro tendenza a non completare i cicli in nessun caso, però questa collana, come ripeteremo fino alla nausea, è qualcosa di nuovo e di diverso, una serie di pubblicazioni che rappresentano "il meglio secondo maxpullo" e che soprattutto danno ai lettori l'opportunità di giudicare se valeva o no la pena di completare o meno un ciclo di romanzi.
    Con la cover di Tim Jackobus e la quarta di copertina dell'unica edizione italiana del romanzo nella collana "Il fantastico economico classico", ecco a voi il tardo romanzo che Van Vogt scrisse per completare il ciclo del Non-A.

    [TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2ke47194de7c.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Nel Sistema Solare l'Istituto di Semantica Generale ha creato il sistema del Non-A (Non Aristotelico) che è al contempo una filosofia e un modo di vivere che consente a coloro che lo praticano un notevole vantaggio sui loro simili.
    Queste sono solo le premesse di un altro dei rutilanti romanzi di Van Vogt dove spaziano Imperi extra-galattici, razze aliene, e veri e propri superuomini.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
    Ultimi volumi pubblicati

    122 - David R. BUNCH - Moderan
    123 - Frank HERBERT - L'imperatore-dio di Dune
    124 - Robert A. HEINLEIN - Sesta colonna
    125 - James G. BALLARD - Vento dal nulla
    126 - Ross ROCKLYNNE - Margherite per Dorothy
    127 - William GIBSON - Neuromante
    128 - William GIBSON - Giù nel ciberspazio
    129 - William GIBSON - Monna Lisa Cyberpunk
    130 - Valerio EVANGELISTI - Il mistero dell'inquisitore Eymerich
    131 - Philip K. DICK - L'uomo dei giochi a premio
    132 - Philip J. FARMER - Notte di luce
    133 - Lois McMASTER BUJOLD - L'onore dei Vor
    134 - A.E. VAN VOGT - Il mondo del Non-A
    135 - A.E. VAN VOGT - Le pedine del Non-A
    136 - A.E. VAN VOGT - La fine del Non-A

    E nel prossimo numero, non diciamolo troppo forte, torna Eymerich con il TERZO romanzo del ciclo delle sue avventure.


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 22 Aprile 2012, 17:44:33

    [COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]137 - Il corpo e il sangue di Eymerich - Valerio EVANGELISTI (1996)[/B][/SIZE][/COLOR]

    Che dire di questa uscita che non sia già stato detto? Solo una cosa: stavolta fare la cover è stato davvero semplice!
    Godetevi allora Oscar Chiconi, la quarta di copertina dell'Urania Classici 284 ed il terzo romanzo del ciclo di Eymerich.

    [TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kbefdbccff2.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Il corpo e il sangue, due ossessioni vecchie di secoli e tornate attuali. Il sangue, veicolo di salvezza secondo le scritture, di contagio secondo chi vuol distruggere il vecchio ordine e costruirne uno inimmaginabile, oggi. E così, mentre nell' America razzista c'è chi si adopera per diffondere una malattia selettiva, che in teoria dovrebbe colpire solo la gente dl colore, su un altro piano storico, nel 1358, l'Inquisitore Nicolas Eymerich è destinato a far luce sulle premesse dl questo piano agghiacciante: un culto sacrilego del sangue, una variante non meno orribile dell'antico vampirismo.
    Finché i due fili rossi s'intrecciano...[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
    Ultimi volumi pubblicati

    123 - Frank HERBERT - L'imperatore-dio di Dune
    124 - Robert A. HEINLEIN - Sesta colonna
    125 - James G. BALLARD - Vento dal nulla
    126 - Ross ROCKLYNNE - Margherite per Dorothy
    127 - William GIBSON - Neuromante
    128 - William GIBSON - Giù nel ciberspazio
    129 - William GIBSON - Monna Lisa Cyberpunk
    130 - Valerio EVANGELISTI - Il mistero dell'inquisitore Eymerich
    131 - Philip K. DICK - L'uomo dei giochi a premio
    132 - Philip J. FARMER - Notte di luce
    133 - Lois McMASTER BUJOLD - L'onore dei Vor
    134 - A.E. VAN VOGT - Il mondo del Non-A
    135 - A.E. VAN VOGT - Le pedine del Non-A
    136 - A.E. VAN VOGT - La fine del Non-A
    137 - Valerio EVANGELISTI - Il corpo e il sangue di Eymerich

    La prossima, come anticipato dall'editoriale, sarà una doppia uscita. Dopo Matheson (032bis), James Herbert (081bis) e Lovecraft (101bis), l'onore del supplemento toccherà stavolta a Greg Bear con due storie che non dimenticherete.


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 23 Aprile 2012, 16:28:39

    [COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]138 - Le città vive - Greg Bear (1981)[/B][/SIZE][/COLOR]

    La rassegna del meglio della FS prosegue con questo romanzo di Greg Bear che rappresenta uno dei più interessanti sviluppi del tema della "città del futuro".
    Con la cover di Oscar Chiconi e la quarta di copertina dell'Urania 1200, ecco a voi il romanzo che inaugura la serie di Greg Bear in questa collana ideale.

    [TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2ka360179ea5.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Città immense, città di plasma vivente che pulsano nel deserto; città costruite millenni addietro dall'umanità ancora nel pieno del suo splendore, ma che ora somigliano agli astri di un universo morente.
    Eppure, nonostante il trascorrere del tempo, al loro interno è ancora attivo un programma registrato da secoli, impiantato dai costruttori per uno scopo che nessuno è più in grado di comprendere.
    Per molte di esse si avvicina ormai l'estinzione, ma prima di morire le Città viventi combatteranno un'ultima, terrificante battaglia.[/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
    Ultimi volumi pubblicati

    124 - Robert A. HEINLEIN - Sesta colonna
    125 - James G. BALLARD - Vento dal nulla
    126 - Ross ROCKLYNNE - Margherite per Dorothy
    127 - William GIBSON - Neuromante
    128 - William GIBSON - Giù nel ciberspazio
    129 - William GIBSON - Monna Lisa Cyberpunk
    130 - Valerio EVANGELISTI - Il mistero dell'inquisitore Eymerich
    131 - Philip K. DICK - L'uomo dei giochi a premio
    132 - Philip J. FARMER - Notte di luce
    133 - Lois McMASTER BUJOLD - L'onore dei Vor
    134 - A.E. VAN VOGT - Il mondo del Non-A
    135 - A.E. VAN VOGT - Le pedine del Non-A
    136 - A.E. VAN VOGT - La fine del Non-A
    137 - Valerio EVANGELISTI - Il corpo e il sangue di Eymerich
    138 - Greg BEAR - Le città vive

    Sentite una sensazione di gelo alla base del collo? E' inutile correre ad accendere il riscaldamento: non basterà.
    Perchè è in arrivo una delle storie più terrificanti e allucinanti che mente umana abbia mai concepito.


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 24 Aprile 2012, 18:05:40

    [COLOR=#c00000][SIZE=4][B]138 bis - Psychlone - Greg BEAR (1979)[/B][/SIZE][/COLOR]

    La letteratura horror ha da sempre vantato diversi capolavori al suo attivo: basti pensare a molti dei lavori di Lovecraft e Poe sino ad arrivare al recentissimo Dan Simmons, passando per King e Koontz.
    Ma la paura, quella vera, è un'altra cosa: il sudore freddo provocato dell'apparizione di uno spettro, il terrore suscitato dal volto di un vampiro affacciato alla finestra, l'accapponarsi della pelle per l'urlo del licantropo dietro la porta svaniscono inevitabilmente quando chiudiamo il libro che ce li sta raccontando e le creature sovrannaturali o gli incubi letterari che riescono effettivamente a sopravvivere alla semplice frase "tanto non è vero" si contano sulla punta delle dita.
    Il romanzo di Bear che presentiamo oggi come supplemento alla collana principale non è un romanzo dell'orrore e non è una storia di fantascienza: è un incubo inclassificabile che si incolla alla mente del lettore anche dopo che il libro è chiuso, scuotendo improvvisamente e definitivamente tutte le sue più intime convinzioni e facendogli capire cosa sia davvero la paura.
    La scelta della cover è stata ardua: volevo un'immagine che rappresentasse lo "Psychlone" in tutta la sua terrificante e desolante assenza di speranza, una immagine che rendesse tangibile l'orrore suscitato dalla storia; alla fine la mia scelta è ricaduta su una inquietante opera del pittore Alex Gardega, una immagine che manca forse della dinamicità della "creatura" di Bear, ma che evoca benissimo il senso di angoscia che traspare dalle rivelazioni finali sulla sua "natura". La quarta di copertina invece è quella dell'Urania 879 che è (inspiegabilmente) l'unica edizione italiana di questo incubo da sempre presente nella mia ideale "top ten".

    [TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k2aa3bccb7b.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Ammettiamo che non esistano nè Dio nè il Diavolo, e che l'uomo non abbia un'anima immortale nel senso religioso del termine. Ma ammettiamo ugualmente che qualcosa, una specie di emanazione mentale o fluido psichico, sopravviva ordinariamente alla morte del corpo. Una questione che allora si pone è la seguente: sopravvivrebbe il suddetto fluido o emanazione all'impatto diretto di un'esplosione atomica come quella di Hiroshima o Nagasaki?
    L'altra questione è: come e da chi è stata massacrata, in una sola notte, l'intera popolazione di una cittadina nei pressi di Albuquerque, New Mexico? [/SIZE][/TD][/TR][/TABLE]
    Ultimi volumi pubblicati

    124 - Robert A. HEINLEIN - Sesta colonna
    125 - James G. BALLARD - Vento dal nulla
    126 - Ross ROCKLYNNE - Margherite per Dorothy
    127 - William GIBSON - Neuromante
    128 - William GIBSON - Giù nel ciberspazio
    129 - William GIBSON - Monna Lisa Cyberpunk
    130 - Valerio EVANGELISTI - Il mistero dell'inquisitore Eymerich
    131 - Philip K. DICK - L'uomo dei giochi a premio
    132 - Philip J. FARMER - Notte di luce
    133 - Lois McMASTER BUJOLD - L'onore dei Vor
    134 - A.E. VAN VOGT - Il mondo del Non-A
    135 - A.E. VAN VOGT - Le pedine del Non-A
    136 - A.E. VAN VOGT - La fine del Non-A
    137 - Valerio EVANGELISTI - Il corpo e il sangue di Eymerich
    138 - Greg BEAR - Le città vive / 138 bis - Greg BEAR - Psychlone

    E per riprenderci un po' dal terrificante shock di questa uscita, attendiamo impazienti il ritorno di Douglas Adams con il quarto capitolo della sua Guida galattica per gli autostoppisti.


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: marco.kapp il 24 Aprile 2012, 18:49:52

    [SIZE=2]Riguardo le ultime scelte su Greg Bear devo dire due cose:[/SIZE]
    [SIZE=2]- Greg Bear è uno dei miei autori preferiti, ma sulla sua produzione ho avuto pareri altalenanti. "Le città vive" è stato uno dei suoi romanzi che ho apprezzato di meno.[/SIZE]
    [SIZE=2]- "Psychlone", al contrario, è stato uno dei miei preferiti. Ricordo ancora adesso la paura che mi ha attanagliato le viscere quando ho letto la scena del gatto selvatico... [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/59.gif[/IMG][/SIZE]


    Titolo: Re:I Capolavori di Maxpullo
    Messaggio di: maxpullo il 26 Aprile 2012, 11:40:54

    [COLOR=#1f497d][SIZE=4][B]139 - Addio, e grazie per tutto il pesce - Douglas ADAMS (1984)[/B][/SIZE][/COLOR]

    Passati i sudori freddi provocati dallo "[I]Psychlone[/I]" di Greg Bear, ci ritroviamo oggi per presentare il quarto capitolo della trilogia di Douglas Adams, a mio avviso il libro meno riuscito della saga degli autostoppisti galattici, ma sempre e comunque da ascrivere alla categoria dei veri classici intramontabili.
    Per la cover è stata una vera lotta: alla fine mi sono orientato verso una immagine assai suggestiva di cui però non sono riuscito ad individuare l'artista. Ne ho seguito le tracce fino ad un sito in cirillico, ma da nessuna parte sono riuscito a trovare il nome dell'autore: in tutte le didascalie era scritto sempre e soltanto "[I]Addio, e grazie per tutto il pesce[/I]"... che l'abbiano disegnata i delfini?
    Per la quarta di copertina invece mi sono rifatto all'Urania 1028 che mi ha offerto lo spunto per riepilogare gli altri volumi di Adams usciti in questa collana.

    [TABLE][TR][TD][B] [CENTER][IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k1a36712c14.jpg[/IMG][/CENTER]
    [/B][/TD][TD] [/TD][TD][SIZE=2]Ormai la Terra è stata demolita dai Vogons per fare posto a una nuova circonvallazione iperspaziale, ma questo lo sapevate già. Avete seguito tutta la storia fin dalle sue origini, dapprima con la Guida Galattica degli Autostoppisti (CMP 042), poi con il Ristorante