Home Forum
    La Fantascienza e gli altri generi... => Urania Mondadori => Messaggio iniziato da: J.J.Adams il 04 Giugno 2016, 09:30:16
	

Titolo: Le uscite di Luglio ...
Messaggio di: J.J.Adams il 04 Giugno 2016, 09:30:16

Da questa mattina è in edicola, almeno dalle mie parti e con qualche giorno di ritardo, Urania di Giugno.
Vi sono contenute alcune delle anticipazioni riguardanti le uscite del prossimo mese ... peraltro già annunciate dalla Redazione sul Blog della rivista ...
[B]Urania[/B] ... '[B]Chiusi dentro[/B]' di John Scalzi ... http://www.isfdb.org/cgi-bin/pl.cgi?431597
[B]Urania Horror[/B] ... '[B]Video Kill[/B]' di Joanne Fluke ... http://www.isfdb.org/cgi-bin/pl.cgi?53315
[B]Urania Jumbo[/B] ... '[B]Il segreto di Rama[/B]' di Arthur C. Clarke & Gentry Lee ... http://www.isfdb.org/cgi-bin/pl.cgi?27331
Per ora tutto qui.
Secondo quanto annunciato ... a Luglio dovrebbe poi uscire, nel [B]Millemondi[/B], la prima delle tre parti dell'antologia di Gardner Dozois '[B]The Year’s Best SF 31[/B]' ... http://www.isfdb.org/cgi-bin/pl.cgi?450271
Non è dato ancora sapere quale 'sorpresa' ci riserverà invece [B]Urania Collezione[/B].
Si tratterà comunque di aspettare per qualche altro giorno ...


Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
Messaggio di: J.J.Adams il 08 Giugno 2016, 13:54:57

Il prossimo [B]Urania Collezione[/B] sarà dunque '[B]Le guide del tramonto[/B]' di Arthur C. Clarke ... che lessi, a suo tempo, in questa edizione ...

[IMG]http://oi64.tinypic.com/33xy3i0.jpg[/IMG]


... mentre viene confermato il [B]Millemondi Estate[/B] ... '[B]Il nostro meglio - Year's Best SF 31 - Parte 1[/B]' ...

Nella presentazione si può leggere ...
[QUOTE]Questa edizione - la trentunesima, uscita nel 2014 - conta [B]750[/B] pagine in inglese, più di [B]900[/B] in italiano, e si è reso necessario tradurla in tre Millemondi consecutivi che usciranno da qui a marzo 2017.[/QUOTE]
Ovvero ... sono riusciti a realizzare il miracolo di prendere ben [B]tre[/B] piccioni con un'unica fava ... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_wink.gif[/IMG]
Forse era, per loro, troppo difficile realizzare due [B]Millemondi[/B] di [B]450[/B]/[B]500[/B] pagine ... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_tongue.gif[/IMG]


Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
Messaggio di: Lucky il 08 Giugno 2016, 18:42:57

[quote author=J.J.Adams qlnk=board=6&threadid=8599&start;=#95367 date=1465386897]
Il prossimo [B]Urania Collezione[/B] sarà dunque '[B]Le guide del tramonto[/B]' di Arthur C. Clarke ... che lessi, a suo tempo, in questa edizione ...

[IMG]http://oi64.tinypic.com/33xy3i0.jpg[/IMG]

[/quote]
Un paio di mesi fa un carissimo Amico di UM mi procurò le tre puntate di un serial TV uscito negli USA a fine 2015.
Si trattava di Childhood's End, versione in lingua inglese (ma per fortuna con sottotitoli in italiano) del suddetto Le guide del tramonto di A.C. Clarke.
Dalla visione del film alla rilettura del romanzo, anche per me nella bella edizione BEM per la traduzione di Giorgio Monicelli, il passo è stato brevissimo; adesso mi rileggerò anche l'edizione 1990 della prima parte, per la traduzione del racconto originale del 1946 (da cui poi il noto romanzo) di quel gigante che è stato Riccardo Valla.
Bello, bello, bello!!!
Gian


Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
Messaggio di: galions il 08 Giugno 2016, 19:30:13

[quote author=J.J.Adams qlnk=board=6&threadid=8599&start=0#95332 date=1465025416]
Da questa mattina è in edicola, almeno dalle mie parti e con qualche giorno di ritardo, Urania di Giugno.
Vi sono contenute alcune delle anticipazioni riguardanti le uscite del prossimo mese ... peraltro già annunciate dalla Redazione sul Blog della rivista ...
[B]Urania[/B] ... '[B]Chiusi dentro[/B]' di John Scalzi ... http://www.isfdb.org/cgi-bin/pl.cgi?431597
[B]Urania Horror[/B] ... '[B]Video Kill[/B]' di Joanne Fluke ... http://www.isfdb.org/cgi-bin/pl.cgi?53315
[B]Urania Jumbo[/B] ... '[B]Il segreto di Rama[/B]' di Arthur C. Clarke & Gentry Lee ... http://www.isfdb.org/cgi-bin/pl.cgi?27331
Per ora tutto qui.
Secondo quanto annunciato ... a Luglio dovrebbe poi uscire, nel [B]Millemondi[/B], la prima delle tre parti dell'antologia di Gardner Dozois '[B]The Year’s Best SF 31[/B]' ... http://www.isfdb.org/cgi-bin/pl.cgi?450271
Non è dato ancora sapere quale 'sorpresa' ci riserverà invece [B]Urania Collezione[/B].
Si tratterà comunque di aspettare per qualche altro giorno ...
[/quote]
Questo mese salto UCZ perché condivido lo sfogo di Arne sulla pubblicazione del terzo titolo di un ciclo senza il primo ed il secondo (vedi post sulle uscite di giugno), ma a luglio faccio il pieno.

[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/3.gif[/IMG]


Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
Messaggio di: Nick Parisi il 08 Giugno 2016, 23:13:27

Condivido anche io lo sfogo di Arne.
Obiettivamente ha tutte le ragioni del mondo.


Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
Messaggio di: doge il 09 Giugno 2016, 00:33:16

Mi aggiungo anch'io alla lista di quelli che salteranno , mi sembra veramente di esser preso in giro quando Urania si comporta cosi...[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_sad.gif[/IMG]


Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
Messaggio di: attiliosfunel il 09 Giugno 2016, 16:59:09

[quote author=galions qlnk=board=6&threadid=8599&start;=#95370 date=1465407013]
[quote author=J.J.Adams qlnk=board=6&threadid=8599&start=0#95332 date=1465025416]
Da questa mattina è in edicola, almeno dalle mie parti e con qualche giorno di ritardo, Urania di Giugno.
Vi sono contenute alcune delle anticipazioni riguardanti le uscite del prossimo mese ... peraltro già annunciate dalla Redazione sul Blog della rivista ...
[B]Urania[/B] ... '[B]Chiusi dentro[/B]' di John Scalzi ... http://www.isfdb.org/cgi-bin/pl.cgi?431597
[B]Urania Horror[/B] ... '[B]Video Kill[/B]' di Joanne Fluke ... http://www.isfdb.org/cgi-bin/pl.cgi?53315
[B]Urania Jumbo[/B] ... '[B]Il segreto di Rama[/B]' di Arthur C. Clarke & Gentry Lee ... http://www.isfdb.org/cgi-bin/pl.cgi?27331
Per ora tutto qui.
Secondo quanto annunciato ... a Luglio dovrebbe poi uscire, nel [B]Millemondi[/B], la prima delle tre parti dell'antologia di Gardner Dozois '[B]The Year’s Best SF 31[/B]' ... http://www.isfdb.org/cgi-bin/pl.cgi?450271
Non è dato ancora sapere quale 'sorpresa' ci riserverà invece [B]Urania Collezione[/B].
Si tratterà comunque di aspettare per qualche altro giorno ...
[/quote]
Questo mese salto UCZ perché condivido lo sfogo di Arne sulla pubblicazione del terzo titolo di un ciclo senza il primo ed il secondo (vedi post sulle uscite di giugno), ma a luglio faccio il pieno.

[IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/YahooIM/3.gif[/IMG]
[/quote]
Ridicoli: il libro originale di Dozois ([FONT=Arial, Helvetica, sans-serif][HIGHLIGHT=#ffffff]The Year's Best Science Fiction: Thirty-First Annual Collection) ha circa 700 pagine, c'entrerebbero benissimo in un Millemondi, Ok, ormai siamo abituati alla pessima pratica di dividere i libri in due volumi, ma IN TRE!?!?!?! Fa 233 pagine, manco fosse un Urania degli anni '70... [/HIGHLIGHT][/FONT]


Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
Messaggio di: Impossibili il 09 Giugno 2016, 20:09:34

Condivido quanto scritto da Arne e gli altri ma non mi sento più di scandalizzarmi per le scelte che vengono fatte perché da tempo le cose andavano in questa direzione.

Ad esempio:

1) Cicli pubblicati non in ordine logico
2) Cicli pubblicati e rimasti incompiuti
3) Cicli pubblicati con uscite a distanza di mesi quando non di anni

Naturalmente queste evenienze occorrono contemporaneamente per la gioia dell'appassionato...

4) Italiani francamente illeggibili pubblicati senza quasi editing e dall'altra parte un bel Vinge rimaneggiato.
5) Ristampe, ristampe, ristampe (mi viene in mente una canzone degli Squallor che non cito).

Il tutto apparecchiato con sussiegosità e un po' di schifiltosità nei confronti dei lettori che ne chiedono sacrosantamente ragione.

Così è da tempo, molto tempo.

L'altro giorno ho cominciato a fare la pulizia periodica degli scaffali dove tengo gli Urania e la cosa strana è vedere che Lippi ha pubblicato cose ottime.

Non capisco.


Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
Messaggio di: J.J.Adams il 09 Giugno 2016, 20:31:05

E se entrassimo in sciopero ... non acquistando più alcun Urania ?
Sarei proprio curioso di vedere cosa potrebbe accadere quando il 'management' si dovesse trovare di fronte ad una valanga di rese.
O decide di chiudere una volta per tutte la baracca ... o acconsente, finalmente, a cambiare rotta ... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
Messaggio di: Impossibili il 10 Giugno 2016, 00:16:26

Ho già ridotto ENORMEMENTE gli acquisti ma se fate uno sciopero ci sto.


Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
Messaggio di: bibliotecario il 10 Giugno 2016, 12:01:03

Magari scegliamo un mese con meno roba interessante d'accordo? [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
Messaggio di: galions il 10 Giugno 2016, 16:06:11

[quote author=J.J.Adams qlnk=board=6&threadid=8599&start=0#95376 date=1465497065]
E se entrassimo in sciosoluzione non acquistando più alcun Urania ?
Sarei proprio curioso di vedere cosa potrebbe accadere quando il 'management' si dovesse trovare di fronte ad una valanga di rese.
O decide di chiudere una volta per tutte la baracca ... o acconsente, finalmente, a cambiare rotta ... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]
[/quote]

Uno sciopero degli acquisti di Urania produce un unico risultato, la chiusura della collana.
A me questa soluzione ricorda il marito che se lo taglia via per fare un dispetto alla moglie.


Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
Messaggio di: attiliosfunel il 10 Giugno 2016, 17:53:55

[quote author=galions qlnk=board=6&threadid=8599&start;=#95382 date=1465567571]
[quote author=J.J.Adams qlnk=board=6&threadid=8599&start=0#95376 date=1465497065]
E se entrassimo in sciosoluzione non acquistando più alcun Urania ?
Sarei proprio curioso di vedere cosa potrebbe accadere quando il 'management' si dovesse trovare di fronte ad una valanga di rese.
O decide di chiudere una volta per tutte la baracca ... o acconsente, finalmente, a cambiare rotta ... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]
[/quote]

Uno sciopero degli acquisti di Urania produce un unico risultato, la chiusura della collana.
A me questa soluzione ricorda il marito che se lo taglia via per fare un dispetto alla moglie.
[/quote]
ahahahaha, sei un grande!


Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
Messaggio di: J.J.Adams il 10 Giugno 2016, 19:16:36

[quote author=galions qlnk=board=6&threadid=8599&start=0#95382 date=1465567571]
[quote author=J.J.Adams qlnk=board=6&threadid=8599&start=0#95376 date=1465497065][I]E se entrassimo in sciopero non acquistando più alcun Urania ?
Sarei proprio curioso di vedere cosa potrebbe accadere quando il 'management' si dovesse trovare di fronte ad una valanga di rese.
O decide di chiudere una volta per tutte la baracca ... o acconsente, finalmente, a cambiare rotta ...[/I] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]
[/quote]
[I]Uno sciopero degli acquisti di Urania produce un unico risultato, la chiusura della collana.
A me questa soluzione ricorda il marito che se lo taglia via per fare un dispetto alla moglie.[/I]


[/quote]
A parte il fatto che la mia era soltanto una provocazione ... cosa proporresti dunque per migliorare la situazione?
Perché ... se si indigna persino Arne per l'evidente presa per i fondelli da parte di Lippi che definisce 'migliore' della trilogia l'Urania Collezione testé pubblicato ... quando molti di voi, che reputo peraltro persone attendibili, sostengono esattamente il contrario ... che ci resterebbe da fare ... se non continuare ad essere presi a pesci in faccia ?


Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
Messaggio di: MILES VORKOSIGAN il 10 Giugno 2016, 19:53:54

Ma il Segreto di Rama e' Rama ll ??


Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
Messaggio di: J.J.Adams il 10 Giugno 2016, 20:14:34

[quote author=MILES VORKOSIGAN qlnk=board=6&threadid=8599&start=0#95385 date=1465581234][I]Ma il Segreto di Rama e' Rama ll ??[/I]
[/quote]
No ... è "[B]Rama Revealed[/B]" ...[B] [/B]il quarto episodio della tetralogia sinora non tradotto in Italia ... http://www.isfdb.org/cgi-bin/pe.cgi?21593


Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
Messaggio di: Impossibili il 10 Giugno 2016, 21:14:32

[quote author=galions qlnk=board=6&threadid=8599&start=0#95382 date=1465567571]
[quote author=J.J.Adams qlnk=board=6&threadid=8599&start=0#95376 date=1465497065]
E se entrassimo in sciosoluzione non acquistando più alcun Urania ?
Sarei proprio curioso di vedere cosa potrebbe accadere quando il 'management' si dovesse trovare di fronte ad una valanga di rese.
O decide di chiudere una volta per tutte la baracca ... o acconsente, finalmente, a cambiare rotta ... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]
[/quote]

Uno sciopero degli acquisti di Urania produce un unico risultato, la chiusura della collana.
A me questa soluzione ricorda il marito che se lo taglia via per fare un dispetto alla moglie.
[/quote]

Beh, io con Urania non sono stato sposato ma ho avuto una lunga storia...
Se Urania si ritirasse in convento penserei a lei con nostalgia ma mica me lo taglio, mi guardo in giro e toh! scopro che il mondo è grande...


Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
Messaggio di: waferdi il 11 Giugno 2016, 13:49:08

[quote author=galions qlnk=board=6&threadid=8599&start;=#95382 date=1465567571]
[quote author=J.J.Adams qlnk=board=6&threadid=8599&start=0#95376 date=1465497065]
E se entrassimo in sciosoluzione non acquistando più alcun Urania ?
Sarei proprio curioso di vedere cosa potrebbe accadere quando il 'management' si dovesse trovare di fronte ad una valanga di rese.
O decide di chiudere una volta per tutte la baracca ... o acconsente, finalmente, a cambiare rotta ... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]
[/quote]

Uno sciopero degli acquisti di Urania produce un unico risultato, la chiusura della collana.
A me questa soluzione ricorda il marito che se lo taglia via per fare un dispetto alla moglie.
[/quote]


Non se lo taglia ma va a donne da un'altra parte :)
w.


Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
Messaggio di: MILES VORKOSIGAN il 11 Giugno 2016, 22:29:35

Grazie JJ, ma allora perché non pubblicare Rama ll ????


Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
Messaggio di: waferdi il 11 Giugno 2016, 23:04:49

[quote author=MILES VORKOSIGAN qlnk=board=6&threadid=8599&start;=#95393 date=1465676975]
Grazie JJ, ma allora perché non pubblicare Rama ll ????
[/quote]

Ecco perché:
[SIZE=2]1- Incontro con Rama - Rendevous with Rama - Urania 634 del Dicembre 1973
2- Rama II - Rama II - RCS Rizzoli del 1991.
3- Il giardino di Rama - The Garden of Rama - RCS Rizzoli 1992
4- ??? - Rama Revealed - Mai tradotto.
[/SIZE]
w.


Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
Messaggio di: J.J.Adams il 11 Giugno 2016, 23:44:59

[quote author=MILES VORKOSIGAN qlnk=board=6&threadid=8599&start=15#95393 date=1465676975][I]Grazie JJ, ma allora perché non pubblicare Rama ll ????[/I]
[/quote]

Dai un'occhiata a quanto viene scritto nel 'Blog di Urania' ... a partire dal 26 Aprile 2016 ...

http://blog.librimondadori.it/blogs/urania/2016/03/23/i-capolavori-di-urania-1629-coyote-del-cielo-la-compagnia-del-tempo-2/#comments


Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
Messaggio di: galions il 12 Giugno 2016, 02:21:35

[quote author=J.J.Adams qlnk=board=6&threadid=8599&start=0#95384 date=1465578996]
[quote author=galions qlnk=board=6&threadid=8599&start=0#95382 date=1465567571]
[quote author=J.J.Adams qlnk=board=6&threadid=8599&start=0#95376 date=1465497065][I]E se entrassimo in sciopero non acquistando più alcun Urania ?
Sarei proprio curioso di vedere cosa potrebbe accadere quando il 'management' si dovesse trovare di fronte ad una valanga di rese.
O decide di chiudere una volta per tutte la baracca ... o acconsente, finalmente, a cambiare rotta ...[/I] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]
[/quote]
[I]Uno sciopero degli acquisti di Urania produce un unico risultato, la chiusura della collana.
A me questa soluzione ricorda il marito che se lo taglia via per fare un dispetto alla moglie.[/I]


[/quote]
A parte il fatto che la mia era soltanto una provocazione ... cosa proporresti dunque per migliorare la situazione?
Perché ... se si indigna persino Arne per l'evidente presa per i fondelli da parte di Lippi che definisce 'migliore' della trilogia l'Urania Collezione testé pubblicato ... quando molti di voi, che reputo peraltro persone attendibili, sostengono esattamente il contrario ... che ci resterebbe da fare ... se non continuare ad essere presi a pesci in faccia ?
[/quote]

Sono d'accordo con Arne per quanto riguarda l'Urania Collezione n.161, infatti non lo acquisterò, ma per il resto non propongo nulla per migliorare la situazione.
A me Urania piace così com'è.
Questo non significa che non sia legittimo criticarla o anche decidere di non acquistare più nulla.
Quello che non capisco è arrivare ad augurarsi che nessun'altro acquisti più nulla e che la collana chiuda.
Perchè questo è quello che si ottiene cercando di organizzare il mancato acquisto collettivo dei volumi.
E quest'odio gratuito, che pensavo confinato solo agli utenti del blog ufficiale, proprio non lo comprendo.


Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
Messaggio di: Fantobelix il 12 Giugno 2016, 10:02:29

[quote author=galions qlnk=board=6&threadid=8599&start=15#95397 date=1465690895]
Sono d'accordo con Arne per quanto riguarda l'Urania Collezione n.161, infatti non lo acquisterò, ma per il resto non propongo nulla per migliorare la situazione.
A me Urania piace così com'è.
Questo non significa che non sia legittimo criticarla o anche decidere di non acquistare più nulla.
Quello che non capisco è arrivare ad augurarsi che nessun'altro acquisti più nulla e che la collana chiuda.
Perchè questo è quello che si ottiene cercando di organizzare il mancato acquisto collettivo dei volumi.
E quest'odio gratuito, che pensavo confinato solo agli utenti del blog ufficiale, proprio non lo comprendo.
[/quote]
Grazie mille Galions!!!
Solo 2 mesi fa leggevamo i "forzati della critica" festeggiare sentitamente per le prossime uscite e le comunicazioni ufficiali in merito. Sono bastate una o due uscite per farci ripiombare nel baratro delle lamentele, apparentemente più importanti di qualsiasi "bicchiere mezzo pieno" o tentativo fatto dall'editore, pur con le difficoltà del caso, per recuperare una relazione coi lettori. Attaccandosi addirittura al numero di pagine che deve avere un'uscita, per molto tempo richiesta ed attesa, pur di ricominciare.
Il tuo pensiero, che sono sicuro è simile a quello di molti altri che preferiscono dedicare a più costruttive attività il loro tempo, riporta un po' di buon senso anche nelle critiche su titoli o scelte editoriali, [U]più che lecite e più volte espresse, qui liberamente[/U], a volte anche troppo. Cui comunque alla fine prevalgono le leggi di mercato e i dati di vendita, che ci piacciano o meno, e che qualcuno analizzerà.
Che la tua pacatezza, insieme a quella di Nick ed altri, possa aiutarci a farci godere quel che di buono c'è, finchè ci sarà, e farci scegliere con più serenità ciò che si vuole leggere e comprare! Nel bene e nel male, a proprio insandacabile giudizio, ovviamente.
Grazie.


Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
Messaggio di: J.J.Adams il 12 Giugno 2016, 11:02:09

[quote author=galions qlnk=board=6&threadid=8599&start=15#95397 date=1465690895]
[quote author=J.J.Adams qlnk=board=6&threadid=8599&start=0#95384 date=1465578996]
[quote author=galions qlnk=board=6&threadid=8599&start=0#95382 date=1465567571]
[quote author=J.J.Adams qlnk=board=6&threadid=8599&start=0#95376 date=1465497065][I]E se entrassimo in sciopero non acquistando più alcun Urania ?
Sarei proprio curioso di vedere cosa potrebbe accadere quando il 'management' si dovesse trovare di fronte ad una valanga di rese.
O decide di chiudere una volta per tutte la baracca ... o acconsente, finalmente, a cambiare rotta ...[/I] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]
[/quote] [I]Uno sciopero degli acquisti di Urania produce un unico risultato, la chiusura della collana.
A me questa soluzione ricorda il marito che se lo taglia via per fare un dispetto alla moglie.[/I]
[/quote][I][B]A parte il fatto che la mia era soltanto una provocazione[/B] ... cosa proporresti dunque per migliorare la situazione?
Perché ... se si indigna persino Arne per l'[B]evidente presa per i fondelli da parte di Lippi che definisce 'migliore' della trilogia l'Urania Collezione testé pubblicato ... quando molti di voi, che reputo peraltro persone attendibili, sostengono esattamente il contrario[/B] ... che ci resterebbe da fare ... se non continuare ad essere presi a pesci in faccia ?[/I]
[/quote] [I]Sono d'accordo con Arne per quanto riguarda l'Urania Collezione n.161, infatti non lo acquisterò, ma per il resto non propongo nulla per migliorare la situazione.
A me Urania piace così com'è.
Questo non significa che non sia legittimo criticarla o anche decidere di non acquistare più nulla.
Quello che non capisco è arrivare ad augurarsi che nessun'altro acquisti più nulla e che la collana chiuda.
Perchè questo è quello che si ottiene cercando di organizzare il mancato acquisto collettivo dei volumi.
E quest'odio gratuito, che pensavo confinato solo agli utenti del blog ufficiale, proprio non lo comprendo.[/I]
[/quote]
Mi permetto di dissentire da quanto affermi.
Come ho già scritto ... la mia era soltanto una provocazione ... e non mi sto augurando né organizzando proprio un bel niente ... ma forse la cosa ti è sfuggita o, peggio, non sei riuscito ad afferrarla.
Vedi [B]odio[/B] (che parola grossa!) [B]gratuito[/B] nel mio intervento ... ma come potrebbe esserci odio in una persona che ha cominciato a leggere Urania nel 1954 ... più di tre lustri prima che tu venissi al mondo ?
La mia, semmai, non è altro che frustrazione (e mi sa tanto di essere in buona compagnia) di fronte a talune scelte e a dichiarazioni quanto mai improprie che hanno il sapore amaro di una presa in giro.
Che poi ci siano delle politiche (della lésina) editoriali imposte dall'alto che fanno sì che ...

- un nuovo titolo (The Year’s Best SF 31) che potrebbe essere pubblicato in due volumi lo sia in tre
- venga ripubblicato soltanto il terzo episodio di una trilogia
- dopo il primo 'Rama' si passi direttamente alla pubblicazione del quarto saltando a piè pari il secondo e il terzo

... per citare soltanto alcuni esempi recenti ... può anche darsi che a te stia bene ... ad altri, verosimilmente, no.

Ma, per favore, non venirmi a parlare di odio ...


Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
Messaggio di: tehom il 12 Giugno 2016, 11:21:40

[quote author=Fantobelix qlnk=board=6&threadid=8599&start;=#95398 date=1465718549]
[quote author=galions qlnk=board=6&threadid=8599&start=15#95397 date=1465690895]
Sono d'accordo con Arne per quanto riguarda l'Urania Collezione n.161, infatti non lo acquisterò, ma per il resto non propongo nulla per migliorare la situazione.
A me Urania piace così com'è.
Questo non significa che non sia legittimo criticarla o anche decidere di non acquistare più nulla.
Quello che non capisco è arrivare ad augurarsi che nessun'altro acquisti più nulla e che la collana chiuda.
Perchè questo è quello che si ottiene cercando di organizzare il mancato acquisto collettivo dei volumi.
E quest'odio gratuito, che pensavo confinato solo agli utenti del blog ufficiale, proprio non lo comprendo.
[/quote]
Grazie mille Galions!!!
Solo 2 mesi fa leggevamo i "forzati della critica" festeggiare sentitamente per le prossime uscite e le comunicazioni ufficiali in merito. Sono bastate una o due uscite per farci ripiombare nel baratro delle lamentele, apparentemente più importanti di qualsiasi "bicchiere mezzo pieno" o tentativo fatto dall'editore, pur con le difficoltà del caso, per recuperare una relazione coi lettori. Attaccandosi addirittura al numero di pagine che deve avere un'uscita, per molto tempo richiesta ed attesa, pur di ricominciare.
Il tuo pensiero, che sono sicuro è simile a quello di molti altri che preferiscono dedicare a più costruttive attività il loro tempo, riporta un po' di buon senso anche nelle critiche su titoli o scelte editoriali, [U]più che lecite e più volte espresse, qui liberamente[/U], a volte anche troppo. Cui comunque alla fine prevalgono le leggi di mercato e i dati di vendita, che ci piacciano o meno, e che qualcuno analizzerà.
Che la tua pacatezza, insieme a quella di Nick ed altri, possa aiutarci a farci godere quel che di buono c'è, finchè ci sarà, e farci scegliere con più serenità ciò che si vuole leggere e comprare! Nel bene e nel male, a proprio insandacabile giudizio, ovviamente.
Grazie.
[/quote]
Urania non ha bisogno di difensori d'ufficio, tanto fanno quello che gli pare sempre e comunque, ma di recuperare (costruire?) una vera dialettica con i suoi lettori.
Questo risultato non si raggiunge sostenendo che il 3zo Shaw è il migliore della serie e totalmente autoconclusivo, perchè questa uscita sa tanto di pisciata in testa alla gente mentre si sostiene che in realtà sta piovendo...
Ora io mi rendo benissimo conto che certe scelte, come il Rucker nei Capolavori, erano già state calendarizzate da tempo, ma che costava da parte di un Lippi risparmiarsi questa sparata arrogante e dire qualcosa pressapoco di questo tenore:[I]"Adesso che abbiamo raggiunto un accettabile equilibrio economico/editoriale(...) saremo finalmente in grado dal prossimo futuro di venire incontro alle richieste del pubbico(...)"[/I] ?
Per quanto riguarda il Dozois se permettete mi attacco anch'io alla storia del numero di pagine, ma non per le ragioni stucchevoli di traduzione dall'inglese all'italiano bla bla bla, ma per un motivo molto più pratico.
Spezzandolo in tre parti (in un arco di tempo di un anno ! ) si annuncia una spesa complessiva di circa 24 euro che, se permettete, io ritengo eccessiva.
Se invece la Mondadori mi avesse confezionato un bel paperback dal costo diciamo di 15 euro circa chiamandolo Urania Mammuth, Urania Godzilla o come volete, l'avrei senz'altro preso senza esitazioni, così invece penso che rinuncerò prendendolo nell'usato con calma.


Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
Messaggio di: galions il 12 Giugno 2016, 16:02:43

Prova a rileggerti allora JJ

[quote author=J.J.Adams qlnk=board=6&threadid=8599&start=0#95376 date=1465497065]
E se entrassimo in sciopero ... non acquistando più alcun Urania ?
Sarei proprio curioso di vedere cosa potrebbe accadere quando il 'management' si dovesse trovare di fronte ad una valanga di rese.
O decide di chiudere una volta per tutte la baracca ... o acconsente, finalmente, a cambiare rotta ... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]
[/quote]

e dimmi quale sentimento sembra trasparire dalle tue parole ad un qualsiasi lettore.
Poi ha ripiegato dicendo che si trattava di una 'provocazione', ma quando scrivi che leggi Urania dal 1954, a maggior ragione rimango stupito dalle tue parole.


Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
Messaggio di: galions il 12 Giugno 2016, 16:05:51

[quote author=Fantobelix qlnk=board=6&threadid=8599&start=15#95398 date=1465718549]
[quote author=galions qlnk=board=6&threadid=8599&start=15#95397 date=1465690895]
Sono d'accordo con Arne per quanto riguarda l'Urania Collezione n.161, infatti non lo acquisterò, ma per il resto non propongo nulla per migliorare la situazione.
A me Urania piace così com'è.
Questo non significa che non sia legittimo criticarla o anche decidere di non acquistare più nulla.
Quello che non capisco è arrivare ad augurarsi che nessun'altro acquisti più nulla e che la collana chiuda.
Perchè questo è quello che si ottiene cercando di organizzare il mancato acquisto collettivo dei volumi.
E quest'odio gratuito, che pensavo confinato solo agli utenti del blog ufficiale, proprio non lo comprendo.
[/quote]
Grazie mille Galions!!!
Solo 2 mesi fa leggevamo i "forzati della critica" festeggiare sentitamente per le prossime uscite e le comunicazioni ufficiali in merito. Sono bastate una o due uscite per farci ripiombare nel baratro delle lamentele, apparentemente più importanti di qualsiasi "bicchiere mezzo pieno" o tentativo fatto dall'editore, pur con le difficoltà del caso, per recuperare una relazione coi lettori. Attaccandosi addirittura al numero di pagine che deve avere un'uscita, per molto tempo richiesta ed attesa, pur di ricominciare.
Il tuo pensiero, che sono sicuro è simile a quello di molti altri che preferiscono dedicare a più costruttive attività il loro tempo, riporta un po' di buon senso anche nelle critiche su titoli o scelte editoriali, [U]più che lecite e più volte espresse, qui liberamente[/U], a volte anche troppo. Cui comunque alla fine prevalgono le leggi di mercato e i dati di vendita, che ci piacciano o meno, e che qualcuno analizzerà.
Che la tua pacatezza, insieme a quella di Nick ed altri, possa aiutarci a farci godere quel che di buono c'è, finchè ci sarà, e farci scegliere con più serenità ciò che si vuole leggere e comprare! Nel bene e nel male, a proprio insandacabile giudizio, ovviamente.
Grazie.
[/quote]

Grazie a te Fantobelix
sono convinto che Urania non abbia bisogno di difensori d'ufficio, ma anche se non la conosco da molto, credo anche che non si meriti tanta acredine.


Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
Messaggio di: J.J.Adams il 12 Giugno 2016, 18:32:38

[quote author=galions qlnk=board=6&threadid=8599&start=15#95405 date=1465740163][I]Prova a rileggerti allora JJ[/I]
[quote author=J.J.Adams qlnk=board=6&threadid=8599&start=0#95376 date=1465497065][I]E se entrassimo in sciopero ... non acquistando più alcun Urania ?
Sarei proprio curioso di vedere cosa potrebbe accadere quando il 'management' si dovesse trovare di fronte ad una valanga di rese.
O decide di chiudere una volta per tutte la baracca ... o acconsente, finalmente, a cambiare rotta ... [/I][IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]
[/quote]
[I]e dimmi quale sentimento sembra trasparire dalle tue parole ad un qualsiasi lettore.
Poi ha ripiegato dicendo che si trattava di una 'provocazione', ma quando scrivi che leggi Urania dal 1954, a maggior ragione rimango stupito dalle tue parole.[/I]
[/quote]
Mi sono riletto ... e allora ?

Ma, dico, l’hai vista la faccina che concludeva il mio messaggio ?

Pensi forse che sia tanto presuntuoso da illudermi che, col mio intervento, sarei stato in grado di scatenare una rivolta generale del popolo di Urania contro i ‘cattivi’ (bada bene che l’ho messo fra virgolette ... altrimenti rischierei di essere accusato di lesa maestà) che la gestiscono ?

Se così fosse, mi accrediteresti di un potere di persuasione che non ho né ho mai avuto ... né, tantomeno, tengo ad avere.

Se, come tanti altri, oso fare delle critiche non è perché trovi gusto a scagliare [B]odio[/B] o [B]acredine[/B] (altra parola pesante che [U]tu[/U] hai usato) nei confronti dell’attuale management di Urania ... ma perché, proprio da vecchio lettore quale sono, sono profondamente deluso e mi sento tradito dai loro discutibili comportamenti ... quelli sì che mettono veramente a rischio la futura esistenza delle varie collane ... e no di certo i miei 'temibili' incitamenti alla sedizione.

Vedi un pò di capirlo e, magari, cerca di pesare maggiormente le parole che scrivi !


Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
Messaggio di: attiliosfunel il 12 Giugno 2016, 19:12:08

[quote author=tehom qlnk=board=6&threadid=8599&start;=#95402 date=1465723300]
[quote author=Fantobelix qlnk=board=6&threadid=8599&start;=#95398 date=1465718549]
[quote author=galions qlnk=board=6&threadid=8599&start=15#95397 date=1465690895]
Sono d'accordo con Arne per quanto riguarda l'Urania Collezione n.161, infatti non lo acquisterò, ma per il resto non propongo nulla per migliorare la situazione.
A me Urania piace così com'è.
Questo non significa che non sia legittimo criticarla o anche decidere di non acquistare più nulla.
Quello che non capisco è arrivare ad augurarsi che nessun'altro acquisti più nulla e che la collana chiuda.
Perchè questo è quello che si ottiene cercando di organizzare il mancato acquisto collettivo dei volumi.
E quest'odio gratuito, che pensavo confinato solo agli utenti del blog ufficiale, proprio non lo comprendo.
[/quote]
Grazie mille Galions!!!
Solo 2 mesi fa leggevamo i "forzati della critica" festeggiare sentitamente per le prossime uscite e le comunicazioni ufficiali in merito. Sono bastate una o due uscite per farci ripiombare nel baratro delle lamentele, apparentemente più importanti di qualsiasi "bicchiere mezzo pieno" o tentativo fatto dall'editore, pur con le difficoltà del caso, per recuperare una relazione coi lettori. Attaccandosi addirittura al numero di pagine che deve avere un'uscita, per molto tempo richiesta ed attesa, pur di ricominciare.
Il tuo pensiero, che sono sicuro è simile a quello di molti altri che preferiscono dedicare a più costruttive attività il loro tempo, riporta un po' di buon senso anche nelle critiche su titoli o scelte editoriali, [U]più che lecite e più volte espresse, qui liberamente[/U], a volte anche troppo. Cui comunque alla fine prevalgono le leggi di mercato e i dati di vendita, che ci piacciano o meno, e che qualcuno analizzerà.
Che la tua pacatezza, insieme a quella di Nick ed altri, possa aiutarci a farci godere quel che di buono c'è, finchè ci sarà, e farci scegliere con più serenità ciò che si vuole leggere e comprare! Nel bene e nel male, a proprio insandacabile giudizio, ovviamente.
Grazie.
[/quote]
Urania non ha bisogno di difensori d'ufficio, tanto fanno quello che gli pare sempre e comunque, ma di recuperare (costruire?) una vera dialettica con i suoi lettori.
Questo risultato non si raggiunge sostenendo che il 3zo Shaw è il migliore della serie e totalmente autoconclusivo, perchè questa uscita sa tanto di pisciata in testa alla gente mentre si sostiene che in realtà sta piovendo...
Ora io mi rendo benissimo conto che certe scelte, come il Rucker nei Capolavori, erano già state calendarizzate da tempo, ma che costava da parte di un Lippi risparmiarsi questa sparata arrogante e dire qualcosa pressapoco di questo tenore:[I]"Adesso che abbiamo raggiunto un accettabile equilibrio economico/editoriale(...) saremo finalmente in grado dal prossimo futuro di venire incontro alle richieste del pubbico(...)"[/I] ?
Per quanto riguarda il Dozois se permettete mi attacco anch'io alla storia del numero di pagine, ma non per le ragioni stucchevoli di traduzione dall'inglese all'italiano bla bla bla, ma per un motivo molto più pratico.
Spezzandolo in tre parti (in un arco di tempo di un anno ! ) si annuncia una spesa complessiva di circa 24 euro che, se permettete, io ritengo eccessiva.
Se invece la Mondadori mi avesse confezionato un bel paperback dal costo diciamo di 15 euro circa chiamandolo Urania Mammuth, Urania Godzilla o come volete, l'avrei senz'altro preso senza esitazioni, così invece penso che rinuncerò prendendolo nell'usato con calma.
[/quote]
ahahah, Urania Godzilla non è niente male come idea! [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cheesy.gif[/IMG]


Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
Messaggio di: Lucky il 12 Giugno 2016, 20:35:33

[quote author=tehom qlnk=board=6&threadid=8599&start;=#95402 date=1465723300]
Questo risultato non si raggiunge sostenendo che il 3zo Shaw è il migliore della serie e totalmente autoconclusivo, perchè questa uscita sa tanto di pisciata in testa alla gente mentre si sostiene che in realtà sta piovendo...
[/quote]
Invito caldamente all'uso di un linguaggio più pulito
Lucky


Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
Messaggio di: waferdi il 13 Giugno 2016, 08:05:38

Rapporto sulle atrocità: Urania 1631.

Inizia una nuova serie di avventure, quante ne pubblicheranno? Ai posteri l'ardua sentenza!

  • [URL=http://www.isfdb.org/cgi-bin/ea.cgi?102137][I][I][B][I][B][B][B]naturalmente Giungla di cemento era stata pubblicata:[B]

    mag 2007, [I]Odissea. Fantascienza 17, Delos Books, [B]Milano[/B][/I][/B][/B][/B][/B][/I][/B][/I][/I][/URL]

  • [I][I][B][I][B][B][B][B][I][B]
    [/B][/I][/B][/B][/B][/B][/I][/B][/I][/I][URL=http://www.isfdb.org/cgi-bin/pe.cgi?23081]Laundry[/URL] [LIST]
  • 1 [I][URL=http://www.isfdb.org/cgi-bin/title.cgi?23803]The Atrocity Archive[/URL][/I] ([B]2001[/B]) also appeared as: [LIST]
  • [B]Serializations:[/B]
  • [I][URL=http://www.isfdb.org/cgi-bin/title.cgi?1058126]The Atrocity Archive (Part 1 of 3)[/URL][/I] ([B]2001[/B])
  • [I][URL=http://www.isfdb.org/cgi-bin/title.cgi?1058145]The Atrocity Archive (Part 2 of 3)[/URL][/I] ([B]2002[/B])
  • [I][URL=http://www.isfdb.org/cgi-bin/title.cgi?1058138]The Atrocity Archive (Part 3 of 3)[/URL][/I] ([B]2002[/B]) [/LIST]
  • 2 [I][URL=http://www.isfdb.org/cgi-bin/title.cgi?197359]The Jennifer Morgue[/URL][/I] ([B]2006[/B])
  • 3 [I][URL=http://www.isfdb.org/cgi-bin/title.cgi?1128662]The Fuller Memorandum[/URL][/I] ([B]2010[/B])
  • 4 [I][URL=http://www.isfdb.org/cgi-bin/title.cgi?1443574]The Apocalypse Codex[/URL][/I] ([B]2012[/B])
  • 5 [I][URL=http://www.isfdb.org/cgi-bin/title.cgi?1733999]The Rhesus Chart[/URL][/I] ([B]2014[/B])
  • 6 [I][URL=http://www.isfdb.org/cgi-bin/title.cgi?1863612]The Annihilation Score[/URL][/I] ([B]2015[/B])
  • 7 [I][URL=http://www.isfdb.org/cgi-bin/title.cgi?2004012]The Nightmare Stacks[/URL][/I] [B]forthcoming: Jun 23 2016[/B]
  • [I][URL=http://www.isfdb.org/cgi-bin/title.cgi?155238]The Atrocity Archives[/URL][/I] ([B]2004[/B]) [B][O/1+nva][/B]
  • [I][URL=http://www.isfdb.org/cgi-bin/title.cgi?278941]The Concrete Jungle[/URL][/I] ([B]2004[/B]) [B][SF][/B]
  • [I][URL=http://www.isfdb.org/cgi-bin/title.cgi?766973]Pimpf[/URL][/I] ([B]2006[/B]) [B][SF][/B] [B]also as by[/B] [URL=http://www.isfdb.org/cgi-bin/ea.cgi?102137]Charlie Stross[/URL] ]
  • [I][URL=http://www.isfdb.org/cgi-bin/title.cgi?806497]On Her Majesty's Occult Service[/URL][/I] ([B]2006[/B]) [B][O/1-2+nva+nt][/B]
  • [I][URL=http://www.isfdb.org/cgi-bin/title.cgi?1016376]Down on the Farm[/URL][/I] ([B]2008[/B]) [B][SF][/B]
  • [I][URL=http://www.isfdb.org/cgi-bin/title.cgi?1124034]Overtime[/URL][/I] ([B]2009[/B]) [B][SF][/B]
  • [I][URL=http://www.isfdb.org/cgi-bin/title.cgi?1649477]Equoid[/URL][/I] ([B]2013[/B]) [B][SF][/B]
  • [I][URL=http://www.isfdb.org/cgi-bin/title.cgi?1752910]Three Tales from the Laundry Files[/URL][/I] ([B]2014[/B]) [B][C][/B] [/LIST]

  • Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: ciccio il 13 Giugno 2016, 10:29:25

    [quote author=J.J.Adams qlnk=board=6&threadid=8599&start=15#95408 date=1465749158]
    [quote author=galions qlnk=board=6&threadid=8599&start=15#95405 date=1465740163][I]Prova a rileggerti allora JJ[/I]
    [quote author=J.J.Adams qlnk=board=6&threadid=8599&start=0#95376 date=1465497065][I]E se entrassimo in sciopero ... non acquistando più alcun Urania ?
    Sarei proprio curioso di vedere cosa potrebbe accadere quando il 'management' si dovesse trovare di fronte ad una valanga di rese.
    O decide di chiudere una volta per tutte la baracca ... o acconsente, finalmente, a cambiare rotta ... [/I][IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]
    [/quote]
    [I]e dimmi quale sentimento sembra trasparire dalle tue parole ad un qualsiasi lettore.
    Poi ha ripiegato dicendo che si trattava di una 'provocazione', ma quando scrivi che leggi Urania dal 1954, a maggior ragione rimango stupito dalle tue parole.[/I]
    [/quote]
    Mi sono riletto ... e allora ?

    Ma, dico, l’hai vista la faccina che concludeva il mio messaggio ?

    Pensi forse che sia tanto presuntuoso da illudermi che, col mio intervento, sarei stato in grado di scatenare una rivolta generale del popolo di Urania contro i ‘cattivi’ (bada bene che l’ho messo fra virgolette ... altrimenti rischierei di essere accusato di lesa maestà) che la gestiscono ?

    Se così fosse, mi accrediteresti di un potere di persuasione che non ho né ho mai avuto ... né, tantomeno, tengo ad avere.

    Se, come tanti altri, oso fare delle critiche non è perché trovi gusto a scagliare [B]odio[/B] o [B]acredine[/B] (altra parola pesante che [U]tu[/U] hai usato) nei confronti dell’attuale management di Urania ... ma perché, proprio da vecchio lettore quale sono, sono profondamente deluso e mi sento tradito dai loro discutibili comportamenti ... quelli sì che mettono veramente a rischio la futura esistenza delle varie collane ... e no di certo i miei 'temibili' incitamenti alla sedizione.

    Vedi un pò di capirlo e, magari, cerca di pesare maggiormente le parole che scrivi !
    [/quote]

    Io mi trovo nella stessa situazione di Gallions, nei tuoi interventi vedo principalmente una critica spinta da un acredine profonda, non motivata soprattutto adesso che stanno uscendo su Urania una serie di romanzi originali e di buona qualità, poi sono d'accordo che forse non è stata la mossa più brillante pubblicare solo l'ultimo volume di una trilogia in Urania Collezione, ma è anche vero che Urania collezione, e principalmente dedicata alle ristampe, per cui credo che la maggior parte di quelli che sono intervenuti ne abbiano già l'edizione precedente, e che se acquistano Urania Collezione lo fanno principalmente per avere la collana completa, in quanto alla pubblicazione in tre parti dell'antologia The Best mi sembra che diversi tra gli intervenuti hanno dichiarato in occasioni precedenti che sarebbero stati disposti a pagare di più per avere opere inedite, beh vi hanno accontentato di cosa vi lamentate.


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: ciccio il 13 Giugno 2016, 10:30:58

    [quote author=waferdi qlnk=board=6&threadid=8599&start=30#95417 date=1465797938]
    Rapporto sulle atrocità: Urania 1631.

    Inizia una nuova serie di avventure, quante ne pubblicheranno? Ai posteri l'ardua sentenza!
  • [URL=http://www.isfdb.org/cgi-bin/ea.cgi?102137][I][I][B][I][B][B][B]naturalmente Giungla di cemento era stata pubblicata:[B]

    mag 2007, [I]Odissea. Fantascienza 17, Delos Books, [B]Milano[/B][/I][/B][/B][/B][/B][/I][/B][/I][/I][/URL]

  • [I][I][B][I][B][B][B][B][I][B]
    [/B][/I][/B][/B][/B][/B][/I][/B][/I][/I][URL=http://www.isfdb.org/cgi-bin/pe.cgi?23081]Laundry[/URL] [LIST]
  • 1 [I]tle.cgi?23803" target="_blank">The Atrocity Archive[/I] ([B]2001[/B]) also appeared as: [LIST]
  • [B]Serializations:[/B]
  • [I]tle.cgi?1058126" target="_blank">The Atrocity Archive (Part 1 of 3)[/I] ([B]2001[/B])
  • [I]tle.cgi?1058145" target="_blank">The Atrocity Archive (Part 2 of 3)[/I] ([B]2002[/B])
  • [I]tle.cgi?1058138" target="_blank">The Atrocity Archive (Part 3 of 3)[/I] ([B]2002[/B]) [/LIST]
  • 2 [I]tle.cgi?197359" target="_blank">The Jennifer Morgue[/I] ([B]2006[/B])
  • 3 [I]tle.cgi?1128662" target="_blank">The Fuller Memorandum[/I] ([B]2010[/B])
  • 4 [I]tle.cgi?1443574" target="_blank">The Apocalypse Codex[/I] ([B]2012[/B])
  • 5 [I]tle.cgi?1733999" target="_blank">The Rhesus Chart[/I] ([B]2014[/B])
  • 6 [I]tle.cgi?1863612" target="_blank">The Annihilation Score[/I] ([B]2015[/B])
  • 7 [I]tle.cgi?2004012" target="_blank">The Nightmare Stacks[/I] [B]forthcoming: Jun 23 2016[/B]
  • [I]tle.cgi?155238" target="_blank">The Atrocity Archives[/I] ([B]2004[/B]) [B][O/1+nva][/B]
  • [I]tle.cgi?278941" target="_blank">The Concrete Jungle[/I] ([B]2004[/B]) [B][SF][/B]
  • [I]tle.cgi?766973" target="_blank">Pimpf[/I] ([B]2006[/B]) [B][SF][/B] [B]also as by[/B] [URL=http://www.isfdb.org/cgi-bin/ea.cgi?102137]Charlie Stross[/URL] ]
  • [I]tle.cgi?806497" target="_blank">On Her Majesty's Occult Service[/I] ([B]2006[/B]) [B][O/1-2+nva+nt][/B]
  • [I]tle.cgi?1016376" target="_blank">Down on the Farm[/I] ([B]2008[/B]) [B][SF][/B]
  • [I]tle.cgi?1124034" target="_blank">Overtime[/I] ([B]2009[/B]) [B][SF][/B]
  • [I]tle.cgi?1649477" target="_blank">Equoid[/I] ([B]2013[/B]) [B][SF][/B]
  • [I]tle.cgi?1752910" target="_blank">Three Tales from the Laundry Files[/I] ([B]2014[/B]) [B][C][/B] [/LIST]
    [/quote]


    Grazie Wafer sei prezioso come sempre adesso speriamo che traducano anche gli altri.

  • Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: ciccio il 13 Giugno 2016, 10:37:13

    [quote author=Impossibili qlnk=board=6&threadid=8599&start=0#95375 date=1465495774]
    Condivido quanto scritto da Arne e gli altri ma non mi sento più di scandalizzarmi per le scelte che vengono fatte perché da tempo le cose andavano in questa direzione.

    Ad esempio:

    1) Cicli pubblicati non in ordine logico
    2) Cicli pubblicati e rimasti incompiuti
    3) Cicli pubblicati con uscite a distanza di mesi quando non di anni

    Naturalmente queste evenienze occorrono contemporaneamente per la gioia dell'appassionato...

    4) Italiani francamente illeggibili pubblicati senza quasi editing e dall'altra parte un bel Vinge rimaneggiato.
    5) Ristampe, ristampe, ristampe (mi viene in mente una canzone degli Squallor che non cito).

    Il tutto apparecchiato con sussiegosità e un po' di schifiltosità nei confronti dei lettori che ne chiedono sacrosantamente ragione.

    Così è da tempo, molto tempo.

    L'altro giorno ho cominciato a fare la pulizia periodica degli scaffali dove tengo gli Urania e la cosa strana è vedere che Lippi ha pubblicato cose ottime.

    Non capisco.
    [/quote]

    Perché odi cosi tanto gli autori italiani? tra l'altro sei un po' assolutista nelle tue affermazioni, dai quasi per scontato che se una cosa non piace a te non debba piacere a nessuno.


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: J.J.Adams il 13 Giugno 2016, 11:11:16

    E va bene ... se la cosa Vi può fare piacere ... lo ammetto ... sono [B][COLOR=#1f497d]brutto[/COLOR][/B], [B][COLOR=#938953]sporco[/COLOR][/B] e [B][COLOR=#974806]cattivo[/COLOR][/B] ... ed emano [B]odio gratuito[/B] ed [B]acredine profonda [/B]... e ben merito di essere sottoposto alla gogna sulla pubblica piazza ... se non, addirittura, fustigato.

    Quello che però mi stupisce veramente è il reiterato impiego di tali termini da parte vostra ... che, sempre pronti a giustificare tutto, vi atteggiate a buonisti e moderati ...

    Comunque ... perseverando diabolicamente nella mia cattiveria ... oso affermare che nessuno mi può togliere dalla testa che, con la pubblicazione in tre volumi di "[B]The Year’s Best SF 31[/B]", la Mondadori, o chi per essa, stia compiendo una speculazione sulle nostre spalle.

    Con l'acquisizione di una sola opera riescono praticamente a coprire l'intero arco di tempo di un anno ... prendendo, come ho già scritto, ben tre piccioni con una fava ... cosa che 'tehom', sia pure in un intervento alquanto 'fiorito', non ha mancato di evidenziare.

    Vi ringrazio comunque per la (s)cortese attenzione ... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_tongue.gif[/IMG]


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: waferdi il 13 Giugno 2016, 12:40:41

    [quote author=J.J.Adams qlnk=board=6&threadid=8599&start;=#95425 date=1465809076]
    E va bene ... se la cosa Vi può fare piacere ... lo ammetto ... sono [B][COLOR=#1f497d]brutto[/COLOR][/B], [B][COLOR=#938953]sporco[/COLOR][/B] e [B][COLOR=#974806]cattivo[/COLOR][/B] ... ed emano [B]odio gratuito[/B] ed [B]acredine profonda [/B]... e ben merito di essere sottoposto alla gogna sulla pubblica piazza ... se non, addirittura, fustigato.

    Quello che però mi stupisce veramente è il reiterato impiego di tali termini da parte vostra ... che, sempre pronti a giustificare tutto, vi atteggiate a buonisti e moderati ...

    Comunque ... perseverando diabolicamente nella mia cattiveria ... oso affermare che nessuno mi può togliere dalla testa che, con la pubblicazione in tre volumi di "[B]The Year’s Best SF 31[/B]", la Mondadori, o chi per essa, stia compiendo una speculazione sulle nostre spalle.

    Con l'acquisizione di una sola opera riescono praticamente a coprire l'intero arco di tempo di un anno ... prendendo, come ho già scritto, ben tre piccioni con una fava ... cosa che 'tehom', sia pure in un intervento alquanto 'fiorito', non ha mancato di evidenziare.

    Vi ringrazio comunque per la (s)cortese attenzione ... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_tongue.gif[/IMG]
    [/quote]

    E' inutile menarla tanto per le lunghe, hanno sempre fatto il c.........o che volevano. Qualcuno (come me) si è semplicemente stancato (rotto le palle, e Lucky non ti arrabbiare) e non acquisto più niente delle ristampe, acquisto solo quello che mi interessa. Generalmente leggo opere originali in inglese ma non ho mai disdegnato di acquistarle pure in italiano. Hanno rovinato UC (la più bella collana che avevano in produzione) equiparandola alla madre, hanno fatto una scelta orribile e non credo che abbiano tenuto conto dei lettori e collezionisti, hanno seguito istruzioni imprenditoriali che niente hanno a che fare con le novità che ultimamente stanno pubblicando. Beviamoci sopra e come l'amico ha detto che bisogna tagliarselo per fare dispetto alla moglie, io invece penso che se qualcuno ha cambiato amante è solo colpa di quello che mandano in pubblicazione.
    Non vogliatemi male ma non sono l'unico a pensarla così.
    w.

    P.S.: una piccola aggiunta. Vorrei vedere cose avrebbe detto il gran padrone della Mondadori se invece di andare a nuove fidanzate, lo avessero indirizzato ancora verso i passati amori.


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: waferdi il 13 Giugno 2016, 13:23:03

    A proposito di nuove (per alcuni) amanti: eccovi l'ultima arrivata in casa Petruzzelli (La Botte Piccola).

    [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kcf57cfb216.jpg[/IMG]


    http://www.edizionidellavigna.it/collane/LBP/020/LBP020.htm

    Inutile dirvi che ho contribuito, con l'amico Luigi, alla traduzione.

    Fatevi sotto che il romanzo merita.
    w.


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: ciccio il 13 Giugno 2016, 14:29:20

    [quote author=J.J.Adams qlnk=board=6&threadid=8599&start=30#95425 date=1465809076]
    E va bene ... se la cosa Vi può fare piacere ... lo ammetto ... sono [B][COLOR=#1f497d]brutto[/COLOR][/B], [B][COLOR=#938953]sporco[/COLOR][/B] e [B][COLOR=#974806]cattivo[/COLOR][/B] ... ed emano [B]odio gratuito[/B] ed [B]acredine profonda [/B]... e ben merito di essere sottoposto alla gogna sulla pubblica piazza ... se non, addirittura, fustigato.

    Quello che però mi stupisce veramente è il reiterato impiego di tali termini da parte vostra ... che, sempre pronti a giustificare tutto, vi atteggiate a buonisti e moderati ...

    Comunque ... perseverando diabolicamente nella mia cattiveria ... oso affermare che nessuno mi può togliere dalla testa che, con la pubblicazione in tre volumi di "[B]The Year’s Best SF 31[/B]", la Mondadori, o chi per essa, stia compiendo una speculazione sulle nostre spalle.

    Con l'acquisizione di una sola opera riescono praticamente a coprire l'intero arco di tempo di un anno ... prendendo, come ho già scritto, ben tre piccioni con una fava ... cosa che 'tehom', sia pure in un intervento alquanto 'fiorito', non ha mancato di evidenziare.

    Vi ringrazio comunque per la (s)cortese attenzione ... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_tongue.gif[/IMG]
    [/quote]
    In definitiva potresti rimediare alle prime due lavandoti e con la plastica facciale, sul fatto di essere cattivo e una scelta e finche non cominci a dar fuoco alle edicole che vendono urania, non mi causa problemi. Buonista e moderato sono termini che mi sono sentito rivolgere fin dai tempi delle scuole superiori (ormai lontani ahimè) dai contestatori di ogni genere con cui non mi dichiaravo d'accordo, per cui ci sono abituato, e anche questo non mi causa problemi, se dovessi mettere qualcuno alla gogna certo non sarebbe per aver espresso un opinione diversa dalla mia, ritengo che ognuno possa anzi debba esprimere liberamente le sue idee, ovviamente esprimendole si espone alla possibilità che qualcuno di idee diverse, cerchi di discutere e interagire.


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: MILES VORKOSIGAN il 13 Giugno 2016, 14:53:37

    Quindi devo aspettare che nella stessa abitazione si mettano d'accordo sui diritti per fare uscire i due libri centrali del ciclo????? Ma e' ancora più assurdo, allora prima ci si mette d'accordo , si fanno uscire di nuovo i due romanzi con l'etichetta Rizzoli??? Non me ne frega un beneamato bip!! Dopo lanci il Jumbo con il romanzo non tradotto e fai più bella figura. Condivido le parole di JJ anche se sono forti , ci state facendo acqua sulla testa!!!!!


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: Lucky il 13 Giugno 2016, 17:42:28

    [quote author=MILES VORKOSIGAN qlnk=board=6&threadid=8599&start;=#95431 date=1465822417]
    Quindi devo aspettare che nella stessa abitazione si mettano d'accordo sui diritti per fare uscire i due libri centrali del ciclo????? Ma e' ancora più assurdo, allora prima ci si mette d'accordo , si fanno uscire di nuovo i due romanzi con l'etichetta Rizzoli??? Non me ne frega un beneamato bip!! Dopo lanci il Jumbo con il romanzo non tradotto e fai più bella figura. Condivido le parole di JJ anche se sono forti , ci state facendo acqua sulla testa!!!!!
    [/quote]
    [B]Redazione
    [/B]
    [URL=http://blog.librimondadori.it/blogs/urania/2016/03/23/i-capolavori-di-urania-1629-coyote-del-cielo-la-compagnia-del-tempo-2/#comment-108840]maggio 11th, 2016 at 12:58[/URL]
    Le case editrici del Gruppo Mondadori, come chiunque può verificare, sono in continua concorrenza tra loro (Einaudi, Mondadori, Piemme, Sperling, ecc) e la stessa cosa accadrà con Rizzoli e le altre acquisizioni. E questo per garantire massima pluralità di idee e di strategie editoriali. Dunque non mettete mai in relazione il fatto che una casa editrice acquisita da Mondadori significhi che Mondadori possa fare ciò che vuole del catalogo dell’editore acquisito. O viceversa. Il patrimonio editoriale di ogni sigla del Gruppo è (per fortuna) sempre garantito e tutelato.
    Il progetto di recuperare i 4 Rama c’è, ma si dovrà verificare con cura la possibilità di acquisire tutti i titoli per poterli proporre nel modo più opportuno (e non necessariamente nelle collane da edicola).
    Se ci saranno novità in questo senso ne daremo notizia.


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: J.J.Adams il 13 Giugno 2016, 18:43:51

    [QUOTE][I][FONT=Verdana, arial, helvetica, serif][SIZE=2][HIGHLIGHT=#e7e9eb]Il progetto di recuperare i 4 Rama c’è, ma si dovrà verificare con cura la possibilità di acquisire tutti i titoli per poterli proporre nel modo più opportuno (e non necessariamente nelle collane da edicola). [/HIGHLIGHT][/SIZE][/FONT]
    [FONT=Verdana, arial, helvetica, serif][SIZE=2][HIGHLIGHT=#e7e9eb]Se ci saranno novità in questo senso ne daremo notizia.[/HIGHLIGHT][/SIZE][/FONT][/I]
    [/QUOTE]
    In effetti una qualche speranza la lasciano ...

    A meno che non stiano pensando di raccogliere in un unico volume l'intera tetralogia ... come, ad esempio, hanno fatto con ...

    [IMG]http://oi67.tinypic.com/2ypkdqo.jpg[/IMG]

    ... un massiccio [I]paperback[/I] di quasi 650 pagine, pubblicato nel 2012, stampato fitto fitto ... al modico prezzo di 15 Euro ...

    Ma dubito che la cosa sia imminente ... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cry.gif[/IMG]


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: waferdi il 13 Giugno 2016, 20:42:34

    [quote author=Lucky qlnk=board=6&threadid=8599&start;=#95432 date=1465832548]
    [quote author=MILES VORKOSIGAN qlnk=board=6&threadid=8599&start;=#95431 date=1465822417]
    Quindi devo aspettare che nella stessa abitazione si mettano d'accordo sui diritti per fare uscire i due libri centrali del ciclo????? Ma e' ancora più assurdo, allora prima ci si mette d'accordo , si fanno uscire di nuovo i due romanzi con l'etichetta Rizzoli??? Non me ne frega un beneamato bip!! Dopo lanci il Jumbo con il romanzo non tradotto e fai più bella figura. Condivido le parole di JJ anche se sono forti , ci state facendo acqua sulla testa!!!!!
    [/quote]
    [B]Redazione
    [/B]
    [URL=http://blog.librimondadori.it/blogs/urania/2016/03/23/i-capolavori-di-urania-1629-coyote-del-cielo-la-compagnia-del-tempo-2/#comment-108840]maggio 11th, 2016 at 12:58[/URL]
    Le case editrici del Gruppo Mondadori, come chiunque può verificare, sono in continua concorrenza tra loro (Einaudi, Mondadori, Piemme, Sperling, ecc) e la stessa cosa accadrà con Rizzoli e le altre acquisizioni. E questo per garantire massima pluralità di idee e di strategie editoriali. Dunque non mettete mai in relazione il fatto che una casa editrice acquisita da Mondadori significhi che Mondadori possa fare ciò che vuole del catalogo dell’editore acquisito. O viceversa. Il patrimonio editoriale di ogni sigla del Gruppo è (per fortuna) sempre garantito e tutelato.
    Il progetto di recuperare i 4 Rama c’è, ma si dovrà verificare con cura la possibilità di acquisire tutti i titoli per poterli proporre nel modo più opportuno (e non necessariamente nelle collane da edicola).
    Se ci saranno novità in questo senso ne daremo notizia.
    [/quote]

    Quando la mia impresa di costruzioni acquistava qualche altra impresa si assicurava che tutte le sue proprietà diventassero esclusivamente proprietà della stessa, anche se le imprese acquisite ritenevano il loro nome, macchinari e personale.
    Non alzavano foglio se l'impresa madre decideva così. Si usavano macchinari e personale solamente con un semplice distaccamento o una specie di affitto mensile solamente per motivi amministrativi, in fondo chi comandava e gestiva tutto era la casa madre e le affiliate non avevano alcuna voce in merito. Mi sembra strano che nell'editoria si ci possa comportare differentemente. In fondo quando qualcuno acquisisce le proprietà altrui si prende oneri e onori. Vorrei sapere se Einaudi, Piemme, Sperling hanno ancora uno dei loro come capo dell'esecutivo (presidente, direttore generale o che altro sia) e che possa far valere le sue ragioni se il Grande Capo della Mondadori si oppone.
    w.


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: Impossibili il 13 Giugno 2016, 22:52:52

    [quote author=ciccio qlnk=board=6&threadid=8599&start=30#95423 date=1465807033]
    [quote author=Impossibili qlnk=board=6&threadid=8599&start=0#95375 date=1465495774]
    Condivido quanto scritto da Arne e gli altri ma non mi sento più di scandalizzarmi per le scelte che vengono fatte perché da tempo le cose andavano in questa direzione.

    Ad esempio:

    1) Cicli pubblicati non in ordine logico
    2) Cicli pubblicati e rimasti incompiuti
    3) Cicli pubblicati con uscite a distanza di mesi quando non di anni

    Naturalmente queste evenienze occorrono contemporaneamente per la gioia dell'appassionato...

    4) Italiani francamente illeggibili pubblicati senza quasi editing e dall'altra parte un bel Vinge rimaneggiato.
    5) Ristampe, ristampe, ristampe (mi viene in mente una canzone degli Squallor che non cito).

    Il tutto apparecchiato con sussiegosità e un po' di schifiltosità nei confronti dei lettori che ne chiedono sacrosantamente ragione.

    Così è da tempo, molto tempo.

    L'altro giorno ho cominciato a fare la pulizia periodica degli scaffali dove tengo gli Urania e la cosa strana è vedere che Lippi ha pubblicato cose ottime.

    Non capisco.
    [/quote]

    Perché odi cosi tanto gli autori italiani? tra l'altro sei un po' assolutista nelle tue affermazioni, dai quasi per scontato che se una cosa non piace a te non debba piacere a nessuno.
    [/quote]

    Se per te una critica significa odiare credo che non stiamo usando la stessa lingua.
    L'odio (non è che lo dico io) nasce dalla stessa radice dell'amore.
    Personalmente non amo gli autori italiani e quindi nemmeno li odio.

    Per me il criterio di valutazione degli italiani su Urania è scadente, li si spinge per motivi puramente commerciali (costano meno di un americano o inglese).
    Se ti interessa possiamo discuterne in modo più dettagliato il che sarebbe interessante.


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: Impossibili il 13 Giugno 2016, 23:34:12

    Leggo termini come "odio" e "acredine" che a mio parere sono usati in modo inappropriato.
    Per intenderci meglio forse sarebbe opportuno chiarire se su alcune affermazioni di critica mia e di J.J. Adams (soprattutto) vengono riconosciute come sensate o meno.

    Parto dal fatto che i gusti sono gusti e quindi tolgo dal mazzo le critiche su questo o quell'autore perché de gustibus...

    Le critiche oggettive che io porto alla gestione di Urania sono principalmente:

    1) I cicli che non vengono rispettati né in ordine cronologico né per quanto riguarda la pubblicazione in un ragionevole lasso di tempo oltreché la pubblicazione incompleta

    2) Le ristampe continue.

    Su questo siamo d'accordo?


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: attiliosfunel il 14 Giugno 2016, 08:18:41

    [quote author=Impossibili qlnk=board=6&threadid=8599&start=30#95436 date=1465853652]
    Leggo termini come "odio" e "acredine" che a mio parere sono usati in modo inappropriato.
    Per intenderci meglio forse sarebbe opportuno chiarire se su alcune affermazioni di critica mia e di J.J. Adams (soprattutto) vengono riconosciute come sensate o meno.

    Parto dal fatto che i gusti sono gusti e quindi tolgo dal mazzo le critiche su questo o quell'autore perché de gustibus...

    Le critiche oggettive che io porto alla gestione di Urania sono principalmente:

    1) I cicli che non vengono rispettati né in ordine cronologico né per quanto riguarda la pubblicazione in un ragionevole lasso di tempo oltreché la pubblicazione incompleta

    2) Le ristampe continue.

    Su questo siamo d'accordo?
    [/quote]
    Anche le giustificazioni ridicole ci metterei.


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: ciccio il 14 Giugno 2016, 08:45:27

    [quote author=MILES VORKOSIGAN qlnk=board=6&threadid=8599&start=30#95431 date=1465822417]
    Quindi devo aspettare che nella stessa abitazione si mettano d'accordo sui diritti per fare uscire i due libri centrali del ciclo????? Ma e' ancora più assurdo, allora prima ci si mette d'accordo , si fanno uscire di nuovo i due romanzi con l'etichetta Rizzoli??? Non me ne frega un beneamato bip!! Dopo lanci il Jumbo con il romanzo non tradotto e fai più bella figura. Condivido le parole di JJ anche se sono forti , ci state facendo acqua sulla testa!!!!!
    [/quote]

    Sei in controtendenza qui ci si lamenta delle troppe ristampe non delle troppo poche


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: ciccio il 14 Giugno 2016, 08:56:55

    [quote author=Impossibili qlnk=board=6&threadid=8599&start=30#95435 date=1465851172]
    [quote author=ciccio qlnk=board=6&threadid=8599&start=30#95423 date=1465807033]
    [quote author=Impossibili qlnk=board=6&threadid=8599&start=0#95375 date=1465495774]

    [/quote]

    [/quote]

    Se per te una critica significa odiare credo che non stiamo usando la stessa lingua.
    L'odio (non è che lo dico io) nasce dalla stessa radice dell'amore.
    Personalmente non amo gli autori italiani e quindi nemmeno li odio.

    Per me il criterio di valutazione degli italiani su Urania è scadente, li si spinge per motivi puramente commerciali (costano meno di un americano o inglese).
    Se ti interessa possiamo discuterne in modo più dettagliato il che sarebbe interessante.
    [/quote]
    Hai ragione ho esagerato nel definirlo odio, diciamo che non ti sono molto simpatici, e anche vero che costano meno, ma non sono per niente d'accordo (e sono pronto a discuterne) sul fatto che siano pessimi scrittori, vanno valutati singolarmente e opera per opera, sono pronto a criticare o apprezzare qualunque autore Italiano o Straniero, ma secondo la mia opinione gli autori Italiani che Urania sta pubblicando sono di buona qualità, e scrivono bene, in alcuni casi non apprezzo i temi e il modo di trattarli, ma vanno valutati caso per caso, senza farne un mazzo unico.


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: Cletus il 14 Giugno 2016, 09:51:16

    [I]"Odio", "acredine", "pessimi"...[/I] mi spiace, pensavo che fossimo usciti da questa modalità di guardare agli autori di casa nostra. Ma vedo che non è così, non per tutti almeno. Sapete che cosa mi rabbuia di più? Che non li si reputi neppure degni di una critica un po' più articolata, magari facendo nomi e cognomi, parlando dei difetti di ciascuno senza semplicisticamente passarli per le armi in funzione della divisa che indossano...

    Massimo rispetto per queste esternazioni che non condivido; auspicherei una reciprocità però. Ma quelle tre parole a inizio post non depongono a favore di una critica (magari severa), ma pacata, costruttiva e soprattutto circostanziata.

    Grazie e scusate la difesa di ufficio, senza polemica eh.
    Cletus aka Dario [IMG]http://uraniamania.com/images/s_smiley.gif[/IMG]


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: Kolok il 14 Giugno 2016, 09:53:49

    [quote author=J.J.Adams qlnk=board=6&threadid=8599&start=15#95401 date=1465722129]
    ...
    - un nuovo titolo (The Year’s Best SF 31) che potrebbe essere pubblicato in due volumi lo sia in tre
    - venga ripubblicato soltanto il terzo episodio di una trilogia
    - dopo il primo 'Rama' si passi direttamente alla pubblicazione del quarto saltando a piè pari il secondo e il terzo

    ... per citare soltanto alcuni esempi recenti ... può anche darsi che a te stia bene ... ad altri, verosimilmente, no.

    Ma, per favore, non venirmi a parlare di odio ...
    [/quote]

    TI STIMO [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_kiss.gif[/IMG]

    Per quanto riguarda The Year’s Best SF 31 da 900 pagine in 3 libri da 300,..perchè non 4 da 225 pagine?! o magari 6 da da 150 no!? [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_lipsrsealed.gif[/IMG]


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: galions il 14 Giugno 2016, 10:13:13

    'Odio' e 'acredine' sono termini che ho usato io per primo per qualificare certe parole.
    Peccato che qualcuno si sofferma su questi termini sorvolando sull'enormità di chi ha auspicato lo sciopero degli acquisti collettivo mascherandolo dietro la faccina con il sorrisone e rimangiandoselo il post successivo dicendo che si trattava di semplice provocazione.
    Sono d'accordo con Dario sugli italiani, ricordo benissimo che il premio Urania Glauco De Bona è stato squalificato sul blog ufficiale addirittura il mese prima della pubblicazione, quindi basandosi sulle indiscrezioni.
    Il che è tutto dire.


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: J.J.Adams il 14 Giugno 2016, 10:20:52

    [quote author=Cletus qlnk=board=6&threadid=8599&start=45#95444 date=1465890676][I]"[B][U]Odio[/U][/B]", "[B][U]acredine[/U][/B]", "[B]pessimi[/B]"...[/I] [I]mi spiace, pensavo che fossimo usciti da questa modalità di guardare agli autori di casa nostra. [/I]
    [I]Ma vedo che non è così, non per tutti almeno. [/I]
    [I]Sapete che cosa mi rabbuia di più? [/I]
    [I]Che non li si reputi neppure degni di una critica un po' più articolata, magari facendo nomi e cognomi, parlando dei difetti di ciascuno senza semplicisticamente passarli per le armi in funzione della divisa che indossano...
    Massimo rispetto per queste esternazioni che non condivido; auspicherei una reciprocità però. [/I]
    [I]Ma quelle tre parole a inizio post non depongono a favore di una critica (magari severa), ma pacata, costruttiva e soprattutto circostanziata.
    Grazie e scusate la difesa di ufficio, senza polemica eh.
    Cletus aka Dario[/I] [IMG]http://uraniamania.com/images/s_smiley.gif[/IMG]
    [/quote]
    Ritengo di doverLe precisare che i primi due termini (usati da due partecipanti a questa discussione) erano rivolti in particolar modo a miei interventi su argomenti che nulla avevano a che fare con giudizi, da me mai espressi, nei confronti di autori italiani.


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: J.J.Adams il 14 Giugno 2016, 10:36:26

    [quote author=galions qlnk=board=6&threadid=8599&start=45#95446 date=1465891993][I]'Odio' e 'acredine' sono termini che ho usato io per primo per qualificare certe parole.
    Peccato che qualcuno si sofferma su questi termini sorvolando sull'[B]enormità[/B] di chi ha auspicato lo sciopero degli acquisti collettivo mascherandolo dietro la faccina con il sorrisone e rimangiandoselo il post successivo dicendo che si trattava di semplice provocazione.[/I]
    [/quote]
    [B][SIZE=4][COLOR=#ff0000]Enormità [/COLOR][/SIZE][/B]...
    [B]Siamo al top, ragazzi![/B] ... come direbbe Giuseppe Cruciani ... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_tongue.gif[/IMG]

    [IMG]http://oi64.tinypic.com/15nrleo.jpg[/IMG]


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: and il 14 Giugno 2016, 10:36:54

    Per me tutte queste discussioni il mese in cui esce uno Stross e viene annunciato uno Scalzi sono assurde


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: waferdi il 14 Giugno 2016, 10:54:59

    [quote author=ciccio qlnk=board=6&threadid=8599&start;=#95438 date=1465886727]
    [quote author=MILES VORKOSIGAN qlnk=board=6&threadid=8599&start=30#95431 date=1465822417]
    Quindi devo aspettare che nella stessa abitazione si mettano d'accordo sui diritti per fare uscire i due libri centrali del ciclo????? Ma e' ancora più assurdo, allora prima ci si mette d'accordo , si fanno uscire di nuovo i due romanzi con l'etichetta Rizzoli??? Non me ne frega un beneamato bip!! Dopo lanci il Jumbo con il romanzo non tradotto e fai più bella figura. Condivido le parole di JJ anche se sono forti , ci state facendo acqua sulla testa!!!!!
    [/quote]

    Sei in controtendenza qui ci si lamenta delle troppe ristampe non delle troppo poche
    [/quote]

    Non è delle troppe ristampe che la gente si è stancata: è del far ristampare come CAPOLAVORI romanzi che non lo sono affatto.
    E, come specificato dalla loro redazione, solamente per fare moneta, perchè in difficoltà economiche.
    w.


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: Cletus il 14 Giugno 2016, 10:58:19

    [quote author=Impossibili qlnk=board=6&threadid=8599&start;=#95435 date=1465851172]
    [quote author=ciccio qlnk=board=6&threadid=8599&start=30#95423 date=1465807033]
    [quote author=Impossibili qlnk=board=6&threadid=8599&start=0#95375 date=1465495774]
    Condivido quanto scritto da Arne e gli altri ma non mi sento più di scandalizzarmi per le scelte che vengono fatte perché da tempo le cose andavano in questa direzione.

    Ad esempio:

    1) Cicli pubblicati non in ordine logico
    2) Cicli pubblicati e rimasti incompiuti
    3) Cicli pubblicati con uscite a distanza di mesi quando non di anni

    Naturalmente queste evenienze occorrono contemporaneamente per la gioia dell'appassionato...

    4) Italiani francamente illeggibili pubblicati senza quasi editing e dall'altra parte un bel Vinge rimaneggiato.
    5) Ristampe, ristampe, ristampe (mi viene in mente una canzone degli Squallor che non cito).

    Il tutto apparecchiato con sussiegosità e un po' di schifiltosità nei confronti dei lettori che ne chiedono sacrosantamente ragione.

    Così è da tempo, molto tempo.

    L'altro giorno ho cominciato a fare la pulizia periodica degli scaffali dove tengo gli Urania e la cosa strana è vedere che Lippi ha pubblicato cose ottime.

    Non capisco.
    [/quote]

    Perché odi cosi tanto gli autori italiani? tra l'altro sei un po' assolutista nelle tue affermazioni, dai quasi per scontato che se una cosa non piace a te non debba piacere a nessuno.
    [/quote]

    Se per te una critica significa odiare credo che non stiamo usando la stessa lingua.
    L'odio (non è che lo dico io) nasce dalla stessa radice dell'amore.
    Personalmente non amo gli autori italiani e quindi nemmeno li odio.

    Per me il criterio di valutazione degli italiani su Urania è scadente, li si spinge per motivi puramente commerciali (costano meno di un americano o inglese).
    Se ti interessa possiamo discuterne in modo più dettagliato il che sarebbe interessante.
    [/quote]

    Sì, forse sarebbe auspicabile discuterne in modo più dettagliato, così che non appaiano solo come giudizi tranchant, monchi di qualsiasi argomentazione. Mi piacerebbe capire che cosa vuol dire "valutazione scadente" (il "pessimo" è suo, mi pare). E' il Premio Urania che reputa non all'altezza? O gli autori che entrano nella programmazione a prescindere? Qualche differenziazione aiuterebbe a capire, mi scusi. E' davvero sicuro che costino meno di uno scrittore straniero e che la scelta di pubblicare italiani sia improntata a questi supposti "motivi commerciali"? Nella sua logica il risparmio equivarrebbe ad autolesionismo...


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: ciccio il 14 Giugno 2016, 11:13:23

    [quote author=waferdi qlnk=board=6&threadid=8599&start=45#95450 date=1465894499]
    [quote author=ciccio qlnk=board=6&threadid=8599&start;=#95438 date=1465886727]
    [quote author=MILES VORKOSIGAN qlnk=board=6&threadid=8599&start=30#95431 date=1465822417]
    Quindi devo aspettare che nella stessa abitazione si mettano d'accordo sui diritti per fare uscire i due libri centrali del ciclo????? Ma e' ancora più assurdo, allora prima ci si mette d'accordo , si fanno uscire di nuovo i due romanzi con l'etichetta Rizzoli??? Non me ne frega un beneamato bip!! Dopo lanci il Jumbo con il romanzo non tradotto e fai più bella figura. Condivido le parole di JJ anche se sono forti , ci state facendo acqua sulla testa!!!!!
    [/quote]

    Sei in controtendenza qui ci si lamenta delle troppe ristampe non delle troppo poche
    [/quote]

    Non è delle troppe ristampe che la gente si è stancata: è del far ristampare come CAPOLAVORI romanzi che non lo sono affatto.
    E, come specificato dalla loro redazione, solamente per fare moneta, perchè in difficoltà economiche.
    w.
    [/quote]

    In linea di principio le ristampe non piacciono neanche a me, (non entro nel merito di come definire i capolavori in quanto ognuno ha la sua valutazione), però vorrei che le critiche fossero un po' più generali, perché se lo fa la Mondadori (Vi autorizzo a dire che soni di parte) e un delitto di lesa Maestà, mentre se lo fa la Fanucci e una legittima operazione commerciale.


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: attiliosfunel il 14 Giugno 2016, 12:31:13

    [quote author=Kolok qlnk=board=6&threadid=8599&start=45#95445 date=1465890829]
    [quote author=J.J.Adams qlnk=board=6&threadid=8599&start=15#95401 date=1465722129]
    ...
    - un nuovo titolo (The Year’s Best SF 31) che potrebbe essere pubblicato in due volumi lo sia in tre
    - venga ripubblicato soltanto il terzo episodio di una trilogia
    - dopo il primo 'Rama' si passi direttamente alla pubblicazione del quarto saltando a piè pari il secondo e il terzo

    ... per citare soltanto alcuni esempi recenti ... può anche darsi che a te stia bene ... ad altri, verosimilmente, no.

    Ma, per favore, non venirmi a parlare di odio ...
    [/quote]

    TI STIMO [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_kiss.gif[/IMG]

    Per quanto riguarda The Year’s Best SF 31 da 900 pagine in 3 libri da 300,..perchè non 4 da 225 pagine?! o magari 6 da da 150 no!? [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_lipsrsealed.gif[/IMG]
    [/quote]
    isfdb.org lo dà come di 725 pagine nell'edizione originale: diminuendo i caratteri entrerebbe tranquillamente in UN VOLUME di Millemondi (per esempio, quelli dedicati a Peter F. Hamitlon non erano lontani da quela taglia). Quindi ci stanno prendendo in giro.


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: Impossibili il 14 Giugno 2016, 14:15:27

    [quote author=Edmeo Piras qlnk=board=6&threadid=8599&start=30#95437 date=1465885121]
    [quote author=Impossibili qlnk=board=6&threadid=8599&start=30#95436 date=1465853652]
    Leggo termini come "odio" e "acredine" che a mio parere sono usati in modo inappropriato.
    Per intenderci meglio forse sarebbe opportuno chiarire se su alcune affermazioni di critica mia e di J.J. Adams (soprattutto) vengono riconosciute come sensate o meno.

    Parto dal fatto che i gusti sono gusti e quindi tolgo dal mazzo le critiche su questo o quell'autore perché de gustibus...

    Le critiche oggettive che io porto alla gestione di Urania sono principalmente:

    1) I cicli che non vengono rispettati né in ordine cronologico né per quanto riguarda la pubblicazione in un ragionevole lasso di tempo oltreché la pubblicazione incompleta

    2) Le ristampe continue.

    Su questo siamo d'accordo?
    [/quote]
    Anche le giustificazioni ridicole ci metterei.
    [/quote]

    Grazie, me ne ero dimenticato. Se permetti aggiungo: grottesche.


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: Impossibili il 14 Giugno 2016, 14:22:52

    [quote author=ciccio qlnk=board=6&threadid=8599&start=45#95440 date=1465887415]
    [quote author=Impossibili qlnk=board=6&threadid=8599&start=30#95435 date=1465851172]
    [quote author=ciccio qlnk=board=6&threadid=8599&start=30#95423 date=1465807033]
    [quote author=Impossibili qlnk=board=6&threadid=8599&start=0#95375 date=1465495774]

    [/quote]

    [/quote]

    Se per te una critica significa odiare credo che non stiamo usando la stessa lingua.
    L'odio (non è che lo dico io) nasce dalla stessa radice dell'amore.
    Personalmente non amo gli autori italiani e quindi nemmeno li odio.

    Per me il criterio di valutazione degli italiani su Urania è scadente, li si spinge per motivi puramente commerciali (costano meno di un americano o inglese).
    Se ti interessa possiamo discuterne in modo più dettagliato il che sarebbe interessante.
    [/quote]
    Hai ragione ho esagerato nel definirlo odio, diciamo che non ti sono molto simpatici, e anche vero che costano meno, ma non sono per niente d'accordo (e sono pronto a discuterne) sul fatto che siano pessimi scrittori, vanno valutati singolarmente e opera per opera, sono pronto a criticare o apprezzare qualunque autore Italiano o Straniero, ma secondo la mia opinione gli autori Italiani che Urania sta pubblicando sono di buona qualità, e scrivono bene, in alcuni casi non apprezzo i temi e il modo di trattarli, ma vanno valutati caso per caso, senza farne un mazzo unico.
    [/quote]

    Contesto anche il fatto che non mi siano simpatici: semplicemente non li conosco e valuto le loro opere.
    Ci sono autori italiani che mi piacciono e cito Pestriniero, Evangelisti.
    In teoria quello che dici è sacrosanto, il fatto è che dato che l'editing sugli italiani non è affatto curato come dovrebbe, la responsabilità principe è di chi li pubblica il che rende un pessimo servizio sia al lettore che allo scrittore che si crede arrivato quando a mio giudizio il livello è quello della fanzine.


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: Impossibili il 14 Giugno 2016, 14:42:51

    [quote author=Cletus qlnk=board=6&threadid=8599&start=45#95444 date=1465890676]
    [I]"Odio", "acredine", "pessimi"...[/I] mi spiace, pensavo che fossimo usciti da questa modalità di guardare agli autori di casa nostra. Ma vedo che non è così, non per tutti almeno. Sapete che cosa mi rabbuia di più? Che non li si reputi neppure degni di una critica un po' più articolata, magari facendo nomi e cognomi, parlando dei difetti di ciascuno senza semplicisticamente passarli per le armi in funzione della divisa che indossano...

    Massimo rispetto per queste esternazioni che non condivido; auspicherei una reciprocità però. Ma quelle tre parole a inizio post non depongono a favore di una critica (magari severa), ma pacata, costruttiva e soprattutto circostanziata.

    Grazie e scusate la difesa di ufficio, senza polemica eh.
    Cletus aka Dario [IMG]http://uraniamania.com/images/s_smiley.gif[/IMG]
    [/quote]

    Temo purtroppo che un forum non sia lo strumento ideale per articolare un discorso.
    Io d'altra parte sono sempre disponibile ad argomentare ed entrare nel dettaglio (tempo permettendo...), anche se il tema degli italiani è secondario alla critica più generale che si faceva rispetto alla gestione di Urania ma capisco che ti tocchi direttamente.

    Quello che si contesta è semplice: Urania pubblica cicli incompleti, li pubblica alterando la cronologia logica, li pubblica a grandi distanze di tempo, tende a monetizzare eccessivamente spezzando in più parti romanzi e cicli che originariamente sono usciti in un singolo volume.

    Credo di interpretare il sentimento di alcune persone quando dico che la cosa che indispettisce è l'atteggiamento paternalistico e, se permetti, irrispettoso del diritto del lettore che paga (non ha rilevanza il quanto) e si sente preso un po' in giro.

    Non ci scommetto lo stipendio ma vorrei sapere se esistono in Italia e fuori Italia case editrici così grandi che pubblicano romanzi e cicli con questa modalità casuale.

    La cosa è talmente scombinata che, personalmente, non sono nemmeno arrabbiato ma solo curioso di capire quale sia la logica che sta dietro a queste scelte.

    Capisco che Urania soffra la crisi, che magari Mondadori non la ritenga una collana su cui puntare ma pubblicare il terzo romanzo di Shaw (solo per citare l'ultimo caso) in una collana che candidamente si dice non essere adatta a pubblicare cicli lasciando il lettore nella condizione di andare a recuperare nell'usato i primi due romanzi è talmente strano che sarei solo curioso di sapere il perché.

    Un altro caso?: Watson e il ciclo del Fiume, poi adesso leggo di Clarke con Rama e ce ne sarebbero (magari qualcuno puo' aggiungere quello che mi sfugge).


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: ciccio il 14 Giugno 2016, 15:45:52

    [quote author=Impossibili qlnk=board=6&threadid=8599&start=45#95455 date=1465906972]
    [quote author=ciccio qlnk=board=6&threadid=8599&start=45#95440 date=1465887415]
    [quote author=Impossibili qlnk=board=6&threadid=8599&start=30#95435 date=1465851172]
    [quote author=ciccio qlnk=board=6&threadid=8599&start=30#95423 date=1465807033]
    [quote author=Impossibili qlnk=board=6&threadid=8599&start=0#95375 date=1465495774]

    [/quote]

    [/quote]

    Se per te una critica significa odiare credo che non stiamo usando la stessa lingua.
    L'odio (non è che lo dico io) nasce dalla stessa radice dell'amore.
    Personalmente non amo gli autori italiani e quindi nemmeno li odio.

    Per me il criterio di valutazione degli italiani su Urania è scadente, li si spinge per motivi puramente commerciali (costano meno di un americano o inglese).
    Se ti interessa possiamo discuterne in modo più dettagliato il che sarebbe interessante.
    [/quote]
    Hai ragione ho esagerato nel definirlo odio, diciamo che non ti sono molto simpatici, e anche vero che costano meno, ma non sono per niente d'accordo (e sono pronto a discuterne) sul fatto che siano pessimi scrittori, vanno valutati singolarmente e opera per opera, sono pronto a criticare o apprezzare qualunque autore Italiano o Straniero, ma secondo la mia opinione gli autori Italiani che Urania sta pubblicando sono di buona qualità, e scrivono bene, in alcuni casi non apprezzo i temi e il modo di trattarli, ma vanno valutati caso per caso, senza farne un mazzo unico.
    [/quote]

    Contesto anche il fatto che non mi siano simpatici: semplicemente non li conosco e valuto le loro opere.
    Ci sono autori italiani che mi piacciono e cito Pestriniero, Evangelisti.
    In teoria quello che dici è sacrosanto, il fatto è che dato che l'editing sugli italiani non è affatto curato come dovrebbe, la responsabilità principe è di chi li pubblica il che rende un pessimo servizio sia al lettore che allo scrittore che si crede arrivato quando a mio giudizio il livello è quello della fanzine.
    [/quote]

    Perché non fai qualche esempio ?


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: Nick Parisi il 14 Giugno 2016, 16:19:20

    Ciao a tutti torno su questa discussione dopo aver riletto tutti vostri interventi ed anche perché l'amico Fantobelix mi ha citato (grazie fratello!) come esempio di commentatore pacato e moderato, quindi vorrei dire la mia in maniera più completa sulla questione.
    Prima di tutto sento il bisogno di fare una premessa, alcuni di voi lo sapranno già ma è giusto - per sgombrare il campo da equivoci nei confronti di quanto dirò più avanti- che lo sappiano tutti: io sono uno di quei commentatori che anni fa fu definito da Lippi " Catone Censore" durante la questione traduzione integrale - o non integrale di Raimbow's End di Vernor Vinge e questo solo per aver chiesto delucidazioni. Dico questo non per rimettere in mezzo una questione vecchia di anni (con il mio grande amico Giovanni De Matteo ci siamo già chiariti da tempo e il giorno che dovessi incontrare Giuseppe Lippi non avrei problemi a sedermi con lui e chiacchierare amabilmente davanti ad un bel calice di falanghina, dopotutto siamo entrambi originari della Campania e quindi riusciremmo a capirci molto bene ). Non provo astio, rancore o altro, anzi auguro ad Urania e chi ci lavora altri cento anni di attività, di libri belli, di successi editoriali e di aumento delle vendite.
    Solo il meglio insomma.
    Urania per me è come la prima fidanzata, il ricordo della prima estate che si passa davvero da soli in vacanza con gli amici senza genitori e parenti oppressivi, il concerto più bello e così via.
    Insomma, spero di essermi spiegato, per carattere non riuscirei ad augurare niente di male a nessuno, figuriamoci ad Urania....
    E non sarei nemmeno qui, non recensirei i vari Urania su Nocturnia, non intervisterei i vari autori che pubblicano lì, non comprerei i numeri che mi interessano.

    Quello che testimonio mi serve piuttosto per mettere in luce quello che da tempo -secondo il mio umile parere- è il vero tallone d'achille di Segrate: l'aspetto comunicativo.
    O perlomeno la mancanza di un serio e continuativo comportamento comunicativo.
    Questo badate bene, vale anche nei casi in cui questo porterebbe a benefici per Urania, mi sento di fare un esempio chiaro: quando si parla di cicli non completati da Urania molti lettori citano anche "Le Astronavi del Tempo" di Roger McBride Allen, sul sito ufficiale di Urania, finché l'ho seguito, ho letto spesso di lamentele nei confronti di Urania perché non completavano il ciclo.
    Ebbene, la conclusione del ciclo non esiste per il semplice fatto che l'autore non l'ha mai scritta, anni fa quando l'ho intervistato Roger mi ha detto di aver praticamente cessato la sua attività di scrittore a favore di quella del "mammo" per dare la possibilità alla moglie (membro del corpo diplomatico statunitense di seguire la propria carriera.
    Ebbene, cosa ci sarebbe voluto da parte della redazione di Urania nel comunicare come risposta ai vari lettori:" carissimi, noi lo pubblicheremmo ben volentieri il terzo volume de "Le Astronavi del Tempo" . Si dà il caso però che non dipenda da noi visto che l'autore non lo ha mai scritto" ?
    Magari la risposta è stata data dopo che io ho smesso di seguire il blog principale, però almeno finché io l'avevo letto non mi è capitato di trovarla.
    Sono piccole cose però sono indicative di come potrebbe essere migliorabile il rapporto editore-lettore.
    Il vero problema -per me- è quello.
    Non amo particolarmente le ristampe, potrei capire però se fosse stato detto sin dall'inizio che si trattava di una questione economica e di una conseguenza della crisi che da anni attanaglia questo disgraziato paese, non come di un favore ai lettori. Lo stesso vale per tante altre cose, come i cicli lasciati sospesi ...sempre personalmente capirei se mi venisse detto: "Questo libro non l'abbiamo potuto rilevare perchè l'autore agente editore originale ci chiedeva troppo ed il nostro budget a disposizione non ce lo permetteva"
    Capisco anche che dal punto di vista di un editore o di un curatore dire una cosa del genere non sia sempre possibile, così come suppongo che spesso Lippi e la redazione si trovino a dover affrontare e o difendere scelte non loro.
    Magari però si potrebbe trovare una soluzione intermedia.
    Perché la sensazione alle volte è quella di trovarsi davanti ad un tour operator che ti promette la settimana a Parigi in pieno centro e poi dopo ti ritrovi alla Pensione " Micciola" di Casavatore.
    Attenzione, non parlo di malafede o di mancanza di volontà da parte di Segrate quanto più semplicemente perché non si è ancora riusciti a valorizzare l'aspetto comunicativo e a renderlo centrale in quest'era di internet 2.0


    Come dicevo Urania ha fatto tante cose egregie ed altre meno condivisibili . Non ha saputo però valorizzare nel modo corretto quelle fatte bene ed ha esagerato il valore di quelle riuscite male.
    Secondo me la politica giusta che dovrebbe fare un lettore ( e non solo nei confronti di Urania ma di tutti gli editori e tutte le pubblicazioni) non è quella di essere contro a priori e nemmeno di essere a favore a priori; le posizioni preconcette (nell'uno o nell'altro senso) non servono a nessuno
    Quanto piuttosto di esercitare un legittimo potere di scelta.
    Parlando in soldoni: ci interessa una cosa pubblicata questo mese? la compriamo! Non ci interessa? Non ci convince? Non la compriamo.
    Non smettere a priori e per sempre di comprare e nemmeno giustificare a priori tutto quanto comprando tutto ma proprio tutto quello che ci viene proposto.
    Ma scegliere volta per volta, titolo per titolo, mese per mese tenendo a mente il caso titolo volume singolo in base al principio:
    "M'interessa oppure no?"
    Punto e basta.
    Senza boicottaggi, appelli a comprare o a non comprare, senza sentirsi in obbligo di continuare per forza una collezione se abbiamo già il titolo in altra veste.
    Magari compreremo quello del mese successivo se ci convince o ci interessa.....
    Io personalmente ho comprato questo mese Stross e non l'Urania Collezione 161 perché è vero che le ristampe non sempre non sono state scelte con oculatezza, così come è vero che i cicli spesso vengono pubblicati secondo un ordine sballato ( o semplicemente interrotti)
    Ed allora ribadisco -per me. che la posizione corretta mi sembra quella di Arne o di altri commentatori, che semplicemente non compreranno quel libro in questione perché non gli interessa, anche se magari prenderanno quello del mese prossimo .
    Così come è corretto far notare le proprie idee e manifestarle civilmente, comunque la si pensi.

    Solo così da lettore posso sentirmi in pace con la mia coscienza Allo stesso modo è giusto segnalare le cose belle e far notare quelle sbagliate, non solo di Urania ma di qualsiasi pubblicazione.
    Ma le guerre di religione non servono a nessuno.
    Capitolo italiani: da italiano sono contento che si pubblichino autori del nostro paese e penso che la maniera giusta di trattarli sia quella di considerarli alla stregue di quelli delle altre nazioni: ci saranno autori che piacciono e quelli che piacciono di meno; è la natura delle cose. Certo mi piacerebbe vedere più varietà nelle proposte, non scordiamoci che ci sono stati molti techno-thriller per anni così come prima ancora ci sono stati tanti ucronici tra le proposte italiane.
    E a questo punto mi piacerebbe avviare un discorso sul fatto che tra le varie anime italiane ci siano delle vere e proprie correnti o se ci sia una vera scuola. Però c'è techno -thriller e techno-thriller; ucronico ed ucronico urban fantasy ed urban fantasy; hard science fiction ed hard science fiction.
    Giovanni De Matteo con "Corpi Spenti" ha scritto un buon romanzo, lo stesso ha fatto Maico Morellini con "Il Re Nero."
    Lo stesso Dario con "Infact@" e molte delle cose di "Mondo9" ha dimostrato di saper competere con il mercato straniero.
    E stiamo parlando di autori italiani.
    Certo ci sarà in mezzo anche l'autore o l'opera meno riuscita. Opere che incontrano i nostro gusto personale ed altre meno.
    Ma giudichiamo caso per caso.
    Esattamente come faremmo per gli stranieri.
    Piuttosto mi augurerei di poter trovare anche autori non anglofoni tra le scelte, magari sarebbe un modo per eliminare del tutto le ristampe, certo non spetta a me dirlo ma con qualche bravo italiano in più, qualche straniero non anglogono e con un oculata scelta dei testi anglofoni si potrebbe provare a contentare tutti i gusti, tutte le passioni e tutte le tendenze della fantascienza.
    Ma sopratutto -da lettore - quello che mi auguro sarebbe riuscire a trovare un giusto compromesso tra le legittime esigenze editoriali e le nostre altrettanto legittime esigenze di noi lettori.
    So che non è facile, so anche di aver scoperto l'acqua calda.
    Però il primo passo sarebbe quello, comunicare e trovare la maniera giusta di farlo.
    Buona serata a tutti e scusatemi per il lungo commento


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: galions il 14 Giugno 2016, 18:36:52

    Finalmente un ragionamento articolato. Lo sottoscrivo integralmente.


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: maxpullo il 14 Giugno 2016, 21:05:05

    Dunque.
    Il mio motto è "paga l'oste, cambia l'oste": se un ristorante di cui ero cliente mi tratta male, pago il conto e non ci torno più.
    Con Urania ho resistito a tutto: ristampe, pseudo-capolavori, cicli interrotti e scarsissima considerazioni verso i collezionisti (cicli iniziati in una collana e poi proseguiti su altre..); per oltre trent'anni mi sono preso tutto quello che c'era da prendere: bofonchiavo, mi arrabbiavo, facevo polemica, ma continuavo ad acquistare.
    Ho digerito i pocket neri, i mattoncini arancioni e stavo per resistere anche ai nuovi cerchiorosso.
    Ho tenuto duro allo scempio che è stato compiuto su Urania Collezione, partita benissimo, proseguita come costola di ristampe della collana principale e finita come collana perfettamente inutile sia per i titoli proposti che per il formato ben diverso da quello "elegante" con cui era iniziata.
    Ho sopportato tutto e pure di più.
    Ma la goccia che ha fatto traboccare il vaso sono stati i ripetuti ed ingiustificati aumenti di prezzo, accompagnati da considerazioni che definire "lesive dell'altrui intelligenza" è un eufemismo e da spiegazioni strafottenti e grossolane (qualcuno ha dimenticato l'uscita "lo sanno tutti che 1 euro = 1000 lire"?)
    F&L avranno avuto i loro difetti, ma ogni volta che aumentavano il prezzo ti scrivevano un avviso simpatico alla fine del volume; adesso invece bisogna scrutare attentamente l'anteprima della cover della prossima uscita per scoprire se il mese prossimo si dovranno spendere 1/2 euro di più...
    E giuro che avrei sopportato anche l'aumento del prezzo se la redazione non avesse assunto di proposito il tono di chi è sotto attacco da parte di misteriosi individui (troll) che vogliono montare polemiche strumentali ed ingiustificate per chissà quale motivo: quello che risulta intollerabile è una redazione che apre un blog e poi lo gestisce manco fosse il sito della Nasa, evitando accuratamente comunicati su questioni importanti, eludendo le domande e tacciando di scortesia e maleducazione chiunque osi pronunciare critiche o fare osservazioni pertinenti sulle uscite.
    Non sopporto più di dovermi bere la prosopopea e l'arroganza di chi giustifica l'ingiustificabile e prende in giro i suoi lettori/clienti.
    Stanno stampando una rivista di fantascienza, perbacco, non la sacra Bibbia!
    Ci vorrebbe un Marziano in Cattedra che ti insulta e ti sfotte con stile, servirebbe umorismo, bisognerebbe stemperare, non ribattere colpo su colpo o rispondere per frasi fatte e aforismi e non si dovrebbe avere la pretesa di stampare la miglior rivista di tutti i tempi alla faccia di tutto e di tutti.
    Ecco, basterebbe prendersi un po' meno sul serio ed avere un po' di umiltà.
    Personalmente, rinunciando a comprare Urania non ne auspico la chiusura ed in parte rinuncio al mio sacrosanto diritto di critica, però va bene, ogni tanto, ricordare a tutti perchè ho smesso di collezionare una cosa che ho amato per oltre trent'anni.
    Ed ora sto a posto per qualche tempo
    [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_smiley.gif[/IMG]


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: Impossibili il 14 Giugno 2016, 21:27:50

    [quote author=ciccio qlnk=board=6&threadid=8599&start=60#95457 date=1465911952]
    [quote author=Impossibili qlnk=board=6&threadid=8599&start=45#95455 date=1465906972]
    [quote author=ciccio qlnk=board=6&threadid=8599&start=45#95440 date=1465887415]
    [quote author=Impossibili qlnk=board=6&threadid=8599&start=30#95435 date=1465851172]
    [quote author=ciccio qlnk=board=6&threadid=8599&start=30#95423 date=1465807033]
    [quote author=Impossibili qlnk=board=6&threadid=8599&start=0#95375 date=1465495774]

    [/quote]

    [/quote]

    Se per te una critica significa odiare credo che non stiamo usando la stessa lingua.
    L'odio (non è che lo dico io) nasce dalla stessa radice dell'amore.
    Personalmente non amo gli autori italiani e quindi nemmeno li odio.

    Per me il criterio di valutazione degli italiani su Urania è scadente, li si spinge per motivi puramente commerciali (costano meno di un americano o inglese).
    Se ti interessa possiamo discuterne in modo più dettagliato il che sarebbe interessante.
    [/quote]
    Hai ragione ho esagerato nel definirlo odio, diciamo che non ti sono molto simpatici, e anche vero che costano meno, ma non sono per niente d'accordo (e sono pronto a discuterne) sul fatto che siano pessimi scrittori, vanno valutati singolarmente e opera per opera, sono pronto a criticare o apprezzare qualunque autore Italiano o Straniero, ma secondo la mia opinione gli autori Italiani che Urania sta pubblicando sono di buona qualità, e scrivono bene, in alcuni casi non apprezzo i temi e il modo di trattarli, ma vanno valutati caso per caso, senza farne un mazzo unico.
    [/quote]

    Contesto anche il fatto che non mi siano simpatici: semplicemente non li conosco e valuto le loro opere.
    Ci sono autori italiani che mi piacciono e cito Pestriniero, Evangelisti.
    In teoria quello che dici è sacrosanto, il fatto è che dato che l'editing sugli italiani non è affatto curato come dovrebbe, la responsabilità principe è di chi li pubblica il che rende un pessimo servizio sia al lettore che allo scrittore che si crede arrivato quando a mio giudizio il livello è quello della fanzine.
    [/quote]

    Perché non fai qualche esempio ?
    [/quote]

    E-Doll, ma anche De Matteo, così a memoria; mi ricordo un Asciuti con Passaro ma dovrei andare ad arrampicarmi sulla libreria per farti un elenco preciso e circostanziato.
    Premetto che a un certo punto ho cessato l'abbonamento di Urania e ho comprato solo i singoli numeri che mi interessavano, inoltre sono indietro con le letture per cui direi che da Altomare: "Il dono di Svetz" ho saltato quel che mi era arrivato in abbonamento che non leggerò quasi sicuramente (anche perché non leggendo solo sf ho molti altri libri in coda e se devo decidermi tra Asciuti, per dirne una e Gor'kij o Last-Heat Moon non scelgo Asciuti).
    Nota importante: non ne faccio una questione di soli italiani perché molti altri autori americani li ho trovati scadenti, non credo sia importante ma se vuoi anche qui ti potrei fare diversi nomi.

    Quello che mi premeva però è puntare l'attenzione sulla questione dei cicli di cui ho già scritto prima perché i gusti personali sono insindacabili e quel che piace a me non piace ad altri e viceversa, quindi su quel versante è facile innescare polemiche campanilistiche o meno e si va sul soggettivo.

    Dividerei le critiche sulle scelte degli autori dalle modalità di pubblicazione degli Urania e Millemondi e UC.
    Alcuni sono stati attaccati perché hanno criticato quest'ultima questione il che mi appare francamente inverosimile a meno che a uno non vada bene che Urania pubblichi i cicli in questo modo, s'intende, anche se credo che si difenda Urania da collezionisti il tutto a prescindere da ciò che pubblica e come lo pubblica la Mondadori.
    Capisco bene questa posizione "sentimentale"; io sono stato collezionista di Urania, ci sono cresciuto e il mio mondo immaginifico se ne è nutrito ma, devo ammettere, non in modo assiduo, il che mi differenzia un po' da chi è rimasto collezionista tout court.

    Col passare del tempo si diventa esigenti, si legge in un altro modo... e qui mi fermo altrimenti ti annoio e dovrei aprire considerazioni sul confronto tra autori e autori, tra sf e letteratura, tra trasformazioni dovute al cambiamento dei tempi e del mercato, dalla pervasività della cultura informatica, da quel che per me è il rachitismo dell'ultima fantascienza che ho letto e dalla scarsità di autori di valore all'interno di un modo di fare sf sempre più impotente di fronte ai nuovi veicoli soprattutto visuali e adolescenziali per narrare la sf (vedi videogiochi, industria cinematografica).

    Detto questo le eccezioni ci sono ma, il fatto che (per me) siano eccezioni rende difficile rimanere lettore abbonato e quindi "inerziale" di collane (non solo Urania) che ti danno un romanzo accettabile su, mettiamo, dieci.


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: attiliosfunel il 14 Giugno 2016, 23:29:24

    [quote author=maxpullo qlnk=board=6&threadid=8599&start=60#95463 date=1465931105]
    Dunque.
    Il mio motto è "paga l'oste, cambia l'oste": se un ristorante di cui ero cliente mi tratta male, pago il conto e non ci torno più.
    Con Urania ho resistito a tutto: ristampe, pseudo-capolavori, cicli interrotti e scarsissima considerazioni verso i collezionisti (cicli iniziati in una collana e poi proseguiti su altre..); per oltre trent'anni mi sono preso tutto quello che c'era da prendere: bofonchiavo, mi arrabbiavo, facevo polemica, ma continuavo ad acquistare.
    Ho digerito i pocket neri, i mattoncini arancioni e stavo per resistere anche ai nuovi cerchiorosso.
    Ho tenuto duro allo scempio che è stato compiuto su Urania Collezione, partita benissimo, proseguita come costola di ristampe della collana principale e finita come collana perfettamente inutile sia per i titoli proposti che per il formato ben diverso da quello "elegante" con cui era iniziata.
    Ho sopportato tutto e pure di più.
    Ma la goccia che ha fatto traboccare il vaso sono stati i ripetuti ed ingiustificati aumenti di prezzo, accompagnati da considerazioni che definire "lesive dell'altrui intelligenza" è un eufemismo e da spiegazioni strafottenti e grossolane (qualcuno ha dimenticato l'uscita "lo sanno tutti che 1 euro = 1000 lire"?)
    F&L avranno avuto i loro difetti, ma ogni volta che aumentavano il prezzo ti scrivevano un avviso simpatico alla fine del volume; adesso invece bisogna scrutare attentamente l'anteprima della cover della prossima uscita per scoprire se il mese prossimo si dovranno spendere 1/2 euro di più...
    E giuro che avrei sopportato anche l'aumento del prezzo se la redazione non avesse assunto di proposito il tono di chi è sotto attacco da parte di misteriosi individui (troll) che vogliono montare polemiche strumentali ed ingiustificate per chissà quale motivo: quello che risulta intollerabile è una redazione che apre un blog e poi lo gestisce manco fosse il sito della Nasa, evitando accuratamente comunicati su questioni importanti, eludendo le domande e tacciando di scortesia e maleducazione chiunque osi pronunciare critiche o fare osservazioni pertinenti sulle uscite.
    Non sopporto più di dovermi bere la prosopopea e l'arroganza di chi giustifica l'ingiustificabile e prende in giro i suoi lettori/clienti.
    Stanno stampando una rivista di fantascienza, perbacco, non la sacra Bibbia!
    Ci vorrebbe un Marziano in Cattedra che ti insulta e ti sfotte con stile, servirebbe umorismo, bisognerebbe stemperare, non ribattere colpo su colpo o rispondere per frasi fatte e aforismi e non si dovrebbe avere la pretesa di stampare la miglior rivista di tutti i tempi alla faccia di tutto e di tutti.
    Ecco, basterebbe prendersi un po' meno sul serio ed avere un po' di umiltà.
    Personalmente, rinunciando a comprare Urania non ne auspico la chiusura ed in parte rinuncio al mio sacrosanto diritto di critica, però va bene, ogni tanto, ricordare a tutti perchè ho smesso di collezionare una cosa che ho amato per oltre trent'anni.
    Ed ora sto a posto per qualche tempo
    [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_smiley.gif[/IMG]
    [/quote]
    Max, hai menzionato "Il marziano in cattedra": rubrica ri-iniziata dall'attuale curatore, nel simpatico spirito di emulazione dell'originale di F&L... peccato poi abbandonarla dopo pochissime puntate senza nessuna spiegazione. Questo è solo un esempio tra i mille aspetti, anche di "scarsa comunicazione" ma che secondo me tradisconi una certa raffazzonaggine e mancanza di visione alungo termine, dellattuale conduzione di Urania.


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: Impossibili il 14 Giugno 2016, 23:40:42

    [quote author=maxpullo qlnk=board=6&threadid=8599&start=60#95463 date=1465931105]
    Dunque.
    Il mio motto è "paga l'oste, cambia l'oste": se un ristorante di cui ero cliente mi tratta male, pago il conto e non ci torno più.
    Con Urania ho resistito a tutto: ristampe, pseudo-capolavori, cicli interrotti e scarsissima considerazioni verso i collezionisti (cicli iniziati in una collana e poi proseguiti su altre..); per oltre trent'anni mi sono preso tutto quello che c'era da prendere: bofonchiavo, mi arrabbiavo, facevo polemica, ma continuavo ad acquistare.
    Ho digerito i pocket neri, i mattoncini arancioni e stavo per resistere anche ai nuovi cerchiorosso.
    Ho tenuto duro allo scempio che è stato compiuto su Urania Collezione, partita benissimo, proseguita come costola di ristampe della collana principale e finita come collana perfettamente inutile sia per i titoli proposti che per il formato ben diverso da quello "elegante" con cui era iniziata.
    Ho sopportato tutto e pure di più.
    Ma la goccia che ha fatto traboccare il vaso sono stati i ripetuti ed ingiustificati aumenti di prezzo, accompagnati da considerazioni che definire "lesive dell'altrui intelligenza" è un eufemismo e da spiegazioni strafottenti e grossolane (qualcuno ha dimenticato l'uscita "lo sanno tutti che 1 euro = 1000 lire"?)
    F&L avranno avuto i loro difetti, ma ogni volta che aumentavano il prezzo ti scrivevano un avviso simpatico alla fine del volume; adesso invece bisogna scrutare attentamente l'anteprima della cover della prossima uscita per scoprire se il mese prossimo si dovranno spendere 1/2 euro di più...
    E giuro che avrei sopportato anche l'aumento del prezzo se la redazione non avesse assunto di proposito il tono di chi è sotto attacco da parte di misteriosi individui (troll) che vogliono montare polemiche strumentali ed ingiustificate per chissà quale motivo: quello che risulta intollerabile è una redazione che apre un blog e poi lo gestisce manco fosse il sito della Nasa, evitando accuratamente comunicati su questioni importanti, eludendo le domande e tacciando di scortesia e maleducazione chiunque osi pronunciare critiche o fare osservazioni pertinenti sulle uscite.
    Non sopporto più di dovermi bere la prosopopea e l'arroganza di chi giustifica l'ingiustificabile e prende in giro i suoi lettori/clienti.
    Stanno stampando una rivista di fantascienza, perbacco, non la sacra Bibbia!
    Ci vorrebbe un Marziano in Cattedra che ti insulta e ti sfotte con stile, servirebbe umorismo, bisognerebbe stemperare, non ribattere colpo su colpo o rispondere per frasi fatte e aforismi e non si dovrebbe avere la pretesa di stampare la miglior rivista di tutti i tempi alla faccia di tutto e di tutti.
    Ecco, basterebbe prendersi un po' meno sul serio ed avere un po' di umiltà.
    Personalmente, rinunciando a comprare Urania non ne auspico la chiusura ed in parte rinuncio al mio sacrosanto diritto di critica, però va bene, ogni tanto, ricordare a tutti perchè ho smesso di collezionare una cosa che ho amato per oltre trent'anni.
    Ed ora sto a posto per qualche tempo
    [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_smiley.gif[/IMG]
    [/quote]

    Davvero hanno scritto: [SIZE=2]"lo sanno tutti che 1 euro = 1000 lire"?[/SIZE]


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: doge il 15 Giugno 2016, 00:58:28

    Per quanto mi riguarda penso che il comportamento più 'costruttivo' da mantenere sia proprio quello consigliato da Nick Parisi,quel che ci piace lo si compra quel che non ci piace,resta dov'è (in edicola..)...
    Capisco anche chi,dopo anni di fedeltà a Urania si sente preso in giro,non ascoltato e non calcolato (la storia che la prox raccolta di racconti tradotta sarà suddivisa non in 2 come sempre,e già qui..,ma bensi in 3 parti con praticamente un aumento del 50% del prezzo è,a mio parere,una presa per i fondelli per non dire una roba offensiva)alla fine molli tutto,è una reazione normale e giusta....tuttavia se e quando Urania pubblicasse un bel libro che ti interessa e uno non lo prende a prescindere...è come darsi la zappa sui piedi...uhm...[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_undecided.gif[/IMG]
    Penso che se tutti imparassimo a staccarci un po' dalla mentalità del collezionista ad oltranza (ce l'ho pure io,anch'io ho preso libri che non mi convincevano 'solo' per averli tutti in fila..),cosa su cui Urania evidentemente gioca o meglio dire marcia(e ci marcia parecchio!)e imparassimo a distinguere le nostre compere tra quello cui vale la pena leggere e quello no,bhè,alla lunga Urania 'forse' sarebbe costretta a ripensare alle sue uscite perchè ogni uscita di 'pessimo gusto' (diciamo cosi) equivarrebbe a una perdita economica e quando si parla di 'dindi' sapete tutti come la gente in generale(si,persino le case editrici)imparano velocemente a fare anche le piroette sulle punte se necessario...;-)[IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cool.gif[/IMG]


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: ciccio il 15 Giugno 2016, 09:11:15

    [quote author=Nick Parisi qlnk=board=6&threadid=8599&start=60#95461 date=1465913960]
    Ciao a tutti torno su questa discussione dopo aver riletto tutti vostri interventi ed anche perché l'amico Fantobelix mi ha citato (grazie fratello!) come esempio di commentatore pacato e moderato, quindi vorrei dire la mia in maniera più completa sulla questione.

    Buona serata a tutti e scusatemi per il lungo commento
    [/quote]

    Direi che non è necessario scusare ma semmai ringraziare per questo intervento che definirei professionale e appassionato, e anche molto obbiettivo (in effetti ci hai fatto sembrare una massa di ragazzi rissosi).
    Se non ti offendi ti contesterei solo una cosa il termine "Mammo" che secondo me sminuisce il ruolo dei padri che si prendono pienamente carico delle loro responsabilità familiari, per il resto devo dire che hai fatto una bella sintesi, aggiungo semplicemente una cosa non per giustificare ma di cui tenere conto la Mondadori e una grossissima casa editrice per cui come in tutte le grosse realtà succede che le persone che si trovano a fare un determinato lavoro, non siano molto motivate a farlo, questo non vuol dire che lo facciamo male apposta, ma che succeda che facciano errori (più o meno in buona fede) che risultano incomprensibili ad un appassionato del settore.


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: ciccio il 15 Giugno 2016, 09:17:58


    Quote:
    [quote]


    E-Doll, ma anche De Matteo, così a memoria; mi ricordo un Asciuti con Passaro ma dovrei andare ad arrampicarmi sulla libreria per farti un elenco preciso e circostanziato.
    Premetto che a un certo punto ho cessato l'abbonamento di Urania e ho comprato solo i singoli numeri che mi interessavano, inoltre sono indietro con le letture per cui direi che da Altomare: "Il dono di Svetz" ho saltato quel che mi era arrivato in abbonamento che non leggerò quasi sicuramente (anche perché non leggendo solo sf ho molti altri libri in coda e se devo decidermi tra Asciuti, per dirne una e Gor'kij o Last-Heat Moon non scelgo Asciuti).
    Nota importante: non ne faccio una questione di soli italiani perché molti altri autori americani li ho trovati scadenti, non credo sia importante ma se vuoi anche qui ti potrei fare diversi nomi.

    Quello che mi premeva però è puntare l'attenzione sulla questione dei cicli di cui ho già scritto prima perché i gusti personali sono insindacabili e quel che piace a me non piace ad altri e viceversa, quindi su quel versante è facile innescare polemiche campanilistiche o meno e si va sul soggettivo.

    Dividerei le critiche sulle scelte degli autori dalle modalità di pubblicazione degli Urania e Millemondi e UC.
    Alcuni sono stati attaccati perché hanno criticato quest'ultima questione il che mi appare francamente inverosimile a meno che a uno non vada bene che Urania pubblichi i cicli in questo modo, s'intende, anche se credo che si difenda Urania da collezionisti il tutto a prescindere da ciò che pubblica e come lo pubblica la Mondadori.
    Capisco bene questa posizione "sentimentale"; io sono stato collezionista di Urania, ci sono cresciuto e il mio mondo immaginifico se ne è nutrito ma, devo ammettere, non in modo assiduo, il che mi differenzia un po' da chi è rimasto collezionista tout court.

    Col passare del tempo si diventa esigenti, si legge in un altro modo... e qui mi fermo altrimenti ti annoio e dovrei aprire considerazioni sul confronto tra autori e autori, tra sf e letteratura, tra trasformazioni dovute al cambiamento dei tempi e del mercato, dalla pervasività della cultura informatica, da quel che per me è il rachitismo dell'ultima fantascienza che ho letto e dalla scarsità di autori di valore all'interno di un modo di fare sf sempre più impotente di fronte ai nuovi veicoli soprattutto visuali e adolescenziali per narrare la sf (vedi videogiochi, industria cinematografica).

    Detto questo le eccezioni ci sono ma, il fatto che (per me) siano eccezioni rende difficile rimanere lettore abbonato e quindi "inerziale" di collane (non solo Urania) che ti danno un romanzo accettabile su, mettiamo, dieci.
    [/quote]
    Direi che possiamo chiudere qui con le discussioni sulle pubblicazioni ma sarei interessato a continuare la discussione sugli autori e sulle motivazioni e i confronti che non mi annoiano assolutamente anzi magari possiamo proseguire sul Post appena aperto.


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: Nick Parisi il 15 Giugno 2016, 13:49:46

    [quote author=ciccio qlnk=board=6&threadid=8599&start=60#95469 date=1465974675]
    [quote author=Nick Parisi qlnk=board=6&threadid=8599&start=60#95461 date=1465913960]
    Ciao a tutti torno su questa discussione dopo aver riletto tutti vostri interventi ed anche perché l'amico Fantobelix mi ha citato (grazie fratello!) come esempio di commentatore pacato e moderato, quindi vorrei dire la mia in maniera più completa sulla questione.

    Buona serata a tutti e scusatemi per il lungo commento
    [/quote]

    Direi che non è necessario scusare ma semmai ringraziare per questo intervento che definirei professionale e appassionato, e anche molto obbiettivo (in effetti ci hai fatto sembrare una massa di ragazzi rissosi).
    Se non ti offendi ti contesterei solo una cosa il termine "Mammo" che secondo me sminuisce il ruolo dei padri che si prendono pienamente carico delle loro responsabilità familiari, per il resto devo dire che hai fatto una bella sintesi, aggiungo semplicemente una cosa non per giustificare ma di cui tenere conto la Mondadori e una grossissima casa editrice per cui come in tutte le grosse realtà succede che le persone che si trovano a fare un determinato lavoro, non siano molto motivate a farlo, questo non vuol dire che lo facciamo male apposta, ma che succeda che facciano errori (più o meno in buona fede) che risultano incomprensibili ad un appassionato del settore.
    [/quote]

    Ma no che non mi offendo, figurati [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]
    Dopotutto il termine "mammo" lo avevo utilizzato non in senso dispregiativo o peggio sessista ma solo come tentativo di sdrammatizzare la discussione. Inoltre non ti nascondo che, se un domani dovessi avere la grande gioia di avere dei figli mi piacerebbe fare questo tipo di attività.
    Comprendo il discorso che fai sugli addetti ai lavori, di mio mi premetto di aggiungere che visto che in una casa editrice i dipendenti lo stipendio lo prendono - anche - grazie ai lettori e ai collezionisti che comprano le pubblicazioni della suddetta CE, forse dovrebbero fare uno sforzo per evitare cose come quelle lamentate da maxpullo.
    Io personalmente quando entro a comprare un vestito se la commessa o il proprietario di quel negozio mi tratta male, aumenta in continuazione i prezzi, sbadiglia mentre le parlo o si comportano come se fossero loro a fare un favore a me in quel negozio poi non entro più.
    E' una semplice questione sul saper fare o meno il proprio lavoro.
    Lo stesso dovrebbe valere in tutti gli ambiti professionali in cui si ha a che fare con clienti, Ce comprese.
    Tutto qui.


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: waferdi il 15 Giugno 2016, 13:56:58

    [quote author=Nick Parisi qlnk=board=6&threadid=8599&start;=#95475 date=1465991386]
    [quote author=ciccio qlnk=board=6&threadid=8599&start=60#95469 date=1465974675]
    [quote author=Nick Parisi qlnk=board=6&threadid=8599&start=60#95461 date=1465913960]
    Ciao a tutti torno su questa discussione dopo aver riletto tutti vostri interventi ed anche perché l'amico Fantobelix mi ha citato (grazie fratello!) come esempio di commentatore pacato e moderato, quindi vorrei dire la mia in maniera più completa sulla questione.

    Buona serata a tutti e scusatemi per il lungo commento
    [/quote]

    Direi che non è necessario scusare ma semmai ringraziare per questo intervento che definirei professionale e appassionato, e anche molto obbiettivo (in effetti ci hai fatto sembrare una massa di ragazzi rissosi).
    Se non ti offendi ti contesterei solo una cosa il termine "Mammo" che secondo me sminuisce il ruolo dei padri che si prendono pienamente carico delle loro responsabilità familiari, per il resto devo dire che hai fatto una bella sintesi, aggiungo semplicemente una cosa non per giustificare ma di cui tenere conto la Mondadori e una grossissima casa editrice per cui come in tutte le grosse realtà succede che le persone che si trovano a fare un determinato lavoro, non siano molto motivate a farlo, questo non vuol dire che lo facciamo male apposta, ma che succeda che facciano errori (più o meno in buona fede) che risultano incomprensibili ad un appassionato del settore.
    [/quote]

    Ma no che non mi offendo, figurati [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]
    Dopotutto il termine "mammo" lo avevo utilizzato non in senso dispregiativo o peggio sessista ma solo come tentativo di sdrammatizzare la discussione. Inoltre non ti nascondo che, se un domani dovessi avere la grande gioia di avere dei figli mi piacerebbe fare questo tipo di attività.
    Comprendo il discorso che fai sugli addetti ai lavori, di mio mi premetto di aggiungere che visto che in una casa editrice i dipendenti lo stipendio lo prendono - anche - grazie ai lettori e ai collezionisti che comprano le pubblicazioni della suddetta CE, forse dovrebbero fare uno sforzo per evitare cose come quelle lamentate da maxpullo.
    Io personalmente quando entro a comprare un vestito se la commessa o il proprietario di quel negozio mi tratta male, aumenta in continuazione i prezzi, sbadiglia mentre le parlo o si comportano come se fossero loro a fare un favore a me in quel negozio poi non entro più.
    E' una semplice questione sul saper fare o meno il proprio lavoro.
    Lo stesso dovrebbe valere in tutti gli ambiti professionali in cui si ha a che fare con clienti, Ce comprese.
    Tutto qui.
    [/quote]

    Diagnosi perfetta e il dottore è morto :)


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: Nick Parisi il 15 Giugno 2016, 14:55:51

    [quote author=waferdi qlnk=board=6&threadid=8599&start=60#95476 date=1465991818]
    [quote author=Nick Parisi qlnk=board=6&threadid=8599&start;=#95475 date=1465991386]
    [quote author=ciccio qlnk=board=6&threadid=8599&start=60#95469 date=1465974675]
    [quote author=Nick Parisi qlnk=board=6&threadid=8599&start=60#95461 date=1465913960]
    Ciao a tutti torno su questa discussione dopo aver riletto tutti vostri interventi ed anche perché l'amico Fantobelix mi ha citato (grazie fratello!) come esempio di commentatore pacato e moderato, quindi vorrei dire la mia in maniera più completa sulla questione.

    Buona serata a tutti e scusatemi per il lungo commento
    [/quote]

    Direi che non è necessario scusare ma semmai ringraziare per questo intervento che definirei professionale e appassionato, e anche molto obbiettivo (in effetti ci hai fatto sembrare una massa di ragazzi rissosi).
    Se non ti offendi ti contesterei solo una cosa il termine "Mammo" che secondo me sminuisce il ruolo dei padri che si prendono pienamente carico delle loro responsabilità familiari, per il resto devo dire che hai fatto una bella sintesi, aggiungo semplicemente una cosa non per giustificare ma di cui tenere conto la Mondadori e una grossissima casa editrice per cui come in tutte le grosse realtà succede che le persone che si trovano a fare un determinato lavoro, non siano molto motivate a farlo, questo non vuol dire che lo facciamo male apposta, ma che succeda che facciano errori (più o meno in buona fede) che risultano incomprensibili ad un appassionato del settore.
    [/quote]

    Ma no che non mi offendo, figurati [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]
    Dopotutto il termine "mammo" lo avevo utilizzato non in senso dispregiativo o peggio sessista ma solo come tentativo di sdrammatizzare la discussione. Inoltre non ti nascondo che, se un domani dovessi avere la grande gioia di avere dei figli mi piacerebbe fare questo tipo di attività.
    Comprendo il discorso che fai sugli addetti ai lavori, di mio mi premetto di aggiungere che visto che in una casa editrice i dipendenti lo stipendio lo prendono - anche - grazie ai lettori e ai collezionisti che comprano le pubblicazioni della suddetta CE, forse dovrebbero fare uno sforzo per evitare cose come quelle lamentate da maxpullo.
    Io personalmente quando entro a comprare un vestito se la commessa o il proprietario di quel negozio mi tratta male, aumenta in continuazione i prezzi, sbadiglia mentre le parlo o si comportano come se fossero loro a fare un favore a me in quel negozio poi non entro più.
    E' una semplice questione sul saper fare o meno il proprio lavoro.
    Lo stesso dovrebbe valere in tutti gli ambiti professionali in cui si ha a che fare con clienti, Ce comprese.
    Tutto qui.
    [/quote]

    Diagnosi perfetta e il dottore è morto :)
    [/quote]

    In compenso l'operazione è perfettamente riuscita ma il paziente è defunto ;)


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: loacker il 15 Giugno 2016, 16:16:10


    Salve a tutti, volevo aggiungere un elemento circa la pubblicazione di Dozois in 3 voll. Quando sul blog il curatore ne ha parlato, ha sempre sottolineato che avessero compiuto uno sforzo editoriale non indifferente (mi sembra di ricordare almeno un paio di accenni in questo senso). immagino si riferisse al costo dei diritti, e allora credo che la tripartizione risponda alla logica di rientrare dei costi; magari era l'unico modo per sperare di guadagnare qualcosa dall'operazione. Insomma, dobbiamo prendere in considerazione l'ipotesi che tutto questo lucro poi non ci sia.

    In questo caso avrebbero fatto meglio ad ammetterlo candidamente, e allora rientriamo nel difetto di comunicazione sottolineato da Nick Parisi

    Ultimissima considerazione sul prezzo totale della raccolta (22,50/anno): tutto sommato ci può stare; quando in libreria si vedono libri come "Quo chi? Di cosa ridiamo quando ridiamo di Checco Zalone", brossurato, un centinaio di pagine al netto di quelle bianche, a 15 €, allora liberi tutti [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_smiley.gif[/IMG]


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: maxpullo il 15 Giugno 2016, 17:18:04

    [quote author=Impossibili qlnk=board=6&threadid=8599&start=60#95466 date=1465940442]

    Davvero hanno scritto: [SIZE=2]"lo sanno tutti che 1 euro = 1000 lire"?[/SIZE]
    [/quote]


    Come no. Leggi qui.
    http://blog.librimondadori.it/blogs/urania/2009/05/02/urania-1546-seeker/#comment-53721


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: galions il 15 Giugno 2016, 17:55:28

    Se i Millemondi vengono ridotti a 3 uscite annue e l'antologia curata da Dozois verrà divisa in 3 parti anche in futuro, non avremo più un Millemondi slegato da questa pubblicazione.
    Questo è un peccato.
    Oppure la proposta dello Year’s Best è solo occasionale?
    Mi spiacerebbe perdere quelle uscite dove viene dedicato un volume corposo ad un singolo autore.


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: tehom il 15 Giugno 2016, 18:23:32



    Con un po' di [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/Generiche/mavala.gif[/IMG] dovrei riuscire a trovare tutti e tre i MM di Dozois nel giro di 24/30 mesi o su internet o nei mercatini.
    Se dovesse andarmi proprio di lusso potrei beccarli a 2 € cad. ( ci sono riuscito con gli Hamilton MM 60 e 61 [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_tongue.gif[/IMG]) poi li allineo tutti e tre in libreria fra le opere di Keynes e Krugman e, quasi quasi, ci schiaffo sopra una targa con le parole di Lippi sul cambio euro/lira [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: waferdi il 15 Giugno 2016, 19:35:59

    Non ha niente a che fare con le uscite di Luglio o con Urania. ma vale la pena leggerlo, appena uscito.
    E' il primo di una trilogia che io ho letto in inglese e devo dire che è solamente splendida.
    Mi era stata raccomandata da uno che se ne intende: Sandro Pergameno,
    e siccome ora me ne intendo pure io la raccomando a tutti voi.
    Il titolo originale era: The Last Policeman
    e i suoi due seguti, che verranno certamente stampati in italiano sono:
    Countdown City
    e
    World of Trouble.

    L'autore si chiama Ben H. Winters.

    W. (il vostro bibliofilo preferito) [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


    [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2kba462888c9.jpg[/IMG]

    Un omicidio alla fine del mondo
    di [URL=http://www.edizpiemme.it/autori/ben-winters]Ben Winters[/URL]



    77 giorni. È tutto ciò che resta alla nostra Terra per essere ancora quello che è sempre stata: un magnifico e contraddittorio calderone di vite, pensieri, ricordi, paure, ed errori. Gli errori di cui è da sempre a caccia il detective Hank Palace, il poliziotto più ostinato di Concord, New Hampshire, almeno finché non ha dovuto lasciare il suo posto. Perché ora che un asteroide sta per distruggere per sempre il nostro pianeta, sembra che il mestiere di poliziotto, come molti altri, non abbia più senso: in un mondo a fine corsa, importa ancora a qualcuno raddrizzare i torti e punire i colpevoli? Ma quando una vecchia amica gli chiede di ritrovare suo marito, convinta che non se ne sia andato di sua spontanea volontà, Hank capisce che se c'è una cosa che ha ancora senso è proprio quella: fare il suo lavoro. Perché anche in una società completamente disperata, ci sono cose che contano ancora.
    Il conto alla rovescia, il secondo romanzo della pluripremiata serie crime definita "un gioiello" dal San Francisco Book Review, e al centro di un vero e proprio caso editoriale negli USA, è un thriller avvincente che gioca con la detection classica mettendoci al tempo stesso di fronte a una domanda straziante: cosa faremmo se i nostri giorni su questo pianeta fossero davvero contati?


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: waferdi il 15 Giugno 2016, 20:58:08

    [quote author=maxpullo qlnk=board=6&threadid=8599&start;=#95479 date=1466003884]
    [quote author=Impossibili qlnk=board=6&threadid=8599&start=60#95466 date=1465940442]

    Davvero hanno scritto: [SIZE=2]"lo sanno tutti che 1 euro = 1000 lire"?[/SIZE]
    [/quote]


    Come no. Leggi qui.
    http://blog.librimondadori.it/blogs/urania/2009/05/02/urania-1546-seeker/#comment-53721
    [/quote]

    Me la sono andata a rivedere pure io quella puntata sul blog.
    Verteva principalmente su Seeker, la sua traduzione e aumenti di prezzo.
    Già nel lontano 2009 si faceva cagnara su prezzi, autori, traduzioni e cose varie.
    Non è cambiato niente, ai nostri giorni si continua sulla stessa falsariga di allora.
    Siccome c'erano alcune consideazioni sulla traduzione di Seeker, vi voglio dire come è stata fatta la traduzione di Santiago:
    diciamo che è metà di Luigi e metà mia,
    la mia parte è stata riletta e corretta (mettendo le punteggiature dove andavano o cambiando qualche termine) da mia sorella (classico, e pertanto più letterata di me)
    che non conosce una parola d'inglese e pertanto si è fidata, volente o nolente, della mia traduzione.
    La parte di Luigi è stata letta e corretta dalla sua signora.
    Poi io ho riletto e fatto osservazioni sulla metà di Luigi, e lui le ha fatte sulla mia.
    E siamo arrivati all preparazione per la stampa.
    Io ho riletto il tutto guardando se c'erano errori di passaggio dal Word al PDF, e Luigi ha fatto lo stesso.
    Ultima lettura da parte di altra persona, che non si poteva mai sapere.
    Questo per dirvi come sono curati e realizzati i libri di una piccola casa editrice che ha a cuore quello che pubblica.
    Pertanto quando acquisterete un libro della Edizioni Della Vigna, sarete sicuramente soddisfatti letteralmente di quello che acquisterete.
    Se per caso troverete qualche refuso, anche noi siamo naturalmente solamente degli esseri umani.
    w.


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: zecca_2000 il 16 Giugno 2016, 10:59:36

    Caspita sto via qualche giorno e.....guarda che discussione infuocata che viene fuori!!!

    vorrei dire la mia....

    Secondo me lo SCALZI annunciato per Luglio e' una bellissima notizia...!!!
    Lo Stross di Giugno e' una notizia intermedia (80 pagine di ristampa....)

    Il Dozois nel Millemondi...allora se e' vero che hanno ridotto le uscite dei Millemondi a tre e' un peccato, davvero un peccato.
    Ed e' un peccato anche che sia diviso in tre, non per il costo (alla fine guardiamo quanto costavano "Stelle di neutroni" e "Supernovae" ai tempi).
    Mi spiace piuttosto che öccupi tre uscite, si poteva farlo in due tomi e fare uscire qualcosa altro...


    Rama IV. E'un'ottima notizia secondo me. Non si tratta di un capitolo a caso di un ciclo, si tratta del capitolo conclusivo di un ciclo, rimasto inedito (e di cui probabilmente i diritti appartengono alla Rizzoli, come scriveva qualcuno...)

    diverso il caso di Shaw, quella e'stata proprio una caduta di stile.

    cosi' come caduta di stile e' Videokill, bellissimo romanzo giallo-thriller di Joanna fluke....giallo-thriller, non horror. E gia' pubblicato. Potevano ristamparlo nei classici del giallo.
    Da fantastic fiction viene definito "Mistery".
    Peccato...


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: attiliosfunel il 16 Giugno 2016, 11:04:08

    [quote author=waferdi qlnk=board=6&threadid=8599&start;=#95483 date=1466017088]
    [quote author=maxpullo qlnk=board=6&threadid=8599&start;=#95479 date=1466003884]
    [quote author=Impossibili qlnk=board=6&threadid=8599&start=60#95466 date=1465940442]

    Davvero hanno scritto: [SIZE=2]"lo sanno tutti che 1 euro = 1000 lire"?[/SIZE]
    [/quote]


    Come no. Leggi qui.
    http://blog.librimondadori.it/blogs/urania/2009/05/02/urania-1546-seeker/#comment-53721
    [/quote]

    Me la sono andata a rivedere pure io quella puntata sul blog.
    Verteva principalmente su Seeker, la sua traduzione e aumenti di prezzo.
    Già nel lontano 2009 si faceva cagnara su prezzi, autori, traduzioni e cose varie.
    Non è cambiato niente, ai nostri giorni si continua sulla stessa falsariga di allora.
    Siccome c'erano alcune consideazioni sulla traduzione di Seeker, vi voglio dire come è stata fatta la traduzione di Santiago:
    diciamo che è metà di Luigi e metà mia,
    la mia parte è stata riletta e corretta (mettendo le punteggiature dove andavano o cambiando qualche termine) da mia sorella (classico, e pertanto più letterata di me)
    che non conosce una parola d'inglese e pertanto si è fidata, volente o nolente, della mia traduzione.
    La parte di Luigi è stata letta e corretta dalla sua signora.
    Poi io ho riletto e fatto osservazioni sulla metà di Luigi, e lui le ha fatte sulla mia.
    E siamo arrivati all preparazione per la stampa.
    Io ho riletto il tutto guardando se c'erano errori di passaggio dal Word al PDF, e Luigi ha fatto lo stesso.
    Ultima lettura da parte di altra persona, che non si poteva mai sapere.
    Questo per dirvi come sono curati e realizzati i libri di una piccola casa editrice che ha a cuore quello che pubblica.
    Pertanto quando acquisterete un libro della Edizioni Della Vigna, sarete sicuramente soddisfatti letteralmente di quello che acquisterete.
    Se per caso troverete qualche refuso, anche noi siamo naturalmente solamente degli esseri umani.
    w.
    [/quote]
    Dubito fortemente che la Mondadori, benché sia una delle case editrici più grandi d'Europa, applichi una procedura così approfondita di revisione delle traduzioni. Anzi, in alcuni casi la traduzione di certi Urania faceva così palesemente schifo da rendere evidente come NESSUNA revisione fosse stata applicata. Questo per spiegare la differenza, come dici tu, fra chi ha a cuore il prodotto che pubblica, e chi invece bada solo ai soldi che lo stesso porta casa: senza però fare i conti con la perdita progressiva che certi sfondoni ridicoli, soprattutto se reiterati, provocano negli acquirenti. Siamo sicuri che tutto il pubblico che ha perso nella gestione attuale, Urania l'avrebbe perso lo stesso se non fosse stato cambiato il formato mille volte, se le traduzioni fossero state più curate, se non fossero state pubblicate marchette come Di Marino o Floyd Frugo, se il curatore non cambiasse idea ogni dieci minuti, se non fossero state mescolate opere horror, se i cicli non fossero stati interrotti o se non fossero stati saltati capitoli intermedi, se non fossero sparite le rubriche senza spiegazione alcuna etc. etc? [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_shock.gif[/IMG][IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_angry.gif[/IMG][IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_angry.gif[/IMG][IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_angry.gif[/IMG]


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: attiliosfunel il 16 Giugno 2016, 11:05:56

    [quote author=galions qlnk=board=6&threadid=8599&start=75#95480 date=1466006128]
    Se i Millemondi vengono ridotti a 3 uscite annue e l'antologia curata da Dozois verrà divisa in 3 parti anche in futuro, non avremo più un Millemondi slegato da questa pubblicazione.
    Questo è un peccato.
    Oppure la proposta dello Year’s Best è solo occasionale?
    Mi spiacerebbe perdere quelle uscite dove viene dedicato un volume corposo ad un singolo autore.
    [/quote]
    Da IMMondadori possiamo aspettarci di tutto. A suo tempo, due antologie (vado a memoria) del povero Dozois era già state sminuzzate in vari volumi, poi senza spiegazioni la pubblicazione si è interrotta (probabilmente avevano fatto un'analisi costi/guadagni e non gli tornava)


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: ciccio il 16 Giugno 2016, 13:58:58

    [quote author=Edmeo Piras qlnk=board=6&threadid=8599&start=75#95487 date=1466067956]
    [quote author=galions qlnk=board=6&threadid=8599&start=75#95480 date=1466006128]
    Se i Millemondi vengono ridotti a 3 uscite annue e l'antologia curata da Dozois verrà divisa in 3 parti anche in futuro, non avremo più un Millemondi slegato da questa pubblicazione.
    Questo è un peccato.
    Oppure la proposta dello Year’s Best è solo occasionale?
    Mi spiacerebbe perdere quelle uscite dove viene dedicato un volume corposo ad un singolo autore.
    [/quote]
    Da IMMondadori possiamo aspettarci di tutto. A suo tempo, due antologie (vado a memoria) del povero Dozois era già state sminuzzate in vari volumi, poi senza spiegazioni la pubblicazione si è interrotta (probabilmente avevano fatto un'analisi costi/guadagni e non gli tornava)
    [/quote]

    Se non ricordo male questo the Best dovrebbe essere l'ultimo, la serie si è interrotta definitivamente.


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: Lucky il 16 Giugno 2016, 16:40:32

    [quote author=ciccio qlnk=board=6&threadid=8599&start;=#95488 date=1466078338]
    [quote author=Edmeo Piras qlnk=board=6&threadid=8599&start=75#95487 date=1466067956]
    [quote author=galions qlnk=board=6&threadid=8599&start=75#95480 date=1466006128]
    Se i Millemondi vengono ridotti a 3 uscite annue e l'antologia curata da Dozois verrà divisa in 3 parti anche in futuro, non avremo più un Millemondi slegato da questa pubblicazione.
    Questo è un peccato.
    Oppure la proposta dello Year’s Best è solo occasionale?
    Mi spiacerebbe perdere quelle uscite dove viene dedicato un volume corposo ad un singolo autore.
    [/quote]
    Da IMMondadori possiamo aspettarci di tutto. A suo tempo, due antologie (vado a memoria) del povero Dozois era già state sminuzzate in vari volumi, poi senza spiegazioni la pubblicazione si è interrotta (probabilmente avevano fatto un'analisi costi/guadagni e non gli tornava)
    [/quote]

    Se non ricordo male questo the Best dovrebbe essere l'ultimo, la serie si è interrotta definitivamente.
    [/quote]
    No, Stefano; mi risulta anzi che sia uscito il volume 32.
    Quella interrotta definitivamente è l'omonima YBSF di Hartwell & Cramer.
    Un salutone
    Gian


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: J.J.Adams il 16 Giugno 2016, 20:48:42

    [IMG]http://oi66.tinypic.com/9aygys.jpg[/IMG]


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: J.J.Adams il 17 Giugno 2016, 08:31:18

    [IMG]http://oi65.tinypic.com/dh7itz.jpg[/IMG]


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: ciccio il 17 Giugno 2016, 09:31:15

    [quote author=Lucky qlnk=board=6&threadid=8599&start=75#95489 date=1466088032]
    [quote author=ciccio qlnk=board=6&threadid=8599&start;=#95488 date=1466078338]
    [quote author=Edmeo Piras qlnk=board=6&threadid=8599&start=75#95487 date=1466067956]
    [quote author=galions qlnk=board=6&threadid=8599&start=75#95480 date=1466006128]
    Se i Millemondi vengono ridotti a 3 uscite annue e l'antologia curata da Dozois verrà divisa in 3 parti anche in futuro, non avremo più un Millemondi slegato da questa pubblicazione.
    Questo è un peccato.
    Oppure la proposta dello Year’s Best è solo occasionale?
    Mi spiacerebbe perdere quelle uscite dove viene dedicato un volume corposo ad un singolo autore.
    [/quote]
    Da IMMondadori possiamo aspettarci di tutto. A suo tempo, due antologie (vado a memoria) del povero Dozois era già state sminuzzate in vari volumi, poi senza spiegazioni la pubblicazione si è interrotta (probabilmente avevano fatto un'analisi costi/guadagni e non gli tornava)
    [/quote]

    Se non ricordo male questo the Best dovrebbe essere l'ultimo, la serie si è interrotta definitivamente.
    [/quote]
    No, Stefano; mi risulta anzi che sia uscito il volume 32.
    Quella interrotta definitivamente è l'omonima YBSF di Hartwell & Cramer.
    Un salutone
    Gian
    [/quote]
    Grazie avevo confuso le cose
    un abbraccio
    Stefano


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: Kolok il 17 Giugno 2016, 14:29:19

    Io non ho mai comprato tutto a prescindere e nemmeno boicotterò tutte le uscite a prescindere.

    Certamente posso tranquillamente dirmi deluso dalla maggior parte delle scelte degli ultimi anni...non ultime la pubblicazione di volumi conclusivi di serie non complete o lo spezzatino del Millemondi YBSF.

    Ora, portando l'esempio di un ristorante:

    - se una volta un ristorante faceva tutto buono era il mio ristorante preferito
    - se poi col passare del tempo, alcuni piatti peggioravano, continuo ad andarci per mangiare i piatti che mi gustano
    - se però, questo ristorante, ogni tanto mi tira una bella fregatura, ci prova con scelte discutibili ecc...beh, anche se fa ancora qualche piatto buono, magari decido di abbandonarlo perchè non mi sento più "a mio agio" o mi sento preso in giro.


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: J.J.Adams il 18 Giugno 2016, 08:34:46

    [IMG]http://oi63.tinypic.com/mhd551.jpg[/IMG] ... [IMG]http://oi64.tinypic.com/wmghw7.jpg[/IMG]


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: ciccio il 20 Giugno 2016, 10:42:17

    Questo mese delle copertine bellissime vale quasi la pena di comprarli solo per le copertine.


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: J.J.Adams il 20 Giugno 2016, 20:51:20

    [IMG]http://oi66.tinypic.com/egpaf7.jpg[/IMG]

    [B]Lock In[/B] ... http://www.isfdb.org/cgi-bin/pl.cgi?431597


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: Lucky il 20 Giugno 2016, 22:17:44

    Adesso abbiamo tutte le copertine.
    In edicola non ci sarà niente di più bello.

    Grazie J.J.
    Gian


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: attiliosfunel il 21 Giugno 2016, 09:12:46

    [quote author=ciccio qlnk=board=6&threadid=8599&start=75#95506 date=1466412137]
    Questo mese delle copertine bellissime vale quasi la pena di comprarli solo per le copertine.
    [/quote]
    Mah [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_undecided.gif[/IMG]


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: attiliosfunel il 21 Giugno 2016, 15:06:08

    [quote author=J.J.Adams qlnk=board=6&threadid=8599&start;=#95504 date=1466231686]
    [IMG]http://oi63.tinypic.com/mhd551.jpg[/IMG] ... [IMG]http://oi64.tinypic.com/wmghw7.jpg[/IMG]
    [/quote]
    OKKIO! "Video Kill" su Goodreads è citato come "thriller": che sia la solita lippata? Vero che isfdb.org vi accompagna il tag "horror", ma la mia impressione è che si tratti del classico horror in cui l'orrore deriva da squartamenti e sanguinolenze (tipo Psycho), ma senza nessun autentico contenuto sovrannaturale.


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: J.J.Adams il 21 Giugno 2016, 17:27:16

    [quote author=Edmeo Piras qlnk=board=6&threadid=8599&start=90#95515 date=1466514368]
    [quote author=J.J.Adams qlnk=board=6&threadid=8599&start;=#95504 date=1466231686]
    [IMG]http://oi64.tinypic.com/wmghw7.jpg[/IMG]
    [/quote][I]OKKIO! [/I]
    [I]"Video Kill" su Goodreads è citato come "thriller": che sia la solita lippata? [/I]
    [I]Vero che isfdb.org vi accompagna il tag "horror", ma la mia impressione è che si tratti del classico horror in cui l'orrore deriva da squartamenti e sanguinolenze (tipo Psycho), ma senza nessun autentico contenuto sovrannaturale.[/I]
    [/quote]

    [IMG]http://oi64.tinypic.com/1exduh.jpg[/IMG]

    E' una ennesima ristampa ... http://www.mondourania.com/horror/horrorvs9.htm
    ... ripescata qui ... http://www.mondourania.com/horror/uraniahorrorvs1-18.htm


    [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cry.gif[/IMG]


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: Kolok il 22 Giugno 2016, 11:16:14

    [quote author=Edmeo Piras qlnk=board=6&threadid=8599&start=90#95513 date=1466493166]
    [quote author=ciccio qlnk=board=6&threadid=8599&start=75#95506 date=1466412137]
    Questo mese delle copertine bellissime vale quasi la pena di comprarli solo per le copertine.
    [/quote]
    Mah [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_undecided.gif[/IMG]
    [/quote]

    Ciccio è il "lettore modello" per Lippi & C. [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]

    [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_kiss.gif[/IMG]


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: ciccio il 22 Giugno 2016, 15:04:06

    [quote author=Kolok qlnk=board=6&threadid=8599&start=90#95526 date=1466586974]
    [quote author=Edmeo Piras qlnk=board=6&threadid=8599&start=90#95513 date=1466493166]
    [quote author=ciccio qlnk=board=6&threadid=8599&start=75#95506 date=1466412137]
    Questo mese delle copertine bellissime vale quasi la pena di comprarli solo per le copertine.
    [/quote]
    Mah [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_undecided.gif[/IMG]
    [/quote]

    Ciccio è il "lettore modello" per Lippi & C. [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]

    [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_kiss.gif[/IMG]
    [/quote]

    Io sono un LETTORE e anche un MODELLO per me e basta.


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: J.J.Adams il 23 Giugno 2016, 17:54:49

    Sia quel che sia ... le copertine di questo mese non è che brillino eccessivamente.
    Decisamente brutte quelle di [B]Urania[/B] e [B]Urania Collezione[/B] ... passabili quelle del [B]Jumbo[/B] e del [B]Millemondi[/B] (anche se troppo generiche ed adatte quindi ad una quantità di situazioni).
    L'unica accettabile o, quanto meno, centrata mi sembra quella dell'[B]Horror[/B].
    Poi, cosa ovvia, è soltanto una questione di gusti ...


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: Lucky il 23 Giugno 2016, 18:23:01

    [quote author=J.J.Adams qlnk=board=6&threadid=8599&start;=#95547 date=1466697289]
    Sia quel che sia ... le copertine di questo mese non è che brillino eccessivamente.
    Decisamente brutte quelle di [B]Urania[/B] e [B]Urania Collezione[/B] ... passabili quelle del [B]Jumbo[/B] e del [B]Millemondi[/B] (anche se troppo generiche ed adatte quindi ad una quantità di situazioni).
    L'unica accettabile o, quanto meno, centrata mi sembra quella dell'[B]Horror[/B].
    Poi, cosa ovvia, è soltanto una questione di gusti ...
    [/quote]
    Concordo sul giudizio per Urania Collezione, meno per la copertina di Urania, che richiama un "gioco d'immagine" dell'ultima di copertina delle raccolte "I Mondi nel Cerchio" e che trovo simpatica.
    Certamente la Tua chiusura è importante...
    Gian


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: J.J.Adams il 23 Giugno 2016, 19:58:20

    [quote author=Lucky qlnk=board=6&threadid=8599&start=90#95549 date=1466698981]
    [quote author=J.J.Adams qlnk=board=6&threadid=8599&start;=#95547 date=1466697289]
    [I]Sia quel che sia ... le copertine di questo mese non è che brillino eccessivamente.
    Decisamente brutte quelle di [B]Urania[/B] e [B]Urania Collezione[/B] ... passabili quelle del [B]Jumbo[/B] e del [B]Millemondi[/B] (anche se troppo generiche ed adatte quindi ad una quantità di situazioni).
    L'unica accettabile o, quanto meno, centrata mi sembra quella dell'[B]Horror[/B].
    Poi, cosa ovvia, è soltanto una questione di gusti ...[/I]
    [/quote]
    [I]Concordo sul giudizio per Urania Collezione, meno per la copertina di Urania, che richiama un "gioco d'immagine" dell'ultima di copertina delle raccolte "I Mondi nel Cerchio" e che trovo simpatica.
    Certamente la Tua chiusura è importante...[/I]
    Gian
    [/quote]

    E' più probabile invece che si sia ispirato alla copertina dell'opera originale ... http://www.isfdb.org/cgi-bin/pl.cgi?431597

    [IMG]http://oi63.tinypic.com/2dadnxd.jpg[/IMG]

    Ciao ...


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: Lucky il 23 Giugno 2016, 21:40:22

    [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2ke8daf7c8da.jpg[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/upload/2k65e595578d.jpg[/IMG]

    Non credo, queste sono antecedenti
    Gian
    [CENTER] [/CENTER]


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: attiliosfunel il 24 Giugno 2016, 07:48:14

    Resta secondo me il problema di Brambilla con le figure umane: laddove colori e dettagli tecnologici sono sfavillanti, i personaggi purtroppo sembrano dei pupazzi (forse da questa copertina si capisce il perché).


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: Arne Saknussemm il 27 Giugno 2016, 11:26:49

    [quote author=tehom qlnk=board=6&threadid=8599&start=15#95402 date=1465723300]
    [quote author=Fantobelix qlnk=board=6&threadid=8599&start;=#95398 date=1465718549]
    [quote author=galions qlnk=board=6&threadid=8599&start=15#95397 date=1465690895]
    Sono d'accordo con Arne per quanto riguarda l'Urania Collezione n.161, infatti non lo acquisterò, ma per il resto non propongo nulla per migliorare la situazione.
    A me Urania piace così com'è.
    Questo non significa che non sia legittimo criticarla o anche decidere di non acquistare più nulla.
    Quello che non capisco è arrivare ad augurarsi che nessun'altro acquisti più nulla e che la collana chiuda.
    Perchè questo è quello che si ottiene cercando di organizzare il mancato acquisto collettivo dei volumi.
    E quest'odio gratuito, che pensavo confinato solo agli utenti del blog ufficiale, proprio non lo comprendo.
    [/quote]
    Grazie mille Galions!!!
    Solo 2 mesi fa leggevamo i "forzati della critica" festeggiare sentitamente per le prossime uscite e le comunicazioni ufficiali in merito. Sono bastate una o due uscite per farci ripiombare nel baratro delle lamentele, apparentemente più importanti di qualsiasi "bicchiere mezzo pieno" o tentativo fatto dall'editore, pur con le difficoltà del caso, per recuperare una relazione coi lettori. Attaccandosi addirittura al numero di pagine che deve avere un'uscita, per molto tempo richiesta ed attesa, pur di ricominciare.
    Il tuo pensiero, che sono sicuro è simile a quello di molti altri che preferiscono dedicare a più costruttive attività il loro tempo, riporta un po' di buon senso anche nelle critiche su titoli o scelte editoriali, [U]più che lecite e più volte espresse, qui liberamente[/U], a volte anche troppo. Cui comunque alla fine prevalgono le leggi di mercato e i dati di vendita, che ci piacciano o meno, e che qualcuno analizzerà.
    Che la tua pacatezza, insieme a quella di Nick ed altri, possa aiutarci a farci godere quel che di buono c'è, finchè ci sarà, e farci scegliere con più serenità ciò che si vuole leggere e comprare! Nel bene e nel male, a proprio insandacabile giudizio, ovviamente.
    Grazie.
    [/quote]
    Urania non ha bisogno di difensori d'ufficio, tanto fanno quello che gli pare sempre e comunque, ma di recuperare (costruire?) una vera dialettica con i suoi lettori.
    Questo risultato non si raggiunge sostenendo che il 3zo Shaw è il migliore della serie e totalmente autoconclusivo, perchè questa uscita sa tanto di pisciata in testa alla gente mentre si sostiene che in realtà sta piovendo...
    Ora io mi rendo benissimo conto che certe scelte, come il Rucker nei Capolavori, erano già state calendarizzate da tempo, ma che costava da parte di un Lippi risparmiarsi questa sparata arrogante e dire qualcosa pressapoco di questo tenore:[I]"Adesso che abbiamo raggiunto un accettabile equilibrio economico/editoriale(...) saremo finalmente in grado dal prossimo futuro di venire incontro alle richieste del pubbico(...)"[/I] ?
    Per quanto riguarda il Dozois se permettete mi attacco anch'io alla storia del numero di pagine, ma non per le ragioni stucchevoli di traduzione dall'inglese all'italiano bla bla bla, ma per un motivo molto più pratico.
    Spezzandolo in tre parti (in un arco di tempo di un anno ! ) si annuncia una spesa complessiva di circa 24 euro che, se permettete, io ritengo eccessiva.
    Se invece la Mondadori mi avesse confezionato un bel paperback dal costo diciamo di 15 euro circa chiamandolo Urania Mammuth, Urania Godzilla o come volete, l'avrei senz'altro preso senza esitazioni, così invece penso che rinuncerò prendendolo nell'usato con calma.
    [/quote]

    Completamente allineato con Tehom. La giustificazione non regge..... ed ha fatto saltare sulla sedia persino un o "strenuo difensore" di UCZ, quale mi ritengo di essere. Collezione interrotta...e vi ho gia detto tutto.
    Per il Dozois: vivaddio!! Finalmente una bellezza di antologia! E poi ...Dozois!!!
    Ma non posso gioire fino in fondo... un matrimonio coi fichi secchi...diciamo... perchè 24 euro non è poco....
    ...ma vabbè.

    Lunga vita ad Urania! Lunga vita alla SF tutta! Lunga vita alla letteratura comunque ed ovunque!
    La mia personale scelta non vuol certo dire che mi auspico che tutti facciano come me...al contrario spero che tutti facciano l'opposto !!


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: Arne Saknussemm il 27 Giugno 2016, 11:58:08

    [quote author=Cletus qlnk=board=6&threadid=8599&start=45#95451 date=1465894699]
    [quote author=Impossibili qlnk=board=6&threadid=8599&start;=#95435 date=1465851172]
    [quote author=ciccio qlnk=board=6&threadid=8599&start=30#95423 date=1465807033]
    [quote author=Impossibili qlnk=board=6&threadid=8599&start=0#95375 date=1465495774]
    Condivido quanto scritto da Arne e gli altri ma non mi sento più di scandalizzarmi per le scelte che vengono fatte perché da tempo le cose andavano in questa direzione.

    Ad esempio:

    1) Cicli pubblicati non in ordine logico
    2) Cicli pubblicati e rimasti incompiuti
    3) Cicli pubblicati con uscite a distanza di mesi quando non di anni

    Naturalmente queste evenienze occorrono contemporaneamente per la gioia dell'appassionato...

    4) Italiani francamente illeggibili pubblicati senza quasi editing e dall'altra parte un bel Vinge rimaneggiato.
    5) Ristampe, ristampe, ristampe (mi viene in mente una canzone degli Squallor che non cito).

    Il tutto apparecchiato con sussiegosità e un po' di schifiltosità nei confronti dei lettori che ne chiedono sacrosantamente ragione.

    Così è da tempo, molto tempo.

    L'altro giorno ho cominciato a fare la pulizia periodica degli scaffali dove tengo gli Urania e la cosa strana è vedere che Lippi ha pubblicato cose ottime.

    Non capisco.
    [/quote]

    Perché odi cosi tanto gli autori italiani? tra l'altro sei un po' assolutista nelle tue affermazioni, dai quasi per scontato che se una cosa non piace a te non debba piacere a nessuno.
    [/quote]

    Se per te una critica significa odiare credo che non stiamo usando la stessa lingua.
    L'odio (non è che lo dico io) nasce dalla stessa radice dell'amore.
    Personalmente non amo gli autori italiani e quindi nemmeno li odio.

    Per me il criterio di valutazione degli italiani su Urania è scadente, li si spinge per motivi puramente commerciali (costano meno di un americano o inglese).
    Se ti interessa possiamo discuterne in modo più dettagliato il che sarebbe interessante.
    [/quote]

    Sì, forse sarebbe auspicabile discuterne in modo più dettagliato, così che non appaiano solo come giudizi tranchant, monchi di qualsiasi argomentazione. Mi piacerebbe capire che cosa vuol dire "valutazione scadente" (il "pessimo" è suo, mi pare). E' il Premio Urania che reputa non all'altezza? O gli autori che entrano nella programmazione a prescindere? Qualche differenziazione aiuterebbe a capire, mi scusi. E' davvero sicuro che costino meno di uno scrittore straniero e che la scelta di pubblicare italiani sia improntata a questi supposti "motivi commerciali"? Nella sua logica il risparmio equivarrebbe ad autolesionismo...
    [/quote]

    Ciao Cletus/Dario...visto che sono stato più volte citato ma mai è stato quotato il mio intervento... e visto che nello stesso post dove mi si cita a volte appare "odio", "premio Urania" eccetera... vorrei chiarire che io non ho mai parlto di odio, ne di premi uraniane di urania serie. Mi sono solo lamentato dell'ultimo UCZ e delle spiegazioni relative date dal curatore; ho con dispiacere interrotto la mia collezione di UCZ (perchè non ho mai parlato della serie madre.....) e tant'è.

    Lo voglio specificare perchè ti stimo e non vorrei che avessi interpretato male un mio pensiero mai espresso in queste pagine ma eviscerato altrove.
    Peace Love SF....

    E buona giornata!!

    [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/Felice/23.gif[/IMG]


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: Cletus il 28 Giugno 2016, 10:04:20

    [quote author=Arne Saknussemm qlnk=board=6&threadid=8599&start;=#95565 date=1467021488]
    [quote author=Cletus qlnk=board=6&threadid=8599&start=45#95451 date=1465894699]
    [quote author=Impossibili qlnk=board=6&threadid=8599&start;=#95435 date=1465851172]
    [quote author=ciccio qlnk=board=6&threadid=8599&start=30#95423 date=1465807033]
    [quote author=Impossibili qlnk=board=6&threadid=8599&start=0#95375 date=1465495774]
    Condivido quanto scritto da Arne e gli altri ma non mi sento più di scandalizzarmi per le scelte che vengono fatte perché da tempo le cose andavano in questa direzione.

    Ad esempio:

    1) Cicli pubblicati non in ordine logico
    2) Cicli pubblicati e rimasti incompiuti
    3) Cicli pubblicati con uscite a distanza di mesi quando non di anni

    Naturalmente queste evenienze occorrono contemporaneamente per la gioia dell'appassionato...

    4) Italiani francamente illeggibili pubblicati senza quasi editing e dall'altra parte un bel Vinge rimaneggiato.
    5) Ristampe, ristampe, ristampe (mi viene in mente una canzone degli Squallor che non cito).

    Il tutto apparecchiato con sussiegosità e un po' di schifiltosità nei confronti dei lettori che ne chiedono sacrosantamente ragione.

    Così è da tempo, molto tempo.

    L'altro giorno ho cominciato a fare la pulizia periodica degli scaffali dove tengo gli Urania e la cosa strana è vedere che Lippi ha pubblicato cose ottime.

    Non capisco.
    [/quote]

    Perché odi cosi tanto gli autori italiani? tra l'altro sei un po' assolutista nelle tue affermazioni, dai quasi per scontato che se una cosa non piace a te non debba piacere a nessuno.
    [/quote]

    Se per te una critica significa odiare credo che non stiamo usando la stessa lingua.
    L'odio (non è che lo dico io) nasce dalla stessa radice dell'amore.
    Personalmente non amo gli autori italiani e quindi nemmeno li odio.

    Per me il criterio di valutazione degli italiani su Urania è scadente, li si spinge per motivi puramente commerciali (costano meno di un americano o inglese).
    Se ti interessa possiamo discuterne in modo più dettagliato il che sarebbe interessante.
    [/quote]

    Sì, forse sarebbe auspicabile discuterne in modo più dettagliato, così che non appaiano solo come giudizi tranchant, monchi di qualsiasi argomentazione. Mi piacerebbe capire che cosa vuol dire "valutazione scadente" (il "pessimo" è suo, mi pare). E' il Premio Urania che reputa non all'altezza? O gli autori che entrano nella programmazione a prescindere? Qualche differenziazione aiuterebbe a capire, mi scusi. E' davvero sicuro che costino meno di uno scrittore straniero e che la scelta di pubblicare italiani sia improntata a questi supposti "motivi commerciali"? Nella sua logica il risparmio equivarrebbe ad autolesionismo...
    [/quote]

    Ciao Cletus/Dario...visto che sono stato più volte citato ma mai è stato quotato il mio intervento... e visto che nello stesso post dove mi si cita a volte appare "odio", "premio Urania" eccetera... vorrei chiarire che io non ho mai parlto di odio, ne di premi uraniane di urania serie. Mi sono solo lamentato dell'ultimo UCZ e delle spiegazioni relative date dal curatore; ho con dispiacere interrotto la mia collezione di UCZ (perchè non ho mai parlato della serie madre.....) e tant'è.

    Lo voglio specificare perchè ti stimo e non vorrei che avessi interpretato male un mio pensiero mai espresso in queste pagine ma eviscerato altrove.
    Peace Love SF....

    E buona giornata!!

    [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/Felice/23.gif[/IMG]
    [/quote]

    Ti ringrazio della precisazione, caro Arne. C'è stata un bel po' di bagarre, come sempre accade quando il discorso cade sulla SF italiana. Credo che vi siate accorti che molti miei colleghi hanno preferito abbandonare questi lidi (e mi dispiace). Io continuo a esserci, anche se qualche volta mi inalbero di fronte a giudizi tranchant che tendono a fare di tutta l'erba un fascio (e uno sfascio!). Tant'è, ci sono... Buona giornata a tutti!

    Cletus aka Dario [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_smiley.gif[/IMG]


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: ciccio il 28 Giugno 2016, 11:07:49

    Beh dai qualche sostenitore ce.


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: galions il 28 Giugno 2016, 11:08:46

    [quote][quote author=Arne Saknussemm qlnk=board=6&threadid=8599&start=90#95565 date=1467021488]

    [/quote]
    .visto che sono stato più volte citato ma mai è stato quotato il mio intervento... e visto che nello stesso post dove mi si cita a volte appare "odio", "premio Urania" eccetera... vorrei chiarire che io non ho mai parlto di odio, ne di premi uraniane di urania serie.

    [/quote]


    Anch'io Arne vorrei chiarire che il termine 'odio' non era certo riferito al tuo discorso.


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: Arne Saknussemm il 30 Giugno 2016, 12:27:01

    [quote author=galions qlnk=board=6&threadid=8599&start=105#95573 date=1467104926]
    [quote][quote author=Arne Saknussemm qlnk=board=6&threadid=8599&start=90#95565 date=1467021488]

    [/quote]
    .visto che sono stato più volte citato ma mai è stato quotato il mio intervento... e visto che nello stesso post dove mi si cita a volte appare "odio", "premio Urania" eccetera... vorrei chiarire che io non ho mai parlto di odio, ne di premi uraniane di urania serie.

    [/quote]


    Anch'io Arne vorrei chiarire che il termine 'odio' non era certo riferito al tuo discorso.
    [/quote]

    Certo Galions, io non mi reiferivo a nessuno di voi (che avete commentato in queste pagine).
    Volevo solo specificare che, chi mi cita trovandosi d'accordo con me, si riferisce ad una mia esternazione relativa ad UCZ e all'ultima uscita di Urania COLLEZIONE. Non ho fatto nessun commento ne su Urania serie madre, ne sui premi italia, tantomeno sugli autori italiani....
    ...e mi sarebbe dispiaciuto se Dario Tonani (o altri) avesse capito il contrario.


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: MILES VORKOSIGAN il 06 Luglio 2016, 13:05:51

    Non ho ancora trovato un jumbo qui a Roma , voi ??


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: J.J.Adams il 07 Luglio 2016, 15:19:01

    Il [B]Millemondi[/B] '[B]Tutti i mondi possibili - Parte 1[/B]', uscito questa mattina, si compone di circa 370 pagine ...
    [B][U]Se[/U][/B] (e, come direbbe Mina, [U]sottolineo se[/U]) si dovesse considerare una foliazione analoga per le due parti successive ... si arriverebbe intorno alle 1100/1120 pagine complessive ... che porterebbero a due volumi di circa 560 pagine ciascuno ... guarda caso più o meno lo stesso numero di pagine del precedente [B]MM[/B] '[B]Le stelle dei giganti[/B]' ...

    [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: bibliotecario il 07 Luglio 2016, 17:16:12

    [quote author=J.J.Adams qlnk=board=6&threadid=8599&start=105#95691 date=1467897541]
    Il [B]Millemondi[/B] '[B]Tutti i mondi possibili - Parte 1[/B]', uscito questa mattina, si compone di circa 370 pagine ...
    [B][U]Se[/U][/B] (e, come direbbe Mina, [U]sottolineo se[/U]) si dovesse considerare una foliazione analoga per le due parti successive ... si arriverebbe intorno alle 1100/1120 pagine complessive ... che porterebbero a due volumi di circa 560 pagine ciascuno ... guarda caso più o meno lo stesso numero di pagine del precedente [B]MM[/B] '[B]Le stelle dei giganti[/B]' ...

    [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]
    [/quote]

    Vero ma le spese di acquisizione dei diritti sono, senza se, decisamente diverse [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_wink.gif[/IMG]


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: Impossibili il 09 Luglio 2016, 00:58:59

    [quote author=Cletus qlnk=board=6&threadid=8599&start=45#95451 date=1465894699]
    [quote author=Impossibili qlnk=board=6&threadid=8599&start;=#95435 date=1465851172]
    [quote author=ciccio qlnk=board=6&threadid=8599&start=30#95423 date=1465807033]
    [quote author=Impossibili qlnk=board=6&threadid=8599&start=0#95375 date=1465495774]
    Condivido quanto scritto da Arne e gli altri ma non mi sento più di scandalizzarmi per le scelte che vengono fatte perché da tempo le cose andavano in questa direzione.

    Ad esempio:

    1) Cicli pubblicati non in ordine logico
    2) Cicli pubblicati e rimasti incompiuti
    3) Cicli pubblicati con uscite a distanza di mesi quando non di anni

    Naturalmente queste evenienze occorrono contemporaneamente per la gioia dell'appassionato...

    4) Italiani francamente illeggibili pubblicati senza quasi editing e dall'altra parte un bel Vinge rimaneggiato.
    5) Ristampe, ristampe, ristampe (mi viene in mente una canzone degli Squallor che non cito).

    Il tutto apparecchiato con sussiegosità e un po' di schifiltosità nei confronti dei lettori che ne chiedono sacrosantamente ragione.

    Così è da tempo, molto tempo.

    L'altro giorno ho cominciato a fare la pulizia periodica degli scaffali dove tengo gli Urania e la cosa strana è vedere che Lippi ha pubblicato cose ottime.

    Non capisco.
    [/quote]

    Perché odi cosi tanto gli autori italiani? tra l'altro sei un po' assolutista nelle tue affermazioni, dai quasi per scontato che se una cosa non piace a te non debba piacere a nessuno.
    [/quote]

    Se per te una critica significa odiare credo che non stiamo usando la stessa lingua.
    L'odio (non è che lo dico io) nasce dalla stessa radice dell'amore.
    Personalmente non amo gli autori italiani e quindi nemmeno li odio.

    Per me il criterio di valutazione degli italiani su Urania è scadente, li si spinge per motivi puramente commerciali (costano meno di un americano o inglese).
    Se ti interessa possiamo discuterne in modo più dettagliato il che sarebbe interessante.
    [/quote]

    Sì, forse sarebbe auspicabile discuterne in modo più dettagliato, così che non appaiano solo come giudizi tranchant, monchi di qualsiasi argomentazione. Mi piacerebbe capire che cosa vuol dire "valutazione scadente" (il "pessimo" è suo, mi pare). E' il Premio Urania che reputa non all'altezza? O gli autori che entrano nella programmazione a prescindere? Qualche differenziazione aiuterebbe a capire, mi scusi. E' davvero sicuro che costino meno di uno scrittore straniero e che la scelta di pubblicare italiani sia improntata a questi supposti "motivi commerciali"? Nella sua logica il risparmio equivarrebbe ad autolesionismo...
    [/quote]

    Chiedo venia per il ritardo nella mia risposta, ho avuto un mezzo trasloco e pure problemi con la cella TIM.
    Per rispondere adeguatamente bisogna fare qualche premessa e ne elencherò alcune tra le più rilevanti per me.

    1) Quando muovo una critica parto dal mio "non mi piace" che è una sintesi estrema ma questo è solo un punto di partenza per un'analisi (della sintesi) per andare ad individuare e dipanare i punti che non mi piacciono e che si sono raccolti nel "nodo" del "non mi piace". Questo processo è forse più utile a me che altro perché mi permette di capire che tipo di lettore sono (o sono diventato).

    2) Ho un grande rispetto per chi affronta la fatica dello scrivere (ma non di tutti quelli che scrivono perché in giro ci sono entusiasti o presuntuosi "raffazzonieri" che non nobilitano l'arte della scrittura e per quante torte di fango mettano a cuocere non diventeranno cuochi) e non è ovviamente comparabile il "dire" al "fare".

    3) Non ho strumenti semiotici o letterari tali da poter delineare la mia critica come sarebbe appropriato quindi uso quello che ho.

    4) Partirò da Tonani per due semplici motivi: il primo è che lei (uso il lei per corretta reciprocità) è mio interlocutore diretto, il secondo è che di molti autori italiani di Urania non sono riuscito ad andare oltre le 40/50 pagine al massimo.

    In ultimo le dico che la mia critica è basata solo sulla lettura di Infect@, di Cardanica e dell'inizio di Toxic@ e Ascesa al sole di Bart e devo basarmi sui ricordi non avendo sotto mano gli Urania e non avendo sinceramente l'intenzione (e il tempo!) di andare a rileggerli per cercarvi dentro quei passaggi necessari all'esemplificazione puntuale.
    Inoltre se le mie critiche le sembreranno ingenerose me ne scuso ma le assicuro che sono del tutto sincere e non motivate da alcun sentimento che mi sono accorto viene attribuito superficialmente quando si tocca quello che capisco essere diventato per molti una forma di totem.
    In pratica rispondo alla sua domanda nel modo più onesto che, per la conoscenza che ho di me stesso come lettore e della sf e altra letteratura, mi è possibile, in uno spirito costruttivo anche se sarò "spietato"...

    Quando ho cominciato a leggere Infect@ ho avuto la sensazione di una forma di nuovo approccio sia per lo stile che per i temi strettamente connessi allo stile. Il libro mi ha intrigato e mi ha lasciato alla fine un gusto particolare sicuramente inconfondibile. Ho letto poi Cardanica e non mi è piaciuto per lo stesso motivo per cui Toxica mi era piaciuto.
    Perché?
    Perché quel che era un unicum per stile e temi veniva in sostanza riutilizzato sotto forme diverse per Cardanica. In sintesi mi è sembrato che Tonani imitasse Tonani.
    Ho cominciato poi Toxic@ e L'algoritmo bianco e mi sono fermato dopo poche pagine con la sensazione che lei stesse applicando un "pattern" collaudato (e mi rendo conto che come punto d'arrivo deve essere costato lavoro su lavoro perché una forma simile si raggiunge solo in questo modo) ma che a me non convinceva più.
    Il continuo insistere sul dipingere mondi di degrado, con ricorso a descrizioni che a me sono parse mutuate da un misto di scenari da videogame e linguaggio ipercinetico di genere fumettistico, il ricorso ad una colorazione "sgargiante" (in senso lato) degli scenari e delle azioni fortemente influenzate (e non poteva essere diversamente) dagli scenari, l'iperbole utilizzata (anche qui necessariamente perché il "tono" generale del quadro lo richiedeva) eccessivamente per un mondo "eccessivo" mi ha dato la sensazione che lei si appoggi troppo su effetti speciali e rende i suoi libri comparabili (per me, ovviamente) a certi film che si reggono sia sugli stessi effetti speciali, sia su un uso "forte" della fotografia (un esempio che mi viene alla mente è "Sin City") e della scenografia, insomma effetti visuali per ottenere una forma di attenzione e di fascinazione ben precisa (con questo non intendo dire che lei persegua necessariamente questo fine ma che io ho ritrovato queste caratteristiche che portano per associazione mentale agli esempi che ho detto).

    Spesso questi film sono sostanzialmente intercambiabili e sono anche indistinguibili anche se i temi apparemente sono diversi.

    Una volta finita la fascinazione del primo romanzo ho avuto la sensazione che lei applicasse una forma di restyling ad uno stesso modello di prodotto e quando è scattato questo è anche scattata la "sindrome di Spitz" (vedi "L'occhio del Purgatorio"). Cioé ho visto quello che scriveva come se ne vedessi lo scheletro, come se il romanzo o il racconto fosse già finito, vedevo lo schema e quello che succede in uno schema riconosciuto e riconoscibile diventa per forza di cose un deja vù letterario, è come un cruciverba, non c'è niente di nuovo o di interessante da andare a cercarci dentro, almeno per me.

    Potrei e dovrei aggiungere altre considerazioni ma mi sembra di aver detto in sostanza quello che penso, quindi per il momento mi fermo qui, non senza aver risposto brevemente alle altre sue domande che richiederebbero anch'esse una trattazione:

    1) Valutazione scadente: qui dovrei parlare dei singoli autori ma in generale dirò che la scelta degli italiani per Urania non mira particolarmente alla loro valorizzazione ma alla creazione di un "parco" autori ai quali attingere e quindi si pubblica quel che c'è senza andare troppo per il sottile, forse si mira ad un pubblico giovanile , si seleziona quelli che corrispondono più al tipo di scrittura e di temi che va in direzione di quel target ma non li si fa crescere come si dovrebbe per migliorarli.
    Questa è l'idea che mi sono fatto, in tutta verità.
    Purtroppo la cosa non riguarda solo Urania ma il discorso è lungo...

    2) Il Premio Urania andrebbe abolito perché da un romanzo che ha vinto un premio ci si aspetta un valore che a mio avviso non c'è.
    Il Premio Urania è un marchio di qualità che mi sembra abbia perso questa prerogativa, per inerzia, forse.

    3) Degli autori ho già detto, più o meno.

    4) A meno che non mi sbagli, un autore italiano costa meno di un collega straniero perché non ci sono costi di traduzione.
    Per quanto riguarda l'autolesionismo le faccio un esempio e le chiedo una risposta sincera: mi spiega per quale motivo (ma questo è solo l'ultimo esempio tra tanti) si è pubblicato il terzo romanzo della trilogia di Shaw in una collana che per ammissione stessa di Lippi non contempla la pubblicazione di cicli?
    Con le centinaia di romanzi autoconclusivi a disposizione?
    Guardi che non lo dico per polemica: sono davvero curioso di capire quale sia stata la logica dietro questa scelta, perché una logica ci deve pur essere.
    Sarà la mia ignoranza in materia ma io non l'ho capita.
    Poi puo' vedere quanto ho scritto riguardo ai cicli pubblicati come sono pubblicati.
    Non è autolesionismo?
    Si vada a leggere i commenti di chi ha acquistato il Trono di Spade su Amazon per come è stato spezzettato.
    Non è autolesionismo?
    Forse porterà un margine maggiore di utile ma io come lettore non più bulimico come tempo fa rinuncio ad acquistare qualcosa mirato esclusivamente a spremere tutto quel che è possibile spremere da chi acquista.
    Sulla lunga distanza questa politica editoriale puo' pagare?
    The ultimate question is: Mondadori ha per Urania una politica editoriale o una politica solo commerciale?


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: J.J.Adams il 11 Luglio 2016, 13:31:22

    '[B]Le guide del tramonto[/B]' è in edicola da questa mattina ...


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: Cletus il 11 Luglio 2016, 13:45:00

    [quote author=Impossibili qlnk=board=6&threadid=8599&start;=#95715 date=1468018739]
    [quote author=Cletus qlnk=board=6&threadid=8599&start=45#95451 date=1465894699]
    [quote author=Impossibili qlnk=board=6&threadid=8599&start;=#95435 date=1465851172]
    [quote author=ciccio qlnk=board=6&threadid=8599&start=30#95423 date=1465807033]
    [quote author=Impossibili qlnk=board=6&threadid=8599&start=0#95375 date=1465495774]
    Condivido quanto scritto da Arne e gli altri ma non mi sento più di scandalizzarmi per le scelte che vengono fatte perché da tempo le cose andavano in questa direzione.

    Ad esempio:

    1) Cicli pubblicati non in ordine logico
    2) Cicli pubblicati e rimasti incompiuti
    3) Cicli pubblicati con uscite a distanza di mesi quando non di anni

    Naturalmente queste evenienze occorrono contemporaneamente per la gioia dell'appassionato...

    4) Italiani francamente illeggibili pubblicati senza quasi editing e dall'altra parte un bel Vinge rimaneggiato.
    5) Ristampe, ristampe, ristampe (mi viene in mente una canzone degli Squallor che non cito).

    Il tutto apparecchiato con sussiegosità e un po' di schifiltosità nei confronti dei lettori che ne chiedono sacrosantamente ragione.

    Così è da tempo, molto tempo.

    L'altro giorno ho cominciato a fare la pulizia periodica degli scaffali dove tengo gli Urania e la cosa strana è vedere che Lippi ha pubblicato cose ottime.

    Non capisco.
    [/quote]

    Perché odi cosi tanto gli autori italiani? tra l'altro sei un po' assolutista nelle tue affermazioni, dai quasi per scontato che se una cosa non piace a te non debba piacere a nessuno.
    [/quote]

    Se per te una critica significa odiare credo che non stiamo usando la stessa lingua.
    L'odio (non è che lo dico io) nasce dalla stessa radice dell'amore.
    Personalmente non amo gli autori italiani e quindi nemmeno li odio.

    Per me il criterio di valutazione degli italiani su Urania è scadente, li si spinge per motivi puramente commerciali (costano meno di un americano o inglese).
    Se ti interessa possiamo discuterne in modo più dettagliato il che sarebbe interessante.
    [/quote]

    Sì, forse sarebbe auspicabile discuterne in modo più dettagliato, così che non appaiano solo come giudizi tranchant, monchi di qualsiasi argomentazione. Mi piacerebbe capire che cosa vuol dire "valutazione scadente" (il "pessimo" è suo, mi pare). E' il Premio Urania che reputa non all'altezza? O gli autori che entrano nella programmazione a prescindere? Qualche differenziazione aiuterebbe a capire, mi scusi. E' davvero sicuro che costino meno di uno scrittore straniero e che la scelta di pubblicare italiani sia improntata a questi supposti "motivi commerciali"? Nella sua logica il risparmio equivarrebbe ad autolesionismo...
    [/quote]

    Chiedo venia per il ritardo nella mia risposta, ho avuto un mezzo trasloco e pure problemi con la cella TIM.
    Per rispondere adeguatamente bisogna fare qualche premessa e ne elencherò alcune tra le più rilevanti per me.

    1) Quando muovo una critica parto dal mio "non mi piace" che è una sintesi estrema ma questo è solo un punto di partenza per un'analisi (della sintesi) per andare ad individuare e dipanare i punti che non mi piacciono e che si sono raccolti nel "nodo" del "non mi piace". Questo processo è forse più utile a me che altro perché mi permette di capire che tipo di lettore sono (o sono diventato).

    2) Ho un grande rispetto per chi affronta la fatica dello scrivere (ma non di tutti quelli che scrivono perché in giro ci sono entusiasti o presuntuosi "raffazzonieri" che non nobilitano l'arte della scrittura e per quante torte di fango mettano a cuocere non diventeranno cuochi) e non è ovviamente comparabile il "dire" al "fare".

    3) Non ho strumenti semiotici o letterari tali da poter delineare la mia critica come sarebbe appropriato quindi uso quello che ho.

    4) Partirò da Tonani per due semplici motivi: il primo è che lei (uso il lei per corretta reciprocità) è mio interlocutore diretto, il secondo è che di molti autori italiani di Urania non sono riuscito ad andare oltre le 40/50 pagine al massimo.

    In ultimo le dico che la mia critica è basata solo sulla lettura di Infect@, di Cardanica e dell'inizio di Toxic@ e Ascesa al sole di Bart e devo basarmi sui ricordi non avendo sotto mano gli Urania e non avendo sinceramente l'intenzione (e il tempo!) di andare a rileggerli per cercarvi dentro quei passaggi necessari all'esemplificazione puntuale.
    Inoltre se le mie critiche le sembreranno ingenerose me ne scuso ma le assicuro che sono del tutto sincere e non motivate da alcun sentimento che mi sono accorto viene attribuito superficialmente quando si tocca quello che capisco essere diventato per molti una forma di totem.
    In pratica rispondo alla sua domanda nel modo più onesto che, per la conoscenza che ho di me stesso come lettore e della sf e altra letteratura, mi è possibile, in uno spirito costruttivo anche se sarò "spietato"...

    Quando ho cominciato a leggere Infect@ ho avuto la sensazione di una forma di nuovo approccio sia per lo stile che per i temi strettamente connessi allo stile. Il libro mi ha intrigato e mi ha lasciato alla fine un gusto particolare sicuramente inconfondibile. Ho letto poi Cardanica e non mi è piaciuto per lo stesso motivo per cui Toxica mi era piaciuto.
    Perché?
    Perché quel che era un unicum per stile e temi veniva in sostanza riutilizzato sotto forme diverse per Cardanica. In sintesi mi è sembrato che Tonani imitasse Tonani.
    Ho cominciato poi Toxic@ e L'algoritmo bianco e mi sono fermato dopo poche pagine con la sensazione che lei stesse applicando un "pattern" collaudato (e mi rendo conto che come punto d'arrivo deve essere costato lavoro su lavoro perché una forma simile si raggiunge solo in questo modo) ma che a me non convinceva più.
    Il continuo insistere sul dipingere mondi di degrado, con ricorso a descrizioni che a me sono parse mutuate da un misto di scenari da videogame e linguaggio ipercinetico di genere fumettistico, il ricorso ad una colorazione "sgargiante" (in senso lato) degli scenari e delle azioni fortemente influenzate (e non poteva essere diversamente) dagli scenari, l'iperbole utilizzata (anche qui necessariamente perché il "tono" generale del quadro lo richiedeva) eccessivamente per un mondo "eccessivo" mi ha dato la sensazione che lei si appoggi troppo su effetti speciali e rende i suoi libri comparabili (per me, ovviamente) a certi film che si reggono sia sugli stessi effetti speciali, sia su un uso "forte" della fotografia (un esempio che mi viene alla mente è "Sin City") e della scenografia, insomma effetti visuali per ottenere una forma di attenzione e di fascinazione ben precisa (con questo non intendo dire che lei persegua necessariamente questo fine ma che io ho ritrovato queste caratteristiche che portano per associazione mentale agli esempi che ho detto).

    Spesso questi film sono sostanzialmente intercambiabili e sono anche indistinguibili anche se i temi apparemente sono diversi.

    Una volta finita la fascinazione del primo romanzo ho avuto la sensazione che lei applicasse una forma di restyling ad uno stesso modello di prodotto e quando è scattato questo è anche scattata la "sindrome di Spitz" (vedi "L'occhio del Purgatorio"). Cioé ho visto quello che scriveva come se ne vedessi lo scheletro, come se il romanzo o il racconto fosse già finito, vedevo lo schema e quello che succede in uno schema riconosciuto e riconoscibile diventa per forza di cose un deja vù letterario, è come un cruciverba, non c'è niente di nuovo o di interessante da andare a cercarci dentro, almeno per me.

    Potrei e dovrei aggiungere altre considerazioni ma mi sembra di aver detto in sostanza quello che penso, quindi per il momento mi fermo qui, non senza aver risposto brevemente alle altre sue domande che richiederebbero anch'esse una trattazione:

    1) Valutazione scadente: qui dovrei parlare dei singoli autori ma in generale dirò che la scelta degli italiani per Urania non mira particolarmente alla loro valorizzazione ma alla creazione di un "parco" autori ai quali attingere e quindi si pubblica quel che c'è senza andare troppo per il sottile, forse si mira ad un pubblico giovanile , si seleziona quelli che corrispondono più al tipo di scrittura e di temi che va in direzione di quel target ma non li si fa crescere come si dovrebbe per migliorarli.
    Questa è l'idea che mi sono fatto, in tutta verità.
    Purtroppo la cosa non riguarda solo Urania ma il discorso è lungo...

    2) Il Premio Urania andrebbe abolito perché da un romanzo che ha vinto un premio ci si aspetta un valore che a mio avviso non c'è.
    Il Premio Urania è un marchio di qualità che mi sembra abbia perso questa prerogativa, per inerzia, forse.

    3) Degli autori ho già detto, più o meno.

    4) A meno che non mi sbagli, un autore italiano costa meno di un collega straniero perché non ci sono costi di traduzione.
    Per quanto riguarda l'autolesionismo le faccio un esempio e le chiedo una risposta sincera: mi spiega per quale motivo (ma questo è solo l'ultimo esempio tra tanti) si è pubblicato il terzo romanzo della trilogia di Shaw in una collana che per ammissione stessa di Lippi non contempla la pubblicazione di cicli?
    Con le centinaia di romanzi autoconclusivi a disposizione?
    Guardi che non lo dico per polemica: sono davvero curioso di capire quale sia stata la logica dietro questa scelta, perché una logica ci deve pur essere.
    Sarà la mia ignoranza in materia ma io non l'ho capita.
    Poi puo' vedere quanto ho scritto riguardo ai cicli pubblicati come sono pubblicati.
    Non è autolesionismo?
    Si vada a leggere i commenti di chi ha acquistato il Trono di Spade su Amazon per come è stato spezzettato.
    Non è autolesionismo?
    Forse porterà un margine maggiore di utile ma io come lettore non più bulimico come tempo fa rinuncio ad acquistare qualcosa mirato esclusivamente a spremere tutto quel che è possibile spremere da chi acquista.
    Sulla lunga distanza questa politica editoriale puo' pagare?
    The ultimate question is: Mondadori ha per Urania una politica editoriale o una politica solo commerciale?
    [/quote]

    Impossibili ciao,

    forse sarebbe il caso di darci del tu. Ho letto con molta attenzione il tuo post, e la mia prima reazione è stata quella di ribadire quello che penso sempre davanti a qualsiasi riscontro dei lettori, bello e cattivo che sia: una volta pubblicato, un libro non appartiene più all'autore ma a chi lo legge, che - nel rispetto del lavoro e della buona fede altrui - è libero di dirne e di farne ciò che vuole.

    Ovviamente dissento da diverse tue affermazioni: dal "Mi è sembrato che Tonani imitasse Tonani" giù fino al presunto "legame" tossico con i film pieni di effetti speciali e i vedeogame. Se la fantascienza non ha ricambio generazionale soprattutto nei lettori si deve in parte proprio alla disamina che ne hai fatto tu: in soldoni, rimanere ancorati alla SF che noi tutti leggevamo (o guardavamo al cinema) da ragazzini. Splendida, ma forse incapace di affascinare le nuove leve. Concorderai che la SF ha un tasso di abbandoni che nessun genere registra. A dimostrazione del fatto che va verso lidi che i lettori forti - che sono anche i meno giovani (e questo non credo sia contestabile) - trovano lontani dalle loro corde.

    Ovviamente a un autore di oggi ciò dispiace molto più che incontrare una critica tranchant e feroce su un proprio titolo.

    Non amo nascondermi dietro un dito e ti ho risposto con partecipazione e onestà, dato il fatto che hai citato soltanto il mio nome. Sotto sotto, lo prendo come un'attestazione di stima, anche se avrei preferito che la tua critica partendo da me trovasse argomenti in altre casistiche.

    Quanto al Premio Urania, che dire? Sono convinto che sia un piccolo patrimonio non solo per noi autori, ma anche per tanti, tantissimi lettori. Sentirsi sotto attacco (tuo, in questo caso) non è mai bello. Ma, come dico, fa parte del gioco e io non mi tiro certo indietro. Scrivere è mettersi in gioco, leggere è fruire del gioco. Qualche volta divertendosi, qualche altra no.

    So che non mi leggerai più, ma so anche che sotto sotto ritieni che non mi sia sottratto alle critiche.

    Ciao.
    Cletus aka Dario


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: Impossibili il 14 Luglio 2016, 13:39:02

    Ciao Cletus e grazie della disponibilità a discutere.
    Comprendo benissimo la necessità di vendere un prodotto ma mi sarei aspettato queste parole da un editore e non da uno scrittore.
    Ho pensato che meglio di me possa rispondere Italo Calvino:

    "...Alle volte mi sembra che un'epidemia pestilenziale abbia colpito l'umanità nella facoltà che più la caratterizza, cioè l'uso della parola, una peste del linguaggio che si manifesta come perdita di forza conoscitiva e immediatezza, come automatismo che tende a livellare l'espressione sulle formule più generiche, anonime, astratte, a diluire i significati, a smussare le punte espressive, a spegnere scintilla che sprizzi dallo scontro delle parole con nuove circostanze.
    Non m'interessa qui chiedermi se le origini di quest'epidemia siano da ricercare nella politica, nell'ideologia,, nell'uniformità burocratica, nell'omogeneizzazione dei mass-media,nella diffusione scolastica della media cultura. Quel che mi interessa sono le possibilità di salute. La letteratura può creare degli anticorpi che contrastino l'espandersi della peste del linguaggio.
    Vorrei aggiungere che non è soltanto il linguaggio a essere colpito da questa peste. Anche le immagini, per esempio. Viviamo sotto una pioggia ininterrotta di immagini, i pù potenti mass-media non fanno che trasformare il mondo in immagini e moltiplicarlo attraverso una fantasmagoria di giochi di di specchi: immagini che in gran parte sono prive della necessità interna che dovrebbe caratterizzare ogni immagine, come forma e come significato, come forza d'imporsi all'attenzione, come ricchezza di significati possibili. Gran parte di questa nuvola di immagini si dissolve immediatamente come i sogni che non lasciano traccia nella memoria; ma non si dissolve una sensazione d'estraneità e di disagio.
    Ma forse l'inconsistenza non è nelle immagini o nel linguaggio soltanto: è nel mondo. La peste colpisce anche la vita delle persone e la storia delle nazioni, rende tutte le storie informi, casuali,confuse, senza principio nè fine. Il mio disagio è per la perdita di forma che constato nella vita e a cui cerco d'opporre l'unica difesa che riesco a concepire: un'idea della letteratura...."

    Aggiungo una chiosa: se il denominatore della fantascienza sembra dovere essere, come affermi tu, l'intercettare il gusto delle nuove generazioni (con tutte le considerazioni sulla qualità dell'immaginario veicolato dall'industria dello spettacolo) per poter vendere di più allora il significato dello scrivere si riduce massimamente alla costruzione di un prodotto, il packaging e il marketing conseguenti e questo credo porterà come sta già portando, a mio avviso, ad un impoverimento della sf.

    Io però sono ottimista e vedo nuovi scrittori portare anche idee nuove, nuovi modi di trattarle e una capacità speculativa che nei tempi passati forse non c'è stata.

    Un in bocca al lupo per i tuoi progetti.


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: attiliosfunel il 15 Luglio 2016, 05:24:35

    [quote author=bibliotecario qlnk=board=6&threadid=8599&start=105#95696 date=1467904572]
    [quote author=J.J.Adams qlnk=board=6&threadid=8599&start=105#95691 date=1467897541]
    Il [B]Millemondi[/B] '[B]Tutti i mondi possibili - Parte 1[/B]', uscito questa mattina, si compone di circa 370 pagine ...
    [B][U]Se[/U][/B] (e, come direbbe Mina, [U]sottolineo se[/U]) si dovesse considerare una foliazione analoga per le due parti successive ... si arriverebbe intorno alle 1100/1120 pagine complessive ... che porterebbero a due volumi di circa 560 pagine ciascuno ... guarda caso più o meno lo stesso numero di pagine del precedente [B]MM[/B] '[B]Le stelle dei giganti[/B]' ...

    [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]
    [/quote]

    Vero ma le spese di acquisizione dei diritti sono, senza se, decisamente diverse [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_wink.gif[/IMG]
    [/quote]
    Non giustifica secondo me lo spezzatino. I costi aggiuntivi di alcuni volumi rispetto ad altri dovrebbero essere assorbiti apounto dalla pubblicazione di scarti come i romanzi di Hogan, per i quali la Mondadori non ha pagato una lira nel 2016. Io la vedo così: se la casa editrice originale ha fatto entrare tutto in un volume solo, la più potente equivalente italiana dovrebbe fare lo stesso.


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: J.J.Adams il 15 Luglio 2016, 09:46:15

    [quote author=Edmeo Piras qlnk=board=6&threadid=8599&start=105#95729 date=1468553075]
    [quote author=bibliotecario qlnk=board=6&threadid=8599&start=105#95696 date=1467904572]
    [quote author=J.J.Adams qlnk=board=6&threadid=8599&start=105#95691 date=1467897541][I]Il [B]Millemondi[/B] '[B]Tutti i mondi possibili - Parte 1[/B]', uscito questa mattina, si compone di circa 370 pagine ...
    [B][U]Se[/U][/B] (e, come direbbe Mina, [U]sottolineo se[/U]) si dovesse considerare una foliazione analoga per le due parti successive ... si arriverebbe intorno alle 1100/1120 pagine complessive ... che porterebbero a due volumi di circa 560 pagine ciascuno ... guarda caso più o meno lo stesso numero di pagine del precedente [B]MM[/B] '[B]Le stelle dei giganti[/B]' ...[/I]

    [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]
    [/quote][I]Vero ma le spese di acquisizione dei diritti sono, senza se, decisamente diverse[/I] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_wink.gif[/IMG]
    [/quote][I]Non giustifica secondo me lo spezzatino. [/I]
    [I]I costi aggiuntivi di alcuni volumi rispetto ad altri dovrebbero essere assorbiti appunto dalla pubblicazione di scarti come i romanzi di Hogan, per i quali la Mondadori non ha pagato una lira nel 2016. [/I]
    [I]Io la vedo così: [U]se la casa editrice originale ha fatto entrare tutto in un volume solo, [B]la più potente equivalente italiana dovrebbe fare lo stesso[/B][/U].[/I]
    [/quote]
    Questo in teoria ... ma, ahimè, la pratica dimostra il contrario ... [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cry.gif[/IMG]


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: ciccio il 18 Luglio 2016, 12:06:54

    [quote author=Impossibili qlnk=board=6&threadid=8599&start=105#95727 date=1468496342]
    Ciao Cletus e grazie della disponibilità a discutere.
    Comprendo benissimo la necessità di vendere un prodotto ma mi sarei aspettato queste parole da un editore e non da uno scrittore.
    Ho pensato che meglio di me possa rispondere Italo Calvino:

    "...Alle volte mi sembra che un'epidemia pestilenziale abbia colpito l'umanità nella facoltà che più la caratterizza, cioè l'uso della parola, una peste del linguaggio che si manifesta come perdita di forza conoscitiva e immediatezza, come automatismo che tende a livellare l'espressione sulle formule più generiche, anonime, astratte, a diluire i significati, a smussare le punte espressive, a spegnere scintilla che sprizzi dallo scontro delle parole con nuove circostanze.
    Non m'interessa qui chiedermi se le origini di quest'epidemia siano da ricercare nella politica, nell'ideologia,, nell'uniformità burocratica, nell'omogeneizzazione dei mass-media,nella diffusione scolastica della media cultura. Quel che mi interessa sono le possibilità di salute. La letteratura può creare degli anticorpi che contrastino l'espandersi della peste del linguaggio.
    Vorrei aggiungere che non è soltanto il linguaggio a essere colpito da questa peste. Anche le immagini, per esempio. Viviamo sotto una pioggia ininterrotta di immagini, i pù potenti mass-media non fanno che trasformare il mondo in immagini e moltiplicarlo attraverso una fantasmagoria di giochi di di specchi: immagini che in gran parte sono prive della necessità interna che dovrebbe caratterizzare ogni immagine, come forma e come significato, come forza d'imporsi all'attenzione, come ricchezza di significati possibili. Gran parte di questa nuvola di immagini si dissolve immediatamente come i sogni che non lasciano traccia nella memoria; ma non si dissolve una sensazione d'estraneità e di disagio.
    Ma forse l'inconsistenza non è nelle immagini o nel linguaggio soltanto: è nel mondo. La peste colpisce anche la vita delle persone e la storia delle nazioni, rende tutte le storie informi, casuali,confuse, senza principio nè fine. Il mio disagio è per la perdita di forma che constato nella vita e a cui cerco d'opporre l'unica difesa che riesco a concepire: un'idea della letteratura...."

    Aggiungo una chiosa: se il denominatore della fantascienza sembra dovere essere, come affermi tu, l'intercettare il gusto delle nuove generazioni (con tutte le considerazioni sulla qualità dell'immaginario veicolato dall'industria dello spettacolo) per poter vendere di più allora il significato dello scrivere si riduce massimamente alla costruzione di un prodotto, il packaging e il marketing conseguenti e questo credo porterà come sta già portando, a mio avviso, ad un impoverimento della sf.

    Io però sono ottimista e vedo nuovi scrittori portare anche idee nuove, nuovi modi di trattarle e una capacità speculativa che nei tempi passati forse non c'è stata.

    Un in bocca al lupo per i tuoi progetti.
    [/quote]

    Ho letto con interesse commenti e risposte, non condivido le opinioni (ma questo è un altro discorso ), però le argomentazioni sono chiare e ben esposte, però a questo punto vorrei chiederti cosa ne pensi di autori come Dan Simmons o Reynolds.


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: Impossibili il 18 Luglio 2016, 21:04:11

    Ciao e scusa il ritardo (avevo in sospeso una risposta con te sugli italiani da prima).
    Per rispondere devo prima fare una premessa doverosa: credo che quando si hanno dai 18 ai, diciamo, 30 anni sei un lettore famelico, avido di impressioni e ogni singola idea in un romanzo ti colpisce, hai pochi filtri e trovi cose fertili praticamente in ogni libro.
    Rileggendo alcuni autori letti in gioventù ho scoperto, ad esempio, che Van Vogt è diventato illeggibile e che in Van Vogt all'epoca ho aggiunto io quello che in realtà non c'era: inoltre la sua scrittura è piuttosto infantile e approssimativa (con tutta la riconoscenza che gli devo per avermi fatto sognare).

    Quando ho fatto la mia critica l'ho fatta da un'altra condizione che è quella di chi ha letto moltissima sf e quindi ho un gusto ora (fisiologicamente) ben definito con tutti i pro e i contro della situazione.
    Per questo non mi piacciono gli ultimi autori italiani che si rivolgono a lettori più adolescenti (e per altri motivi ancora che sarebbe lungo affrontare ma che in parte ho già esposto).

    In breve:

    Simmons è uno dei migliori autori, non solo ricco di idee ma che ha la capacità di scrivere in modo lineare e mai banale; ha "spessore", per così dire, è un piacere leggerlo perché non è scontato, riesce a darti punti di vista inediti e sorprendenti all'interno di uno stesso romanzo, la sua scrittura è ben dosata ma non hai (quasi) mai la sensazione che la cosa sia artificiosa, dote rara da trovare.
    Ad esempio ne "Il canto di Kali" parla dell'India inserendola con misura nel testo mentre, di contro, uno come McDonald ne "Il fiume degli dei" forza continuamente l'esoticismo, parla di cose che non gli appartengono, esegue un esercizio di stile e soprattutto il libro è sbilanciato e prolisso, ridondante.
    E mi fermo qui ma potrei aggiungerne...

    Di Reynolds ho letto il ciclo di Revelation ma non mi è piaciuto per i motivi opposti a quelli che ho citato prima.
    Soprattutto trovo che tratti una materia trascendente senza esserne all'altezza, mi sembra piuttosto "meccanico", "asfittico", sostanzialmente banalizza quello di cui scrive.

    Comunque è difficile trovare i termini giusti quando devi dire bene o male di uno scrittore, forse la cosa migliore che si puo' dire è che uno scrittore ti piace perché fa "risuonare" certe corde al tuo interno (e dipende quindi da come e quanto "accordato" sei tu), mentre uno scrittore scadente "suona" falso, artiificiale e spesso contingente alla moda del tempo (e quindi irrimediabilmente "datato" anche appena pubblicato) come succedeva con i pantaloni a zampa di elefante.

    Se posso consigliarti ti segnalo R.L. Stevenson (che non a caso Calvino ha pubblicato nei Centopagine Einaudi): è uno scrittore estremamente raffinato e scorrevole allo stesso tempo e ha affrontato con una capacità evocativa temi diversissimi. L'ho letto ne I Meridiani e sono rimasto stupefatto dalla discrepanza di come viene normalmente considerato (uno scrittore per ragazzi) e di come sia in realtà ricco di suggestioni e profondità.

    Dal "Club dei suicidi", "Le nuove Mille e Una Notte", il cupo e bellissimo "Master di Ballantrae", i racconti "Olalla", "Il padiglione sulle dune" ecc...

    Stevenson è arrivato ai suoi risultati con un lavoro incessante su di sé, provando ad imitare i passi degli scrittori che ammirava fino ad ottenere un risultato affine, tagliando e ricucendo con grande umiltà e un grande rispetto dell'importanza di dare il meglio di se stesso, applicando poi quello che riteneva appropriato ai suoi fini letterari.


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: ciccio il 19 Luglio 2016, 09:50:37

    [quote author=Impossibili qlnk=board=6&threadid=8599&start=105#95767 date=1468868651]
    Ciao e scusa il ritardo (avevo in sospeso una risposta con te sugli italiani da prima).
    Per rispondere devo prima fare una premessa doverosa: credo che quando si hanno dai 18 ai, diciamo, 30 anni sei un lettore famelico, avido di impressioni e ogni singola idea in un romanzo ti colpisce, hai pochi filtri e trovi cose fertili praticamente in ogni libro.
    Rileggendo alcuni autori letti in gioventù ho scoperto, ad esempio, che Van Vogt è diventato illeggibile e che in Van Vogt all'epoca ho aggiunto io quello che in realtà non c'era: inoltre la sua scrittura è piuttosto infantile e approssimativa (con tutta la riconoscenza che gli devo per avermi fatto sognare).

    Quando ho fatto la mia critica l'ho fatta da un'altra condizione che è quella di chi ha letto moltissima sf e quindi ho un gusto ora (fisiologicamente) ben definito con tutti i pro e i contro della situazione.
    Per questo non mi piacciono gli ultimi autori italiani che si rivolgono a lettori più adolescenti (e per altri motivi ancora che sarebbe lungo affrontare ma che in parte ho già esposto).

    In breve:

    Simmons è uno dei migliori autori, non solo ricco di idee ma che ha la capacità di scrivere in modo lineare e mai banale; ha "spessore", per così dire, è un piacere leggerlo perché non è scontato, riesce a darti punti di vista inediti e sorprendenti all'interno di uno stesso romanzo, la sua scrittura è ben dosata ma non hai (quasi) mai la sensazione che la cosa sia artificiosa, dote rara da trovare.
    Ad esempio ne "Il canto di Kali" parla dell'India inserendola con misura nel testo mentre, di contro, uno come McDonald ne "Il fiume degli dei" forza continuamente l'esoticismo, parla di cose che non gli appartengono, esegue un esercizio di stile e soprattutto il libro è sbilanciato e prolisso, ridondante.
    E mi fermo qui ma potrei aggiungerne...

    Di Reynolds ho letto il ciclo di Revelation ma non mi è piaciuto per i motivi opposti a quelli che ho citato prima.
    Soprattutto trovo che tratti una materia trascendente senza esserne all'altezza, mi sembra piuttosto "meccanico", "asfittico", sostanzialmente banalizza quello di cui scrive.

    Comunque è difficile trovare i termini giusti quando devi dire bene o male di uno scrittore, forse la cosa migliore che si puo' dire è che uno scrittore ti piace perché fa "risuonare" certe corde al tuo interno (e dipende quindi da come e quanto "accordato" sei tu), mentre uno scrittore scadente "suona" falso, artiificiale e spesso contingente alla moda del tempo (e quindi irrimediabilmente "datato" anche appena pubblicato) come succedeva con i pantaloni a zampa di elefante.

    Se posso consigliarti ti segnalo R.L. Stevenson (che non a caso Calvino ha pubblicato nei Centopagine Einaudi): è uno scrittore estremamente raffinato e scorrevole allo stesso tempo e ha affrontato con una capacità evocativa temi diversissimi. L'ho letto ne I Meridiani e sono rimasto stupefatto dalla discrepanza di come viene normalmente considerato (uno scrittore per ragazzi) e di come sia in realtà ricco di suggestioni e profondità.

    Dal "Club dei suicidi", "Le nuove Mille e Una Notte", il cupo e bellissimo "Master di Ballantrae", i racconti "Olalla", "Il padiglione sulle dune" ecc...

    Stevenson è arrivato ai suoi risultati con un lavoro incessante su di sé, provando ad imitare i passi degli scrittori che ammirava fino ad ottenere un risultato affine, tagliando e ricucendo con grande umiltà e un grande rispetto dell'importanza di dare il meglio di se stesso, applicando poi quello che riteneva appropriato ai suoi fini letterari.
    [/quote]
    Faccio anch'io una premessa io leggo avidamente da ormai più di 40 anni e pur affinando col tempo i gusti e la capacita critica, ogni nuovo libro e un avventura, non sempre finisce bene qualche volta si finisce in una palude, ma si trovano anche posti meravigliosi se si affrontano le pagine senza preconcetti, poi devo ammettere che la mia domanda era provocatoria in quanto trovo Simmons e Reynolds piuttosto autoreferenziali, Certo Hyperion e la Caduta sono capolavori , già Endymion e il Risveglio sono leggibili ma molto meno originali e coerenti e anche abbastanza ripetitivi, con il Canto di Kali mi sono fermato dopo 20 pagine, Ilium parte bene ma poi finisce in un miscuglio incoerente. Reynolds tende anche lui a ripetersi ed a arrangiare situazioni, mantenendosi comunque ad un livello di sufficienza, Conosco Stevenson e non lo considero certo uno scrittore solo per ragazzi, ma del resto sono convinto che uno "scrittore serio" che scriva per i ragazzi meriti di essere letto anche dai cosiddetti adulti, e visto che siamo in tema di consigli potrei suggerirti: Buzzati, Eco, Fruttero e Lucentini, Benni o se preferisci rimanere sugli stranieri: Bulgakov, Gogol, Swift, Milton, Hugo o Pennac.


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: Impossibili il 19 Luglio 2016, 10:36:17

    Penso la stessa cosa di quello che scrivi per Stevenson e degli scrittori per ragazzi, anzi, credo che in un certo senso sia il punto focale della questione. Chi legge sf per me è e rimane un adolescente nel senso migliore del termine, qualcuno che rimane aperto e in tensione verso qualcosa che trascende l'ordinario.

    All'interno di questa definizione ci sono tante sfumature: il divertimento inteso in senso etimologico, la sorpresa di poter vedere le cose in modi diversi e quindi la grande disponibilità di accedere a mondi inconoscibili altrimenti, che è poi il pregio della letteratura in genere; la voglia di aggiungere forme nuove di pensiero a quelle consuete e "funzionali" alle quali siamo costretti dalla quotidianità e tant'altro ancora.

    La differenza col passare degli anni sta nel nostro modificarsi fisiologico, credo, e la necessità di forme più raffinate (possibilmente) di "nutrimento".

    In pratica a me piace leggere sf come quella di Egan che è una miniera di idee, scrittore la cui abilità e riflessione speculativa ti apre scenari come forse nessuno scrittore prima di lui (questo nell'ambito della più pura sf speculativa, naturalmente) ma anche Peter Hamilton che non si risparmia nelle invenzioni e tant'altri.

    Molti degli scrittori che citi li ho letti (Eco, Pennac, Bulgakov), altri sono in lista da tempo ma come sai le liste invece di ridursi si allungano.
    Per Milton intendi quello del Paradiso Perduto, immagino.

    Attualmente sto leggendo Evelyn Waugh dall'acido humour; pare abbia scritto anche notevoli libri di viaggio.
    Uno scrittore dall'intelligenza "aguzza" più che acuta.

    Ti consiglio anche Leskov.

    Mi fermo qui


    Titolo: Re:Le uscite di Luglio ...
    Messaggio di: tehom il 10 Maggio 2017, 21:45:13

    [quote author=tehom qlnk=board=6&threadid=8599&start=75#95481 date=1466007812]


    Con un po' di [IMG]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/Generiche/mavala.gif[/IMG] dovrei riuscire a trovare tutti e tre i MM di Dozois nel giro di 24/30 mesi o su internet o nei mercatini.
    Se dovesse andarmi proprio di lusso potrei beccarli a 2 € cad. ( ci sono riuscito con gli Hamilton MM 60 e 61 [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_tongue.gif[/IMG]) poi li allineo tutti e tre in libreria fra le opere di Keynes e Krugman e, quasi quasi, ci schiaffo sopra una targa con le parole di Lippi sul cambio euro/lira [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]
    [/quote]
    Scusate, ma non ho resistito alla tentazione [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG] [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG].
    Sono riuscito nel giro di 12 mesi a procurarmi tutti (!) i Dozois usati ( in ottimo stato peraltro ) al prezzo medio di € 4,50 cad.
    Mi sento molto soddisfatto, ho la piacevole sensazione di aver dato un microscopico contributo al riequilibrio della bilancia dell'ordine cosmico [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_cheesy.gif[/IMG].



    Home Forum | Powered by M.Naldini
    © 2002, Naldini M. Tutti I diritti riservati.