Home Forum
    La Fantascienza e gli altri generi... => Temi di Fantascienza => Messaggio iniziato da: Dyavel il 17 Gennaio 2016, 17:27:33
	

Titolo: Gravità artificiale su navicelle/moduli spaziali
Messaggio di: Dyavel il 17 Gennaio 2016, 17:27:33

[FONT=Open Sans, sans-serif][SIZE=3][COLOR=#5e5e5e][IMG]http://www.tomshw.it/forum/attachments/-scienza-e-tecnologia/191714d1453038742-gravita-artificiale-su-navicelle-moduli-spaziali-l67136-mission-mars2-18941.jpg[/IMG][/COLOR][/SIZE][/FONT]
[COLOR=#333333][FONT=Lato, Helvetica, Verdana, Arial, sans-serif][SIZE=3][HIGHLIGHT=#fafafa]
[/HIGHLIGHT][/SIZE][/FONT][/COLOR]
[FONT=Open Sans, sans-serif][SIZE=3][HIGHLIGHT=#ffffff][FONT=Lato, Helvetica, Verdana, Arial, sans-serif][SIZE=4]Questa è la navicella del film "Mission to Mars". [/SIZE][/FONT]
[FONT=Lato, Helvetica, Verdana, Arial, sans-serif][SIZE=3]Nel film il modulo cilindrico posto dietro la "punta" ruotava creando una gravità artificiale. Sarebbe fattibile creare una gravità artificiale tramite rotazione come in questo caso?[/SIZE][/FONT]
[FONT=Lato, Helvetica, Verdana, Arial, sans-serif][SIZE=3]In caso, se l'astronauta si spostasse dal cilindro in rotazione alla punta della nave (fissa, dove potrebbe trovarsi il flight deck) uscirebbe dalla zona sottoposta a gravità? In poche parole nel cilindro che ruota c'è la gravità e nella punta no sarebbe possibile questo passaggio tra i due ambienti?[/SIZE][/FONT]
[FONT=Lato, Helvetica, Verdana, Arial, sans-serif][SIZE=3]In alternativa sono stati ipotizzati (dire sviluppati penso sia impossibile) o progettati a livello teorico altri dispositivi per la creazione di gravità artificiale (senza rotazione), come ad esempio nei più comuni film di fantascienza dove gli equipaggi camminano tranquillamente all'interno della propria nave?[/SIZE][/FONT]

[FONT=Lato, Helvetica, Verdana, Arial, sans-serif][SIZE=3]Tutto questo serve solo a me come base scientifica da cui partire in quanto disegno fumetti di fantascienza.[/SIZE][/FONT]

[FONT=Lato, Helvetica, Verdana, Arial, sans-serif][SIZE=3]Grazie.[/SIZE][/FONT][/HIGHLIGHT][/SIZE][/FONT]


Titolo: Re:Gravità artificiale su navicelle/moduli spaziali
Messaggio di: mishita il 17 Gennaio 2016, 23:44:39

[quote author=Dyavel qlnk=board=50&threadid=8404&start=0#93583 date=1453048053][COLOR=#333333][FONT=Lato, Helvetica, Verdana, Arial, sans-serif][SIZE=3][HIGHLIGHT=#fafafa]
[/HIGHLIGHT][/SIZE][/FONT][/COLOR]
[FONT=Open Sans, sans-serif][SIZE=3][HIGHLIGHT=#ffffff][FONT=Lato, Helvetica, Verdana, Arial, sans-serif][SIZE=4]Questa è la navicella del film "Mission to Mars". [/SIZE][/FONT]
[FONT=Lato, Helvetica, Verdana, Arial, sans-serif][SIZE=3]Nel film il modulo cilindrico posto dietro la "punta" ruotava creando una gravità artificiale. Sarebbe fattibile creare una gravità artificiale tramite rotazione come in questo caso?[/SIZE][/FONT]
[FONT=Lato, Helvetica, Verdana, Arial, sans-serif][SIZE=3]In caso, se l'astronauta si spostasse dal cilindro in rotazione alla punta della nave (fissa, dove potrebbe trovarsi il flight deck) uscirebbe dalla zona sottoposta a gravità? In poche parole nel cilindro che ruota c'è la gravità e nella punta no sarebbe possibile questo passaggio tra i due ambienti?[/SIZE][/FONT]
[FONT=Lato, Helvetica, Verdana, Arial, sans-serif][SIZE=3]In alternativa sono stati ipotizzati (dire sviluppati penso sia impossibile) o progettati a livello teorico altri dispositivi per la creazione di gravità artificiale (senza rotazione), come ad esempio nei più comuni film di fantascienza dove gli equipaggi camminano tranquillamente all'interno della propria nave?[/SIZE][/FONT]

[FONT=Lato, Helvetica, Verdana, Arial, sans-serif][SIZE=3]Tutto questo serve solo a me come base scientifica da cui partire in quanto disegno fumetti di fantascienza.[/SIZE][/FONT]

[FONT=Lato, Helvetica, Verdana, Arial, sans-serif][SIZE=3]Grazie.[/SIZE][/FONT][/HIGHLIGHT][/SIZE][/FONT]
[/quote]

La gravità artificiale tramite rotazione di un modulo era stata già pensata dai tempi di "2001 Odissea dello spazio" ed è quella a tutt'oggi più plausibile.
Scordiamoci per ora la gravità artificiale dei vari Star Trek e compagnia bella.
Passare da un ambiente a gravità (che comunque non sarebbe 1G, è stato ipotizzato che con una rotazione la gravità artificiale possa arrivare a circa 0,8G) a uno senza gravità (0G) immagino sia possibile, ovviamente per l'astronauta sarebbe uno shock corporeo (ancora di più passando da 0 a 0,8G, trovarsi improvvisamente "schiacciati" dal proprio peso corporeo) e non consigliato. Ma a livello teorico, è possibile.
Per quanto riguarda gli altri aspetti, ti consiglio di leggere [URL=http://www.forumastronautico.it/index.php?PHPSESSID=ucbpt3f6c1q5ddg7rfd4bdeql7&topic=2748]qui[/URL] un interessante discussione in merito, oppure [URL=http://www.trekportal.it/coelestis/showthread.php?t=1721]qui[/URL].
Questo argomento è stato sollevato diversissime volte da scienziati e profani. A tutt'oggi, la creazione di una gravità artificiale in una stazione spaziale o ancor peggio, su una astronave non è fattibile, per costi e difficoltà tecniche.
In futuro, chissà!
Buone letture

saluti
mish


Titolo: Re:Gravità artificiale su navicelle/moduli spaziali
Messaggio di: marco.kapp il 18 Gennaio 2016, 09:50:24

C'è anche un articolo sul sito "Focus.it" sull'argomento:
[URL=http://www.focus.it/scienza/scienze/si-puo-fare-la-gravita-artificiale]http://www.focus.it/scienza/scienze/si-puo-fare-la-gravita-artificiale[/URL]


Titolo: Re:Gravità artificiale su navicelle/moduli spaziali
Messaggio di: Dyavel il 18 Gennaio 2016, 15:39:10

[quote author=mishita qlnk=board=50&threadid=8404&start=0#93586 date=1453070679]
[quote author=Dyavel qlnk=board=50&threadid=8404&start=0#93583 date=1453048053][COLOR=#333333][FONT=Lato, Helvetica, Verdana, Arial, sans-serif][SIZE=3][HIGHLIGHT=#fafafa]
[/HIGHLIGHT][/SIZE][/FONT][/COLOR]
[FONT=Open Sans, sans-serif][SIZE=3][HIGHLIGHT=#ffffff][FONT=Lato, Helvetica, Verdana, Arial, sans-serif][SIZE=4]Questa è la navicella del film "Mission to Mars". [/SIZE][/FONT]
[FONT=Lato, Helvetica, Verdana, Arial, sans-serif][SIZE=3]Nel film il modulo cilindrico posto dietro la "punta" ruotava creando una gravità artificiale. Sarebbe fattibile creare una gravità artificiale tramite rotazione come in questo caso?[/SIZE][/FONT]
[FONT=Lato, Helvetica, Verdana, Arial, sans-serif][SIZE=3]In caso, se l'astronauta si spostasse dal cilindro in rotazione alla punta della nave (fissa, dove potrebbe trovarsi il flight deck) uscirebbe dalla zona sottoposta a gravità? In poche parole nel cilindro che ruota c'è la gravità e nella punta no sarebbe possibile questo passaggio tra i due ambienti?[/SIZE][/FONT]
[FONT=Lato, Helvetica, Verdana, Arial, sans-serif][SIZE=3]In alternativa sono stati ipotizzati (dire sviluppati penso sia impossibile) o progettati a livello teorico altri dispositivi per la creazione di gravità artificiale (senza rotazione), come ad esempio nei più comuni film di fantascienza dove gli equipaggi camminano tranquillamente all'interno della propria nave?[/SIZE][/FONT]

[FONT=Lato, Helvetica, Verdana, Arial, sans-serif][SIZE=3]Tutto questo serve solo a me come base scientifica da cui partire in quanto disegno fumetti di fantascienza.[/SIZE][/FONT]

[FONT=Lato, Helvetica, Verdana, Arial, sans-serif][SIZE=3]Grazie.[/SIZE][/FONT][/HIGHLIGHT][/SIZE][/FONT]
[/quote]

La gravità artificiale tramite rotazione di un modulo era stata già pensata dai tempi di "2001 Odissea dello spazio" ed è quella a tutt'oggi più plausibile.
Scordiamoci per ora la gravità artificiale dei vari Star Trek e compagnia bella.
Passare da un ambiente a gravità (che comunque non sarebbe 1G, è stato ipotizzato che con una rotazione la gravità artificiale possa arrivare a circa 0,8G) a uno senza gravità (0G) immagino sia possibile, ovviamente per l'astronauta sarebbe uno shock corporeo (ancora di più passando da 0 a 0,8G, trovarsi improvvisamente "schiacciati" dal proprio peso corporeo) e non consigliato. Ma a livello teorico, è possibile.
Per quanto riguarda gli altri aspetti, ti consiglio di leggere [URL=http://www.forumastronautico.it/index.php?PHPSESSID=ucbpt3f6c1q5ddg7rfd4bdeql7&topic=2748]qui[/URL] un interessante discussione in merito, oppure [URL=http://www.trekportal.it/coelestis/showthread.php?t=1721]qui[/URL].
Questo argomento è stato sollevato diversissime volte da scienziati e profani. A tutt'oggi, la creazione di una gravità artificiale in una stazione spaziale o ancor peggio, su una astronave non è fattibile, per costi e difficoltà tecniche.
In futuro, chissà!
Buone letture

saluti
mish
[/quote]

Se devo optare per la gravità prodotta da rotazione pensavo ad un veicolo con forma simile all'immagine che ho postato con la "punta" dove si troverebbe la cabina di pilotaggio (che pensavo di lasciarla fissa) dovrebbe avere dimensioni giuste per 4/5 persone, mentre la parte posteriore che ruota dovrebbe permettere una buona abitabilità (poi non so se la nave sarà cargo, sperimentale o da guerra). Per far spostare l'equipaggio tra le due zone avevo pensato ad una camera a tenuta d'aria; per evitare shock o problemi vari di passaggio tra i due ambienti pensavo che all'interno della stanza di passaggio si potrebbe sostare qualche minuto per potersi abituare, se si passa da gravità 0 a gravità, all'interno della stanza la gravità aumenta gradualmente fino ad arrivare al valore che permette di camminare e viceversa (in questo modo però bisogna organizzarsi a gruppi per passare, poi dipende da quante persone ci sono [IMG]http://www.fantascienza.com/forum/images/smiles/icon_razz.gif[/IMG]).

Se no si punta ad un veicolo di forma tubolare con rotazione lungo l'asse di imbardata o di rollio (rotazione di tutto il veicolo), poi quando bisogna spostarsi il mezzo ritorna fisso e con gravità 0 all'interno.

Alla fine però la cosa più conveniente per me sarebbe inventare qualche generatore o sistema che produca gravità artificiale in qualche modo, per far stare la nave fissa e l'equipaggio che cammina normalmente al suolo, perchè vorrei fare anche navi che vanno fuori dalle strutture tubolari, a razzo o che siamo abituati a vedere nella realtà e puntare alle classiche astronavi dei film/videogiochi di fantascienza (esempi banali star wars, elysium, alien, dead space ecc.)
Il fatto è che io non voglio fare fantascemenza, la parte fantasy ci sta ma voglio partire da basi scientifiche concrete per non fare sembrare tutto magia.

[QUOTE][FONT=Verdana, Arial, Helvetica, sans-serif][SIZE=1][B][HIGHLIGHT=#b7c3db]marco.kapp[/HIGHLIGHT][/B][/SIZE][/FONT][/QUOTE]
Per caso quello della tua immagine profilo è l'Arbalest di Full Metal Panic?


Titolo: Re:Gravità artificiale su navicelle/moduli spaziali
Messaggio di: Lucky il 18 Gennaio 2016, 16:00:20

Sono molto compiaciuto del fatto che tu voglia fare della FS "hard", cioè con forti basi scientifiche.
Come detto anche da mishita, non credo che ad oggi ci siano modi diversi da sistemi in rotazione per produrre gravità artificiale; molto belli e molto credibili i film che li hanno compresi, 2001 Odissea nello spazio, Mission to Mars e l'ultimo successo The Martian; anche la mia cultura piuttosto scientifica non mi consente di pensare ad altri metodi di produzione.
Dove potremo vedere i tuoi disegni?
Lucky


Titolo: Re:Gravità artificiale su navicelle/moduli spaziali
Messaggio di: mishita il 18 Gennaio 2016, 17:19:29

[quote author=Dyavel qlnk=board=50&threadid=8404&start=0#93592 date=1453127950]
Se devo optare per la gravità prodotta da rotazione pensavo ad un veicolo con forma simile all'immagine che ho postato con la "punta" dove si troverebbe la cabina di pilotaggio (che pensavo di lasciarla fissa) dovrebbe avere dimensioni giuste per 4/5 persone, mentre la parte posteriore che ruota dovrebbe permettere una buona abitabilità (poi non so se la nave sarà cargo, sperimentale o da guerra). Per far spostare l'equipaggio tra le due zone avevo pensato ad una camera a tenuta d'aria; per evitare shock o problemi vari di passaggio tra i due ambienti pensavo che all'interno della stanza di passaggio si potrebbe sostare qualche minuto per potersi abituare, se si passa da gravità 0 a gravità, all'interno della stanza la gravità aumenta gradualmente fino ad arrivare al valore che permette di camminare e viceversa (in questo modo però bisogna organizzarsi a gruppi per passare, poi dipende da quante persone ci sono [IMG]http://www.fantascienza.com/forum/images/smiles/icon_razz.gif[/IMG]).

Se no si punta ad un veicolo di forma tubolare con rotazione lungo l'asse di imbardata o di rollio (rotazione di tutto il veicolo), poi quando bisogna spostarsi il mezzo ritorna fisso e con gravità 0 all'interno.

Alla fine però la cosa più conveniente per me sarebbe inventare qualche generatore o sistema che produca gravità artificiale in qualche modo, per far stare la nave fissa e l'equipaggio che cammina normalmente al suolo, perchè vorrei fare anche navi che vanno fuori dalle strutture tubolari, a razzo o che siamo abituati a vedere nella realtà e puntare alle classiche astronavi dei film/videogiochi di fantascienza (esempi banali star wars, elysium, alien, dead space ecc.)
Il fatto è che io non voglio fare fantascemenza, la parte fantasy ci sta ma voglio partire da basi scientifiche concrete per non fare sembrare tutto magia.
[/quote]

Ti consiglio di leggere anche [URL=https://en.wikipedia.org/wiki/Nautilus-X#ISS_centrifuge_demonstration]qui[/URL] un interessante concetto sviluppato realmente per il viaggio a lunga distanza.
Con le conoscenze del 2016, un generatore o simile che produca gravità artificiale E' FANTASY, purtroppo.
Quindi allo stato attuale le astronavi di Star Wars, Mass Effect, Alien e compagnia bella sono fantasy.
Per non far sembrare tutto magia ed affidarsi esclusivamente a basi scientifiche concrete, la rotazione è l'unica alternativa possibile.
Poi nessuno ti vieta di fare un po' e un po' e inventarti una tua teoria pseudo-scientifica [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]

saluti
mish


Titolo: Re:Gravità artificiale su navicelle/moduli spaziali
Messaggio di: Dyavel il 18 Gennaio 2016, 18:38:26

[quote author=mishita qlnk=board=50&threadid=8404&start=0#93594 date=1453133969]Ti consiglio di leggere anche [URL=https://en.wikipedia.org/wiki/Nautilus-X#ISS_centrifuge_demonstration]qui[/URL] un interessante concetto sviluppato realmente per il viaggio a lunga distanza.
Con le conoscenze del 2016, un generatore o simile che produca gravità artificiale E' FANTASY, purtroppo.
Quindi allo stato attuale le astronavi di Star Wars, Mass Effect, Alien e compagnia bella sono fantasy.
Per non far sembrare tutto magia ed affidarsi esclusivamente a basi scientifiche concrete, la rotazione è l'unica alternativa possibile.
Poi nessuno ti vieta di fare un po' e un po' e inventarti una tua teoria pseudo-scientifica [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]

saluti
mish
[/quote]

Beh non è che devo fare assolutamente tutto in base alle tecnologie disponibili attualmente, non sarebbe interessante come vedere droidi, esoscheletri, armature robotiche ecc.
Come ho già detto la parte fantasy ci sta, solo che non vorrei tirare fuori oggetti di tecnologia avanzata dal nulla. Poi certo non sono uno scienziato, non posso tirar fuori teorie super complesse.

Cercando su altri forum ho trovato questo:
[I]"Un'altra possibilità è quella della levitazione diamagnetica: un campo magnetico di 16 Tesla respinge tutto ciò che è diamagnetico, come ad esempio l'acqua contenuta nei nostri tessuti, imprimendo un'accelerazione di circa un g, che potrebbe essere utilizzata per neutralizzare la gravità terrestre, oppure per generare una gravità artificiale nello spazio. [/I]
[I]Con le rane ha funzionato bene, tuttavia non vi è nessuna prova che l'esposizione prolungata a campi magnetici di tale intensità sia del tutto innocua per un essere umano, senza contare le correnti indotte che potrebbero generarsi nel corpo umano, quando una persona si mette a correre. Inoltre necessita di bobime superconduttive piuttosto pesanti e difficilmente trasportabili nello spazio."[/I]
[I]
[/I]
[I]oppure qui https://hypertrek.info/index.php/generatorigravita che penso riguardi star trek, vengono menzionati i gravitoni che fanno funzionare dei generatori di gravità.[/I]


Titolo: Re:Gravità artificiale su navicelle/moduli spaziali
Messaggio di: Dyavel il 19 Gennaio 2016, 00:26:31

[quote author=Lucky qlnk=board=50&threadid=8404&start=0#93593 date=1453129220]
Sono molto compiaciuto del fatto che tu voglia fare della FS "hard", cioè con forti basi scientifiche.
Come detto anche da mishita, non credo che ad oggi ci siano modi diversi da sistemi in rotazione per produrre gravità artificiale; molto belli e molto credibili i film che li hanno compresi, 2001 Odissea nello spazio, Mission to Mars e l'ultimo successo The Martian; anche la mia cultura piuttosto scientifica non mi consente di pensare ad altri metodi di produzione.
Dove potremo vedere i tuoi disegni?
Lucky
[/quote]
Forse ho esagerato un po' col dire che voglio a tutti i costi delle basi scientifiche reali. Dopotutto devo fare un fumetto.
Mi piacerebbe anche trattare di robot tipo i Gundam (anche se preferisco chiamarli macchine nel senso generale del termine), che non sono proprio cose da fisica che conosciamo, e utilizzare fonti energetiche come reattori a fusione (e fusione fredda), anche miniaturizzati, o cose tipo il reattore arc di IronMan che trae energia da non si sa quali reazioni.
Oppure largo uso dell'energia nucleare come nel videogioco Fallout.
E poi viaggi interstellari, colonizzazione spaziale, altri pianeti e forme di vita perché no (naturalmente non tutto nello stesso fumetto).
Questa è tutta parte molto fantasy che sarebbe impossibile sviluppare partendo da basi scientifiche reali perché ora non ne abbiamo.

Però chiedere queste curiosità può comunque essermi utile; per quello che posso parto da teorie esistenti, per il resto...fantascienza.


Titolo: Re:Gravità artificiale su navicelle/moduli spaziali
Messaggio di: ciccio il 19 Gennaio 2016, 10:30:40

[quote author=Dyavel qlnk=board=50&threadid=8404&start=0#93595 date=1453138706]


Beh non è che devo fare assolutamente tutto in base alle tecnologie disponibili attualmente, non sarebbe interessante come vedere droidi, esoscheletri, armature robotiche ecc.
Come ho già detto la parte fantasy ci sta, solo che non vorrei tirare fuori oggetti di tecnologia avanzata dal nulla. Poi certo non sono uno scienziato, non posso tirar fuori teorie super complesse.

Cercando su altri forum ho trovato questo:
[I]"Un'altra possibilità è quella della levitazione diamagnetica: un campo magnetico di 16 Tesla respinge tutto ciò che è diamagnetico, come ad esempio l'acqua contenuta nei nostri tessuti, imprimendo un'accelerazione di circa un g, che potrebbe essere utilizzata per neutralizzare la gravità terrestre, oppure per generare una gravità artificiale nello spazio. [/I]
[I]Con le rane ha funzionato bene, tuttavia non vi è nessuna prova che l'esposizione prolungata a campi magnetici di tale intensità sia del tutto innocua per un essere umano, senza contare le correnti indotte che potrebbero generarsi nel corpo umano, quando una persona si mette a correre. Inoltre necessita di bobime superconduttive piuttosto pesanti e difficilmente trasportabili nello spazio."[/I]
[I]
[/I]
[I]oppure qui https://hypertrek.info/index.php/generatorigravita che penso riguardi star trek, vengono menzionati i gravitoni che fanno funzionare dei generatori di gravità.[/I]
[/quote]

Quello che hai descritto però serve ad annullare la gravità non a produrla e comunque 16 Tesla sono un campo magnetico da paura rischierebbe di interferire con tutto ciò che contiene metallo, invece un modo di "fingere" la gravità sarebbe quello di usare scarpe magnetiche (con un campo magnetico relativamente modesto o con velcro che consentirebbero con un po' di cautela di stare attaccati al pavimento (o al soffitto), in alternativa scurisce magnetiche su determinate zone del "pavimento " e calzature e abiti metallici.



Home Forum | Powered by M.Naldini
© 2002, Naldini M. Tutti I diritti riservati.