Home Forum
    La Fantascienza e gli altri generi... => Altri generi => Messaggio iniziato da: cceccyy il 15 Febbraio 2017, 20:13:47
	

Titolo: Danse Macabre di S. KIng
Messaggio di: cceccyy il 15 Febbraio 2017, 20:13:47

Buonasera a tutti,
volevo sapere se qualcuno sta leggendo o ha letto Danse Macabre di Stephen King.
Io ero partita molto entusiasta e la prima parte mi è piaciuta, poi pian piano ho perso l'interesse poichè molti riferimenti a film o ad event storici mi sono sconosciuti. Ora sto leggendo solo le parti che penso mi possano interessare di più. Volevo conoscere la vostra esperienza con questo libro.
Buona serata a tutti!


Titolo: Re:Danse Macabre di S. KIng
Messaggio di: mishita il 15 Febbraio 2017, 21:29:03

Io sono di parte. Amo King e quasi tutti i suoi romanzi. "Danse Macabre" e "On Writing" sono due stupendi spaccati sulla vita e la scrittura di King.
Ovvio che chi conosce in modo approfondito il cinema e la letteratura di King può trovare in questi due libri spunti e aneddoti interessanti. Agli altri forse può risultare una lettura ostica o poco interessante, come nel tuo caso.
Un paio di libretti veloci veloci da leggere sul cinema e letteratura di King sono "Stephen King Pocket" e "Il quaderno di Stephen King", che consiglio.
Segnalo anche l'uscita da qualche mese del primo numero di "The King", prima rivista interamente dedicata al Re del Brivido. Costa un bel po' ma è zeppa di foto a colori e b/n, carta patinata. Se la trovi in qualche libreria prova a sfogliarla....

saluti
mish


Titolo: Re:Danse Macabre di S. KIng
Messaggio di: cceccyy il 16 Febbraio 2017, 09:21:51

Wow non sapevo dell'uscita di questa rivista!Ne andrò sicuramente alla ricerca!
Anche io sono una grande appassionata di King, lo leggo da più di 15 anni circa e infatti quando in Danse Macabre cita delle sue opere o film tratti da esse ne sono felice, come pure quando cita Lovecraft [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_rolleyes.gif[/IMG]. Anche la parte dedicata ai tre "Mostri" antesignani delle storie horror mi è piaciuta, ma purtroppo (e dico purtroppo perchè per intero sarebbe un saggio molto interessante per chi ha la fortuna di cogliere tutti i riferimenti di King) mi sono persa quando ha cominciato a parlare di radio e televisione. Secondo me per noi italiani ci sono troppi riferimenti a programmi televisivi e radiofonici per i quali si perde un pò il gusto dell'opera..Tu sei riuscito davvero a "cogliere" tutto?


Titolo: Re:Danse Macabre di S. KIng
Messaggio di: mishita il 16 Febbraio 2017, 10:58:03

Ciao,
io leggo King dal 1986, anno di uscita de "L'ombra dello scorpione" in edizione economica Bompiani con in copertina un teschio e uno scorpione. Quindi sono... 31 anni! [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_shock.gif[/IMG]
Praticamente il primo King letto, insieme a "IT" e a "Il talismano".
I riferimenti radiofonici e televisivi di cui King fa spesso riferimento li conosco, un po' da altri libri (auto)biografici di registi come ad es. Spielberg, un po' da altre letture cinematografiche, un po' da articoli e siti internet dedicati a King.
Sapevi ad esempio che King è proprietario di una piccola stazione radio di Bangor, Maine (100.3) e ha scritto un libro sul baseball insieme a Steward O'Nan (lo stesso di "Un volto tra la folla", racconto a quattro mani con King)?
Nel 2013 ho poi avuto la "fortuna" di trascorrere all'addiaccio una notte insonne a Parigi, il giorno dopo alle 13 sarebbe arrivato King a presentare il suo ultimo (per il momento) libro "Doctor Sleep".
Sono il fortunato possessore di due libri (Doctor Sleep e Joyland) autografati per l'appunto da lui in persona. Peccato che c'erano 1200 persone in coda e il Nostro faceva l'autografo e stop, 20 secondi a testa e purtroppo nemmeno una stretta di mano... però ne è valsa la pena! [IMG]http://www.uraniamania.com/images/s_grin.gif[/IMG]


saluti
mish


Titolo: Re:Danse Macabre di S. KIng
Messaggio di: spacetooth il 14 Aprile 2017, 19:03:31


"Danse macabre" risulta effettivamente tosto da gestire se non si è più che di buona memoria dopo un lungo passato da "kinghiani" (scritto con l'acca per motivi fonetici). Io mi posso annoverare fra i suoi fan da un quarantennio.
"On writing" é nettamente più scorrevole e può aiutare degli scrittori in erba con consigli pratici.
Ringrazio anch'io per la dritta sulla rivista che andò a cercare di sicuro.



Home Forum | Powered by M.Naldini
© 2002, Naldini M. Tutti I diritti riservati.