Home Forum
    UraniaMania Forum... => Collabora con UraniaMania => Messaggio iniziato da: ernesto il 03 Gennaio 2006, 18:23:16
	

Titolo: Doppie Copertine
Messaggio di: Ernesto il 03 Gennaio 2006, 18:23:16

Qualcuno non vede di buon occhio le doppie copertine.

Purtroppo, spesso, si ha la copertina, ma non le altre informazioni.

Comunque fate sentire il vostro parere.

Uno spezzatore si può sempre trovare.

CE212T


Titolo: Re:Doppie Copertine
Messaggio di: MANUEL il 03 Gennaio 2006, 19:33:02

Perché toglierle? Per me se ci sono due copertine per un libro è meglio metterle tutte e due.


Titolo: Re:Doppie Copertine
Messaggio di: Sircyr il 03 Gennaio 2006, 20:29:09


on 1136308996, Ernesto wrote:

Qualcuno non vede di buon occhio le doppie copertine.
Purtroppo, spesso, si ha la copertina, ma non le altre informazioni.
Comunque fate sentire il vostro parere.
Uno spezzatore si può sempre trovare.

CE212T


E quando le copertine sono tre...? Come le vedono?!? ;D
Da parte mia preferisco vedere comunque tutte le copertine, dato che non si può caricare una scheda per ogni ristampa. O sì? No, eh...? ;D 8)
Sir


Titolo: Re:Doppie Copertine
Messaggio di: Moebius il 03 Gennaio 2006, 20:36:47

e perchè toglierle?!?

lasciamole stare...


Titolo: Re:Doppie Copertine
Messaggio di: yambo il 03 Gennaio 2006, 21:56:42

Non mi piacciono perché la visione d'insieme non è omogenea.
Non mi piacciono perché le informazioni della scheda non si capisce a quale copertina si riferiscano.
Non mi piacciono perché quando catalogo non posso indicare quale copertina possiedo, e se le possiedo tutte mi viene conteggiato comunque un solo volume.

Due proposte:
a) per ogni copertina si inserisce una scheda. Secondo me sarebbe la più corretta per un discorso di catalogazione, ma già immagino le rimostranze di chi asserisce che di Catalogo uno basta e avanza. E poi quante collane diventerebbero incomplete...
b) inseriamo pure la doppia, tripla o ennesima copertina ma solo se nella scheda viene ben identificata l'edizione. Ad esempio la collana Arcano riporta per i primi nove volumi la doppia copertina (prima e seconda edizione) ma non è specificato quale delle due lo sia. È vero che solitamente a sinistra viene posta la prima edizione ma pensiamo anche a chi visita il sito senza avere particolari conoscenze bibliografiche.
Insomma, aggiungiamo qualche informazione.

TsuY


Titolo: Re:Doppie Copertine
Messaggio di: Den Heb il 03 Gennaio 2006, 22:03:27

Questa delle doppie copertine è un'altra questione irrisolta di cui ogni tanto si parla. Ultimamente, indirettamente, ne ha scritto Max che accennava ad un DB comprensivo di tutte le edizioni conosciute di ciascun titolo, con opzione, da parte di ciascuno di noi e nell'ambito di tutti i libri posseduti, per una edizione qualsiasi, oppure per la prima, oppure per tutte le edizioni. Progetto, a me sembra, molto ambizioso ma completo e che comporterebbe la conoscenza e la classificazione di edizioni sinora sconosciute o mai prese in considerazione da UM, nel senso che, magari, nell'ambito di una collana e con riferimento ad un titolo, abbiamo soltanto due copertine relative a due edizioni diverse ma in realtà le copertine potrebbero essere più di due essendo parecchie le edizioni di quel titolo. Un solo esempio: Oscar (Mondadori) Tot. 120 titoli: Fahrenheit 451. Il DB porta due copertine; la prima si riferisce alla prima edizione dell'ottobre 1966, la seconda copertina si riferisce alla seconda edizione dell'agosto 1972. Con l'attuazione del progetto di Maxnaldo il problema svanirebbe.
Cordialità,
Den Heb


Titolo: Re:Doppie Copertine
Messaggio di: fieramosca il 03 Gennaio 2006, 23:36:28

Ritengo che le doppie copertine vadano mantenute, poiché costituiscono una maggiore definizione della scheda del volume in oggetto. Meglio ancora (se possibile) indicare a quali edizioni si riferiscono.


Titolo: Re:Doppie Copertine
Messaggio di: freesmo il 04 Gennaio 2006, 01:46:31

Ciao.
Non quoto ma richiamo la risposta #4 di Yambo i cui "non mi piacciono" condivido.

Per la gestione delle copertine e delle collane ad esse connesse richiamo il mondo della filatelia e i relativi cataloghi. Nel seguito, a titolo di esempio, considero quello di Arcano, la collana indicata da Yambo, che peraltro non conosco (beh, fisicamente non conosco Yambo, ma mi riferisco alla collana!)

Quello che appare sul nostro db è un "mistone". Chi ha la collana completa? Chi ha numeri assortiti dell'una e dell'altra "emissione" facendo una specie di "serie dei valori più comuni", come si dice in quell'altro mondo? Direi di no!

Dovremmo indicare in modo cronologico: la 1A edizione,con le sue date di emissione, pardon di pubblicazione, e la 2A sempre con i riferimenti temporali (il 10 dove va? ma voi lo sapete).

Poi fate come meglio vi sembra: se ritenete più immediatamente consultabili i "mistoni" lasciateli; chiedo solo che a un successivo "click" si possa entrare nel mondo più pulito delle edizioni con una sola copertina per volume e, se pensate meglio farlo con scheda per singolo volume o per "emissione" o collana omogenea, come volete!

E si dia conto che Arcano è composta di 10 titoli in 19 volumi e che se uno si è dato pena, a fini collezionistici, di comprarli tutti, tutti li deve vedere riconosciuti nel suo punteggio!

Non mi dilungo ma rimango sempre qui per ogni ulteriore contributo e approfondimento.

CF


Titolo: Re:Doppie Copertine
Messaggio di: Ernesto il 04 Gennaio 2006, 09:42:59


on 1136321802, yambo wrote:

<taglio> Ad esempio la collana Arcano riporta per i primi nove volumi la doppia copertina (prima e seconda edizione) ma non è specificato quale delle due lo sia. È vero che solitamente a sinistra viene posta la prima edizione ma pensiamo anche a chi visita il sito senza avere particolari conoscenze bibliografiche.
Insomma, aggiungiamo qualche informazione.


Diciamo che l'esempio è scelto male.
Non esiste una seconda edizione dei primi 9 numeri di Arcano; esiste un semplice cambio di sovraccoperta. L'interno è esattamente uguale.
Io mi sono procurato le sovraccoperte. Non ho spazio da buttare.
Un altro caso eclatante sono gli Orizzonti truccati da Libro d'Oro, che in UM hanno assunto una loro esistenza.
Meriterebbero una nota e basta.
Il problema si pone per coloro che i libri nemmeno li aprono ovvero che non hanno la minima curiosità sui libri che raccolgono.
D'altra parte, chi si limita a sfogliare le copertine non potrebbe notare le note :D.
L'arte di osservare un libro, non è molto diffusa.
Molte ricopertinature sono temporalmente incollocabili.
L'ignorante (colui che ignora) può in buonissima fede ritenere che un ricopertinato sia l'originale (a volte perfino il prezzo è uguale, anche in tempi di inflazione galloppante; i ricopertinati costano meno, ovvio).
È per questo che esistono posti deputati ad informare.
Trascurando il solito noto :-[ su SFquadrant ed UraniaSat (a titolo moooolto esemplificativo, fatevi lo sforzo di trovare il recapito) si trovano interessanti notizie che un bibliografo non può ignorare.
Un collezionista distratto, invece può.

D'altra parte di invenzioni, UM è piena.
Un esempio che mi è capitato di recente sotto gli occhi sono i cosidetti Omnibus Fantascienza.
Contiene Omnibus e basta, Omnibus Gialli e Omnibus Fantascienza; i titoli sono indubbiamente di Fantascienza e Horror, ma si è deciso di chiamarli Fantascienza e basta.
Basta non guardare dentro i libri ed uno è soddisfatto.

Ha destato grande clamore il fatto che siano stati messi nella Cosmo Oro delle ristampe (in realtà edizioni "diverse" e chiaramente e temporalmente collocate), mentre l'editto trifidesco che ha ibernato I Massimi della Fantascienza a prescindere da quel che dichiarano quelli della Mondadori (magari solo nello "stampato il"), non ha fatto sollevare un ciglio.

UM non è il sito della "purezza" bibliografica.
È possibile che fra qualche anno si riesca ad arrivare alla quasi perfezione; intanto notiamo che molti "vecchi" hanno rallentato o cessato i propri contributi.

Siamo diventati eccessivamente sofistici?

Tenderei a dire di no. Molti "giovani" entusiasti, competenti e rompiballe (pardon, pignoli) li hanno sostituiti ed i problemi metodologici sono sempre più frequenti su queste pagine.

Una eredità dei tempi pioneristici di UAV è il diverso livello di accuratezza con la quale sono state caricate le diverse collane.

La madre di tutti è stata maniacalmente curata, altre collane sono state cenerentolizzate.

Ne sa qualcosa Dory che si è rifatta, uniformandoli, i Classici Urania, oltre a riinfilare tutte le immagini, riscandite e nella corretta dimensione, così come ha riportato alle dimensioni regolari gli Urania Fantasy (tra parentesi la collana mescola due differenti collane; ho sollevato il problema, ma mi sto stancando di tenerlo sollevato; oramai ho una certa età).

Anno nuovo, vita nuova

CE212T
[img]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/zani-che.gif


Titolo: Re:Doppie Copertine
Messaggio di: pugna il 04 Gennaio 2006, 10:30:09

A me pare assai utile inserire nella stessa collana le varie edizioni esistenti ( v. oscar m. classici moderni ) in quanto normalmente si possiede una sola edizione del libro. Poi nelle "note" si indica ciò che si possiede. Cordialità pugna


Titolo: Re:Doppie Copertine
Messaggio di: maxnaldo il 04 Gennaio 2006, 11:15:31


Quote:

...
D'altra parte, chi si limita a sfogliare le copertine non potrebbe notare le note :D.
L'arte di osservare un libro, non è molto diffusa.
...


io li osservo, il problema è che non ho tutti i numeri che hai tu per poterli "confrontare" ;D ;D ;D

no, sul serio, qui bisogna parlare anche di "livelli collezionistici" ragazzi.

è vero che qua su UM tanti collezionisti hanno praticamente tutto, di tutto di più ma pensiamo anche al piccolo collezionista, a colui che ha una collana completa perché ne possiede tutti i numeri usciti, che siano prima o seconda edizione poco importa, è felice di avere ogni numero della collana a prescindere dalla edizione di ciascun volume.

è per quello che tempo fa parlai di "livelli" anche sul db di UM, cioè il livello a cui si vuole collezionare una collana, chiamiamoli come vogliamo questi livelli: BASE, COMPLETA, ESTESA

in questo modo potremo inserire proprio tutto quanto è stato pubblicato per ogni singola collana, prime,seconde,terze,quarte edizioni, copertine e ricopertinature, ecc...ecc...

a quel punto il collezionista più sfegatato opterà per inserire la collana nella sua collezione a livello ESTESO, che comprende tutto ma proprio tutto.
Il collezionista "junior" penserà a procurarsi inizialmente solo i numeri della collana BASE, escludendo tutto il resto.
Mentre il collezionista Junior avrà una collana completa al 100% una volta raccolti i volumi "Base" l'altro l'avrà al 100% solo una volta raccolti tutti i volumi di tutte le edizioni di tutte le ricopertinature,ristampe, e rilegature.

per adesso è solo un progetto in fase di "analisi", vedremo se riuscirò a portarlo qua su UM.

al momento posso dire che la "doppia copertina" la preferisco in quanto ci permette di avere come "presente" un numero di una collana sia che tu possieda il volume con la copertina A, sia che tu possieda quello con la copertina B. Inoltre si evitano errori e segnalazioni tipo "Io possiedo un volume della collana che non è inserito, la copertina è diversa da quelle del DB, che faccio ?"

;D ;D ;D

ps. e se le possiedi tutte e due vorrà dire che metterai da parte il volume B per il futuro upgrade di UM in quanto, al momento, quel volume con copertina differente è considerato un doppione dello stesso libro per come è strutturato il nostro DB.


Titolo: Re:Doppie Copertine
Messaggio di: rammstein il 06 Gennaio 2006, 16:48:06

Sono per le doppie copertine, perchè penso, come già segnalato da altri, molti collezionisti di primo pelo, come me, possono essere distratti e segnalare nuove edizioni-ristampe di libri che in realtà sono già inseriti nel db o possedere solo ultime uscite con nuove copertine diverse dalle prime edizioni.
Per risolvere il problema gli amministratori del sito dovrebbero creare collane parallele o diversi livelli nel db oppure gli utenti dovrebbero iscriversi come collezionisti di varia natura: distratto, normale, accanito, maniacale, fobico... Queste ultime possibilità complicano però la vita a chi gestisce il sito, o no? [img]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/2palleee.gif

rammstein


Titolo: Re:Doppie Copertine
Messaggio di: Ernesto il 06 Gennaio 2006, 16:53:14


on 1136562486]
Sono per le doppie copertine<taglio>Per risolvere il problema gli amministratori del sito dovrebbero creare collane parallele o diversi livelli nel db oppure gli utenti dovrebbero iscriversi come collezionisti di varia natura: distratto, normale, accanito, maniacale, fobico... Queste ultime possibilità complicano però la vita a chi gestisce il sito, o no? [img, rammstein wrote:
http://www.uraniamania.com/editor/smileys/2palleee.gif


Gli Amministratori sono masochisti, naturalmente; oltre a essere distratti.

Qualcuna sussurra, incompetenti ;D

CE212T
[img]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/zani-che.gif


Titolo: Re:Doppie Copertine
Messaggio di: yambo il 08 Gennaio 2006, 11:54:35


Quote:

Non esiste una seconda edizione dei primi 9 numeri di Arcano; esiste un semplice cambio di sovraccoperta. L'interno è esattamente uguale.


Domando delucidazioni sulla terminologia esatta da utilizzare in campo bibliografico quando si parla di edizioni diverse.

Probabilmente ho delle conoscenze errate ed altre che ignoro. Fammi chiarezza.

a) Un titolo viene pubblicato per la prima volta in assoluto in Italia. Viene quindi stampato in una determinata collana e sicuramente si tratta di prima edizione.
Lo stesso volume (medesima collana) rimane in giacenza per qualche anno nei magazzini dell'editore fino a quando questi decide di immeterlo nuovamente nel mercato con un cambio di sovraccoperta. Il volume è lo stesso uscito dalle rotative anni prima, ma la sovraccoperta viene realizzata per l'occasione. Ci troviamo di fronte ad un ricopertinato, in questo caso è comunque corretto utilizzare il termine seconda edizione essendo temporalmente collocato successivamente alla prima pubblicazione?

b) nel caso il volume in giacenza anziché ricopertinato fosse stato ricartonato cambia la sostanza?

c) proseguiamo nel tempo. Il volume (sempre medesima collana) risulta esaurito (non esistono più copie in magazzino) e l'editore decidere di procedere ad una ulteriore stampa, senza variare i contenuti (medesima traduzione e/o editoriali) e probabilmente mantenendo la medesima grafica iniziale (supponiamo della prima edizione). In questo caso ci troviamo di fronte ad una sicura ristampa, anche se la sua individuazione potrebbe essere difficoltosa: non sempre l'edizione viene indicata sul colophon e la carta potrebbe essere simile all'originale. In questo caso il termine seconda edizione (o terza...) ha più valenza che nel caso di un ricopertinato?

d) andiamo oltre. Il volume viene ristampato cambiando la traduzione e/o applicando tagli al testo o recuperando testo che in precedenza era stato omesso. Siamo di fronte ad una ennesima edizione oppure ad un nuovo volume?

e) infine lo stesso titolo può essere stato successivamente pubblicato all'interno di altre collane dello stesso o di altri editori. Fermo restando che ogni collana ha una propria prima edizione di pubblicazione, con che termine vengono indicate tali successive pubblicazioni?

In pratica: il termine edizione non potrebbe semplicemente collocare in ordine temporale i vari stadi di pubblicazione di un volume, sia che questo sia stato ricopertinato, ristampato o addirittura ri-tradotto?

Grazie
TsuY







Titolo: Re:Doppie Copertine
Messaggio di: Ernesto il 10 Gennaio 2006, 18:33:14


on 1136717675, yambo wrote:

Domando delucidazioni sulla terminologia esatta da utilizzare in campo bibliografico quando si parla di edizioni diverse.

Probabilmente ho delle conoscenze errate ed altre che ignoro. Fammi chiarezza.

<taglio>
In pratica: il termine edizione non potrebbe semplicemente collocare in ordine temporale i vari stadi di pubblicazione di un volume, sia che questo sia stato ricopertinato, ristampato o addirittura ri-tradotto?


a) e b) non è giusto considerarle una edizione. L'edizione è unica.
Il termine edizione ha diversi significati (in genere collegati al contratto sottoscritto dall'editore con l'autore). L'editore è libero di ristampare una edizione per tutta la durata del contratto, nel medesimo modo di come l'ha proposta la prima volta.
Si possono correggere errori formali e si possono omettere/aggiungere materiali complementari. In questo caso si deve parlare di Ristampe.
Alcuni editori, scorrettamente, parlano di edizioni, anche se non esistono sostanziali novità che giustificherebbero il termine (i lettori apprezzano di più le edizioni delle ristampe e gli editori gli danno il contentino).
In corso di contratto si possono avere diverse edizioni, sia perché cambia la collocazione (collana), sia perché cambia la traduzione, sia perché cambia l'editore.
Se il contratto originale cambia, è corretto indicare che si tratta di una nuova edizione.
Gli adempimenti fiscali si regolano sulla tiratura.
Per recuperare le tasse, bisogna mandare al macero le copie invendute.
Gli editori possono procedere a rimettere sul mercato le copie invendute con nuove sovraccoperte o coperte.
In questo caso, non esistono elementi distintivi rispetto alla prima tiratura e quindi si deve parlare di ricopertinatura.

c) Siamo al limite della violazione di legge. Qualcuno lo ha fatto (per ignoranza (?) delle leggi, per frodare il fisco, per fregare gli autori). Potrebbero comunque essersi comportati in buona fede e annotato tutto sul libro giornale. Noi non possiamo saperlo. Ai fini pratici, se è tutto uguale alla prima edizione è la prima edizione (o se l'han ricartonato) è una ricartonatura. Spero che non sia vitale il saperlo.

d) Il volume è una caratteristica fisica del testo. L'uso del termine nel contesto è improprio. Siamo all'ennesima edizione

e) Da quanto sopra ne consegue che si debba dire edizione

Esistono quindi:
edizioni
ricopertinature di edizioni indistinguibili per il resto dall'edizione di riferimento
ristampe di una medesima edizione nell'ambito del medesimo contratto.

Spero di essere stato chiaro :-[

CE212T
[img]http://www.uraniamania.com/editor/smileys/zani-che.gif

Mi dimenticavo.
In edicola i ricopertinati dovrebbero portare una data od una indicazione di qualche tipo che le distingue dalla tiratura originale.
Anche se temporalmente individuate e distinguibili, rimangono delle ricopertinature



Home Forum | Powered by M.Naldini
© 2002, Naldini M. Tutti I diritti riservati.