COMMUNITY di UraniaMania

Vai in fondo alla pagina
 
 
Urania Mania - Torna alla HomePage Home di UraniaMania Benvenuto Visitatore. Per favore Login oppure Registrati. 13 Novembre 2018, 18:48:18
Indice del ForumCercaLoginRegistrati
Home Forum | La Fantascienza e gli altri generi... | La Fantascienza in Generale | Discussione: vado controcorrente... «prec succ»
Pagine: [1] 2 Rispondi
  Autore  Discussione: vado controcorrente...  (letto 2017 volte)
Dexter Ward


Visitatore


 

E-Mail
vado controcorrente...
« data: 07 Giugno 2013, 19:57:33 »
Cita


Ho appena finito di leggere il tanto decantato "La porta sull'estate" di Heinlein (che tra l'altro è uno dei miei autori preferiti) ma, sinceramente, non mi ha acchiappato un gran che... si parla di viaggi nel tempo solo a partire da pag. 75 e le trovate "speciali" sono veramente poche... mah!
Loggato
ansible

Membro del Club: La Tana del TrifideGrande Accattone dei Cieli

Collezionista

*

Offline  Msg:875



Dum Vivimus Vivamus!


Sta esplorando Iapetus
0.0 %
FRANK ZAPPA
UM NCC 70-A
Sta esplorando Iapetus
(Sat. di Saturno)


Profilo E-Mail
Re:vado controcorrente...
« Rispondi #1 data: 07 Giugno 2013, 22:42:58 »
Cita


Citazione da: Dexter Ward il 07 Giugno 2013, 19:57:33


Ho appena finito di leggere il tanto decantato "La porta sull'estate" di Heinlein (che tra l'altro è uno dei miei autori preferiti) ma, sinceramente, non mi ha acchiappato un gran che... si parla di viaggi nel tempo solo a partire da pag. 75 e le trovate "speciali" sono veramente poche... mah!

Concordo.
La porta sull'estate è un mezzo juvenile, scritto appunto nel cosiddetto "middle period" di RAH, quando cioè produceva opere più impegnate ma stava ancora scrivendo per i ragazzi.
Il romanzo fu scritto in parallelo con Stella Doppia (IMHO di gran lunga migliore, più duro e teso, un'opera molto più matura), ambedue furono serializzati nel 1956 e apparvero in forma completa nel 1957.

Un saluto da ansible  
Loggato
Vorrei che tutti leggessero, non per diventare letterati o poeti, ma perché nessuno sia più schiavo (G.Rodari)
Vedi il profilo utente

Membro del Club: La Tana del TrifideGuru Eccelso del Sovrano ordine di Chtorr

Amministratore

*

Responsabile area:
Libri->Fantascienza
Visualizza collane curate
Offline  Msg:1839



L'edificio dell'astroporto era colossale....
Copertina Preferita

Sta esplorando Caronte
22.1 %
ALABARDA SPAZIALE
UM NCC 16-A
Sta esplorando Caronte
(Sat. di Plutone)


Profilo
Re:vado controcorrente...
« Rispondi #2 data: 08 Giugno 2013, 09:17:05 »
Cita

De gustibus... mi spiace per voi.
« Ultima modifica: 08 Giugno 2013, 09:18:04 di Lupo dei Cieli (VinMar)alias Proff. Sassaroli » Loggato
Fatti non fummo per viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza.
Vedi il profilo utente

Membro del Club: La Tana del TrifideGuru Eccelso del Sovrano ordine di Chtorr

Amministratore

*

Responsabile area:
Libri->Gialli
Libri->Fantascienza
Visualizza collane curate
Offline  Msg:1246



Partire è un pò morire... Ma è meglio partire!


Sta esplorando Marte
11.6 %
CINGHIALE STELLARE
UM NCC 4207-A
Sta esplorando Marte


Profilo
Re:vado controcorrente...
« Rispondi #3 data: 08 Giugno 2013, 10:27:27 »
Cita


Citazione da: Lupo dei Cieli (VinMar)alias Proff. Sassaroli il 08 Giugno 2013, 09:17:05

De gustibus... mi spiace per voi.


Vin,
attendevo il tuo commento...!

Capisco  e rispetto i commenti un pò disillusi (effetto forse anche dei molti post positivi) o più distaccati: io l'ho letto e pprezzato con occhi "ingenui", nella sua accezione più pura, accettando la prima parte preparatoria (concordo, più debole e meno affascianante), quasi una biografia che non preannuncia molto di quanto accadrà. e godendomi lo svolgersi della trama sempre più affascinante verso il finale.

Da un punto di vista critico, credo che occorra considerare l'età che ha il romanzo e i tempi in cui è stato scritto, per apprezzarlo meglio: il confronto con opere più moderne potrebbe altrimenti non reggere, anche se l'interccio temporale, proprio perchè non pre-annunciato, risulta alla fine sorprendente e perfetto!

Ma da un punto di vista emozionale, mi ha dato ancora di più: mentre vivevo un senso di ingiustizia, di astio e di panico nei confronti delle vicissitudini che travolgono il protagonista, rimasto senza nulla prima e ancor di più dopo il suo risveglio, la sua pacatezza nell'approccio alla vita, in qualche modo certo di trovare la "sua porta nell'estate" mi ha affascinato moltissimo e mi ha trasferito una serenità che spesso sembra mancarci nello stress della vita quotidiana.

Insomma, al di là del gatto Pete (per tutti i "felinofili"), col peso degli anni, ci ho trovato tutti gli elementi della narrativa (di evasione) che appassionano molti di noi.

Loggato
Sto leggendo:
"Gli Help di Uraniamania", ovvio!!!

Vedi il profilo utente

Membro del Club: La Tana del TrifideGuru Eccelso del Sovrano ordine di Chtorr

Amministratore

*

Responsabile area:
Urania
Visualizza collane curate
Online  Msg:3771



Io ne ho viste cose, che voi umani non potreste...
Copertina Preferita


Profilo
Re:vado controcorrente...
« Rispondi #4 data: 08 Giugno 2013, 10:52:43 »
Cita

... credo che occorra considerare l'età che ha il romanzo e i tempi in cui è stato scritto...

... e l'età a cui è stato letto
Loggato
Vedi il profilo utente


Curatore

*

Visualizza collane curate
Offline  Msg:3440



A noble spirit embiggens the smallest man.
Copertina Preferita

Sta viaggiando verso Venere
99.5 %
UMMAGUMMA
UM NCC 3325-A
Sta viaggiando verso Venere


Profilo
Re:vado controcorrente...
« Rispondi #5 data: 08 Giugno 2013, 10:54:29 »
Cita

Io non definirei "La porta sull'estate" come un capolavoro.
E certamente ci sono lavori di Heinlein ben più importanti, maturi, impegnati...solidi !

Eppure personalmente ho dato 8 su 10 a "La porta sull'estate"; perchè?

Intanto c'è il piacere della lettura: lo stile di Heinlein è superiore, come ho gia detto altrove questo romanzo è davvero gradevole, soddisfacente, tutto "rotondo" ... come una gran bella bevuta di acqua fresca e liscia da una bottiglia di vetro, quando sei assetato.
E poi ci sono i viaggi nel tempo, la possibilità di universi paralleli (e come diceva Den Heb, siamo nel 1956) ed il "thriller".
Il tutto è condito di poesia.
Come poetico è il finale.
"La porta sull'estate" mi fa sempre pensare ad un romanzo di Bradbury ( "L'estate incantata", che è superiore al romanzo di Heinlein e che è uscito nel '57...stesso anno) col quale ha molti punti di contatto.

Non un capolavoro, ma un bellissimo romanzo ...
Loggato
******************************************************************************************
Sto leggendo e
Vedi il profilo utente

Membro del Club: La Tana del TrifidePtertha Rosa anziano

Curatore

*

Visualizza collane curate
Offline  Msg:3198



La spedizione della Va Flotta sta ancora cercando


Sta esplorando Plutone
56.9 %
FAR STAR
UM NCC 1273-A
Sta esplorando Plutone


Profilo
Re:vado controcorrente...
« Rispondi #6 data: 08 Giugno 2013, 12:51:59 »
Cita

Averlo letto un paio d'anni dopo l'uscita, all'epoca dei primi amori (reali e fantascientifici), era veramente un'altra cosa: un capolavoro.
Oggi, smaliziati e disillusi, non porta alle stesse considerazioni dell'epoca che fu.
Immergetevi nei ricordi dei vostri 16 anni e pensate a come erano le cose a quei tempi, e se li ricordate con nostalgia questo è il libro che fa per voi.
w.
Loggato
********************************************
Tradotti: 'Fratello della Nave' di Aliette De Bodard; 'Veritas' di Robert Reed; 'La Stanza delle Anime Perdute' della Rusch. Co-traduttore di 'Santiago' di Resnick; in solitario di 'Oggi sono Paul' di Shoemaker (concorrente al Premio Nebula), di prossima pubblicazione. Appena pubblicato un racconto della Rusch: Base di Settore: Venice.
Vedi il profilo utente

Membro del Club: La Tana del TrifideGuru Eccelso del Sovrano ordine di Chtorr

Amministratore

*

Responsabile area:
Urania
Visualizza collane curate
Online  Msg:3771



Io ne ho viste cose, che voi umani non potreste...
Copertina Preferita


Profilo
Re:vado controcorrente...
« Rispondi #7 data: 08 Giugno 2013, 13:10:41 »
Cita


Citazione da: waferdi il 08 Giugno 2013, 12:51:59

Averlo letto un paio d'anni dopo l'uscita, all'epoca dei primi amori (reali e fantascientifici), era veramente un'altra cosa: un capolavoro.
Oggi, smaliziati e disillusi, non porta alle stesse considerazioni dell'epoca che fu.
Immergetevi nei ricordi dei vostri 16 anni e pensate a come erano le cose a quei tempi, e se li ricordate con nostalgia questo è il libro che fa per voi.
w.

OK
Loggato
Vedi il profilo utente

Membro del Club: La Tana del TrifideGuru Eccelso del Sovrano ordine di Chtorr

Collezionista

*

Offline  Msg:168



Marziani si nasce e io, modestamente, LO NACQUI !
Copertina Preferita

Sta esplorando Amalthea
91.8 %
MARSMAN60
UM NCC 25-A
Sta esplorando Amalthea
(Sat. di Giove)


Profilo
Re:vado controcorrente...
« Rispondi #8 data: 08 Giugno 2013, 13:24:11 »
Cita

bhe se c'e' chi considera "guida galattica per autostoppisti" un capolavoro..........
tu puoi  dissentire su "la porta sull'estate" tranquillamente.
Loggato
MILES VORKOSIGAN


Uraniofilo

*

Offline  Msg:1785



W UraniaMania!!!



Profilo
Re:vado controcorrente...
« Rispondi #9 data: 08 Giugno 2013, 19:55:27 »
Cita

Tutto ciò concorda con la tesi di un nostro forumista, i libri di sf dell'età dell'oro debbono essere letti ad una età che comprende tra i 9 e i 12 anni, dove , come dice la canzone di Bennato  " ... mi ricordo anni fa, di sfuggita dentro un bar , ho sentito un jukebox che suonava e nell'aria da bambino la chitarra era una spada e chi non ci credeva era un pirata"   Questo è l'esatto significato dell'immaginario di un bambino.
Loggato
Sto leggendo


Dexter Ward


Visitatore


 

E-Mail
Re:vado controcorrente...
« Rispondi #10 data: 08 Giugno 2013, 20:28:09 »
Cita

scusate, cari amici, ma "premettere" che il valore di un romanzo dipenda anche e soprattutto da "quando" è stato scritto e "a che età si è letto" pregiudichi e metta in dubbio di per sè il valore dello stesso... in più mi verrebbe da dire: i romanzi di fantascienza dovrebbero riportare una data di scadenza???
Loggato
Vedi il profilo utente

Membro del Club: La Tana del TrifideGuru Eccelso del Sovrano ordine di Chtorr

Amministratore

*

Responsabile area:
Libri->Gialli
Libri->Fantascienza
Visualizza collane curate
Offline  Msg:1246



Partire è un pò morire... Ma è meglio partire!


Sta esplorando Marte
11.6 %
CINGHIALE STELLARE
UM NCC 4207-A
Sta esplorando Marte


Profilo
Re:vado controcorrente...
« Rispondi #11 data: 08 Giugno 2013, 23:01:41 »
Cita


Citazione da: Dexter Ward il 08 Giugno 2013, 20:28:09

scusate, cari amici, ma "premettere" che il valore di un romanzo dipenda anche e soprattutto da "quando" è stato scritto e "a che età si è letto" pregiudichi e metta in dubbio di per sè il valore dello stesso... in più mi verrebbe da dire: i romanzi di fantascienza dovrebbero riportare una data di scadenza???


Dexter, Miles, lungi da me le polemiche su queste tematiche delle età dei libri e dei lettori, ma non esagererei: personalmente intendevo solo che contestualizzare un minimo, con buon senso, forse aiuta a inquadrare meglio un autore ed una lettura, potendoli farli apprezzare in maniera più consapevole, anche dopo i 12 anni.
E' lo stesso approccio con cui leggiamo Verne, ascoltiamo musica classica o guardiamo un film muto di Chaplin - se ci piacciono. Quello che (sonno permettendo), userò per gauradrmi il capolavoro di Méliés domenica notte, senza paragonarlo con Star Wars III o criticarlo per gli effetti speciali non degni di Lucas.

Ben diverso è il discorso dei gusti, e infatti non tutti apprezziamo Verne, musica barocca o Chaplin: si possono assaggiare, poi se non piacciono si passa ad altro. Non criticherò mai chi preferisce letteratura moderna o all'avanguardia, anche se ovviamente anche oggi ci sono bei libri e robaccia: insomma, non ne farei un problema di età.

Comunque, al di là dell'approccio storico e delle classifiche ufficiali o personali, un libro deve coinvolgerci e lasciarci qualcosa: quel libro con me lo ha fatto e oltre a riconoscergli un valore storicamente importante, continuerei a consigliarlo emotivamente per il bel ricordo che mi ha lasciato.



Loggato
Sto leggendo:
"Gli Help di Uraniamania", ovvio!!!

Vedi il profilo utente


Curatore

*

Visualizza collane curate
Offline  Msg:3440



A noble spirit embiggens the smallest man.
Copertina Preferita

Sta viaggiando verso Venere
99.5 %
UMMAGUMMA
UM NCC 3325-A
Sta viaggiando verso Venere


Profilo
Re:vado controcorrente...
« Rispondi #12 data: 09 Giugno 2013, 09:53:00 »
Cita

Un "Capolavoro" che andrebbe letto entro i 12 anni sarebbe un ben misero capolavoro, anzi un NON-capolavoro.
Tranne che non si parli di libri scritti appositamente per ragazzi, la letteratura è una , dalle mille facce ma una: se è un capolavoro "Ubik" allora deve poter stare sul piano di tutti gli altri capolavori: deve stare sullostesso piano di "Mattatoio 5", de "I fratelli karamazov", de "Le anime morte", de "Il lungo addio", de "Il fu Mattia Pascal" e de "I nostri antenati", di "Moby Dick" e "Le avventure di Huckelberry Finn", di "Alice nel paese delle meraviglie" ed "I viaggi di Gulliver" ... e cosi via.

Se per apprezzarlo devi leggerlo da ragazzino allora è un libro per ragazzini...MOLTO diverso dal capolavoro.

Io "La porta sull'estate" l'ho letto un anno fa circa (e sono un padre di famiglia) e questo non mi ha tolto il gusto della lettura...anzi: valutarlo con un 8 vuol dire che, seppure non lo ritenga un capolavoro, sta tra le cose più belle lette nella mia vita.

Dire che Verne va letto da ragazzini, scusate ma.... è una stupidaggine mostruosa!
Il piacere di leggere un romanzo di Verne non è descrivibile se non con aggettivi approssimativi, gli stessi che ho usato per descrivere questo romanzo di Heinlein: il piacere della lettura....Verne rientra tra quelli autori che ti riconciliano con la lettura e col mondo. Ed Heinlein può tenergli certo compagnia.
Certo un romanzo va contestualizzato e visto in ottica storica, non si piò non tenere conto di quando e perchè/come è stato scritto.
Provate a dire alla generazione dei nostri nonni e bisnonni che Verne è letteratura da ragazzini... provate !

Che poi un romanzo può non piacere, e può non piacere Verne o "La porta sull'estate" è SACROSANTO.
I gusti sono gusti, per carità!
A me viene l'orticaria a sentir dire che quel simpatico libretto, "Guida" con asciugamano e 42, è un capolavoro...come dire che Banfi è un attore geniale.... ma ripeto, i gusti sono gusti e no si discutono..... ci si confronta, perchè CI SI DEVE CONFRONTARE, ma ognuno ha il sacrosanto diritto di avere la sua idea ed esporla.

Qualcuno dice ed ha detto che certi romanzi darebbero più piacere se letti da ragazzini...lo si diceva anche per Van Vogt. Io dico: amo Van Vogt, uno dei miei preferiti, ed il mio primo Van Vogt l'ho letto a 31 anni....l'ultimo 10 giorni fa.
E se in Francia Van Vogt è quello che è qui in Italia Asimov...allora nella precedente asserzione ci deve essere qualcosa che non va, oppure andrebbe presa per quella che è: la visione delle cose di una singola persona, sacrosanta ma non generalizzabile, condivisibile ma che non deve diventare LO STANDARD.

Quindi direi: per apprezzare certi romanzi bisogna sapersi staccare dalla razionalità (ed a volte dal grigiore) della vita adulta, dalla implacabile freddezza delle nostre menti deduttive ed intrasigenti... ritrovare un pò della spensieratezza e della credulità, della voglia di volare tipica dei bambini. Saper trascendere come fanno i bambini, senza l'uso di droghe (scorciatoia dei grandi).
Ma questo è profondamente diverso dal fatto di dire "va letto da piccoli".
« Ultima modifica: 09 Giugno 2013, 09:53:44 di Arne Saknussemm » Loggato
******************************************************************************************
Sto leggendo e
Vedi il profilo utente

Membro del Club: La Tana del TrifideGuru Eccelso del Sovrano ordine di Chtorr

Amministratore

*

Responsabile area:
Libri->Gialli
Libri->Fantascienza
Visualizza collane curate
Offline  Msg:1246



Partire è un pò morire... Ma è meglio partire!


Sta esplorando Marte
11.6 %
CINGHIALE STELLARE
UM NCC 4207-A
Sta esplorando Marte


Profilo
Re:vado controcorrente...
« Rispondi #13 data: 09 Giugno 2013, 10:58:28 »
Cita


Citazione da: Arne Saknussemm il 09 Giugno 2013, 09:53:00

Un "Capolavoro" che andrebbe letto entro i 12 anni sarebbe un ben misero capolavoro, anzi un NON-capolavoro.
Tranne che non si parli di libri scritti appositamente per ragazzi, la letteratura è una , dalle mille facce ma una: se è un capolavoro "Ubik" allora deve poter stare sul piano di tutti gli altri capolavori: deve stare sullostesso piano di "Mattatoio 5", de "I fratelli karamazov", de "Le anime morte", de "Il lungo addio", de "Il fu Mattia Pascal" e de "I nostri antenati", di "Moby Dick" e "Le avventure di Huckelberry Finn", di "Alice nel paese delle meraviglie" ed "I viaggi di Gulliver" ... e cosi via.

Se per apprezzarlo devi leggerlo da ragazzino allora è un libro per ragazzini...MOLTO diverso dal capolavoro.

Io "La porta sull'estate" l'ho letto un anno fa circa (e sono un padre di famiglia) e questo non mi ha tolto il gusto della lettura...anzi: valutarlo con un 8 vuol dire che, seppure non lo ritenga un capolavoro, sta tra le cose più belle lette nella mia vita.

Dire che Verne va letto da ragazzini, scusate ma.... è una stupidaggine mostruosa!
Il piacere di leggere un romanzo di Verne non è descrivibile se non con aggettivi approssimativi, gli stessi che ho usato per descrivere questo romanzo di Heinlein: il piacere della lettura....Verne rientra tra quelli autori che ti riconciliano con la lettura e col mondo. Ed Heinlein può tenergli certo compagnia.
Certo un romanzo va contestualizzato e visto in ottica storica, non si piò non tenere conto di quando e perchè/come è stato scritto.
Provate a dire alla generazione dei nostri nonni e bisnonni che Verne è letteratura da ragazzini... provate !

Che poi un romanzo può non piacere, e può non piacere Verne o "La porta sull'estate" è SACROSANTO.
I gusti sono gusti, per carità!
A me viene l'orticaria a sentir dire che quel simpatico libretto, "Guida" con asciugamano e 42, è un capolavoro...come dire che Banfi è un attore geniale.... ma ripeto, i gusti sono gusti e no si discutono..... ci si confronta, perchè CI SI DEVE CONFRONTARE, ma ognuno ha il sacrosanto diritto di avere la sua idea ed esporla.

Qualcuno dice ed ha detto che certi romanzi darebbero più piacere se letti da ragazzini...lo si diceva anche per Van Vogt. Io dico: amo Van Vogt, uno dei miei preferiti, ed il mio primo Van Vogt l'ho letto a 31 anni....l'ultimo 10 giorni fa.
E se in Francia Van Vogt è quello che è qui in Italia Asimov...allora nella precedente asserzione ci deve essere qualcosa che non va, oppure andrebbe presa per quella che è: la visione delle cose di una singola persona, sacrosanta ma non generalizzabile, condivisibile ma che non deve diventare LO STANDARD.

Quindi direi: per apprezzare certi romanzi bisogna sapersi staccare dalla razionalità (ed a volte dal grigiore) della vita adulta, dalla implacabile freddezza delle nostre menti deduttive ed intrasigenti... ritrovare un pò della spensieratezza e della credulità, della voglia di volare tipica dei bambini. Saper trascendere come fanno i bambini, senza l'uso di droghe (scorciatoia dei grandi).
Ma questo è profondamente diverso dal fatto di dire "va letto da piccoli".


STRA - QUOTO TUTTO!!!

La passione per questa "Letteratura di evasione" a volte vuole anche dire distaccarsi da quel tono si seriosità imperturbabile e austerità formale da cui oggi siamo circondati: senza per questo distaccarsi da un approccio maturo, intelligente e consapevole,a me piace molto tornare a fare qualche piccolo viaggio in mondi/tempi un pò più "puri" e "ingenui" (ripeto, in senso naturale e positivo), guardando anche con occhi e sentimenti di bambino e lasciandosi trasportare dal piacere della lettura che imprimono un segno ed un ricordo di valore.

Poi restano da una parte i giudizi critici, magari anche più freddi e razionali, e i giudizi di gusto personale: importanti sia i primi, che lasio agli esperti, sia gli ultimi che rappresentano ogni persona e la sua imprescindibile libertà di giudizio ed espressione.

Dexter, non è un accanimento contro un tuo parere "contro-corrente" nei confronti del libro o, peggio, di un approccio alla lettura. Anzi mi fa sempre piacere leggere pareri e interpretazioni diverse rispetto alla mia o a quelle che vanno per la maggiore: arricchiscono, offrono chiavi di lettura costruttive e spesso aiutano a valutare le cose in modo più oggettivo. Per questo ti ringrazio di aver espresso la tua opinione anche "fuori dal coro", beccandoti anche qualche risposta a difesa di un libro amato da molti.

Sapessi quanta fatica faccio io, l'ho già confessato, con autori come Ballard o Watson, spesso osannati per un valore artistico e di contenuto profondo (?) che sicuramente c'è anche, ma che talvolta proprio non digerisco o semplicemente non è quello che cerco in un libro di fs!!!
Per fortuna siamo diversi, ed ognuno può trovare nello sterminato universo di questo genere ciò che più lo convince e affascina, condividendo e discutendo con gli altri le proprie sensazioni: questo credo che resti una delle opportunità e del valore anche di questo forum.

Quindi grazie per i tuoi commenti e, visto che forse abbiamo gusti diversi, cercerò di seguire qualche tuo commento a libri/autori che ti piacciono, per magari arricchire il mio orizzonte con nuove prospettive di lettura.

A presto!
Loggato
Sto leggendo:
"Gli Help di Uraniamania", ovvio!!!

adam_reith


Uraniofilo

*

Offline  Msg:67



Urania. E sai cosa bevi!



Profilo E-Mail
Re:vado controcorrente...
« Rispondi #14 data: 09 Giugno 2013, 13:07:42 »
Cita


Citazione da: waferdi il 08 Giugno 2013, 12:51:59

Averlo letto un paio d'anni dopo l'uscita, all'epoca dei primi amori (reali e fantascientifici), era veramente un'altra cosa: un capolavoro.
Oggi, smaliziati e disillusi, non porta alle stesse considerazioni dell'epoca che fu.
Immergetevi nei ricordi dei vostri 16 anni e pensate a come erano le cose a quei tempi, e se li ricordate con nostalgia questo è il libro che fa per voi.
w.


E' tutti qui!
Per apprezzare alcune opere è necessario ritrovare il candore dell'adolescenza, riattivare la capacità di stupirsi, di sgranare gli occhi, e la mente.
Come in "Mondi Senza Fine"...

Loggato
"abbiamo tutti la nostra macchina del tempo. per andare nel passato: i ricordi. e nel futuro: i sogni" (The Time Machine)
Pagine: [1] 2 Page Top RispondiAbilita NotificaStampa
Home Forum | La Fantascienza e gli altri generi... | La Fantascienza in Generale | Discussione: vado controcorrente... «prec succ»
Vai in:


Login con username, password e durata della sessione