COMMUNITY di UraniaMania

Vai in fondo alla pagina
 
 
Urania Mania - Torna alla HomePage Home di UraniaMania Benvenuto Visitatore. Per favore Login oppure Registrati. 21 Settembre 2018, 23:57:59
Indice del ForumCercaLoginRegistrati
Home Forum | La Fantascienza e gli altri generi... | La Fantascienza in Generale | Discussione: Edmond Hamilton e l'importanza della SF classica «prec succ»
Pagine: [1] Rispondi
  Autore  Discussione: Edmond Hamilton e l'importanza della SF classica  (letto 348 volte)
MarcoF.


Collezionista

*

Offline  Msg:28




Copertina Preferita


ProfiloWWW
Edmond Hamilton e l'importanza della SF classica
« data: 29 Settembre 2012, 12:25:36 »
Cita

Salve a tutti,
ritenendolo uno spunto di discussione interessante da proporre all'interno del forum apro questo "topic" con un copia incolla direttamente dal mio blog :

Ogni tanto girovagando sulla rete mi imbatto spesso in discussioni su quanto la letteratura di SF classica sia più o meno attuale e se valga la pena "perdere" preziose ore nella lettura di tali opere a discapito di romanzi o racconti contemporanei.
A tale proposito vorrei parlarvi in questo post di un romanzo scritto dal grande Edmond Hamilton ed intitolato "Il lupo dei cieli" pubblicato su Urania n.481 del 14/02/1968.
Primo romanzo dei tre facenti parte del ciclo dei "Lupi dei Cieli" è uno splendido esempio di classica space opera avventurosa.
Nella visione di una galassia popolata da varie razze umanoidi la pirateria dilaga nel cosmo.
I Lupi dei cieli appartenenti a tutte le razze galattiche non sono altro che appunto pirati.
Morgan Chane protagonista del romanzo è appunto un Lupo dei Cieli che, braccato dai suoi simili, non ha altra scelta che entrare a far parte di un gruppo di mercenari formati solamente da umani terrestri.
Da qui cominciano una serie di vicissitudini che lo porteranno ed un epilogo afascinante che non svelo per evidenti motivi di "spoiler".
Hamilton è un'autore del quale difficilmente un amante della fantascienza può non innamorarsi.
Citando l'opera in oggetto si rimane deliziati da come l'intreccio, pur rimanendo sempre di una certa semplicità, sappia entusiasmare sia per tematiche affascinanti che per ritmo narrativo serrato dove azione e suspance si alternano in un meccanismo pressochè perfetto.
Lo stile di Hamilton è secco ed immediato e si rimane sorpresi da come riesca, a volte in pochissime righe, a snocciolare una serie di concetti così portati a far riflettere il lettore che se anche preso dal ritmo sostenuto della vicenda non può che trovare piacere nel premere il tasto pausa per godersi ulteriormente lo spettacolo.
Questo romanzo a tratti ha rappresentato per me un finestra, merito anche di un prosa a tratti struggente nella sua poetica, su una realtà che forse potrà sembrare per alcuni oramai poco plausibile e datata ma che risulta essere capace di far sognare e riflettere sopratutto in un finale così ricco di contentuti e di una bellezza allucinante.
Va bene, quindi, leggere i vari Sawyer, Di Filippo,  Steele, ecc, ma ritengo opportuno lasciare  un pò di spazio sul nostro comodino anche ad autori classici come Verne, Wells, Shelley, Burroughs e chi più ne ha più ne metta.
Giusto leggere l'esalogia di Dune o la quadrilogia dei Canti di Hyperion ma non dimentichiamoci di certi capolavori come Viaggio al centro della Terra, Ventimila leghe sotto i mari, La guerra dei mondi e perchè no, Frankestein oltre a numerosissimi vecchi numeri della nostra amata Urania.
A volte per cifre ridicole ci si porta a casa dei capolavori assoluti che non possono far altro che arricchirci ed a farci innamorare ancora di più di questo fantastico genere che è la fantascienza.
Loggato
MILES VORKOSIGAN


Uraniofilo

*

Offline  Msg:1781



W UraniaMania!!!



Profilo
Re:Edmond Hamilton e l'importanza della SF classica
« Rispondi #1 data: 29 Settembre 2012, 15:48:13 »
Cita

Ti consiglio anche - Agonia della terra - l'autore saprà emozionarti ed al tempo stesso angosciarti con la stessa semplicità.
Loggato
Sto leggendo


Pagine: [1] Page Top RispondiAbilita NotificaStampa
Home Forum | La Fantascienza e gli altri generi... | La Fantascienza in Generale | Discussione: Edmond Hamilton e l'importanza della SF classica «prec succ»
Vai in:


Login con username, password e durata della sessione