COMMUNITY di UraniaMania

Vai in fondo alla pagina
 
 
Urania Mania - Torna alla HomePage Home di UraniaMania Benvenuto Visitatore. Per favore Login oppure Registrati. 18 Settembre 2018, 23:03:33
Indice del ForumCercaLoginRegistrati
Home Forum | La Fantascienza e gli altri generi... | La Fantascienza in Generale | Discussione: I Capolavori di Maxpullo ¬ęprec succ¬Ľ
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 [10] 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 ... 47 Rispondi
  Autore  Discussione: I Capolavori di Maxpullo  (letto 126525 volte)
dhr


Visitatore


 

E-Mail
Re:I Capolavori di Maxpullo
« Rispondi #135 data: 08 Giugno 2011, 08:37:12 »
Cita


Citazione da: maxpullo il 08 Giugno 2011, 08:23:58

Accetteresti una quarta di copertina che rivela il finale di un romanzo?


esiste sempre il "metodo Urania": raccontare in quarta di copertina... una storia che non è quella
Loggato
PabloE


Collezionista

*

Offline  Msg:1042



Mors mea tacci tua.
Copertina Preferita


Profilo E-Mail
Re:I Capolavori di Maxpullo
« Rispondi #136 data: 08 Giugno 2011, 08:46:25 »
Cita


Citazione da: dhr il 08 Giugno 2011, 08:37:12


Citazione da: maxpullo il 08 Giugno 2011, 08:23:58

Accetteresti una quarta di copertina che rivela il finale di un romanzo?


esiste sempre il "metodo Urania": raccontare in quarta di copertina... una storia che non è quella


Proprio ieri scrivevo...


Citazione:
...il cambiamento che, a proposito, non è assolutamente dovuto ad una nube di gas come scritto in quarta di copertina, non so cosa abbia fumato/aspirato/tracannato chi scriveva tali orrorifiche, perfide, malvagie e menzoniere quarte di copertina (non è la prima che mi capita che sia completamente inventata).
Loggato
Vedi il profilo utente

Membro del Club: La Tana del TrifidePtertha Rosa anziano

WebMaster

*

Responsabile area:
Visualizza collane curate
Offline  Msg:4512



Papà mi dai libbo l'ulania?


Sta viaggiando verso Giove
14.3 %
GRIFONE1893
UM NCC 1983-A
Sta viaggiando verso Giove


Profilo E-Mail
Re:I Capolavori di Maxpullo
« Rispondi #137 data: 15 Giugno 2011, 16:52:06 »
Cita

029 - Deserto d'acqua - James G. BALLARD (1962)

Di recente si parlava della strana anomalia che distingue i romanzi di Ballard dai suoi racconti, una anomalia che fa si che i secondi siano tanto belli e poetici almeno quanto i primi sono noiosi ed inconcludenti. "Deserto d'acqua" è, a mio parere, una felicissima eccezione a questa regola e rappresenta il classico libro che non dovrebbe mai mancare in una collana di capolavori.
Qualcuno sostiene che il romanzo in questione, assieme a "Vento dal nulla" (1961), "Terra bruciata" (1964) e "Foresta di cristallo" (1966), faccia parte di una tetralogia di genere catastrofico in cui ogni romanzo simboleggia uno dei quattro elementi aristotelici (Aria, Acqua, Terra e Fuoco), cui si aggiunge il quinto elemento che è il tempo, protagonista di "Foresta di cristallo", ma, in realtà, il legame tra i quattro romanzi è piuttosto lasco e non è assolutamente necessario leggerli o pubblicarli in sequenza ed è questo quello che ho scelto di fare in questa collana.
Visto poi che la fortuna di Ballard in Italia ebbe inizio negli anni '60 con l'antologia "Otto racconti" (Urania 321) in coabitazione con l'allora affermatissimo Arthur C. Clarke, ho scelto di pubblicare questo suo lavoro ad interrompere momentaneamente il ciclo delle "odissee", quasi una sorta di rievocazione di quella fortunata ideale "collaborazione" tra i due autori.
L'immagine di copertina non poteva essere che quella dell'Urania 311, opera di un Karel Thole particolarmente ispirato, mentre per la quarta di copertina l'ha spuntata alla fine la trama riportata sul retro dell'Urania 648, che ha vinto di misura con quella riportata sull'edizione TEAdue, altrettanto suggestiva, ma con il grande difetto di raccontare un po' troppo...

      Zanzare grosse come libellule entrano dalle finestre del Ritz. Enormi rettili strisciano sul fondo limaccioso di canali che sono stati un tempo le vie di Londra. L'Europa ha una temperatura tropicale, le sue campagne sono coperte da giungle impenetrabili, i suoi monumenti, i suoi palazzi sono in gran parte sommersi sotto metri d'acqua. Dalle zone artiche, dove pochi milioni di uomini ancora sopravvivono, piccoli gruppi di scienziati e di militari vengono mandati a esplorare questo mondo torrido, soffocante, affascinante, questa straordinaria e mortale laguna in cui il ricordo della nostra civilt√† viene via via cancellato da mostruose forme di vita animale e vegetale.

Ultimi volumi pubblicati

014 - Jack VANCE - Pianeta d'acqua
015 - Bob SHAW - Quando i neutri emergono dalla Terra
016 - Philip K. DICK - Gli androidi sognano pecore elettriche?    
017 - William F. TEMPLE - Il triangolo quadrilatero
018 - Isaac ASIMOV - Le correnti dello spazio    
019 - Isaac ASIMOV - Il tiranno dei mondi
020 - Isaac ASIMOV - Pària dei cieli
021 - Frederik POHL & Cyril M. KORNBLUTH - Gladiatore in legge
022 - Robert A. HEINLEIN - La porta sull'estate
023 - Michael CRICHTON - Jurassic Park
024 - Theodore STURGEON - Nascita del superuomo
025 - Jules VERNE - Viaggio al centro della Terra
026 - Robert SILVERBERG - La città labirinto
027 - Arthur C. CLARKE - 2001 Odissea nello spazio
028 - Arthur C. CLARKE - 2010 Odissea due
029 - James G. BALLARD - Deserto d'acqua

E nel prossimo numero riprende l'odissea di uno straordinariamente longevo dottor Heywood Floyd...
Loggato
Sto e-leggendo
I figli della follia - J. SOHL

...

5,90 'era già' troppo...

...

Un tempo questo forum era tutta campagna...
Vedi il profilo utente

Membro del Club: La Tana del TrifidePtertha Rosa anziano

WebMaster

*

Responsabile area:
Visualizza collane curate
Offline  Msg:4512



Papà mi dai libbo l'ulania?


Sta viaggiando verso Giove
14.3 %
GRIFONE1893
UM NCC 1983-A
Sta viaggiando verso Giove


Profilo E-Mail
Re:I Capolavori di Maxpullo
« Rispondi #138 data: 17 Giugno 2011, 21:21:56 »
Cita

030 - 2061 Odissea tre - Arthur C. CLARKE (1987)

Un ciclo è un ciclo ed anche se le sue storie possono esser lette separatamente, la cosa migliore è sempre gustarsele una appresso all'altra, come le ciliege. Il ciclo delle Odisse di Clarke non fa eccezione: leggere i romanzi nella loro sequenza aiuta infatti a "tenere il filo del discorso", perchè se è vero che ogni storia è un'avventura a se stante, solo leggendo tutti i libri si può capire la vastità dell'affresco dell'universo dipinto dall'autore.
Accompagnato quindi dall'immagine di copertina di Michael Whelan e dalla trama in quarta di copertina dell'edizione Rizzoli della collana "La scala", ecco a voi il terzo volume della straordinaria odissea nello spazio immaginata da Clarke.

    Cadere dal proprio balcone al secondo piano √® un incidente stupido, soprattutto per chi aveva preso parte ad una missione dai mille pericoli come quella della Leonov. Cos√¨ Heywood Floyd, ricoverato con fratture multiple e varie complicazioni, si ritrova in orbita attorno alla terra, nell'attesa che la medicina possa fornire gli strumenti adatti a curarlo. Passano quarantasei anni da quel giorno.
Nel 2061 Lucifero è ormai diventato un astro familiare nel cielo terrestre, come pure in quello che si vede dalle finestre dell'ospedale orbitante Pasteur, dove l'arzillo centotreenne Floyd deve scontare le conseguenze del suo incidente. Nonostante le condizioni fisiche ottime, lo scienziato non si è mai ripreso completamente dall'incidente ed è costretto a vivere permanentemente in ambienti a gravità ridotti. Precluso il ritorno sulla Terra, Floyd decide di imbarcarsi sulla Universe, una astronave passeggeri con una missione inedita: atterrare sulla cometa di Halley per studiarne le proprietà fisiche.

Ultimi volumi pubblicati

015 - Bob SHAW - Quando i neutri emergono dalla Terra
016 - Philip K. DICK - Gli androidi sognano pecore elettriche?    
017 - William F. TEMPLE - Il triangolo quadrilatero
018 - Isaac ASIMOV - Le correnti dello spazio    
019 - Isaac ASIMOV - Il tiranno dei mondi
020 - Isaac ASIMOV - Pària dei cieli
021 - Frederik POHL & Cyril M. KORNBLUTH - Gladiatore in legge
022 - Robert A. HEINLEIN - La porta sull'estate
023 - Michael CRICHTON - Jurassic Park
024 - Theodore STURGEON - Nascita del superuomo
025 - Jules VERNE - Viaggio al centro della Terra
026 - Robert SILVERBERG - La città labirinto
027 - Arthur C. CLARKE - 2001 Odissea nello spazio
028 - Arthur C. CLARKE - 2010 Odissea due
029 - James G. BALLARD - Deserto d'acqua
030 - Arthur C. CLARKE - 2061 Odissea tre

E nel prossimo volume la spettacolare conclusione dell'odissea, con il gradito ritorno di un personagio davvero inatteso... anzi due!
Loggato
Sto e-leggendo
I figli della follia - J. SOHL

...

5,90 'era già' troppo...

...

Un tempo questo forum era tutta campagna...
Vedi il profilo utente

Membro del Club: La Tana del TrifidePtertha Rosa anziano

WebMaster

*

Responsabile area:
Visualizza collane curate
Offline  Msg:4512



Papà mi dai libbo l'ulania?


Sta viaggiando verso Giove
14.3 %
GRIFONE1893
UM NCC 1983-A
Sta viaggiando verso Giove


Profilo E-Mail
Re:I Capolavori di Maxpullo
« Rispondi #139 data: 28 Giugno 2011, 22:07:53 »
Cita

031 - 3001 Odissea finale - Arthur C. CLARKE (1997)

I cicli vanno presentati nella loro interezza: su questo non ci piove. Questo presupposto, tuttavua, può rivelarsi a volte un'arma a doppio taglio perchè non sempre la qualità dei "seguiti" è all'altezza dei primi capitoli. Ma se l'autore del ciclo è uno dei grandi maestri di sempre della fantascienza ci si può lecitamente aspettare che un sequel, per quanto inferiore alle prime storie, sarà sempre e comunque un classico degno di comparire al fianco degli altri capolavori.
Ecco quindi a voi una delle pochissime edizioni di uno degli ultimi lavori di Clarke che conclude in un modo davvero imprevedibile la saga delle "odissee nello spazio". L'immagine di copertina l'ho scelta tra quelle presenti su Internet, ma non era indicato l'autore, mentre la quarta di copertina è quella della collana Superbur della Rizzoli.

  In "3001 Odissea finale" Clarke conclude con un ultimo affascinante episodio la leggendaria saga di fantascienza iniziata con "2001 Odissea nello spazio" facendo fare al lettore un balzo di mille anni nel futuro e rivelandogli una verit√† che possiamo comprendere soltanto adesso. Fondendo mirabilmente fantasia e precisione scientifica Clarke ci regala un altro indimenticabile capolavoro sui misteri insondabili dell'universo e sull'eterno, appassionante confronto tra l'uomo e l'ignoto.

Ultimi volumi pubblicati

016 - Philip K. DICK - Gli androidi sognano pecore elettriche?    
017 - William F. TEMPLE - Il triangolo quadrilatero
018 - Isaac ASIMOV - Le correnti dello spazio    
019 - Isaac ASIMOV - Il tiranno dei mondi
020 - Isaac ASIMOV - Pària dei cieli
021 - Frederik POHL & Cyril M. KORNBLUTH - Gladiatore in legge
022 - Robert A. HEINLEIN - La porta sull'estate
023 - Michael CRICHTON - Jurassic Park
024 - Theodore STURGEON - Nascita del superuomo
025 - Jules VERNE - Viaggio al centro della Terra
026 - Robert SILVERBERG - La città labirinto
027 - Arthur C. CLARKE - 2001 Odissea nello spazio
028 - Arthur C. CLARKE - 2010 Odissea due
029 - James G. BALLARD - Deserto d'acqua
030 - Arthur C. CLARKE - 2061 Odissea tre
031 - Arthur C. CLARKE - 3001 Odissea finale

E non perdetevi la prossima mirabilante doppia uscita firmata Richard Matheson!
Loggato
Sto e-leggendo
I figli della follia - J. SOHL

...

5,90 'era già' troppo...

...

Un tempo questo forum era tutta campagna...
dhr


Visitatore


 

E-Mail
Re:I Capolavori di Maxpullo
« Rispondi #140 data: 28 Giugno 2011, 22:18:52 »
Cita


Citazione da: maxpullo il 28 Giugno 2011, 22:07:53

una delle pochissime edizioni di uno degli ultimi lavori di Clarke


sai dare un perché? non è bastata la fama dell'autore e dell'opera prima a farlo diventare un classico?

(è vero che anche il terzo episodio della trilogia di Dante, Paradiso, non se lo fila quasi nessuno... e pensare che, fantascientificamente, è il suo capolavoro...)
Loggato
marben


Visitatore


 

E-Mail
Re:I Capolavori di Maxpullo
« Rispondi #141 data: 28 Giugno 2011, 22:37:27 »
Cita


Citazione da: dhr il 28 Giugno 2011, 22:18:52


Citazione da: maxpullo il 28 Giugno 2011, 22:07:53

una delle pochissime edizioni di uno degli ultimi lavori di Clarke


sai dare un perché? non è bastata la fama dell'autore e dell'opera prima a farlo diventare un classico?

(è vero che anche il terzo episodio della trilogia di Dante, Paradiso, non se lo fila quasi nessuno... e pensare che, fantascientificamente, è il suo capolavoro...)


Non se lo fila quasi nessuno perch√® √® meno "commerciale" dei primi due. Chiunque non sia una capra integrale si ricorda qualche brano dell'Inferno, sia pur studiato malvolentieri a scuola. Qualcosa del secondo episodio e praticamente niente del terzo che, concordo con te, √® il suo capolavoro fantascientifico, nonch√® meta-fisico, cosmologico etc.  
« Ultima modifica: 28 Giugno 2011, 22:39:32 di marben » Loggato
Vedi il profilo utente

Membro del Club: La Tana del TrifidePtertha Rosa anziano

WebMaster

*

Responsabile area:
Visualizza collane curate
Offline  Msg:4512



Papà mi dai libbo l'ulania?


Sta viaggiando verso Giove
14.3 %
GRIFONE1893
UM NCC 1983-A
Sta viaggiando verso Giove


Profilo E-Mail
Re:I Capolavori di Maxpullo
« Rispondi #142 data: 29 Giugno 2011, 09:29:25 »
Cita


Citazione da: dhr il 28 Giugno 2011, 22:18:52


Citazione da: maxpullo il 28 Giugno 2011, 22:07:53

una delle pochissime edizioni di uno degli ultimi lavori di Clarke


sai dare un perché?



Avendolo letto posso rispondere "si"...
Senza dubbio è infinitamente inferiore ai primi tre e credo che questo sia il motivo
Loggato
Sto e-leggendo
I figli della follia - J. SOHL

...

5,90 'era già' troppo...

...

Un tempo questo forum era tutta campagna...
Vedi il profilo utente

Membro del Club: La Tana del TrifidePtertha Rosa anziano

WebMaster

*

Responsabile area:
Visualizza collane curate
Offline  Msg:4512



Papà mi dai libbo l'ulania?


Sta viaggiando verso Giove
14.3 %
GRIFONE1893
UM NCC 1983-A
Sta viaggiando verso Giove


Profilo E-Mail
Re:I Capolavori di Maxpullo
« Rispondi #143 data: 01 Luglio 2011, 14:33:27 »
Cita

032 - Io sono leggenda - Richard MATHESON (1954)

I confini tra fantascienza ed horror a volte si fanno indistinti e sfumano al punto da rendere vano ogni tentativo di classificazione di un libro. Ma se l'autore di questo libro √® Richard Matheson allora poco importa tentare di dare una definizione esatta: quello che conta √® godersi la pi√Ļ interessante e sorprendente rivisitazione in chiave fantascientifica del mito dei vampiri, rabbrividendo passo dopo passo alla visione dell'apocalittica, imprevedibile e catastrofica rovina che si √® abbattuta sul mondo.
La collana si tinge di nero in un modo che va al di l√† di ogni immaginazione ed allora, sebbene sia molto inquietante e mi venga voglia di coprirla per non vederla, ho ritenuto che la copertina pi√Ļ adatta per questa uscita fosse quella di Jum Thiensen che rende unica l'edizione di "I am legend" della collana SF Masterworks. La quarta di copertina, invece, √® ripresa dall'edizione dei Tascabili immaginario della Fanucci. Preparatevi ad entrare nella leggenda!

      √ą il 1976. Robert Neville torna a casa dopo una giornata di duro lavoro. Cucina, pulisce, ascolta un disco, si siede in poltrona e legge un libro. Eppure la sua non √® una vita normale. Soprattutto dopo il tramonto. Perch√© Neville √® l‚Äôultimo uomo sulla Terra. L‚Äôultimo umano sopravvissuto, in un mondo completamente popolato da vampiri.
Nella solitudine che lo circonda, Robert esegue la sua missione, studia il fenomeno e le superstizioni che lo circondano, cerca nuove strade per lo sterminio delle creature delle tenebre. Durante la notte se ne sta rintanato nella sua roccaforte, assediato dai morti viventi avidi del suo sangue.
Ma con il sorgere del sole è lui a dominare un gioco crudele e di meccanica ferocia, scandito dalle luci e dalle ombre di un tempo sempre uguale a se stesso e che impone la ripetizione di un rituale sanguinario.
In questo mondo Neville, con la sua unicità, si è già trasformato in leggenda.

Ultimi volumi pubblicati

017 - William F. TEMPLE - Il triangolo quadrilatero
018 - Isaac ASIMOV - Le correnti dello spazio    
019 - Isaac ASIMOV - Il tiranno dei mondi
020 - Isaac ASIMOV - Pària dei cieli
021 - Frederik POHL & Cyril M. KORNBLUTH - Gladiatore in legge
022 - Robert A. HEINLEIN - La porta sull'estate
023 - Michael CRICHTON - Jurassic Park
024 - Theodore STURGEON - Nascita del superuomo
025 - Jules VERNE - Viaggio al centro della Terra
026 - Robert SILVERBERG - La città labirinto
027 - Arthur C. CLARKE - 2001 Odissea nello spazio
028 - Arthur C. CLARKE - 2010 Odissea due
029 - James G. BALLARD - Deserto d'acqua
030 - Arthur C. CLARKE - 2061 Odissea tre
031 - Arthur C. CLARKE - 3001 Odissea finale
032 - Richard MATHESON - Io sono leggenda

Ma i brividi non sono finiti!
Loggato
Sto e-leggendo
I figli della follia - J. SOHL

...

5,90 'era già' troppo...

...

Un tempo questo forum era tutta campagna...
Vedi il profilo utente

Membro del Club: La Tana del TrifidePtertha Rosa anziano

WebMaster

*

Responsabile area:
Visualizza collane curate
Offline  Msg:4512



Papà mi dai libbo l'ulania?


Sta viaggiando verso Giove
14.3 %
GRIFONE1893
UM NCC 1983-A
Sta viaggiando verso Giove


Profilo E-Mail
Re:I Capolavori di Maxpullo
« Rispondi #144 data: 02 Luglio 2011, 16:26:33 »
Cita

032bis - Io sono Helen Driscoll - Richard MATHESON (1958)

Perchè una collana dovrebbe istituire dei supplementi? Nel caso della mia collana ideale il motivo è molto semplice: i supplementi mi danno la possibilità di inserire alcuni romanzi che reputo assolutamente straordinari ed imperdibili ma che non sono propriamente di fantascienza. Tra questi romanzi spicca l'inquietante capolavoro di Matheson "Io sono Helen Driscoll", da sempre presente nella mia personale top-ten, il quale, sfuggendo ad ogni possibile classificazione, potrebbe rappresentare una di quelle fastidiose anomalie che in genere finiscono per allontanare i lettori "mono-genere".
E quindi, assieme all'orrendo e desolante "Io sono leggenda", affianchiamo l'altrettanto sconcertante "Io sono Helen Driscoll": lascio ai lettori giudicare se sia migliore il Matheson horror-fantascientifico oppure quello thriller-soprannaturale.
Accompagnato da una veste editoriale simile, ma non identica a quella della collana principale, dalla raccapricciante copertina di Karel Thole apparsa sul mitico ed introvabile Urania 501, e dalla quarta di copertina che riporta uno stralcio del romanzo, ecco a voi il libro che inaugura la serie dei supplementi e che, a mio modesto parere, è anche il capolavoro assoluto di Matheson.

    "Fuggii a precipizio in camera da letto. Solo quando scivolai terrorizzato sotto le coperte mi resi conto di essere gelato dalla testa ai piedi. Cominciai a battere i denti e per un bel pezzo non riuscii a dominarmi. Per fortuna, Anne dormiva profondamente. Almeno cinque volte fui sul punto di svegliarla per dirle... ma ogni volta mi bloccavo al pensiero di quanto si sarebbe spaventata. Alla fine decisi di aspettare il mattino. Tentai persino di convincermi che avevo avuto un incubo e che in realt√† non era successo niente.
Purtroppo, sapevo che la realtà era un'altra. Sapevo che mi era successa una cosa che credevo non potesse succedere a nessuno. La parola? Metterla sulla carta è facile, bastano pochi tratti di penna. Ma il suo significato può sconvolgere una vita.
La parola è: spettro."

Ultimi volumi pubblicati

018 - Isaac ASIMOV - Le correnti dello spazio    
019 - Isaac ASIMOV - Il tiranno dei mondi
020 - Isaac ASIMOV - Pària dei cieli
021 - Frederik POHL & Cyril M. KORNBLUTH - Gladiatore in legge
022 - Robert A. HEINLEIN - La porta sull'estate
023 - Michael CRICHTON - Jurassic Park
024 - Theodore STURGEON - Nascita del superuomo
025 - Jules VERNE - Viaggio al centro della Terra
026 - Robert SILVERBERG - La città labirinto
027 - Arthur C. CLARKE - 2001 Odissea nello spazio
028 - Arthur C. CLARKE - 2010 Odissea due
029 - James G. BALLARD - Deserto d'acqua
030 - Arthur C. CLARKE - 2061 Odissea tre
031 - Arthur C. CLARKE - 3001 Odissea finale
032 - Richard MATHESON - Io sono leggenda / 032bis - Richard MATHESON - Io sono Helen Driscoll

E quando avrete finito di tremare per i vampiri e gli spettri di Matheson, preparatevi a vivere il ciclo di avventure pi√Ļ straordinario di tutti i tempi firmato da Jack Vance!
Loggato
Sto e-leggendo
I figli della follia - J. SOHL

...

5,90 'era già' troppo...

...

Un tempo questo forum era tutta campagna...
AgenteD


Collezionista

*

Offline  Msg:358



W UraniaMania!!!



Profilo
Re:I Capolavori di Maxpullo
« Rispondi #145 data: 02 Luglio 2011, 17:03:06 »
Cita

... Ecco sono usciti anche i supplementi Mi dispero per il mio portafoglio!!
Loggato
Vedi il profilo utente

Membro del Club: La Tana del TrifidePtertha Rosa anziano

WebMaster

*

Responsabile area:
Visualizza collane curate
Offline  Msg:4512



Papà mi dai libbo l'ulania?


Sta viaggiando verso Giove
14.3 %
GRIFONE1893
UM NCC 1983-A
Sta viaggiando verso Giove


Profilo E-Mail
Re:I Capolavori di Maxpullo
« Rispondi #146 data: 02 Luglio 2011, 17:49:43 »
Cita


Citazione da: AgenteD il 02 Luglio 2011, 17:03:06

... Ecco sono usciti anche i supplementi Mi dispero per il mio portafoglio!!



Però vi risparmio le ristampe con copertina diversa...
Loggato
Sto e-leggendo
I figli della follia - J. SOHL

...

5,90 'era già' troppo...

...

Un tempo questo forum era tutta campagna...
DarkHorseman


Visitatore


 

E-Mail
Re:I Capolavori di Maxpullo
« Rispondi #147 data: 02 Luglio 2011, 18:31:41 »
Cita

ma solo io ho trovato helen driscoll insulso e banale?
Loggato
Vedi il profilo utente

Membro del Club: La Tana del TrifidePtertha Rosa anziano

WebMaster

*

Responsabile area:
Visualizza collane curate
Offline  Msg:4512



Papà mi dai libbo l'ulania?


Sta viaggiando verso Giove
14.3 %
GRIFONE1893
UM NCC 1983-A
Sta viaggiando verso Giove


Profilo E-Mail
Re:I Capolavori di Maxpullo
« Rispondi #148 data: 02 Luglio 2011, 22:38:14 »
Cita


Citazione da: DarkHorseman il 02 Luglio 2011, 18:31:41

ma solo io ho trovato helen driscoll insulso e banale?



Oh non ti preoccupare: io sono uno dei pochi che ha trovato "Il canto di Kali" insulso e sensa senso...
Loggato
Sto e-leggendo
I figli della follia - J. SOHL

...

5,90 'era già' troppo...

...

Un tempo questo forum era tutta campagna...
dhr


Visitatore


 

E-Mail
Re:I Capolavori di Maxpullo
« Rispondi #149 data: 02 Luglio 2011, 22:39:23 »
Cita


Citazione da: maxpullo il 02 Luglio 2011, 22:38:14

Oh non ti preoccupare: io sono uno dei pochi che ha trovato "Il canto di Kali" insulso e sensa senso...



TU hai trovato insulso e senza senso anche Kadath di HPL !!! sssssssggggggggrrrrrrrrrrrunt
Loggato
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 [10] 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 ... 47 Page Top RispondiAbilita NotificaStampa
Home Forum | La Fantascienza e gli altri generi... | La Fantascienza in Generale | Discussione: I Capolavori di Maxpullo ¬ęprec succ¬Ľ
Vai in:


Login con username, password e durata della sessione