COMMUNITY di UraniaMania

Vai in fondo alla pagina
 
 
Urania Mania - Torna alla HomePage Home di UraniaMania Benvenuto Visitatore. Per favore Login oppure Registrati. 20 Settembre 2018, 16:23:28
Indice del ForumCercaLoginRegistrati
Home Forum | La Fantascienza e gli altri generi... | Figlie, Collane e Collanine satelliti di Urania | Discussione: UCZ 122 ... quello che mai avremmo voluto vedere... «prec succ»
Pagine: 1 2 3 [4] Rispondi
  Autore  Discussione: UCZ 122 ... quello che mai avremmo voluto vedere...  (letto 5078 volte)
attiliosfunel


Curatore

*

Visualizza collane curate
Offline  Msg:919



W UraniaMania!!!
Copertina Preferita


ProfiloWWW
Re:UCZ 122 ... quello che mai avremmo voluto vedere...
« Rispondi #45 data: 11 Marzo 2013, 17:27:01 »
Cita


Citazione da: waferdi il 11 Marzo 2013, 17:01:33


Citazione da: And il 11 Marzo 2013, 16:47:27


e invece Lippi dice questo

Questa storia della presa in giro è degna veramente di miglior causa. Ma scusate, perché mai dovremmo volerlo fare? A parte che molti dei nostri cicli sono stati regolarmente conclusi (per quanto, a volte, in tempi dilatati che non dipendono dalla nostra volontà), in altri casi possiamo essere andati incontro a difficoltà di vario tipo. Ad esempio con i diritti:
- l’editore o l’autore straniero ci chiedono, per i seguiti, cifre esorbitanti che non possiamo permetterci di pagare (è stato il caso, in tempi recenti, di Alastair Reynolds);oppure
- I romanzi successivi hanno un numero di pagine altissimo, cosa che NON si poteva prevedere (come nel caso di Piers Anthony e la sua BIOGRAFIA DI UN TIRANNO); o ancora
- L’autore stesso interrompe il ciclo, come è avvenuto con gli Chtorr di David Gerrold.
Le nostre non sono scelte facili e qualche volta potranno essere impopolari, ma è certo che non vengono fatte per urtare la suscettibilità dei lettori.
Per concludere, ancora una parola sulle copertine di Urania collezione: abbiamo preso atto dello scontento di alcuni affezionati collezionisti, ma è ora di andare avanti. La veste attuale di Urania è una delle migliori che abbiamo mai avuto, resistente, elegante e molto più maneggevole del tascabile che l’ha preceduta. Inoltre, aumentando di formato, ogni pagina di Urania collezione potrà contenere più battute e quindi più parole, una maggior quantità di buona narrativa fantascientifica.


Caro Lippi hai toppato: questo che racconti è una presa per i fondelli.

Ultimamente ho un certo rispetto per Lippi, ma, purtroppo, in questo caso si è decisamente arrampicato sugli specchi. Non parla dei cicli iniziati a partire da metà senza spiegazioni o quasi, e poi dei cicli che lui ha interrotto ce ne sono miriadi per i quali non credo valga la storia dei diritti, mentre sono sicurissimo che il problema di pagine non sia esistito se non in un numero limitatissimo di casi. Per non parlare del caso di Gerrold, che è assolutamente UNICO (e infatti nessuno si lamenta degli Chtorr credo).
Caso lampante è poi la Compagnia del Tempo: OK, non è colpa sua se gli hanno imposto i cosiddettissimi "capolavori", però al posto di questa inutile ristampa si poteva proseguire il ciclo con uno dei romanzi o antologie inedite, no?
« Ultima modifica: 11 Marzo 2013, 17:29:01 di Edmeo Piras » Loggato
Sto leggendo:

Vedi il profilo utente

Membro del Club: La Tana del TrifidePtertha Rosa anziano

WebMaster

*

Responsabile area:
Visualizza collane curate
Offline  Msg:4512



Papà mi dai libbo l'ulania?


Sta viaggiando verso Giove
14.3 %
GRIFONE1893
UM NCC 1983-A
Sta viaggiando verso Giove


Profilo E-Mail
Re:UCZ 122 ... quello che mai avremmo voluto vedere...
« Rispondi #46 data: 13 Marzo 2013, 09:44:20 »
Cita

Ormai lo abbiamo capito tutti che queste scelte non dipendono da Lippi e dalla redazione ed è anche inutile continuare a sollecitare un ambiente che ha sin troppi problemi, però è un fatto che nel momento in cui il buon Giuseppe prese in mano la collana furono fatte una serie di mosse che, al di là dell'attuale momento di crisi, hanno disintegrato l'immagine della collana e provocato disaffezione.
I pocket neri hanno cancellato l'idea stessa di Urania dalla mente di molti appassionati ed acquirenti; e così pure le collane iniziate per esperimento e poi chiuse ex abrupto (Grandi Saghe, Urania Horror, Epix), oppure la perseveranza nel proporre titoli visti e rivisti lasciando che la concorrenza si accaparrasse i diritti di autori che Urania stessa aveva lanciato sul mercato italiano (Ballard e Dick su tutti).

E poi c'è l'annosa questione dei cicli che non riguarda solo Lippi e che, ogni volta che viene posta, riceve una diversa risposta: dall'arrogante "non esistono cicli ma solo ottimi singoli", a quella odierna, forse più diplomatica, ma meno comprensibile perchè lascia fuori tutta una serie di casi di cicli interrotti che non rientrano nelle categorie di cui sopra. E non mi si venga a parlare della "qualità" degli scritti successivi perchè allora mi domando come siano rientrati nel giro libri come l'ultimo di Retief (che non mi pare abbia riscosso un grande successo).

Ma il problema con i cicli è evidente: o li si propone completi, magari a distanza di qualche anno, su una rivista dedicata (come ad esempio "Grandi saghe" o "Urania Biblioteca") oppure, se non sono opportunamente gestiti con riassunti e tracce che aiutino il lettore ad inquadrarli nella loro continuità, finiscono per generare caos in una collana periodica.
A quel punto forse sarebbe quasi più opportuno evitare di proporre un titolo oppure almeno farlo senza dare al lettore informazioni false (come ad esempio è stato fatto per il ciclo di John Grimes all'epoca di F&L).
Secondo me uno dei problemi più grandi della gestione Lippi è stato forse proprio il volersi confrontare con il pubblico senza avere l'umiltà di capire le altrui ragioni e riccorrendo talvolta a prese i posizione antipatiche (come ad es. avvenne con l'aumento di prezzo circostanza in cui ci furono frasi poco simpatiche nei confronti di quelli che protestavano che vennero definiti "pochi biliosi" o peggio). Intendiamoci, non è che il marziano della redazione fosse più comprensivo o gentile di modi, ma non ricordo una sola caduta di stile e soprattutto, essendo egli "impersonale", poteva permettersi un tono ironico e distaccato che il redattore capo non può probabilmente permettersi di mantenere senza perdere di credibilità.
A mio avviso entrare in campo con il blog è stata una scelta coraggiosa, ma forse poco oculata perchè gestita maluccio.
Loggato
Sto e-leggendo
I figli della follia - J. SOHL

...

5,90 'era già' troppo...

...

Un tempo questo forum era tutta campagna...
attiliosfunel


Curatore

*

Visualizza collane curate
Offline  Msg:919



W UraniaMania!!!
Copertina Preferita


ProfiloWWW
Re:UCZ 122 ... quello che mai avremmo voluto vedere...
« Rispondi #47 data: 13 Marzo 2013, 13:30:41 »
Cita


Citazione da: maxpullo il 13 Marzo 2013, 09:44:20

Ormai lo abbiamo capito tutti che queste scelte non dipendono da Lippi e dalla redazione ed è anche inutile continuare a sollecitare un ambiente che ha sin troppi problemi, però è un fatto che nel momento in cui il buon Giuseppe prese in mano la collana furono fatte una serie di mosse che, al di là dell'attuale momento di crisi, hanno disintegrato l'immagine della collana e provocato disaffezione.
I pocket neri hanno cancellato l'idea stessa di Urania dalla mente di molti appassionati ed acquirenti; e così pure le collane iniziate per esperimento e poi chiuse ex abrupto (Grandi Saghe, Urania Horror, Epix), oppure la perseveranza nel proporre titoli visti e rivisti lasciando che la concorrenza si accaparrasse i diritti di autori che Urania stessa aveva lanciato sul mercato italiano (Ballard e Dick su tutti).

E poi c'è l'annosa questione dei cicli che non riguarda solo Lippi e che, ogni volta che viene posta, riceve una diversa risposta: dall'arrogante "non esistono cicli ma solo ottimi singoli", a quella odierna, forse più diplomatica, ma meno comprensibile perchè lascia fuori tutta una serie di casi di cicli interrotti che non rientrano nelle categorie di cui sopra. E non mi si venga a parlare della "qualità" degli scritti successivi perchè allora mi domando come siano rientrati nel giro libri come l'ultimo di Retief (che non mi pare abbia riscosso un grande successo).

Ma il problema con i cicli è evidente: o li si propone completi, magari a distanza di qualche anno, su una rivista dedicata (come ad esempio "Grandi saghe" o "Urania Biblioteca") oppure, se non sono opportunamente gestiti con riassunti e tracce che aiutino il lettore ad inquadrarli nella loro continuità, finiscono per generare caos in una collana periodica.
A quel punto forse sarebbe quasi più opportuno evitare di proporre un titolo oppure almeno farlo senza dare al lettore informazioni false (come ad esempio è stato fatto per il ciclo di John Grimes all'epoca di F&L).
Secondo me uno dei problemi più grandi della gestione Lippi è stato forse proprio il volersi confrontare con il pubblico senza avere l'umiltà di capire le altrui ragioni e riccorrendo talvolta a prese i posizione antipatiche (come ad es. avvenne con l'aumento di prezzo circostanza in cui ci furono frasi poco simpatiche nei confronti di quelli che protestavano che vennero definiti "pochi biliosi" o peggio). Intendiamoci, non è che il marziano della redazione fosse più comprensivo o gentile di modi, ma non ricordo una sola caduta di stile e soprattutto, essendo egli "impersonale", poteva permettersi un tono ironico e distaccato che il redattore capo non può probabilmente permettersi di mantenere senza perdere di credibilità.
A mio avviso entrare in campo con il blog è stata una scelta coraggiosa, ma forse poco oculata perchè gestita maluccio.

Max per fortuna ci sei tu. Mi eviti di sforzarmi a dire le stesse cose che, se non fossi pigro, mi ci vorrebbe una giornata per metterle assieme. A difesa del povero Lippi, che di nefandezze volontarie o meno ne ha commesse, dico che per pubblicare e terminare tutti i cicli nella mia collana virtuale ho dovuto fare letteralmente i salti mortali; figurarci lui con i mezzi sempre più limitati che la Mondadori gli mette a disposizione (ma dico anche che una gestione più "vincente" e meno scalcagnata avrebbe forse - e dico forse - tamponato un po' meglio la perdita fisiologica di lettori, per non parlare di figuracce a dir poco dilettantesche tipo Epix, in cui comunque Lippi non ha avuto parte).  Per fare un paragone calcistico su cui, di certo, sarete pienamente d'accordo a metà il caso di Urania è quello di una squadra che perde quasi sempre da vent'anni (tipo Inter pre-Murigno) ma l'allenatore non cambia mai.
« Ultima modifica: 13 Marzo 2013, 13:32:41 di Edmeo Piras » Loggato
Sto leggendo:

Marcos


Uraniofilo

*

Offline  Msg:61



W UraniaMania!!!



Profilo
Re:UCZ 122 ... quello che mai avremmo voluto vedere...
« Rispondi #48 data: 15 Marzo 2013, 19:38:15 »
Cita


Nel vedere cambiare la copertina di UC certamente sono rimasto confuso in edicola, come ho detto nel blog, non riuscivo a distinguere qual'era urania collezione e urania serie e poi la scelta cromatica delle linee e cerchio grigio mi ha lasciato perplesso potevano scegliere magari blu o arancione e peccato che erano più gradevoli le copertine con brambilla e quadratino, cmq posso capire le scelte editoriali di lippi e di mondadori e spero che sia una scelta giusta e non sbagliata.
Loggato
Golbez


Collezionista

*

Offline  Msg:39



Intelligenza Artificiale



Profilo
Re:UCZ 122 ... quello che mai avremmo voluto vedere...
« Rispondi #49 data: 16 Marzo 2013, 20:28:51 »
Cita


Qualcuno puo' riportare la giustificazione del cambio di copertina sull'ultimo numero di Urania?

La mia impressione a pelle e' che si sia voluto ridurre i costi di produzione del prodotto urania collezione.

Ok che e' sicuramente piu' visibile in edicola il mattoncino bianco rispetto all'altro formato, pero' cosi di fatto e' quasi indistinguibile da Urania normale,lasciando un po' allo sbando la ragione per cui dovrebbe essere stato fatto questo cambio di copertina.

Sono d'accordo con quanto detto prima che magari sarebbe stato ottimale mettere un cerchio piu' largo stile urania vecchi e mantenere il bianco o tenere il formato col buco ma di un altro colore rispetto al bianco...

Fare un discorso per il quale adottare questo formato significhi aumentare la brand equity mi lascia un tantino perplesso visto che aziende che affrontano queste decisioni di solito fatturano dal miloncino di euro in su...

Spero comunque che non sia dovuto ad un calo delle vendite di urania, in questi due anni in cui sono stato abbonato(sia UCZ che classico) posso dire di ritenermi soddisfatto della spesa...
Loggato
sto leggendo
wagabroda


Collezionista

*

Offline  Msg:153



W UraniaMania!!!



Profilo
Re:UCZ 122 ... quello che mai avremmo voluto vedere...
« Rispondi #50 data: 21 Marzo 2013, 11:42:29 »
Cita

Il nuovo formato non mi piace ,li preferivo neri gli UCZ , in piu'avevo creato spazio nella libreria proprio per infilarci volumi di quelle dimensioni , adesso che faccio metto una mensola di traverso visto che il formato e'diverso ? se non altro in futuro  pero'si standardizzera'... Scherzi a parte mi rendo conto che quello che conta e'il contenuto ,ma il formato degli UCZ era anche bello da vedere , anche se ammetto che all'inizio mi lascio un bel po "perplinto" ......
Loggato
Immaginate dove vorrete essere, perché così sarà...
aydin1954


Collezionista

*

Offline  Msg:137



W UraniaMania!!!



Profilo
Re:UCZ 122 ... quello che mai avremmo voluto vedere...
« Rispondi #51 data: 21 Marzo 2013, 18:47:54 »
Cita

Finalmente ricevuto in abbonamento nella vicina Svizzera....



Non é piu collezione.... visto il drastico cambiamento di colore e formato. L'idea di collezione era di avere lo stesso formato finché la collana durava. Moh é.... Urania bis.

E leggendo in diagonale i commenti penso anch'io che il risparmio ha giocato un ruolo preponderante.

Gia si era passati a carta piu a buon mercato e abolizione della copertina "doppio petto" con il numero 51 ma almeno il "look and feel" era rimasto lo stesso.

Ma ora si esagera e si perde completamente l'identificazione. Poi penso che Urania dovrebbe publicare solo prime edizioni. Non capisco perché moh si hanno ristampe di "Capolavori" come con il 1592. Questo dovrebbe essere riservato per Urania Collezione.

Non so.... se durera per molto.... o canteremo il requiem per Urania Collezione anche se personalmente lo canto gia.

Insomma per dirla alla Fantozzi una boiata pazzesca.
Loggato
Vedi il profilo utente


Curatore

*

Visualizza collane curate
Offline  Msg:3440



A noble spirit embiggens the smallest man.
Copertina Preferita

Sta viaggiando verso Venere
99.5 %
UMMAGUMMA
UM NCC 3325-A
Sta viaggiando verso Venere


Profilo
Re:UCZ 122 ... quello che mai avremmo voluto vedere...
« Rispondi #52 data: 10 Aprile 2013, 12:15:11 »
Cita

Smettere di collezionare una collana non è facile.
E' un pò come smettere di fumare: serve uno sforzo attivo e se ci riesci non puoi essere sicuro di non ricascarci, devi restare focalizzato sull'obbiettivo perchè ci puoi ricadere da un momento all'altro.

Così la mia decisione di smettere di collezionare UCZ (determinata da diverse concause come la nuova, pessima, copertina, l'euro in più che devo pagare per un prodotto identico ad Urania madre e ciliegina sulla torta l'annuncio dell'uscita di "Le fontane del paradiso", romanzo che non mi è piaciuto per niente di un autore gia fortemente presente su UCZ), scelta maturata un mese fa.

Adesso, a distanza di un mese ci avrei "quasi" ripensato, decidendo alla fine di lasciar decidere il destino di UCZ alla stessa UCZ perciò se per maggio si annuncia un bel titolo continuo, se si annuncia un'altra cosa a me non gradita allora chiudo.

Ditemi: si sa già cosa è previsto sull'UCZ di Maggio ???
Loggato
******************************************************************************************
Sto leggendo e
and


Collezionista

*

Offline  Msg:379







Profilo
Re:UCZ 122 ... quello che mai avremmo voluto vedere...
« Rispondi #53 data: 10 Aprile 2013, 12:30:59 »
Cita

quindi la sigaretta elettronica è come l'e-book reader ?
Loggato
Vedi il profilo utente


Curatore

*

Visualizza collane curate
Offline  Msg:3440



A noble spirit embiggens the smallest man.
Copertina Preferita

Sta viaggiando verso Venere
99.5 %
UMMAGUMMA
UM NCC 3325-A
Sta viaggiando verso Venere


Profilo
Re:UCZ 122 ... quello che mai avremmo voluto vedere...
« Rispondi #54 data: 10 Aprile 2013, 12:36:41 »
Cita


Citazione da: And il 10 Aprile 2013, 12:30:59

quindi la sigaretta elettronica è come l'e-book reader ?






BeH si e no.

L'ebook reader non ha effetti dannosi sulla salute, la sigaretta elettronica dipende ...
Loggato
******************************************************************************************
Sto leggendo e
and


Collezionista

*

Offline  Msg:379







Profilo
Re:UCZ 122 ... quello che mai avremmo voluto vedere...
« Rispondi #55 data: 10 Aprile 2013, 12:48:06 »
Cita

eheheh
comunque pare che, cito un intervento sul blog , A Maggio su “Urania Collezione” apparirà “Lord Tyger” di Philip José Farmer
Loggato
Vedi il profilo utente


Curatore

*

Visualizza collane curate
Offline  Msg:3440



A noble spirit embiggens the smallest man.
Copertina Preferita

Sta viaggiando verso Venere
99.5 %
UMMAGUMMA
UM NCC 3325-A
Sta viaggiando verso Venere


Profilo
Re:UCZ 122 ... quello che mai avremmo voluto vedere...
« Rispondi #56 data: 10 Aprile 2013, 12:55:17 »
Cita


Citazione da: And il 10 Aprile 2013, 12:48:06

A Maggio su “Urania Collezione” apparirà “Lord Tyger” di Philip José Farmer




Ah !!!

Di "Lord Tyger" non so nulla (bello? Brutto? Interessante? Vale la pena? .....), però se non altro è uscito solo nei Massimi della fantascienza dedicato a Farmer ed in Fantasia eroica-Delta nel 1973, quindi almeno è qualcosa di difficile da reperire....



Grazie And !
« Ultima modifica: 10 Aprile 2013, 12:55:28 di Arne Saknussemm » Loggato
******************************************************************************************
Sto leggendo e
and


Collezionista

*

Offline  Msg:379







Profilo
Re:UCZ 122 ... quello che mai avremmo voluto vedere...
« Rispondi #57 data: 10 Aprile 2013, 13:02:48 »
Cita

Io temo che non mi piaccia, ho preso una brutta scottatura con 'Il sole nero' (abbandonato dopo 50 pagine, per me illeggibile) e se questo 'Tarzan' gli assomiglia solo un po' allora non ci siamo.

Non essendo un collezionista compulsivo prendo solo quello che mi piace, ma magari (anzi sicuramente) qualcuno che l'ha letto potrà darci qualche info.
Loggato
Pagine: 1 2 3 [4] Page Top RispondiAbilita NotificaStampa
Home Forum | La Fantascienza e gli altri generi... | Figlie, Collane e Collanine satelliti di Urania | Discussione: UCZ 122 ... quello che mai avremmo voluto vedere... «prec succ»
Vai in:


Login con username, password e durata della sessione