COMMUNITY di UraniaMania

Vai in fondo alla pagina
 
 
Urania Mania - Torna alla HomePage Home di UraniaMania Benvenuto Visitatore. Per favore Login oppure Registrati. 15 Novembre 2018, 04:57:53
Indice del ForumCercaLoginRegistrati
Home Forum | La Fantascienza e gli altri generi... | Figlie, Collane e Collanine satelliti di Urania | Discussione: Epyx «prec succ»
Pagine: 1 [2] 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 Rispondi
  Autore  Discussione: Epyx  (letto 9950 volte)
Darkyo

Membro del Club: La Tana del TrifideNetturbino delle Quattro Dimensioni

Curatore

*

Visualizza collane curate
Offline  Msg:520



L'uomo è condannato a essere libero.
Copertina Preferita

  
Profilo
Re:Epyx
« Rispondi #15 data: 23 Maggio 2009, 13:28:29 »
Cita

Pare che tutto sia pronto per giugno, qui le anticipazioni (attenzione, trattasi di link a fantasymagazine.it, sito affiliato a fantascienza.com!).

Per i più timorosi (o pigri):

GIUGNO:

Epix 1) I figli di Armageddon, di Terry Brooks.
Epix 2) Acque oscure, antologia di Valerio Evangelisti (con un solo inedito).

LUGLIO:
Epix 3) Monster Nation, di David Wellington.
Epix 4) Anharra/Il trono della follia, di J.P. Rylan.

AGOSTO:

Epix 5) Bad Prisma, antologico inedito interamente di autori italiani e curato daDanilo Arona. Tra gli autori, Di Marino, Salvatori, Colombo, Novelli& Zarini, Altieri, Arona.
Loggato
Sto leggendo Epix su Urania.

"Dio è ciò che la mente diviene quando arriva al di là della nostra comprensione."
Freeman Dyson
Vedi il profilo utente

Membro del Club: La Tana del TrifideNetturbino delle Quattro Dimensioni

Responsabile Area DB

*

Responsabile area:
Libri->Fantascienza
Libri->Gialli
Libri->Spy Story
Visualizza collane curate
Offline  Msg:3152



Arciere di Corte.
Copertina Preferita

Sta esplorando Venere
62.5 %
GRENUILLE
UM NCC 1789-A
Sta esplorando Venere


Profilo
Re:Epyx
« Rispondi #16 data: 23 Maggio 2009, 17:19:39 »
Cita

Epix 3) Monster Nation, di David Wellington.

Leggo che è il testo centrale di un trittico 1 e 2 ? O sono tre libri ben distinti?




Con Armageddon’s Children ha iniziato quella che si può chiamare Trilogia delle Grandi Guerre nella quale saranno narrati i fatti successivi a quanto abbiamo letto nella trilogia del Demone.   

Trilogia del Demone?
« Ultima modifica: 23 Maggio 2009, 17:24:03 di gretana » Loggato
Non sto invecchiando, sto diventando vintage.
Darkyo

Membro del Club: La Tana del TrifideNetturbino delle Quattro Dimensioni

Curatore

*

Visualizza collane curate
Offline  Msg:520



L'uomo è condannato a essere libero.
Copertina Preferita

  
Profilo
Re:Epyx
« Rispondi #17 data: 24 Maggio 2009, 10:17:24 »
Cita

Monster Nation è il seguito di Monter Island, che è stato pubblicato l'anno scorso su n. 2 di Urania Horror. E' un romanzo che attendevo - nonostante non impazzisca per l'horror - e la cancellazione prematura di Urania Horror mi aveva fatto temere il peggio. Sicuramente lo comprerò.

Quanto alla "Trilogia del Demone" di Terry Brooks, qualcosa come 10 anni fa (o forse anche più) lessi Il Demone, mi piacque, ma non così tanto da voler approfondire la sterminata bibliografia dell'autore. Penso, però, che i volumi siano facilmente reperibili tra gli Oscar Mondadori. In ogni caso, non credo che acquisterò I figli di Armageddon.

Data la mia poca attrattiva per il fantasy, credo che non sarò un rigido collezionista di Epix, ma sceglierò esclusivamente i titoli più interessanti, quali ad esempio le due antologie indicate o Cuore d'acciaio di Michael Swanwick.
Loggato
Sto leggendo Epix su Urania.

"Dio è ciò che la mente diviene quando arriva al di là della nostra comprensione."
Freeman Dyson
attiliosfunel


Curatore

*

Visualizza collane curate
Offline  Msg:920



W UraniaMania!!!
Copertina Preferita


ProfiloWWW
Re:Epyx
« Rispondi #18 data: 24 Maggio 2009, 13:01:42 »
Cita

Mah, comprerò Epyx per mero spirito affiliativo-collezionistico; però la fantasy, lasciatemelo dire, è davvero ripetitiva, noiosa, piatta, in genere commerciale, spesso insulsa. Tolkien e Howard (che pure trovo mediocri autori), Leiber, De Camp e avevano già scritto, e molto probabilmente anche meglio, buona parte di quello che viene pubblicato oggigiorno. Non se ne sentiva davvero la mancanza, ma capisco lo spirito imprenditoriale della Mondadori di attaccarsi al cavallo vincente. Dispiace però sapere che molti ottimi lavori di fantascienza rimangono inediti mentre si pubblicano e ripubblicano 'ste orride e infinite saghe: laddove la "sf", a mio parere, permette a chi ha qualcosa da dire di dirlo, fornendo una quantità sterminata di tematiche su cui spaziare (anche se ovviamente molto è robaccia commerciale anche lì). Basta porsi la domanda se è mai esistito o esisterà un equivalente letterario di Ballard o di uno Sturgeon o di uno Shepard (tanto per menzionare due autori di straordinario livello letterario tout court, per non parlare di autori che fanno fantascienza o fantastico "puro" senza essere etichettati come tali, tipo Buzzati o Saramago) per la fantasy. L'ovvia risposta è no. La Le Guin era mortalmente noiosa sia che scrivesse fantasy, sia che scrivesse sf. Un genio come Sheckley avrebbe mai scritto fantasy? Dick avrebbe mai potuto mai gelare il sangue di una generazione trattando di orchi e spadoni? Esiste un film fantasy comparabile a Blade Runner o L'uomo che cadde sulla Terra? Ma tanto molti manco avranno sentito parlare di quest'ultimo, men che meno del capolavoro di Tevis. Esemplificativa la parabola di uno Zelazny: un inizio sfolgorante con eccelse opere di sf, poi un triste scivolare verso il dollaro facile, non a caso caretterizzato da lunghissime saghe fantasy.

Tornando a Epyx, l'horror mi piace di più perché, in fin dei conti, permette di sbizzarrirsi meglio, non consistendo per il 90% di tritume con maghi, fate, orchi, cavalli e barbari; e consentendo una dimensione psicologica che per qualche motivo la maggioranza degli autori di fantasy si guarda bene dall'inserire. Anche in questo campo, Lovecraft è morto e sepolto anni fa ormai. Un po' come nella sf, anche qui l'unico vero "nuovo" grande autore ad avere aggiunto qualcosa nel recente passato o presente è Dan Simmons.

In conclusione, dal mio punto di vista il fantasy moderno propone gran parte dei difetti del mercato letterario americano, senza avere molti dei pregi della sf, senza fornirci (o quantomeno fornirmi) alcuna autentica, emozionante, profonda chiave di lettura del nostro io o del nostro mondo attuale o futuro, al di là del mero piacere della lettura che pure condivido spesso e per cui anche un sagone heroic fantasy può andare bene... ogni tanto . Certo, la fs sta morendo, per tante cause che nemmeno io so bene; ma se la fantasy vende, alla luce del suo mediocrissimo livello non si tratta certo d'un buon segnale su come siano andando le cose nelle menti e nell'immaginario collettivo di chi compra libri.
Loggato
Sto leggendo:

Vedi il profilo utente

Membro del Club: La Tana del TrifideArraffavolumi di Prima Classe

Supervisore

*

Responsabile area:
Fumetti
Visualizza collane curate
Offline  Msg:915



W UraniaMania!!!


Sta esplorando Dione
8.2 %
ALKADIA
UM NCC 574-A
Sta esplorando Dione
(Sat. di Saturno)

  
Profilo E-Mail
Re:Epyx
« Rispondi #19 data: 24 Maggio 2009, 13:05:15 »
Cita


Citazione da: gretana il 23 Maggio 2009, 17:19:39

Con Armageddon’s Children ha iniziato quella che si può chiamare Trilogia delle Grandi Guerre nella quale saranno narrati i fatti successivi a quanto abbiamo letto nella trilogia del Demone.   
Trilogia del Demone?


Allora Brooks, dopo il successo della "Spada di Shannara" ha inzianto a sviluppare il mondo di Shannara con svariati seguiti e anche almeno un prequel. Ogni singola trilogia puo' anche essere letta a sè stante. Parallelamente (oltre al divertentissimo ciclo di Landover) Brooks ha scritto anche una trilogia (il cavaliere del verbo) ambientata nel mondo contemporaneo e slegata (apparentemente) da Shannara.

Recentemente ha scritto l'ennesima trilogia (per l'appunto "La genesi di Shannara") con la quale ha collegato il mondo disegnato nel ciclo del cavaliere del verbo con shannara... un operazione molto simile a quella che aveva fatto il buon dotore (Asimov) con i vari libri della sua ultima produzione in cui collegava le vicende di "impero", "fondazione" e "robot".

Per concludere la trilogia che verrà ristampata su epix (è già uscita negli omnibus) sarà abbastanza agevolmente leggibile anche senza antefatti e seguiti.

Almeno questa volta quindi mi sento di assolvere mondadori



p.s.  Se qualcuno pero' volesse leggerseli tutti in ordine di cronologia (qualcuno nel guazzabuglio, meriterebbe pure ), dovrebbe seguire questa scaletta:

Il Cavaliere del Verbo (o "Il ciclo del Demone")
* Il demone, 1997 (Running with the Demon)
* Il cavaliere del Verbo, 1998 (A Knight of the Word)
* Il fuoco degli angeli, 1999 (Angel Fire )

La genesi di Shannara
* I figli di Armageddon, 2006 (Armageddon's Children) 88045
* Gli Elfi di Cintra, 2007 (The Elves of Cintra)
* L'esercito dei demoni, 2008 (The Gypsy Morph)

Il preludio di Shannara
* Il primo re di Shannara, 1996 (First King of Shannara)

Il ciclo di Shannara
* La Spada di Shannara, 1977 (The Sword of Shannara)
* Le Pietre Magiche di Shannara, 1982 (The Elfstones of Shannara)
* La Canzone di Shannara, 1985 (The Wishsong of Shannara)

Il ciclo degli eredi di Shannara
* Gli eredi di Shannara, 1990 (The Scions of Shannara)
* Il druido di Shannara, 1991 (The Druid of Shannara)
* La regina degli Elfi di Shannara, 1992 (The Elf Queen of Shannara)
* I talismani di Shannara, 1993 (The Talismans of Shannara)

Il viaggio della Jerle Shannara
* La strega di Ilse, 2000 (Ilse Witch)
* Il labirinto, 2001 (Antrax)
* L'ultima magia, 2002 (Morgawr)

Il ciclo del druido supremo di Shannara
* Jarka Ruus, 2003 (Jarka Ruus)
* Tanequil, 2004 (Tanequil)
* La regina degli Straken, 2005 (Straken)


Rimane fuori continuity il Il ciclo di Landover
* Il magico regno di Landover, 1986 (Magic Kingdom For Sale -- Sold!)
* L'unicorno nero, 1987 (The Black Unicorn)
* Mago a metà, 1988 (Wizard at Large)
* La scatola magica di Landover, 1994 (The Tangle Box)
* La sfida di Landover, 1995 (Witches' Brew)
« Ultima modifica: 24 Maggio 2009, 13:30:09 di Thx 1138 » Loggato
bye
--
Thx 1138
Vedi il profilo utente

Membro del Club: La Tana del TrifideArraffavolumi di Prima Classe

Supervisore

*

Responsabile area:
Fumetti
Visualizza collane curate
Offline  Msg:915



W UraniaMania!!!


Sta esplorando Dione
8.2 %
ALKADIA
UM NCC 574-A
Sta esplorando Dione
(Sat. di Saturno)

  
Profilo E-Mail
Re:Epyx
« Rispondi #20 data: 24 Maggio 2009, 13:21:31 »
Cita


Citazione da: attiliosfunel il 24 Maggio 2009, 13:01:42

la fantasy, lasciatemelo dire, è davvero ripetitiva, noiosa, piatta, in genere commerciale, spesso insulsa. Tolkien e Howard (che pure trovo mediocri autori), Leiber, De Camp e avevano già scritto, e molto probabilmente anche meglio, buona parte di quello che viene pubblicato oggigiorno. Non se ne sentiva davvero la mancanza, ma capisco lo spirito imprenditoriale della Mondadori di attaccarsi al cavallo vincente. Dispiace però sapere che molti ottimi lavori di fantascienza rimangono inediti mentre si pubblicano e ripubblicano 'ste orride e infinite saghe: laddove la "sf", a mio parere, permette a chi ha qualcosa da dire di dirlo, fornendo una quantità sterminata di tematiche su cui spaziare (anche se ovviamente molto è robaccia commerciale anche lì).


Cerchi grane vedo  

Il fantasy ha il solo difetto di essere attulamente più commerciale della fantascienza e quindi di esporsi maggiormente agli inquinamenti di autori che cercano solo di vendere per la gioia degli editori che ovviamente non sono schifati dall'idea di vendere a loro volta.

Quanto ai contenuti, ti assicuro che vi è nei due generi la stessa sterminata possibilità di spaziare per andare a colpire, con vettori differenti, le stesse tematiche.

Tutti uguali i romanzi fantasy? Assolutamente no... come se si volesse semplicemente sostenere che "blade runner" è uguale a "guerre stellari" perchè in entrambi vi sono androidi (lo accetteresti?).

Ed infine vi sono numerosi autori decisamente degni di rispetto e ammirazione... ora non so dirti se un Dick avrebbe mai scritto fantasy... nè mi sembra maturo iniziare a classificare gli scrittori sulla base del "Dick è meglio di Tolkien" (cosa che per altro condivido )... perchè contano molto i gusti alla fine. Certo esprimere giudizi lapidari sulla base del proprio gusto risulta sempre poco simpatico
In maniera latente mi sembra di scorgere la stessa diffidenza che accompagna(va?) la fantascienza nei giudizi di chi si dedicava esclusivamente alla Letteratura (quella con la L maiuscola).

Ma gente come Leiber, Jordan o lo stesso Tolkien (per prendere i primi tre che mi vengono in mente) avevano sicuramente qualcosa da dire e lo dicevano pure bene.
Loggato
bye
--
Thx 1138
attiliosfunel


Curatore

*

Visualizza collane curate
Offline  Msg:920



W UraniaMania!!!
Copertina Preferita


ProfiloWWW
Re:Epyx
« Rispondi #21 data: 24 Maggio 2009, 15:38:55 »
Cita

Hai detto bene: "dicevano". Scherzo (ma non troppo).

Certo, infatti parlavo sempre di miei gusti. Ma la ripetitività tematica della fantasy mi sembra proprio un dato di fatto ineluttabile (inoltre mi sembra di aver chiarito che ogni tanto anch'io leggo fantasy, e talvolta con divertimento). Ma dal punto di vista qualitativo, non riesco a nascondermi il minore stimolo che questo sottogenere sembra aver fornito ad autori di livello superiore di farsi notare. E poi il fatto, che forse per la sua stessa natura, sia una letteratura abbastanza slegata dal mondo in cui viviamo, e quindi necessariamente meno capace di proporre "idee" (anche se in generale non è certo questo il ruolo della letteratura) al lettore.

Poi, la discussione su "questo è meglio di quell'altro" lascia ovviamente il tempo che trova. Io ho solo buttato lì una serie di mie impressioni. Fateme sape'.   Io, poi leggo di tutto: ieri sono passato da un mediocre Dick a un Boccaccio tradotto da Busi, posso passare da Asterix a Borges, da Sandman ad Asimov, da Mankell a Evangelisti senza nessun problema. Per me qualcosa è bello al di là dell'etichetta affibbiatagli. Dico solo, che tra le tante cose fantasy che ho letto non ho trovato nessun Ballard purtroppo, tanto per fare un nome. E mi chiedevo perché.
« Ultima modifica: 24 Maggio 2009, 15:42:01 di attiliosfunel » Loggato
Sto leggendo:

Darkyo

Membro del Club: La Tana del TrifideNetturbino delle Quattro Dimensioni

Curatore

*

Visualizza collane curate
Offline  Msg:520



L'uomo è condannato a essere libero.
Copertina Preferita

  
Profilo
Re:Epyx
« Rispondi #22 data: 25 Maggio 2009, 07:41:15 »
Cita

Anche io ho sempre ritenuto il fantasy noioso e ripetitivo. Ora, il noioso è soggettivo, ma il ripetitivo - nel panorama letterario-librario italiano - mi pare una verità inconfutabile. Letto Il Signore degli Anelli (che tra l'altro non mi è piaciuto), ritengo di aver dato al genere il giusto tributo di lettore onnivoro, non me ne vogliano pertanto i vari Brooks, Jordan e Troisi che infestano gli scaffali dedicati al fantastico delle librerie se non dedico loro più di una rapida occhiata(accia). Preferisco autori più originali come Neil Gaiman o un genere più interessante come la fs.

PS. Quasi dimenticavo, uno dei miei libri preferiti è un fantasy, La Storia Infinita di Michael Ende, ma quella è davvero un'altra storia...
Loggato
Sto leggendo Epix su Urania.

"Dio è ciò che la mente diviene quando arriva al di là della nostra comprensione."
Freeman Dyson
Vedi il profilo utente

Membro del Club: La Tana del TrifideArraffavolumi di Prima Classe

Supervisore

*

Responsabile area:
Fumetti
Visualizza collane curate
Offline  Msg:915



W UraniaMania!!!


Sta esplorando Dione
8.2 %
ALKADIA
UM NCC 574-A
Sta esplorando Dione
(Sat. di Saturno)

  
Profilo E-Mail
Re:Epyx
« Rispondi #23 data: 25 Maggio 2009, 08:02:55 »
Cita


Citazione da: Darkyo il 25 Maggio 2009, 07:41:15

non me ne vogliano pertanto i vari Brooks, Jordan e Troisi che infestano gli scaffali dedicati al fantastico delle librerie se non dedico loro più di una rapida occhiata(accia). Preferisco autori più originali come Neil Gaiman o un genere più interessante come la fs.


E che cosa scriverebbe Neil Gaiman, di grazia?
Fantascienza?
Loggato
bye
--
Thx 1138
Darkyo

Membro del Club: La Tana del TrifideNetturbino delle Quattro Dimensioni

Curatore

*

Visualizza collane curate
Offline  Msg:520



L'uomo è condannato a essere libero.
Copertina Preferita

  
Profilo
Re:Epyx
« Rispondi #24 data: 25 Maggio 2009, 13:04:07 »
Cita


Citazione da: Thx 1138 il 25 Maggio 2009, 08:02:55


Citazione da: Darkyo il 25 Maggio 2009, 07:41:15

non me ne vogliano pertanto i vari Brooks, Jordan e Troisi che infestano gli scaffali dedicati al fantastico delle librerie se non dedico loro più di una rapida occhiata(accia). Preferisco autori più originali come Neil Gaiman o un genere più interessante come la fs.


E che cosa scriverebbe Neil Gaiman, di grazia?
Fantascienza?


Ma, infatti, Gaiman è forse l'unico autore di fantasy che riesco a leggere e che addirittura mi piace!   C'è da dire, però, che il suo è un approccio molto poco "canonico" al genere...
Loggato
Sto leggendo Epix su Urania.

"Dio è ciò che la mente diviene quando arriva al di là della nostra comprensione."
Freeman Dyson
Vedi il profilo utente

Membro del Club: La Tana del TrifideArraffavolumi di Prima Classe

Supervisore

*

Responsabile area:
Fumetti
Visualizza collane curate
Offline  Msg:915



W UraniaMania!!!


Sta esplorando Dione
8.2 %
ALKADIA
UM NCC 574-A
Sta esplorando Dione
(Sat. di Saturno)

  
Profilo E-Mail
Re:Epyx
« Rispondi #25 data: 25 Maggio 2009, 13:22:28 »
Cita


Citazione da: Darkyo il 25 Maggio 2009, 13:04:07

Gaiman è forse l'unico autore di fantasy che riesco a leggere e che addirittura mi piace!   C'è da dire, però, che il suo è un approccio molto poco "canonico" al genere...


Ma certo... vedi... è una questione credo quasi solo terminologica.
Probabilmente chi ama la fantascienza (ed io fra questi) non vi scorge all'interno un approccio canonico e uno non canonico.. quindi Dick è semplicemente sopra le righe, Ballard idem... e così via...
Ma si potrebbe anche dire che Dick o Ballard hanno un approccio poco canonico alla fantascienza.

Quello che cerco di sostenere è che il fantasy non è tolkien. E' anche Tolkien. E ridurre quindi il genere a Tolkien ed epigoni significa, a mio avviso, fare un torto a molti altri autori.

Fantasy puo' essere tanto Tolkien quanto Gaiman, tanto Pratchett quanto Zelazny, tanto Bradley quanto McCaffrey, tanto Turtledove quanto Scott Card... e così via con innumerevoli approcci differenti.
Sicuramente è molto inflazionata (e spesso priva di contenuti ulteriori rispetto alla semplice "evasione") la
corrente diciamo tolkeniana... ma non al punto da indentificarsi come unica manifestazione del genere.

A meno che il teorema non sia "è fantasy quello che non mi piace, perchè non mi piace il fantasy".

Poi per carità... ognuno deve vederla come preferisce al riguardo... sproloquio per il puro gusto di farlo
Loggato
bye
--
Thx 1138
attiliosfunel


Curatore

*

Visualizza collane curate
Offline  Msg:920



W UraniaMania!!!
Copertina Preferita


ProfiloWWW
Re:Epyx
« Rispondi #26 data: 25 Maggio 2009, 14:07:26 »
Cita

Ripeto, leggo con piacere materiale fantasy. Forse il mio discorso riguardava più che altro l'heroic fantasy, cioè quello che va per la maggiore oggi e che ha veramente stufato. Mi ero ovviamente poi scordato di Gaiman, uno degli altri pochi scrittori originali di sf/fantasy o quel che volete del recente passato. Spero che Epyx non cada del tranello mortifero delle saghe, e proponga materiale originale e di qualità ove possibile, al di là delle disquisizioni sul genere. Vedremo.

PS: la saga di Paksennarion me la sono sorbita tutta, e non mi era dispiaciuta. Ma senza esagerare, neh?!?
Loggato
Sto leggendo:

Vedi il profilo utente

Membro del Club: La Tana del TrifideArraffavolumi di Prima Classe

Supervisore

*

Responsabile area:
Fumetti
Visualizza collane curate
Offline  Msg:915



W UraniaMania!!!


Sta esplorando Dione
8.2 %
ALKADIA
UM NCC 574-A
Sta esplorando Dione
(Sat. di Saturno)

  
Profilo E-Mail
Re:Epyx
« Rispondi #27 data: 25 Maggio 2009, 14:24:44 »
Cita


Citazione da: attiliosfunel il 25 Maggio 2009, 14:07:26

PS: la saga di Paksennarion me la sono sorbita tutta, e non mi era dispiaciuta. Ma senza esagerare, neh?!?


giammai
Loggato
bye
--
Thx 1138
Vedi il profilo utente

Membro del Club: La Tana del TrifideGuru Eccelso del Sovrano ordine di Chtorr

Responsabile Area DB

*

Responsabile area:
Libri
Visualizza collane curate
Offline  Msg:2941



W UraniaMania!!!
Copertina Preferita

Sta viaggiando verso Proxima Centaury
9.6 %
VECCHIA N°1
UM NCC 91-A
Sta viaggiando verso Proxima Centaury

   vecchion1
ProfiloWWW
Re:Epyx
« Rispondi #28 data: 25 Maggio 2009, 17:00:48 »
Cita


Citazione:
ieri sono passato da un mediocre Dick a un Boccaccio tradotto da Busi, posso passare da Asterix a Borges, da Sandman ad Asimov, da Mankell a Evangelisti senza nessun problema. Per me qualcosa è bello al di là dell'etichetta affibbiatagli. Dico solo, che tra le tante cose fantasy che ho letto non ho trovato nessun Ballard purtroppo, tanto per fare un nome. E mi chiedevo perché.  
attiliosfunel

Scusa ma allora Evangelisti cosa scrive? come " Poul Anderson, Silverberg, Zelazny, Delany" Mai letti ? E mi limito!!


EVVIVA LA FANTASY Con Moderazione

vecchio47
« Ultima modifica: 25 Maggio 2009, 17:01:59 di Vecchio47 » Loggato
attiliosfunel


Curatore

*

Visualizza collane curate
Offline  Msg:920



W UraniaMania!!!
Copertina Preferita


ProfiloWWW
Re:Epyx
« Rispondi #29 data: 25 Maggio 2009, 17:08:23 »
Cita

Forse bisogna fare un distinguo. Se citate questi nomi per le loro opere di science fantasy (Operazione Caos, Signore della Luce, Ali della notte, quest'ultimo secondo me un capolavoro assoluto al di là dei generi) sono d'accordo; nel campo del fantasy puro le opere di Silverberg e Zelazny mi sembrano piuttosto commerciali, quindi niente di che.
« Ultima modifica: 25 Maggio 2009, 17:08:51 di attiliosfunel » Loggato
Sto leggendo:

Pagine: 1 [2] 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 Page Top RispondiAbilita NotificaStampa
Home Forum | La Fantascienza e gli altri generi... | Figlie, Collane e Collanine satelliti di Urania | Discussione: Epyx «prec succ»
Vai in:


Login con username, password e durata della sessione