COMMUNITY di UraniaMania

Vai in fondo alla pagina
 
 
Urania Mania - Torna alla HomePage Home di UraniaMania Benvenuto Visitatore. Per favore Login oppure Registrati. 19 Settembre 2018, 16:13:04
Indice del ForumCercaLoginRegistrati
Home Forum | La Fantascienza e gli altri generi... | Urania Mondadori | Discussione: Film di fantascenza tratti da libri «prec succ»
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 [12] 13 Rispondi
  Autore  Discussione: Film di fantascenza tratti da libri  (letto 17594 volte)
Vedi il profilo utente

Membro del Club: La Tana del TrifideNetturbino delle Quattro Dimensioni

Responsabile Area DB

*

Responsabile area:
Libri->Fantascienza
Libri->Gialli
Libri->Spy Story
Visualizza collane curate
Offline  Msg:3152



Arciere di Corte.
Copertina Preferita

Sta esplorando Venere
62.5 %
GRENUILLE
UM NCC 1789-A
Sta esplorando Venere


Profilo
Re:Film di fantascenza tratti da libri
« Rispondi #165 data: 07 Aprile 2013, 13:58:36 »
Cita

Ma finisce bene o male ? Stanno assieme o no? Non vorrei restarci male  
Loggato
Non sto invecchiando, sto diventando vintage.
ansible

Membro del Club: La Tana del TrifideGrande Accattone dei Cieli

Collezionista

*

Offline  Msg:874



Dum Vivimus Vivamus!


Sta esplorando Iapetus
0.0 %
FRANK ZAPPA
UM NCC 70-A
Sta esplorando Iapetus
(Sat. di Saturno)


Profilo E-Mail
Re:Film di fantascenza tratti da libri
« Rispondi #166 data: 07 Aprile 2013, 15:14:33 »
Cita


Citazione da: gretana il 07 Aprile 2013, 13:58:36

Ma finisce bene o male ? Stanno assieme o no? Non vorrei restarci male  

Il finale è strappalacrime, se ti piace il genere... non dovresti restarci troppo male.
Un saluto da ansible
Loggato
Vorrei che tutti leggessero, non per diventare letterati o poeti, ma perché nessuno sia più schiavo (G.Rodari)
Vedi il profilo utente

Membro del Club: La Tana del TrifideGuru Eccelso del Sovrano ordine di Chtorr

Supervisore

*

Responsabile area:
Libri
Visualizza collane curate
Offline  Msg:742



W UraniaMania!!!
Copertina Preferita

Sta esplorando Titano
39.4 %
ICARO
UM NCC 1041-A
Sta esplorando Titano
(Sat. di Saturno)


Profilo
Re:Film di fantascenza tratti da libri
« Rispondi #167 data: 08 Aprile 2013, 08:18:40 »
Cita

Il film 059

Il pianeta delle scimmie

Tratto dal romanzo Il pianeta delle scimmie,1963 di Pierre BOULLE


Titolo Originale
Planet of the Apes
Regia
Franklin J. SCHAFFNER
Sceneggiatura
Michael WILSON, Rod SERLING

Musica
Jerry GOLDSMITH

Cast
Charlton Heston
Roddy McDowell
Linda Harrison
Kim Hunter
James Whitmore
Paese: USA.
Anno  1968
Durata  112 minuti
Colore


  Tre astronauti americani, dopo un viaggio a bordo di una nave spaziale che li ha fatti avanzare nel tempo per duemila anni, approdano su di un pianeta popolato da una società barbarica: un piccolo impero retto da scimmie evolute, nel quale gli uomini - privi di parola e di intelletto - sono considerati nè più nè meno che come bestie. Uno solo dei tre astronauti, Taylor, riesce a sopravvivere a una battuta di caccia delle scimmie. Imprigionato, è fatto oggetto di molte attenzioni da parte di due giovani scimmie intellettuali che intendono servirsi di lui per dimostrare che la scimmia discende dall'uomo. Questa teoria evoluzionistica alla rovescia cozza però contro la fanatica opposizione di un vecchio scimmione gran sacerdote, che fa condannare per eresia i due protettori di Taylor. L'astronauta, dopo aver sofferto ogni genere di umiliazioni, riesce a fuggire in una zona inaccessibile alle scimmie, e qui fa un'orribile scoperta: quel pianeta misterioso sul quale è approdato non è altro che la Terra, i duemila anni trascorsi hanno visto gli uomini distruggersi tra loro con l'atomica, degradarsi al livello di animali e cedere il posto alle scimmie.  
Oscar onorario nel 1968 per il trucco a John Chambers  
Sequel:
1970 - L'altra faccia del pianeta delle scimmie
1971 - Fuga dal pianeta delle scimmie
1972 - 1999 - Conquista della terra
1973 - Anno 2670 - Ultimo atto
2001 - Remake del film Il pianeta delle scimmie con la regia di Tim Burton.



Il libro 059

Il pianeta delle scimmie

Da questo romanzo è stato tratto il film: Il pianeta delle scimmie

Titolo Originale
La planète des Singes, 1963
Collana
Urania Classici n. 292 del 7/2001
Editore
Mondadori
Autore
Pierre BOULLE
Traduttore
Luciano TIBELETTI
Copertina
BRAMBILLA,LONGO
Rilegatura
Brossura
Formato mm.  
105x175

N. Pagine
224

Una civiltà invertita, un mondo da incubo. Il padrone della Terra, in questo visionario romanzo di Pierre Boulle, non è l'uomo ma il primate a lui più prossimo... E le scimmie sapienti hanno costruito una società che rispecchia quella umana punto per punto, come in un beffardo contrappasso. Ma che cosa accadrebbe se uomini dei nostri tempi visitassero davvero il pianeta delle scimmie? E come sarebbero accolti? Il lettore scoprirà con piacere le differenze tra romanzo e film, preparandosi al tempo stesso ad assistere alla nuova, spettacolare versione cinematografica che Tim Burton (Batman, Ed Wood, Mars Attacks!) ha fatto di questo capolavoro del romanzo di fantascienza.  


Altre Edizioni
Oscar n. 623 Mondadori
TeaDue n
. 274 Editori Associati
Oscar Varia n. 1784 Mondadori
Il Mosaico n. 53 Massimo
Valis n. 8 Hobby & Work


  
Loggato
Vedi il profilo utente

Membro del Club: La Tana del TrifideGuru Eccelso del Sovrano ordine di Chtorr

Supervisore

*

Responsabile area:
Libri
Visualizza collane curate
Offline  Msg:742



W UraniaMania!!!
Copertina Preferita

Sta esplorando Titano
39.4 %
ICARO
UM NCC 1041-A
Sta esplorando Titano
(Sat. di Saturno)


Profilo
Re:Film di fantascenza tratti da libri
« Rispondi #168 data: 09 Aprile 2013, 09:27:28 »
Cita

Il film 060

La notte delle streghe

Tratto dal romanzo Ombre del male, 1943 di Fritz LEIBER

Titolo Originale
Night of the Eagle

Regia
Sidney hAYERS
Sceneggiatura

Charles BEAUMONT, Richard MATHESON
Musica
William ALWYN
Cast
Peter Wyngarde
Janet Blair
Margaret Johnston
Antony Nicholls
Colin Gordon
Paese: G.B.
Anno   1962
Durata  87 minuti
B/N


Norman Taylor (Peter Wyngarde) è un giovane professore  di sociologia con una carriera in rapida ascesa. Mentre è intento a spiegare  ai suoi studenti perché non bisogna credere alle arti magiche e all'occultismo,  la moglie Tansy (Janet Blair) si dedica, a sua insaputa, proprio a questo tipo  di pratiche. Dopo essere stata scoperta prova a convincere il consorte dell'efficacia  della magia nera, in particolare di quella praticata da uno stregone conosciuto   durante la loro permanenza in Giamaica. Secondo la tesi di Tansy l'enorme quantità  di strani oggetti e amuleti – anche decisamente macabri - ritrovati dallo  sbalordito marito in ogni angolo della loro dimora, avevano come unico scopo  quello di proteggerlo. Il moderno professore, dopo essersi infuriato, brucia  tutto nel camino, inclusa una sua fotografia. Subito dopo il rogo iniziano ad  accadergli una serie di sciagure, viene anche accusato di violenza carnale da  una sua giovane studentessa. Il professor Taylor, in seguito a un mancato incidente  mortale e assalito da strane visioni, inizia la sua personale battaglia contro  il soprannaturale, ma soprattutto contro le sue convinzioni.


Il libro 060

Ombre del male

Da questo romanzo è stato tratto il film: La notte delle streghec

Titolo Originale
Conjure Wife, 1943
Collana
Urania Classici n. 301 del 4/2002
Editore
Mondadori
Autore
Fritz LIEBER
Traduttore
Paulette PERONI
Copertina
Giacomo CALLO
Rilegatura
Brossura
Formato mm.  
105x175

N. Pagine
272

Nel campus universitario di Hempnell il dottor Norman Saylor si occupa di superstizioni. Fin qui, tutto normale, la routine scientifica continua di giorno in giorno senza scossoni. Ma alla moglie di Saylor, Tansy, la scienza interessa solo fino a un certo punto: preferisce collezionare amuleti. Quando Tansy scompare, Saylor si rende conto che nel campus e nel mondo intero qualcosa non quadra più. E' possibile cambiare le leggi della fisica? Può uno scienziato credere che un essere inanimato prenda vita? Davanti ai pericoli da cui si sente minacciato, Saylor non può permettersi di esitare, anche a costo di accettare l'incredibile.    



Altre Edizioni
Arcano n. 8 Nord
Arcano (ristampa) n. 8 Nord

Le Ombre n. 1 Nord
Omnibus del Fantastico n. 3 Mondadori


Loggato
Vedi il profilo utente

Membro del Club: La Tana del TrifideGuru Eccelso del Sovrano ordine di Chtorr

Supervisore

*

Responsabile area:
Libri
Visualizza collane curate
Offline  Msg:742



W UraniaMania!!!
Copertina Preferita

Sta esplorando Titano
39.4 %
ICARO
UM NCC 1041-A
Sta esplorando Titano
(Sat. di Saturno)


Profilo
Re:Film di fantascenza tratti da libri
« Rispondi #169 data: 10 Aprile 2013, 08:46:26 »
Cita

Il film 061

Io, Robot

Tratto dall'antologia : Io, Robot, 1950 di Isaac ASIMOV

Titolo Originale
I, Robot
Regia
Alexis PROYAS
Sceneggiatura
Jeff VINTAR, Akiva GOLDSMAN

Musica
Stephen BARTSON, Marco BELTRAMI

Cast
Will Smith
Bridget Moynaham
Alan Tudyk
James Cromwell

Bruce Greenwood
Paese: USA
Anno  2004
Durata 110 minuti
Colore

Anno 2035. Le macchine condividono il pianeta con gli esseri umani, ed hanno liberato gli uomini dal peso dei lavori più scomodi o troppo faticosi da sopportare. Milioni di robot tuttofare li svolgono ormai al posto loro, eseguendoli con diligenza e precisione. L'opinione pubblica ha accettato con assoluta fiducia questi servizievoli ed inoffensivi simulacri dell'uomo, ma Del Spooner, poliziotto nero di Chicago, ha i suoi motivi per guardare con invincibile sospetto ai perfettissimi, infaticabili, obbedienti servitori meccanici che la US Robotics continua ad immettere massicciamente sul mercato. Chiamato a far luce sulla inspiegabile morte del dottor Alfred Lanning, geniale creatore dell'impero della US Robotics, il poliziotto vede confermati i suoi sospetti quando subisce più di un attentato orchestrato da robot di ultima generazione, che nei suoi riguardi non sembrano vincolati dalle Tre Leggi. Affiancato dalla giovane e scettica dottoressa Susan Calvin, Spooner prosegue testardamente le sue indagini e finisce per imbattersi in un incredibile e colossale complotto che minaccia le radici dell'intera società.


Il libro 061

Io, Robot

Da questa antologia è stato tratto il film: Io, Robot

Titolo Originale
Io, Robot, 1950
Collana
Urania Collezione n. 1 del 3/2003
Editore
Mondadori
Autore
Isaac ASIMOV
Traduttore
Laura SERRA
Copertina
Franco BRAMBILLA
Rilegatura
Brossura
Formato mm.  
125x180

N. Pagine
308

Io, Robot è stato e rimane il capolavoro della fantascienza tecnologica. Il tratto distintivo dei robot di Asimov è una "umanità"  intesa non come semplice mimesi, ma quasi come superamento della mentalità umana: il robot è per Asimov un essere razionale ma privo della libertà di commettere il male e rappresenta in senso lato l'attuazione concreta degli ideali umani di perfezione. Di qui l'ammirazione, l'invidia, l'ostilità degli uomini nei suoi confronti. Privi di antenati diretti questi robot hanno invece una discendenza innumerevole e famosa. Il robot positronico e soprattutto Le Tre Leggi della Robotica (esposte per la prima volta in questo libro) sono ormai dei capisaldi a cui nessun autore di science fiction oggi si sottrae, magari sottintendendole invece di esprimerle. Fondamentale nella storia della fantascienza, Io, Robot ne rappresenta ugualmente una delle espressioni migliori, fra le più gradevoli anche al di fuori della cerchia degli iniziati. Le qualità di narratore di Asimov, le sue invenzioni (il robot cartesiano, il robot che legge il pensiero, l'astronave manovrata dal Cervello) fanno di questi racconti una lettura affascinante.  


Altre Edizioni
Oscar n. 434  Mondadori

Superblues anno 1996  Mondadori

Oscar Bestsellers n. 1344 Mondadori
I Grandi Tascabili n. 390 Bompiani
I Massimi della Fantscienza anno 2004 Mondadori

I Delfini Blu n.27 Bompiani
Tascabili Bompiani n. 118 Bompiani
I classici della Fantascienza n. [2] Fabbri
FC Libri Fantascienza anno 1963 Bompiani
FC Libri Fantascienza anno 2004 Future Media
FC Libri Fantascienza anno 1974 Euroclub
FC Libri Fantascienza anno 2005 Mondolibri
  
        
Loggato
attiliosfunel


Curatore

*

Visualizza collane curate
Offline  Msg:919



W UraniaMania!!!
Copertina Preferita


ProfiloWWW
Re:Film di fantascenza tratti da libri
« Rispondi #170 data: 10 Aprile 2013, 09:05:39 »
Cita


Citazione da: victory il 10 Aprile 2013, 08:46:26

Il film 061

Io, Robot

Tratto dall'antologia : Io, Robot, 1950 di Isaac ASIMOV

  
Titolo Originale
I, Robot
Regia
Alexis PROYAS
Sceneggiatura
Jeff VINTAR, Akiva GOLDSMAN

Musica
Stephen BARTSON, Marco BELTRAMI

Cast
Will Smith
Bridget Moynaham
Alan Tudyk
James Cromwell

Bruce Greenwood
Paese: USA
Anno  2004
Durata 110 minuti
Colore

  
Anno 2035. Le macchine condividono il pianeta con gli esseri umani, ed hanno liberato gli uomini dal peso dei lavori più scomodi o troppo faticosi da sopportare. Milioni di robot tuttofare li svolgono ormai al posto loro, eseguendoli con diligenza e precisione. L'opinione pubblica ha accettato con assoluta fiducia questi servizievoli ed inoffensivi simulacri dell'uomo, ma Del Spooner, poliziotto nero di Chicago, ha i suoi motivi per guardare con invincibile sospetto ai perfettissimi, infaticabili, obbedienti servitori meccanici che la US Robotics continua ad immettere massicciamente sul mercato. Chiamato a far luce sulla inspiegabile morte del dottor Alfred Lanning, geniale creatore dell'impero della US Robotics, il poliziotto vede confermati i suoi sospetti quando subisce più di un attentato orchestrato da robot di ultima generazione, che nei suoi riguardi non sembrano vincolati dalle Tre Leggi. Affiancato dalla giovane e scettica dottoressa Susan Calvin, Spooner prosegue testardamente le sue indagini e finisce per imbattersi in un incredibile e colossale complotto che minaccia le radici dell'intera società.


Il libro 061

Io, Robot

Da questa antologia è stato tratto il film: Io, Robot

  
Titolo Originale
Io, Robot, 1950
Collana
Urania Collezione n. 1 del 3/2003
Editore
Mondadori
Autore
Isaac ASIMOV
Traduttore
Laura SERRA
Copertina
Franco BRAMBILLA
Rilegatura
Brossura
Formato mm.  
125x180

N. Pagine
308

  
Io, Robot è stato e rimane il capolavoro della fantascienza tecnologica. Il tratto distintivo dei robot di Asimov è una "umanità"  intesa non come semplice mimesi, ma quasi come superamento della mentalità umana: il robot è per Asimov un essere razionale ma privo della libertà di commettere il male e rappresenta in senso lato l'attuazione concreta degli ideali umani di perfezione. Di qui l'ammirazione, l'invidia, l'ostilità degli uomini nei suoi confronti. Privi di antenati diretti questi robot hanno invece una discendenza innumerevole e famosa. Il robot positronico e soprattutto Le Tre Leggi della Robotica (esposte per la prima volta in questo libro) sono ormai dei capisaldi a cui nessun autore di science fiction oggi si sottrae, magari sottintendendole invece di esprimerle. Fondamentale nella storia della fantascienza, Io, Robot ne rappresenta ugualmente una delle espressioni migliori, fra le più gradevoli anche al di fuori della cerchia degli iniziati. Le qualità di narratore di Asimov, le sue invenzioni (il robot cartesiano, il robot che legge il pensiero, l'astronave manovrata dal Cervello) fanno di questi racconti una lettura affascinante.  


  
Altre Edizioni
Oscar n. 434  Mondadori

Superblues anno 1996  Mondadori

Oscar Bestsellers n. 1344 Mondadori
I Grandi Tascabili n. 390 Bompiani
I Massimi della Fantscienza anno 2004 Mondadori

I Delfini Blu n.27 Bompiani
Tascabili Bompiani n. 118 Bompiani
I classici della Fantascienza n. [2] Fabbri
FC Libri Fantascienza anno 1963 Bompiani
FC Libri Fantascienza anno 2004 Future Media
FC Libri Fantascienza anno 1974 Euroclub
FC Libri Fantascienza anno 2005 Mondolibri
  
        





Altro osceno film con Will Smith che del libro mantiene solo il titolo (ma non potevano risparmiare i soldi dei diritti?). Voto al libro: 8. Voto al film: 2.
Loggato
Sto leggendo:

Vedi il profilo utente


Curatore

*

Visualizza collane curate
Offline  Msg:3440



A noble spirit embiggens the smallest man.
Copertina Preferita

Sta viaggiando verso Venere
99.5 %
UMMAGUMMA
UM NCC 3325-A
Sta viaggiando verso Venere


Profilo
Re:Film di fantascenza tratti da libri
« Rispondi #171 data: 10 Aprile 2013, 16:57:54 »
Cita


Citazione da: victory il 09 Aprile 2013, 09:27:28

Il film 060

La notte delle streghe

Tratto dal romanzo Ombre del male, 1943 di Fritz LEIBER

Titolo Originale
Night of the Eagle

Regia
Sidney hAYERS
Sceneggiatura

Charles BEAUMONT, Richard MATHESON
Musica
William ALWYN
Cast
Peter Wyngarde
Janet Blair
Margaret Johnston
Antony Nicholls
Colin Gordon
Paese: G.B.
Anno   1962
Durata  87 minuti
B/N


Norman Taylor (Peter Wyngarde) è un giovane professore  di sociologia con una carriera in rapida ascesa. Mentre è intento a spiegare  ai suoi studenti perché non bisogna credere alle arti magiche e all'occultismo,  la moglie Tansy (Janet Blair) si dedica, a sua insaputa, proprio a questo tipo  di pratiche. Dopo essere stata scoperta prova a convincere il consorte dell'efficacia  della magia nera, in particolare di quella praticata da uno stregone conosciuto   durante la loro permanenza in Giamaica. Secondo la tesi di Tansy l'enorme quantità  di strani oggetti e amuleti – anche decisamente macabri - ritrovati dallo  sbalordito marito in ogni angolo della loro dimora, avevano come unico scopo  quello di proteggerlo. Il moderno professore, dopo essersi infuriato, brucia  tutto nel camino, inclusa una sua fotografia. Subito dopo il rogo iniziano ad  accadergli una serie di sciagure, viene anche accusato di violenza carnale da  una sua giovane studentessa. Il professor Taylor, in seguito a un mancato incidente  mortale e assalito da strane visioni, inizia la sua personale battaglia contro  il soprannaturale, ma soprattutto contro le sue convinzioni.


Il libro 060

Ombre del male

Da questo romanzo è stato tratto il film: La notte delle streghec

Titolo Originale
Conjure Wife, 1943
Collana
Urania Classici n. 301 del 4/2002
Editore
Mondadori
Autore
Fritz LIEBER
Traduttore
Paulette PERONI
Copertina
Giacomo CALLO
Rilegatura
Brossura
Formato mm.  
105x175

N. Pagine
272

Nel campus universitario di Hempnell il dottor Norman Saylor si occupa di superstizioni. Fin qui, tutto normale, la routine scientifica continua di giorno in giorno senza scossoni. Ma alla moglie di Saylor, Tansy, la scienza interessa solo fino a un certo punto: preferisce collezionare amuleti. Quando Tansy scompare, Saylor si rende conto che nel campus e nel mondo intero qualcosa non quadra più. E' possibile cambiare le leggi della fisica? Può uno scienziato credere che un essere inanimato prenda vita? Davanti ai pericoli da cui si sente minacciato, Saylor non può permettersi di esitare, anche a costo di accettare l'incredibile.    



Altre Edizioni
Arcano n. 8 Nord
Arcano (ristampa) n. 8 Nord

Le Ombre n. 1 Nord
Omnibus del Fantastico n. 3 Mondadori







Non sapevo che "Il complotto delle mogli" fosse praticamente "Ombre del male".
Ho comprato tempo fa il volume la cui copertina metto in allegato, e sono quasi certo che è nettamente più lungo/corposo dell'Urania "Ombre del male".

Dovrebbero essere lo stesso romanzo ....
 leiber_news.jpg
Loggato
******************************************************************************************
Sto leggendo e
Vedi il profilo utente

Membro del Club: La Tana del TrifideGuru Eccelso del Sovrano ordine di Chtorr

Supervisore

*

Responsabile area:
Libri
Visualizza collane curate
Offline  Msg:742



W UraniaMania!!!
Copertina Preferita

Sta esplorando Titano
39.4 %
ICARO
UM NCC 1041-A
Sta esplorando Titano
(Sat. di Saturno)


Profilo
Re:Film di fantascenza tratti da libri
« Rispondi #172 data: 10 Aprile 2013, 17:47:01 »
Cita


Citazione da: Arne Saknussemm il 10 Aprile 2013, 16:57:54


Citazione da: victory il 09 Aprile 2013, 09:27:28

Il film 060

La notte delle streghe

Tratto dal romanzo Ombre del male, 1943 di Fritz LEIBER

Titolo Originale
Night of the Eagle

Regia
Sidney hAYERS
Sceneggiatura

Charles BEAUMONT, Richard MATHESON
Musica
William ALWYN
Cast
Peter Wyngarde
Janet Blair
Margaret Johnston
Antony Nicholls
Colin Gordon
Paese: G.B.
Anno   1962
Durata  87 minuti
B/N


Norman Taylor (Peter Wyngarde) è un giovane professore  di sociologia con una carriera in rapida ascesa. Mentre è intento a spiegare  ai suoi studenti perché non bisogna credere alle arti magiche e all'occultismo,  la moglie Tansy (Janet Blair) si dedica, a sua insaputa, proprio a questo tipo  di pratiche. Dopo essere stata scoperta prova a convincere il consorte dell'efficacia  della magia nera, in particolare di quella praticata da uno stregone conosciuto   durante la loro permanenza in Giamaica. Secondo la tesi di Tansy l'enorme quantità  di strani oggetti e amuleti – anche decisamente macabri - ritrovati dallo  sbalordito marito in ogni angolo della loro dimora, avevano come unico scopo  quello di proteggerlo. Il moderno professore, dopo essersi infuriato, brucia  tutto nel camino, inclusa una sua fotografia. Subito dopo il rogo iniziano ad  accadergli una serie di sciagure, viene anche accusato di violenza carnale da  una sua giovane studentessa. Il professor Taylor, in seguito a un mancato incidente  mortale e assalito da strane visioni, inizia la sua personale battaglia contro  il soprannaturale, ma soprattutto contro le sue convinzioni.


Il libro 060

Ombre del male

Da questo romanzo è stato tratto il film: La notte delle streghec

Titolo Originale
Conjure Wife, 1943
Collana
Urania Classici n. 301 del 4/2002
Editore
Mondadori
Autore
Fritz LIEBER
Traduttore
Paulette PERONI
Copertina
Giacomo CALLO
Rilegatura
Brossura
Formato mm.  
105x175

N. Pagine
272

Nel campus universitario di Hempnell il dottor Norman Saylor si occupa di superstizioni. Fin qui, tutto normale, la routine scientifica continua di giorno in giorno senza scossoni. Ma alla moglie di Saylor, Tansy, la scienza interessa solo fino a un certo punto: preferisce collezionare amuleti. Quando Tansy scompare, Saylor si rende conto che nel campus e nel mondo intero qualcosa non quadra più. E' possibile cambiare le leggi della fisica? Può uno scienziato credere che un essere inanimato prenda vita? Davanti ai pericoli da cui si sente minacciato, Saylor non può permettersi di esitare, anche a costo di accettare l'incredibile.    



Altre Edizioni
Arcano n. 8 Nord
Arcano (ristampa) n. 8 Nord

Le Ombre n. 1 Nord
Omnibus del Fantastico n. 3 Mondadori







Non sapevo che "Il complotto delle mogli" fosse praticamente "Ombre del male".
Ho comprato tempo fa il volume la cui copertina metto in allegato, e sono quasi certo che è nettamente più lungo/corposo dell'Urania "Ombre del male".

Dovrebbero essere lo stesso romanzo ....


Ciao Arne, non essendoci questo volume (Il complotto delle mogli) nel DB di Uraniamania non l'ho messo nell'elenco. Ti faccio notare però che Ombre del male di Urania ha 272 pagine mentre Il complotto delle mogli è di 224 pagine. Una volta tanto...
Ciao vic
Loggato
Vedi il profilo utente


Curatore

*

Visualizza collane curate
Offline  Msg:3440



A noble spirit embiggens the smallest man.
Copertina Preferita

Sta viaggiando verso Venere
99.5 %
UMMAGUMMA
UM NCC 3325-A
Sta viaggiando verso Venere


Profilo
Re:Film di fantascenza tratti da libri
« Rispondi #173 data: 10 Aprile 2013, 18:00:20 »
Cita


Citazione da: victory il 10 Aprile 2013, 17:47:01



Ciao Arne, non essendoci questo volume (Il complotto delle mogli) nel DB di Uraniamania non l'ho messo nell'elenco. Ti faccio notare però che Ombre del male di Urania ha 272 pagine mentre Il complotto delle mogli è di 224 pagine. Una volta tanto...
Ciao vic


Vero, però il NONUrania è molto più alto e piu largo. Controllerò appena torno a casa, cmq grazie Vic !  
Loggato
******************************************************************************************
Sto leggendo e
adam_reith


Uraniofilo

*

Offline  Msg:67



Urania. E sai cosa bevi!



Profilo E-Mail
Re:Film di fantascenza tratti da libri
« Rispondi #174 data: 10 Aprile 2013, 20:24:13 »
Cita


Citazione:

Citazione:


Altro osceno film con Will Smith che del libro mantiene solo il titolo (ma non potevano risparmiare i soldi dei diritti?). Voto al libro: 8. Voto al film: 2.


Non sono d'accordo. Certamente il film non ha nulla a che vedere col libro, epoche diverse, trama diversa... la spesa per i diritti posso immaginare abbia avuto lo scopo di poter usare un titolo celeberrimo ed un autore ancora di più.
Il film preso a se stesso è avvincente e tocca un tema che i non conoscitori di FS hanno trovato interessante e inquietante.
Del resto, siamo pur sempre nel campo dei film d'azione...
Loggato
"abbiamo tutti la nostra macchina del tempo. per andare nel passato: i ricordi. e nel futuro: i sogni" (The Time Machine)
Vedi il profilo utente

Membro del Club: La Tana del TrifidePtertha Rosa anziano

WebMaster

*

Responsabile area:
Visualizza collane curate
Offline  Msg:4512



Papà mi dai libbo l'ulania?


Sta viaggiando verso Giove
14.3 %
GRIFONE1893
UM NCC 1983-A
Sta viaggiando verso Giove


Profilo E-Mail
Re:Film di fantascenza tratti da libri
« Rispondi #175 data: 10 Aprile 2013, 21:29:42 »
Cita

A me anche "Io robot" versione Will Smith è piaciuto.
Loggato
Sto e-leggendo
I figli della follia - J. SOHL

...

5,90 'era già' troppo...

...

Un tempo questo forum era tutta campagna...
Vedi il profilo utente

Membro del Club: La Tana del TrifideGuru Eccelso del Sovrano ordine di Chtorr

Amministratore

*

Responsabile area:
Urania
Visualizza collane curate
Offline  Msg:3674



Io ne ho viste cose, che voi umani non potreste...
Copertina Preferita


Profilo
Re:Film di fantascenza tratti da libri
« Rispondi #176 data: 10 Aprile 2013, 21:57:40 »
Cita


Vedete, il problema è "film tratti da libri" in generale.
Salvo poche eccezioni, il film è un'opera a sè, e quindi può procedere anche diversamente.
Tra i film veramente fedeli ai libri mi vengono in mente solo gli "Harry Potter".
A voi?
Loggato
adam_reith


Uraniofilo

*

Offline  Msg:67



Urania. E sai cosa bevi!



Profilo E-Mail
Re:Film di fantascenza tratti da libri
« Rispondi #177 data: 10 Aprile 2013, 23:17:00 »
Cita

Bè, il primo film tratto da "The Time Machine" (L'uomo che visse nel futuro) era molto fedele al romanzo, o almeno a buona parte del romanzo.
Comunque come dici il film ha una vita sua, è destinato ad un pubblico diverso per cui ha un taglio diverso, e spesso anche un diverso "spessore"
Per restare all'esempio precedente, io trovo The Time Machine del 2002 bellissimo, e non solo per al spettacolarità (il cammeo di Irons è fantastico).
Loggato
"abbiamo tutti la nostra macchina del tempo. per andare nel passato: i ricordi. e nel futuro: i sogni" (The Time Machine)
Vedi il profilo utente

Membro del Club: La Tana del TrifideGuru Eccelso del Sovrano ordine di Chtorr

Supervisore

*

Responsabile area:
Libri
Visualizza collane curate
Offline  Msg:742



W UraniaMania!!!
Copertina Preferita

Sta esplorando Titano
39.4 %
ICARO
UM NCC 1041-A
Sta esplorando Titano
(Sat. di Saturno)


Profilo
Re:Film di fantascenza tratti da libri
« Rispondi #178 data: 11 Aprile 2013, 08:49:13 »
Cita

Il film 062

2022: I sopravvissuti

Tratto dal romanzo : Largo! Largo!, 1966 di Harry HARRISON

Titolo Originale
Soylent Green
Regia
Richard FLEISCHER
Sceneggiatura
Stanley R. GREENBERG

Musica
Frank MYROW
Cast
Charlton Heston
Edward G. Robinson
Leigh Taylor Young
Chuck Connors
Joseph Cotten
Paese: USA
Anno    1973
Durata  90 minuti
Colore


L'anno è il 2022. La città, New York. La multinazionale Soylent, produttrice di cibo sintetico, provvede al sostentamento    di una popolazione di 40.000.000 di abitanti afflitti dai problemi della    disoccupazione e della mancanza di alloggi. Le forze dell'ordine sono sempre    all'erta per combattere una criminalità che rischia di sfuggire ad    ogni controllo e per sedare le ripetute manifestazioni di protesta. L'omicidio    di Simomson, attempato uomo d'affari, sembra ricollegarsi ad uno dei tanti    crimini originati dalla disperazione, ma il poliziotto Thorn, con l'aiuto    dell'amico Sol, scopre che la vittima aveva precedentemente ricoperto ruoli    di primo piano nella Soylent. Quando il caso assume risvolti imbarazzanti,    i superiori ordinano a Thorn di abbandonare le indagini, ma l'uomo è    guidato dall'amico alla terribile verità. La Soylent esaurita la    scorta di plancton confeziona il cibo con la carne dei cadaveri. Simomson,    che lo aveva capito, è stato ucciso e Sol, terrorizzato e sgomento,    preferisce lasciarsi morire in una clinica dove si pratica l'eutanasia.    Ormai in possesso delle prove che inchiodano i vertici della Soylent, Thorn    si prepara a denunciarli... ma i sicari lo attendono.  
  "Soylent Green is People!" grida, disperato e sconfitto, Heston...

Il libro 062

Largo! Largo!

Da questo romanzo è stato tratto il film:
2022: I sopravvissuti


Titolo Originale
Make Room! Make Room!, 1966
Collana
Urania Collezione n. 50 del 3/2007
Editore
Mondadori
Autore
Harry HARRISON
Traduttore
Paulette PERONI
Copertina
Franco BRAMBILLA
Rilegatura
Brossura
Formato mm.  
125x180

N. Pagine
308

New York, trentacinque milioni di abitanti, ecumenopoli della desolazione umana e del disastro ambientale. Andy Rush, detective della Omicidi, è impegnato nella caccia solitaria e quasi impossibile a un assassino risucchiato in un immane, allucinato labirinto in cui la sopravvivenza è una lotta all'ultimo sangue  per una manciata di lenticchie, un pugno di soia o un topo morto... se si ha un colpo di fortuna. Ostacolato da un "potere" tanto occulto quanto sinistro, Andy Rush si troverà alle prese con una verità peggiore di qualsiasi incubo. Da questo romanzo il grande film 2022: I sopravvissuti diretto da Richard Fleischer, con Charlton Heston, Edward G. Robinson e Joseph Cotten.  



Altre Edizioni
Cosmo Argento n. 14 Nord
SF Narrativa d'Anticipazione n. 40 Nord

    
« Ultima modifica: 11 Aprile 2013, 14:06:08 di victory » Loggato
Vedi il profilo utente


Curatore

*

Visualizza collane curate
Offline  Msg:3440



A noble spirit embiggens the smallest man.
Copertina Preferita

Sta viaggiando verso Venere
99.5 %
UMMAGUMMA
UM NCC 3325-A
Sta viaggiando verso Venere


Profilo
Re:Film di fantascenza tratti da libri
« Rispondi #179 data: 11 Aprile 2013, 09:19:52 »
Cita

"Io robot" è piaciuto anche a me.
Loggato
******************************************************************************************
Sto leggendo e
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 [12] 13 Page Top RispondiAbilita NotificaStampa
Home Forum | La Fantascienza e gli altri generi... | Urania Mondadori | Discussione: Film di fantascenza tratti da libri «prec succ»
Vai in:


Login con username, password e durata della sessione