COMMUNITY di UraniaMania

Vai in fondo alla pagina
 
 
Urania Mania - Torna alla HomePage Home di UraniaMania Benvenuto Visitatore. Per favore Login oppure Registrati. 16 Novembre 2018, 04:36:29
Indice del ForumCercaLoginRegistrati
Home Forum | La Fantascienza e gli altri generi... | Altri generi | Discussione: RECE Vampiri e lupi mannari «prec succ»
Pagine: [1] Rispondi
  Autore  Discussione: RECE Vampiri e lupi mannari  (letto 1068 volte)
dhr


Visitatore


 

E-Mail
RECE Vampiri e lupi mannari
« data: 02 Gennaio 2011, 09:24:15 »
Cita

Erberto Petoia, Vampiri e lupi mannari - Le origini, la storia, le leggende di due tra le più inquietanti figure demoniache, dall'antichità classica ai giorni nostri - Introduzione di Alfonso M. di Nola, Newton Compton, 2008, pp. 320, euro 12,90

Magnifico volume, sia per il materiale documentario (miti, leggende, tradizioni popolari, atti processuali, ricognizioni scientifiche...) che per quello iconografico.
I due "mostri", le cui sorti spesso si intrecciano, vengono studiati in tutte le epoche storiche, dagli Assiri al XX secolo, e a tutte le latitudini europee: Paesi nordici, Transilvania, Inghilterra, Francia, Italia... con numerosi testi inediti.
Pur mancando una sezione dedicata al cinema, ce n'è una molto ben fatta sulla letteratura, con una carrellata di antecedenti di Bram Stoker, oggi ormai sconosciuti. Vengono anche riportati per intero due racconti poco noti, tra cui il delizioso "Il Marsyas delle Fiandre" di Vernon Lee = la scrittrice Violet Piaget, pubblicato nel 1927.

Voto: 10

Più avanti, alla luce del materiale contenuto in questo volume, aggiungerò qualche considerazione sul fantasy-horror nella Divina Commedia, dove è MENO presente del previsto... e PIU' presente del previsto.
Loggato
dhr


Visitatore


 

E-Mail
Re:RECE Vampiri e lupi mannari
« Rispondi #1 data: 02 Gennaio 2011, 18:52:44 »
Cita

Quando pensiamo a streghe, vampiri ecc., ci viene subito in mente il Medioevo; però nel capolavoro della letteratura medievale, la Divina Commedia, di tutte queste cose non si trova quasi traccia. Sì, Dante dedica una intera bolgia dell'inferno a maghi e streghe, ma riducendoli quasi sempre al minimo denominatore: ingenui incantesimi realizzati con le erbe e con le immagini...
Il fatto è che il Duecento e l'inizio del Trecento sono stati l'epoca più razionale e illuminata del Medioevo, ben diversa dalle atmosfere magiche del Rinascimento e dal mondo "medievale" fantastico immaginato dal Romanticismo. La nostra idea del Medioevo deriva in gran parte dalle polemiche del Settecento e dalla letteratura dell'Ottocento, ma un personaggio come Dante non ci si ritroverebbe per niente.
Ecco perché nella Divina Commedia, pur piena di creature spaventose, manca moltissimo del materiale orrorifico che ci potrebbe attendere. I mostri (Cerbero, Minotauro, Arpie ecc.) derivano dall'epica greco-romana, non dal folklore nordico. Se vogliamo vedere maghi e maghe dai superpoteri, incantesimi, fate, ippogrifi, uomini e donne che si trasformano in animali, caccia alle streghe, dobbiamo rivolgerci a Ludovico Ariosto e Torquato Tasso, non a Dante.

Eppure.

Eppure, alla luce del saggio di Petoia su vampiri e lupi mannari, ci si accorge che molte tematiche fantasy-horror in effetti sono presenti nella Divina Commedia, solo che vengono modificate in modo da assumere un significato simbolico, filosofico, teologico.
Ad esempio il tema del LUPO mostruoso, o dell'uomo lupo, diventa quello della "Lupa" che minaccia l'intera umanità. Inoltre il demone Pluto / Plutone, che vuole rabbiosamente aggredire Dante, è un "maledetto lupo". Il conte Ugolino, infine, sogna di essere un lupo; ed è molto interessante, perché si riteneva che a trasformarsi in lupi mannari fossero gli uomini che divoravano carne umana...

[segue]
Loggato
dhr


Visitatore


 

E-Mail
Re:RECE Vampiri e lupi mannari
« Rispondi #2 data: 03 Gennaio 2011, 08:43:47 »
Cita

Quanto ai VAMPIRI, i loro antenati greco-latini sono personaggi femminili come le Empuse, le Lamie, le Erinni, le Sirene, le Arpie, oltre all'ebraica Lilith. Dante incontra all'inferno alcune di queste creature (Erinni, Arpie); nel purgatorio sogna una Sirena. In più, alcuni mostri hanno caratteristiche che li accomunano agli spettri delle saghe stregonesche e vampiresche, come Gerione con artigli e coda di serpente, oppure i ladri di Inferno 25 che si trasmutano in serpenti. Nel caso di Gerione, Dante cavalca addirittura sulle sue spalle... come facevano le streghe sulle bestie durante il Sabba.
Si può addirittura intravedere un caso di "risorgenti", "non morti" (zombie, vampiri) nella condizione dei traditori, il cui cadavere viene fatto muovere dai demoni come se fosse ancora vivo.

Senza esagerare, si potrebbero trovare altri collegamenti tra episodi della Divina Commedia e il fantasy. Ne riporto solo due che mi intrigano un sacco. Dante si smarrisce nella selva oscura, perdendo il senso del tempo: pensa di essere rimasto lì una notte, invece sono trascorsi dieci anni. Il tipico effetto che colpisce chi viene sviato dagli elfi. E proprio allR17;ingresso dell'inferno, chi incontra? Gli angeli che "non si ribellarono con Satana né rimasero fedeli a Dio"; secondo alcune leggende, questa fu proprio l'origine degli elfi.

P.S. In epoca moderna, le caratteristiche dei licantropi - essere concepiti in determinati giorni dell'anno, partecipazione a blasfemi riti notturni, metamorfosi, aggressione delle greggi - tornano in modo geniale, extraterrestrizzato, nei racconti di Lovecraft.
Senza dimenticare alcuni "criptidi" dei giorni nostri: misteriose creature feroci che risultano ancora a piede libero e fanno strage di bestiame, come il Chupacavras. Psicosi collettiva provocata da qualche banalissimo predatore? O creature non-umane (Ingegneria genetica? Alieni?) fuggite da qualche laboratorio?
Grazie al cielo, vampiri e lupi mannari sono ancora tra noi. Adeguatamente restylizzati.
Loggato
Vedi il profilo utente

Membro del Club: La Tana del TrifidePtertha Rosa anziano

WebMaster

*

Responsabile area:
Visualizza collane curate
Offline  Msg:4517



Papà mi dai libbo l'ulania?


Sta viaggiando verso Giove
14.3 %
GRIFONE1893
UM NCC 1983-A
Sta viaggiando verso Giove


Profilo E-Mail
Re:RECE Vampiri e lupi mannari
« Rispondi #3 data: 04 Gennaio 2011, 14:08:01 »
Cita


Citazione da: dhr il 03 Gennaio 2011, 08:43:47

[...]

Grazie al cielo, vampiri e lupi mannari sono ancora tra noi. Adeguatamente restylizzati.


Dopo aver visto "Underworld" mi era presa una voglia matta di diventare un licantropo...

Poi per fortuna è uscito "Twilight" ed a vedere tutti quei vampiri fricchettoni in giro la smania mi è passata un pochetto...


AUUUUUUUUUUUH!!!!
« Ultima modifica: 21 Gennaio 2011, 13:54:52 di maxpullo » Loggato
Sto e-leggendo
I figli della follia - J. SOHL

...

5,90 'era già' troppo...

...

Un tempo questo forum era tutta campagna...
wulfo


Collezionista

*

Offline  Msg:30



W UraniaMania!!!



Profilo
Re:RECE Vampiri e lupi mannari
« Rispondi #4 data: 04 Gennaio 2011, 17:56:58 »
Cita


Citazione:
Dopo aver visto "Underworld" mi era presa una voglia matta di diventare un licantropo...


non ti basto io   
Loggato
Umane/i Aiutate i Lupi Mannari
SFAMATELI HANNO FAME =P~
dhr


Visitatore


 

E-Mail
Re:RECE Vampiri e lupi mannari
« Rispondi #5 data: 07 Gennaio 2011, 23:08:56 »
Cita

il Vampiro Mannaro

Loggato
Pagine: [1] Page Top RispondiAbilita NotificaStampa
Home Forum | La Fantascienza e gli altri generi... | Altri generi | Discussione: RECE Vampiri e lupi mannari «prec succ»
Vai in:


Login con username, password e durata della sessione